Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 SCUOLE E AMIANTO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
felipezz



Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 27.01.15

MessaggioOggetto: SCUOLE E AMIANTO   Sab Feb 21, 2015 12:46 am

vorrei divagare un attimo dal tema didattica per un argomento di estrema importanza, messo in luce da un precedente post...

è necessario chiarire alcuni concetti su un problema di incredibile gravità:
l'amianto è stato uno dei più gravi e devastanti errori, oserei dire, dell'umanità nel xx secolo..
una particolare roccia con aspetto fibroso, si è rivelata inizialmente (inizi del '900) un'ottimo materiale da costruzione e tecnologico, con ottime proprietà di isolamento termico, acustico, ottima lavorabilità e miscelabilità ad altri materiali ...
in circa 70 anni, non solo in italia, sono stati realizzati migliaia di manufatti e componenti: cemento amianto per coperture e lastre, tubazioni, tegole, paste malleabili per rivestimento termico vagoni ferroviari, navi, auto...elementi di usura freni auto e treni, vasche, pavimentazioni stradali, murature, pietrisco per massicciate ferroviarie, tute antifiamma e fibre tessili ec ecc...
poi, gradualmente, ci si è accorti che la sua produzione, la sua lavorazione provocava negli addetti uno dei peggiori tumori, ancora oggi incurabile:, il MESOTELIOMA pleurico , oltre ad asbestosi e tumori del polmone....
non solo, il problema risultò esteso anche a chi quotidianamente respirava fibre del materiale contenute in pannelli isolanti, come alcuni impiegati degli uffici OLIVETTI di IVREA...(TO)
dalla legge del 1992 che vietava la produzione e l'utilizzo di amianto e derivati, è iniziata una lunga opera di bonifica...
chiaramente, essendo in italia, essa è lungi dall'essere completata.
Oggi esistono ancora moltissime coperture, soprattutto tetti di capannoni , ma anche di scuole, oltre che numerose murature di edifici pubblici (non solo scuole) che contengono al loro interno pannelli di amianto....ovviamente con gli anni il materiale si disgrega , liberando le minuscole (si parla di un millesimo del diametro di un capello) fibre estremamente cancerogene per inalazione...il danno non è immediato, ma si può presentare dopo 15-20 anni con una condanna a morte certa.
IL PROBLEMA NON E' GIUDIZIARIO..NON E' COMPETENZA DEI GIUDICI...
è un problema tecnico che va affrontato con le giuste competenze ..
è inutile che Guariniello chieda condanne e risarcimenti milionari per le vittime, quando ancora in giro MOLTISSIMI TETTI ADIACENTI A CASE ED ALTRI EDIFICI SONO DI AMIANTO!!..pensiamo a vivi, dico io, non ai morti...!!

l'ipotesi del preside della scuola fiorentina ("bisognerebbe abbattere la scuola") è semplicemente FOLLE...abbattere un edificio pieno zeppo, all'interno dei muri, di pannelli in amianto vorrebbe dire liberare una quantità folle (immaginate il crollo dell'edificio) di fibre di amianto molto volatili, con danni enormi ai lavoratori e alla collettività....

il problema NON SI RISOLVE abbattendo i manufatti di amianto, bensì IMPEDENDO, come dice avido, ALLE FIBRE DI LIBERARSI...
l'unica soluzione è la verniciatura periodica, o il trattamento con sostanze collose o gommose che mantengano il pericoloso materiale incollato nella matrice...finchè le fibre sono intrappolate nel materiale, non ci sono problemi..

se siete a conoscenza di tale problema, nella vostra scuola e non, INSISTETE in tutti i modi perché questi trattamenti vengano fatti...molto meglio agire ora, che aspettare che i vostri eredi chiedano i danni per voi fra 15-20 anni......

invece di farvi spaventare dai tg per i miliziani dell'isis, sappiate che il killer può nascondersi molto più vicino a noi....
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: SCUOLE E AMIANTO   Sab Feb 21, 2015 9:26 am

Le scuole e gli edifici pubblici in generale sono un contesto particolare. La messa in sicurezza costituisce un onere che dovrebbe rientrare fra le emergenze da affrontare. Più complessa è la soluzione del problema per i privati. Chi possiede costruzioni con la copertura in eternit non può permettersi lo smaltimento a causa dei costi insostenibili.
D'altra parte, l'incapsulamento è una messa in sicurezza che ha un costo sostenibile solo come intervento straordinario: ha costi dell'ordine di alcune decine di euro a metro quadro perché l'operazione deve essere fatta in sicurezza da imprese specializzate che devono anche produrre la certificazione. Ma è del tutto inutile se non è sottoposta a periodica verifica e alla periodica manutenzione. Peraltro mi risulta che incrementa il costo di smaltimento in caso di successiva rimozione.
Come è pensabile che un privato possa sostenere tali oneri? Chi acquista un'abitazione con la copertura in eternit è perché non può permettersi di meglio. E nel lungo periodo il costo della messa in sicurezza accumulato al quello dell'acquisto dell'abitazione è superiore a quello di un'abitazione nuova. Impensabile.
Il risultato è che la realtà di fatto ci costringe a convivere con manufatti in progressivo deterioramento. Quando si arriverà all'emergenza e all'inasprimento delle norme sarà un dramma sociale ed economico di proporzioni inestimabili, equivalente a quello provocato da un terremoto o da un'altra catastrofe.
Tornare in alto Andare in basso
felipezz



Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 27.01.15

MessaggioOggetto: Re: SCUOLE E AMIANTO   Sab Feb 21, 2015 2:49 pm

i miei zii hanno sostituito nel 1999, se non ricordo male, le lastre di copertura in cemento-amianto (una grossa casa unifamiliare) con i tradizionali coppi...venne un'impresa specializzata con tanto di tute spaziali ma non ricordo che fosse stata una spesa enorme...non sono esperto del settore, ma i miei zii sono notoriamente taccagni: se non si sono lamentati della spesa significa che non era così enorme....
ripeto: non so quantificare...
il problema è che il nostro cervello è sensibile alle minacce immediate (tutti hanno paura di un coltello puntato), mentre tende a rimuovere una minaccia che si può presntare a distanza di anni , come l'amianto, peraltro costituita da minuscoli aghetti minerali che manco si vedono a occhio nudo...questo è il grosso rischio, trascurare ora e pagare poi pesantissime conseguenze...
riferisco comunque di questo allarme lanciato da una persona competente, ciòè un oncologo che vive e insegna in un'università americana, e quindi non penso che abbia interessi a fare allarmismo in italia senza motivo...
l'altro giorno, come un coglione, lo ammetto, mi sono messo un fazzoletto davanti al naso e mi sono avvicinato ad una tettoia di fibrocemento di un deposito attrezzi...i bordi ondulati erano frantumati, come un tessuto strappato...la cosa mi ha molto inquietato...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: SCUOLE E AMIANTO   Sab Feb 21, 2015 4:05 pm

felipezz ha scritto:
i miei zii hanno sostituito nel 1999, se non ricordo male, le lastre di copertura in cemento-amianto (una grossa casa unifamiliare) con i tradizionali coppi...venne un'impresa specializzata con tanto di tute spaziali ma non ricordo che fosse stata una spesa enorme...non sono esperto del settore, ma i miei zii sono notoriamente taccagni: se non si sono lamentati della spesa significa che non era così enorme....
ripeto: non so quantificare...
Neppure io sono esperto del settore. Ma so che l'incapsulamento, quanto va bene, ha costi dell'ordine di 20-30 €/mq. Dal momento che è di pubblico dominio che - almeno nel breve periodo - un intervento di incapsulamento ha costi molto più accessibili dello smaltimento presumo che quest'ultimo sia un intervento particolarmente oneroso. Aggiungiamo inoltre il fatto che l'incapsulamento consiste fondamentalmente in una verniciatura della superficie, mentre llo smaltimento richiede un maggior onere anche perché gli operatori devono rimuovere letteralmente i manufatti. Operazione che incrementa notevolmente il grado di rischio; la rimozione di manufatti in parte deteriorati espone maggiormente al rischio gli operatori, anche se in entrambi i casi è previsto l'uso dei DPI (tute e maschere). Aggiungo che il costo dell'incapsulamento, come intervento una tantum è relativamente irrosorio in quanto non richiede interventi sulla struttura, mentre lo smaltimento richiede un costo aggiuntivo derivato dalla sostituzione della copertura (coppi al posto degli ondulati). E questo può equivalere alla ricostruzione ex novo della copertura: una copertura in eternit richiede una struttura portante più semplice di una copertura in coppo.

Citazione :
il problema è che il nostro cervello è sensibile alle minacce immediate (tutti hanno paura di un coltello puntato), mentre tende a rimuovere una minaccia che si può presntare a distanza di anni , come l'amianto, peraltro costituita da minuscoli aghetti minerali che manco si vedono a occhio nudo...questo è il grosso rischio, trascurare ora e pagare poi pesantissime conseguenze...
Verissimo. E' infatti per questo che l'emergenza deve ancora arrivare.

Citazione :
riferisco comunque di questo allarme lanciato da una persona competente, ciòè un oncologo che vive e insegna in un'università americana, e quindi non penso che abbia interessi a fare allarmismo in italia senza motivo...
Sicuramente non bisogna essere esperti di oncologia per percepire la criticità del problema.

Citazione :
l'altro giorno, come un coglione, lo ammetto, mi sono messo un fazzoletto davanti al naso e mi sono avvicinato ad una tettoia di fibrocemento di un deposito attrezzi...i bordi ondulati erano frantumati, come un tessuto strappato...la cosa mi ha molto inquietato...
Pensa te che mi è capitato, 20 anni fa, di sostituire delle onduline in eternit rotte con onduline più o meno deteriorate. Pensa te che mi è capitato di rimuovere pavimentazioni in vinilamianto e poi rimetterle. Pensa te che ci ho vissuto per quasi 20 anni su una pavimentazione in vinilamianto.
Ma dato che sono un fumatore accanito e che attualmente vivo a 500 m da una raffineria di petrolio, sai quanto mi frega di avere il tetto in coppo e non in eternit? A parte il fatto che sul mio tetto ci sono i coppi, ma sono circondato da abitazioni che hanno coperture in eternit per diverse centinaia di metri quadri.
Tornare in alto Andare in basso
 
SCUOLE E AMIANTO
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» METODI PER INSEGNARE GEOGRAFIA NELLE SCUOLE MEDIE
» Scelta scuole: grandi e centrali o medio/piccole e periferiche???
» codici meccanografici scuole per AP
» Scuole comunali
» Vigilanza alunni uscita scuole medie

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: