Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ritorno alla realtà.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Fantaman



Messaggi : 1307
Data d'iscrizione : 30.08.12

MessaggioOggetto: Ritorno alla realtà.   Gio Mar 05, 2015 10:51 am

Promemoria primo messaggio :

Al di là delle valutazioni e dei vari punti di vista, credo che in questi giorni finalmente si stia ritornando ad un principio di realtà.
Certo, l'allontanarsi del miraggio delle 150mila immissioni subito (che poi erano diventate 90mila, lasciando a casa circa 40mila gae figli di un Dio minore), ha lasciato la delusione dopo la "sbornia".

La riforma prospettata dal governo cambia radicalmente tutto l'assetto del sistema scolastico italiano. Pretendere che questo venisse realizzato in 3 mesi, da aprile a giugno, per poi far partire tutta la "macchina" a settembre 2015, avrebbe verosimilmente generato il caos assoluto, sia dal punto di vista giuridico ( nella bozza del DL erano presenti elementi palesemente illegittimi come accuratamente ha analizzato il portale Professionisti Scuola), sia da quello organizzativo. La preside della scuola dove lavoro, dirigente di lunghissima e comprovata esperienza, già in tempi non sospetti, mi disse chiaramente che mai si sarebbe potuta affrontare la gestione dell'organico funzionale già dal prossimo settembre.

Ora, a costo di risultare molto impopolare, credo sia positivo che il governo voglia affrontare la cosa confrontandosi anche con chi, in parlamento e fuori (proposta del m5s, LIP, etc.) ha elaborato alternative che molti considerano più razionali e inclusive rispetto al piano del governo.

Non vi sarà nessuna débâcle. Le assunzioni ci saranno come tutti hanno assicurato. Magari non nei modi e nei tempi, oggettivamente irrealistici, prospettati. Io credo e sono convinto che sarà un'occasione per garantire maggiori diritti a tutti.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 2:41 pm

gugu ha scritto:
Ma Lei, Prof. Gian, ora cosa ipotizza per gli anni a venire?
Carissimo, contrariamente a te, che eroghi spesso certezze preconfezionate, io non ho la sfera di cristallo per prevedere le idiozie che possono inventarsi tutti questi "esperti" della Scuola. Non ho il dono della telepatia. E la lunghezza d'onda del mio pensiero non è sincronizzata con la lunghezza d'onda del loro pensiero.
Posso ipotizzare, sulla base del substrato di partenza, le conseguenze di uno scenario che viene prospettato. Ed è quello che ho fatto nei mesi scorsi. Salvo poi tapparmi la bocca quando i pagliacci governativi hanno iniziato a tirare i remi in barca e caotizzare il contesto.

Devo dire che sono anche riusciti a stupirmi: davo per certa l'attuazione del megapiano di assunzioni, magari leggermente ridimensionato, con le conseguenze caotiche derivate a livello strutturale a causa della superficialità con cui si erano configurate le linee guida della "buona scuola". Non mi aspettavo certo una debacle di queste proporzioni, all'insegna del dilettantismo più patetico o della malafede più diabolica. Ho sempre diffidato di tutte le facce che Renzi ci metteva nei suoi annunci, ma non immaginavo che arrivasse a forgiare la sua faccia con una lega così potente da far impallidire il bronzo.

Citazione :
Ancora la precarietà?
Chi ha mai creduto alla rimozione delle precarietà? Io no di certo. Forse lo credevi tu, che in perfetta sintonia con Renzi, identificavi con i precari i soli iscritti nelle GAE.
In realtà l'eliminazione delle GAE non elimina la precarietà, ma accentua il divario tra il posto al sole e il posto all'ombra. Con questo non voglio certo dire che un iscritto in terza fascia abbia più diritti di un iscritto in GAE, ma da qui a negare che sia un precario, come il buffon toscano e la tardona ossigenata volevano far intendere, ce ne passa
Ora stiamo arrivando al paradosso che si vuole eliminare anche la GAE senza assumere tutti quelli che vi sono iscritti! Complimenti alla vostra strategia lungimirante nel pendere dalle labbra del buffone, pur di salire tutti sulla barca siete riusciti a renderla affondabile.

Tenere i piedi un po' più a terra e la testa sotto le nuvole, no?

Citazione :
Il ritorno dei vostri scatti (visto che non c'è stato lo scambio forte)?
A ridaje con gli scatti. Mettiti in testa che non sono jeppo, anche se tu sei profondamente convinto che io sia un suo sockpuppet (o viceversa). Ma ti è così difficile da realizzare che proprio quello degli scatti è l'aspetto che mi impensierisce di meno? Mi rifiuto di mettermi per l'ennesima volta a dimostrarti con numeri alla mano che quelli che saranno danneggiati dal giochetto degli scatti sarete proprio voi "giovincelli". Se poi, fra 30 anni di ruolo riuscirai a raggiungere il mio attuale stipendio (ovviamente al netto dei futuri e rarefatti rinnovi contrattuali) sono pronto a rimangiarmi tutto, compresi i vermi che mi avranno già divorato.

Ma è così difficile togliersi il prosciutto dagli occhi? Guarda caso, è ormai appurato che il castello dell'assunzione dei 150 mila è miseramente crollato e solo un po' di buona volontà riuscirà a recuperare qualcosa delle macerie. Mentre invece il mantra della meritocrazia, sia pure leggermente ridimensionato, è ben radicato e inculcato nel DNA.

Beata ingenuità... Quando nella scuola ci starai per 25 anni forse riuscirai ad acquisire un po' della mia saggezza. Nel frattempo goditi un po' di ebbrezza provocata dalle scornate, come me la sono goduta io in tutto questo tempo :-)
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25575
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 2:47 pm

gian ha scritto:

Nel frattempo goditi un po' di ebbrezza provocata dalle scornate, come me la sono goduta io in tutto questo tempo :-)


Che con lo stipendio fisso a vita sono certamente più piacevoli.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 2:49 pm

bene. speriamo che il ministero venga subissato da una valanga di ricorsi. la sentenza europea cmq non sara' priva di effetti. staremo a vedere cosa succedera' poi
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 2:53 pm

gugu ha scritto:
Gian si riferisce all'intero impianto della riforma, in particolar modo alle revisioni degli scatti (quello è a suo avviso lo scambio forte).
Sbagliatissimo, lo scambio forte è verso l'istituzionalizzazione di un rapporto di subordinazione della libertà d'insegnamento ad una logica di gestione puramente aziendale dell'istruzione.
Oggi abbiamo una struttura malfunzionante (le scuole), un sistema pieno di contraddizioni e debolezze (il sistema dell'istruzione pubblica), una categoria con scarso potere contrattuale (il personale della Scuola, non solo quello docente), un castello di principi di non facile attuazione (la libertà d'insegnamento, il pluralismo della scuola pubblica, il diritto allo studio, l'autonomia scolastica, ecc.).
Domani cosa avremo? E, bada bene, non mi riferisco alla buffonata della "riforma" Renzi-Giannini, ma ad una tendenza allo smantellamento che è in atto dalla metà degli anni novanta. La "buona scuola" non è altro che un ulteriore cuneo inserito nelle fenditure per spaccare la roccia.

E tu riduci il tutto alla favoletta degli scatti? Significa proprio che non hai capito un cazzo di quello che sta succedendo. Scusa la crudezza del messaggio, ma quando ce vo' ce vo'.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 2:54 pm

gugu ha scritto:
gian ha scritto:

Nel frattempo goditi un po' di ebbrezza provocata dalle scornate, come me la sono goduta io in tutto questo tempo :-)


Che con lo stipendio fisso a vita sono certamente più piacevoli.

Si, va be', ciai ragione, è tutta questione di orticelli.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 2:58 pm

catiusciagr ha scritto:
Lo scambio forte è ....

renzi voleva (vuol) ristrutturare il sistema scolastico secondo un disegno non condivisibile e cioè:
-diminuzione degli stipendi;
-avvio alla privatizzazione;
-niente supplenze (sono soldi sprecati);
-grossi poteri ai dirigenti al fine di tenere sotto scacco i prof.

Un piano che TUTTi avrebbero rfiutato (tranne, forse quei dirigenti che fossero persone per bene)
Allora, pensa e ripensa,,,che  fare per far passare questo disegno?

Dice: TUTTI di GAE in ruolo!
Chi può parlar male di questo disegno?
Chi può negare che una simile masiccia stabilizzazione sia un' ottima cosa?
Solo che, come si dice, ha fatto il passo più lungo della gamba.
Solo dopo mesi e mesi si è accorto che la cosa non era così semplice come nella sua ignoranza aveva ritenuto...
Così ricorre al parlamento dove se le cose andranno diversamente dal suo annuncio, potrà dire (e dirà) "io mi lavo le mani".

sintetico e forse semplicistico, ma ineccepibile!
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 3:03 pm

gian ha scritto:
gugu ha scritto:
Gian si riferisce all'intero impianto della riforma, in particolar modo alle revisioni degli scatti (quello è a suo avviso lo scambio forte).
Sbagliatissimo, lo scambio forte è verso l'istituzionalizzazione di un rapporto di subordinazione della libertà d'insegnamento ad una logica di gestione puramente aziendale dell'istruzione.
Oggi abbiamo una struttura malfunzionante (le scuole), un sistema pieno di contraddizioni e debolezze (il sistema dell'istruzione pubblica), una categoria con scarso potere contrattuale (il personale della Scuola, non solo quello docente), un castello di principi di non facile attuazione (la libertà d'insegnamento, il pluralismo della scuola pubblica, il diritto allo studio, l'autonomia scolastica, ecc.).
Domani cosa avremo? E, bada bene, non mi riferisco alla buffonata della "riforma" Renzi-Giannini, ma ad una tendenza allo smantellamento che è in atto dalla metà degli anni novanta. La "buona scuola" non è altro che un ulteriore cuneo inserito nelle fenditure per spaccare la roccia.

E tu riduci il tutto alla favoletta degli scatti? Significa proprio che non hai capito un cazzo di quello che sta succedendo. Scusa la crudezza del messaggio, ma quando ce vo' ce vo'.

Vedi Gugu che non parlavamo per nulla di scatti???
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 3:03 pm

gian ha scritto:
gugu ha scritto:
Gian si riferisce all'intero impianto della riforma, in particolar modo alle revisioni degli scatti (quello è a suo avviso lo scambio forte).
Sbagliatissimo, lo scambio forte è verso l'istituzionalizzazione di un rapporto di subordinazione della libertà d'insegnamento ad una logica di gestione puramente aziendale dell'istruzione.
Oggi abbiamo una struttura malfunzionante (le scuole), un sistema pieno di contraddizioni e debolezze (il sistema dell'istruzione pubblica), una categoria con scarso potere contrattuale (il personale della Scuola, non solo quello docente), un castello di principi di non facile attuazione (la libertà d'insegnamento, il pluralismo della scuola pubblica, il diritto allo studio, l'autonomia scolastica, ecc.).
Domani cosa avremo? E, bada bene, non mi riferisco alla buffonata della "riforma" Renzi-Giannini, ma ad una tendenza allo smantellamento che è in atto dalla metà degli anni novanta. La "buona scuola" non è altro che un ulteriore cuneo inserito nelle fenditure per spaccare la roccia.

E tu riduci il tutto alla favoletta degli scatti? Significa proprio che non hai capito un cazzo di quello che sta succedendo. Scusa la crudezza del messaggio, ma quando ce vo' ce vo'.

Vedi Gugu che non parlavamo per nulla di scatti???
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25575
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 3:10 pm

gian ha scritto:
gugu ha scritto:
Gian si riferisce all'intero impianto della riforma, in particolar modo alle revisioni degli scatti (quello è a suo avviso lo scambio forte).
Sbagliatissimo, lo scambio forte è verso l'istituzionalizzazione di un rapporto di subordinazione della libertà d'insegnamento ad una logica di gestione puramente aziendale dell'istruzione.
Oggi abbiamo una struttura malfunzionante (le scuole), un sistema pieno di contraddizioni e debolezze (il sistema dell'istruzione pubblica), una categoria con scarso potere contrattuale (il personale della Scuola, non solo quello docente), un castello di principi di non facile attuazione (la libertà d'insegnamento, il pluralismo della scuola pubblica, il diritto allo studio, l'autonomia scolastica, ecc.).
Domani cosa avremo? E, bada bene, non mi riferisco alla buffonata della "riforma" Renzi-Giannini, ma ad una tendenza allo smantellamento che è in atto dalla metà degli anni novanta. La "buona scuola" non è altro che un ulteriore cuneo inserito nelle fenditure per spaccare la roccia.

E tu riduci il tutto alla favoletta degli scatti? Significa proprio che non hai capito un cazzo di quello che sta succedendo. Scusa la crudezza del messaggio, ma quando ce vo' ce vo'.

Non avevo inteso fosse una grande preoccupazione etica verso una scuola di un futuro indeterminato verso qualcosa di indeterminato. Evidentemente sei molto lungimirante.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 3:26 pm

gugu ha scritto:
Evidentemente sei molto lungimirante.
Che ci creda o non, lo sono, lo sono.
Se poi non ci credi, transeat. Personalmente mi sono abituato a mettere gli occhiali sul naso per vedere e il prosciutto in bocca per gustarmelo, e questo mi basta e mi avanza :-)

Senza offesa, eh, ormai dovresti esserti abituato al mio sarcasmo inoffensivo, in fondo fa meno danni degli annunci del toscan giullare  ;-)
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25575
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 3:33 pm

gian ha scritto:
gugu ha scritto:
Evidentemente sei molto lungimirante.
Che ci creda o non, lo sono, lo sono.
Se poi non ci credi, transeat. Personalmente mi sono abituato a mettere gli occhiali sul naso per vedere e il prosciutto in bocca per gustarmelo, e questo mi basta e mi avanza :-)

Senza offesa, eh, ormai dovresti esserti abituato al mio sarcasmo inoffensivo, in fondo fa meno danni degli annunci del toscan giullare  ;-)


Certo; potrai invece capire il mio disappunto nel sentire fare le paternali da chi ha uno stipendio fisso, è entrato in ruolo in un periodo in cui i posti erano milioni, è prossimo (o futuro prossimo) alla pensione ma pensa di poter essere un grosso punto di riferimento per il mondo della scuola.
Con tutto il sarcasmo di questo mondo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15756
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 3:46 pm

Non è per manifestare complicità verso gian, ma chi dovrebbe essere un punto di riferimento se non qualcuno che ha esperienza sul groppone ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 3:50 pm

gugu ha scritto:
gian ha scritto:
gugu ha scritto:
Evidentemente sei molto lungimirante.
Che ci creda o non, lo sono, lo sono.
Se poi non ci credi, transeat. Personalmente mi sono abituato a mettere gli occhiali sul naso per vedere e il prosciutto in bocca per gustarmelo, e questo mi basta e mi avanza :-)

Senza offesa, eh, ormai dovresti esserti abituato al mio sarcasmo inoffensivo, in fondo fa meno danni degli annunci del toscan giullare  ;-)


Certo; potrai invece capire il mio disappunto nel sentire fare le paternali da chi ha uno stipendio fisso, è entrato in ruolo in un periodo in cui i posti erano milioni, è prossimo (o futuro prossimo) alla pensione ma pensa di poter essere un grosso punto di riferimento per il mondo della scuola.

Mai avuto queste pretese, ho sempre sperato che l'uomo avesse quel minimo di cervello che gli consentisse di pensare autonomamente e fare le sue scelte consapevoli. E per scelta consapevole non intendo certo quella di rinunciare a uno stipendio per il bene di chi ce l'ha già, ma solo di tenere i piedi un po' più saldamente a terra.

Non voglio essere e non pretendo di essere il punto di riferimento per il mondo della scuola. D'altra parte mi sembra appurato che di punti di riferimento ce ne siano fin troppi per pretendere di salire sul carro dei soloni. E in fondo, chi sono io? solo un povero bamba con il culo al caldo garantito dal suo stipendio fisso. Vade retro, satana!

E chi vuole intendere, intenda, salutami l'amico pifferaio, eh ;-)
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25575
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 3:51 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Non è per manifestare complicità verso gian, ma chi dovrebbe essere un punto di riferimento se non qualcuno che ha esperienza sul groppone ?


Tu ti fideresti, a priori, di chi è più anziano? C'è una motivazione logica?
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 3:55 pm

gugu ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Non è per manifestare complicità verso gian, ma chi dovrebbe essere un punto di riferimento se non qualcuno che ha esperienza sul groppone ?


Tu ti fideresti, a priori, di chi è più anziano? C'è una motivazione logica?

Il servizio Gugu, il servizio e l'esperienza.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 4:01 pm

gugu ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Non è per manifestare complicità verso gian, ma chi dovrebbe essere un punto di riferimento se non qualcuno che ha esperienza sul groppone ?


Tu ti fideresti, a priori, di chi è più anziano? C'è una motivazione logica?

A scanso di equivoci, inserisco qui sotto il messaggio da cui è partito il nostro "battibecco":
Citazione :

Ma Lei, Prof. Gian, ora cosa ipotizza per gli anni a venire? Ancora la precarietà? Il ritorno dei vostri scatti (visto che non c'è stato lo scambio forte)?

Io avevo espresso delle perplessità (tutte rigorosamente con il punto interrogativo) ad un'asserzione di logaritmomatematico. Perplessità a cui non ho avuto risposta a parte le tue domande sui massimi sistemi. Se non ti fidi della mia opinione, mi spieghi il senso delle domande che mi hai posto? A che pro? Se proprio volevi introdurti nel "dibattito" avresti potuto esordire rispondendo alle mie perplessità e non aggiungendo dubbi ai dubbi :-)
Tornare in alto Andare in basso
jeppo17



Messaggi : 408
Data d'iscrizione : 23.10.14

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 5:09 pm

gugu ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Non è per manifestare complicità verso gian, ma chi dovrebbe essere un punto di riferimento se non qualcuno che ha esperienza sul groppone ?


Tu ti fideresti, a priori, di chi è più anziano? C'è una motivazione logica?
di sicuro lui non si fiderebbe di uno che rispondendo a lalla ha esplicitamente detto di non aver ancora capito cosa sia il bene della scuola. D'altronde è difficile capirlo se si viaggia con il prosciutto sugli occhi e si bada esclusivamente ai propri interessi anche se questi recherebbero un danno agli altri. Poi proprio avido credo che mai si potrebbe fidare di uno che si lamenta solo perchè non è di ruolo ma lavora tutti gli anni nella scuola 18 ore settimanali senza mai aver fatto altro nella vita.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15756
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 8:22 pm

gugu ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Non è per manifestare complicità verso gian, ma chi dovrebbe essere un punto di riferimento se non qualcuno che ha esperienza sul groppone ?


Tu ti fideresti, a priori, di chi è più anziano? C'è una motivazione logica?
In prima istanza si.

E' il motivo per cui in classe se un alunno dice una cosa e l'insegnante un'altra si tende a credere all'insegnante ....... OPS.
Tornare in alto Andare in basso
Online
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 8:27 pm

catiusciagr ha scritto:
Lo scambio forte è ....

renzi voleva (vuol) ristrutturare il sistema scolastico secondo un disegno non condivisibile e cioè:
-diminuzione degli stipendi;
-avvio alla privatizzazione;
-niente supplenze (sono soldi sprecati);
-grossi poteri ai dirigenti al fine di tenere sotto scacco i prof.

Un piano che TUTTi avrebbero rfiutato (tranne, forse quei dirigenti che fossero persone per bene)
Allora, pensa e ripensa,,,che  fare per far passare questo disegno?

Dice: TUTTI di GAE in ruolo!
Chi può parlar male di questo disegno?
Chi può negare che una simile masiccia stabilizzazione sia un' ottima cosa?
Solo che, come si dice, ha fatto il passo più lungo della gamba.
Solo dopo mesi e mesi si è accorto che la cosa non era così semplice come nella sua ignoranza aveva ritenuto...
Così ricorre al parlamento dove se le cose andranno diversamente dal suo annuncio, potrà dire (e dirà) "io mi lavo le mani".
Analisi lucida e perfetta. Infatti tutti si stanno spremendo le meningi sulle immissioni in ruolo e nessuno si preoccupa che dietro questa balla c'è la distruzione definitiva della scuola pubblica e della dignità degli insegnanti.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15756
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 8:36 pm

giobbe ha scritto:
...dietro questa balla c'è la distruzione definitiva della scuola pubblica e della dignità degli insegnanti.
Definitiva ..... si può fare di meglio:

http://www.orizzontescuola.it/news/rendere-obbligatorio-socialnetworking-come-materia-dinsegnamento
Tornare in alto Andare in basso
Online
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 8:40 pm

avidodinformazioni ha scritto:
giobbe ha scritto:
...dietro questa balla c'è la distruzione definitiva della scuola pubblica e della dignità degli insegnanti.
Definitiva ..... si può fare di meglio:

http://www.orizzontescuola.it/news/rendere-obbligatorio-socialnetworking-come-materia-dinsegnamento

chi insegna comunicazione lo fa già. non farlo significherebbe avere il prosciutto sugli occhi, da qui a proporne un insegnamento autonomo ne passa.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 8:50 pm

giobbe ha scritto:
catiusciagr ha scritto:
Lo scambio forte è ....

renzi voleva (vuol) ristrutturare il sistema scolastico secondo un disegno non condivisibile e cioè:
-diminuzione degli stipendi;
-avvio alla privatizzazione;
-niente supplenze (sono soldi sprecati);
-grossi poteri ai dirigenti al fine di tenere sotto scacco i prof.

Un piano che TUTTi avrebbero rfiutato (tranne, forse quei dirigenti che fossero persone per bene)
Allora, pensa e ripensa,,,che  fare per far passare questo disegno?

Dice: TUTTI di GAE in ruolo!
Chi può parlar male di questo disegno?
Chi può negare che una simile masiccia stabilizzazione sia un' ottima cosa?
Solo che, come si dice, ha fatto il passo più lungo della gamba.
Solo dopo mesi e mesi si è accorto che la cosa non era così semplice come nella sua ignoranza aveva ritenuto...
Così ricorre al parlamento dove se le cose andranno diversamente dal suo annuncio, potrà dire (e dirà) "io mi lavo le mani".
Analisi lucida e perfetta. Infatti tutti si stanno spremendo le meningi sulle immissioni in ruolo e nessuno si preoccupa che dietro questa balla c'è la distruzione definitiva della scuola pubblica e della dignità degli insegnanti.

E pensate alla beffa: che magari ci cambiano pure la scuola sotto gli occhi, avendo fatto un normale numero di assunzioni per il 2015...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15756
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 9:44 pm

lallaorizzonte ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
giobbe ha scritto:
...dietro questa balla c'è la distruzione definitiva della scuola pubblica e della dignità degli insegnanti.
Definitiva ..... si può fare di meglio:

http://www.orizzontescuola.it/news/rendere-obbligatorio-socialnetworking-come-materia-dinsegnamento

chi insegna comunicazione lo fa già. non farlo significherebbe avere il prosciutto sugli occhi, da qui a proporne un insegnamento autonomo ne passa.
Non ho ascoltato l'intervento, fammi un riassunto, chi dovrebbe insegnare a chi ?

Immagino siano loro che debbano insegnare a noi quali siano i punti di forza e di debolezza dei vari social networks, sono loro che li usano costantemente.

Mentre dovessero mai farmi lezione, posso fare come loro ? Posso spippolare il mio cellulare taggando qualcosa su orizzontescuola ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 9:51 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Mentre dovessero mai farmi lezione, posso fare come loro ? Posso spippolare il mio cellulare taggando qualcosa su orizzontescuola ?

Ma... ROTFL! XD
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Ritorno alla realtà.   Ven Mar 06, 2015 10:18 pm

nello scontro tra il nostro pluridecorato  veterano Gian e il giovane rampante Gugu direi che siamo sui 10 a 1 x Gian !

motivazione:

Gian ha dimostrato di essere una persona saggia , equilibrata , di grande spessore umano e culturale e per questo in grado di avere una visione ampia e profonda della scuola e della società ispirata a principi positivisti ed umanistici. Per questo motivo Gian riesce a  costruire una critica profonda  e ben  argomentata nei confronti dell' abominevole progetto di riforma della "buona scuola" che egli ha  precedentemente definito  come "IL MALE".

Il giovane GUGU invece sprofonda il una visione molto ristretta dell' interpretazione del reale;  questa si riduce infatti alla logica del: "tutto si muove per la difesa del proprio orticello" ; anche la sua difesa della "buona scuola" ci appare animata da questo principio ; è questo il mantra di GUGU , il  credo  quasi religioso che muove i suoi pensieri e le sue azioni; e anche tutte le rappresentazioni del reale, al di fuori del proprio io, per GUGU non sfuggono a questa unica e sostanziale legge. In altre parole GUGU ci appare come il GURU dell' egoismo cosmico.

in definita questo è il risultato finale : GIAN - GUGU = 10 - 1

chi sono io per fare l' arbitro? nessuno..
solo un essere umano colpito dall'affermazione di qualcuno che disse  "restiamo umani".
Tornare in alto Andare in basso
 
Ritorno alla realtà.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Senso di vertigine pensando all'eterna realtà
» "Ai Confini della Realtà" (film)
» eccoci di ritorno
» e continuerò per sempre a dire grazie alla vita
» oggi eco alla 10 + 0...meraviglia!!!!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: