Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 7:11 pm

IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !

http://unicobaslodi.blogspot.it/2015/03/il-presidente-sergio-mattarella-non.html

Il Presidente Mattarella si candida ad essere l’alleato numero uno dei docenti precari che in questi giorni si battono per tutelare i diritti alla stabilizzazione. Una notizia in qualche modo preannunciata dal ritardo di calendarizzazione del Ddl scuola, che dal 23 marzo non ha ancora una data certa di discussione in aula, viene alimentata dai rumuors circolanti nei corridoi di Montecitorio che vorrebbero il presidente restio a firmare il provvedimento. Al momento non si hanno notizie certe su quando inizierà l’iter parlamentare mentre sull’attività delle camere incombono le festività pasquali. Il rischio che salti tutto aumenta di giorno in giorno.

Il parere del capo di Stato

Sappiamo che Mattarella, in qualità di Presidente della Repubblica, deve esprimere il suo parere apponendo la firma nel caso in cui un autorevole organo faccia emergere dubbi di costituzionalità. Questo viene espressamente statuito dall’articolo 87 della nostra Costituzione, precisamente al titolo II “Il presidente della Repubblica”, dove testualmente è scritto “Autorizza la presentazione alle Camere dei disegni di legge di iniziativa del Governo.” La reprimenda di Imposimato giunta a inizio settimana, con la richiesta al capo dello Stato di fare le opportune verifiche, si ritiene sia stata la causa del rifiuto di cui si vocifera. Il fatto clamoroso è dunque rappresentato dal fatto che il presidente si rifiuta di firmare questo decreto.

Niente firma del ddl

Non si conoscono al momento ulteriori dettagli sui motivi. Non è dato di sapere se il rifiuto è motivato dal passo in cui si affida ai dirigenti scolastici il potere di nomina dei docenti o se sia l’intero corpus del Ddl a suscitare i dubbi di costituzionalità. La cosa certa è che il fatto era stato pubblicato su facebook non più tardi di ieri sera dall’on. Enza Blundo. Questa mattina la conferma fresca fresca che arriva da parte di Silvia Chimienti. E intanto sul Miur piovono condanne di risarcimento come se piovesse, notizia taciuta dai più importanti media così come le sentenze di stabilizzazione che i vari tribunali nazionali stanno decretando in favore dei precari. Altri 18 di loro sono stati risarciti con un conto totale per Viale Trastevere di 350 mila euro.
Tornare in alto Andare in basso
catiusciagr



Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 7:30 pm

http://www.orizzontescuola.it/news/ddl-riforma-ancora-al-quirinale-listruttoriam-parlamento-forse-marted
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2396
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 7:51 pm

Quindi... Mattarella ha (avrebbe) letto attentamente il testo del DDL e fra alcuni giorni verrà presentato alla Camera.
Sapremo subito se, in questo passaggio dal Presidente della Repubblica al Parlamento, saranno state apportate delle prime modifiche alla bozza?
Anzi chiedo ai più esperti in materia: sono già possibili modifiche per intervento di Mattarella?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 8:01 pm

Le commissioni sono lì per accettare o per modificare il DDL, certo che un parere di Mattarella porterebbe immediatamente qualche ritocco, anche dopo la presentazione.

Non mi farei troppe illusioni sull'incostituzionalità; tra le molte novità del DDL ci sono certamente alcuni tratti incostituzionali, primo tra tutti la questione dei "non più di 36 mesi"; alcune però sono legittime scelte politiche, che io aborrisco, ma che sono lecite.

Gli albi territoriali, il pomo della discordia, non hanno nulla di incostituzionale; la chiamata diretta lo sarebbe, ma non c'è; il pescaggio dagli albi non è incostituzionale, è solo pericoloso nel caso di presidi indecenti.

Mattarella non casserà il DDL, al massimo lo farà ritoccare qua e la.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 8:10 pm

E forse, una volta modificati alcuni articoli (come già pianificato), si passerà dalla discussione al voto di fiducia. Alla "hurry up" (per chi purtroppo non ha una laurea in lingue significa "sbrigati").
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 8:28 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Le commissioni sono lì per accettare o per modificare il DDL, certo che un parere di Mattarella porterebbe immediatamente qualche ritocco, anche dopo la presentazione.

Non mi farei troppe illusioni sull'incostituzionalità; tra le molte novità del DDL ci sono certamente alcuni tratti incostituzionali, primo tra tutti la questione dei "non più di 36 mesi"; alcune però sono legittime scelte politiche, che io aborrisco, ma che sono lecite.

Gli albi territoriali, il pomo della discordia, non hanno nulla di incostituzionale; la chiamata diretta lo sarebbe, ma non c'è; il pescaggio dagli albi non è incostituzionale, è solo pericoloso nel caso di presidi indecenti.

Mattarella non casserà il DDL, al massimo lo farà ritoccare qua e la.

Gilda. Un mostro giuridico chiamato “#labuonascuola”

http://www.orizzontescuola.it/news/gilda-mostro-giuridico-chiamato-labuonascuola

Forse qualcuno è ancora abbagliato dalla campagna mediatica che il Governo ha messo in campo senza risparmio di mezzi. Gli insegnanti italiani no.

Hanno compreso da subito che “La Buona Scuola” proponeva loro in modo ricattatorio uno scambio insensato e per ciò stesso allarmante: stabilizzazione dei precari (incombeva la pronuncia della Corte Europea), ma senza oneri aggiuntivi per la finanza pubblica e soprattutto con la contropartita della fine del ruolo istituzionale della scuola pubblica statale e della funzione docente prevista dal dettato costituzionale.

Oggi il Governo chiede a tutti i Parlamentari di essere corresponsabili di norme che, se non fossero fermate, decreterebbero la morte della scuola pubblica statale prevista dalla Costituzione; ma non solo: darebbero un colpo gravissimo alla libertà ed alla democrazia, esautorando innanzi tutto il Parlamento, cui viene sottratto il potere di dibattere e legiferare sull’istruzione pubblica rispettando i normali passaggi procedurali, potere sottratto anche attraverso deroghe volte a velocizzare su materie che in verità non rivestono carattere d’urgenza; azzerando il ruolo dei sindacati; liquidando il valore del contratto collettivo di lavoro; ignorando il ruolo del Consiglio Superiore della P.I. e rottamando un’intera stagione di cultura democratica nella scuola; in ultimo, ma non da ultimo, cancellando con un colpo di spugna la libertà d’insegnamento prevista dai Padri Costituzionali.

Tutto in un sol colpo, attraverso il Disegno di Legge “La Buona Scuola” che non esitiamo a definire un “mostro giuridico”.

*****

Il testo del DDL ‘La buona scuola’ infatti appare come un ‘mostro giuridico’ da tanti punti di vista; ecco i più sovversivi e dirompenti sul piano costituzionale:

1 - Il rafforzamento della funzione del Dirigente Scolastico - previsto in via generale fin dall’art.2 comma 1 e poi dall’art.7 nell’ambito delle operazioni di mobilità del personale - scardina il principio dell’imparzialità della pubblica amministrazione previsto dall’art. 97 della Costituzione (consistente nell’obbligo della parità di trattamento nei confronti degli amministrati) rimettendo sostanzialmente alla volontà di un singolo la decisione dei criteri per la stipula degli incarichi contrattuali di durata triennale, nonché di quelli previsti per il loro mancato rinnovo.

Tra settore privato e settore pubblico esiste infatti una sostanziale differenza: essa consiste nella doverosa applicazione, nel settore pubblico, dei principi contenuti nell’art. 97 della Costituzione.

2 - Un dirigente scolastico che con #labuonascuola diviene responsabile anche delle scelte didattiche e formative, come si afferma nell’art.7 comma 1, diventa gerarchicamente sovraordinato ai docenti anche nel campo didattico, in aperta violazione dell’art. 33 comma 1 della Costituzione, che tutela la libertà d’insegnamento.

3 – L’organico funzionale delle scuole – la cui previsione il DDL affida al dirigente scolastico - può tranquillamente realizzarsi non rinunziando alle competenza degli organi amministrativi sovraordinati al dirigente scolastico, e sulla base di parametri obiettivi che garantiscano il principio di imparzialità. La conferma di quanto affermiamo la troviamo nell’art. 24 comma 1 del DDL cha abroga l’art. 50 del decreto-legge n.5 del 2012. In sostanza viene incomprensibilmente abrogato l’articolo che prevedeva l’organico funzionale previsto dal Governo Monti e che consentiva già un aumento degli organici - ma non gestiti dai singoli dirigenti - nel rispetto delle norme costituzionali e dei diritti dei docenti; il mantenimento della norma del Governo Monti consentirebbe molto più facilmente l’assunzione di un numero di docenti superiore al numero di quelli previsti per i posti vacanti e disponibili già in pianta organica.

Collegare l’organico funzionale all’aumentato potere dei dirigenti è quindi un ricatto ed una mistificazione.

4 - L’art. 16 - che introduce lo school-bonus - programma già entrate fiscali minori per 62,4 milioni di euro per il periodo 2016/2020, importi che potrebbero essere tranquillamente investiti dallo Stato nella scuola pubblica statale, piuttosto che dirottarli verso privati investitori; qualora i privati benefattori decidessero poi di finanziare le scuole private anche se paritarie lo school-bonus creerebbe addirittura un evidente onere a carico dello Stato, in violazione dell’art.33 comma 3 della Costituzione.

5 - L’art. 17 prevede la detraibilità per le rette scolastiche; l’apposita scheda tecnica del MIUR calcola minori entrate per 116,20 milioni di euro per il 2016 e di 66,40 milioni di euro per il 2017. Ancora una volta si tratta di soldi pubblici che finiscono nelle tasche dei privati, invece di essere investiti nella scuola pubblica statale. Occorre evidenziare che si tratta di risorse aggiuntive rispetto ai circa 500 milioni di euro che lo Stato destina annualmente al finanziamento delle scuole paritarie. Anche questo è un esempio di violazione dell’art.33 comma 3 della Costituzione perché si traduce in un ulteriore onere per lo Stato a vantaggio delle scuole private anche se paritarie.

6 - L’art. 21 contiene ben 14 deleghe pressoché in bianco, su 14 argomenti diversi, che di fatto esautorano il Parlamento dalla sua funzione legislativa sulla scuola come già è accaduto nel 2008 con la riforma della scuola superiore all’epoca del Governo Berlusconi, che ha portato alla sottrazione di 8 miliardi di euro in tre anni. L’ampiezza e la vaghezza della deleghe consentirebbe al Governo Renzi di radere al suolo la scuola pubblica statale nei 18 mesi successivi. Occorre evidenziare a tale riguardo che l’art.23 del disegno di legge prevede testualmente: “I regolamenti, i decreti e gli atti attuativi della presente legge sono adottati in assenza del parere dell’organo collegiale consultivo nazionale della scuola” ( si tratta del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, che si deve eleggere in fretta e furia perché il governo è stato condannato dal Consiglio di Stato per avere abolito senza motivo la funzione del precedente CNPI).

7 - In tale contesto appare provocatoria l'introduzione del voucher di 500 € annui (art.10) per l'acquisto di materiali inerenti la formazione e l'aggiornamento dei docenti con un costo di più di 381 milioni di euro annui, pari di fatto ad uno scatto di anzianità. Meglio sarebbe stato prevedere effettivi aumenti stipendiali e il riconoscimento di specifiche deduzioni fiscali per spese di autoaggiornamento e professionali.

8 - L’art.22 prevede, entro sei mesi dall’approvazione del disegno di legge, l’avvio delle procedure per il contratto scuola e per il contratto dei dirigenti; tra gli indirizzi della futura contrattazione sono già previste le modifiche innovative necessarie per garantire coerenza giuridica, logica e sistematica e l’abrogazione esplicita di ogni disposizione contrattuale precedente. In sostanza l’approvazione del disegno di legge equivale alla fine della contrattazione che dovrà semplicemente adeguarsi alla presa d’atto del nuovo modello autoritario di scuola e limitarsi a ratificare disposizioni contrattuali attuative e coerenti. Per dignità sarebbe meglio a quel punto abolire la contrattazione. Altro che mantenimento degli scatti… non c’è in realtà alcuna norma nel testo che ne garantisca il mantenimento, semplicemente non se ne parla.

9 – A questo punto, chi nutre ancora qualche dubbio circa i reali propositi democratici del Governo legga l’art. 24 comma 3 che testualmente recita in modo rassicurante: “Le norme della presente legge sono inderogabili e, a decorrere dalla data di entrata in vigore, le norme contenute nei contratti collettivi, contrastanti con quanto previsto dalla presente legge, sono inefficaci”.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 8:29 pm

Ma che senso ha riportare continuamente articoli pubblicati in homepage che tutti posso leggere impallando le pagine del forum?
Pensi forse che gli utenti non sappiano cliccare sui link del nostro amato sito? o_O
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 8:33 pm

il comunicato gilda è una opportuna risposta alle affermazioni di avifodiinformazioni .. tanto più che lui è avido di informazioni.. tu puoi anche non leggerlo se lo hai già letto anche se rileggere è consigliato anche agli studenti per una migliore comprensione del testo...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 8:36 pm

gugu ha scritto:
E forse, una volta modificati alcuni articoli (come già pianificato), si passerà dalla discussione al voto di fiducia. Alla "hurry up" (per chi purtroppo non ha una laurea in lingue significa "sbrigati").
Il voto di fiducia dovrebbe essere usato solo per situazioni che siano strettamente legate alla politica globale del governo; porlo significa dire: "io non posso continuare a governare se non a queste condizioni, quindi o le accettate o vi scegliete un altro governo".

L'ordinamento scolastico, che non ha ricadute immediate sulla competitività del paese, ma nella migliore delle ipotesi, ritardate di 3, 5, 10 anni, ha senso che sia oggetto di fiducia ?

Non credo che si arriverà a tanto.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 8:51 pm

mirco81 ha scritto:
il comunicato gilda è una opportuna risposta alle affermazioni di avifodiinformazioni .. tanto più che lui è avido di informazioni.. tu puoi anche non leggerlo se lo hai già letto anche se rileggere è consigliato anche agli studenti per una migliore comprensione del testo...
Il comunicato individua molti punti interessanti da discutere, diversi dei quali mi trovano concorde, ma l'eccezione di costituzionalità è altra cosa.

Il punto più caldo e più a dubbio di costituzionalità potrebbe essere il punto

"2 - Un dirigente scolastico che con #labuonascuola diviene responsabile anche delle scelte didattiche e formative, come si afferma nell’art.7 comma 1, diventa gerarchicamente sovraordinato ai docenti anche nel campo didattico, in aperta violazione dell’art. 33 comma 1 della Costituzione, che tutela la libertà d’insegnamento."

Io non ci andrei così pesante: il docente rimane libero di esercitare la sua didattica .... da qualche parte; perde la libertà di esercitarla per oltre un triennio lì dove c'è il dirigente "arpia".

Siamo sicuri che la costituzione assegni al docente la libertà di imporre la sua didattica a prescindere da ogni altra considerazione ? O più semplicemente tutela il docente da un obbligo a cambiare didattica ?

La ritorsione "ti sposti da quì e vai a finire 50 km più in la" non credo si possa configurare come un obbligo a cambiare didattica; diverso sarebbe se fosse minacciato di licenziamento.

Poi diciamola tutta, un buon docente, incompreso da un pessimo dirigente, probabilmente troverà chi lo apprezza nel raggio di 10 km; a 50 km di distanza è probabile che ci finisca il vero docente incapace, quello che non merita di essere difeso.
Ce ne sono pochi, ma qualcuno c'è; io no conosco un paio e conosco solo un centinaio di colleghi.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 8:56 pm

avidodinformazioni ha scritto:
gugu ha scritto:
E forse, una volta modificati alcuni articoli (come già pianificato), si passerà dalla discussione al voto di fiducia. Alla "hurry up" (per chi purtroppo non ha una laurea in lingue significa "sbrigati").
Il voto di fiducia dovrebbe essere usato solo per situazioni che siano strettamente legate alla politica globale del governo; porlo significa dire: "io non posso continuare a governare se non a queste condizioni, quindi o le accettate o vi scegliete un altro governo".

L'ordinamento scolastico, che non ha ricadute immediate sulla competitività del paese, ma nella migliore delle ipotesi, ritardate di 3, 5, 10 anni, ha senso che sia oggetto di fiducia ?

Non credo che si arriverà a tanto.

Credo, invece, che Renzi, messo alle strette, non esiterà a decretare d'urgenza a costo di chiedere sul provvedimento anche il voto di fiducia.
Infatti non fa che ripetere in continuazione che la riforma della scuola sia uno degli obiettivi primari ed irrinunciabili di questo governo.
E se alle parole seguiranno i fatti, come nel caso del jobs act, sono piuttosto fiduciosa che la riforma, non necessariamente coincidente in tutto e per tutto con questa, passi.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 9:00 pm

Francesca4 ha scritto:
Credo, invece, che Renzi, messo alle strette, non esiterà a decretare d'urgenza a costo di chiedere sul provvedimento anche il voto di fiducia.
Infatti non fa che ripetere in continuazione che la riforma della scuola sia uno degli obiettivi primari ed irrinunciabili di questo governo.
Obiettivi primari ed irrinunciabili si, urgenti no.

La decretazione d'urgenza è possibile, riguarderebbe una bella fetta di assunzioni, la fiducia al DDL è tutta un'altra cosa.

Non confondere un nuovo decreto legge con l'attuale disegno di legge.

Poi mi pare che la linea sia chiara: non ha fatto il DL per coinvolgere (anche solo per finta) il parlamento; imporre la fiducia che coinvolgimento sarebbe ?
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 9:04 pm

la riforma potrebbe passare solo se stralciassero completamente il punto che riguarda la chiamata diretta dei presidi se non vogliono fare un harakiri politico e inimicarsi definitivamente tutto l' enorme bacino elettorale del mondo della scuola che in maniera plebiscitaria si schiera indignato verso tale proposta.

e aggiungo che non è solo il mondo della scuola contrario a questo sistema proposto ma anche alti organi istituzionali , il mondo intellettuale perfino associazioni di genitori.. se vuoi ti riporto i link.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 9:14 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
Credo, invece, che Renzi, messo alle strette, non esiterà a decretare d'urgenza a costo di chiedere sul provvedimento anche il voto di fiducia.
Infatti non fa che ripetere in continuazione che la riforma della scuola sia uno degli obiettivi primari ed irrinunciabili di questo governo.
Obiettivi primari ed irrinunciabili si, urgenti no.

La decretazione d'urgenza è possibile, riguarderebbe una bella fetta di assunzioni, la fiducia al DDL è tutta un'altra cosa.

Non confondere un nuovo decreto legge con l'attuale disegno di legge.

Poi mi pare che la linea sia chiara: non ha fatto il DL per coinvolgere (anche solo per finta) il parlamento; imporre la fiducia che coinvolgimento sarebbe ?

Ricordo sommessamente che è stato detto da Faraone, in una recente intervista, che, eventualmente, nel caso in cui i tempi si dilatassero eccessivamente, abbiano già previsto di trasfondere il contenuto del DDL in un DL facendo intendere, in ultima istanza, anche la possibilità di ricorrere alla fiducia.
Che poi le affermazioni di Faraone siano o meno attendibili, questo lo lascio valutare a voi!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 9:21 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Il voto di fiducia dovrebbe essere usato solo per situazioni che siano strettamente legate alla politica globale del governo; porlo significa dire: "io non posso continuare a governare se non a queste condizioni, quindi o le accettate o vi scegliete un altro governo".

Negli ultimi 10 o 20 anni è stato usato esattamente al contrario, ossia come arma di ricatto da parte del governo contro il parlamento e contro le varie forze politiche: "se non approvate quello che voglio io, faccio cadere il governo, e quindi tutti gli amici vostri che adesso se ne stanno belli caldi in qualche poltrona di ministro o di sottosegretario se ne restano col sedere per terra... senza contare che un nuovo governo potrebbe anche non riuscire a formarsi e potrebbe rendersi necessario il tornare a votare, e quindi parecchi di voi se ne andrebbero direttamente a casa".

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 9:42 pm

mirco81 ha scritto:
la riforma potrebbe passare solo se stralciassero completamente il punto che riguarda la chiamata diretta dei presidi se non vogliono fare un harakiri politico e inimicarsi definitivamente tutto l' enorme bacino elettorale del mondo della scuola che in maniera plebiscitaria si schiera indignato verso tale proposta.

e aggiungo che non è solo il mondo della scuola contrario a questo sistema proposto ma anche alti organi  istituzionali , il mondo intellettuale perfino associazioni di genitori.. se vuoi ti riporto  i link.
Si, avevo letto anch'io qualcosa sui genitori ed anche su un'associazione di presidi.
Ma il fatto che qualche associazione sia contro non significa che lo siano tutte; purtroppo sono di più le associazioni che sono a favore.

Anche alcuni insegnanti sono a favore.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 9:49 pm

e quali sarebbero queste associazioni a favore ? a parte l' anp dei presidi...

:-) mi fai ridere...

il 3% d' insegnanti a favore sono "magicamente" tutti su questo forum :-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 10:08 pm

mirco81 ha scritto:
e quali sarebbero queste associazioni a favore ? a parte l' anp dei presidi...

:-) mi fai ridere...

il 3% d' insegnanti a favore sono "magicamente" tutti su questo forum :-)
Non mi far fare lunghe e scontate ricerche su internet; accontentati di questo:
http://www.orizzontescuola.it/news/andis-motivare-insegnanti-innalzare-stipendi-facilitare-laccesso-allinsegnamento-perdiamo-intel

http://www.disal.it/objects/Pagina.asp?ID=20795&Titolo=La%20prime%20valutazioni%20di%20DiSAL%20sul%20DdL%20Buona%20scuola
Tornare in alto Andare in basso
michetta



Messaggi : 3889
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 10:08 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mirco81 ha scritto:
la riforma potrebbe passare solo se stralciassero completamente il punto che riguarda la chiamata diretta dei presidi se non vogliono fare un harakiri politico e inimicarsi definitivamente tutto l' enorme bacino elettorale del mondo della scuola che in maniera plebiscitaria si schiera indignato verso tale proposta.

e aggiungo che non è solo il mondo della scuola contrario a questo sistema proposto ma anche alti organi  istituzionali , il mondo intellettuale perfino associazioni di genitori.. se vuoi ti riporto  i link.
Si, avevo letto anch'io qualcosa sui genitori ed anche su un'associazione di presidi.
Ma il fatto che qualche associazione sia contro non significa che lo siano tutte; purtroppo sono di più le associazioni che sono a favore.

Anche alcuni insegnanti sono a favore.

Ecco, appunto. Alcuni.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 10:11 pm

Me è ovvio, pochi, pochissimi; ma se esistono insegnanti a favore non vuoi che esistano un'infinità di presidi, genitori e "senza arte ne parte" che lo siano ?

Purtroppo siamo in minoranza; e questo non significa che siamo in errore.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 10:23 pm

avidodinformazioni ha scritto:
mirco81 ha scritto:
e quali sarebbero queste associazioni a favore ? a parte l' anp dei presidi...

:-) mi fai ridere...

il 3% d' insegnanti a favore sono "magicamente" tutti su questo forum :-)
Non mi far fare lunghe e scontate ricerche su internet; accontentati di questo:
http://www.orizzontescuola.it/news/andis-motivare-insegnanti-innalzare-stipendi-facilitare-laccesso-allinsegnamento-perdiamo-intel

http://www.disal.it/objects/Pagina.asp?ID=20795&Titolo=La%20prime%20valutazioni%20di%20DiSAL%20sul%20DdL%20Buona%20scuola


hahahah ma sei veramente fantastico hai linkato due associazioni di presidi favorevoli alla riforma che aumenta i poteri ai presidi! ma tu guarda....

e a parte queste ne esistono altre che non siano associazioni di presidi?? :-)
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 10:28 pm

dai comunque non ti avvilire , anche se siete in minoranza, siete tutti su questo forum... "magicamente"... non sei contento??
Tornare in alto Andare in basso
michetta



Messaggi : 3889
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 10:32 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Me è ovvio, pochi, pochissimi; ma se esistono insegnanti a favore non vuoi che esistano un'infinità di presidi, genitori e "senza arte ne parte" che lo siano ?

Purtroppo siamo in minoranza; e questo non significa che siamo in errore.

no, certo: pochi, ma buoni
Tornare in alto Andare in basso
Online
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !   Ven Mar 27, 2015 10:51 pm

si siete i migliori.. voi si che avete a cuore le sorti della scuola e della società!!
Tornare in alto Andare in basso
 
IL Presidente Mattarella non firma il DDL della VERGOGNA !
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» La settimana della passione (parlamentare)
» Armonia della Perfezione
» non so trovare un titolo a questo capitolo della mia vita

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: