Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 compito di italiano e discalculia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
puer2



Messaggi : 336
Data d'iscrizione : 05.11.14

MessaggioOggetto: compito di italiano e discalculia   Lun Mar 09, 2015 7:58 pm

Promemoria primo messaggio :

Un alunno discalculico quali esoneri/vantaggi/dispense o altro potrebbe avere nello svolgimento di una verifica scritta di italiano? Grazie a chi vorrà rispondere.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:04 pm

befeca ha scritto:
Cara la mia Chicca70 forse non sei stata messa al corrente del fatto che i DSA non hanno carenza cognitiva e non hanno bisogno di una programmazione differenziata. Quelli sono i titolari di legge 104.
Forse non hai capito che avere una carenza cognitiva è la natura a deciderlo, le leggi si limitano a riconoscere e provvedere.
La 104 riconosce alcune carenze cognitive e vi provvede con costosi insegnanti di sostegno, al fine di risparmiare denaro i VERI DSA non sono riconosciuti carenti e non gli si assegna nessuno.

Pensi che assegnargli un docente di sostegno non gli sarebbe d'aiuto ?

In cosa è carente un (vero) DSA se non a livello cognitivo ? Nel metodo di studio ? nell'uso degli occhi (per la lettura) ?
Se ha un problema nel cervello ha un problema cognitivo, anche se la legge dice il contrario.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8343
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:04 pm

Citazione :
Mi immagino proprio le grasse risate dei funzionari dell'ASL quando leggeranno la denuncia di Chicca... Se io fossi un funzionario dell' ASL a cui mi viene richiesta una certificazione di DSA, mi spiegate per quale ragione dovrei NON rilasciare tale certificazione? Se NON la rilascio mi espongo a delle possibile grane. Se la rilascio non rischio nulla. Ergo.

tralasciando il fatto che gli ordini dei professionisti abilitati a rilasciare diagnosi di dsa potrebbe non trovare affatto corretto l'aver pubblicato questa dichiarazione, mi spieghi, avido, quale motivo avrebbe un funzionario ASL di rilasciare una certificazione solo perchè gli è stata richiesta? . Quali sarebbero le grane cui ci si espone se non si certifica qualcosa che non è?



Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:06 pm

Ire ha scritto:

Quando si smette di andare a scuola perchè il docente dice che non è necessario che tutti ottengano il diploma solo perchè per ottenerlo è necessaria una calcolatrice per fare i conti. Allora non è una scelta individuale perfettamente legittima.  E' un condizionamento esterno assolutamente illegale, visto che la legge invece riconosce l'idoneità al diploma anche per chi abbia bisogno di strumenti compensativi.


Vorrei capire quale docente impedisce ai suoi alunni l'uso della calcolatrice. Al contrario, io mi lamento perché non la sanno usare!

A meno che tu non stia parlando della scuola primaria.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:14 pm

Ire ha scritto:
Citazione :
Mi immagino proprio le grasse risate dei funzionari dell'ASL quando leggeranno la denuncia di Chicca... Se io fossi un funzionario dell' ASL a cui mi viene richiesta una certificazione di DSA, mi spiegate per quale ragione dovrei NON rilasciare tale certificazione? Se NON la rilascio mi espongo a delle possibile grane. Se la rilascio non rischio nulla. Ergo.

tralasciando il fatto che gli ordini dei professionisti abilitati a rilasciare diagnosi di dsa potrebbe non trovare affatto corretto l'aver pubblicato questa dichiarazione, mi spieghi, avido, quale motivo avrebbe un funzionario ASL di rilasciare una certificazione solo perchè gli è stata richiesta?  .  Quali sarebbero le grane cui ci si espone se non si certifica qualcosa che non è?
Non l'ho scritto io, non so se i funzionari ASL sono così di manica larga, so che i medici fanno troppi cesarei, perchè se ci sono problemi per un cesareo non fatto ne pagano le conseguenze; le conseguenze del cesareo inutile le pagano lo stato e la puerpera.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:15 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire, aiutare un DSA ad imparare è un dovere per noi tutti, facilitarlo ad esporre quanto ha imparato no.

Il DSA vero ha difficoltà ad apprendere, ma quando ha appreso non ha problemi ad esporre; se gli concediamo l'uso delle mappe concettuali nelle interrogazioni, se gli semplifichiamo le verifiche, se gli spezzettiamo l'unità in 5 parti, non è perchè fanno fatica ad apprendere ma perchè fanno fatica a capire, memorizzare, correlare, applicare ed estendere.
In questo caso non sono DSA, sono H nella migliore delle ipotesi o fancazzisti nella peggiore; comunque è sbagliato fargli credere che possono continuare così ed avere successo nella vita (nel lavoro per cui studiano).

ma infatti molti DSA sono al limite della legge 104...

ne ho uno che riesce imparare 3 frasette a memoria e se si allontani da quelle non sa dire più nulla e io dovrei valutarlo solo nell'orale (così c'è scritto nella diagnosi)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:16 pm

mac67 ha scritto:
io mi lamento perché non la sanno usare!
Parole sante.

La calcolatrice non si fa usare al liceo, dove i DSA sono ben pochi.
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:17 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
io mi lamento perché non la sanno usare!
Parole sante.

La calcolatrice non si fa usare al liceo, dove i DSA sono ben pochi.

ne sei proprio sicuro?
devo dirlo allora in uno forum di mamme in cui si parlava proprio di questo...
Tornare in alto Andare in basso
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:18 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
io mi lamento perché non la sanno usare!
Parole sante.

La calcolatrice non si fa usare al liceo, dove i DSA sono ben pochi.

ne sei proprio sicuro?
devo dirlo allora in uno forum di mamme in cui si parlava proprio di questo...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8343
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:27 pm

Citazione :
In cosa è carente un (vero) DSA se non a livello cognitivo ? Nel metodo di studio ? nell'uso degli occhi (per la lettura) ?
Se ha un problema nel cervello ha un problema cognitivo, anche se la legge dice il contrario.

C'è un problema nell'apprendimento che è un aspetto del processo cognitivo

Quello però che crea problema nell'apprendimento non è una necessità di compensanzione esterna per un mancato automatismo, una difficoltà di transcodifica o quello che è ; quello che crea problema nell'apprendimento è il deficit cognitivo che non permette il completamento del processo.

Il dsa non ha ritardo nè deficit cognitivo, compensando con le modalità e gli strumenti opportuni le difficoltà che presenta, il processo cognitivo si completa e l'apprendimento avviene con successo a differenza di chi ha problemi cognitivi di tipo diverso.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
feles



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:28 pm

Laura 70, non è vero che al liceo si impedisce di usare la calcolatrice... impediscono di usarla solo docenti ottusi che non hanno capito e non vogliono capire cosa sia la discalculia. Non è detto, piuttosto, che la calcolatrice serva a ogni ragazzo, perché i problemi che ciascuno ha sono diversi.
Tornare in alto Andare in basso
feles



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:30 pm

Ire, hai ragione su tutto... sto seguendo vari corsi di formazione e ci stanno proprio spiegando questi concetti, Il problema è che ci sono colleghi che non vogliono assolutamente mettersi in gioco e far fatica...
Tornare in alto Andare in basso
befeca



Messaggi : 127
Data d'iscrizione : 23.02.11

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:32 pm

Laura70 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Ire, aiutare un DSA ad imparare è un dovere per noi tutti, facilitarlo ad esporre quanto ha imparato no.

Il DSA vero ha difficoltà ad apprendere, ma quando ha appreso non ha problemi ad esporre; se gli concediamo l'uso delle mappe concettuali nelle interrogazioni, se gli semplifichiamo le verifiche, se gli spezzettiamo l'unità in 5 parti, non è perchè fanno fatica ad apprendere ma perchè fanno fatica a capire, memorizzare, correlare, applicare ed estendere.
In questo caso non sono DSA, sono H nella migliore delle ipotesi o fancazzisti nella peggiore; comunque è sbagliato fargli credere che possono continuare così ed avere successo nella vita (nel lavoro per cui studiano).

ma infatti molti DSA sono al limite della legge 104...

ne ho uno che riesce imparare 3 frasette a memoria e se si allontani da quelle non sa dire più nulla e io dovrei valutarlo solo nell'orale (così c'è scritto nella diagnosi)

Ne hai 1. Non 9 su 10.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8343
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:40 pm

r
Citazione :
e, aiutare un DSA ad imparare è un dovere per noi tutti, facilitarlo ad esporre quanto ha imparato no.

Il DSA vero ha difficoltà ad apprendere, ma quando ha appreso non ha problemi ad esporre; se gli concediamo l'uso delle mappe concettuali nelle interrogazioni, se gli semplifichiamo le verifiche, se gli spezzettiamo l'unità in 5 parti, non è perchè fanno fatica ad apprendere ma perchè fanno fatica a capire, memorizzare, correlare, applicare ed estendere.
In questo caso non sono DSA, sono H nella migliore delle ipotesi o fancazzisti nella peggiore; comunque è sbagliato fargli credere che possono continuare così ed avere successo nella vita (nel lavoro per cui studiano).


Un ragazzo dsa, a scuola, mentre ancora sta cercando le proprie strategie metacognitive per organizzare il pensiero su quanto appreso sarebbe un ragazzo h?


Un po' ha ragione befeca, anche se purtroppo non serve arrabbiarsi come ha fatto lei.
Cadono le braccia e invece di farsele cadere bisogna rimboccarsi le maniche perchè davvero sembra che a cinque anni dalla legge nessuno abbia fatto una seria formazione a chi dovrebbe essere il più formato e informato di tutti: voi.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8343
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:43 pm

@feles, ti ringrazio della conferma :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:45 pm

feles ha scritto:
Ire, hai ragione su tutto... sto seguendo vari corsi di formazione e ci stanno proprio spiegando questi concetti, Il problema è che ci sono colleghi che non vogliono assolutamente mettersi in gioco e far fatica...
E se fosse che i docenti dei corsi che segui ne sanno meno di voi ?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:50 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
io mi lamento perché non la sanno usare!
Parole sante.

La calcolatrice non si fa usare al liceo, dove i DSA sono ben pochi.

Non l'ho capita. Proprio al liceo l'uso della calcolatrice è (dovrebbe essere) incoraggiato, perché il problema non è vedere quanto fa 31 per 47. La calcolatric è sempre stata permessa agli esami di maturità e ora di Stato. E come se non bastasse le Indicazioni Nazionali dicono esplicitamente che gli alunni devono imparare a usare mezzi digitali per i calcoli.

Ho pure spiegato come usare la calcolatrice in modalità statistica: medie, varianze, regressioni lineari. Chi è quel pazzo che le vorrebbe fare a mano?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:53 pm

Ire ha scritto:
Quello però che crea problema nell'apprendimento non è una necessità di compensanzione esterna per un mancato automatismo, una difficoltà di transcodifica  o quello che è ; quello che crea problema nell'apprendimento è il deficit cognitivo che non permette il completamento del processo.

Il dsa non ha ritardo nè deficit cognitivo, compensando con le modalità e gli strumenti opportuni le difficoltà che presenta, il processo cognitivo si completa e l'apprendimento avviene con successo a differenza di chi ha problemi cognitivi di tipo diverso.
Quindi dopo aver appreso viene all'orale su porzioni di programma lunghe come quelle degli altri e senza mappe concettuali; all'esame di stato fa la prova degli altri senza nessun aiuto (se non eventualmente una lettura agevolata della traccia).

A queste condizioni sarei d'accordo con te.

Concordo che il DSA non ha ritardo mentale, anche perchè il ritardo mentale non esiste.
Ritardo significa che sei indietro ma con un po' di pazienza arrivi; se sono in ritardo a scuola, telefono e dico che ARRIVO in ritardo.
Quelli che chiamiamo ritardati sono in realtà FERMI.

Indipendentemente da questo concordo che i DSA nulla abbiano a che fare con quelli che comunemente chiamiamo ritardati; il cervello umano è estremamente versatile e poliedrico, il ritardato ha danni su tutti i fronti, il DSA solo su aree intellettive estremamente definite e circoscritte.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 6:59 pm

mac67 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
io mi lamento perché non la sanno usare!
Parole sante.

La calcolatrice non si fa usare al liceo, dove i DSA sono ben pochi.

Non l'ho capita. Proprio al liceo l'uso della calcolatrice è (dovrebbe essere) incoraggiato, perché il problema non è vedere quanto fa 31 per 47. La calcolatric è sempre stata permessa agli esami di maturità e ora di Stato. E come se non bastasse le Indicazioni Nazionali dicono esplicitamente che gli alunni devono imparare a usare mezzi digitali per i calcoli.

Ho pure spiegato come usare la calcolatrice in modalità statistica: medie, varianze, regressioni lineari. Chi è quel pazzo che le vorrebbe fare a mano?
Immagino che ora stia cambiando, ma mi risulta che in passato al liceo la calcolatrice fosse, se non tabù, quantomeno disincentivata.

Al tecnico industriale od al professionale, si ha a che fare con problemi tecnici di vita reale, dove è necessario calcolare la radice di 37, il logaritmo di 2.74 ed il coseno di 27.2°; tutti calcoli che NECESSITANO di calcolatrice.
Pensa che una volta (prima che ci andassi io da ragazzo) si insegnava l'uso del "regolo calcolatore".

Al liceo si viveva invece di matematica e di fisica edulcorata; le radici erano di 64, i logaritmi di 30 e i coseni di 60°, per i quali la calcolatrice non è indispensabile.

Forse la scuola delle competenze ha cambiato le usanze anche al liceo.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 7:03 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Al liceo si viveva invece di matematica e di fisica edulcorata; le radici erano di 64, i logaritmi di 30 e i coseni di 60°, per i quali la calcolatrice non è indispensabile.

Forse la scuola delle competenze ha cambiato le usanze anche al liceo.

Io ho fatto il liceo negli anni '80 e l'uso della calcolatrice era considerato normale ed era permessa al compito dell'esame di maturità. Non direi che si tratta degli ultimi sviluppi.
Tornare in alto Andare in basso
feles



Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 7:04 pm

avidodiinformazioni, io non dico di sapere, proprio per questo, con umiltà e desiderio di imparare e di crescere professionalmente mi metto in gioco e cerco di migliorare... e credimi, non è l'esperienza che mi manca, dato che insegno in varie realtà da 26 anni. I corsi che seguo sono tenuti da esperti qualificati, per formare i referenti bes delle scuole della mia regione e provincia. Non so quali conoscenze e competenze tu abbia per poterti permettere di giudicare e non ti conosco ma da quello che scrivi posso solo dire che sono felice che tu non sia mio collega... e qui chiudo il discorso perché è inutile parlare con chi non ha nessun desiderio di ascoltare.
PS leggiti la normativa sugli esami di stato
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 7:07 pm

Ire ha scritto:


Un po' ha ragione befeca, anche se purtroppo non serve arrabbiarsi come ha fatto lei.
Cadono le braccia e invece di farsele cadere  bisogna rimboccarsi le maniche  perchè davvero sembra che a cinque anni dalla legge nessuno abbia fatto una seria formazione a chi dovrebbe essere il più formato e informato di tutti:  voi.

Ragazzi non c'è da alterarsi... conosciamo la legge e, personalmente, ne condivido lo spirito. Sono perfettamente disponibile a semplificare, differenziare, fermarmi al pomeriggio, far usare PC, calcolatrici, mappe, formulari e quanto necessario. Sono altresì convinto che sia lecito credere che chi, nonostante le mappe, il PC, i formulari, le calcolatrici, le lezioni registrate etc etc... ancora fatica NON su questioni meramente formali (la bella grafia, la grammatica, le tabelline, memorizzazione di date o sigle etc etc...) ma squisitamente sostanziali (elaborazione logica, creazione di algoritmi e procedure, problem solving etc etc...) sia, forse, non solo DSA. Credo inoltre di essere libero di credere che alcuni funzionari tra coloro i quali sono incaricati di formulare le diagnosi di DSA siano, per così, dire un po' superficiali (ovviamente non tutti, ma alcuni, molti forse, si). Noto con disappunto che affermare quanto sopra rappresenta lesa maestà nei confronti dei signori dottori mentre entrare su un forum di insegnanti e prenderli a male parole è del tutto lecito e civile perché tanto gli insegnanti sono una massa di pelandroni ignoranti.

Detto questo non mi sogno neppure di violare la legge: differenzierò, spezzetterò, recupererò, coccolerò ed incoraggerò nella maniera più marziale e convinta possibile... ma sono convinto che poi, dopo, quando il pesciolino verrà rilasciato nello stagno dei grandi, gli squali se lo papperanno in cinque minuti.Ed è questo che, personalmente, credo sia, al di la delle leggi, dei codicilli, dei TAR e dei tribunali, profondissimamente sbagliato.

Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6193
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 7:08 pm

Ire ha scritto:
Citazione :
Mi immagino proprio le grasse risate dei funzionari dell'ASL quando leggeranno la denuncia di Chicca... Se io fossi un funzionario dell' ASL a cui mi viene richiesta una certificazione di DSA, mi spiegate per quale ragione dovrei NON rilasciare tale certificazione? Se NON la rilascio mi espongo a delle possibile grane. Se la rilascio non rischio nulla. Ergo.

tralasciando il fatto che gli ordini dei professionisti abilitati a rilasciare diagnosi di dsa potrebbe non trovare affatto corretto l'aver pubblicato questa dichiarazione,

E magari spiegateci pure per quale motivo dovrebbe essere un tabù assoluto l'eventualità di mettere in dubbio l'operato di un qualsiasi professionista, TRANNE quello dell'insegnante, sul quale chiunque si sente in diritto di sparare a caso tutti i giudizi e le denigrazioni che meglio crede.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 7:12 pm

feles ha scritto:
PS leggiti la normativa sugli esami di stato
http://www.orizzontescuola.it/news/esami-stato-ii-grado-strumenti-compensativi-o-dispensativi-e-indicazioni-candidati-dsa-o-bes

il Consiglio di classe inserisce nel documento del 15 maggio di cui al decreto del Presidente della Repubblica n.323 del 1998 il Piano Didattico Personalizzato o altra documentazione predisposta ai sensi dell’articolo 5 del decreto ministeriale n. 5669 del 12 luglio 2011. Sulla base di tale documentazione e di tutti gli elementi forniti dal Consiglio di classe, le Commissioni predispongono adeguate modalità di svolgimento delle prove scritte e orali.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 7:17 pm

Lenar ha scritto:
Detto questo non mi sogno neppure di violare la legge: differenzierò, spezzetterò, recupererò, coccolerò ed incoraggerò nella maniera più marziale e convinta possibile...
Anch'io; non sarò io a pagare le conseguenze di una strada troppo spianata.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8343
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: compito di italiano e discalculia   Mar Mar 10, 2015 7:17 pm

Citazione :
su un forum di insegnanti e prenderli a male parole è del tutto lecito e civile perché tanto gli insegnanti sono una massa di pelandroni ignoranti.

in cinque anni che sono su questo forum non ho mai visto qualcuno che entrasse e vi prendesse a male parole.

Anzi. se devo essere sincera lo fece un esponente di scuolazoo che poi se ne è andato o è stato bannato e che comunque fu disapprovato da tutti.

E qualche volta ho visto voi prendervi a vicenda a male parole.

Altro non ho visto. Sul serio.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
compito di italiano e discalculia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Se fossi il legislatore italiano...
» non riesco a scrivere in italiano!
» SITO BUSCHMANN IN ITALIANO!!
» Forum italiano di fondamentalisti musulmani
» Discalculia

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: