Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 giocare a carte a scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
trilussa



Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 28.05.14

MessaggioOggetto: giocare a carte a scuola   Ven Feb 20, 2015 9:57 am

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti.
Qualche volta capita che durante dei momenti di pausa, degli studenti giochio a carte.
Eventualmente entrasse il DS potrebbe rompere con il prof.?
In fondo, è un momento di pausa.
E poi, so che è vietato per il DS entrare in classe a fare controlli.

Voi che dite?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: giocare a carte a scuola   Dom Feb 22, 2015 3:43 pm

sim1979 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Veramente il collega non ha nemmeno chiesto un parere sul fatto che sia accettabile o meno (o che sia educativamente opportuno o meno) far giocare gli studenti a carte: ha solo chiesto un parere su come fare a sottrarsi alle eventuali critiche del dirigente se dovesse venire beccato a far giocare gli studenti a carte, e quale scusa raccontargli per pararsi le chiappe in caso di contestazioni. Cioè, lui lo sa benissimo che quella modalità non è considerata accettabile, ma rivendica il diritto di adottarla lo stesso...

L.

Leggendo il secondo intervento di trilussa si capisce chiaramente che subisca questa situazione. Per farla breve, non riesce a impedire che gli studenti giochino a carte e per questo motivo cerca un modo per non avere conseguenze nell'eventualità che il DS lo venga a sapere. È pertanto una cosa ben diversa dal rivendicare il diritto ad adottare questa strategia.
È evidente quindi che siamo di fronte ad una difficoltà del collega a far rispettare certe regole agli studenti, ma se partiamo dal presupposto che il rispetto da parte degli alunni è un atto DOVUTO e non un qualcosa che il docente deve essere in grado di meritarsi mostrando di essere più forte di loro, ne consegue che è fuori luogo mostrare certi atteggiamenti "celoduristi" vantandosi di quanto si è bravi a tenere la classe e invitando chi non è altrettanto bravo a cambiare mestiere.
Mi dispiace, ma io questo atteggiamento non lo condivido.
E' chiaro che il collega ha difficoltà, ma non mi è chiaro come pretenderebbe di superarle queste difficoltà permettendo l'utilizzo della carte da gioco durante la lezione.
Si illude se ritiene che in questo modo possa ottenere il rispetto da parte degli studenti che saranno i primi a criticarlo "Il prof. anzichè fare lezione ci fa giocare a carte!!"
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: giocare a carte a scuola   Dom Feb 22, 2015 3:46 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
E comunque, se proprio si vuole tentare una terapia d'urto a fini educativi, si può provare a guardarli dall'alto in basso con espressione schifata, dicendo che giocare a carte è DA VECCHI, e che ormai lo fanno solo i pensionati annoiati al bar... forse quella può funzionare, come deterrente!
Probabilmente ciò che hai detto non ha il significato che sembra abbia, ma detto così, Paniscus, non mi piace per niente per il rispetto che ho nei confronti della vecchiaia
Tornare in alto Andare in basso
drifis_



Messaggi : 603
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: giocare a carte a scuola   Dom Feb 22, 2015 4:53 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Se è vero che l'abitudine è tanto generalizzata da essere diventata una cosa che l'insegnante "non riesce a impedire", vuol dire che non ha senso preoccuparsi di come tenerlo nascosto al DS: è evidente che il DS lo sa già. Ed è ancora più evidente che non succeda SOLO con quello specifico insegnante, ma che lo facciano con tutti, o almeno con parecchi altri.

Per cui, i casi sono due: o il DS lo sa benissimo e lo tollera perché sta bene anche a lui, e quindi l'insegnante non rischia nulla; oppure lo sa benissimo, ma non è mai intervenuto per ignavia, pigrizia e scaricabarile, e perché nessun insegnante si è mai degnato di COINVOLGERLO in quello che è un suo preciso dovere, in corresponsabilità con gli insegnanti stessi.

Se l'insegnante lamenta che durante le sue ore si susseguano ripetuti episodi di scorrettezza, di ribellione, e di rifiuto delle regole, lo comunica al resto del consiglio di classe e al DS mettendolo per iscritto. Prima semplicemente sul registro di classe, poi, via via, con comunicazioni sempre più ufficiali, protocollate regolarmente, in cui si RICHIEDE esplicitamente l'intervento del DS come previsto dai suoi obblighi professionali. Poi si insiste a scrivere di nuovo, sottolineando che si sta ancora aspettando una replica alle precedenti una, due, tre o più richieste scritte che sono state ignorate.
Alla fine, non le potrà più ignorare e basta...

Altro che sbracciarsi per tenerglielo nascosto!

Anzi, quello è decisamente il modo MIGLIORE per accollarsi le responsabilità tutte per sé!

L.
Io non so con che tipo di DS hai avuto a che fare, ma io conosco molti DS che "tollerano" tranquillamente determinati comportamenti salvo con il docente con cui per cari motivi vogliono uno scontro. Per cui magari le carte vengono usate sempre MA se becca uno specifico insegnante che le fa usare gli fa la strigliata.
Non tutti poi sono portati a vivere in guerra costante, non tutti hanno la vocazione di Tommaso Moro.
Io ho conosciuto DS per i quali quando andavi a lamentare un comportamento dei ragazzi (mi hanno lanciato una pallina addosso, o mi ha risposto in modo volgare etc.) ci si sentiva rispondere come fosse possibile che i ragazzi si sentissero autorizzati a un comportamento del genere, cosa si fosse fatto per impedire che il fatto avvenisse, e che se un adulto non era in grado di gestire dei ragazzini forse era il caso che rivedesse il proprio operato. Ovvio che in una situazione del genere, in cui vieni colpevolizzato per ciò che subisci, quello che si ottiene non è che magicamente tutti i docenti ottengano rispetto e comportamenti consoni ma che quelli che per vari motivi hanno difficoltà a gestire le classi cerchino di tenere nascosta la cosa sopravvivendo come possono.
Se si mettono note che restano su carta, se quando si espongono le difficoltà ciò che ottieni sono risposte del tipo "è colpa tua" è ovvio che diventa inutile e controproducente proseguire su questa strada.
Ho conosciuto DS che l'ultimo dell'anno quando tutti i ragazzi erano riversati nei corridoi a lanciare gavettoni e gridare si ritenesse necessario entrare in una classe in cui il docente era riuscito a tenere i ragazzi in aula lamentando che fossero in piedi e stessero facendo confusione invece di essere seduti ai banchi a svolgere qualche attività didattica e alle rimostranze del docente ci si sentisse rispondere che ognuno deve rispondere per i propri allievi e quindi i ragazzi di tutto il resto della scuola che vandalizzavano l'edificio non erano oggetto del contendere...
Colgo l'occasione per dire che non capisco perché siamo tanto pronti a condannare il "bullismo" quando avviene tra ragazzi e siamo molto più tranquilli quando le "vittime" sono colleghi. Quindi spesso si dà la colpa a chi "non sa tenere la classe" quando in parte sapere gestire gruppi rientra sicuramente nella nostra professionalità ma resta il fatto che noi non dovremmo "tenere classi" ma insegnare discipline. Soprattutto è brutto quando ci si oppone alla difficoltà di un collega con affermazioni del tipo "con me stanno buoni" facendo ricadere implicitamente la colpa su di lui.
Il fatto che i ragazzi riconoscano i più "deboli" e se ne approfittino dovrebbe essere sanzionato da tutti non fare inorgoglire i "bravi". Infierire su un adulto che per vari motivi si ritiene più debole è infame.

p.s. rispondendo a chi parlava della libertà degli Istituti di stilare un regolamento "diverso", nella mia esperienza tutti, anche le scuole peggiori sulla carta sono un modello di severità e comportamenti esemplari, è nella pratica che si distingue veramente un istituto dall'altro...
Tornare in alto Andare in basso
 
giocare a carte a scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Quelle carte malefiche di Yu-Gi-Oh - Cigognini
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: