Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 W. Shakespeare VS E. L. James

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15797
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: W. Shakespeare VS E. L. James   Dom Feb 15, 2015 12:42 am

Sono appena tornato dal cinema dove ho visto Romeo e Giulietta; eravamo 4 gatti.
In uscita c'era una coda sterminata per 50 sfumature di grigio.

Forse l'amore 2.0 passa per le palettate sul sedere, comunque il film che ho visto io era meraviglioso. Interpretato MAGISTRALMENTE, con dialoghi credo aderenti al testo originale e che potrebbe dare ai nostri cinghialotti una visione diversa di cosa possa essere un rapporto uomo-donna.

Chi di voi ha il coraggio di portare la propria classe a vedere qualcosa di educativo può prenderlo in seria considerazione.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Dom Feb 15, 2015 12:48 am

avidodinformazioni ha scritto:
Sono appena tornato dal cinema dove ho visto Romeo e Giulietta; eravamo 4 gatti.
In uscita c'era una coda sterminata per 50 sfumature di grigio.

Determinando la lunghezza della coda, per altro, è possibile misurare la dimensione del fallimento di 40 anni di femminismo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15797
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Dom Feb 15, 2015 10:12 am

Lenar ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Sono appena tornato dal cinema dove ho visto Romeo e Giulietta; eravamo 4 gatti.
In uscita c'era una coda sterminata per 50 sfumature di grigio.

Determinando la lunghezza della coda, per altro, è possibile misurare la dimensione del fallimento di 40 anni di femminismo.
http://it.wikipedia.org/wiki/Dichiarazione_dei_diritti_della_donna_e_della_cittadina

1791; 224 anni.

In campo sessuale i numeri sono importanti.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Dom Feb 15, 2015 11:06 am

avidodinformazioni ha scritto:
Lenar ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Sono appena tornato dal cinema dove ho visto Romeo e Giulietta; eravamo 4 gatti.
In uscita c'era una coda sterminata per 50 sfumature di grigio.

Determinando la lunghezza della coda, per altro, è possibile misurare la dimensione del fallimento di 40 anni di femminismo.
http://it.wikipedia.org/wiki/Dichiarazione_dei_diritti_della_donna_e_della_cittadina

1791; 224 anni.

In campo sessuale i numeri sono importanti.

Anche le lunghezze... delle code intendo.
Tornare in alto Andare in basso
drifis_



Messaggi : 599
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Dom Feb 15, 2015 11:31 am

premesso che i libri di E.L. James sono illeggibili e che scrivere questo nome in una stessa frase in cui compare Shakespeare mi dà la sensazione spiacevolissima di venire colpita da un fulmine vendicatore mi preme sottolineare che:
1) se una donna in modo del tutto consensuale vuole farsi legare, sodomizzare o quant'altro (e per altro, almeno nel libro, ne ricava anche più di un discreto piacere) non lo vedrei come un fallimento del femminismo. Se poi si considera che il bruto in questione (che caso mai mi inquieta di più per le tendenze stolker) passa da rapporti in cui paga delle succubi a una "tradizionale" famiglia con prole direi che tutta sta gran trasgressione non c'è
2) se mi si porta Romeo e Giulietta come esempio di capolavoro letterario è un conto se invece due adolescenti che per un colpo di fulmine nell'arco di una settimana (mi pare da ricordi fumosi) si sposano di nascosto e muoiono entrambi suicidi debbano essere un riferimento su cosa possa essere un rapporto "uomo-donna" non mi trova d'accordo per nulla: ad amarsi intensamente per una settimana sono capaci tutti, ma proprio tutti, è sopravvivere e durare la parte complicata...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15797
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Dom Feb 15, 2015 11:50 am

drifis_ ha scritto:
2) se mi si porta Romeo e Giulietta come esempio di capolavoro letterario è un conto se invece due adolescenti che per un colpo di fulmine nell'arco di una settimana (mi pare da ricordi fumosi) si sposano di nascosto e muoiono entrambi suicidi debbano essere un riferimento su cosa possa essere un rapporto "uomo-donna"  non mi trova d'accordo per nulla: ad amarsi intensamente per una settimana sono capaci tutti, ma proprio tutti, è sopravvivere e durare la parte complicata...
Sono la persona meno indicata per riconoscere un capolavoro letterario, ma un amore che ti trasforma da assetato di vendetta a paciere (nelle intenzioni), un amore che ti coinvolge così in profondità che non riesci più ad immaginarti felice con un'altra, un amore dove il corteggiamento è fatto da parole e non da esibizione di cellulari, un amore fatto di rinunce e non di pretese, lo riconosco come capolavoro d'amore.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Dom Feb 15, 2015 12:03 pm

drifis_ ha scritto:
premesso che i libri di E.L. James sono illeggibili e che scrivere questo nome in una stessa frase in cui compare Shakespeare mi dà la sensazione spiacevolissima di venire colpita da un fulmine vendicatore mi preme sottolineare che:
1) se una donna in modo del tutto consensuale vuole farsi legare, sodomizzare o quant'altro (e per altro, almeno nel libro, ne ricava anche più di un discreto piacere) non lo vedrei come un fallimento del femminismo.

Bhe, se l'obiettivo del femminismo era esaltare come forma di realizzazione della donna farsi schiaffeggiare le chiappe da una miliardario mentalmente disturbato... bho, evidentemente io mi sono perso qualcosa.
Tornare in alto Andare in basso
felipezz



Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 27.01.15

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Dom Feb 15, 2015 1:19 pm

Femminismo oggi?guardate il profilo di una qualsiasi vostra alunna.È una serie infinita di selfie che si fa per ricevere quotidianamente la sua dose di commenti su quanto sia gnocca carina e attraente... Le ragazze oggi hanno un ossessione per l aspetto fisico e l appetibilita sessuale..sai che cazzo gli frega di romeo e Giulietta.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15797
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Dom Feb 15, 2015 4:41 pm

felipezz ha scritto:
Femminismo oggi?guardate il profilo di una qualsiasi vostra alunna.È una serie infinita di selfie che si fa per ricevere quotidianamente la sua dose di commenti su quanto sia gnocca carina e attraente... Le ragazze oggi hanno un ossessione per l aspetto fisico e l appetibilita sessuale..sai che cazzo gli frega di romeo e Giulietta.
Appunto, gli si fa vedere che esiste un altro mondo, se poi non lo capiscono peggio per loro.
Tornare in alto Andare in basso
felipezz



Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 27.01.15

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Dom Feb 15, 2015 7:46 pm

Piuttosto farei vedere IMITATION game,la storia di Alan turing...
Tornare in alto Andare in basso
drifis_



Messaggi : 599
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Lun Feb 16, 2015 5:36 pm

Lenar ha scritto:
drifis_ ha scritto:
premesso che i libri di E.L. James sono illeggibili e che scrivere questo nome in una stessa frase in cui compare Shakespeare mi dà la sensazione spiacevolissima di venire colpita da un fulmine vendicatore mi preme sottolineare che:
1) se una donna in modo del tutto consensuale vuole farsi legare, sodomizzare o quant'altro (e per altro, almeno nel libro, ne ricava anche più di un discreto piacere) non lo vedrei come un fallimento del femminismo.

Bhe, se l'obiettivo del femminismo era esaltare come forma di realizzazione della donna farsi schiaffeggiare le chiappe da una miliardario mentalmente disturbato... bho, evidentemente io mi sono perso qualcosa.

no, ma di certo penso, anche nell'ottica del femminismo, che una donna sia libera di usare il proprio corpo come meglio crede, quindi anche farsi schiaffeggiare se questo le dà piacere. Per altro il tipo disturbato in questione è quello che cambia e si trasforma per far piacere a lei più che il contrario: si fidanza ufficialmente, si sposa, ha dei figli... (tutte cose presentate all'inizio come assolutamente ripugnanti ai suoi occhi) le pratiche sessuali che finiscono per adottare sono solo quelle che danno piacere a entrambi, quelle che fanno provare sensazioni sgradevoli a lei vengono abbandonate immediatamente. Non vedo onestamente in tutto ciò niente di degradante per la figura femminile (a parte non condividere il tipo di rapporto non essendo incline né al sadismo né al masochismo).
p.s. spero che gli SPOILER non creino problemi ma non penso che in questo forum girino molti interessati a leggere questi libri (quanto meno non per la trama tra le più telefonate del mondo)

avidodinformazioni ha scritto:
drifis_ ha scritto:
2) se mi si porta Romeo e Giulietta come esempio di capolavoro letterario è un conto se invece due adolescenti che per un colpo di fulmine nell'arco di una settimana (mi pare da ricordi fumosi) si sposano di nascosto e muoiono entrambi suicidi debbano essere un riferimento su cosa possa essere un rapporto "uomo-donna"  non mi trova d'accordo per nulla: ad amarsi intensamente per una settimana sono capaci tutti, ma proprio tutti, è sopravvivere e durare la parte complicata...
Sono la persona meno indicata per riconoscere un capolavoro letterario, ma un amore che ti trasforma da assetato di vendetta a paciere (nelle intenzioni), un amore che ti coinvolge così in profondità che non riesci più ad immaginarti felice con un'altra, un amore dove il corteggiamento è fatto da parole e non da esibizione di cellulari, un amore fatto di rinunce e non di pretese, lo riconosco come capolavoro d'amore.
durante la prima settimana di innamoramento da colpo di fulmine adolescenziale credo che più o meno tutti siamo disponibili a cambiamenti epocali a imbarcarci nelle più eroiche imprese, il corteggiamento è fatto da parole ma anche da una notte di passione (i cellulari non c'erano chissà se non si sarebbero mandati qualche selfie per attutire il distacco quando Romeo è costretto a partire :P) è un amore in cui la rinuncia principale è nei confronti di sé stessi: senza l'altro non si riesce a vivere al punto da suicidarsi immediatamente. Un amore che rende incapaci di bastare a sé stessi non lo trovo ammirevole lo trovo insano (soprattutto come esempio d'amore da portare a dei ragazzi, visto che di questo si stava parlando )
Probabilmente sei più romantico di me che ho sempre provato una certa antipatia per questi due, perfino da ragazzina, quando avevo divorato l'opera omnia di Shakespeare nella collana "i meridiani" preferendo loro i personaggi del "molto rumore per nulla"
Tornare in alto Andare in basso
stefy1879



Messaggi : 206
Data d'iscrizione : 31.05.11

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Lun Feb 16, 2015 5:52 pm

L amore 2.0 ?? La massima aspirazione è mettere le foto della propria coppia sui vari social e ricevere x appagare il proprio io una bella sfilza di "mi piace"....ecco solo esibizione e se non hai il trofeo da esibire è un dramma. Il problema è che non sono solo i ragazzini svolgere tale pratica ma a volte anche i genitori.!!!!  Ma cosa possiamo pretendere ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15797
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: W. Shakespeare VS E. L. James   Lun Feb 16, 2015 6:20 pm

drifis_ ha scritto:
Probabilmente sei più romantico di me che ho sempre provato una certa antipatia per questi due, perfino da ragazzina, quando avevo divorato l'opera omnia di Shakespeare nella collana "i meridiani" preferendo loro i personaggi del "molto rumore per nulla"
Avevo deciso di leggere qualcosa di Shakespeare, ora so cosa; grazie
Tornare in alto Andare in basso
 
W. Shakespeare VS E. L. James
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» alle donne piace il “bel tenebroso”
» Come portate i capelli?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: