Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Vostra opinione su riforma?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
leone70



Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 9:41 am

Salve

premesso che non sono un addetto ai lavori, ma un giornalista che sta preparando uno speciale scuola,
vorrei chiedervi cosa ne pensate della annunciata riforma.
Promossa? Bocciata? Rimandata?

Se non vi va di dilungarvi qui, potete anche mandarmi un messaggio privato.

Grazie in anticipo.
Leone
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 9:49 am

i messaggi privati sono disattivati.

leggendo i vari topic è comunque facile farsi un'idea delle varie posizioni, fermo restando che la complessità del DDL è tale che ci sono tante sfumature intermedie.

la più evidente quella di chi appoggia il DDL perchè in esso è contenuta la propria immissione in ruolo, ma è cosciente dei compromessi richiesti.

Tornare in alto Andare in basso
rafzzz



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 09.11.09

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 10:47 am

Detta altrimenti se le assunzioni fossero separate dal resto del ddl verrebbe bocciato dal 99% dei docenti. La prospettiva delle assunzioni rende molti miopi alcuni rassegnati e crea qualche raro entusiasta.
Poi ci sono quelli che sono esclusi dalle immissioni in ruolo del ddl e quindi non possono vederci nulla di positivo: quelli della 2' fascia grafuatoroe di istituto e anzi potrebbero non lavorare più pur con abilitazione ed anni di servizio. Infine gli idonei del concorso che prima approvano la riforma finche rientravano tra le assunzioni ed ora sono contrari e delusi
Tornare in alto Andare in basso
leone70



Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 10:58 am

D'accordo. Mi rendo conto che, offrendo un possibile sbocco al limbo nel quale molti sono relegati,
si legga il ddl in tale ottica.

Ma gradirei sapere anche se c'è qualche spunto utile a innalzare la qualità della scuola e del prodotto finale. O è tutta fuffa?
Il ruolo del preside? I soldi ai docenti meritevoli?
Tornare in alto Andare in basso
catiusciagr



Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 11:00 am

Anief ha detto la cosa più giusta:
Con la MALASCUOLA Renzi è riuscito a mettere tutti contro tutti.
BRAVO; BENE; BIS!

Però...fino ad un certo punto...perchè tranne qualche sporadico docente nelle ultime posizioni delle GAE TUTTI ora , comprendono che la Riforma è qualcosa di......(non riesco a trovare il termine giusto).
Credo e mi auguro che presto saremo TUTTI contro......(indovinate chi).
Tornare in alto Andare in basso
primula81



Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 10.11.12

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 11:05 am

Salve
sono un'insegnante. In sintesi, La "Buona Scuola" ha il parere oltremodo contrario sia dalle componenti che nel mondo della scuola operano(Docenti, Ata), sia della componente Genitori, Alunni, soggetti giuridici quali Associazioni(genitori , docenti precari, docenti di ruolo, sociali in genere ....), Fondazioni(es. Fondazione Agnelli ...), Sindacati, persone che rivestono ruoli socialmente rilevanti, uno per tutti l'opinione del Ferdinando Imposimato, Presidente aggiunto della Suprema Corte di Cassazione, che nel Suo terzo intervento sulla riforma della scuola proposta da Renzi così scrive:
[i]"@matteorenzi gentle pres Renzi, ddl buonascuola va contro dignità del lavoro dei precari benemeriti docenti della vera scuola; lo ritiri subito per favore e ricordi Voltaire; che l'onore di ogni uomo, compreso un governante, sta nel riconoscere i propri errori"

E solo qualche giorno prima, sempre dalla propria pagina Facebook il Giudice aveva definito la riforma proposta da Renzi come una "vergogna che umilia e distrugge la vita di migliaia di insegnanti".

Sempre a scopo esemplificativo, si riporta uno stralcio dell'articolo pubblicato da "La tecnica della scuola del 5 marzo 2015, sulle critiche mosse dalla Fondazione Agnelli al DDL La Buona Scuola:
Anche Adrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli ha parecchio da ridire su come sta procedendo il Piano del Governo per la Buona Scuola (e lo fa attraverso un editoriale pubblicato oggi sul quotidiano La Stampa).
Curiosamente, una delle critiche più decise riguarda il profilo di dirigente scolastico che emerge dalla bozza del disegno di legge che sta circolando in queste ore.
Secondo Gavosto il provvedimento cha ha in mente Renzi amplia notevolmente i poteri del dirigente scolastiche che potrà assegnare incarichi triennali ai docenti per specifiche responsabilità e, supportato dal nucleo di valutazione interno, avrà persino la possibilità di attribuire aumenti stipendiali permanenti seppure per importi limitati.
Resta però oscuro - sottolinea Gavosto - in che modo i dirigenti scolastici potranno a loro volta essere valutati.
I rischi sono molti, sostiene il direttore della Fondazione Agnelli: il più serio è che in assenza di metodi e criteri trasparenti, la maggiore autonomia attribuita ai dirigenti dia origine a comportamenti arbitrari.
Per il resto, Gavosto si associa alle preoccupazioni formulate anche da altri osservatori.....
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 11:17 am

leone70 ha scritto:


Ma gradirei sapere anche se c'è qualche spunto utile a innalzare la qualità della scuola e del prodotto finale. O è tutta fuffa?
Il ruolo del preside? I soldi ai docenti meritevoli?

soldi ai docenti meritevoli

"Il dirigente sceglierà i criteri, sentito il Consiglio d'istituto, sulla base della valutazione dell'attività didattica: risultati ottenuti in termini di qualità dell'insegnamento, di rendimento scolastico degli studenti, di progettualità nella metodologia didattica utilizzata, di innovatività e di contributo al miglioramento complessivo della scuola."

http://www.orizzontescuola.it/news/pi-soldi-ai-docenti-decide-dirigente-ma-solo-quelli-ruolo-quali-criteri

non è ancora possibile tradurre in pratica tali orientamenti, per cui è normale essere guardinghi
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 11:25 am

probabilmente, leone70, potrai ricevere maggiori contributi nel pomeriggio o in tarda serata, dal momento che al momento molti colleghi sono impegnati nel servizio.
Tornare in alto Andare in basso
FRANCI88



Messaggi : 1549
Data d'iscrizione : 14.03.11

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 11:57 am

Attendo l'approvazione della riforma con trepidante attesa visto che mi porterà in ruolo, spero vivamente nella mia provincia qui al sud. Dico spero perché, se i posti in deroga sul sostegno non rientreranno tutti nel piano delle assunzioni i docenti di sostegno nelle GE meridionali dovranno ripiegare al nord, mentre qui al sud rimarrebbero comunque cattedre scoperte e disponibili.
Considerato che sei un giornalista, mi auguro che tu possa portare in evidenza, e quindi a conoscenza di tutti,questo gran paradosso che danneggerebbe sia la continuità didattica dei disabili sia i docenti specializzati meridionali che per avere il ruolo saranno deportati a 1200 km dalla loro provincia e con l'amaro in bocca, consapevoli che tutti i posti in deroga liberi verrebbero destinati a supplenze.
Tornare in alto Andare in basso
primula81



Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 10.11.12

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 12:26 pm

II parte
Questa riforma è peggio del "FLAGELLO DI ATTILA" per tutte le componenti: 1)Per il personale di ruolo, perchè diventando soprannumerari e/o con la mobilità non si sa quale sarà poi il destino,2) l'art.7 comma3/d manderà in cattedra immessi in ruolo da GAE in esubero che saranno dirottati su classi di concorso di cui non hanno abilitazione e così, di conseguenza, verranno intasate anche le classi di concorso esaurite, pur in presenza di molti "Abilitati" per quelle discipline, abilitati di STATO che verranno cestinati. 3) Docenti abilitati non inseriti in GAE ma in II fascia perchè per lo scriteriato art.7 precedente annullerà le possibilità di ottenere supplenze, anche per i docenti di III fascia.

In ultimo, ma non di minore importanza, il DDL porterà in cattedra anche la moglie di RENZI,AGNESE LANDINI 37 anni, precaria da 8, inserita nelle GaE. IL DDL porterà FINALMENTE IN CATTEDRA anche lei. CONFLITTO DI INTERESSE?
Da un'intervista di Repubblica del 20 settembre 2014:
FIRENZE - "Io l'ispiratrice della riforma sulla scuola? Beh, è normale che fra marito e moglie ci si parli. Sono un'insegnante precaria da otto anni e Matteo ha sempre conosciuto bene la realtà della scuola italiana, l'ha vissuta con me". Aula magna strapiena di giovani docenti e senza aria condizionata.

È arrivata di mattina presto Agnese Landini, 37 anni, la first lady. Al liceo Russell Newton di Scandicci assegnano le supplenze annuali per le medie e superiori. In fila, a caccia di una cattedra che a fine giornata non arriverà, c'è anche la moglie del premier Renzi. Hanno tutti gli occhi su di lei. E lei sorride, ogni tanto dà uno sguardo all'iPad e conversa con le amiche. "Come una comune mortale, certo. Perché non dovrei?".

Ma non si era messa in aspettativa per stare al fianco di suo marito?
"Era un momento particolare, bisognava organizzare la vita familiare. Io amo tantissimo il mio lavoro, non voglio abbandonarlo. Matteo lo sa, ne abbiamo parlato. E comunque l'aspettativa durava fino a giugno, io sono una precaria, finora ho avuto solo incarichi annuali".

Quindi rimarrà a Pontassieve, non si trasferirà a Roma?
"Non lo so, vediamo"

Dove insegnerà?
"Non so nemmeno se riuscirò ad ottenere una cattedra. Insegno italiano e latino nei licei, e quest'anno per la mia materia ci sono 25 incarichi a tempo pieno e qualche part time. Io sono trentacinquesima in graduatoria, non ci spero molto, ma chissà, magari qualcuno rinuncia".

Quindi anche lei si mette in coda?
"Certo, perché non dovrei? Ma non ascoltate solo la mia storia. Raccontate il terno al lotto delle nomine. Queste sono giornate campali e penose per tutti i precari che cercano un posto. Io lo sono da otto anni, ma in questa sala ci sono atipici della scuola da dieci e anche da quindici anni. E ogni anno, a settembre, devono venire qui ed attendere ore senza sapere se riusciranno a veder ripagati i loro sacrifici".

Ma allora le 150 mila assunzioni che dovrebbero azzerare le graduatorie dei precari le ha suggerite lei al premier, è lei l'ispiratrice della riforma?
"Beh sì, come in tutte le coppie, ci confrontiamo.
Matteo conosce la realtà della scuola italiana. Sa quali sono i punti di forza e di debolezza del mondo dell'istruzione anche attraverso la mia esperienza".

Senta, ma da precaria, che ne pensa dell'idea di rivedere l'articolo 18?
"No, guardi, parlo solo di scuola".

Che professoressa è Agnese Landini, cosa ama insegnare di più?
"I poemi Omerici e la poesia del Novecento. Ora però mi scusi, hanno chiamato, cominciano le nomine". Si alza e corre dai funzionari del provveditorato. Si siede, scorre le liste.

Come è andata?
"Niente, solo part time, per il momento sono senza cattedra. Aspetto le graduatorie di istituto. Capita spesso che si liberino posti dopo questa prima ondata. Spero in una chiamata nei prossimi giorni".
Tornare in alto Andare in basso
scappodall'italia



Messaggi : 219
Data d'iscrizione : 26.03.15

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 12:26 pm

Insomma emerge chiaramente che ognuno si coltiva il proprio orticello e alla faccia della "Buona scuola": VIVA I NOSTRI POLITICI VIVA L'ITALIA!!!
Tornare in alto Andare in basso
Dilo



Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 17.06.11

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 12:33 pm

Porre come contropartita ai ruoli (decisamente pochi... rispetto agli aventi diritto) una fortissima riduzione della dignità professionale e personale, dei diritti acquisiti, della libertà di insegnamento e delle libertà personali sia dei precari che dei docenti già in ruolo, rende questa proposta di legge non da bocciare, ma da dimenticare il più presto possibile.

Storicamente ci sono già state proposte di questo genere... quoto quanto scritto da kappa27 in un altro post, anch'io leggendo la proposta avevo avuto la sensazione di qualcosa di già sentito....

kappa27 ha scritto:
ok non so come allegare un file al post, non so neanche se sia possibile farlo. Allora copio e incollo qui.
Sto facendo il pas online di romatre e quello che incollo qui è un estratto della dispensa di due professoresse del pas che riguarda la storia degli insegnanti. Vi incollo la parte che riguarda la riforma Gentile. Leggendo mi è venuta la pelle d'oca. mi pare che si stia parlando del presente , altro che passato.

Gli insegnanti e il fascismo

«Secondo gli idealisti, la rigenerazione morale degli italiani, più che mai urgente dopo una
guerra nella quale sono affiorati egoismi particolaristici e tendenze dissolvitrici della
compagine statale, deve partire dalla scuola, strumento indispensabile nell'ambito di un
progetto che si pone come obiettivo la duratura trasformazione del quadro politico.
Per questo, gli insegnanti per primi devono rinnovarsi profondamente, aprendosi a una
cultura che superi il nozionismo e l'enciclopedismo della scuola tradizionale. La riforma della
scuola magistrale è uno dei più rilevanti problemi politici, poiché è nella scuola elementare
che «si gettano le basi della granitica unità nazionale e della grandezza della patria, o i germi
della discordia, del settarismo, della dissoluzione sociale» (Appello per un «Fascio di
Educazione Nazionale», 1920). Il rinnovamento del curriculum magistrale deve inserirsi
nell'ambito di una riforma globale della scuola secondaria che ripristini la serietà e la severità
degli studi, allontanandone gli incapaci, e valorizzi gli insegnamenti letterari e filosofici, che
più degli altri ne garantiscono il carattere formativo e disinteressato. Vera cultura, secondo
Gentile, in quanto educazione dello spirito, non può essere quella dello «scientismo
dommatico» della vecchia scuola normale né può avere finalità professionali.
Si critica così in modo radicale l'impostazione che gli studi magistrali sono venuti assumendo
nel corso dell'Ottocento, in seguito all'affermarsi del positivismo in seno alla cultura italiana
(cfr. De Fort, 1986, pp. 222 ss.). Si ispirano a tale orientamento la riforma della scuola
normale compiuta da De Sanctis nel 1880 e quella del 1896, che sottolineano l'importanza
delle «conoscenze del reale», date dalle discipline scientifiche, per superare il verbalismo e
l'astrattezza dominanti nella scuola, e mirano a fondare l'insegnamento sul metodo intuitivo-
sperimentale. L'attenzione alla metodologia didattica caratterizza anche la dottrina

---------

Si entra così nel vivo della sostanza autoritaria della riforma, pur velata dall'asserita
rivalutazione della libertà didattica (ma la contraddizione è solo apparente, perché per Gentile
la libertà non è individuale ma vive solo nello Stato inteso come sostanza etica). Con una
rispondenza non casuale al quadro politico entro cui si colloca, la riforma sancisce la
subordinazione gerarchica degli insegnanti, sopprimendo tutti gli elementi di democrazia
introdotti nella scuola dalla legislazione precedente. Vengono così eliminate le rappresentanze
di categoria negli organi dell'amministrazione scolastica — dai Consigli provinciali alla
Commissione dei ricorsi al Consiglio superiore — considerati strumento di indebite pressioni
corporative (contemporaneamente, Gentile si rifiuta di ricevere i rappresentanti delle
organizzazioni sindacali); lo stato giuridico, le cui disposizioni appaiono «eccessivamente
corrive», è smantellato, gli insegnanti sono sottoposti a un accentuato controllo, attraverso le
note informative e la qualifica, dispensate da un preside che diviene il rappresentante nella
scuola dell'assoluta autorità del ministro, dotato della facoltà di comminare punizioni
disciplinari (sul «preside-duce», cfr. Santoni Rugiu, 1981, pp. 283-287). La riforma viene
applicata inoltre in un clima intimidatorio, nel quale qualsiasi critica viene duramente
attaccata e le opposizioni sono minacciate di severe sanzioni. La dispensa dal servizio è
inoltre prevista per quanti si rivelino inadeguati ai nuovi orientamenti. Al bastone si
accompagna però la carota degli aumenti di stipendio, concessi, si fa notare, senza obbedire
ad alcuna pressione dal basso, ma solo alla considerazione dell'alta funzione sociale degli
insegnanti»

.
Secondo alcuni studiosi, l’organizzazione scolastica derivante dalla Riforma Gentile fu più
subita che accolta dagli insegnanti, i quali dovettero tuttavia contribuire, nolenti o volenti, a
realizzarne i principi di fondo.
«La restaurazione della disciplina, avviata dalla riforma Gentile, è indubbiamente funzionale
al fascismo. Lo sono meno i provvedimenti attraverso i quali il filosofo ha tentato di
riqualificare gli studi, di sfoltire drasticamente la popolazione scolastica e di introdurre
concorsi più rigorosi per gli insegnanti: il regime, autoritario ma demagogico, è fragile di
fronte alle proteste contro la selezione che salgono dai ceti piccolo-medio borghesi, principali
fruitori delle secondarie. Vengono così ben presto abbattuti molti dei limiti posti dalla riforma
all'aumento del numero delle scuole e dei loro studenti, mentre si ridimensiona l'originaria
selettività dei concorsi. Tuttavia il fascismo non è mosso solo da considerazioni di tipo
clientelare, bensì anche dalla consapevolezza dell'oggettiva impossibilità di rispondere a un
fenomeno presente in tutto il mondo occidentale — la spinta di massa all'istruzione —
unicamente con provvedimenti repressivi. Tale fenomeno sarà accentuato dalla depressione:
negli anni Trenta i livelli della scolarità secondaria salgono bruscamente. Della corsa verso
l'impiego pubblico è vittima soprattutto l'istituto magistrale, e con esso la riforma, che
inutilmente ha tentato di rialzarne il livello, aumentandone di un anno la durata e
introducendovi il latino e la pedagogia in chiave filosofica. Da più parti si denunciano
l'affollamento delle classi, l'inadeguatezza dei professori, spesso supplenti e incaricati:
riappaiono, macroscopici, i problemi a cui Gentile ha inteso porre rimedio (De Fort, 1986,
pp. 230 e ss.)»
Tornare in alto Andare in basso
sparviero



Messaggi : 642
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 12:44 pm

primula81 ha scritto:
II parte
Questa riforma è peggio del "FLAGELLO DI ATTILA" per tutte le componenti: 1)Per il personale di ruolo, perchè diventando soprannumerari e/o con la mobilità non si sa quale sarà poi il destino,2) l'art.7 comma3/d manderà in cattedra immessi in ruolo da GAE in esubero che saranno dirottati su classi di concorso di cui non hanno abilitazione e così, di conseguenza, verranno intasate anche le classi di concorso esaurite, pur in presenza di molti "Abilitati" per quelle discipline, abilitati di STATO che verranno cestinati. 3) Docenti abilitati non inseriti in GAE ma in II fascia perchè per lo scriteriato art.7 precedente annullerà le possibilità di ottenere supplenze, anche per i docenti di III fascia.

In ultimo, ma non di minore importanza, il DDL porterà in cattedra anche la moglie di RENZI,AGNESE LANDINI  37 anni, precaria da 8, inserita nelle GaE. IL DDL porterà FINALMENTE IN CATTEDRA anche lei. CONFLITTO DI INTERESSE?
Da un'intervista di Repubblica del 20 settembre 2014:
FIRENZE  - "Io l'ispiratrice della riforma sulla scuola? Beh, è normale che fra marito e moglie ci si parli. Sono un'insegnante precaria da otto anni e Matteo ha sempre conosciuto bene la realtà della scuola italiana, l'ha vissuta con me". Aula magna strapiena di giovani docenti e senza aria condizionata.

È arrivata di mattina presto Agnese Landini, 37 anni, la first lady. Al liceo Russell Newton di Scandicci assegnano le supplenze annuali per le medie e superiori. In fila, a caccia di una cattedra che a fine giornata non arriverà, c'è anche la moglie del premier Renzi. Hanno tutti gli occhi su di lei. E lei sorride, ogni tanto dà uno sguardo all'iPad e conversa con le amiche. "Come una comune mortale, certo. Perché non dovrei?".

Ma non si era messa in aspettativa per stare al fianco di suo marito?
"Era un momento particolare, bisognava organizzare la vita familiare. Io amo tantissimo il mio lavoro, non voglio abbandonarlo. Matteo lo sa, ne abbiamo parlato. E comunque l'aspettativa durava fino a giugno, io sono una precaria, finora ho avuto solo incarichi annuali".

Quindi rimarrà a Pontassieve, non si trasferirà a Roma?
"Non lo so, vediamo"

Dove insegnerà?
"Non so nemmeno se riuscirò ad ottenere una cattedra. Insegno italiano e latino nei licei, e quest'anno per la mia materia ci sono 25 incarichi a tempo pieno e qualche part time. Io sono trentacinquesima in graduatoria, non ci spero molto, ma chissà, magari qualcuno rinuncia".

Quindi anche lei si mette in coda?
"Certo, perché non dovrei? Ma non ascoltate solo la mia storia. Raccontate il terno al lotto delle nomine. Queste sono giornate campali e penose per tutti i precari che cercano un posto. Io lo sono da otto anni, ma in questa sala ci sono atipici della scuola da dieci e anche da quindici anni. E ogni anno, a settembre, devono venire qui ed attendere ore senza sapere se riusciranno a veder ripagati i loro sacrifici".

Ma allora le 150 mila assunzioni che dovrebbero azzerare le graduatorie dei precari le ha suggerite lei al premier, è lei l'ispiratrice della riforma?
"Beh sì, come in tutte le coppie, ci confrontiamo.
Matteo conosce la realtà della scuola italiana. Sa quali sono i punti di forza e di debolezza del mondo dell'istruzione anche attraverso la mia esperienza".

Senta, ma da precaria, che ne pensa dell'idea di rivedere l'articolo 18?
"No, guardi, parlo solo di scuola".

Che professoressa è Agnese Landini, cosa ama insegnare di più?
"I poemi Omerici e la poesia del Novecento. Ora però mi scusi, hanno chiamato, cominciano le nomine". Si alza e corre dai funzionari del provveditorato. Si siede, scorre le liste.

Come è andata?
"Niente, solo part time, per il momento sono senza cattedra. Aspetto le graduatorie di istituto. Capita spesso che si liberino posti dopo questa prima ondata. Spero in una chiamata nei prossimi giorni".
ancora con la moglie di renzi?ma finiamola per favore di far credere che si assumeranno i docenti delle ge per assumere la signora Agnese. Pensate veramente che per il premier sia impossibile sistemarla con un incarico presso un qualsiasi ministero a 500mila euro all'anno?e non mi venite a dire che lo fa perché la moglie ama il suo lavoro perché sfido chiunque a rinunciare a un grosso incarico ministeriale per continuare a insegnare. Trovate altri argomenti perché a questa favoletta non crede nessuno.
Tornare in alto Andare in basso
denise.romano52



Messaggi : 279
Data d'iscrizione : 24.05.11

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 1:16 pm

Intervengo a favore dei docenti immobilizzati, cioè docenti di ruolo in servizio da 3 a oltre 10 anni fuori dalla propria provincia, i quali con le massicce immissioni in ruolo resteranno confinati  forse PER SEMPRE nel Comune di servizio. Li hanno chiamati furbi, cercatori d'oro, pentiti ecc.  dimenticando volutamente che una scelta di vita così difficile, quale quella di allontanarsi dai propri luoghi e dai propri cari, avrà avuto una motivazione altrettanto importante.
Il ritorno nella propria provincia fino ad oggi è stato impossibile a causa dell'esiguità dei posti di lavoro messi a disposizione per la mobilità e devo dirlo, dell'appannaggio dei pochi posti disponili a favore di vere o false 104. Adesso che i posti di lavoro sono stati creati anche dove prima non c'erano e dove non ci sono mai stati sarebbe giusto che ad una immissione straordinaria corrispondesse una mobilità straordinaria dei docenti già di ruolo.
I posti non si perdono, UNO si occupa e UNO si libera! Posso capire i precari del Sud che credono di perdere il lavoro sotto casa, ma in realtà non si sa quanti di loro lavoreranno nella propria città e quanto andranno fuori. Diciamo che noi avremmo un diritto soggettivo ad avere il trasferimento e i precari un interesse legittimo a lavorare sotto casa, ma il motivo del nostro non ascolto  non è di natura legale bensì elettorale. Quanto noi? Quanti loro?
Per fare un esempio ai colleghi precari, ai quali auguro di essere assunti al più presto, in questi giorni di incontri e manifestazioni tra immobilizzati ho scoperto che la maggior parte  chiede il trasferimento all'interno della propria regione. Persone che da Catania vogliono andare a Palermo e chi da Palermo vuole andare ad Agrigento o ancora da Roma a Frosinone, da Roma a Napoli, Latina, da Napoli a Bari ecc... Ce ne sono altri a Torino o Milano che vogliono andare al centro sud, ma sono molto meno di quanto credete.
Poi ci sono docenti che all'aggiornamento triennale, a maggio 2014, hanno scelto un'altra provincia e pochi mesi dopo sono stati beffati dal piano della Buona Scuola, che se conosciuto o pubblicizzato prima avrebbe cambiato la loro decisione. Per la mobilità di questi ultimi, sono d'accordo con l'autrice della lettera sui "cercatori d'oro" che ha scritto :facciamoli partecipare alle immissioni con il punteggio che avevano. Ok mi sta bene, è giusto. Vedrete che molti "cercatori d'oro" avevano punteggi altissimi e sono partiti per necessità, chi ha punteggi bassi andrà fuori, ma almeno avrà la possibilità di scegliere 100 città italiane, sperando in una più vicina dell'attuale.
Come vede, caro giornalista, è lunga la lista degli scontenti.. forse gli unici contenti sono i precari in GAE con punteggi bassi che sarebbero entrati di ruolo  tra 10 anni.
Tornare in alto Andare in basso
FRANCI88



Messaggi : 1549
Data d'iscrizione : 14.03.11

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 1:36 pm

I docenti "immobilizzati" hanno già avuto quello che volevano, il ruolo, e lo hanno ottenuto in altra provincia al nord o al centro scavalcando i gaeini locali in attesa. Possono quindi ora attendere anch'essi il trasferimento.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 1:50 pm

leone70 ha scritto:

Ma gradirei sapere anche se c'è qualche spunto utile a innalzare la qualità della scuola e del prodotto finale. O è tutta fuffa?
Il ruolo del preside? I soldi ai docenti meritevoli?

Vi sono molti spunti utili a PEGGIORARE LA QUALITA' DELLA SCUOLA. Ad esempio l' Art. 7 Comma 3 d) che recita:
"
3. L’attribuzione, da parte dei dirigenti scolastici, degli incarichi ai docenti, avviene nel rispetto dei seguenti principi e criteri:
........
d) utilizzo del personale docente di ruolo in classi di concorso diverse da quelle per la quale possiede l’abilitazione, purché possegga titolo di studio valido all’insegnamento;
.........
"

In chiaro : assegnare ( in una Scuola Superiore) un incarico di Lingua Spagnola ad un Docente abilitato In Lingua Inglese, un incarico di Chimica ad un abilitato in Scienze, ecc.

Viva la Buona Scuola !
Tornare in alto Andare in basso
annari



Messaggi : 1312
Data d'iscrizione : 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 1:55 pm

DCS042 ha scritto:
leone70 ha scritto:

Ma gradirei sapere anche se c'è qualche spunto utile a innalzare la qualità della scuola e del prodotto finale. O è tutta fuffa?
Il ruolo del preside? I soldi ai docenti meritevoli?

Vi sono molti spunti utili a PEGGIORARE LA QUALITA' DELLA SCUOLA. Ad esempio l' Art. 7 Comma 3 d) che recita:
"
3. L’attribuzione, da parte dei dirigenti scolastici, degli incarichi ai docenti, avviene nel rispetto dei seguenti principi e criteri:
........
d) utilizzo del personale docente di ruolo in classi di concorso diverse da quelle per la quale possiede l’abilitazione, purché possegga titolo di studio valido all’insegnamento;
.........
"

In chiaro : assegnare ( in una Scuola Superiore) un incarico di Lingua Spagnola ad un Docente abilitato In Lingua Inglese, un incarico di Chimica ad un abilitato in Scienze, ecc.

Viva la Buona Scuola !

Evviva!!
Mi piacerebbe conoscere il parere, in tal senso, di quei (pochi) colleghi che qui sul forum sono favorevoli ai nuovi ed aumentati poteri ai DS previsti dall'attuale DDL
Chiedo soprattutto a loro, se, quanto indicato alla lettera d) del comma 3, art. 7, porterà benefici all'assunto della Buona Scuola e se si, come?
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 2:55 pm


Se ci lascia un recapito mail, se ne può discutere più approfonditamente, magari dopo aver chiarito per quale testata lavora e esserci presentati.
Tornare in alto Andare in basso
rafzzz



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 09.11.09

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 3:08 pm

Spunti positivi? Non se ne notano molti, dare più autonomia alle scuole sarebbe un aspetto positivo ma non gestito esclusivamente dai dirigenti, per lo più non ne hanno le capacità e si rischia di avere docenti tiranneggiati, continuamente sull'attenti-signorsi proni ad ogni idea del dirigente.
Il premio al merito mi pare siano circa 50 euro che tanto x cambiare aasegna a suo piacimento il dirigente.
Le 500 euro per la formazione? Un passetto avanti ma il commercio dei corsi (che costano ben di più) è quasi sempre una farsa/fuffa utile solo per avere qualche punto in più in graduatoria.
Positivo cercare di avere più docenti fissi nella stessa scuola aumentando i ruoli e avere qualche docenti jolly di ruolo per brevi supplenze, programmazione, supporto al dirigente e altro ma non con questi albi controllati dal dirigente-padrone.
Positivo voler dare insegnanti si sostegno che restino più si una stagione.
Eliminare il precariato? Positivo ma i precari sono appunto quelli che a scuola hanno a lungo lavorato e sul loro contratto a tempo determinato hanno costruito vita e famiglia non quelli con una abilitazione nel cassetto e forse 2-3 mesi di lavoro da docenti in 10 anni.
La riforma affronta tanti problemi e difficoltà senza trovare delle buone soluzioni in compenso creerebbe nuovi ingenti problemi.
Tornare in alto Andare in basso
stefy1879



Messaggi : 206
Data d'iscrizione : 31.05.11

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 3:15 pm

La competizione esiste in qualsiasi ambito lavorativo,  e a volte può essere motivo di miglioramento,  proprio e della professione che si svolge.  Nella scuola italiana finora non è stato così: il docente meritevole e quello che non  è  tale percepiscono lo stesso compenso , per cui  la professionalità si basa solo su un etica individuale che come tale presenta caratteristiche variabili da soggetto a soggetto.  Per cui Riforma rimandata, nel senso che c'è bisogno si, di una valutazione degli insegnanti  ma ciò non può essere,  a mio parere, fatto solo dal dirigente scolastico,  o dagli organi di quella specifica scuola, ma da un istituzione più oggettiva che faccia anche da supervisore,  quale l Università.
Tornare in alto Andare in basso
lamannafranca



Messaggi : 1603
Data d'iscrizione : 23.01.13
Età : 49
Località : Martina Franca(Ta)

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 3:27 pm

A prescindere da tutto chi di voi sarebbe in grado di spiegarmi quali potrebbero essere le motivazioni politiche di questo DDL CAPESTRO ??
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 3:41 pm

interessante il book delle maestre:

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2015/04/08/news/il_book_fotografico_dei_maestri_insegnante_a_chiamata_diretta_offresi_-111406727/#gallery-slider=111407874
Tornare in alto Andare in basso
raganella



Messaggi : 2039
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 4:10 pm

lamannafranca ha scritto:
A prescindere da tutto chi di voi sarebbe in grado di spiegarmi quali potrebbero essere le motivazioni politiche di questo DDL CAPESTRO ??


Affossare la scuola pubblica a vantaggio di quella privata. A cascata tutta una serie di conseguenze: aggiogamento di un'intera categoria di lavoratori; offerta educativa REALE ridotta ai minimi termini per tutti quelli che andranno a formare il futuro gregge pecorone (meno gli eletti che dovranno guidare il paese domani e che si formeranno nelle scuole private di lusso).
Ti pare poco?

Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1603
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 4:36 pm

Sono insegnante di ruolo nella scuola superiore. Elementi positivi della riforma?  Nemmeno uno. Dare più potere ai presidi comporta non il rischio ma la certezza di frequenti casi di nepotismo e di corruzione. Inoltre almeno il 50% dei presidi è inadeguato per svolgere il proprio compito. Maggiore potere porterebbe moltr scuole allo sbando.   Premiare il merito?  Il merito di un docente non è quantificabile, di certo non dipende dal numero di ore passate a scuola. Merito è saper insegnare, cosa che nessuno può valutare. Infatti i risultati degli studenti dipendono da numerose variabili e l'insegnante è soltanto una di queste. Costringere gli insegnanti a rimanere su sostegno?  Da delirio! Gli studenti disabili si ritroverebbero con docenti demotivati e con scarsa voglia di svolgere un lavoro che non amano o non amano più.  Le assunzioni?  Sarebbero splendide se fossero su posti veri. Comr si ottengono i posti veri? Abbassando il numero di alunni per classe. Con classi di 18 studenti (invece di 28/30) la qualità del servizio fornito sarebbe infinitamente migliore.  Tutte le scelte che sono state fatte vanno in direzione del peggioramento della scuola.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25591
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Vostra opinione su riforma?   Mer Apr 08, 2015 4:55 pm

chicca70 ha scritto:
Sono insegnante di ruolo nella scuola superiore. Elementi positivi della riforma?  Nemmeno uno. Dare più potere ai presidi comporta non il rischio ma la certezza di frequenti casi di nepotismo e di corruzione. Inoltre almeno il 50% dei presidi è inadeguato per svolgere il proprio compito. Maggiore potere porterebbe moltr scuole allo sbando.   Premiare il merito?  Il merito di un docente non è quantificabile, di certo non dipende dal numero di ore passate a scuola. Merito è saper insegnare, cosa che nessuno può valutare. Infatti i risultati degli studenti dipendono da numerose variabili e l'insegnante è soltanto una di queste. Costringere gli insegnanti a rimanere su sostegno?  Da delirio! Gli studenti disabili si ritroverebbero con docenti demotivati e con scarsa voglia di svolgere un lavoro che non amano o non amano più.  Le assunzioni?  Sarebbero splendide se fossero su posti veri. Comr si ottengono i posti veri? Abbassando il numero di alunni per classe. Con classi di 18 studenti (invece di 28/30) la qualità del servizio fornito sarebbe infinitamente migliore.  Tutte le scelte che sono state fatte vanno in direzione del peggioramento della scuola.


Mancherebbe costruire nuove scuole, a meno che quelle in cui tu hai insegnato non fossero vuote per metà.
Tornare in alto Andare in basso
 
Vostra opinione su riforma?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Qual è la vostra opinione in tema di droghe?
» Una vostra opinione
» Come passate la vostra giornata?
» Piacere di fare la vostra conoscenza.
» quarta fascia gae e riforma

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: