Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 problemi didattici

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
cinzia68



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: problemi didattici   Sab Mar 14, 2015 4:46 pm

Vorrei un vostro parere...insegno lettere in una scuola media: in una delle mie classi (ci tengo a precisare solo in una su tre), ho casi di alunni nullafacenti che ti dicono chiaro e tondo "questo non l'ho fatto, questo non l'ho studiato". Non si degnano neanche di portarmi un qualsiasi lavoro su cartellone o PPT e quando glielo chiedo io per un determinato giorno non si presentano a scuola. Ho chiamato i genitori svariate volte, davanti a te fanno i genitori severi ma l'indomani è tutto sempre uguale. Tenete conto che in classe non ho LIM nè connessione Internet e che non faccio orario pomeridiano. Non so come sbloccare questa situazione. A volte faccio usare i loro telefonini per fare ricerche in Internet ma anche lì lavorano con una superficialità irritante, preferiscono fare la parte dell'idiota che non capisce neanche dove è messo piuttosto che usare il 10% del proprio cervello. L'ultimo caso oggi: data scheda di storia facilitata da 10 gg, non è stata neanche letta, in più a quesiti sull'argomento è stato risposto solo per riempire le righe del foglio (per farvi capire è come se avessi chiesto "Quanti anni hai?" e mi avessero risposto "Oggi piove"!!). Che fare? Strategie, strategie, dice il mio DS, motivazione...ma io non so più che fare. Mi date qualche consiglio? Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Sab Mar 14, 2015 6:48 pm

Questo è il refrain che si sente di più nella scuola di oggi.
Alunni indisponenti, famiglie accondiscendenti verso i figli, DS sudditi delle famiglie e, cosa ancora più grave, colleghi di classe ipocriti.
Nella scuola si è creato un circolo vizioso da cui è difficilissimo venirne fuori.
L'insegnante di fronte a queste situazioni resta da solo a fronteggiare gli stati di emergenza e deve essere in grado di farlo. Questa abilità è diventata una componente primaria della professionalità del docente. Invece se il DS e i colleghi facessero un'unica squardra le cose sicuramente cambierebbero. Ma ci vogliono DS e docenti degni di questo nome, e purtroppo sono pochi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Sab Mar 14, 2015 9:10 pm

Tratta i tuoi alunni per come pensi che siano e non per come credi che dovrebbero essere.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Sab Mar 14, 2015 9:24 pm

Chiama i loro genitori, mostragli il compito che hanno fatto e spiegagli che se a loro sta bene così a te sta bene ancora di più.
Spiegagli che tu sei pagato per quello che gli insegni non per quello che imparano e le due cose sono profondamente diverse.
Tornare in alto Andare in basso
cinzia68



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Mar 15, 2015 7:10 am

"Tratta i tuoi alunni per come pensi che siano e non per come credi che dovrebbero essere".
in che senso "come dovrebbero essere?". I genitori sono stati convocati più di una volta senza risultato. Il mio DS è spesso latitante perchè è un reggente, poi però ti critica per non essere stata in grado di "motivare" gli alunni...mi devo mettere in piedi sulla cattedra a ballare mentre spiego per motivarli? Al di là di tutto non so se sentirmi avvilita per questo stato di cose o inadeguata. Io sono pro bocciatura, ma anche qui non so quanti colleghi mi appoggerebbero, visto che il ds in quel caso ci farebbe tirare fuori non solo le verifiche scritte ma anche il percorso di recupero ideato per gli alunni.Ormai non sono più le conoscenze ma le competenze il cardine di tutto ma, dico io, se manca impegno e volontà di seguire un minimo di attività, se tutto si riduce alla superficialità ("non trovo più il libro, ho perso il quaderno, ho sbagliato a scrivere la pagina o la data dell'esercizio, ieri non avevo connessione, il computer serviva a mio padre..."tra le scuse più gettonate), come ti aiuto a sviluppare le competenze?
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Mar 15, 2015 8:44 am

Nel senso che se sono zappe trattali da zappe e non farti troppi scrupoli
Tornare in alto Andare in basso
pulsar



Messaggi : 221
Data d'iscrizione : 21.07.12

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Mar 15, 2015 9:15 am

Cara Cinzia68,quello che tu hai descritto appartiene anche alla scuola primaria dove insegno;forse la "colpa" parte proprio da noi. La colpa,poi, è sempre degli insegnanti che sono incapaci di estrarre olio dai sassi.Io rispondo di non possedere poteri taumaturgici e che bisognerebbe sottoporre a visita tutti coloro che vogliono sposarsi per certificare l'idoneità a fare il genitore(anche l'insegnante).
La scuola è stata tutto per me,ma ora non vedo l'ora di fuggirmene a gambe levate(anche per quello che si prospetta all'orizzonte).Non mi ci riconosco più.
L'unica cosa che ti posso consigliare è di insistere con le famiglie,ma se fossero state collaborative in passato non si sarebbe giunti allo stato attuale.

Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Mar 15, 2015 9:26 am

Il dietologo deve assegnare la giusta dieta; se il paziente la segue dimagrisce, se non la segue peggio per lui.
Ti risulta che i dietologi si sentano mai in colpa le numerosissime volte in cui i loro pazienti ingrassano sempre più ?
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Mar 15, 2015 12:38 pm

Il vero problema della scuola sono gli insegnanti: 20% lavorano con serietà, danno il massimo e vogliono almeno il minimo dai loro alunni; il 50% è senza infamia e senza lode ovvero tira a campare; il 30% sono pettegoli/e di corridoio, sono le/i peggiori perché cercano di spostare la loro insulsaggine denigrando i colleghi più validi di loro (quelli che fanno parte del 20%).
Attenzione, l'80% degli insegnanti sono donne (riferimento: primaria, secondaria di I grado).
Lo dico sulla base di un'esperienza diretta quarantennale su un campione di almeno 1000 insegnanti.
Infine c'è la categoria degli ipocriti, che è molto numerosa: sono quelli che ti parlano continuamente male degli alunni ma davanti al DS ti lasciano da solo/a perché per loro va tutto bene......
Tornare in alto Andare in basso
Online
pulsar



Messaggi : 221
Data d'iscrizione : 21.07.12

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Mar 15, 2015 3:16 pm

No,Avido,non mi risulta,ma nessuno li accusa di essere incapaci di fare il loro mestire.Nessuno li minaccia o li prende a pugni come è successo a qualcuno di noi.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Dom Mar 15, 2015 4:27 pm

arriva anche l'ultima scema di turno (io) a dire la sua.
L'ho già consigliato altre volte, non so quanto sia servito, a me è servito molto per comprendere alcune dinamiche e qualche spunto sono riuscita a metterlo in pratica davvero.

"studiare bene senza averne voglia" un bel libro, molto serio nonostante il titolo, che apre prospettive diverse per comprendere.

Avendole provate tutte senza risultati forse vale la pena di vedere anche questo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giggi



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 30.09.09

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 1:32 am

Da quel che leggo mi sembra di capire che sono nullafacenti nel senso che non svolgono compiti a casa e non studiano; hai pensato di far fare in classe ciò che vorresti loro facessero a casa? se fuori dalla scuola non si interessano di apprendere, sfrutta quelle ore in cui sono obbligati a stare nella scuola. Anche a me sono capitati alunni che a casa non ne vogliono proprio sapere di studiare (addirittura si dimenticano anche solo di leggere una lettura dal libro di antologia); ho dovuto ovviare facendo fare in classe le attività che avrei voluto facessero a casa come compito, certo si va avanti lentissimamente, ma almeno so che qualcosa la fanno (ovviamente nulla di troppo complicato o fantascientifico, intendo anche solo il leggere insieme, spiegare ad alta voce, cercare il significato delle parole che non si conoscono, provare a fare un riassunto o a rispondere a domande di comprensione che detto in classe e a cui devono rispondere immediatamente ognuno sul suo quaderno, svolgimento in classe di esercizi presenti sul testo e altre attività che mi vengono in mente man mano).
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 6:01 am

giggi, così si costringe una intera classe a stare al ritmo degli scansafatiche, con evidente danno per le competenze.
Tornare in alto Andare in basso
giggi



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 30.09.09

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 3:14 pm

Non è affatto vero: perchè far studiare in classe la storia e la geografia dovrebbe andare a scapito delle competenze? anche i più autonomi possono giovarne, potendo così dedicare lo studio a casa per approfondimenti e ricerche. Il fatto è che troppi docenti danno per scontato che gli alunni delle scuole medie abbiano già acquisito tutti uniformemente le capacità di autonomia nello studio, ma non è così e i più "capaci" lo sarebbero indipendentemente dalla bravura o meno del docente. Dedicare le ore di didattica in classe a lettura del testo, selezione delle informazioni da ricordare e imparare, costruzione mappe concettuali o risposte a domande di comprensione, svolgimento esercizi ecc perchè dovrebbe andare a discapito delle competenze? Io anzi vedo fin troppo spesso esercizi ben fatti a casa e "pappardella" imparata a memoria dietro la guida di adulti (genitori? professori del doposcuola?) che piuttosto che creare delle vere competenze, mi appaiono solo aumentare il numero dei palloncini gonfiati... I miracoli non si possono fare, quindi gli scansafatiche non diventeranno dei lavoratori zelanti, ma nemmeno provarci a guidarli, nemmeno far vedere che da questa parte ci si è messo tutto l'impegno a far loro salire quei gradini, ecco io non me la sono mai sentita.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 3:53 pm

ufo polemico ha scritto:
giggi, così si costringe una intera classe a stare al ritmo degli scansafatiche, con evidente danno per le competenze.
E' una scuola dell'obbligo, e va bene. Ma quando un docente ha davanti a sé 25 alunni non può certamente portare avanti 25 programmazioni e metodi diversi (fatti salvi gli alunni con difficoltà certificate). Allora come deve calibrare il suo insegnamento? In alto, per i più bravi? In basso, per i più deficitari? In medio stat virtus!
Ma questi bambini cresciuti e coccolati da mamma e papà, e con l'ultimo smartphone tra le mani, quando incominciamo a responsabilizzarli un poco, mai?
Tornare in alto Andare in basso
Online
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 4:11 pm

I veri secchioni sono un paio a classe, gli unici che farebbero gli approfondimenti a casa; il resto della classe, per semplificare, si divide in un 60% di medi, di rendimento vario ma sempre almeno sufficiente, e in un 40% di alunni deboli, alcuni BES o DSA con i loro bravi PDP, gli altri semplicemente sfaticati o demotivati. Costringere il 70% degli alunni a fare metà del programma per stare al passo del 30% mi sembra illogico: avremo alla fine del ciclo 7 persone su 10 che hanno imparato la metà di quanto avrebbero potuto.


Ultima modifica di ufo polemico il Lun Mar 16, 2015 6:36 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
sardigna



Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 4:18 pm

Io in una classe ne ho 24, meno di una decina seguono, hanno qualche difficoltà che capisco ma il resto della classe non fa altro che disturbare, solo che..Mi sono rotto e chi disturba va subito alla lavagna e quasi sempre prende uno. Non si spaventano tanto nelle altre materie vanno bene. Ci credete?
Tornare in alto Andare in basso
sardigna



Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 4:43 pm

Condivido ufo, alla fine mi tengo i 10. Tanto nelle altre materie sono bravissimi! Nell'inglese a crocette!
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 4:59 pm

Quando si parla di problemi didattici il guaio è che allo stesso dibattito partecipazno insegnanti dell'infanzia e docenti di scuola di II grado. Forse è appena il caso di specificare almeno in che tipo di scuola si insegna.
Tornare in alto Andare in basso
Online
sardigna



Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 5:11 pm

Che differenza fa?
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 5:12 pm

sardigna ha scritto:
Che differenza fa?
Una differenza enorme.
Tornare in alto Andare in basso
Online
sardigna



Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 5:23 pm

io dividerei in tre: infanzia, primaria e superiori. Anche se, per questo ho fatto la domanda, insegnando alle superiori, noto che gli studenti mandati a spintoni dagli ordini inferiori vanno sempre peggio perchè hanno avuto tutto facile. Qualcuno dice che non bisogna lasciare indietro nessuno ma sono quelli che stanno indietro che ritengono conveniente stare là. Forse è il caso di valorizzare le eccellenze perchè sono sempre loro che ci rimettono.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 5:52 pm

Chi dice "non lasciare indietro nessuno" dice: insegnare tutto a tutti.
Chi sente dire "non lasciare indietro nessuno" lo traduce (e lo attua) con: promuovere tutti.

Il risultato è che chi non merita di essere promosso lo è, prosegue senza avere le basi e non impara più nulla.
Se fossero stati bocciati per tempo qualcuno si sarebbe salvato (con un anno di ritardo).

Che spreco !
Tornare in alto Andare in basso
sardigna



Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 7:35 pm

vero caro avido, io ho dei figli che mi fanno notare:"tanto poi promuovete tutti".
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: problemi didattici   Lun Mar 16, 2015 8:03 pm

Infatti sono i docenti che promuovono, specialmente quei docenti che fanno poco o nulla.......così si salvano il fondoschiena.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
problemi didattici
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Problemi con la mia amica
» problemi con la sorella
» Problemi con smalto semipermanente Layla
» Iniziano i primi problemi della gravidanza gemellare!!!!
» problemi con cerazette

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: