Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
madamolenska



Messaggi : 562
Data d'iscrizione : 24.03.14

MessaggioOggetto: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 7:50 pm

Chissà perchè ora il calendario lavori per proporre gli eventuali emendamenti è a dir poco SERRATO: il 18 aprile, se così sarà, è davvero un insulto al lavoro del parlamento. Ora il disegno del perfido Renzi è sempre più chiaro. Non trovate? Ha ragione il M5S, "imbavagliare" il Parlamento, portando a scadenza il dibattito precocemente per togliere il diritto di modifica e poi, magari, opplà, modificare in extrema ratio proprio il numero delle immissioni, splendido no?
Il mondo della Scuola è INDIGNATO e loro vanno avanti come nulla fosse a dire che tutto procede bene. ma nelle mani di chi siamo, mi chiedo...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 7:53 pm

è un disegno diabolico
Tornare in alto Andare in basso
seurel



Messaggi : 841
Data d'iscrizione : 25.01.14

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 7:56 pm

http://www.corriere.it/scuola/15_aprile_09/ddl-buona-scuola-audizioni-scioperi-proteste-parlamento-1577c69e-ded0-11e4-9169-2cdb2836f1f0.shtml
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25591
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 8:01 pm

Forse perchè la scuola inizia il 1 Settembre. Potrebbe essere un motivo marginale?
Tornare in alto Andare in basso
rafzzz



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 09.11.09

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 8:20 pm

X seurel non si legge senza abbonamento

Che i contratti partono il 1' settembre non è certo una novità! Solo col ricatto delle assunzioni possono sperare di far passare questo ddl. Una scusa in più per sbrigate le consultazioni in pochissimi giorni da mattina a sera tardi giusto per far finta di ascoltarli
Tornare in alto Andare in basso
seurel



Messaggi : 841
Data d'iscrizione : 25.01.14

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 8:30 pm

PARTITO LO STOP PER PROTESTA DELLE ATTIVITÀ EXTRASCOLASTICHE
Ddl Scuola in aula dalla prossima settimana. È corsa contro il tempo
Emendamenti fino al 18 aprile. Giannini: il provvedimento sarà licenziato entro fine maggio. Ma si fa strada l’ipotesi di un decreto ad hoc solo per le assunzioniPARTITO LO STOP PER PROTESTA DELLE ATTIVITÀ EXTRASCOLASTICHE
Ddl Scuola in aula dalla prossima settimana. È corsa contro il tempo
Emendamenti fino al 18 aprile. Giannini: il provvedimento sarà licenziato entro fine maggio. Ma si fa strada l’ipotesi di un decreto ad hoc solo per le assunzioni La ministra Stefania Giannini è sicura che «realisticamente» la Buona Scuola sarà licenziata dal Parlamento «tra metà e fine maggio». Ma quella del disegno di legge di riforma del sistema scolastico italiano è una corsa contro il tempo, visto che i tempi medi di approvazione di un Ddl sono più che doppi: circa 4 mesi fra Camera e Senato. Dopo quasi un mese dalla sua approvazione da parte del Consiglio dei ministri, il ddl ha cominciato a muovere i primi passi parlamentari solo venerdì scorso quando sono finalmente partite le prime audizioni informali con i protagonisti del mondo della scuola ascoltati dalle Commissioni cultura e Istruzione di Camera e Senato. Finora sono stati ascoltati - anche dalla ministra Giannini - insegnanti, sindacati, fondazioni, associazioni.
Emendamenti e discussione in Parlamento
Oggi l’ufficio di presidenza della VII commissione a Montecitorio ha deciso che la discussione generale del testo sulla Buona Scuola comincerà la prossima settimana. È stato scelto anche il nome del relatore del provvedimento: Maria Coscia, deputata Pd. La scadenza per la presentazione degli emendamenti è stata fissata per sabato 18 aprile, termine che però «potrà essere riconsiderato». Preoccupati che i tempi parlamentari vadano troppo a rilento, sia Sel sia il M5S sia Forza Italia chiedono lo spacchettamento del ddl con un decreto del governo ad hoc almeno per le assunzioni delle migliaia di insegnanti precari da anni in attesa. La Buona Scuola prevede la stabilizzazione di 100.701 di loro. Simone Valente del M5S fa sapere che «presenteremo, in sede referente, la richiesta formale di stralcio per la parte del ddl sulla scuola che riguarda le assunzioni». Già nei giorni scorsi, il M5S aveva scritto una lettera al premier Renzi e alla ministra Giannini per chiedere due provvedimenti normativi distinti sulla Buona Scuola: uno sulle assunzioni, l’altro su tutto il resto.
«Ddl scelta saggia»
Ma la Giannini ha risposto: «Non vedo la necessità di pensare in questo momento a questi strumenti. Il disegno di legge è stata una scelta molto precisa e secondo me molto saggia perché ha consegnato al Parlamento 24 articoli in cui c’è un merito da discutere, in cui ci sono proposte che nell’insieme costituiscono uno strumento organico e fortemente innovativo per la scuola italiana. I tempi sono come sapete in perfetto rispetto del calendario che le commissioni si sono assegnate; noi dal nostro canto come macchina organizzativa Miur, pur nella consapevolezza dell’enorme complessità per essere pronti ai primi di settembre - ha concluso la ministra - stiamo lavorando e quindi abbiamo ancora tutto il tempo necessario che il Parlamento vorrà prendersi». Il ministro si è detta fiduciosa che «realisticamente tra metà e fine maggio il provvedimento sulla Buona Scuola sarà licenziato». Tra le file dell’opposizione e anche tra gli addetti al lavoro non serpeggia, però, lo stesso ottimismo.
L’appello dei 27
Crescono anche le critiche nel merito delle misure previste dalla riforma: 27 associazioni hanno lanciato un appello al Parlamento per chiedere di cambiare il ddl: «È necessario aprire un ampio confronto per delineare una visione generale, il più possibile condivisa, sul ruolo della scuola nella società della conoscenza».
I promotori dell’appello (Agenquadri, Aimc, Arci, Auser, Cgd, Cgil, Cidi, Cisl, Cisl scuola, Edaforum, Fnism, Flc Cgil, Irsef-Irfed, Legambiente, Legambiente Scuola e Formazione, Link -Coordinamento Universitario, Mce, Movimento Studenti di Azione Cattolica, Movimento di Impegno Educativo di Azione Cattolica, Proteo Fare Sapere, Rete della Conoscenza, Rete degli Studenti Medi, Rete29Aprile, Uciim, Udu, Unione degli Studenti, Uil, Uil Scuola) hanno presentato anche 5 proposte: lotta alla dispersione scolastica e diritto allo studio per tutti e innalzamento dei livelli di istruzione e competenza, anche per la popolazione adulta; più autonomia scolastica ma con decentramento dei livelli decisionali e partecipazione di tutte le componenti della scuola; revisione dei poteri del dirigente scolastico; più finanziamenti pubblici per la scuola; alternanza scuola-lavoro per tutti i percorsi scolastici con competenze certificate. Bocciate poi le deleghe al governo, perché «riguardano temi troppo importanti per non essere affrontati in aula».
Lo sciopero
E sempre oggi è partito lo «sciopero bianco» promosso fino al 18 aprile dai sindacati Flc-Cgil, Cisl scuola, Uil scuola, Gilda e Snals: stop alle attività non obbligatorie per docenti, personale educativo e Ata. L’Ugl ha fatto sapere che dalla seconda decade del mese convoca assemblee e organizza sit-in in tutta Italia per chiedere al governo un’inversione di rotta su una riforma giudicata «miope e dannosa». L’Unicobas ha invece annunciato uno sciopero con una manifestazione a Roma per il 24 aprile. La protesta, spiega il sindacato in una nota firmata anche da Anief e Usb, è contro «il piano Renzi che significa docenti e Ata tappa-buchi a vita, potere assoluto al dirigente-padrone, organici territoriali senza titolarità»La ministra Stefania Giannini è sicura che «realisticamente» la Buona Scuola sarà licenziata dal Parlamento «tra metà e fine maggio». Ma quella del disegno di legge di riforma del sistema scolastico italiano è una corsa contro il tempo, visto che i tempi medi di approvazione di un Ddl sono più che doppi: circa 4 mesi fra Camera e Senato. Dopo quasi un mese dalla sua approvazione da parte del Consiglio dei ministri, il ddl ha cominciato a muovere i primi passi parlamentari solo venerdì scorso quando sono finalmente partite le prime audizioni informali con i protagonisti del mondo della scuola ascoltati dalle Commissioni cultura e Istruzione di Camera e Senato. Finora sono stati ascoltati - anche dalla ministra Giannini - insegnanti, sindacati, fondazioni, associazioni.
Emendamenti e discussione in Parlamento
Oggi l’ufficio di presidenza della VII commissione a Montecitorio ha deciso che la discussione generale del testo sulla Buona Scuola comincerà la prossima settimana. È stato scelto anche il nome del relatore del provvedimento: Maria Coscia, deputata Pd. La scadenza per la presentazione degli emendamenti è stata fissata per sabato 18 aprile, termine che però «potrà essere riconsiderato». Preoccupati che i tempi parlamentari vadano troppo a rilento, sia Sel sia il M5S sia Forza Italia chiedono lo spacchettamento del ddl con un decreto del governo ad hoc almeno per le assunzioni delle migliaia di insegnanti precari da anni in attesa. La Buona Scuola prevede la stabilizzazione di 100.701 di loro. Simone Valente del M5S fa sapere che «presenteremo, in sede referente, la richiesta formale di stralcio per la parte del ddl sulla scuola che riguarda le assunzioni». Già nei giorni scorsi, il M5S aveva scritto una lettera al premier Renzi e alla ministra Giannini per chiedere due provvedimenti normativi distinti sulla Buona Scuola: uno sulle assunzioni, l’altro su tutto il resto.
«Ddl scelta saggia»
Ma la Giannini ha risposto: «Non vedo la necessità di pensare in questo momento a questi strumenti. Il disegno di legge è stata una scelta molto precisa e secondo me molto saggia perché ha consegnato al Parlamento 24 articoli in cui c’è un merito da discutere, in cui ci sono proposte che nell’insieme costituiscono uno strumento organico e fortemente innovativo per la scuola italiana. I tempi sono come sapete in perfetto rispetto del calendario che le commissioni si sono assegnate; noi dal nostro canto come macchina organizzativa Miur, pur nella consapevolezza dell’enorme complessità per essere pronti ai primi di settembre - ha concluso la ministra - stiamo lavorando e quindi abbiamo ancora tutto il tempo necessario che il Parlamento vorrà prendersi». Il ministro si è detta fiduciosa che «realisticamente tra metà e fine maggio il provvedimento sulla Buona Scuola sarà licenziato». Tra le file dell’opposizione e anche tra gli addetti al lavoro non serpeggia, però, lo stesso ottimismo.
L’appello dei 27
Crescono anche le critiche nel merito delle misure previste dalla riforma: 27 associazioni hanno lanciato un appello al Parlamento per chiedere di cambiare il ddl: «È necessario aprire un ampio confronto per delineare una visione generale, il più possibile condivisa, sul ruolo della scuola nella società della conoscenza».
I promotori dell’appello (Agenquadri, Aimc, Arci, Auser, Cgd, Cgil, Cidi, Cisl, Cisl scuola, Edaforum, Fnism, Flc Cgil, Irsef-Irfed, Legambiente, Legambiente Scuola e Formazione, Link -Coordinamento Universitario, Mce, Movimento Studenti di Azione Cattolica, Movimento di Impegno Educativo di Azione Cattolica, Proteo Fare Sapere, Rete della Conoscenza, Rete degli Studenti Medi, Rete29Aprile, Uciim, Udu, Unione degli Studenti, Uil, Uil Scuola) hanno presentato anche 5 proposte: lotta alla dispersione scolastica e diritto allo studio per tutti e innalzamento dei livelli di istruzione e competenza, anche per la popolazione adulta; più autonomia scolastica ma con decentramento dei livelli decisionali e partecipazione di tutte le componenti della scuola; revisione dei poteri del dirigente scolastico; più finanziamenti pubblici per la scuola; alternanza scuola-lavoro per tutti i percorsi scolastici con competenze certificate. Bocciate poi le deleghe al governo, perché «riguardano temi troppo importanti per non essere affrontati in aula».
Lo sciopero
E sempre oggi è partito lo «sciopero bianco» promosso fino al 18 aprile dai sindacati Flc-Cgil, Cisl scuola, Uil scuola, Gilda e Snals: stop alle attività non obbligatorie per docenti, personale educativo e Ata. L’Ugl ha fatto sapere che dalla seconda decade del mese convoca assemblee e organizza sit-in in tutta Italia per chiedere al governo un’inversione di rotta su una riforma giudicata «miope e dannosa». L’Unicobas ha invece annunciato uno sciopero con una manifestazione a Roma per il 24 aprile. La protesta, spiega il sindacato in una nota firmata anche da Anief e Usb, è contro «il piano Renzi che significa docenti e Ata tappa-buchi a vita, potere assoluto al dirigente-padrone, organici territoriali senza titolarità»
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 8:31 pm

gugu ha scritto:
Forse perchè la scuola inizia il 1 Settembre. Potrebbe essere un motivo marginale?
Forse perché qualcuno ha speso troppo tempo in apparizioni mediatiche, passerelle di rappresentanza, pseudodibattiti.
Fose perché si è speso troppo tempo nella propagazione di voci di corridoio.
Forse perché qualcuno ha voluto fare il passo più lungo della gamba.
Forse perché qualcuno non aveva cognizione della dimensione e della configurazione delle problematiche.
Forse perché qualcuno usa demagogicamente l'emergenza come strumentale al raggiungimento di obiettivi non modo palesi.
Forse perché qualcuno è più incapace di quanto voglia sembrare.

Forse perché qualcun altro è troppo accecato dalle proprie aspettative da non rendersi conto dei danni che provocano i pifferai magici.
Tornare in alto Andare in basso
rafzzz



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 09.11.09

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 8:48 pm

Si va avanti coi ricatti. La giannini e' da schiaffi in faccia.
Non mi stupirebbe se lo approvassero di tutta fretta ma non si facesse in tempo comunque per settembre, tanto la colpa non sarebbe certo loro...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 9:04 pm

rafzzz ha scritto:
Si va avanti coi ricatti.  La giannini e' da schiaffi in faccia.
Non mi stupirebbe se lo approvassero di tutta fretta ma non si facesse in tempo comunque per settembre, tanto la colpa non sarebbe certo loro...

Invece di stupirmi, mi toglierò il sassolino dalla scarpa ogni volta che qualcuno verrà a lamentarsi di contesti generati dal varo di questa riforma del piffero.

Sono fatalista, non nutro mai speranze nel mio prossimo, ma sono alquanto "cattivo dentro" e quando si tratterà di infierire sulla malasorte tanto acclamata a furor di popolo non avrò pietà.

Volevatela, la bicicletta :-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 9:09 pm

gian ha scritto:
gugu ha scritto:
Forse perchè la scuola inizia il 1 Settembre. Potrebbe essere un motivo marginale?
Forse perché qualcuno ha speso troppo tempo in apparizioni mediatiche, passerelle di rappresentanza, pseudodibattiti.
Fose perché si è speso troppo tempo nella propagazione di voci di corridoio.
Forse perché qualcuno ha voluto fare il passo più lungo della gamba.
Forse perché qualcuno non aveva cognizione della dimensione e della configurazione delle problematiche.
Forse perché qualcuno usa demagogicamente l'emergenza come strumentale al raggiungimento di obiettivi non modo palesi.
Forse perché qualcuno è più incapace di quanto voglia sembrare.

Forse perché qualcun altro è troppo accecato dalle proprie aspettative da non rendersi conto dei danni che provocano i pifferai magici.
Forse anche perchè si è partiti con un'idea, si è fatta una consultazione online su questioni importanti che poi sono state derubricate a provocazioni ed infine si è scritto un DL morto prima di nascere ed una settimana dopo un DDL che del progetto iniziale aveva poco e nulla.

Perchè concedere un mese per la discussione ? Non bastava un giorno ? Il primo settembre non sarebbe stata giustificazione sufficiente in quel caso ?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 9:12 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Forse perché qualcun altro è troppo accecato dalle proprie aspettative da non rendersi conto dei danni che provocano i pifferai magici.
Forse anche perchè si è partiti con un'idea, si è fatta una consultazione online su questioni importanti che poi sono state derubricate a provocazioni ed infine si è scritto un DL morto prima di nascere ed una settimana dopo un DDL che del progetto iniziale aveva poco e nulla.

Perchè concedere un mese per la discussione ? Non bastava un giorno ? Il primo settembre non sarebbe stata giustificazione sufficiente in quel caso ?[/quote]

Ah, misteri della fede cieca.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Gio Apr 09, 2015 9:16 pm

il ddl è diverso ma non troppo dal progetto iniziale.

gli scatti saranno tolti comunque con altra legge.

hanno peggiorato con la "chiamata diretta".

il piano assunzionale folle : assumere chi non ha mai lavorato e non ha mai vinto un concorso ;

licenziare chi ha lavorato e ha vinto un concorso.

Tornare in alto Andare in basso
rafzzz



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 09.11.09

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 8:29 am

Il 30% degli iscritti in ge non ha lavorato nemmeno un giorno negli ultimi 3 anni!! Questi sono i non-docenti che toglieranno il lavoro ai precari veri e saliranno in cattedra ad insegnare ai nostri figli
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25591
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 11:19 am

rafzzz ha scritto:
Il 30% degli iscritti in ge non ha lavorato nemmeno un giorno negli ultimi 3 anni!! Questi sono i non-docenti che toglieranno il lavoro ai precari veri e saliranno in cattedra ad insegnare ai nostri figli


Puoi citare la fonte secondo la quale 34.000 iscritti delle GE non hanno mai lavorato nella scuola negli ultimi 3 anni?
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 11:57 am

rafzzz ha scritto:
Il 30% degli iscritti in ge non ha lavorato nemmeno un giorno negli ultimi 3 anni!! Questi sono i non-docenti che toglieranno il lavoro ai precari veri e saliranno in cattedra ad insegnare ai nostri figli
Il 30% degli iscritti in GE non solo sta in una graduatoria creata per essere scorsa fino al suo esaurimento attraverso assunzioni a tempo indeterminato, ma magari è abilitato in più di una classe di concorso e, visto che in GE funziona così, carica il servizio unicamente su quella s cui lavora e dalla quale verrà presumibilmente assunto (io ero in 4 graduatorie diverse, per dire...).
Tornare in alto Andare in basso
martuma



Messaggi : 426
Data d'iscrizione : 15.03.15

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 12:00 pm

rafzzz ha scritto:
Il 30% degli iscritti in ge non ha lavorato nemmeno un giorno negli ultimi 3 anni!! Questi sono i non-docenti che toglieranno il lavoro ai precari veri e saliranno in cattedra ad insegnare ai nostri figli

Forse perchè a quei docenti non è stata mai data l'opportunità di insegnare nella provincia di inserimento e sono stati presi in giro per 15 anni!
Tornare in alto Andare in basso
rafzzz



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 09.11.09

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 12:17 pm

Presi in giro? E allora chi ha lavorato si è abilitato e adesso si sente dire risolviamo il problema del precariato e resta senza lavoro? in compenso assumono gente che non ha mai lavorato raschiando il fondo del barile di vecchie graduatorie e riversando le solite graduatorie fuori da ogni realtà e necessità del sud al nord?

La fonte di qualche mese fa:
http://www.tecnicadellascuola.it/item/6705-ma-quanti-precari-hanno-gia-lavorato-e-per-quanti-anni.html
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1845
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 12:19 pm

martuma ha scritto:
rafzzz ha scritto:
Il 30% degli iscritti in ge non ha lavorato nemmeno un giorno negli ultimi 3 anni!! Questi sono i non-docenti che toglieranno il lavoro ai precari veri e saliranno in cattedra ad insegnare ai nostri figli

Forse perchè a quei docenti non è stata mai data l'opportunità di insegnare nella provincia di inserimento e sono stati presi in giro per 15 anni!

Scusami, volevo capire una cosa, senza polemizzare e con il massimo rispetto.
A parte i micidiali tagli Tremonti (firmati dalla Gelmini) che hanno tagliato in modo "lineare" le cattedre, io continuo a non capire perche' lo Stato "prende in giro" chi non riesce ad avere una cattedra.
Se in una provincia ci sono, ad es., 40 cattedre di A222 (che non esiste, e' un esempio), e ci sono 60 abilitati/vincitori/idonei di A222, cosa deve fare lo Stato? Deportare delle famiglie con figli per creare ex novo delle cattedre?

Se in una provincia ci sono 20 posti come cardiologo e 40 medici hanno la specializzazione in cardiologia, cosa deve fare lo Stato, far ammalare di cuore delle persone per creare lavoro anche alle altre 20?
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 12:20 pm

"fondo del barile di vecchie graduatorie"........???
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25591
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 12:21 pm

rafzzz ha scritto:
Presi in giro? E allora chi ha lavorato si è abilitato e adesso si sente dire risolviamo il problema del precariato e resta senza lavoro? in compenso assumono gente che non ha mai lavorato raschiando il fondo del barile di vecchie graduatorie e riversando le solite graduatorie fuori da ogni realtà e necessità del sud al nord?

La fonte di qualche mese fa:
http://www.tecnicadellascuola.it/item/6705-ma-quanti-precari-hanno-gia-lavorato-e-per-quanti-anni.html


Si parla del 20%, che non il 33%.
Tornare in alto Andare in basso
rafzzz



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 09.11.09

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 12:29 pm

30%
"Negli ultimi 3 anni circa 43 mila persone iscritte nelle GAE non hanno effettuato né supplenze annuali o sino al termine delle attività didattiche né supplenze brevi”. Ciò significa che 43 mila docenti su 140.600 non hanno lavorato nella scuola statale: ben il 30%.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25591
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 12:32 pm

rafzzz ha scritto:
30%
"Negli ultimi 3 anni circa 43 mila persone iscritte nelle GAE non hanno effettuato né supplenze annuali o sino al termine delle attività didattiche né supplenze brevi”. Ciò significa che 43 mila docenti su 140.600 non hanno lavorato nella scuola statale: ben  il 30%.


La cifra è quella del Miur di Settembre, poi ampiamente rivista poiché non considerava i servizi della paritaria.
I docenti che non hanno mai insegnato sono 21.000.
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 12:32 pm

Più sotto:
"In sintesi 96.840 docenti sono stati occupati nei 3 anni, il 63% del totale, riuscendo pertanto a maturare ulteriori 3 anni di servizio e punteggio. Gli occupati saltuariamente compresi in un arco temporale che va da 2 anni e mezzo a metà anno rappresentano invece il 17%, mentre i docenti iscritti nelle graduatorie ad esaurimento che non hanno mai lavorato sono il 20%."
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 12:33 pm

E che te ne fai di questo dato?
Lo sapete che le supplenze (incarichi a T.D.) non sono un obbligo?
Oooook... respira piano, calma e nervi saldi, non vorrei causarti un epistassi al solo pensiero!
Tornare in alto Andare in basso
martuma



Messaggi : 426
Data d'iscrizione : 15.03.15

MessaggioOggetto: Re: prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..   Ven Apr 10, 2015 12:34 pm

udl ha scritto:
martuma ha scritto:
rafzzz ha scritto:
Il 30% degli iscritti in ge non ha lavorato nemmeno un giorno negli ultimi 3 anni!! Questi sono i non-docenti che toglieranno il lavoro ai precari veri e saliranno in cattedra ad insegnare ai nostri figli

Forse perchè a quei docenti non è stata mai data l'opportunità di insegnare nella provincia di inserimento e sono stati presi in giro per 15 anni!

Scusami, volevo capire una cosa, senza polemizzare e con il massimo rispetto.
A parte i micidiali tagli Tremonti (firmati dalla Gelmini) che hanno tagliato in modo "lineare" le cattedre, io continuo a non capire perche' lo Stato "prende in giro" chi non riesce ad avere una cattedra.
Se in una provincia ci sono, ad es., 40 cattedre di A222 (che non esiste, e' un esempio), e ci sono 60 abilitati/vincitori/idonei di A222, cosa deve fare lo Stato? Deportare delle famiglie con figli per creare ex novo delle cattedre?

Se in una provincia ci sono 20 posti come cardiologo e 40 medici hanno la specializzazione in cardiologia, cosa deve fare lo Stato, far ammalare di cuore delle persone per creare lavoro anche alle altre 20?


Allora perchè dopo il concorso del 1999 hanno continuato a sfornare abilitati in cdc in esubero in quelle province?
Tornare in alto Andare in basso
 
prima rinvii di mesi, ora il Governo vuole correre...chissà perchè?..
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» chiarimenti su eventuale gravidanza a rischio - diritti e ... doveri
» I veri obiettivi del Governo Renzi
» a 2 - 3 mesi dalla fivet
» Ho fatto la mia prima IUI
» prima eco di monitoraggio

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: