Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Un docente deve avere un carattere. ...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
stefy1879



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.05.11

MessaggioOggetto: Un docente deve avere un carattere. ...   Mar Mar 31, 2015 10:09 pm

Promemoria primo messaggio :

forte....equilibrato. ..carismatico? Oppure ? Nella vostra esperienza che idea vi  siete fatti del carattere e delle caratteristiche dell insegnante?  oppure pensate che semplicemente ognuno debba essere se stesso senza tante maschere ....perché il nostro è principalmente ed essenzialmente un lavoro di relazione,  è la relazione che  media tutto,  anche i contenuti.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Mer Apr 01, 2015 10:22 pm

Scuola70 ha scritto:
Se a fare l'insegnante si apprende con il tempo, secondo voi alla fine possono farlo tutti quelli che hanno un alto livello di preparazione in una data disciplina o esistono soggetti che comunque sarebbero negati per sempre a tale lavoro (indipendentemente dalla cultura, sia chiaro...)?

Esattamente.
Per fare l'insegnante ( o qualsiasi lavoro "tosto") non è necessaria solo un'alta preparazione NELLA DISCIPLINA che si andrà ad insegnare, bensì anche quella riferibile al ruolo. Più è alta la preparazione riferibile al ruolo e più efficacia si ha nell'insegnamento e meno predisposizione al burn out.

Per prepararsi al ruolo di insegnante (così come per ogni lavoro) sono necessari oltre che la CONOSCENZA DELLA DISCIPLINA che si andrà ad insegnare  anche una sufficiente predisposizione alla professione, e, soprattutto, di molto ADDESTRAMENTO e preparazione psicologica e pedagogica attraverso corsi appositi e autoformazione.  Poi l'esperienza aggiunge il quid e  tanto altro al bagaglio professionale.
Idem per il lavoro di soldato, di medico, di artigiano e così via.

E' come guidare una macchina. Poi, naturalmente, se vi è qualcuno negato all'insegnamento, così come al non saper guidare la macchina, mica l'ha prescritto il medico che non debba cambiare mestiere!

Sono perfettamente d'accordo con quello che ha detto Tota|rec.
Tornare in alto Andare in basso
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Mer Apr 01, 2015 10:55 pm

T0ta|rec ha scritto:
Per la mia esperienza, il problema più grosso restano le supplenze: in tali casi, il "bastardone" autentico ottiene silenzio alla prima occhiataccia torva; l'attore, invece, viene "annusato" inizialmente come debole e ciò lo costringe a fare numerose vittime prima di convincere gli alunni che il naso non è sempre un buon giudice.
Aspetta! hai messo un dito nella piaga!bravo, perchè voglio dire una cosa in proposito. Da precaria, sono sempre supplente, quindi ne ho mangiati forni di pane in merito.
La prima occhiata e annusata i ragazzi capiscono che sono persona seria, anche se non un'arpia e non ho problemi. Lo sapete quando iniziano i problemi per me e molti colleghi come me? quando gli hold giocano a fare i feudatari o i principi del foro, e vogliono fare il nonnismo su noi, affermando o volendo riaffermare la loro "superiorità". Allora cercano di far capire ai ragazzi, molto esplicitamente, che noi siamo supplenti e che non contiamo nulla, e che devono temere soltanto loro.
Allora iniziano i problemi. Ecco perchè io sempre, e ribadisco sempre (andate a guardare i miei post), non me la prendo coi fanciulli, ma con gli adulti, che spesso, sono dei vecchi immaturi e str..zi.
Le eccezioni di persone serie ci sono, ma sono rare.
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Mer Apr 01, 2015 11:08 pm

Hai ragione Titti. I veri str..zi sono gli adulti, colleghi e non.
E, in modo matematico, il comportamento acquisito dagli alunni dipende proprio da loro.
Che tu ti possa ritrovare sempre di fronte a situazioni difficili e paradossali è veramente assurdo e dimostra quanto la scuola italiana è stata rovinata proprio da gente incompetente. E siccome il pesce fa puzza dalla testa, la presenza di docenti str..zi è frutto di politiche ignoranti da parte dei governi e dei Ministri dell'istruzione che si sono avvicendati. Figuriamoci cosa succederà se daranno potere ai dirigenti di scegliersi il personale! Nessun contrappeso uguale tante situazioni paradossali e distorte.
L'innescarsi di un processo inverso è proprio dovuto da uomini e donne intelligenti che invece di seguire pecorescamente le politiche dirigenziali e sottomettersi ai colleghi e ai dirigenti deficienti in professionalità e valori, si chiedano veramente come lavorare bene e interpretare adeguatamente il proprio ruolo. E spesso per farlo ( e per liberarsi da pastoie) devono mettersi contro gli adulti, oltre che rivendicare la propria dignità e la propria professionalità davanti agli alunni usando tutti gli strumenti necessari per difendersi.
Gli str..zi si combattono in un solo modo: mettendoli con le spalle al muro e affrontandoli di persona.
Basta dirgli "Ho sentito dire agli alunni che tu hai detto di me questo e quello. E' vero?" per metterli in posizione prona.
Il rischio di una denuncia per diffamazione è la migliore cura preventiva o successiva.


Ultima modifica di isula. il Mer Apr 01, 2015 11:27 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
TittiTitti76



Messaggi : 560
Data d'iscrizione : 02.12.12

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Mer Apr 01, 2015 11:17 pm

Potessi raccontare ...ma non si possono scrivere certe cose. Lasciam perdere và. Sono contenta dei risultati che raggiungo, anche se mi costano doppia fatica. Quando trovo collaborazione, quelle rare volte(che mi restituiscono la gioia di insegnare), tutto và per il meglio. Bel trhead ;-)
Tornare in alto Andare in basso
T0ta|rec



Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 8:11 am

TittiTitti76 ha scritto:
Da precaria, sono sempre supplente, quindi ne ho mangiati forni di pane in merito

Diciamo che, anche da precaria, nelle classi in cui avevo l'insegnamento per tutto l'anno o in cui comunque ero conosciuta di fama, non ho mai avuto problemi. E questo a prescindere da ciò che i colleghi dicessero di me agli alunni (non mi sono mai curata di indagare). I problemi li ho sempre avuti, e continuo ad averli anche con la cattedra di ruolo, nelle classi in cui vado a svolgere la sostituzione di un'ora o due. Lì i ragazzi "fiutano" l'insegnante pacioccona e cercano di capire fin dove possono spingersi; e comprendono, spesso non senza spargimento di sangue (che mi piacerebbe poter evitare), che un gatto ben addestrato può essere pericoloso quanto un leone.
Tornare in alto Andare in basso
stefy1879



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.05.11

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 8:47 am

Grazie a tutti per le opinioni che mi avete fornito. Le mie considerazioni,  come già detto da alcuni di voi, sono che nella società e nella scuola odierna il rispetto all insegnante non è dovuto per il solo ruolo che svolge,  come lo era un tempo.  Al di là che ciò sia o meno giusto,  credo che non si tornerà più e mai più a quel tipo di rispetto per la nostra figura, anzi....Altra questione , io penso che una chiave di volta importante x il nostro lavoro sia l ironia e ancor più l autoironia,  non nel senso di fare battute a raffica con gli alunni o i colleghi,  ma nel senso di vedere gli avvenimenti della nostra professione( alcuni non tutti, ovviamente)sotto questo  punto di vista. A volte ripenso alle discussioni interminabili di alcuni collegi docenti su argomenti di nessuna utilità o a genitori che se la prendono x questioni veramente marginali...cosa possiamo fare in questi casi se non riderci su  ???poi anche li va a carattere...
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 574
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 9:00 am

Invece il rispetto all'insegnante DEVE essere dovuto soprattutto al ruolo che svolge, se si crede che non si tornerà mai più all'antico rispetto si può stare certi che le cose non miglioreranno affatto, anzi peggioreranno, perchè bisogna pretendere che cambino, bisogna inculcare nelle nuove generazioni il rispetto per la persona e per l'educatore a prescindere dal carattere, altrimenti su che cosa si baserà il loro eventuale rispetto? Semplice, si baserà sul timore e sulla paura, essi rispetteranno forse proprio le persone peggiori, che si sanno imporre ma hanno meno umanità (e forse anche meno preparazione) di altri docenti preparatissimi che non sono però naturalmente dotati di quel famoso "polso" e arrancano tra la derisione, l'indisciplina e il lassismo dei loro pargoli.
Non va bene, è sbagliatissimo.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 9:10 am

stefy1879 ha scritto:
Altra questione , io penso che una chiave di volta importante x il nostro lavoro sia l ironia e ancor più l autoironia,  non nel senso di fare battute a raffica con gli alunni o i colleghi,  ma nel senso di vedere gli avvenimenti della nostra professione( alcuni non tutti, ovviamente)sotto questo  punto di vista.

C'è chi la usa. Mai però la userebbe il vero docente bastardone. Quindi, se, abbracciando la teoria che ritiene possibile diventare bastardone piuttosto che quella che sostiene che bastardoni si nasce, decidi di approcciare questo modello, valuta con attenzione.

Ribadisco cmq che ci sono varie sfumature di grigio e che, per mia esperienza, quello che ottiene alla fine dell'anno il docente bastardone non è significativamente molto di più o di meno di quanto ottengano i docenti regolari. Io, fossi in te, cercherei il mio punto di equilibrio personale, senza indugiare troppo nell'inseguire modelli che non calzano alla mia personalità.

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8321
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 9:18 am

Dal mio punto di vista un docente deve avere il carattere che ha e deve essere come è.

Quello che dovrebbe essere richiesto per legge è l'equilibrio, ma visto che non si può, un docente è come è, fa come è, e i ragazzi devono imparare a rapportarsi con lui secondo le sue caratteristiche

se è degno impareranno a rispettarlo
se è indegno impareranno a prenderlo in giro.

Se è degno (bastardone o buono non importa) impareranno la sua materia
Se è indegno avranno più difficoltà

Se è degno avrà belle soddisfazioni nel lavoro
Se è indegno si lamenterà sempre o se ne fregherà e penserà ad altro e i ragazzi una volta cresciuti cambieranno strada se lo incroceranno.

C'est la vie.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Valerie



Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 11:39 am

T0ta|rec ha scritto:
La mia esperienza è un po' diversa. Si impara a recitare efficacemente il ruolo di ufficiale della Gestapo, anche senza esserlo per nulla dentro. E' vero che gli studenti "annusano" chi hanno davanti; ma quando, dopo aver annusato, si beccano un pugno sul naso, si accorgono che l'olfatto non è tutto nella vita.
Questo mi interessa molto. Potresti farmi degli esempi di come hai lavorato su te stessa e in classe? Trovo che recitare un parte sia molto difficile, nel senso che bisogna farlo proprio bene per essere credibili cioè efficaci. Insomma, come ti sei 'preparata'?
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7526
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 11:40 am

total...a questo punto molla l'insegnamento e punta all'oscar!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Indomito_2014



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 24.08.14

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 12:20 pm

Io non so cosa sono.
Nei professionali di frontiera tre anni fa ero il duro, quello che è nato per il tormento dei ragazzi; l'anno dopo la stessa classe iniziò a comportarsi bene e diventai il loro confidente sebbene severo ma comunque pronto anche al riso e al cameratismo. Ai licei oscillo tra il docente di tipo universitario (entro, buongiorno, lezione, arrivederci) e il motivatore (lezioni originali, cameratesche), in base alle tre classi che ho.
A mio avviso tutti noi abbiamo diversi approcci che variano in base alla classe e non esiste il "carattere" del singolo docente, se non in modo tendenziale.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 12:55 pm

L'insegnamento è una professione di relazione... non esistono formulette, teoremi alla Ferradini: ci si comporta in base a chi si ha davanti, come sempre, nella vita. Ci sono i famosi neuroni specchio: con una classe di stronzi è naturale fare gli stronzi, con gli angioletti si è buoni, con i furbi si è furbi... solo con gli sfaticati non ci si può permettere l'imitazione, anzi, bisogna lavorare il doppio.
Tornare in alto Andare in basso
T0ta|rec



Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 1:02 pm

Valerie ha scritto:
Questo mi interessa molto. Potresti farmi degli esempi di come hai lavorato su te stessa e in classe? Trovo che recitare un parte sia molto difficile, nel senso che bisogna farlo proprio bene per essere credibili cioè efficaci. Insomma, come ti sei 'preparata'?

Premetto che mi riferisco alle sole classi in cui entro per la prima volta come docente (per quelle in cui già ci si conosce, il problema non sussiste). Impongo a me stessa di non sorridere (cosa a cui sarei propensa) e di non scherzare, né fare battute per i primi quattro-cinque mesi di lezioni. Dopodiché la regola che seguo è: ad ogni azione di disturbo deve corrispondere una reazione dissuasiva drastica. Non importa quanto mi costi in termini d'impegno, di conflitto con le mie pulsioni naturali, di discussioni, di liti con i genitori e coi presidi, perfino (ma finora è accaduto una volta sola, finita bene per me) in termini di denunce. Voi fate gli stronzi, io vi colpisco. Non ci sono santi. Voi fate gli stronzi, io vi levo da terra a suon di urla. Se non bastano le urla, arrivano le note sul registro. Se non bastano le note, arrivano le telefonate a casa, le convocazioni dei genitori ed eventualmente (consiglio di classe e dirigente permettendo, ahimé...) i provvedimenti disciplinari più severi. Di solito, insistendo molto con dirigenti, coordinatori e altri docenti, si riescono ad ottenere provvedimenti di sospensione verso gli alunni più insopportabili o perlomeno convocazioni degli stessi insieme ai genitori, atti a convincere loro e il resto della classe che si fa sul serio. Mi rendo conto che non è cosa da tutti. Occorre un forte dominio su se stessi, saper alternare sfuriate accuratamente recitate con il recupero dell'autocontrollo al momento opportuno. Occorre avere ben chiara l'importanza del ruolo che si sta svolgendo. Occorre avere in mente l'obiettivo e non le difficoltà contingenti. Occorre essere molto competenti nella propria disciplina, altrimenti sarà impossibile ottenere il rispetto che prima o poi si tributa sempre a chi s'impone la durezza in vista di uno scopo significativo. In una parola ci vogliono le palle, che non tutti, mi rendo conto, possiedono (l'appartenenza di genere non è in questo caso una discriminante di rilievo). Dopo tre-quattro mesi di questa solfa, dopo essersi costrette a scatenare e ad attraversare l'inferno, di solito anche la classe più scalmanata diventa malleabile come pongo. Quasi sempre, a fine anno, si viene ricordati da alunni e genitori come uno dei migliori docenti della classe. NON dai dirigenti scolastici, che avranno parecchie grane (del resto, neanche il loro contratto garantiva un mestiere facile). Per imbarcarsi nell'impresa bisogna essere convinti che ne valga la pena. Io lo sono sempre stata.
Unico problema: è una strategia che richiede tempo per dare i suoi frutti. Il che significa che faccio molta difficoltà a gestire, ad esempio, le sostituzioni di un'ora, in cui il tempo di dissuasione è molto limitato. Le mie sostituzioni si risolvono quasi sempre in inutili stragi, con strascichi di processioni genitoriali che  lamentano la mia crudeltà, disumanità e inadeguatezza al ruolo. Vagli a spiegare che è una recita. Su questo sarei grata a chi sapesse offrirmi qualche suggerimento (diverso, per cortesia, dal "fregatene, tanto è solo una sostituzione").


Ultima modifica di T0ta|rec il Gio Apr 02, 2015 1:32 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 1:31 pm

isula. ha scritto:
Per prepararsi al ruolo di insegnante (così come per ogni lavoro) sono necessari oltre che la CONOSCENZA DELLA DISCIPLINA che si andrà ad insegnare  anche una sufficiente predisposizione alla professione, e, soprattutto, di molto ADDESTRAMENTO e preparazione psicologica e pedagogica attraverso corsi appositi e autoformazione.

Di questo, mi permetto di dubitare di brutto.

E' proprio l'eccessiva importanza data alle riflessioni teoriche (peraltro, elaborate quasi sempre da persone che hanno studiato l'argomento solo da un punto di vista teorico ma non hanno alcuna esperienza pratica di ciò di cui parlano), perdendo di vista la concretezza dell'impegno nelle situazioni quotidiane della scuola VERA, a peggiorare l'efficiacia dell'insegnamento invece di migliorarla.

L.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 1:37 pm

T0ta|rec ha scritto:
Unico problema: è una strategia che richiede tempo per dare i suoi frutti. Il che significa che faccio molta difficoltà a gestire, ad esempio, le sostituzioni di un'ora, in cui il tempo di dissuasione è molto limitato. Le mie sostituzioni si risolvono quasi sempre in inutili stragi, con strascichi di processioni genitoriali che  lamentano la mia crudeltà, disumanità e inadeguatezza al ruolo. Vagli a spiegare che è una recita. Su questo sarei grata a chi sapesse offrirmi qualche suggerimento (diverso, per cortesia, dal "fregatene, tanto è solo una sostituzione").

Se hai la cattedra completa e non hai nessun obbligo di ore a disposizione, c'è un suggerimento semplicissimo, ma fantastico: limitarti a dire di no quando ti chiedono di fare le sostituzioni occasionali da un'ora. E' l'unico suggerimento che applico felicemente su me stessa da molti anni, e senza minimamente sentirmi in colpa!
Tornare in alto Andare in basso
T0ta|rec



Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 1:41 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Se hai la cattedra completa e non hai nessun obbligo di ore a disposizione, c'è un suggerimento semplicissimo, ma fantastico: limitarti a dire di no quando ti chiedono di fare le sostituzioni occasionali da un'ora. E' l'unico suggerimento che applico felicemente su me stessa da molti anni, e senza minimamente sentirmi in colpa!

Purtroppo lavoro in un ITIS con lezioni da 50 minuti, dimodocché le sostituzioni, in caso di assenza di colleghi, sono state fatte rientrare nell'orario di lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 1:48 pm

Scusate se riciccio fuori una vecchissima questione ritrita, ma non si ribadisce da anni che le ore da 50 minuti (con recupero obbligatorio solo per gli insegnanti ma non per le classi) sono illegali?

E non mi riferisco nemmeno ai diritti sindacali degli insegnanti, ma proprio delle ore di servizio da offrire che vengono SOTTRATTE agli studenti, perché il personale che dovrebbe svolgerle viene invece incaricato ilegittimamente di andare da un'altra parte! 50 minuti invece di 60 vuol dire sottrarre indebitamente alle classi un sesto dell'orario regolare di lezione prevista. Se la scuola dichiara un quadro orario (ad esempio) di 30 ore e invece le classi ne fanno 25, e non per mancanza di risorse, ma perché quelle riorse ci sono e si preferisce impiegarle diversamente, non è illegale?

L.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Gio Apr 02, 2015 1:57 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 1:55 pm

giovanna onnis ha scritto:
giobbe ha scritto:
La peggiore insegnante? L'insegnante materna. Specialmente quando chiede che siano materne pure le altre.
Perchè solo al femminile Giobbe??
Rispondo anche a TittiTitti76.
Nella scuola primaria il 99% sono maestre. Nella scuola secondaria di I grado il 70% sono donne; il 50% nella secondaria di II grado. La scuola è donna. Molte donne insegnanti, specialmente della primaria e della scuola media si sentono "mamme" anche con i loro alunni. Generalmente gli insegnanti (in proporzione più uomini che donne) sono di tre tipi: i superficiali, che lavorano poco e promuovono tutti per non avere rogne, gli ignavi e i "giustizialisti". La categoria degli ignavi è costituita prevalentemente da donne. Sono quelle che si lamentano nei corridoi ma che non si lamentano nei consigli di classe quando a presenziarli è lo stesso DS. Spesso l'insegnante "giustizialista", spalleggiato durante l'anno dai colleghi ignavi, viene lasciato immediatamente solo al primo consiglio di classe presieduto dal DS.
Io sono convinto, sulla scorta della mia esperienza quarantennale, che il primo male della scuola è la poca coerenza e la frammentarietà della sua classe docente.
Tornare in alto Andare in basso
Online
T0ta|rec



Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 2:00 pm

In teoria hai ragione, le ore andrebbero recuperate solo sulle classi a cui vengono sottratte. Ma è un'usanza ormai così' diffusa, così avallata a livello centrale, così supinamente accettata dai docenti, che non vedo probabile o proponibile la necessaria mobilitazione per cambiare le cose. Certo, il singolo può sempre fare ricorso e vedere come va a finire. Ci penserò. Però preferirei imparare un metodo più efficace di quello che utilizzo attualmente per gestire le ore di sostituzione piuttosto che ottenere il diritto di evitarle.
EDIT: Preciso comunque che nel mio istituto si fanno SEI ore di lezione al giorno, proprio per far recuperare agli studenti il tempo sottratto loro con i dieci minuti in meno.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7526
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 2:05 pm

In che senso rec? Anche alle medie son sempre sei ore...ognuna con tot minuti in meno
Tornare in alto Andare in basso
Online
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 2:05 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
isula. ha scritto:
Per prepararsi al ruolo di insegnante (così come per ogni lavoro) sono necessari oltre che la CONOSCENZA DELLA DISCIPLINA che si andrà ad insegnare  anche una sufficiente predisposizione alla professione, e, soprattutto, di molto ADDESTRAMENTO e preparazione psicologica e pedagogica attraverso corsi appositi e autoformazione.

Di questo, mi permetto di dubitare di brutto.

E' proprio l'eccessiva importanza data alle riflessioni teoriche (peraltro, elaborate quasi sempre da persone che hanno studiato l'argomento solo da un punto di vista teorico ma non hanno alcuna esperienza pratica di ciò di cui parlano), perdendo di vista la concretezza dell'impegno nelle situazioni quotidiane della scuola VERA, a peggiorare l'efficiacia dell'insegnamento invece di migliorarla.

Appoggio Paniscus. Non a caso siamo proprio qui tutti a discutere di come il "bastardone" sia l'insegnante migliore. Addirittura non mi stupirei se qualcuno, leggendo alcuni dei nostri post, si facesse l'idea che il modello ideale di insegnante è il sergente Hartman. Altro che psicologia e pedagogia... alla fine, come recita la nota battuta di un vecchio film, "la scuola è una guerra".

Tornare in alto Andare in basso
T0ta|rec



Messaggi : 362
Data d'iscrizione : 30.07.13
Località : Modena

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 2:27 pm

tellina ha scritto:
In che senso rec? Anche alle medie son sempre sei ore...ognuna con tot minuti in meno

Non ho davanti la normativa, ma non è quello che la legge Gelmini aveva prescritto per gli ITIS? 36 ore settimanali da 50 minuti.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6149
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 2:31 pm

Assolutamente no: al contrario, la legge Gelmini aveva prescritto proprio l'obbligo di fare le ore intere da 60 minuti, eliminando la prassi diffusa di ridurle a 50 senza nessun recupero... che poi sia stata davvero applicata ovunque, non lo so, ma all'epoca anch'io ero in un istituto tecnico (non industriale ma agrario, però il quadto orario era lo stesso) e ricordo benissimo la cosa!

L.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: Un docente deve avere un carattere. ...   Gio Apr 02, 2015 2:32 pm

Scusate, ma affermando che il "bastardone" sia l'insegnante migliore state facendo una precettistica per insegnanti priva di senso, ma equivalente e altrettanto erronea  rispetto a quella fastidiosa è buonista che gira su internet.

Il bastardone non è l'insegnante migliore, così come non lo è la mammina. Vedo ogni giorno colleghi, e ricordo decenni fa miei professori, che sono o erano ottimi insegnanti senza essere né bastardoni né mammine.

L'insegnante migliore è quello che ottiene i migliori risultati didattici e non quello che mantiene un clima collaborativo o di terrore in classe e nemmeno, riprendendo Lenar, quello che ha studiato libri e libri di pedagogia e psicologia teoriche, poco utili quando si affronta una classe vera.

La classe vera è un insieme, anzi un contesto, composto di 25-30 individui diversi l'uno dall'altro e diversi da classe a classe: individui che interagiscono tra di loro in maniera diversa e spesso imprevedibile, complicando ancora di più le cose, e di cui fa parte anche il professore che, come gli studenti, ha la sua storia e il suo carattere. Il modello di insegnamento che funziona in una classe non funziona nella classe affianco, come ben sa chiunque abbia insegnato.

Se oggi in molti contesti-classe funziona il "bastardone" la causa sta nel fatto che si è perso, come lamenta scuola70, il rispetto per il professore inteso come figura dell'Istituzione: preparato o scarso, simpatico o antipatico, empatico o indifferente il professore come figura non riceve il rispetto che gli sarebbe dovuto ed è costretto a perdere parte della propria energia (e dell'efficacia dell'insegnamento) a recuperarlo blandendo o terrorizzando gli studenti.

Purtroppo la causa di questi guai siamo noi stessi insegnanti, che
- aderiamo a cattive prassi diffuse in ogni istituto che inficiano il loro ruolo e l'efficacia dell'insegnamento;
- crediamo alla precettistica buonista degli slogan che iniziano con "il miglior insegnante è quello che..."
- siamo continuamente presi da sensi di colpa e ci intestiamo eventuali fallimenti didattici;
- ci lasciamo spaventare dalle minacce di dirigenti e genitori e adeguiamo la didattica in base a richieste e a minacce
- aderiamo a tutte le campagne volte a diminuire il carico didattico o lo stress emotivo di questi benedetti ragazzi, semplifichiamo le lezioni, ci ammazziamo di lavoro a fare inutili mappe concettuali quando quelli che devono lavorare sono i "poverini" discenti più che gli insegnanti;
- ci preoccupiamo di fare corsi e corsetti per imparare a essere mammine e per preparare ancora meglio la loro pappa
- abituiamo i ragazzi a essere trattati con i guanti bianchi sin dalle elementari, senza mai chiedere loro uno sforzo ulteriore o una modifica dei loro comportamenti
- accettiamo supinamente tutti gli assurdi provvedimenti emanati a livello centrale che ci riguardano (per esempio questa riforma reazionaria di Renzi, come tutte le altre riforme almeno dal 2000 in poi)

Con questi comportamenti siamo noi stessi docenti a contribuire ad alimentare il discredito di cui è avvolta l'intera categoria e autorizzare implicitamente genitori e studenti a non rispettarci, a prenderci a calci in viso.


Ultima modifica di ufo polemico il Gio Apr 02, 2015 3:00 pm, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
 
Un docente deve avere un carattere. ...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» caratteristiche che una fresa deve avere per essere buona
» ma voi, quanti e quali ciucci/biberon comprerete o avete già comprato?
» consiglio fresa
» io devo avere il lanternino!!!
» ci terrei a d avere notizie

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: