Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 chiamata diretta del dirigente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
AutoreMessaggio
leonard



Messaggi : 489
Data d'iscrizione : 12.12.11

MessaggioOggetto: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 12, 2015 8:08 pm

Promemoria primo messaggio :

lo stanno facendo: chiamata diretta del dirigente. quindi solo i lecchini andranno avanti e massimo per 36 mesi

bratti st***** maledetti!!!!!!

noi docenti che possiamo fare? io sono di ruolo, ma cmq preferisco che i supplenti siano presi in base a regole TRASPARENTI. no?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
maestrone



Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:11 pm

Se la mia idea vi piace e avete la possibilità di contattare qualche parlamentare potreste girarla come idea per un emendamento al ddl?
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:13 pm

Se fossi un dirigente,  non mi interesserebbe scegliere chi voglio nella mia scuola ma allontanare chi non voglio. Ad esempio psicopatici che assumono strani comportamenti con gli studenti. Per il resto,  la maggior parte dei docenti,  più o meno,  si equivale. Probabilmente sarei un dirigente inadempiente che si fa mandare i docenti dall'usr, salvo poi, alla fine del triennio,  non rinnovare i pazzi.
Tornare in alto Andare in basso
countessolivia



Messaggi : 124
Data d'iscrizione : 28.04.14

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:14 pm

maestrone ha scritto:
A me la chiamata diretta non piace. Secondo me, se proprio bisogna mantenere il criterio della selezione della "squadra", sarebbe più utile la "cacciata" diretta (non solo per i nuovi assunti).
Mi spiego meglio: preferirei che il dirigente avesse il potere di costringere i docenti a chiedere trasferimento, in questo modo si potrebbe sanzionare il docente poco perfomante (fannullone non mi piace), ma, nel contempo, niente garantirebbe che il nipote del dirigente possa essere assunto al suo posto. Ovviamente bisognerebbe che il trasferimento coatto fosse ben normato. Per esempio, si potrebbe essere costretti a scegliere tra cinque sedi diverse o finire nel dop. personalmente credo che un dirigente cercherebbe di tenersi gli insegnanti più validi (e purtroppo anche i lecchini) per avere un team docenti all'altezza e risultare così tra le scuole migliori (vedasi aspettative dei genitori) mentre non avendo la possibilità di far arrivare chi gli pare sarebbe disincentivato a chiedere trasferimenti "ad mentula"

hai ragione, l'unico inconveniente che vedo in questo è che ad un dirigente ci vorrebbero davvero tanti anni per costruire il suo team, perché ogni anno dovrebbe cambiare finché non trova quello che "gli va bene".
Comunque sì in effetti sarebbe davvero utile per tutti che il ssitema fosse semplicemente più flessibile, quindi facilità di assunzione e facilità di licenziamento, magari sempre con un sistema di graduatorie ma meno rigido.
Però ormai....
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:19 pm

countessolivia ha scritto:

In molti casi ci saranno sicuramente i dirigenti che chiamano gli amici e gli amici degli amici, ma vorrei sottoporvi anche il problema contrario, cioè quei dirigenti che non chiameranno mai e poi mai certe "categorie" di docenti e solo per partito preso. Io abito in Veneto e vi assicuro che qui tanti presidi chiamerebbero il più incompetente dei veneti ad insegnare piuttosto che il più preparato e titolato docente che viene dal Sud.

Ahi ahi, tutta questa situazione è davvero desolante...

Mi ha colpito amaramente questo tuo ultimo passaggio!
Non avevo pensato infatti al razzismo di certi DS, non posso credere che possano arrivare a tanto!
Ma cosa avranno mai insegnato costoro?
Come intenderanno dare una risposta all'integrazione culturale multietnica, nella loro scuola?
Grazie al cielo esistono i controlli sul loro operato, e chi dovesse fare scelte dissennate, come quelle che tu prospetti, ne dovrà rispondere, in ultima analisi, agli organi giurisdizionali, soccombendo nel giudizio in primis attraverso il pagamento di un congruo risarcimento dei danni ed eventualmente anche con la comminazione di censure disciplinari che possono arrivare fino al suo licenziamento!
Tornare in alto Andare in basso
maestrone



Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:21 pm

countessolivia ha scritto:
maestrone ha scritto:
A me la chiamata diretta non piace. Secondo me, se proprio bisogna mantenere il criterio della selezione della "squadra", sarebbe più utile la "cacciata" diretta (non solo per i nuovi assunti).
Mi spiego meglio: preferirei che il dirigente avesse il potere di costringere i docenti a chiedere trasferimento, in questo modo si potrebbe sanzionare il docente poco perfomante (fannullone non mi piace), ma, nel contempo, niente garantirebbe che il nipote del dirigente possa essere assunto al suo posto. Ovviamente bisognerebbe che il trasferimento coatto fosse ben normato. Per esempio, si potrebbe essere costretti a scegliere tra cinque sedi diverse o finire nel dop. personalmente credo che un dirigente cercherebbe di tenersi gli insegnanti più validi (e purtroppo anche i lecchini) per avere un team docenti all'altezza  e risultare così tra le scuole migliori (vedasi aspettative dei genitori) mentre non avendo la possibilità di far arrivare chi gli pare sarebbe disincentivato a chiedere trasferimenti "ad mentula"

hai ragione, l'unico inconveniente che vedo in questo è che ad un dirigente ci vorrebbero davvero tanti anni per costruire il suo team, perché ogni anno dovrebbe cambiare finché non trova quello che "gli va bene".
Comunque sì in effetti sarebbe davvero utile per tutti che il ssitema fosse semplicemente più flessibile, quindi facilità di assunzione e facilità di licenziamento, magari sempre con un sistema di graduatorie ma meno rigido.
Però ormai....
io non intevo licenziamento, bensì allontanamento.
altro vantaggio è che se non voglio cambiare scuola ogni anno mi dovrò dare da fare
Tornare in alto Andare in basso
maestrone



Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:25 pm

Francesca4 ha scritto:
countessolivia ha scritto:

In molti casi ci saranno sicuramente i dirigenti che chiamano gli amici e gli amici degli amici, ma vorrei sottoporvi anche il problema contrario, cioè quei dirigenti che non chiameranno mai e poi mai certe "categorie" di docenti e solo per partito preso. Io abito in Veneto e vi assicuro che qui tanti presidi chiamerebbero il più incompetente dei veneti ad insegnare piuttosto che il più preparato e titolato docente che viene dal Sud.

Ahi ahi, tutta questa situazione è davvero desolante...

Mi ha colpito amaramente questo tuo ultimo passaggio!
Non avevo pensato infatti al razzismo di certi DS, non posso credere che possano arrivare a tanto!
Ma cosa avranno mai insegnato costoro?
Come intenderanno dare una risposta all'integrazione culturale multietnica, nella loro scuola?
Grazie al cielo esistono i controlli sul loro operato, e chi dovesse fare scelte dissennate, come quelle che tu prospetti, ne dovrà rispondere, in ultima analisi, agli organi giurisdizionali, soccombendo nel giudizio in primis attraverso il pagamento di un congruo risarcimento dei danni ed eventualmente anche con la comminazione di censure disciplinari che possono arrivare fino al suo licenziamento!
purtoppo esistono,
ti invito a dimostrare che non ti ho chiamato perchè del sud e non perchè un altro mi ha convinto maggiormente
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:47 pm

Quali controlli sull'operato dei presidi?  Ma in che mondo vivi? Ho visto presidi matti da legare che sono sempre allo stesso posto dal paleozoico.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 12:56 pm

maestrone ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
countessolivia ha scritto:

In molti casi ci saranno sicuramente i dirigenti che chiamano gli amici e gli amici degli amici, ma vorrei sottoporvi anche il problema contrario, cioè quei dirigenti che non chiameranno mai e poi mai certe "categorie" di docenti e solo per partito preso. Io abito in Veneto e vi assicuro che qui tanti presidi chiamerebbero il più incompetente dei veneti ad insegnare piuttosto che il più preparato e titolato docente che viene dal Sud.

Ahi ahi, tutta questa situazione è davvero desolante...

Mi ha colpito amaramente questo tuo ultimo passaggio!
Non avevo pensato infatti al razzismo di certi DS, non posso credere che possano arrivare a tanto!
Ma cosa avranno mai insegnato costoro?
Come intenderanno dare una risposta all'integrazione culturale multietnica, nella loro scuola?
Grazie al cielo esistono i controlli sul loro operato, e chi dovesse fare scelte dissennate, come quelle che tu prospetti, ne dovrà rispondere, in ultima analisi, agli organi giurisdizionali, soccombendo nel giudizio in primis attraverso il pagamento di un congruo risarcimento dei danni ed eventualmente anche con la comminazione di censure disciplinari che possono arrivare fino al suo licenziamento!
purtoppo esistono,
ti invito a dimostrare che non ti ho chiamato perchè del sud e non perchè un altro mi ha convinto maggiormente

Con prove testimoniali ed atteggiamenti concludenti.

Paradossalmente sono i docenti che, facendo fronte comune, dovrebbero attivarsi solidarizzando con il collega discriminato, e ti spiego come.

Sicuramente, questo DS avrà, suo malgrado, insegnanti meridionali già di ruolo nella sua scuola.
Ebbene, è difficile per qualsiasi essere umano nascondere a tutti, ed in ogni circostanza, il proprio pensiero.
Per cui tutti i colleghi avrebbero il dovere, anzi l'obbligo, di testimoniare a favore dei colleghi discriminati,
rispetto al fatto di aver assistito  ad esternazioni o comportamenti di stampo razzista in in qualche specifica circostanza, chiedendo il suo allontanamento.
Se a questo aggiungi che, non è difficile dimostrare,grazie alla trasparenza amministrativa, il fatto che nell'ambito di una rosa di nomi, costui, non scelga mai gli insegnanti meridionali, che, tra l'altro, sono la stragrande maggioranza, abbiamo anche il comportamento concludente.
Ti potrei indicare anche altre vie, sempre legittime, per allontanare personaggi del genere, non dalle loro scuole, ma dalla scuola in generale, ma non voglio approfittare del tuo tempo e  contemporaneamente non voglio scoprire ulteriormente  altre carte che potrebbero essere giocate in dibattimento.
Perciò attenti DS razzisti!
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 1:04 pm

Francesca,  sei un'illusa. Nessuno mai si prenderà la briga di testimoniare,  rischiando anche il proprio posto di lavoro.  Men che meno lo farà per uno sconosciuto,  come l'aspirante docente rifiutato.  Inoltre occorrerebbe che il dirigente avesse espresso pubblicamente le sue idee, fatto improbabile.  E se poi accadesse l'opposto,  ossia che un preside,  per non apparire razzista,  rifiutasse tutti i settentrionali?  Nella mia città c'è un pregiudizio contro i ferraresi. Chi accuserebbe di razzismo un preside che non li vuole nella propria scuola?
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 1:14 pm

chicca70 ha scritto:
Francesca,  sei un'illusa. Nessuno mai si prenderà la briga di testimoniare,  rischiando anche il proprio posto di lavoro.  Men che meno lo farà per uno sconosciuto,  come l'aspirante docente rifiutato.  Inoltre occorrerebbe che il dirigente avesse espresso pubblicamente le sue idee, fatto improbabile.  E se poi accadesse l'opposto,  ossia che un preside,  per non apparire razzista,  rifiutasse tutti i settentrionali?  Nella mia città c'è un pregiudizio contro i ferraresi. Chi accuserebbe di razzismo un preside che non li vuole nella propria scuola?

Se i docenti non difendono con le unghie e con i denti la loro libertà d'insegnamento ed il loro diritto al lavoro, meritano questi DS !!!
Nella vita,  e non nel mondo delle favole, per affermare i propri diritti, bisogna combattere, altrimenti ci si rassegna supinamente all'arbitrio dei prepotenti, che ricordiamolo, se si tollera  un  atteggiamento del genere, potrebbe ritorcersi  anche  verso di noi ( es. voglio la docente bruna invece che bionda, giovane invece che vecchia e... si potrebbe continuare all'infinito)
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 1:34 pm

Francesca4 ha scritto:

Se i docenti non difendono con le unghie e con i denti la loro libertà d'insegnamento ed il loro diritto al lavoro, meritano questi DS !!!
Quindi tagliamo la testa al toro. Nessuna chiamata diretta da parte dei dirigenti. Prevenire è meglio che curare.
A Francè, e svejate.
Tornare in alto Andare in basso
countessolivia



Messaggi : 124
Data d'iscrizione : 28.04.14

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 2:38 pm

Francesca4 ha scritto:
countessolivia ha scritto:

In molti casi ci saranno sicuramente i dirigenti che chiamano gli amici e gli amici degli amici, ma vorrei sottoporvi anche il problema contrario, cioè quei dirigenti che non chiameranno mai e poi mai certe "categorie" di docenti e solo per partito preso. Io abito in Veneto e vi assicuro che qui tanti presidi chiamerebbero il più incompetente dei veneti ad insegnare piuttosto che il più preparato e titolato docente che viene dal Sud.

Ahi ahi, tutta questa situazione è davvero desolante...

Mi ha colpito amaramente questo tuo ultimo passaggio!
Non avevo pensato infatti al razzismo di certi DS, non posso credere che possano arrivare a tanto!
Ma cosa avranno mai insegnato costoro?
Come intenderanno dare una risposta all'integrazione culturale multietnica, nella loro scuola?
Grazie al cielo esistono i controlli sul loro operato, e chi dovesse fare scelte dissennate, come quelle che tu prospetti, ne dovrà rispondere, in ultima analisi, agli organi giurisdizionali, soccombendo nel giudizio in primis attraverso il pagamento di un congruo risarcimento dei danni ed eventualmente anche con la comminazione di censure disciplinari che possono arrivare fino al suo licenziamento!

Ti capisco e condivido davvero (e, da veneta, con profonda vergogna) quello che dici. Purtroppo il fatto è che magari non è neanche il dirigente ad essere di per sè razzista ma sono le famiglie ad esserlo, e ad esigere (o a fare pressioni) per l'insegnante veneto.
Tornare in alto Andare in basso
countessolivia



Messaggi : 124
Data d'iscrizione : 28.04.14

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 2:43 pm

Francesca4 ha scritto:
maestrone ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
countessolivia ha scritto:

In molti casi ci saranno sicuramente i dirigenti che chiamano gli amici e gli amici degli amici, ma vorrei sottoporvi anche il problema contrario, cioè quei dirigenti che non chiameranno mai e poi mai certe "categorie" di docenti e solo per partito preso. Io abito in Veneto e vi assicuro che qui tanti presidi chiamerebbero il più incompetente dei veneti ad insegnare piuttosto che il più preparato e titolato docente che viene dal Sud.

Ahi ahi, tutta questa situazione è davvero desolante...

Mi ha colpito amaramente questo tuo ultimo passaggio!
Non avevo pensato infatti al razzismo di certi DS, non posso credere che possano arrivare a tanto!
Ma cosa avranno mai insegnato costoro?
Come intenderanno dare una risposta all'integrazione culturale multietnica, nella loro scuola?
Grazie al cielo esistono i controlli sul loro operato, e chi dovesse fare scelte dissennate, come quelle che tu prospetti, ne dovrà rispondere, in ultima analisi, agli organi giurisdizionali, soccombendo nel giudizio in primis attraverso il pagamento di un congruo risarcimento dei danni ed eventualmente anche con la comminazione di censure disciplinari che possono arrivare fino al suo licenziamento!
purtoppo esistono,
ti invito a dimostrare che non ti ho chiamato perchè del sud e non perchè un altro mi ha convinto maggiormente

Con prove testimoniali ed atteggiamenti concludenti.

Paradossalmente sono i docenti che, facendo fronte comune, dovrebbero attivarsi solidarizzando con il collega discriminato, e ti spiego come.

Sicuramente, questo DS avrà, suo malgrado, insegnanti meridionali già di ruolo nella sua scuola.
Ebbene, è difficile per qualsiasi essere umano nascondere a tutti, ed in ogni circostanza, il proprio pensiero.
Per cui tutti i colleghi avrebbero il dovere, anzi l'obbligo, di testimoniare a favore dei colleghi discriminati,
rispetto al fatto di aver assistito  ad esternazioni o comportamenti di stampo razzista in in qualche specifica circostanza, chiedendo il suo allontanamento.
Se a questo aggiungi che, non è difficile dimostrare,grazie alla trasparenza amministrativa, il fatto che nell'ambito di una rosa di nomi, costui, non scelga mai gli insegnanti meridionali, che, tra l'altro, sono la stragrande maggioranza, abbiamo anche il comportamento concludente.
Ti potrei indicare anche altre vie, sempre legittime, per allontanare personaggi del genere, non dalle loro scuole, ma dalla scuola in generale, ma non voglio approfittare del tuo tempo e  contemporaneamente non voglio scoprire ulteriormente  altre carte che potrebbero essere giocate in dibattimento.
Perciò attenti DS razzisti!


Ribadisco quello che hos critto prima:
sono le famiglie per prime a non volere gli insegnanti meridionali, te lo assicuro, quindi se il dirigente potrà scegliere tra un docente veento e uno del sud sceglierà quello veneto, te lo assicuro. Questo soprattutto alle elementari, meno per medie e superiori, dove c'è la coda di richieste per l'inserimento nella classe delle maestre venete, mentre nessuno si vuole iscrivere nelle altre classi, dove ci sono le maestre del sud e dove di solito piazzano quindi gli extracomunitari (che sono gli ultimi degli ultimi). Alle elementari c'è proprio un odio generalizzato nei confronti della "maestra terrona" (scusatemi il termine, ma parafraso), prima critica fra tutti quella che "non si capisce niente quando parla".

Quindi mettiti nei panni di un dirigente: chi scegli? Fai contente le famiglie (cioè i tuoi "clienti") o crei malcontento generale?

Io ho lavorato in una paritaria e il primo criterio per gli insegnanti, voluto espressamente dalle famiglie, è che fossero veneti. Alle famiglie non gliene può fregare di meno di quante abilitazioni hai, quanti master, corsi d'aggiornamento o che, l'importante è che tu non sia "teron". Farebbero la stessa identica cosa con gli immigrati, ovviamente, se a loro fosse concesso insegnare.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 2:59 pm

countessolivia ha scritto:

Quindi mettiti nei panni di un dirigente: chi scegli? Fai contente le famiglie (cioè i tuoi "clienti") o crei malcontento generale?

Se le famiglie fanno richieste illegittime ed irricevibili, oltre che moralmente indegne, queste non devono essere accolte.
Punto e basta.
A qualsiasi costo.
E se la scuola entrasse in sofferenza per il numero degli iscritti, il dirigente se ne farebbe una ragione.
Non si possono assecondare atteggiamenti razzisti discriminatori e lesivi della dignità di tutto il corpo docente, anche di chi meridionale non è.
Ripeto, allora si darebbe, oltre che al preside, anche alle famiglie il diritto di scegliere il corpo docente e queste potrebbero scegliere la docente alta al posto di quella bassa, la docente con gli occhi verdi al posto di quella con gli occhi marroni, e cosa ancora più grave, sceglierebbero sicuramente la docente più accondiscendente al posto di quella autorevole, e sarebbe la fine della funzione educativa di tutta la scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 3:01 pm

Purtroppo, sarà quasi impossibile dimostrare una discriminazione da parte del DS.
E' come nel caso di re-integro dal licenziamento discriminatorio, è quasi impossibile provarlo, a meno di grosse ingenuità.
Pertanto... si, i DS sceglieranno anche per simpatia, razza o provenienza geografica.
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 3:03 pm

Francesca4 ha scritto:

Se le famiglie fanno richieste illegittime ed irricevibili, oltre che moralmente indegne, queste non devono essere accolte.
Punto e basta.
A qualsiasi costo.
E se la scuola entrasse in sofferenza per il numero degli iscritti, il dirigente se ne farebbe una ragione.
Non si possono assecondare atteggiamenti razzisti discriminatori e lesivi della dignità di tutto il corpo docente, anche di chi meridionale non è.
Ripeto, allora si darebbe, oltre che al preside, anche alle famiglie il diritto di scegliere il corpo docente e  queste potrebbero scegliere la docente alta al posto di quella bassa, la docente con gli occhi verdi al posto di quella con gli occhi marroni, e cosa ancora più grave, sceglierebbero sicuramente  la docente più accondiscendente al posto di quella autorevole, e sarebbe la fine della funzione educativa di tutta la scuola.

Hai ragione Francesca, ma questo è il risultato di aver trasformato la scuola in una azienda.
L'importante è accontentare la clientela (alias i genitori), costi quel che costi!
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2396
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 3:03 pm

Robert Bruce ha scritto:
Purtroppo, sarà quasi impossibile dimostrare una discriminazione da parte del DS.
E' come nel caso di re-integro dal licenziamento discriminatorio, è quasi impossibile provarlo, a meno di grosse ingenuità.
Pertanto... si, i DS sceglieranno anche per simpatia, razza o provenienza geografica.

??? sono in GaE anche i quadrupedi?
Tornare in alto Andare in basso
countessolivia



Messaggi : 124
Data d'iscrizione : 28.04.14

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 3:11 pm

Francesca4 ha scritto:
countessolivia ha scritto:

Quindi mettiti nei panni di un dirigente: chi scegli? Fai contente le famiglie (cioè i tuoi "clienti") o crei malcontento generale?

Se le famiglie fanno richieste illegittime ed irricevibili, oltre che moralmente indegne, queste non devono essere accolte.
Punto e basta.
A qualsiasi costo.
E se la scuola entrasse in sofferenza per il numero degli iscritti, il dirigente se ne farebbe una ragione.
Non si possono assecondare atteggiamenti razzisti discriminatori e lesivi della dignità di tutto il corpo docente, anche di chi meridionale non è.
Ripeto, allora si darebbe, oltre che al preside, anche alle famiglie il diritto di scegliere il corpo docente e queste potrebbero scegliere la docente alta al posto di quella bassa, la docente con gli occhi verdi al posto di quella con gli occhi marroni, e cosa ancora più grave, sceglierebbero sicuramente la docente più accondiscendente al posto di quella autorevole, e sarebbe la fine della funzione educativa di tutta la scuola.

In linea di principio teorico tu hai perfettamente ragione. Ma nella realtà non si vive per la difesa degli ideali, purtroppo. Se così fosse gli insegnanti non sarebbero così malvisti nella società, ma godrebbero della giusta dignità che meritano.

Il problema è un altro: io dirigente perdo il lavoro se nella mia scuola non ci viene più nessuno, o se il mio lavoro è criticato da parte dell'utenza. La scuola come la intendi tu è un'istituzione che niente e nessuno potrebbe permettersi di criticare, e la scuola italiana non è più così da tanti tanti anni.

In veneto purtroppo gli insegnanti meridionali pagano lo scotto delle generazioni che ci sono state prima di loro, poiché i genitori di adesso sono i ragazzi di 30 anni fa, che avevano 9 insegnanti su 10 meridionali. E tra questi c'era sicuramente quello "bastardo" o quello "nullafacente" (come ci sono tra gli insegnanti veneti), e il problema è che tale "nullafacenza" anzichè essere identificata con la persona in questione, viene identificata con la categoria "insegnante meridionale". Quindi anche se la maggior parte degli insegnanti meridionali erano bravi o comunque accettabili, la gente si ricorda (come è normale) solo delle cose negative, e purtroppo viene fatta l'equazione insegnante meridionale = insegnante cattivo. Per farla breve, le famiglie pensano che se un insegnante veneto è incompetente, lo è perché è lui a non essere preparato, mentre se un insegnante meridionale è incompetente, lo è perché è meridionale.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 3:29 pm

[quote="countessolivia"]
In linea di principio teorico tu hai perfettamente ragione. Ma nella realtà non si vive per la difesa degli ideali, purtroppo. Se così fosse gli insegnanti non sarebbero così malvisti nella società, ma godrebbero della giusta dignità che meritano.


Mi dispiace ma dissento totalmente dalla prima affermazione, però condivido la seconda perché sarebbe diretta conseguenza dell'accettazione acritica della prima.
Per cui non solo tutti  dobbiamo improntare la nostra vita alla difesa di ideali per la affermazione dei quali, ti ricordo, c'è gente che ha sacrificato la propria vita.
Ma non si può trascurare il fatto che i docenti formano gli studenti alla difesa di  valori come la legalità, l'integrazione, unità nazionale.
Senza questi valori, avrei difficoltà a capire cosa insegnare ai miei studenti!
Come farei a spiegare i principi cardine della nostra bella costituzione ?
Sarebbe impossibile!!!
Dovrei dire ai ragazzi che sebbene siano questi i principi della costituzione, loro non si devono mai azzardare a difenderli e meno che mai dovranno improntare la propria esistenza alla legalità, perché il mondo gira in un altra direzione!
Se devo insegnare questo, non voglio insegnare!!!
Tornare in alto Andare in basso
countessolivia



Messaggi : 124
Data d'iscrizione : 28.04.14

MessaggioOggetto: Re: chiamata diretta del dirigente   Gio Mar 19, 2015 4:51 pm

Hai davvero ragione, ma forse mi sono espressa male, poiché condivido tutto ciò che dici. Intendevo solo dire che purtroppo non tutte le persone sono integerrime ed oneste come sarebbe giusto e come noi insegnanti proviamo ad insegnare gli studenti ad essere, e che quindi dobbiamo confrontarci con questa realtà. Ciò non vuol dire rassegnarsi e piegarsi ad essa, semplicemente intendevo dire che in questa situazione bisogna prendere atto di com'è la realtà.
Tornare in alto Andare in basso
 
chiamata diretta del dirigente
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 7 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
 Argomenti simili
-
» albo docenti e "chiamata diretta"
» La vita in diretta
» chi e' in attesa della chiamata come me??
» ... E venne chiamata due cuori - Marlo Morgan
» Relazione al dirigente bambino turbolento

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: