Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Lun Feb 16, 2015 9:12 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.orizzontescuola.it/news/udine-niente-velo-classe-pu-provocare-gesti-razzismo-studenti

"Essendo la scuola italiana laica e indifferente al credo professato dagli allievi e dalle loro famiglie non sarà accettata da nessuno l’ostentazione e l’esibizione, specialmente se imposta, dei segni esteriori della propria confessione religiosa "

Quindi niente più crocifissi addosso.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mar Feb 17, 2015 5:56 pm

giovanna onnis ha scritto:
gian ha scritto:
tellina ha scritto:
Codice:
 Non ho mai avuto alunni musulmani e tanto meno ragazze che si coprivano il viso con il velo. 
gian...ma dove vivi!? scritto senza polemica e cattiveria...ma solo per sapere dove venire almeno in vacanza ;-) (o forse dipende dal tipo di scuola molto maschile?!).
In Sardegna, almeno in provincia, non c'è tutta questa inflazione di musulmani e tanto meno di chador et similia.
Confermo
E dire che nella bandiera hanno 4 mori !
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mar Feb 17, 2015 8:41 pm

avidodinformazioni ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
gian ha scritto:
tellina ha scritto:
Codice:
 Non ho mai avuto alunni musulmani e tanto meno ragazze che si coprivano il viso con il velo. 
gian...ma dove vivi!? scritto senza polemica e cattiveria...ma solo per sapere dove venire almeno in vacanza ;-) (o forse dipende dal tipo di scuola molto maschile?!).
In Sardegna, almeno in provincia, non c'è tutta questa inflazione di musulmani e tanto meno di chador et similia.
Confermo
E dire che nella bandiera hanno 4 mori !
:-D
Tornare in alto Andare in basso
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mar Feb 17, 2015 8:45 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma scusa, ti rendi conto della presunzione, della spocchia e del RAZZISMO esplicito che trasudano da queste parole?

Ma santa pazienza, tu hai provato a CHIEDERGLIELO, a qualche donna musulmana, che cosa significa per lei il velo e per quale motivo lo porta o non lo porta? Hai provato a documentarti su qualche fonte storica islamica su qualie sia il significato storico del velo, e quali le sue interpretazioni attuali? Ma no, col cavolo, tu sei tanto sicura di sapere meglio degli interessati che cosa significa realmente quella tradizione e come viene vissuta dagli interessati stessi, che il problema manco te lo poni.

Io sono stufa, ma veramente rotta, strarotta e massimamente rotta, della superficialità spocchiosa con cui si giudicano tutte le donne musulmane delle povere minorate mentali incapaci di fare delle scelte autonome, succubi dei maschi, o che addirittura credono di portare il velo per scelta ma in realtà sono così minorate che nemmeno si rendono conto di essere costrette, e quindi bisogna andare a spiegarglielo noi perché altrimenti non ci arrivano.

E allora, tutte le donne italiane che si massacrano esageratamente di faccende di casa delle quali il 70% è perfettamente inutile, ma che loro considerano assoluyamente indispensabili? Quello lo fanno "per scelta", o lo fanno "perché le famiglie le costringono"?

E' una domanda che nessuno si pone, semplicemente si pensa che lo facciano perché sono abituate così e perché a loro va bene così...

Semplicemente se una VUOLE passare tre ore al giorno a stirare, non perché siano davvero necessarie tre ore, ma perché ha la fissazione di dover stirare anche le mutande, i calzini e gli strofinacci di cucina, o perché ha la fissazione di dover fare tre o quattro lavatrici al giorno invece che una, e poi si lamenta perché "suo marito non la aiuta abbastanza in casa" o perché i figli non apprezzano gli sforzi sacrificali che fa "per loro"... beh, sono cavoli suoi, a me, poveretta, fa PIU' pena di quella che porta il velo, ma non per questo pretenderei che si arrivasse a vietare per legge le faccende domestiche compulsive, per il bene di quella povera vittima sottomessa che nemmeno si rende conto di essere costretta e bisogna insegnanrglielo noi per il suo bene!

L.
Abbi pazienza, ma ti stai alterando con la persona sbagliata. Lo hanno confermato in molti nel thread che le ragazze prendono addirittura botte se non rispettano le tradizioni. Per le donne che stirano i calzini, può darsi che se ne vedi è perchè probabilmente ne sei circondato, non so...non credo di dover avere una risposta a tutti i tuoi problemi.
Per quanto riguarda il razzista che mi hai dato, non mi offendo, perchè non lo sono, ma sono del parere che quando qualcuno arriva a degli eccessi come hai fatto tu, vuol dire che proietta sugli altri i propri demoni.

Per chiarezza riposto quello che ho scritto precedentemente, dove affermavo che nessuno deve costringere a scelte prò o contro velo, ma se lo togliessero che sia una scelta loro...sperando che anche l'italiano non sia un'opinione. Forse ti stai confondendo con un altro nick, mi è venuto il dubbio adesso.
TittiTitti76 ha scritto:
Al collo si può portare anche un ciondolo a forma di Budda, il velo ha tutt'altro significato
Il velo non rappresenta il simbolo di una religione, è solo un pretesto per ricordare alle donne che non sono libere. Rispetto tutte le religioni, e non è la religione ad urtare la suscettibilità, ci mancherebbe! è la repressione della femminilità in sè che mi dà da pensare. Mi auguro solo che le donne musulmane si tolgano il velo non per costrizione, nè degli italiani nè dei musulmani, ma per loro scelta e conquista di mostrarsi, di essere attraenti o scegliere di non esserlo, di indossare quello che a loro più piace o più sta comodo, e come disse Julia Roberts nel film Erin Brockovich "...E dal momento che ho un culo solo e non due, metterò quello che mi pare".
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mar Feb 17, 2015 9:46 pm

TittiTitti76 ha scritto:
Abbi pazienza, ma ti stai alterando con la persona sbagliata. Lo hanno confermato in molti nel thread che le ragazze prendono addirittura botte se non rispettano le tradizioni. Per le donne che stirano i calzini, può darsi che se ne vedi è perchè probabilmente ne sei circondato, non so...non credo di dover avere una risposta a tutti i tuoi problemi.

Se non ti sei manco accorta che sono femmina, e che parlo al femminile, vuol dire che forse sei tu che hai bisogno di immaginarti altre donne come delle povere limitate inconsapevoli, per esorcizzare i limiti TUOI.

Pazienza, a me non interessa più di tanto, e non ho intenzione di spenderci altre discussioni.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mar Feb 17, 2015 10:18 pm

boooniiiii, anzi, boooneee
che poi arriva il T-1000 e vi termina il thread :-D
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mar Feb 17, 2015 10:55 pm

Tittititti, abbi pazienza: tu hai detto chiaramente che "il velo non è affatto un simbolo religioso, ma che è solo un pretesto per significare qualcos'altro". Mentre ovviamente i crocifissi sono simboli religiosi, le kippah ebraiche sono simboli religiosi, i turbanti sikh sono simboli religiosi, le immaginette di Buddha sono simboli religiosi, qualsiasi cosa è accettabile come simbolo religioso, tranne il velo in testa, perché TU sei sicura che invece quello NON E' un simbolo religioso.

Io ti ho contestato esattamente questa affermazione.

E tu per controbattermi, non hai trovato di meglio che riportarmela tale e quale.

Come minimo, vuol dire che non hai capito niente della mia obiezione, e che hai risposto a tutt'altro.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mar Feb 17, 2015 11:29 pm

Infatti non l'ho capita la tua obiezione, e per me il velo non è un simbolo religioso.
mi farebbe piacere se le donne musulmane fossero libere, di indossare e/o non indossare il velo
, minigonna-tuta-piagiamone, cosa che attualmente non possono fare ovemai lo volessero, e
che questo esula dalla religione, che è una cosa diversa.

Poi ribadisco: al collo puoi portare Budda, Maometto, il crocifisso, la medaglina del battesimo...
Per la chiesa devi copulare solo per procreare, chi lo fa? eh però nessuno ti impone o ti castiga
per questo.
TittiTitti76 ha scritto:
Al collo si può portare anche un ciondolo a forma di Budda, il velo ha tutt'altro significato
Il velo non rappresenta il simbolo di una religione, è solo un pretesto per ricordare alle donne che non sono libere. Rispetto tutte le religioni, e non è la religione ad urtare la suscettibilità, ci mancherebbe! è la repressione della femminilità in sè che mi dà da pensare. Mi auguro solo che le donne musulmane si tolgano il velo non per costrizione, nè degli italiani nè dei musulmani, ma per loro scelta e conquista di mostrarsi, di essere attraenti o scegliere di non esserlo, di indossare quello che a loro più piace o più sta comodo, e come disse Julia Roberts nel film Erin Brockovich "...E dal momento che ho un culo solo e non due, metterò quello che mi pare".
Ma guarda ti ricopio il mio post, e sfido chiunque ad evincere qualcosa di sia pure
lievemente offensivo nei confronti delle donne in genere, men che mai musulmane.
Tu ne hai stravolto il senso, e hai risposto molto brutalmente ed accellerata.
questo è quello che hai risposto tu, e che non c'entra una acca, si può fare benissimo il confronto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma scusa, ti rendi conto della presunzione, della spocchia e del RAZZISMO esplicito che trasudano da queste parole?

Ma santa pazienza, tu hai provato a CHIEDERGLIELO, a qualche donna musulmana, che cosa significa per lei il velo e per quale motivo lo porta o non lo porta? Hai provato a documentarti su qualche fonte storica islamica su qualie sia il significato storico del velo, e quali le sue interpretazioni attuali? Ma no, col cavolo, tu sei tanto sicura di sapere meglio degli interessati che cosa significa realmente quella tradizione e come viene vissuta dagli interessati stessi, che il problema manco te lo poni.

Io sono stufa, ma veramente rotta, strarotta e massimamente rotta, della superficialità spocchiosa con cui si giudicano tutte le donne musulmane delle povere minorate mentali incapaci di fare delle scelte autonome, succubi dei maschi, o che addirittura credono di portare il velo per scelta ma in realtà sono così minorate che nemmeno si rendono conto di essere costrette, e quindi bisogna andare a spiegarglielo noi perché altrimenti non ci arrivano.

E allora, tutte le donne italiane che si massacrano esageratamente di faccende di casa delle quali il 70% è perfettamente inutile, ma che loro considerano assoluyamente indispensabili? Quello lo fanno "per scelta", o lo fanno "perché le famiglie le costringono"?

E' una domanda che nessuno si pone, semplicemente si pensa che lo facciano perché sono abituate così e perché a loro va bene così...

Semplicemente se una VUOLE passare tre ore al giorno a stirare, non perché siano davvero necessarie tre ore, ma perché ha la fissazione di dover stirare anche le mutande, i calzini e gli strofinacci di cucina, o perché ha la fissazione di dover fare tre o quattro lavatrici al giorno invece che una, e poi si lamenta perché "suo marito non la aiuta abbastanza in casa" o perché i figli non apprezzano gli sforzi sacrificali che fa "per loro"... beh, sono cavoli suoi, a me, poveretta, fa PIU' pena di quella che porta il velo, ma non per questo pretenderei che si arrivasse a vietare per legge le faccende domestiche compulsive, per il bene di quella povera vittima sottomessa che nemmeno si rende conto di essere costretta e bisogna insegnanrglielo noi per il suo bene!

L.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mar Feb 17, 2015 11:50 pm

TittiTitti76 ha scritto:
Infatti non l'ho capita la tua obiezione, e per me il velo non è un simbolo religioso.

E che importanza dovrebbe avere la tua convinzione unilaterale di che cosa sia il velo PER TE?

A me importa di capire che cosa rappresenti per chi lo porta, o magari anche per chi lo portava ma ha deciso di non portarlo più, oppure per chi non lo portava più ma poi ha deciso di rimetterselo.

Tu che competenze credi di avere, per saperne di più di loro?
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mar Feb 17, 2015 11:54 pm

TittiTitti76 ha scritto:

Tu ne hai stravolto il senso, e hai risposto molto brutalmente ed accellerata.
questo è quello che hai risposto tu, e che non c'entra una acca,

AcceLLErata con due L?

UNA acca?

Spero che tu non insegni italiano, almeno.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Mer Feb 18, 2015 12:02 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 12:00 am

Penso anch'io che il velo non sia un simbolo religioso; è la religione che lo impone ma non è un simbolo.

Mia mamma (65enne all'epoca) non è potuta entrare in San Pietro (o in una zona specifica) perchè era troppo scollacciata (piena estate e faceva caldo); la copertura delle spalle sarà stata anche imposta dalla religione cristiana, ma certamente non ne è un simbolo.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47857
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 1:14 am

Comunque, come previsto, è già intervenuto l'Usr per richiamare all'ordine il preside.
http://www.orizzontescuola.it/news/lusr-del-friuli-venezia-giulia-non-ci-sono-ragioni-opporsi-al-velo-islamico-scuola
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 2:55 am

Di solito accettiamo che i genitori abbiano dei diritti nell'educare i loro figli, anche se spesso noi non faremmo le stesse scelte con i nostri figli.

Quando parliamo dell'hijab, in fin dei conti parliamo del semplice abbigliamento, non di modificazioni fisiche né permanenti (e pure queste la società le tollera in alcuni casi e non per motivi di salute - la circoncisione maschile per motivi religiosi, bucare le orecchie alle bambine per motivi estetici). Chi impone il velo dovrebbe essere giudicato alla stessa stregua di chi impone ai figli dei limiti nell'abbigliamento in generale, e quasi tutti i genitori lo fanno - chi più, chi meno. In che modo la decisione di una famiglia musulmana di far indossare alla figlia il velo risulta tanto diversa dalla decisione dei miei parenti, ebrei praticanti, che le loro figlie non indossino i pantaloni? Quella delle donne e dei pantaloni è una questione che non si pone (più) nella società italiana mainstream, ma esistono ancora delle regioni del mondo dove non è visto di buon occhio se una donna si mette i pantaloni. Si potrebbero proporre mille ragionamenti su perché una gonna può essere più erotica e meno modesta di pantaloni non attillati, ma questo non cambia il fatto che c'è uno standard culturale, a volte religioso, che vuole le donne in gonne (e sotto al ginocchio). Cosa ne facciamo di questa imposizione? Ho avuto alunne le cui famiglie richiedevano le gonne per le ragazze, almeno dopo una certa età. Non si tratta solo di ebrei praticanti, ce ne sono a bizzeffe anche tra i protestanti.

Queste imposizioni non riguardano solo l'abbiagliamento - ci sono anche alcune imposizioni al corpo propriamente detto, seppur non in modo permanente. Le stesse famiglie ebraiche e protestanti di solito impongono alle ragazze di avere i capelli lunghi (le crescono con atteggiamenti e valori che i capelli corti sono un attributo "maschile" che è vietato loro) e ai ragazzi di avere i capelli corti (lo stesso ragionamento: i capelli lunghi sono una prerogativa-obbligo "femminile"). Sicuramente ci saranno molti ragazzi che vorrebbero fare qualcosa con i loro capelli fuori dallo stile previsto. E comunque, pochi hanno qualcosa da ridire - anche se non sono d'accordo, pensano che questo tipo di imposizioni siano accettabili perché quando cresceranno e diventeranno indipendenti gli stessi ragazzi potranno decidere di smetterla di rispettare le regole cui erano sottoposti da adolescenti.

Anche per motivi non religiosi molti genitori fanno rispettare ai figli (e ancor di più alle figlie) certi limiti nell'abbigliamento. Perché il velo sarebbe diverso e un'imposizione tanto più grave rispetto al mio divieto di, che so, spalle scoperte o capelli tinti prima di una certa età? C'è davvero una differenza?

Non sto parlando del velo che copre il viso - questo è già illegale, una questione di sicurezza e sono d'accordo che rimanga così. Ma il velo che copre i capelli e il collo, anche se imposto, è veramente un sui generis, non paragonabile ad altri esempi, da doverlo vietare?
Tornare in alto Andare in basso
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 8:28 am

paniscus_2.0 ha scritto:
TittiTitti76 ha scritto:

Tu ne hai stravolto il senso, e hai risposto molto brutalmente ed accellerata.
questo è quello che hai risposto tu, e che non c'entra una acca,

AcceLLErata con due L?

UNA acca?

Spero che tu non insegni italiano, almeno.
orgogliosa di ammettere di aver fatto 2 e forse anche più errori grammaticali, tutti possono sbagliare. Ma c'è modo e modo di porgersi e cercare di non essere offensivi. Tutti hanno espresso la propria opinione, ed io educatamente ho espresso la mia, che sottolineo : è a favore della libertà di scegliere cosa indossare, indipendentemente dalla religione. Non credo che questo meritasse un attacco come il tuo, dandomi della razzista e ora anche ignorante. Ma fa niente ^_^


Ultima modifica di TittiTitti76 il Mer Feb 18, 2015 8:37 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 8:30 am

beh certo che il velo è ANCHE simbolo di qualcosa oltre che abbigliamento.
Pure il crocifisso è ANCHE simbolo di una religione basata sul sacrificio di un uomo, sulla sofferenza e sul senso di colpa del peccato originale da espiare con la morte cruenta di uno solo... se permetti io potrei non condividere questi significati e voler educare diversamente gli allievi, ma DEVO rispettare le loro convinzioni religiose... e quindi anche nel caso del velo se pure significa qualcosa (sottomissione, inferiorità, etc) che non condivido, fa parte di una credenza personale che siamo obbligati a rispettare.
Tornare in alto Andare in basso
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 8:51 am

Chocolate ha scritto:
... ...
Anche per motivi non religiosi molti genitori fanno rispettare ai figli (e ancor di più alle figlie) certi limiti nell'abbigliamento. Perché il velo sarebbe diverso e un'imposizione tanto più grave rispetto al mio divieto di, che so, spalle scoperte o capelli tinti prima di una certa età? C'è davvero una differenza?

Non sto parlando del velo che copre il viso - questo è già illegale, una questione di sicurezza e sono d'accordo che rimanga così. Ma il velo che copre i capelli e il collo, anche se imposto, è veramente un sui generis, non paragonabile ad altri esempi, da doverlo vietare?
Si, infatti anche io mi sono posta questa domanda, e credo che sostanzialmente ci sia poca differenza. Ma un conto è indicare ed educare con modi opportuni (sgridata, consiglio, ammonimento, con la dolcezza che può farlo un genitore), cosa è preferibile indossare, un altro conto è la costrizione a volte anche con modi brutali. E non dimentichiamo che alcuni sono arrivati anche ad uccidere; nel nostro caso, cosa indossano i nostri figli è comunque un compromesso fra costumi, moda e personalità del fanciullo; ci si dialoga e confronta cercando di trovare un punto di incontro. Forse, e sottolineo forse, è quì la differenza.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 9:49 am

Paolo Santaniello ha scritto:
beh certo che il velo è ANCHE simbolo di qualcosa oltre che abbigliamento.
Pure il crocifisso è ANCHE simbolo di una religione basata sul sacrificio di un uomo, sulla sofferenza e sul senso di colpa del peccato originale da espiare con la morte cruenta di uno solo... se permetti io potrei non condividere questi significati e voler educare diversamente gli allievi, ma DEVO rispettare le loro convinzioni religiose... e quindi anche nel caso del velo se pure significa qualcosa (sottomissione, inferiorità, etc) che non condivido, fa parte di una credenza personale che siamo obbligati a rispettare.
Non confondere il simbolo con il segno di riconoscimento; il simbolo è esclusivo e prescinde dal contesto in cui lo poni.
Il velo islamico è un indicatore di appartenenza se posto vicino ad altri che quell'indicatore non ce l'hanno; mi risulta che anche le induiste portino il velo, certamente lo portavano le cristiane 100 anni fa, nè le une nè le altre portavano simboli islamici.
Il velo consente il riconoscimento di un'islamica posta vicino a 100 donne che sai a priori non essere del secolo scorso o induiste.
Il crocifisso consente il riconoscimento di un cristiano a prescindere da ogni altra considerazione.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 9:58 am

TittiTitti76 ha scritto:
Chocolate ha scritto:
... ...
Anche per motivi non religiosi molti genitori fanno rispettare ai figli (e ancor di più alle figlie) certi limiti nell'abbigliamento. Perché il velo sarebbe diverso e un'imposizione tanto più grave rispetto al mio divieto di, che so, spalle scoperte o capelli tinti prima di una certa età? C'è davvero una differenza?

Non sto parlando del velo che copre il viso - questo è già illegale, una questione di sicurezza e sono d'accordo che rimanga così. Ma il velo che copre i capelli e il collo, anche se imposto, è veramente un sui generis, non paragonabile ad altri esempi, da doverlo vietare?
Si, infatti anche io mi sono posta questa domanda, e credo che sostanzialmente ci sia poca differenza. Ma un conto è indicare ed educare con modi opportuni (sgridata, consiglio, ammonimento, con la dolcezza che può farlo un genitore), cosa è preferibile indossare, un altro conto è la costrizione a volte anche con modi brutali. E non dimentichiamo che alcuni sono arrivati anche ad uccidere; nel nostro caso, cosa indossano i nostri figli è comunque un compromesso fra costumi, moda e personalità del fanciullo; ci si dialoga e confronta cercando di trovare un punto di incontro. Forse, e sottolineo forse, è quì la differenza.
Quel che scrivi ha certamente un fondo di verità, ma come fare a definire un paletto chiaro ed inamovibile (altrimenti che paletto è ?) ?

"E' fatto divieto a tutti i genitori di picchiare i propri figli" così i genitori musulmani non potranno picchiare le figlie che non vogliono mettere il velo.
Poi tuo figlio torna a casa con le narici sporche di polverina bianca e tu stai a guardarlo.

Il mondo non è perfetto e non lo sarà mai; il mestiere di genitore è il più difficile di tutti, se lo burocratizziamo come abbiamo fatto con la scuola, le famiglie saranno famiglie di merda come la scuola è una scuola di merda.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 1:09 pm

TittiTitti76 ha scritto:
Tutti hanno espresso la propria opinione, ed io educatamente ho espresso la mia, che sottolineo : è a favore della libertà di scegliere cosa indossare, indipendentemente dalla religione.

E allora perché trovi tanto inconcepibile che una donna possa decidere liberamente di portare il velo per scelta sua, o magari caldeggi anche la possibilità di vietarlo per legge? La libertà di vestirsi come si vuole vale solo per chi vuole vestirsi con criteri che piacciono a te?

Incidentalmente, posso dire che mi fa RIDERE l'idea che dobbiamo preccuparci della liceità e dell'accettabilità di un foulard sui capelli a scuola, come se fosse chissà quale vista scandalosa e disturbante... quando poi tutti i giorni a scuola dobbiamo sciropparci capelli tinti di verde, piercing sanguinanti, ombelichi di fuori, chiappe di fuori, mutande a vista sotto i pantaloni calatissimi, polpacci integralmente coperti di tatuaggi psichedelici, trucco volgare, magliette inneggianti a gruppi rock necrofili o a bande di tifosi bulli, e shorts rasochiappa.

O si impone una divisa scolastica uguale per tutti, oppure ognuno si veste come gli pare, nel rispetto di un livello minimo di norme di decenza, di igiene e di sicurezza. Ma montare tutto 'sto problema solo per il velo islamico mi pare una bella ipocrisia...
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 1:29 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
.... chiappe di fuori......
Alcune maschili, grasse e pelose.

Da far venire gli incubi.
Tornare in alto Andare in basso
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.   Mer Feb 18, 2015 2:41 pm

avidodinformazioni ha scritto:
"E' fatto divieto a tutti i genitori di picchiare i propri figli" così i genitori musulmani non potranno picchiare le figlie che non vogliono mettere il velo.
Poi tuo figlio torna a casa con le narici sporche di polverina bianca e tu stai a guardarlo.

Il mondo non è perfetto e non lo sarà mai; il mestiere di genitore è il più difficile di tutti, se lo burocratizziamo come abbiamo fatto con la scuola, le famiglie saranno famiglie di merda come la scuola è una scuola di merda.
Ma infatti ho sottolineato proprio il concetto che nel caso, i genitori conversano con i figli trovando un punto di incontro.
TittiTitti76 ha scritto:
Si, infatti anche io mi sono posta questa domanda, e credo che sostanzialmente ci sia poca differenza. Ma un conto è indicare ed educare con modi opportuni (sgridata, consiglio, ammonimento, con la dolcezza che può farlo un genitore), cosa è preferibile indossare, un altro conto è la costrizione a volte anche con modi brutali. E non dimentichiamo che alcuni sono arrivati anche ad uccidere; nel nostro caso, cosa indossano i nostri figli è comunque un compromesso fra costumi, moda e personalità del fanciullo; ci si dialoga e confronta cercando di trovare un punto di incontro. Forse, e sottolineo forse, è quì la differenza.
paniscus_2.0 ha scritto:
TittiTitti76 ha scritto:
Tutti hanno espresso la propria opinione, ed io educatamente ho espresso la mia, che sottolineo : è a favore della libertà di scegliere cosa indossare, indipendentemente dalla religione.

E allora perché trovi tanto inconcepibile che una donna possa decidere liberamente di portare il velo per scelta sua, o magari caldeggi anche la possibilità di vietarlo per legge? La libertà di vestirsi come si vuole vale solo per chi vuole vestirsi con criteri che piacciono a te?

Incidentalmente, posso dire che mi fa RIDERE l'idea che dobbiamo preccuparci della liceità e dell'accettabilità di un foulard sui capelli a scuola, come se fosse chissà quale vista scandalosa e disturbante... quando poi tutti i giorni a scuola dobbiamo sciropparci capelli tinti di verde, piercing sanguinanti, ombelichi di fuori, chiappe di fuori, mutande a vista sotto i pantaloni calatissimi, polpacci integralmente coperti di tatuaggi psichedelici, trucco volgare, magliette inneggianti a gruppi rock necrofili o a bande di tifosi bulli, e shorts rasochiappa.

O si impone una divisa scolastica uguale per tutti, oppure ognuno si veste come gli pare, nel rispetto di un livello minimo di norme di decenza, di igiene e di sicurezza. Ma montare tutto 'sto problema solo per il velo islamico mi pare una bella ipocrisia...
non lo trovo inconcepibile, anzi te lo rimetto in grassetto:
TittiTitti76 ha scritto:
Al collo si può portare anche un ciondolo a forma di Budda, il velo ha tutt'altro significato
Il velo non rappresenta il simbolo di una religione, è solo un pretesto per ricordare alle donne che non sono libere. Rispetto tutte le religioni, e non è la religione ad urtare la suscettibilità, ci mancherebbe! è la repressione della femminilità in sè che mi dà da pensare. Mi auguro solo che le donne musulmane si tolgano il velo non per costrizione, nè degli italiani nè dei musulmani, ma per loro scelta e conquista di mostrarsi, di essere attraenti o scegliere di non esserlo, di indossare quello che a loro più piace o più sta comodo, e come disse Julia Roberts nel film Erin Brockovich "...E dal momento che ho un culo solo e non due, metterò quello che mi pare".
più chiaro di così, non ho caldeggiato, proprio l'esatto contrario. Ma se anche avessi caldeggiato, questo non ti dà diritto di essere così aggressiva e offensiva.
Tornare in alto Andare in basso
 
Ad Udine divieto di portare catenine con crocifissi ...... credo.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» UDINE e DINTORNI
» UDINE - CASA DI CURA CITTA' DI UDINE - Scheda
» ragazze scusatemi mi serve un consiglio sul bagaglio da portare
» consiglio per portare i farmaci all'estero!!!
» PUREGON IN AEREO? SI PUO' PORTARE?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: