Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 L'analisi della Fondazione Agnelli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
durbans



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 01.07.14

MessaggioOggetto: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 2:48 pm

http://www.corriere.it/scuola/medie/15_aprile_09/i-nuovi-prof-due-dieci-verranno-usati-solo-come-tappabuchi-cf7bd18e-de94-11e4-9169-2cdb2836f1f0.shtml
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 2:54 pm

Dopo la Fondazione Agnelli, prima di fare delle considerazioni, aspettiamo anche i pareri autorevoli della Lega per la Difesa del Cane, della LIPU, del WWF, dell'ENPA e dell'Associazione per la Tutela degli Ornitorinchi.

Dopo di che potremo finalmente divulgare il manifesto colurale degli Insegnanti Rubati all'Acricoltura.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 3:46 pm

gian ha scritto:
Dopo la Fondazione Agnelli, prima di fare delle considerazioni, aspettiamo anche i pareri autorevoli della Lega per la Difesa del Cane, della LIPU, del WWF, dell'ENPA e dell'Associazione per la Tutela degli Ornitorinchi.

Dopo di che potremo finalmente divulgare il manifesto colurale degli Insegnanti Rubati all'Acricoltura.

Almeno sulla presunta ed incontestabile autorevolezza della Fondazione Agnelli siamo completamente d'accordo, data l'impossibilità ontologica di muovere, a cosi grandi ed assoluti esperti, qualsivoglia critica. Potrebbe, infatti, materializzarsi l'accusa di lesa maestà.
Senza considerare il fatto che propongono una nuova prova concorsuale per tutti i Gae e il risarcimento economico per la legittima aspettativa di chi, rimanendo escluso dall'immissione in ruolo, non avrebbe più alcuna rivendicazione da fare.
Sarebbe la catastrofe non solo per i Gae esclusi, ma per le finanze della Stato, che si vedrebbe costretto:
1) a spendere altri soldi in operazioni concorsuali inutili
2) a risarcire una quantità infinita di docenti Gae
3) ad escludere, solo momentaneamente dall'assunzione i docenti Gae inidonei, che poi, col tempo, cacciati dalla porta rientrerebbero dalla finestra, attraverso i numerosissimi ricorsi vittoriosi dato che, anche gli "esperti" ammettono candidamente ed implicitamente, col discorso del risarcimento, che tutti i Gae abbiano la titolarità del diritto di essere assunti.
4)Agli stipendi dei Gae assunti si aggiungerebbe il pagamento degli stipendi di coloro che nel frattempo avranno preso il loro posto attraverso i nuovo concorsi.
Non c'è che dire: proprio un bel quadretto!
A questo punto mi propongo io a fare da consulente a questi sedicenti esperti !!!
E scusatemi, ma quando ci vuole, ci vuole ( citando Michetta)!!!
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 4:16 pm

L'analisi della Fondazione Agnelli ci dice che anche rimanendo all'interno dello stesso milieu ideologico di matrice liberal-capitalista che sostiene il DDL Renzi, se poco poco si guardano le cose da una posizione appena più avanzata nascono dei dubbi sull'efficacia concreta del provvedimento, anche ai fini della pretesa liberalizzazione ed "efficientizzazione" della scuola.
Tornare in alto Andare in basso
minollo



Messaggi : 289
Data d'iscrizione : 18.08.12

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 4:37 pm

Francesca4:" ad escludere, solo momentaneamente dall'assunzione i docenti Gae inidonei, che poi, col tempo, cacciati dalla porta rientrerebbero dalla finestra, attraverso i numerosissimi ricorsi vittoriosi dato che, anche gli "esperti" ammettono candidamente ed implicitamente, col discorso del risarcimento, che tutti i Gae abbiano la titolarità del diritto di essere assunti".

chi sono i docenti GAE inidonei?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25577
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 4:46 pm

Francesca4 ha scritto:

E scusatemi, ma quando ci vuole, ci vuole ( citando Michetta)!!!


Faccio una domanda più di curiosità che di apporto al post.

Francesca4 hai detto tanto volte di essere inserita nella A019 senza alcun punteggio di servizio; l'altro giorno hai scritto di essere nelle GE di Napoli.
Ti chiedo se tu sia (e come) sicura di essere assunta nella tua provincia visto la situazione disastrosa della tua cdc, soprattutto al sud, e della tua posizione in GE.
Nel caso la proposta di assunzione fosse per Sondrio o Biella cosa faresti?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 4:56 pm

gian ha scritto:
Dopo la Fondazione Agnelli, prima di fare delle considerazioni, aspettiamo anche i pareri autorevoli della Lega per la Difesa del Cane, della LIPU, del WWF, dell'ENPA e dell'Associazione per la Tutela degli Ornitorinchi.

Dopo di che potremo finalmente divulgare il manifesto colurale degli Insegnanti Rubati all'Acricoltura.
Certamente lascia l'amaro in bocca che una fondazione esterna al panorama scolastico si senta in dovere di giudicare il lavoro del MIUR, lascia ancora più amaro che una parte delle critiche siano ultra corrette e che il MIUR vi si sia esposto con scelte scellerate.

Questo DDL ha una sola ratio, chiudere le GaE, a qualsiasi costo; l'esistenza delle GaE non è il male più grosso della scuola italiana e non è da lì che bisogna partire.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 4:57 pm

gugu ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

E scusatemi, ma quando ci vuole, ci vuole ( citando Michetta)!!!


Faccio una domanda più di curiosità che di apporto al post.

Francesca4 hai detto tanto volte di essere inserita nella A019 senza alcun punteggio di servizio; l'altro giorno hai scritto di essere nelle GE di Napoli.
Ti chiedo se tu sia (e come) sicura di essere assunta nella tua provincia visto la situazione disastrosa della tua cdc, soprattutto al sud, e della tua posizione in GE.
Nel caso la proposta di assunzione fosse per Sondrio o Biella cosa faresti?
104 ?
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 5:22 pm

gugu ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

E scusatemi, ma quando ci vuole, ci vuole ( citando Michetta)!!!


Faccio una domanda più di curiosità che di apporto al post.

Francesca4 hai detto tanto volte di essere inserita nella A019 senza alcun punteggio di servizio; l'altro giorno hai scritto di essere nelle GE di Napoli.
Ti chiedo se tu sia (e come) sicura di essere assunta nella tua provincia visto la situazione disastrosa della tua cdc, soprattutto al sud, e della tua posizione in GE.
Nel caso la proposta di assunzione fosse per Sondrio o Biella cosa faresti?

Ci andrei immediatamente!
Quando sarai più grande capirai, anzi ti auguro sinceramente di capire, che la vita non vale la pena di essere vissuta se non ci si mette continuamente in gioco: e questo, a costo di sacrifici e rinunzie, perché soprattutto quando si hanno figli, bisogna dare loro il buon esempio ed insegnargli coi comportamenti, più che con le parole, che la strada più giusta per noi, a volte, coincide inesorabilmente e costantemente con quella più dura da percorrere.
Solo così potremo finalmente mettere le ali e superare le nostre meschine ed egoistiche abitudini.
Solo così potrò chiedere a mio figlio, quando avrà conseguito la laurea magistrale in ingegneria informatica, di spostarsi anche lui, per imparare a diventare un libero cittadino del mondo!
Spero, davvero, di essere stata esaustiva.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 5:26 pm

minollo ha scritto:
Francesca4:" ad escludere, solo momentaneamente dall'assunzione i docenti Gae inidonei, che poi, col tempo, cacciati dalla porta rientrerebbero dalla finestra, attraverso i numerosissimi ricorsi vittoriosi dato che, anche gli "esperti" ammettono candidamente ed implicitamente, col discorso del risarcimento, che tutti i Gae abbiano la titolarità del diritto di essere assunti".

chi sono i docenti GAE inidonei?

Secondo la fondazione Agnelli quelli che non supererebbero l'ennesimo concorso riservato ai Gae!
Vedi un pò tu !!!
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 5:42 pm

avidodinformazioni ha scritto:
gugu ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

E scusatemi, ma quando ci vuole, ci vuole ( citando Michetta)!!!


Faccio una domanda più di curiosità che di apporto al post.

Francesca4 hai detto tanto volte di essere inserita nella A019 senza alcun punteggio di servizio; l'altro giorno hai scritto di essere nelle GE di Napoli.
Ti chiedo se tu sia (e come) sicura di essere assunta nella tua provincia visto la situazione disastrosa della tua cdc, soprattutto al sud, e della tua posizione in GE.
Nel caso la proposta di assunzione fosse per Sondrio o Biella cosa faresti?
104 ?

Avido se ti riferisci alla normativa vigente in tema di disabilità, ti informo che mio padre è stato colpito, svariati anni or sono, da una gravissima patologia  invalidante e progressiva  riconosciuta dall'INPS  attraverso non solo l'attribuzione dell'invalidità civile al 100% ma anche attraverso la corresponsione dell'indennità di accompagnamento.
E ti stupirà, ed è chiaro puoi anche non credermi, ma non vi è mai stata alcuna traccia di quella patologia nella mia domanda di aggiornamento, e mai ci sarà.
Ed il motivo è chiaro: non sfrutterò mai la disabilità di nessuno e tanto meno quella di mio padre per raggiungere i miei scopi, anche se questo è legittimo in base alla normativa vigente.
E' dura, vero, improntare la propria vita al rispetto delle idee in cui si crede ?
Ma in questo caso c'è in gioco un valore molto, molto più grande: il rispetto di se stessi !!!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 5:46 pm

Se uno ha diritto a qualcosa non è indegno che lo eserciti.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 5:56 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Se uno ha diritto a qualcosa non è indegno che lo eserciti.

Però posso almeno scegliere di non attivare quel diritto, se a me sembra di speculare sulla salute di mio padre?
Spero che almeno questo, mio implacabile interlocutore, tu possa concedermelo?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 7:18 pm

Io ti "concedo" tutti i diritti che hai, sei tu che vorresti toglierne agli specializzati SOS
Tornare in alto Andare in basso
minollo



Messaggi : 289
Data d'iscrizione : 18.08.12

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 7:19 pm

francesca 4, dai tuoi post in altri thread, mi sei sembrata una vera sostenitrice del ddl, almeno in tanti punti,poi leggo in questo la tua posizione, che certo non è delle più rosee, sia per la classe di concorso sia per la mancanza di servizio, per cui suppongo che tu non stia messa così bene in GAE. mi chiedo, non sarà mica questo il motivo che ti fa essere tanto in prima fila a favore del ddl, soprattutto per la chiamata diretta? credi davvero che approvato il ddl ci saranno tutte le immissioni promesse?
io ho smesso di credere a babbo natale.le assunzioni sono solo un aspetto marginale per loro, gli obiettivi sono altri. uno di questi è ELIMINARE le gae, che non significa assumere tutti, svuotarle significa toglierle difinitivamente di mezzo. e non c'è pezza che tenga se va avanti questo subdolo disegno. non credo che ci sia nessun diritto di assunzione per gli iscritti nelle gae, tant'è che si parlava , già da molto tempo di eliminarle in base ad un ...non so cosa esattamente, ma si parlava nel 2010.almeno questo è quello che io sapevo già da quando si passò dalle graduatorie permanenti alle graduatorie ad esaurimento.ecco perchè loro continuano a dire che le assunzioni sono un "regalo", in realtà potrebbero eliminare le ge con un colpo di spugna.nessuno delle persone che conosco in ge aveva mai pensato di aver maturato un diritto.anno per anno si sperava in un maggior numero di pensionamenti, aliquote più alte del contingente che ci ha tenuto sulle spine ogni benedetto mese di agosto. nel 2012,anno del concorso, abbiamo temuto veramente che potessero eliminarle. in effetti sono una vera piaga del sistema scolastico.detto questo, io spero in un piano di immissioni pluriennale, ma nero su bianco,perchè capisco il timore di chi, come me in gae, pensa che "passato il santo, passata la festa", quindi assunzioni subito per tutti, ma per quest'anno credo che se riusciranno con 40/50 mila sarà grasso che cola.
in b
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25577
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 8:21 pm

minollo ha scritto:
detto questo, io spero in un piano di immissioni pluriennale, ma nero su bianco


Secondo te è possibile "mettere nero su bianco" delle assunzioni per il 2020?
Non diciamo assurdità.
Si vede che il piano Fioroni di 150.000 immissioni in 3 anni dal 2007 non ti ricorda niente.
Tra l'altro mai nessuno ha parlato di eliminare le ge né nel 2010 né tanto meno nel 2012. Forse erano tue ipotesi.


Ultima modifica di gugu il Ven Apr 10, 2015 8:24 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 8:24 pm

minollo ha scritto:
francesca 4, dai tuoi post in altri thread, mi sei sembrata una vera sostenitrice del ddl, almeno in tanti punti,poi leggo in questo la tua posizione, che certo non è delle più rosee, sia per la classe di concorso sia per la mancanza di servizio, per cui suppongo che tu non stia messa così bene in GAE. mi chiedo, non sarà mica questo il motivo che ti fa essere tanto in prima fila a favore del ddl, soprattutto per la chiamata diretta? credi davvero che approvato il ddl ci saranno tutte le immissioni promesse?
io ho smesso di credere a babbo natale.le assunzioni sono solo un aspetto marginale per loro, gli obiettivi sono altri. uno di questi è ELIMINARE le gae, che non significa assumere tutti, svuotarle significa toglierle difinitivamente di mezzo. e non c'è pezza che tenga se va avanti questo subdolo disegno. non credo che ci sia nessun diritto di assunzione per gli iscritti nelle gae, tant'è che si parlava , già da molto tempo di eliminarle in base ad un ...non so cosa esattamente, ma si parlava nel 2010.almeno questo è quello che io sapevo già da quando si passò dalle graduatorie permanenti alle graduatorie ad esaurimento.ecco perchè loro continuano a dire che le assunzioni sono un "regalo", in realtà potrebbero eliminare le ge con un colpo di spugna.nessuno delle persone che conosco in ge aveva mai  pensato di aver maturato un diritto.anno per anno si sperava in un maggior numero di pensionamenti, aliquote più alte del contingente che ci ha tenuto sulle spine ogni benedetto mese di agosto. nel 2012,anno del concorso, abbiamo temuto veramente che potessero eliminarle. in effetti sono una vera piaga del sistema scolastico.detto questo, io spero in un piano di immissioni pluriennale, ma nero su bianco,perchè capisco il timore di chi, come me in gae, pensa che "passato il santo, passata la festa", quindi assunzioni subito per tutti, ma per quest'anno credo che se riusciranno con 40/50 mila sarà grasso che cola.
in b

Ci sono punti di questo DDl che non mi piacciono affatto, e quello che digerisco di meno è sicuramente la cancellazione delle G.I. , e non mi riprendete se tecnicamente non è così perché nella sostanza, evidentemente, allo scadere dei fatidici tre anni di servizio costoro non saranno più chiamati in servizio e questo senza considerare che i futuri vincitori di concorso comunque ben presto li sostituiranno.
Come si fa a non capire che sia questo il vero scandalo del DDL?
Per me, è assolutamente inconcepibile!!!
Quanto alla mia personale posizione, visto che tanti indugiano su questo compiacendosene, devo ribadire che non ho servizio e perciò solo i miei titoli in qualche modo mi aiutano, e questo a dispetto di chi sostiene la mia incompetenza tentando, maldestramente, e con cattiveria, di farmi sentire inadeguata.
Purtroppo per loro questi tentativi naufragano miseramente, perché credo di essere abbastanza determinata a difendere la mia situazione, soprattutto nella consapevolezza di non avere alcuna colpa.
Ma c'è una cosa della quale sono fermamente convinta ed è questa: tutti i Gae hanno la titolarità del diritto ad essere immessi in ruolo, e se ne sono accorti anche i redattori di questa riforma, altrimenti perché avrebbero fatto bruscamente marcia indietro rispetto alla posizione iniziale, quando sostenevano che non avrebbero mai immesso in ruolo persone che non avevano mai messo piede nella scuola?
Mi sembra ancora di sentirli Matteo Renzi, stefania Giannini e Davide Faraone!!!
Te li ricordi anche tu?
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 9:25 pm

Francesca4 ha scritto:
minollo ha scritto:
francesca 4, dai tuoi post in altri thread, mi sei sembrata una vera sostenitrice del ddl, almeno in tanti punti,poi leggo in questo la tua posizione, che certo non è delle più rosee, sia per la classe di concorso sia per la mancanza di servizio, per cui suppongo che tu non stia messa così bene in GAE. mi chiedo, non sarà mica questo il motivo che ti fa essere tanto in prima fila a favore del ddl, soprattutto per la chiamata diretta? credi davvero che approvato il ddl ci saranno tutte le immissioni promesse?
io ho smesso di credere a babbo natale.le assunzioni sono solo un aspetto marginale per loro, gli obiettivi sono altri. uno di questi è ELIMINARE le gae, che non significa assumere tutti, svuotarle significa toglierle difinitivamente di mezzo. e non c'è pezza che tenga se va avanti questo subdolo disegno. non credo che ci sia nessun diritto di assunzione per gli iscritti nelle gae, tant'è che si parlava , già da molto tempo di eliminarle in base ad un ...non so cosa esattamente, ma si parlava nel 2010.almeno questo è quello che io sapevo già da quando si passò dalle graduatorie permanenti alle graduatorie ad esaurimento.ecco perchè loro continuano a dire che le assunzioni sono un "regalo", in realtà potrebbero eliminare le ge con un colpo di spugna.nessuno delle persone che conosco in ge aveva mai  pensato di aver maturato un diritto.anno per anno si sperava in un maggior numero di pensionamenti, aliquote più alte del contingente che ci ha tenuto sulle spine ogni benedetto mese di agosto. nel 2012,anno del concorso, abbiamo temuto veramente che potessero eliminarle. in effetti sono una vera piaga del sistema scolastico.detto questo, io spero in un piano di immissioni pluriennale, ma nero su bianco,perchè capisco il timore di chi, come me in gae, pensa che "passato il santo, passata la festa", quindi assunzioni subito per tutti, ma per quest'anno credo che se riusciranno con 40/50 mila sarà grasso che cola.
in b

Ci sono punti di questo DDl che non mi piacciono affatto, e quello che digerisco di meno è sicuramente la cancellazione delle G.I. , e non mi riprendete se tecnicamente non è così perché nella sostanza, evidentemente, allo scadere dei fatidici tre anni di servizio  costoro non saranno più chiamati in servizio e questo senza considerare che i futuri vincitori di concorso comunque ben presto li sostituiranno.
Come si fa a non capire che sia questo il vero scandalo del DDL?
Per me, è assolutamente inconcepibile!!!
Quanto alla mia personale posizione, visto che tanti indugiano su questo compiacendosene, devo ribadire che non ho servizio e perciò solo i miei titoli in qualche modo mi aiutano, e questo a dispetto di chi sostiene la mia incompetenza tentando, maldestramente, e con cattiveria, di farmi sentire inadeguata.
Purtroppo per loro  questi tentativi naufragano miseramente, perché credo di essere abbastanza determinata a difendere la mia situazione, soprattutto nella consapevolezza di non avere alcuna colpa.
Ma c'è una cosa della quale sono fermamente convinta ed è questa: tutti i Gae hanno la titolarità del diritto ad essere immessi in ruolo, e se ne sono accorti anche i redattori di questa riforma, altrimenti perché avrebbero fatto bruscamente marcia indietro rispetto alla posizione iniziale, quando sostenevano che non avrebbero mai immesso in ruolo persone che non avevano mai messo piede nella scuola?
Mi sembra ancora di sentirli Matteo Renzi, stefania Giannini e  Davide Faraone!!!
Te li ricordi anche tu?
Sono in GaE e lavoro nella scuola statale da più di 10 anni (su cdc soprannumeraria); effettivamente, prima che spuntasse fuori il ddl, Faraone e la Giannini avevano sostenuto di non voler assumere i GaE senza servizio... poi hanno fatto marcia indietro. Io non avevo mai creduto al fatto che non assumessero i GaE senza servizio, perché non sarebbe stato giuridicamente sostenibile. Come ha affermato la Giannini alla videochat su Repubblica la scorsa settimana, che piaccia o meno, coloro che sono nelle Graduatorie Permanenti, successivamente chiuse e denominate GaE, sono equiparati a vincitori di concorso. Personalmente spero che il DDL sia rapidamente approvato, con qualche variazione che salvaguardi coloro che non sono in GaE e quindi restano fuori dal piano di assunzioni. La cosiddetta chiamata diretta non mi spaventa; ero contrarissimo alla versiona Aprea, che prevedeva concorsi organizzati dalle scuole, in cui effettivamente i DS avrebbero avuto mano libera nelle assunzioni dal mare magnum degli aspiranti al ruolo. In questo caso è previsto che i DS propongano l'incarico ad una platea limitata di docenti già in ruolo (nei fatidici albi).... essendo la platea  limitata, la scelta sarà inevitabilmente bidirezionale.
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 9:40 pm

minollo ha scritto:
francesca 4, dai tuoi post in altri thread, mi sei sembrata una vera sostenitrice del ddl, almeno in tanti punti,poi leggo in questo la tua posizione, che certo non è delle più rosee, sia per la classe di concorso sia per la mancanza di servizio, per cui suppongo che tu non stia messa così bene in GAE. mi chiedo, non sarà mica questo il motivo che ti fa essere tanto in prima fila a favore del ddl, soprattutto per la chiamata diretta? credi davvero che approvato il ddl ci saranno tutte le immissioni promesse?
io ho smesso di credere a babbo natale.le assunzioni sono solo un aspetto marginale per loro, gli obiettivi sono altri. uno di questi è ELIMINARE le gae, che non significa assumere tutti, svuotarle significa toglierle difinitivamente di mezzo. e non c'è pezza che tenga se va avanti questo subdolo disegno. non credo che ci sia nessun diritto di assunzione per gli iscritti nelle gae, tant'è che si parlava , già da molto tempo di eliminarle in base ad un ...non so cosa esattamente, ma si parlava nel 2010.almeno questo è quello che io sapevo già da quando si passò dalle graduatorie permanenti alle graduatorie ad esaurimento.ecco perchè loro continuano a dire che le assunzioni sono un "regalo", in realtà potrebbero eliminare le ge con un colpo di spugna.nessuno delle persone che conosco in ge aveva mai  pensato di aver maturato un diritto.anno per anno si sperava in un maggior numero di pensionamenti, aliquote più alte del contingente che ci ha tenuto sulle spine ogni benedetto mese di agosto. nel 2012,anno del concorso, abbiamo temuto veramente che potessero eliminarle. in effetti sono una vera piaga del sistema scolastico.detto questo, io spero in un piano di immissioni pluriennale, ma nero su bianco,perchè capisco il timore di chi, come me in gae, pensa che "passato il santo, passata la festa", quindi assunzioni subito per tutti, ma per quest'anno credo che se riusciranno con 40/50 mila sarà grasso che cola.
in b
Io invece credo che hanno davvero l'intenzione di svuotare le GaE, non per bontà, ma perché vogliono superare il sistema del doppio canale, anche alla luce della sentenza europea. I numeri della relazione tecnica lo confermano.... certo, per alcune cdc "affollate" bisognerà essere disposti al trasferimento. Io stesso non potrò accettare incarichi ad una distanza superiore ai 100 km. Non tutti potranno accettare e quindi è naturale che sia prevista una clausola per i "residuali". Ne ho parlato anche con sindacalisti é le cose stanno così.   C'é parecchia disinformazione in rete.... addirittura alcuni fanno riferimento a 148000 in GaE, mentre erano 140600 a Settembre, e poi ci sono state 14000 assunzioni in corso d'anno (5 nella mia scuola, a fine ottobre), con decorrenza economica dal 1 settembre 2016.
Quanto ai piani di assunzioni pluriennali.... per favore lasciamo perdere, ne hanno promessi tanti, tutti rimasti sulla carta. E' vero che potrebbero eliminare le GaE, qualche volta ne hanno parlato.... ad esempio é stato suggerito da Giavazzi e, più o meno implicitamente, anche dalla Fondazione Agnelli; chi é nelle GaE è equiparato ai vincitori di concorso, questo è vero, ma non esistono diritti acquisiti che tengano, come i precedenti dimostrano (anche al di fuori dell'ambito scolastico). E' proprio per questo che spero che il ddl sia rapidamente approvato; se c'è una cosa su cui sono determinati è proprio l'eliminazione del secondo canale, e per farlo potrebbero anche sopprimere le GaE  dal 1 settembre 2015, assumendo soltanto i soliti sui posti diponibili e vacanti. L'organico funzionale, che per altro esiste in numerosissimi paesi, da la possibilità di svuotarle davvero; oltretutto, cosa non poco importante, la riforma della scuola è stata anche approvata dall'UE.
Tornare in alto Andare in basso
martuma



Messaggi : 426
Data d'iscrizione : 15.03.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 10:21 pm

Leggo dall'analisi della Fondazione Agnelli: ..."Anziché definire le competenze che si vogliono sviluppare nei diversi livelli della scuola e selezionare i docenti di conseguenza, si modifica l’offerta formativa in funzione delle classi di concorso maggiormente presenti nelle GAE e perciò da smaltire (diritto ed economia, musica, storia dell’arte, ecc" ....

Ma la Fondazione Agnelli sa che anche l'Europa ha bacchettato l'Italia per la scarsa importanza attribuita a materie quali diritto ed economia nella scuola italiana?
Non si può più prendere la maturità senza conoscere l'iter di formazione di una legge, la composizione del Parlamento, i mercati, lo spread ecc...

Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 10:37 pm

martuma ha scritto:
Leggo dall'analisi della Fondazione Agnelli: ..."Anziché definire le competenze che si vogliono sviluppare nei diversi livelli della scuola e selezionare i docenti di conseguenza, si modifica l’offerta formativa in funzione delle classi di concorso maggiormente presenti nelle GAE e perciò da smaltire (diritto ed economia, musica, storia dell’arte, ecc" ....

Ma la Fondazione Agnelli sa che anche l'Europa ha bacchettato l'Italia per la scarsa importanza attribuita a materie quali diritto ed economia nella scuola italiana?
Non si può più prendere la maturità senza conoscere l'iter di formazione di una legge, la composizione del Parlamento, i mercati, lo spread ecc...


Martuma grazie, avevo proprio bisogno che qualcuno ricordasse le giuste bacchettate dell'Europa, ma sai... se lo avessi detto io non sarei stata considerata credibile, e mi avrebbero sicuramente rinfacciato il fatto di portare spudoratamente l'acqua al mio mulino.
Per l'Europa infatti è assolutamente indispensabile che tutte le scuole di ogni ordine e grado siano permanentemente coinvolte nel processo di formazione dei futuri cittadini che non può prescindere dalla loro conoscenza degli elementi fondamentali del nostro ordinamento giuridico.
Tornare in alto Andare in basso
martuma



Messaggi : 426
Data d'iscrizione : 15.03.15

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 10:46 pm

Come si può continuare a parlare di imprenditorialità giovanile se il 90% dei diplomati non ricevono nozioni di diritto o di economia?
Basti pensare ai licei!
Non serve il latino per avviare un'attività!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6113
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 10:51 pm

martuma ha scritto:
Come si può continuare a parlare di imprenditorialità giovanile se il 90% dei diplomati non ricevono nozioni di diritto o di economia?
Basti pensare ai licei!
Non serve il latino per avviare un'attività!

Magari chi sceglie di fare un liceo e preferisce studiare latino piuttosto che economia, è uno che NON HA in testa l'obiettivo di "avviare un'attività", e non è interessato a fare l'imprenditore.

Nella specie umana esistono anche differenze di inclinazioni individuali, eh.

L.
Tornare in alto Andare in basso
minollo



Messaggi : 289
Data d'iscrizione : 18.08.12

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Ven Apr 10, 2015 10:57 pm

perchè no ad un piano pluriennale? per il sostegno è stato fatto e pare che stia andando avanti.
io temo che per alcune classi di concorso per assumere tutti i presenti in ge saranno necessari dei provvedimenti che richiederanno tempo. pensate alle ge primaria al sud, sono graduatorie infinite con migliaia di iscritti, da sole basterebbero a coprire il fabbisogno nazionale, in più, sempre al sud, non hanno neanche esaurito le gm del concorso 2012. per assumere tutti sarebbe necessario istituire il tempo pieno,ma questo richiede un piano più imponente ossia fornire di mense gli edifici scolastici ecc.
ritenete che tutto ciò si possa realizzare in poco tempo? o pensate forse che tutti i docenti primaria si trasferiranno in massa al nord. e dubito che ,anche se tutti fossero disposti al trasferimento, ci sarebbero veramente così tante cattedre.
naturalmente, ciò vale anche per altre cd, per esempio la mia: A031/32. le cattedre non ci sono, non saprei proprio cosa potrebbero inventarsi, a parte l'ipotetica intenzione di potenziare la musica alla primaria. una vera chimera. mi compiaccio per il vostro ottimismo, beati voi, io purtroppo non ho assolutamente queste certezze.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: L'analisi della Fondazione Agnelli   Sab Apr 11, 2015 7:03 am

Francesca4 ha scritto:

Ci andrei immediatamente!
Quando sarai più grande capirai, anzi ti auguro sinceramente di capire, che la vita non vale la pena di essere vissuta se non ci si mette continuamente in gioco: e questo, a costo di sacrifici e rinunzie, perché soprattutto quando si hanno figli, bisogna dare  loro il buon esempio ed insegnargli coi comportamenti, più che con le parole, che la strada più giusta per noi, a volte, coincide inesorabilmente e costantemente con quella più dura da percorrere.
Solo così potremo finalmente mettere le ali e superare le nostre meschine ed egoistiche abitudini.
Solo così potrò chiedere a mio figlio, quando avrà conseguito la laurea magistrale in ingegneria informatica, di spostarsi anche lui, per imparare a diventare un libero cittadino del mondo!
Spero, davvero, di essere stata esaustiva.

Dunque, tu andresti immediatamente a lavorare in una città a centinaia di km di distanza dalla tua residenza, non chiedi la 104 che ti spetterebbe perché, dici, sarebbe un privilegio immeritato, odi le abitudini meschine ed egoistiche, pensi che sia necessario sacrificarsi per dare il buon esempio, hai già deciso che tuo figlio dovrà conseguire la laurea magistrale in ingegneria informatica e spostarsi ovunque nel mondo.

Diciamo che queste affermazioni tracciano un quadro che va dall'inverosimile all'inquietante.
Tornare in alto Andare in basso
 
L'analisi della Fondazione Agnelli
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Arrivo del Commodoro della Fondazione Studiosi del Mare
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» La settimana della passione (parlamentare)
» Armonia della Perfezione

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: