Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Le pere e le mele

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Paolo Tuguri



Messaggi : 204
Data d'iscrizione : 27.03.15

MessaggioOggetto: Le pere e le mele   Mar Mar 31, 2015 5:27 pm

Promemoria primo messaggio :

Una cosa l'ho imparata frequentando questo forum: per distinguere le pere dalle mele non basta essere fruttivendoli.

Lancio un appello a discutere sugli effetti della possibile riforma a prescindere dalla propria

professione, posizione contrattuale, abilitazione, graduatoria  di riferimento, punteggio ,104, analisi del sangue, situazione di congiunti o disgiunti.

Amerei parlare di Scuola con dei competenti che alla Scuola tengono davvero.

So che sono molti ed a loro mi appello.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Paolo Tuguri



Messaggi : 204
Data d'iscrizione : 27.03.15

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 5:06 pm

MMM ha scritto:
Paolo Tuguri ha scritto:
Ma quando mai? Dove starebbe scritto tutto ciò? Il ds offre e conferma o meno incarichi. Non assume, licenzia o trasferisce nessuno.

Nei fatti, tolto il licenzia, così sarà.

Di diritto, in base a questo ddl, non può essere così. Se nei fatti sarà diversamente, si ricorrerà alle autorità competenti.


Paolo Tuguri ha scritto:
I criteri non sono né interni né esterni all'istituto. Sono i criteri del ds, in base a cui opera la sua scelta e di cui risponde personalmente sulla base dei risultati che riesce ad ottenere.

Chi controlla i risultati?  Come, se non ci sono criteri?

Ecco i criteri per la valutazione dell'operato dei ds - buona lettura:

Paolo Tuguri ha scritto:
Continui a dare per scontato che il ds sia chiamato a valutare le competenze dei docenti, ma non è affatto così! Al ds è data facoltà di scegliere di offrire un incarico ad un certo docente sulla base del curriculum del docente stesso ed alla sua conformità al profilo ricercato. Chi certifica le competenze certificabili del docente sono altri: il docente le indicherà nel curriculum e il ds le darà per buone. Poi ci sono competenze non certificabili formalmente che il ds, se interessato, cercherà di valutare con tutti i mezzi leciti.

E non significa valutare le competenze?

No, almeno non nel senso che tu sembri intendere. Un conto è valutare se un individuo ha determinate competenze, altro conto è valutare se le competenze di individuo, ricavabili dal suo curriculum e da un colloquio, corrispondono a quelle ricercate per un determinato incarico. Secondo te gli addetti dei centri per l'impiego o i cosiddetti "tagliatori di teste" hanno tutte le compentenze di tutte le figure per cui cercano un lavoratore - dal commerciale, all'addetto dell'ufficio esteri al saldatore a filo? Te lo dico io: no. Ma sono in grado di valutare quali competenze sono più appropriate per ogni figura. E tanto basta.

Paolo Tuguri ha scritto:
Ma il ds non deve essere imparziale - non è un giudice, tanto meno un esaminatore; deve essere efficace, efficiente, trasparente e, soprattutto, responsabile.

Non può esserlo in base a questa riforma! DEVE esserlo in quanto PUBBLICO UFFICIALE!

Cosa vorrebbe mai dire "essere imparziale" rispetto alla scelta di un docente? Scegliere a caso all'interno dei candidati? Il ds deve essere parziale, perché deve scegliere il più adatto a ricoprire un certo incarico. E' sufficiente che motivi la scelta in modo trasparente, rendendo espliciti i criteri che ha adottato per ogni decisione.

1 Nei fatti non può andare diversamente, se dopo tre anni al dirigente non vai a genio: trasferito.

2 Ho sul comodino letture migliori dei test invalsi che comunque non sono tarati sul tipo di competenze che pretendi valutino.

3 Assolutamente no, infatti la loro valutazione è preliminare, non vincolante per l'assunzione, e comunque la loro figura non coincide con quella del datore di lavoro o un suo rappresentante (presenti al momento del colloquio finale). NB: si parla del settore privato.

4 Quis custodiet ipsos custodes?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 5:10 pm

MMM ha scritto:
gian ha scritto:
Estiqaatsi... pensa che meglio lavorare sotto casa con DS che ti vuole bene e non ti ricatta che lavorare lontano da casa con DS che ti detesta e ti schiavizza  >|:-)

Al modico costo di un'educazione mediocre per gli studenti italiani... La scuola dovrebbe essere un servizio per gli studenti, non per i docenti.

Perchè lavorare sotto casa con un DS che "ti vuole bene" dovrebbe portare ad un'educazione mediocre degli studenti?
Possibile che qualsiasi cosa dica Gian, seriamente o ironicamente, venga da te fraintesa e strumentalizzata al solo fine di fare polemica??
Tornare in alto Andare in basso
jeppo17



Messaggi : 408
Data d'iscrizione : 23.10.14

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 5:10 pm

MMM ha scritto:
Perplessa ha scritto:
Vabbè, continua a sognare di vivere in Scandinavia...

Sogno che gli italiani diventino un po' più scandinavi e credo che la scuola sia il posto giusto in cui cominciare.
Per realizzare il tuo sogno faresti meglio ad andarte tu in scandinavia, anzi da quello che scrivi mi viene il dubbio che tu non sia in italia già da un bel pò.
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 5:31 pm

giovanna onnis ha scritto:
MMM ha scritto:
gian ha scritto:
Estiqaatsi... pensa che meglio lavorare sotto casa con DS che ti vuole bene e non ti ricatta che lavorare lontano da casa con DS che ti detesta e ti schiavizza  >|:-)

Al modico costo di un'educazione mediocre per gli studenti italiani... La scuola dovrebbe essere un servizio per gli studenti, non per i docenti.

Perchè lavorare sotto casa con un DS che "ti vuole bene" dovrebbe portare ad un'educazione mediocre degli studenti?
Possibile che qualsiasi cosa dica Gian, seriamente o ironicamente, venga da te fraintesa e strumentalizzata al solo fine di fare polemica??

Hai ragione Giovanna, avrei dovuto essere meno conciso. Naturalmente concordo con Gian su quella che dovrebbe essere una situazione ideale per tutti. Ma siccome Gian è un noto difensore dello status quo, ho dato per scontato che la sua affermazione fosse un altro modo per affermare le magnifiche possibilità offerte ai docenti dall'attuale sistema: piazzarsi alla fine sotto casa senza che nessuno possa spostarlo, qualsiasi cosa uno faccia. A quel punto mi è venuto spontaneo notare a quale prezzo si paghi tutto ciò.
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 5:37 pm

jeppo17 ha scritto:
MMM ha scritto:
Perplessa ha scritto:
Vabbè, continua a sognare di vivere in Scandinavia...

Sogno che gli italiani diventino un po' più scandinavi e credo che la scuola sia il posto giusto in cui cominciare.
Per realizzare il tuo sogno faresti meglio ad andarte tu in scandinavia, anzi da quello che scrivi mi viene il dubbio che tu non sia in italia già da un bel pò.

Vuoi dire che gli italiani diventerebbero un po' più scandinavi se io me ne andassi dall'Italia? In questo caso un italiano probabilmente diventerebbe più scandinavo, ma non vedo come lo divenerebbero tutti quelli che non seguissero l'esempio. Invece se la scuola diventasse un po' più scandinava, tutti i cittadini italiani che vi trascorressero qualche anno lo diventerebbero.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo17



Messaggi : 408
Data d'iscrizione : 23.10.14

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 5:42 pm

Agli italiani non frega una mazza di diventare "scandinavi". Se a te interessa puoi sempre andartene tu in scandinavia. Ripeto che da quello che scrivi secondo me tu non sei in italia già da un bel pò o se ci sei dormi. Gli scandinavi sono tali con le loro regole proprio perchè sono scandinavi. Le loro regole non so applicabili in italia. se pensi il contrario sei fuori di testa.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 5:56 pm

MMM ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
MMM ha scritto:
gian ha scritto:
Estiqaatsi... pensa che meglio lavorare sotto casa con DS che ti vuole bene e non ti ricatta che lavorare lontano da casa con DS che ti detesta e ti schiavizza  >|:-)

Al modico costo di un'educazione mediocre per gli studenti italiani... La scuola dovrebbe essere un servizio per gli studenti, non per i docenti.

Perchè lavorare sotto casa con un DS che "ti vuole bene" dovrebbe portare ad un'educazione mediocre degli studenti?
Possibile che qualsiasi cosa dica Gian, seriamente o ironicamente, venga da te fraintesa e strumentalizzata al solo fine di fare polemica??

Hai ragione Giovanna, avrei dovuto essere meno conciso. Naturalmente concordo con Gian su quella che dovrebbe essere una situazione ideale per tutti. Ma siccome Gian è un noto difensore dello status quo, ho dato per scontato che la sua affermazione fosse un altro modo per affermare le magnifiche possibilità offerte ai docenti dall'attuale sistema: piazzarsi alla fine sotto casa senza che nessuno possa spostarlo, qualsiasi cosa uno faccia. A quel punto mi è venuto spontaneo notare a quale prezzo si paghi tutto ciò.
Ho la vaga impressione, ripeto vaga, che tu non ti sia confrontato molto con Gian, perchè ne fai un ritratto non corrispondente a quello che ho io che ritengo più realistico.....chiaramente non per conoscenza diretta ma per frequenti confronti e scambi di opinione qui nel Forum
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:05 pm

MMM ha scritto:
gian ha scritto:
Estiqaatsi... pensa che meglio lavorare sotto casa con DS che ti vuole bene e non ti ricatta che lavorare lontano da casa con DS che ti detesta e ti schiavizza  >|:-)

Al modico costo di un'educazione mediocre per gli studenti italiani... La scuola dovrebbe essere un servizio per gli studenti, non per i docenti.

Estiqaatsi... pensa che non è buono rispondere seriamente a trollata di Estiqaatsi... >|:-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:07 pm

giovanna onnis ha scritto:
MMM ha scritto:
gian ha scritto:
Estiqaatsi... pensa che meglio lavorare sotto casa con DS che ti vuole bene e non ti ricatta che lavorare lontano da casa con DS che ti detesta e ti schiavizza  >|:-)

Al modico costo di un'educazione mediocre per gli studenti italiani... La scuola dovrebbe essere un servizio per gli studenti, non per i docenti.

Perchè lavorare sotto casa con un DS che "ti vuole bene" dovrebbe portare ad un'educazione mediocre degli studenti?
Possibile che qualsiasi cosa dica Gian, seriamente o ironicamente, venga da te fraintesa e strumentalizzata al solo fine di fare polemica??

Don't feed the serious :-)
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:08 pm

Paolo Tuguri ha scritto:

1 Nei fatti non può andare diversamente, se dopo tre anni al dirigente non vai a genio: trasferito.

Il ds non trasferisce, al massimo non rinnova l'incarico. Non necessariamente al mancato rinnovo dell'incarico segue un trasferimento. (Qui si salta sempre alle conclusioni che fanno più comodo al proprio discorso). Senza contare il fatto che non vedo il senso di continuare a lavorare in un posto in cui il proprio lavoro non è apprezzato, quando si ha la possibilità di cambiare e la garanzia di avere un altro incarico.


Paolo Tuguri ha scritto:

2 Ho sul comodino letture migliori dei test invalsi che comunque non sono tarati sul tipo di competenze che pretendi valutino.

Ti fossi almeno preso la briga di aprire il link (http://www.invalsi.it/invalsi/valutazione.php?page=valutazioneds), ti saresti reso conto che non si tratta dei test Invalsi, ma di un documento intitolato "Sistema di valutazione dei dirigenti scolastici" costruito sulla base di una sperimentazione che è stata fatta in Italia negli ultimi anni. Rinnovo gli auguri di buona lettura.


Paolo Tuguri ha scritto:

3 Assolutamente no, infatti la loro valutazione è preliminare, non vincolante per l'assunzione, e comunque la loro figura non coincide con quella del datore di lavoro o un suo rappresentante (presenti al momento del colloquio finale). NB: si parla del settore privato.

Tutto ciò è irrilevante per il punto in questione, che è tutto qui: valutare la congruenza tra determinate competenze ed un determinato incarico non presuppone che chi fa la valutazione possieda quelle competenze.  


Paolo Tuguri ha scritto:

4 Quis custodiet ipsos custodes?

Vedi punto 2.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:14 pm

MMM ha scritto:
Ma siccome Gian è un noto difensore dello status quo

Te non capito benemerita mazza di cosa sono difensore. Se l'innovazione è un'immane cagata, preferisco difendere lo status quo piuttosto che finire nel liquame.

Come hai detto?
Ah, sono io che vedo la cagata?
Ah scusami, non l'avevo capito.
Allora si, sono un troglodita che difende lo status quo-
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:15 pm

jeppo17 ha scritto:
Agli italiani non frega una mazza di diventare "scandinavi".  Se a te interessa puoi sempre andartene tu in scandinavia. Ripeto che da quello che scrivi secondo me tu non sei in italia già da un bel pò o se ci sei dormi. Gli scandinavi sono tali con le loro regole proprio perchè sono scandinavi. Le loro regole non so applicabili in italia. se pensi il contrario sei fuori di testa.

Con quale titolo parli a nome degli italiani? Gli esseri umani sono molto più flessibili di quanto tu non riesca ad immaginare. Anche se nati nella penisola.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:17 pm

MMM ha scritto:
Invece se la scuola diventasse un po' più scandinava, tutti i cittadini italiani che vi trascorressero qualche anno lo diventerebbero.

Se mio nonno teneva u trolli era nu tram
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:26 pm

gian ha scritto:
MMM ha scritto:
Ma siccome Gian è un noto difensore dello status quo

Te non capito benemerita mazza di cosa sono difensore. Se l'innovazione è un'immane cagata, preferisco difendere lo status quo piuttosto che finire nel liquame.

Come hai detto?
Ah, sono io che vedo la cagata?
Ah scusami, non l'avevo capito.
Allora si, sono un troglodita che difende lo status quo-

"Troglodita" è parola tua. Quanto al resto, non ho avuto modo di leggere quali siano le tue proposte alternative allo status quo, anche se ti ho invitato a accennarne ed ero sinceramente interessato a prenderle in considerazione, perché - nonostante tutto - trovo quello che scrivi significativo quando non vuoi fare il simpaticone. Ti sei sottratto facendo il simpaticone. Quindi, mi vedo costretto a ritenere che in fondo lo status quo non ti dispiaccia poi così tanto. Ma sono prontissimo a ricredermi.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo17



Messaggi : 408
Data d'iscrizione : 23.10.14

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:27 pm

MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
Agli italiani non frega una mazza di diventare "scandinavi".  Se a te interessa puoi sempre andartene tu in scandinavia. Ripeto che da quello che scrivi secondo me tu non sei in italia già da un bel pò o se ci sei dormi. Gli scandinavi sono tali con le loro regole proprio perchè sono scandinavi. Le loro regole non so applicabili in italia. se pensi il contrario sei fuori di testa.

Con quale titolo parli a nome degli italiani? Gli esseri umani sono molto più flessibili di quanto tu non riesca ad immaginare. Anche se nati nella penisola.
Io parlo a titolo di italiano. tu a quale titolo parli??? a me non frega una mazza di diventare scandinavo e credo che la maggioranza degli italiani la pensi come me. Se pensi il contrario fai un sondaggio. Per il momento ti consiglio di andare tu in scandinavia, l'aria è più fresca così puoi rinfrescarti meglio le idee.
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:34 pm

jeppo17 ha scritto:
MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
Agli italiani non frega una mazza di diventare "scandinavi".  Se a te interessa puoi sempre andartene tu in scandinavia. Ripeto che da quello che scrivi secondo me tu non sei in italia già da un bel pò o se ci sei dormi. Gli scandinavi sono tali con le loro regole proprio perchè sono scandinavi. Le loro regole non so applicabili in italia. se pensi il contrario sei fuori di testa.

Con quale titolo parli a nome degli italiani? Gli esseri umani sono molto più flessibili di quanto tu non riesca ad immaginare. Anche se nati nella penisola.
Io parlo a titolo di italiano. tu a quale titolo parli??? a me non frega una mazza di diventare scandinavo e credo che la maggioranza degli italiani la pensi come me. Se pensi il contrario fai un sondaggio. Per il momento ti consiglio di andare tu in scandinavia, l'aria è più fresca così puoi rinfrescarti meglio le idee.

Anch'io parlo a titolo di italiano, ma non pretendo di rappresentare gli italiani. Tu hai un sondaggio in mano che ti conferma nel tuo pensiero che la maggioranza degli italiani la pensa come te?
In compenso il giro in scandinavia l'ho fatto diverse volte. Prova a fartelo anche tu e poi ne riparliamo a ragion veduta.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:37 pm

MMM ha scritto:
gian ha scritto:
MMM ha scritto:
Ma siccome Gian è un noto difensore dello status quo

Te non capito benemerita mazza di cosa sono difensore. Se l'innovazione è un'immane cagata, preferisco difendere lo status quo piuttosto che finire nel liquame.

Come hai detto?
Ah, sono io che vedo la cagata?
Ah scusami, non l'avevo capito.
Allora si, sono un troglodita che difende lo status quo-

"Troglodita" è parola tua.
Ho forse detto che mi hai insultato?

Citazione :
Quanto al resto, non ho avuto modo di leggere quali siano le tue proposte alternative allo status quo, anche se ti ho invitato a accennarne ed ero sinceramente interessato a prenderle in considerazione
Non hai avuto modo di leggere le mie proposte per due motivi:
1) non ho la presunzione di ergermi a riformatore di un sistema scolastico allo sfascio. Se avessi queste capacità sarei uno statista di alto livello, non un insegnante
2) non mi imbarco in una traversata transoceanica per portare il verbo a chi in ogni caso non sarebbe disposto ad ascoltarlo

Citazione :
perché - nonostante tutto - trovo quello che scrivi significativo quando non vuoi fare il simpaticone. Ti sei sottratto facendo il simpaticone.
Più che "simpaticone" userei la parola "troll". È un difetto della mia personalità doppia: passo da un modus operandi all'altro come reazione istintiva al cacaspillismo.

Citazione :
Quindi, mi vedo costretto a ritenere che in fondo lo status quo non ti dispiaccia poi così tanto. Ma sono prontissimo a ricredermi.
Ma anche no, tieniti pure le tue convinzioni, non mi cambiano la vita :-)
Tornare in alto Andare in basso
jeppo17



Messaggi : 408
Data d'iscrizione : 23.10.14

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:41 pm

MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
Agli italiani non frega una mazza di diventare "scandinavi".  Se a te interessa puoi sempre andartene tu in scandinavia. Ripeto che da quello che scrivi secondo me tu non sei in italia già da un bel pò o se ci sei dormi. Gli scandinavi sono tali con le loro regole proprio perchè sono scandinavi. Le loro regole non so applicabili in italia. se pensi il contrario sei fuori di testa.

Con quale titolo parli a nome degli italiani? Gli esseri umani sono molto più flessibili di quanto tu non riesca ad immaginare. Anche se nati nella penisola.
Io parlo a titolo di italiano. tu a quale titolo parli??? a me non frega una mazza di diventare scandinavo e credo che la maggioranza degli italiani la pensi come me. Se pensi il contrario fai un sondaggio. Per il momento ti consiglio di andare tu in scandinavia, l'aria è più fresca così puoi rinfrescarti meglio le idee.

Anch'io parlo a titolo di italiano, ma non pretendo di rappresentare gli italiani. Tu hai un sondaggio in mano che ti conferma nel tuo pensiero che la maggioranza degli italiani la pensa come te?
In compenso il giro in scandinavia l'ho fatto diverse volte. Prova a fartelo anche tu e poi ne riparliamo a ragion veduta.
No. Non ho un sondaggio che mi dimostri quello che asserisci tu e cioè che gli italiani vogliano essere scandinavi. Per questo ho detto a te di farlo. Quando avrai in mano un sondaggio che dimostra quello che asserisci tu allora potremo riparlarne. Sei tu che devi dimostrare le tue tesi non io. Se uno vuole essere scandinavo va in scandinavia e non certo porta la scandinavia qui. Quindi se sei già stato in scandinavia ritornaci, saremo tutti ben lieti per te. io non ho nessuna intenzione di farmi giri in scandinavia della quale non me frega un fico secco.
Tornare in alto Andare in basso
catiusciagr



Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:46 pm

scusa MMM ma non sei stufo di vedere in modo chiaro che la riforma non piace a nessuno ?
(tranne a chi si vede offerto il ruolo e non ci avrebbe mai sperato?)

Perchè continui a difendere l'indifendibile?
Continua a leggere il DDL.
Più lo si approfondisce più appare per quello che è:.............(brutte parole).
Ti assicuro che leggerti produce questi effetti:
_ se sei di buon umore ti fai tante risate;
_ se sei di cattivo umore....lasciamo stare,

Certo, lo so, non posso dirti:non scrivere più, ci mancherebbe:
soltanto ti inviterei a scrivere le REALI ragioni per cui la riforma ti va a genio.
Mi scuso per quanto ho scritto, però, davvero non se ne può più.
ottima la seguente riflessione di Jeppo:
Se uno vuole essere scandinavo va in scandinavia e non certo porta la scandinavia qui.
con quest'ottima battuta, chiudo.
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:52 pm

jeppo17 ha scritto:
MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
Agli italiani non frega una mazza di diventare "scandinavi".  Se a te interessa puoi sempre andartene tu in scandinavia. Ripeto che da quello che scrivi secondo me tu non sei in italia già da un bel pò o se ci sei dormi. Gli scandinavi sono tali con le loro regole proprio perchè sono scandinavi. Le loro regole non so applicabili in italia. se pensi il contrario sei fuori di testa.

Con quale titolo parli a nome degli italiani? Gli esseri umani sono molto più flessibili di quanto tu non riesca ad immaginare. Anche se nati nella penisola.
Io parlo a titolo di italiano. tu a quale titolo parli??? a me non frega una mazza di diventare scandinavo e credo che la maggioranza degli italiani la pensi come me. Se pensi il contrario fai un sondaggio. Per il momento ti consiglio di andare tu in scandinavia, l'aria è più fresca così puoi rinfrescarti meglio le idee.

Anch'io parlo a titolo di italiano, ma non pretendo di rappresentare gli italiani. Tu hai un sondaggio in mano che ti conferma nel tuo pensiero che la maggioranza degli italiani la pensa come te?
In compenso il giro in scandinavia l'ho fatto diverse volte. Prova a fartelo anche tu e poi ne riparliamo a ragion veduta.
No non ho un sondaggio che mi dimostri quello che asserisci tu e cioè che gli italiani vogliano essere scandinavi. Per questo ho detto a te di farlo. Quando avrai in mano un sondaggio che dimostra quello che asserisci tu allora potremo riparlarne. Sei tu che devi dimostrare le tue tesi non io. Se uno vuole essere scandinavo va in scandinavia e non certo porta la scandinavia qui. Quindi se sei già stato in scandinavia ritornaci, saremmo tutti ben lieti per te.

Non ho mai affermato che gli italiani vogliono essere scandinavi . Te lo sei inventato tu. Vice versa, tu hai affermato che gli italiani non vogliono essere scandinavi e quindi hai l'onere della prova. Non ho neanche affermato che voglio diventarae scandinavo. Altra tua invenzione. Quel che ho affermato è che sogno che gli italiani diventino più scandinavi - che è parecchio diverso dalle affermazioni che tu mi attribuisci. Perché questo si avveri non serve a granché che io ritorni in scandinavia (anche se non escludo di farlo nel momento in cui dovessi arrivare a condividere il giudizio di Gian).
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:53 pm

MMM ha scritto:
Paolo Tuguri ha scritto:

1 Nei fatti non può andare diversamente, se dopo tre anni al dirigente non vai a genio: trasferito.

Il ds non trasferisce, al massimo non rinnova l'incarico. Non necessariamente al mancato rinnovo dell'incarico segue un trasferimento. (Qui si salta sempre alle conclusioni che fanno più comodo al proprio discorso). Senza contare il fatto che non vedo il senso di continuare a lavorare in un posto in cui il proprio lavoro  non è apprezzato, quando si ha la possibilità di cambiare e la garanzia di avere un altro incarico.

Cioè, secondo te il docente che non si vede rinnovare l'incarico non viene trasferito, ma rimane nella stessa scuola a fare...niente. Ottima deduzione, nonché perfetta ottimizzazione delle risorse.
Cmq, sono d'accordo con te sul fatto che non venga "trasferito". Secondo me viene risbattuto nell'albo e, se non lo recluta nessuno, dopo essere stato usato come tappabuchi per un po', decade il contratto.
Tornare in alto Andare in basso
jeppo17



Messaggi : 408
Data d'iscrizione : 23.10.14

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 6:57 pm

MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
Agli italiani non frega una mazza di diventare "scandinavi".  Se a te interessa puoi sempre andartene tu in scandinavia. Ripeto che da quello che scrivi secondo me tu non sei in italia già da un bel pò o se ci sei dormi. Gli scandinavi sono tali con le loro regole proprio perchè sono scandinavi. Le loro regole non so applicabili in italia. se pensi il contrario sei fuori di testa.

Con quale titolo parli a nome degli italiani? Gli esseri umani sono molto più flessibili di quanto tu non riesca ad immaginare. Anche se nati nella penisola.
Io parlo a titolo di italiano. tu a quale titolo parli??? a me non frega una mazza di diventare scandinavo e credo che la maggioranza degli italiani la pensi come me. Se pensi il contrario fai un sondaggio. Per il momento ti consiglio di andare tu in scandinavia, l'aria è più fresca così puoi rinfrescarti meglio le idee.

Anch'io parlo a titolo di italiano, ma non pretendo di rappresentare gli italiani. Tu hai un sondaggio in mano che ti conferma nel tuo pensiero che la maggioranza degli italiani la pensa come te?
In compenso il giro in scandinavia l'ho fatto diverse volte. Prova a fartelo anche tu e poi ne riparliamo a ragion veduta.
No non ho un sondaggio che mi dimostri quello che asserisci tu e cioè che gli italiani vogliano essere scandinavi. Per questo ho detto a te di farlo. Quando avrai in mano un sondaggio che dimostra quello che asserisci tu allora potremo riparlarne. Sei tu che devi dimostrare le tue tesi non io. Se uno vuole essere scandinavo va in scandinavia e non certo porta la scandinavia qui. Quindi se sei già stato in scandinavia ritornaci, saremmo tutti ben lieti per te.

Non ho mai affermato che gli italiani vogliono essere scandinavi . Te lo sei inventato tu. Vice versa, tu hai affermato che gli italiani non vogliono essere scandinavi e quindi hai l'onere della prova. Non ho neanche affermato che voglio diventarae scandinavo. Altra tua invenzione. Quel che ho affermato è che sogno che gli italiani diventino più scandinavi - che è parecchio diverso dalle affermazioni che tu mi attribuisci. Perché questo si avveri non serve a granché che io ritorni in scandinavia (anche se non escludo di farlo nel momento in cui dovessi arrivare a condividere il giudizio di Gian).
Ma tu ci sei o ci fai??? Gli italiani non hanno il tuo stesso sogno!!! è chiaro o devo farti un disegnino??? inoltre gli italiani non sono tenuti a realizzare il tuo sogno!! se tu hai prove per domostrare il contrario con un sondaggio fatto postale, altrimenti metti a riposo il kalashnikov che hai nella testa.
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 7:02 pm

catiusciagr ha scritto:
scusa MMM ma non sei stufo di vedere in modo chiaro che la riforma non piace a nessuno ?
(tranne a chi si vede offerto il ruolo e non ci avrebbe mai sperato?)

Vedo bene che non piace a qualcuno. A quanti, esattamente o anche solo approssimativamente, non saprei dire.

catiusciagr ha scritto:
Perchè continui a difendere l'indifendibile?
Continua a leggere il DDL.
Più lo si approfondisce più appare per quello che è:.............(brutte parole).
Ti assicuro che leggerti produce questi effetti:
_ se sei di buon umore ti fai tante risate;
_ se sei di cattivo umore....lasciamo stare,

Certo, lo so, non posso dirti:non scrivere più, ci mancherebbe:
soltanto ti inviterei a scrivere le REALI ragioni per cui la riforma ti va a genio.
Mi scuso per quanto ho scritto, però, davvero non se ne può più.

Quelle di cui scrivo sono le reali ragioni per cui la riforma non mi dispiace più di tanto e credo sia tutt'altro che indifendibile. (D'altra parte, c'è stata anche della gente che ci ha lavorato sopra per un po'). Cosa ti fa pensare il contrario?

Se preferisci ignorare le possibili ragioni a favore di questa riforma puoi benissimo evitare di leggere quel che scrivo. Nessuno ti obbliga a farlo.
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 7:07 pm

jeppo17 ha scritto:
MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
MMM ha scritto:
jeppo17 ha scritto:
Agli italiani non frega una mazza di diventare "scandinavi".  Se a te interessa puoi sempre andartene tu in scandinavia. Ripeto che da quello che scrivi secondo me tu non sei in italia già da un bel pò o se ci sei dormi. Gli scandinavi sono tali con le loro regole proprio perchè sono scandinavi. Le loro regole non so applicabili in italia. se pensi il contrario sei fuori di testa.

Con quale titolo parli a nome degli italiani? Gli esseri umani sono molto più flessibili di quanto tu non riesca ad immaginare. Anche se nati nella penisola.
Io parlo a titolo di italiano. tu a quale titolo parli??? a me non frega una mazza di diventare scandinavo e credo che la maggioranza degli italiani la pensi come me. Se pensi il contrario fai un sondaggio. Per il momento ti consiglio di andare tu in scandinavia, l'aria è più fresca così puoi rinfrescarti meglio le idee.

Anch'io parlo a titolo di italiano, ma non pretendo di rappresentare gli italiani. Tu hai un sondaggio in mano che ti conferma nel tuo pensiero che la maggioranza degli italiani la pensa come te?
In compenso il giro in scandinavia l'ho fatto diverse volte. Prova a fartelo anche tu e poi ne riparliamo a ragion veduta.
No non ho un sondaggio che mi dimostri quello che asserisci tu e cioè che gli italiani vogliano essere scandinavi. Per questo ho detto a te di farlo. Quando avrai in mano un sondaggio che dimostra quello che asserisci tu allora potremo riparlarne. Sei tu che devi dimostrare le tue tesi non io. Se uno vuole essere scandinavo va in scandinavia e non certo porta la scandinavia qui. Quindi se sei già stato in scandinavia ritornaci, saremmo tutti ben lieti per te.

Non ho mai affermato che gli italiani vogliono essere scandinavi . Te lo sei inventato tu. Vice versa, tu hai affermato che gli italiani non vogliono essere scandinavi e quindi hai l'onere della prova. Non ho neanche affermato che voglio diventarae scandinavo. Altra tua invenzione. Quel che ho affermato è che sogno che gli italiani diventino più scandinavi - che è parecchio diverso dalle affermazioni che tu mi attribuisci. Perché questo si avveri non serve a granché che io ritorni in scandinavia (anche se non escludo di farlo nel momento in cui dovessi arrivare a condividere il giudizio di Gian).
Ma tu ci sei o ci fai??? Gli italiani non hanno il tuo stesso sogno!!! è chiaro o devo farti un disegnino??? inoltre gli italiani non sono tenuti a realizzare il tuo sogno!! se tu hai prove per domostrare il contrario con un sondaggio fatto postale, altrimenti metti a riposo il kalashnikov che hai nella testa.

Chi te lo dice che gli italiani non abbiano il mio stesso sogno? Ci vogliono prove, altro che disegnini!
E poi, anche se fosse, perché non posso averlo io quel sogno? Anche MLK aveva un sogno che non tutti condividevano, ma il fucile l'hanno usato quelli che non volevano si realizzasse.


Ultima modifica di MMM il Gio Apr 02, 2015 7:09 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: Le pere e le mele   Gio Apr 02, 2015 7:09 pm

MMM ha scritto:
[
Quelle di cui scrivo sono le reali ragioni per cui la riforma non mi dispiace più di tanto e credo sia tutt'altro che indifendibile. (D'altra parte, c'è stata anche della gente che ci ha lavorato sopra per un po'). Cosa ti fa pensare il contrario?
Se per quello, c'è "della gente che ha lavorato sopra per un po'"anche al Mein Kampf. O alla legislazione dell'Apartheid.
Tornare in alto Andare in basso
 
Le pere e le mele
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Torta di mele profumata al limone
» Sfoglia di pere e cioccolato
» Torta di mele soffice soffice con base "presto fatto"
» ho vissuto la scena del tempo delle mele...con un altra canzone però!
» Rose di mele

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: