Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 chiamata diretta del dirigente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
leonard



Messaggi : 489
Data d'iscrizione : 12.12.11

MessaggioOggetto: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 12, 2015 8:08 pm

Promemoria primo messaggio :

lo stanno facendo: chiamata diretta del dirigente. quindi solo i lecchini andranno avanti e massimo per 36 mesi

bratti st***** maledetti!!!!!!

noi docenti che possiamo fare? io sono di ruolo, ma cmq preferisco che i supplenti siano presi in base a regole TRASPARENTI. no?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 12:41 pm

Gent.ma Francesca4, in un mondo ideale condividerei completamente quello che dici. Ho avuto anche io 20 anni ed ero pieno di ideali come te. Poi ho scoperto, anno dopo anno com'é la vita, come sono fatti gli italiani, i nostri governanti, i nostri manager, i nostri sbandieratori del merito, ecc.. Ho scoperto che sono le stesse persone che predicano bene e razzolano male. Il merito lo applica correttamente l'imprenditore privato coi suoi dipendenti perché ne ha tutto l'interesse (personale), ma, in ITALIA, nel pubblico esiste solo il nepotismo, l'appartenenza, l'amicizia e la tessera di partito.
Noi non siamo i tedeschi, noi non siamo un popolo, che quando crolla si rialza velocemente ed è più forte di prima. Noi siamo italiani, a noi interessa solo saltare sul carro del vincitore di turno....
Non lo dico io, lo dice la storia.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47875
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 1:01 pm

Francesca4 ha scritto:
In breve,è ovvio, che in un sistema democratico l'attribuzione di qualsiasi potere faccia scattare in automatico un sistema di attribuzione di responsabilità in capo a colui cui questo potere è attribuito.

Sarà anche ovvio, ma per ora nel DDL non c'è nulla del genere. Direi di stare ai fatti e di non confondere i nostri desideri con la realtà.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 1:02 pm

giobbe ha scritto:
Gent.ma Francesca4, in un mondo ideale condividerei completamente quello che dici. Ho avuto anche io 20 anni ed ero pieno di ideali come te. Poi ho scoperto, anno dopo anno com'é la vita, come sono fatti gli italiani, i nostri governanti, i nostri manager, i nostri sbandieratori del merito, ecc..  Ho scoperto che sono le stesse persone che predicano bene e razzolano male. Il merito lo applica correttamente l'imprenditore privato coi suoi dipendenti perché ne ha tutto l'interesse (personale), ma,  in ITALIA, nel pubblico esiste solo il nepotismo, l'appartenenza, l'amicizia e la tessera di partito.
Noi non siamo i tedeschi, noi non siamo un popolo, che quando crolla si rialza velocemente ed è più forte di prima. Noi siamo italiani, a noi interessa solo saltare sul carro del vincitore di turno....
Non lo dico io, lo dice la storia.

Non credo che ci sia bisogno di avere 20 anni per descrivere le caratteristiche tecnico-giuridiche della nostra Costituzione, né di essere dei sognatori.
Essa, infatti,  proprio memore dell'esperienza fascista  ripudia l'autoritarismo e la dittatura.
Ed è stata proprio la paura, anzi il terrore, dell'arbitrio e della conseguente deriva autoritaria a far sì che essa fungesse da garanzia e tutela del sistema democratico.
Perciò sono convinta che non ci sia spazio in Italia per una figura dotata di un potere meramente arbitrario ed autoreferenziale, elaboreranno certamente dei correttivi senza parlare del controllo giurisdizionale.
E di questo, perdonami, ne sono abbastanza sicura.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 3:11 pm

Chi è causa del suo mal pianga se stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 3:52 pm

giobbe ha scritto:
Il merito lo applica correttamente l'imprenditore privato coi suoi dipendenti perché ne ha tutto l'interesse (personale).

Mmm... su questo onestamente permettimi di dissentire e di esprimere qualche dubbio. La realtà è variegata e molto diversa da caso a cosa. Poi, onestamente, questo magnificare il privato, denigrando nello stesso tempo il pubblico, mi lascia molto perplesso...
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 4:40 pm

Francesca4 ha scritto:
Quando leggo certi discorsi fatti da chi ha una conoscenza, quantomeno superficiale, della  nostra Costituzione, mi convinco sempre di più della necessità di potenziare in tutte le scuole l'insegnamento del diritto.
E mi verrebbe da dire, non solo per gli studenti!
Ebbene tutta la nostra Carta costituzionale è basata sulla ricerca di equilibri tra opposte visioni della vita, e diciamolo, frutto di compromesso necessario tra le ideologie dei nostri padri costituenti.
Solo così, infatti, si sarebbe potuti arrivare insieme a scrivere la somma Carta.
E questo è il bello della Costituzione: aver soppesato quasi col bilancino pesi e contrappesi per cui ad ogni attribuzione di poteri è stata necessariamente connessa una attribuzione di responsabilità.
E questo sistema, illuminato dalla trasparenza e quindi dai necessari controlli sull'operato di chi quei poteri ha, è la garanzia del nostro sistema democratico.
Qualsiasi costituzionalista non potrebbe che confermare quest'assunto.
Per cui non credo assolutamente che non sia  pensato a predisporre. sia pur attraverso successivi provvedimenti attuativi, anche un rafforzamento del potere di controllo sull'operato dei presidi  ed una contestuale maggiore responsabilizzazione dei DS.

allora su questo ti faccio rispondere da qualcuno che di Costituzione ne sa di più di me e di te , il signor Imposimato
presidente onorario della Suprema Corte di Cassazione sul DDL presentato da Renzi per la riforma della scuola:

"Si modifica statuto dei docenti, precari e di ruolo, violando Costituzione e azzerando i diritti acquisiti dei docenti".

Questo il commento apparso sulla pagina FaceBook di Imposimato, che ha già raggiunto quasi 2mila Like.

"Si attivano delazione e abuso, dando a dirigenti scolastici potere di scelta di docenti. Si introduce albo regionale di docenti precari e di ruolo che ha il significato di una lista di proscrizione. I dirigenti scolastici sceglieranno da lista la “loro” squadra. - e continua - Iniqui i finanziamenti e male decise le risorse."

"Chiedo - conclude - al PDR Mattarella di valutare i profili di incostituzionalità e di rispetto del principio che "l'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento" (art 33) . Occorrono criteri obiettivi di valutazione No a scelta dei docenti da parte dei presidi."
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 4:47 pm

vorrei , a questo proposito, farvi notare un elemento essenziale   e di fondamentale importanza  che spesso viene sottovalutato : la "specificità della scuola"

a questo proposito leggete cosa dichiara l' ex sottosegretario Bastico:

"In sostanza  il dirigente viene assimilato in modo improprio a un manager di un’azienda privata.

Ancora una volta viene riproposto un parallelismo tra scuola ed azienda, dimostrando di non comprendere assolutamente lo specifico della scuola che è una comunità educante, alla quale dovrebbero essere applicate norme proprie."
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 5:04 pm

ancora vorrei aggiungere , rispetto la discorso di "rafforzamento del potere di controllo sull'operato dei presidi"...

non ritengo che questo possa essere un deterrente rispetto alla violazione della libertà d' insegnamento...

anzi al contrario si rimanderebbe il controllo indiretto dei docenti a sfere ancora più alte e cioè a coloro  che controllerebbero i presidi...

in altre parole si arriverebbe alla situazione per cui i politici controllano i presidi ed in tal modo indirettamente anche i docenti...

il sapere subordinato pericolosamente e  totalmente alla politica.

con buona pace dell'art. 33 della costituzione "l'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento".


ma in effetti il disegno della politica fascista a cui stiamo assistendo è proprio questo ed è diretto alla limitazione della libertà dei cittadini e alla loro sottomissione.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 5:36 pm

mirco81 ha scritto:

"In sostanza  il dirigente viene assimilato in modo improprio a un manager di un’azienda privata.


La Giannini, entusiasta, ringrazia Renzi per aver privatizzato la scuola.
Tornare in alto Andare in basso
spielrein



Messaggi : 962
Data d'iscrizione : 14.11.12

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 5:43 pm

Francesca4 ha scritto:
Quando leggo certi discorsi fatti da chi ha una conoscenza, quantomeno superficiale, della  nostra Costituzione, mi convinco sempre di più della necessità di potenziare in tutte le scuole l'insegnamento del diritto.
E mi verrebbe da dire, non solo per gli studenti!
Ebbene tutta la nostra Carta costituzionale è basata sulla ricerca di equilibri tra opposte visioni della vita, e diciamolo, frutto di compromesso necessario tra le ideologie dei nostri padri costituenti.
Solo così, infatti, si sarebbe potuti arrivare insieme a scrivere la somma Carta.
E questo è il bello della Costituzione: aver soppesato quasi col bilancino pesi e contrappesi per cui ad ogni attribuzione di poteri è stata necessariamente connessa una attribuzione di responsabilità.
E questo sistema, illuminato dalla trasparenza e quindi dai necessari controlli sull'operato di chi quei poteri ha, è la garanzia del nostro sistema democratico.
Qualsiasi costituzionalista non potrebbe che confermare quest'assunto.
Per cui non credo assolutamente che non sia  pensato a predisporre. sia pur attraverso successivi provvedimenti attuativi, anche un rafforzamento del potere di controllo sull'operato dei presidi  ed una contestuale maggiore responsabilizzazione dei DS.

Tutto molto bello. Ed è vero, la nostra Costituzione è la più bella del mondo. Solo che renzi se ne frega di giustizia, equilibrio tra i poteri e padri costituenti.
Tornare in alto Andare in basso
Forum educazione fisica



Messaggi : 610
Data d'iscrizione : 09.12.11

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 6:21 pm

Francesca4 ha scritto:

Mi aspetto, infatti, che con i provvedimenti attuativi del DDL approvando, si studino misure atte a scoraggiare la pratica diffusa della "raccomandazione", con una serie di pesi e contrappesi, che in ultima istanza vadano a sanzionale i DS che siano responsabili di una mala gestione delle risorse organiche.

Come se un pescatore facesse lezioni di esche ai pesci. Non succederà mai.

Dovrebbero rendere validi i controlli anche al loro operato e i politici, lo vedi coi loro stipendi e i loro vitalizi, non legiferano volentieri contro se stessi.
Tornare in alto Andare in basso
http://educazionefisica.freeforumzone.leonardo.it/forum.aspx?c=1
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 6:36 pm

E' POSSIBILE CHE LA CLASSE DOCENTE DORMA IN QUESTO MODO?
CI STANNO TOGLIENDO LA DIGNITA' SENZA ALCUN SCIOPERO NE' CONTESTAZIONE DEGNI DI NOTA????
Tornare in alto Andare in basso
angelaposse



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 21.08.13

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 6:57 pm

Si viene pescati, si cambia ogni tre anni e la continuità didattica dove andrebbe a finire?
Tornare in alto Andare in basso
Forum educazione fisica



Messaggi : 610
Data d'iscrizione : 09.12.11

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 7:06 pm

angelaposse ha scritto:
Si viene pescati, si cambia ogni tre anni e la continuità didattica dove andrebbe a finire?

Secondo me quello è l'ultimo dei problemi.
Tornare in alto Andare in basso
http://educazionefisica.freeforumzone.leonardo.it/forum.aspx?c=1
Laura70



Messaggi : 3232
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 7:33 pm

angelaposse ha scritto:
Si viene pescati, si cambia ogni tre anni e la continuità didattica dove andrebbe a finire?

ma no credo sia questo il problema, neppure nella stessa scuola si garantisce spesso la continuità didattica
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 7:50 pm

Laura70 ha scritto:
angelaposse ha scritto:
Si viene pescati, si cambia ogni tre anni e la continuità didattica dove andrebbe a finire?

ma no credo sia questo il problema, neppure nella stessa scuola si garantisce spesso la continuità didattica

alle scuole primarie sicuramente si. Per i bimbi la maestra è un riferimento (a volte quasi materno)
Tornare in alto Andare in basso
Ottodoro



Messaggi : 223
Data d'iscrizione : 09.02.15

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mar Mar 17, 2015 8:12 pm

sconcertato1 ha scritto:
Laura70 ha scritto:
angelaposse ha scritto:
Si viene pescati, si cambia ogni tre anni e la continuità didattica dove andrebbe a finire?

ma no credo sia questo il problema, neppure nella stessa scuola si garantisce spesso la continuità didattica

alle scuole primarie sicuramente si. Per i bimbi la maestra è un riferimento (a volte quasi materno)

Tu sei una maestra?
Tornare in alto Andare in basso
angelaposse



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 21.08.13

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mer Mar 18, 2015 12:11 pm

Sì, sono una docente di scuola primaria e della continuità educativa e didattica ne è stato fatto sempre un dogma di fede!
Il blocco dei trasferimenti si basa infatti proprio su tale principio.
E ora si stravolge tutto? In nome di quale altro principio?
Allora spostiamo ogni tre anni anche i bambini, a questo punto...
Tornare in alto Andare in basso
angelaposse



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 21.08.13

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mer Mar 18, 2015 12:12 pm

Blocco triennale, quinquennale ecc..
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato1



Messaggi : 389
Data d'iscrizione : 16.10.12

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Mer Mar 18, 2015 11:55 pm

Ottodoro ha scritto:
sconcertato1 ha scritto:
Laura70 ha scritto:
angelaposse ha scritto:
Si viene pescati, si cambia ogni tre anni e la continuità didattica dove andrebbe a finire?

ma no credo sia questo il problema, neppure nella stessa scuola si garantisce spesso la continuità didattica

alle scuole primarie sicuramente si. Per i bimbi la maestra è un riferimento (a volte quasi materno)

Tu sei una maestra?

non sono una maestra ma spero che questo non significhi mettere in discussione quello che ho detto!

Se proprio ci tieni ti dico che ho diverse amiche che sono maestre e conosco abbastanza bene l'ambiente.

A prescindere dalle esperienze dirette riportate nel post precedente anche dalla collega, mi sembra piuttosto banale supporre l'esistenza della continuità didattica nelle scuole primarie visto che parliamo di bimbi.
Tornare in alto Andare in basso
countessolivia



Messaggi : 124
Data d'iscrizione : 28.04.14

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 9:15 am

Chiedo scusa immensamente se scrivo qualcosa che è già stato detto da altri, ma non ho purtroppo il tempo di leggere tutti i commenti. (mi sono fermata a pagina 3... )

Io pongo il problema degli insegnanti che finora sono stati alle paritarie: loro come avranno modo di essere scelti, dato che sono sconosciuti a tutti? Non abbiatevene a male, gli insegnanti delle paritarie sono spesso vittima di pregiudizi, ma la maggior parte di loro non è raccomandata e si fa il c*** a strisce per quanto lavora. Per non parlare dello sfruttamento economico.

La mia domanda riguarda appunto chi non viene scelto: va sull'albo e aspetta? Esempio: mio marito ha sempre lavorato alle paritarie, solo per una questione di convenienza all'inizio (perché stava facendo la SSIS e alla paritaria poteva più facilmente gestire l'orario), e poi per abitudine, ma avrebbe lavorato ogni anno alla statale se avesse voluto (non infierite, ci stiamo rimangiando questa scelta da tempo...).
Lui è sesto in graduatoria, ma non è detto che verrà assunto o sbaglio? Non ho capito bene come funziona la chiamata: se c'è un preside che lo chiama bene, altrimenti finisce nell'albo? Ma se i posti vacanti sono superiori ai docenti iscritti nella provincia, in teoria dovrebbe per forza venire assunto, giusto? Lui insegna Matematica, è su 3 graduatorie, e in teoria dovrebbe esserci abbondante posto per tutti, perché ogni anno le graduatorie si esauriscono alle nomine di inizio anno.

Qui faccio dunque la seconda domanda: nelle regioni in cui i vincitori di concorso sono già stati assunti l'anno scorso, il contingente dei posti sarà dunque coperto al 100% da chi è in GaE? Perché sul DDL non mi pare venga fatto riferimento a questa eventualità, si parla sempre del 50%. Nella mia regione (sempre per le graduatorie in cui è inserito mio marito), non solo hanno assunto i vincitori, ma anche buona parte degli idonei non vincitori, quindi di vincitori veri e propri del concorso non ce ne sono più.
Se mi sbaglio qualcuno sa correggermi? Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 10:21 am

countessolivia ha scritto:
Chiedo scusa immensamente se scrivo qualcosa che è già stato detto da altri, ma non ho purtroppo il tempo di leggere tutti i commenti. (mi sono fermata a pagina 3... )

Io pongo il problema degli insegnanti che finora sono stati alle paritarie: loro come avranno modo di essere scelti, dato che sono sconosciuti a tutti? Non abbiatevene a male, gli insegnanti delle paritarie sono spesso vittima di pregiudizi, ma la maggior parte di loro non è raccomandata e si fa il c*** a strisce per quanto lavora. Per non parlare dello sfruttamento economico.

La mia domanda riguarda appunto chi non viene scelto: va sull'albo e aspetta? Esempio: mio marito ha sempre lavorato alle paritarie, solo per una questione di convenienza all'inizio (perché stava facendo la SSIS e alla paritaria poteva più facilmente gestire l'orario), e poi per abitudine, ma avrebbe lavorato ogni anno alla statale se avesse voluto (non infierite, ci stiamo rimangiando questa scelta da tempo...).
Lui è sesto in graduatoria, ma non è detto che verrà assunto o sbaglio? Non ho capito bene come funziona la chiamata: se c'è un preside che lo chiama bene, altrimenti finisce nell'albo? Ma se i posti vacanti sono superiori ai docenti iscritti nella provincia, in teoria dovrebbe per forza venire assunto, giusto? Lui insegna Matematica, è su 3 graduatorie, e in teoria dovrebbe esserci abbondante posto per tutti, perché ogni anno le graduatorie si esauriscono alle nomine di inizio anno.

Qui faccio dunque la seconda domanda: nelle regioni in cui i vincitori di concorso  sono già stati assunti l'anno scorso, il contingente dei posti sarà dunque coperto al 100% da chi è in GaE? Perché sul DDL non mi pare venga fatto riferimento a questa eventualità, si parla sempre del 50%. Nella mia regione (sempre per le graduatorie in cui è inserito mio marito),  non solo hanno assunto i vincitori, ma anche buona parte degli idonei non vincitori, quindi di vincitori veri e propri del concorso non ce ne sono più.
Se mi sbaglio qualcuno sa correggermi? Grazie.

Alla prima domanda ti rispondo così girandoti un mio precedente intervento.
A me sembra di aver capito che quelli degli albi sono stati già assunti con contratto a tempo indeterminato e perciò percepiranno il relativo stipendio.
Se poi i DS decideranno di non chiamarli, il DDL stabilisce che in caso di loro inerzia procede l'USR, sulla base del fabbisogno che i DS stessi hanno stimato in sede di predisposizione del P.O.F..
Perché è sui numeri del fabbisogno stimato dalle scuole, che i docenti verranno assunti dal MIUR ed iscritti nei relativi albi territoriali.
Dunque credo che nessuno verrà parcheggiato perché appunto in caso di inerzia dei DS procederà, e giustamente, l'URP anche perché sono convinta che difficilmente il Miur pagherebbe gli stipendi a docenti " parcheggiati".

Quanto alla seconda domanda credo che non ti sbagli, poichè avendo già esaurito il contingente della GM, mi pare logico supporre che, per quella c.d.c., assumeranno al 100% da gae.

Spero di esserti stata utile.
Tornare in alto Andare in basso
countessolivia



Messaggi : 124
Data d'iscrizione : 28.04.14

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:02 pm

Francesca4 ha scritto:
countessolivia ha scritto:
Chiedo scusa immensamente se scrivo qualcosa che è già stato detto da altri, ma non ho purtroppo il tempo di leggere tutti i commenti. (mi sono fermata a pagina 3... )

Io pongo il problema degli insegnanti che finora sono stati alle paritarie: loro come avranno modo di essere scelti, dato che sono sconosciuti a tutti? Non abbiatevene a male, gli insegnanti delle paritarie sono spesso vittima di pregiudizi, ma la maggior parte di loro non è raccomandata e si fa il c*** a strisce per quanto lavora. Per non parlare dello sfruttamento economico.

La mia domanda riguarda appunto chi non viene scelto: va sull'albo e aspetta? Esempio: mio marito ha sempre lavorato alle paritarie, solo per una questione di convenienza all'inizio (perché stava facendo la SSIS e alla paritaria poteva più facilmente gestire l'orario), e poi per abitudine, ma avrebbe lavorato ogni anno alla statale se avesse voluto (non infierite, ci stiamo rimangiando questa scelta da tempo...).
Lui è sesto in graduatoria, ma non è detto che verrà assunto o sbaglio? Non ho capito bene come funziona la chiamata: se c'è un preside che lo chiama bene, altrimenti finisce nell'albo? Ma se i posti vacanti sono superiori ai docenti iscritti nella provincia, in teoria dovrebbe per forza venire assunto, giusto? Lui insegna Matematica, è su 3 graduatorie, e in teoria dovrebbe esserci abbondante posto per tutti, perché ogni anno le graduatorie si esauriscono alle nomine di inizio anno.

Qui faccio dunque la seconda domanda: nelle regioni in cui i vincitori di concorso  sono già stati assunti l'anno scorso, il contingente dei posti sarà dunque coperto al 100% da chi è in GaE? Perché sul DDL non mi pare venga fatto riferimento a questa eventualità, si parla sempre del 50%. Nella mia regione (sempre per le graduatorie in cui è inserito mio marito),  non solo hanno assunto i vincitori, ma anche buona parte degli idonei non vincitori, quindi di vincitori veri e propri del concorso non ce ne sono più.
Se mi sbaglio qualcuno sa correggermi? Grazie.

Alla prima domanda ti rispondo così girandoti un mio precedente intervento.
A me sembra di aver capito che quelli degli albi sono stati già assunti con contratto a tempo indeterminato e perciò percepiranno il relativo stipendio.
Se poi i DS decideranno di non chiamarli, il DDL stabilisce che in caso di loro inerzia procede l'USR, sulla base del fabbisogno che i DS stessi hanno stimato in sede di predisposizione del P.O.F..
Perché è sui numeri del fabbisogno stimato dalle scuole, che i docenti verranno assunti dal MIUR ed iscritti nei relativi albi territoriali.
Dunque credo che nessuno verrà parcheggiato perché appunto in caso di inerzia dei DS procederà, e giustamente, l'URP anche perché sono convinta che difficilmente il Miur pagherebbe gli stipendi a docenti " parcheggiati".

Quanto alla seconda domanda credo che non ti sbagli, poichè avendo già esaurito il contingente della GM, mi pare logico supporre che, per quella c.d.c., assumeranno al 100% da gae.

Spero di esserti stata utile.


Ti ringrazio tanto, sei stata davvero gentilissima ed esaustiva.
Ciò che scrivi mi conforta, spero davvero sia così. Purtroppo siamo insegnanti entrambi e io sono in 2 fascia GI, quindi di sicuro io non lavorerò l'anno prossimo, spero davvero che almeno lavori mio marito, sennò con una famiglia sulle spalle è difficile tirare avanti qua.

Ad ogni modo, questo è un mio giudizio personale, mi pare sia davvero poco fattibile che le scuole redigano un documento come il POF con il fabbisogno previsto di docenti entro maggio, non trovate? Almeno per quel che riguarda l'attivazione di tutti quei percorsi accessori previsti da questa legge, come eventuali corsi pomeridiani o cambio di ore delle materie.
Mah, sono veramente perplessa.

Sul discorso più generale del thread del clientelismo vi riporto un'opinione di una mia ex dirigente (tra l'altro eccezionale sotto ogni punto di vista): lei riteneva che l'unica cosa positiva delle paritarie fosse che il dirigente può scegliere il team di lavoro chiamando direttamente gli insegnanti. Lei era quindi favorevole alla chiamata diretta, non per clientelismi, ma perché in questo modo secondo lei il dirigente era in grado di costruire la scuola come voleva, chiamando collaboratori di cui si fidava e che condividevano le sue vedute nonché il suo modo di lavorare. Chiaramente ciò implica, come molti hanno detto, che i docenti però si siano prima fatti conoscere.
Se non fosse stato per il sistema attuale di chiamata per le supplenze chissà se molti di noi avrebbero avuto modo di lavorare e farsi conoscere di conseguenza dai presidi. Per quel che mi riguarda sono sicura che se io fossi in GaE questa dirigente mi chiamerebbe, avendone la possibilità, proprio perché abbiamo lavorato insieme due anni e siamo sulla stessa lunghezza d'onda, ma purtroppo questo non mi riguarda.

In molti casi ci saranno sicuramente i dirigenti che chiamano gli amici e gli amici degli amici, ma vorrei sottoporvi anche il problema contrario, cioè quei dirigenti che non chiameranno mai e poi mai certe "categorie" di docenti e solo per partito preso. Io abito in Veneto e vi assicuro che qui tanti presidi chiamerebbero il più incompetente dei veneti ad insegnare piuttosto che il più preparato e titolato docente che viene dal Sud.

Ahi ahi, tutta questa situazione è davvero desolante...
Tornare in alto Andare in basso
maestrone



Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:06 pm

A me la chiamata diretta non piace. Secondo me, se proprio bisogna mantenere il criterio della selezione della "squadra", sarebbe più utile la "cacciata" diretta (non solo per i nuovi assunti).
Mi spiego meglio: preferirei che il dirigente avesse il potere di costringere i docenti a chiedere trasferimento, in questo modo si potrebbe sanzionare il docente poco perfomante (fannullone non mi piace), ma, nel contempo, niente garantirebbe che il nipote del dirigente possa essere assunto al suo posto. Ovviamente bisognerebbe che il trasferimento coatto fosse ben normato. Per esempio, si potrebbe essere costretti a scegliere tra cinque sedi diverse o finire nel dop. personalmente credo che un dirigente cercherebbe di tenersi gli insegnanti più validi (e purtroppo anche i lecchini) per avere un team docenti all'altezza e risultare così tra le scuole migliori (vedasi aspettative dei genitori) mentre non avendo la possibilità di far arrivare chi gli pare sarebbe disincentivato a chiedere trasferimenti "ad mentula"
Tornare in alto Andare in basso
maestrone



Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:08 pm

A me la chiamata diretta non piace. Secondo me, se proprio bisogna mantenere il criterio della selezione della "squadra", sarebbe più utile la "cacciata" diretta (non solo per i nuovi assunti).
Mi spiego meglio: preferirei che il dirigente avesse il potere di costringere i docenti a chiedere trasferimento, in questo modo si potrebbe sanzionare il docente poco perfomante (fannullone non mi piace), ma, nel contempo, niente garantirebbe che il nipote del dirigente possa essere assunto al suo posto. Ovviamente bisognerebbe che il trasferimento coatto fosse ben normato. Per esempio, si potrebbe essere costretti a scegliere tra cinque sedi diverse o finire nel dop. personalmente credo che un dirigente cercherebbe di tenersi gli insegnanti più validi (e purtroppo anche i lecchini) per avere un team docenti all'altezza e risultare così tra le scuole migliori (vedasi aspettative dei genitori) mentre non avendo la possibilità di far arrivare chi gli pare sarebbe disincentivato a chiedere trasferimenti "ad mentula"
Tornare in alto Andare in basso
 
chiamata diretta del dirigente
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» albo docenti e "chiamata diretta"
» La vita in diretta
» chi e' in attesa della chiamata come me??
» ... E venne chiamata due cuori - Marlo Morgan
» Relazione al dirigente bambino turbolento

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: