Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Indomito_2014



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 24.08.14

MessaggioOggetto: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:09 pm

Lo sappiamo tutti. Il sistema della graduatoria è sempre stato lentissimo, pletorico, inefficiente, tuttavia ha garantito per almeno 25 anni un modo sicuro per iniziare a lavorare e per poi passare in ruolo.
Davvero adesso qualcuno baratterebbe il barlume di speranza di un posto fisso con la perdita della nostra libertà e indipendenza? Il ruolo è fondamentale, tuttavia essere sottoposti all'arbitrio di un dirigente è identico a una resa e a un gettare nell'immondizia anni di esperienza e di sacrifici.

NO ALLA CHIAMATA DIRETTA SENZA SE E SENZA MA!
SI ALL'ENTRATA DELLE 2GI IN GAE!
SI ALL'ASSUNZIONE SU TUTTI I POSTI REALI ESISTENTI!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:16 pm

Si, tutti quelli che il posto a tempo indeterminato non lo avrebbero mai. Noi insegnanti non siamo nobili come vorremmo far credere; anche noi preferiamo l'occupazione alla disoccupazione.

Certo non sarebbe male se lo dicessimo apertamente: "non me me frega niente se questo DDL distrugge la scuola; una scuola senza me dentro per me non vale nulla, distruggerla o no per me è lo stesso; entrare in un cumulo di macerie è comunque meglio che rimanere in campo aperto e quindi W il DDL"

Basta dirlo cavolo ! Un po' di coraggio su ! Tanto il DDL passa o non passa indipendentemente dalle nostre dichiarazioni.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:20 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Si, tutti quelli che il posto a tempo indeterminato non lo avrebbero mai. Noi insegnanti non siamo nobili come vorremmo far credere; anche noi preferiamo l'occupazione alla disoccupazione.

d'accordo , per loro è comprensibile; ma sono una minoranza !

50.000 entrerebbero comunque quest'anno e altri 30.000 ne giro di 2 anni. questi che interesse hanno ?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:22 pm

Cosa c'entra in questo post l'entrata in GE (chiuse, sbarrata, zincate) delle GI?
Sì all'aumento dell'organico, sì all'ofu, sì al potenziamento. ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Indomito_2014



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 24.08.14

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:24 pm

Il DDL non passa se il PD viene inondato di mail e raccomandate e se nei collegi docenti si solleva il problema (3 anni fa gli insegnanti bloccarono i progetti di Profumo sulle 24 ore lottando collegio per collegio bloccando i progetti).

Anch'io all'inizio ho fatto 2 anni senza lavoro, è questione di attesa e si viene assunti, meglio attendere 10 anni piuttosto che mettersi a pecora.

GRADUATORIA = GARANZIA.
Tornare in alto Andare in basso
Indomito_2014



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 24.08.14

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:26 pm

gugu ha scritto:
Cosa c'entra in questo post l'entrata in GE (chiuse, sbarrata, zincate) delle GI?
Sì all'aumento dell'organico, sì all'ofu, sì al potenziamento. ;-)

Le due cose sono strettamente collegate. Nel Conte di Montecristo c'è un'emozionante scena di due esecuzioni capitali. In un primo tempo i due condannati sono solidali, ma quando solamente uno dei due viene graziato, l'altro gli ringhia contro. E' la natura umana: se il tuo vicino viene escluso da qualcosa e tu no ti odierà, se la 2GI verrà esclusa dalle GAE ci odierà, mentre il vero nemico è uno solo e sta al calduccio.
Tornare in alto Andare in basso
Indomito_2014



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 24.08.14

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:29 pm

DCS042 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Si, tutti quelli che il posto a tempo indeterminato non lo avrebbero mai. Noi insegnanti non siamo nobili come vorremmo far credere; anche noi preferiamo l'occupazione alla disoccupazione.

d'accordo , per loro è comprensibile; ma sono una minoranza !

50.000 entrerebbero comunque quest'anno e altri 30.000 ne giro di 2 anni. questi che interesse hanno ?

Comunque anche loro entrerebbero in ruolo, magari tra 5 anni, ma avrebbero un POSTO FISSO VERO con il quale PORTARE AVANTI UNA FAMIGLIA, mentre con la chiamata diretta avranno (in tempi immediati) solo un posto di lavoro precario triennale.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:29 pm

Indomito_2014 ha scritto:
gugu ha scritto:
Cosa c'entra in questo post l'entrata in GE (chiuse, sbarrata, zincate) delle GI?
Sì all'aumento dell'organico, sì all'ofu, sì al potenziamento. ;-)

Le due cose sono strettamente collegate. Nel Conte di Montecristo c'è un'emozionante scena di due esecuzioni capitali. In un primo tempo i due condannati sono solidali, ma quando solamente uno dei due viene graziato, l'altro gli ringhia contro. E' la natura umana: se il tuo vicino viene escluso da qualcosa e tu no ti odierà, se la 2GI verrà esclusa dalle GAE ci odierà, mentre il vero nemico è uno solo e sta al calduccio.


Non mi interessano le scene cinematografiche, ma il rispetto delle normative vigenti sul reclutamento.
Chi è in GE è in GE, chi è in GI è in GI. Secondo me si arrabbierebbero di più gli inseriti in GE se mai (e sottolineo mai) si vedessero superati (perchè presumo tu voglia l'ingresso a pettine) da chi ha fatto il PAS lo scorso anno.
Per fortuna non c'è un minimo ricorso che abbia dato un minimo riscontro positivo sulla questione. Questione che fra l'altro si risolverà a brevissimo con la scomparsa delle GE (e dopo 15 anni non può che essere una grande cosa).
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:32 pm

Indomito_2014 ha scritto:
DCS042 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Si, tutti quelli che il posto a tempo indeterminato non lo avrebbero mai. Noi insegnanti non siamo nobili come vorremmo far credere; anche noi preferiamo l'occupazione alla disoccupazione.

d'accordo , per loro è comprensibile; ma sono una minoranza !

50.000 entrerebbero comunque quest'anno e altri 30.000 ne giro di 2 anni. questi che interesse hanno ?

Comunque anche loro entrerebbero in ruolo, magari tra 5 anni, ma avrebbero un POSTO FISSO VERO con il quale PORTARE AVANTI UNA FAMIGLIA, mentre con la chiamata diretta avranno (in tempi immediati) solo un posto di lavoro precario triennale.


Che l'incarico sia triennale, quinquennale o annuale non cambia nulla a livello economico. D'altra parte che ci vive decenni ogni anno in una scuola diversa fra trasferimenti, utilizzi, assegnazioni provvisorie ovunque. Sposarsi, al massimo, ogni tre anni all'interno dello stesso distretto mi pare quasi un blocco della mobilità rispetto alla situazione attuale. Non trovi?
Tornare in alto Andare in basso
Indomito_2014



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 24.08.14

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:33 pm

gugu ha scritto:
Indomito_2014 ha scritto:
gugu ha scritto:
Cosa c'entra in questo post l'entrata in GE (chiuse, sbarrata, zincate) delle GI?
Sì all'aumento dell'organico, sì all'ofu, sì al potenziamento. ;-)

Le due cose sono strettamente collegate. Nel Conte di Montecristo c'è un'emozionante scena di due esecuzioni capitali. In un primo tempo i due condannati sono solidali, ma quando solamente uno dei due viene graziato, l'altro gli ringhia contro. E' la natura umana: se il tuo vicino viene escluso da qualcosa e tu no ti odierà, se la 2GI verrà esclusa dalle GAE ci odierà, mentre il vero nemico è uno solo e sta al calduccio.


Non mi interessano le scene cinematografiche, ma il rispetto delle normative vigenti sul reclutamento.
Chi è in GE è in GE, chi è in GI è in GI. Secondo me si arrabbierebbero di più gli inseriti in GE se mai (e sottolineo mai) si vedessero superati (perchè presumo tu voglia l'ingresso a pettine) da chi ha fatto il PAS lo scorso anno.
Per fortuna non c'è un minimo ricorso che abbia dato un minimo riscontro positivo sulla questione. Questione che fra l'altro si risolverà a brevissimo con la scomparsa delle GE (e dopo 15 anni non può che essere una grande cosa).

La GE non è il problema, il problema è la DISOCCUPAZIONE ed è quello che avremo se passerà la chiamata diretta. PAS e TFA a mio avviso dovrebbero essere inseriti in coda alle GAE come già è stato fatto per SFP.

CHIAMATA DIRETTA = FALSA ASSUNZIONE.
Tornare in alto Andare in basso
michetta



Messaggi : 3889
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:33 pm

gugu ha scritto:
Indomito_2014 ha scritto:
gugu ha scritto:
Cosa c'entra in questo post l'entrata in GE (chiuse, sbarrata, zincate) delle GI?
Sì all'aumento dell'organico, sì all'ofu, sì al potenziamento. ;-)

Le due cose sono strettamente collegate. Nel Conte di Montecristo c'è un'emozionante scena di due esecuzioni capitali. In un primo tempo i due condannati sono solidali, ma quando solamente uno dei due viene graziato, l'altro gli ringhia contro. E' la natura umana: se il tuo vicino viene escluso da qualcosa e tu no ti odierà, se la 2GI verrà esclusa dalle GAE ci odierà, mentre il vero nemico è uno solo e sta al calduccio.


Non mi interessano le scene cinematografiche, ma il rispetto delle normative vigenti sul reclutamento.
Chi è in GE è in GE, chi è in GI è in GI. Secondo me si arrabbierebbero di più gli inseriti in GE se mai (e sottolineo mai) si vedessero superati (perchè presumo tu voglia l'ingresso a pettine) da chi ha fatto il PAS lo scorso anno.
Per fortuna non c'è un minimo ricorso che abbia dato un minimo riscontro positivo sulla questione. Questione che fra l'altro si risolverà a brevissimo con la scomparsa delle GE (e dopo 15 anni non può che essere una grande cosa).

si tratterebbe dello stesso rispetto che chiedo io.
Le regole vigenti sul reclutamento nell'ambito del sostegno, però, da quanto affermi tu ed altri, non sono ugualmente degne di essere rispettate.
Tornare in alto Andare in basso
Indomito_2014



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 24.08.14

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:35 pm

gugu ha scritto:
Indomito_2014 ha scritto:
DCS042 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Si, tutti quelli che il posto a tempo indeterminato non lo avrebbero mai. Noi insegnanti non siamo nobili come vorremmo far credere; anche noi preferiamo l'occupazione alla disoccupazione.

d'accordo , per loro è comprensibile; ma sono una minoranza !

50.000 entrerebbero comunque quest'anno e altri 30.000 ne giro di 2 anni. questi che interesse hanno ?

Comunque anche loro entrerebbero in ruolo, magari tra 5 anni, ma avrebbero un POSTO FISSO VERO con il quale PORTARE AVANTI UNA FAMIGLIA, mentre con la chiamata diretta avranno (in tempi immediati) solo un posto di lavoro precario triennale.


Che l'incarico sia triennale, quinquennale o annuale non cambia nulla a livello economico. D'altra parte che ci vive decenni ogni anno in una scuola diversa fra trasferimenti, utilizzi, assegnazioni provvisorie ovunque. Sposarsi, al massimo, ogni tre anni all'interno dello stesso distretto mi pare quasi un blocco della mobilità rispetto alla situazione attuale. Non trovi?

Dissento. Se dopo tre anni non trovi il dirigente compiacente sei a spasso sull'OFU e nessuno garantisce che tale OFU venga mantenuto. Perchè lo stato dovrebbe mantenere degli OFU di storia dell'arte che hanno magari avuto come unica colpa quella di non compiacere un dirigente?
Tornare in alto Andare in basso
romrom



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:42 pm

Quindi anche tu sposi la tesi dello scorrimento integrale delle GM?? Anche tu hai firmato la petizione per gli idonei??
[quote="gugu"]
Non mi interessano le scene cinematografiche, ma il rispetto delle normative vigenti sul reclutamento.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:47 pm

romrom ha scritto:
Quindi anche tu sposi la tesi dello scorrimento integrale delle GM?? Anche tu hai firmato la petizione per gli idonei??


Posto che la questione non mi interessa, nella mie cdc la GM è inesistente, non sposo assolutamente lo scorrimento; come tanti ero fermamente contrario allo scorrimento deciso dal Miur lo scorso anno; il concorso era su numero di posti, essere andati oltre significa aver tradito il provvedimento stesso. Ora il Miur si decida per il 2015: o fa un concorso senza posti fissi o non assuma nessuno oltre quelli messi a bando.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:49 pm

Indomito_2014 ha scritto:


Dissento. Se dopo tre anni non trovi il dirigente compiacente sei a spasso sull'OFU e nessuno garantisce che tale OFU venga mantenuto. Perchè lo stato dovrebbe mantenere degli OFU di storia dell'arte che hanno magari avuto come unica colpa quella di non compiacere un dirigente?

Se è per quello nessuno garantisce che nel 2019 esisterà ancora la scuola, gli oceani o la Terra. Che poi tu veda i docenti di storia dell'arte compiacere i DS saranno pure affari tuoi. Anche perchè nel tuo caso non sarebbe un problema (vai sul sostegno, no?).
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:52 pm

michetta ha scritto:


si tratterebbe dello stesso rispetto che chiedo io.
Le regole vigenti sul reclutamento nell'ambito del sostegno, però, da quanto affermi tu ed altri, non sono ugualmente degne di essere rispettate.  


Ma, infatti, visto lo stravolgimento totale dell'organico per quanto mi riguarda chiedo vengano adottati aggiustamenti sul sostegno; un conto è dire che ci sono ogni anno tantissimi ruoli solo sul SOS che vengono presi da chi ha pochissimi punti per poi saltare dopo 5 anni sulla materia prima dei precari da 20 anni.
Con l'assunzione di quest'anno si deve trovare una via di mezzo che, come si è già detto, potrebbe essere, per chi vuole entrare su materia, l'azzeramento di tutto il punteggio ottenuto tramite servizio SOS; a quel punto se il punteggio basta entra sulla materia, altrimenti aspetta il prossimo concorso.
Tornare in alto Andare in basso
romrom



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:55 pm

Beh allora devi correggere la tua precedente affermazione; tu non vuoi il rispetto delle normative vigenti sul reclutamento, ma solo delle normative che interessato a te, quelle che interessano agli altri possono anche non rispettarle.

gugu ha scritto:
romrom ha scritto:
Quindi anche tu sposi la tesi dello scorrimento integrale delle GM?? Anche tu hai firmato la petizione per gli idonei??


Posto che la questione non mi interessa, nella mie cdc la GM è inesistente, non sposo assolutamente lo scorrimento; come tanti ero fermamente contrario allo scorrimento deciso dal Miur lo scorso anno; il concorso era su numero di posti, essere andati oltre significa aver tradito il provvedimento stesso. Ora il Miur si decida per il 2015: o fa un concorso senza posti fissi o non assuma nessuno oltre quelli messi a bando.
Tornare in alto Andare in basso
Indomito_2014



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 24.08.14

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:56 pm

gugu ha scritto:
Indomito_2014 ha scritto:


Dissento. Se dopo tre anni non trovi il dirigente compiacente sei a spasso sull'OFU e nessuno garantisce che tale OFU venga mantenuto. Perchè lo stato dovrebbe mantenere degli OFU di storia dell'arte che hanno magari avuto come unica colpa quella di non compiacere un dirigente?

Se è per quello nessuno garantisce che nel 2019 esisterà ancora la scuola, gli oceani o la Terra. Che poi tu veda i docenti di storia dell'arte compiacere i DS saranno pure affari tuoi. Anche perchè nel tuo caso non sarebbe un problema (vai sul sostegno, no?).

Era un esempio quello degli A61.
Cosa c'entrano la Terra e gli Oceani? Il potere dei dirigenti è un rischio REALE, non una lontanissima ipotesi.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:57 pm

romrom ha scritto:
Beh allora devi correggere la tua precedente affermazione; tu non vuoi il rispetto delle normative vigenti sul reclutamento, ma solo delle normative che interessato a te, quelle che interessano agli altri possono anche non rispettarle.

gugu ha scritto:
romrom ha scritto:
Quindi anche tu sposi la tesi dello scorrimento integrale delle GM?? Anche tu hai firmato la petizione per gli idonei??


Posto che la questione non mi interessa, nella mie cdc la GM è inesistente, non sposo assolutamente lo scorrimento; come tanti ero fermamente contrario allo scorrimento deciso dal Miur lo scorso anno; il concorso era su numero di posti, essere andati oltre significa aver tradito il provvedimento stesso. Ora il Miur si decida per il 2015: o fa un concorso senza posti fissi o non assuma nessuno oltre quelli messi a bando.

Ti ho scritto sopra che delle GM a me non interessa personalmente nulla, poiché avrò il 100% dei posti dati a GE.
Ti ripeto che per un concorso a posti fissi (al contrario di quello del 1999) si doveva rispettare la cifra messa a bando. Stop.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 8:59 pm

Indomito_2014 ha scritto:

Era un esempio quello degli A61.
Cosa c'entrano la Terra e gli Oceani? Il potere dei dirigenti è un rischio REALE, non una lontanissima ipotesi.


A me pare che obbligare un DS a scegliere i docenti da un sub-albo che potrebbe contenerne 3 o 4 per ogni materia sia tutto tranne che un potere. La chiamata diretta sarebbe ben altro, ovvero quella in vigore in moltissimi paesi dove la scuola non sembra andare a rotoli ma piuttosto meglio che da noi. Anche con questo minimo intervento rimaniamo lontani anni luce dell'Inghilterra a livello di gestione del personale.
Tornare in alto Andare in basso
Indomito_2014



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 24.08.14

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 9:43 pm

Quale fonte dimostra che la scuola inglese sia migliore della nostra? I test a crocette? E' un potere immane, di ricatto e minaccia (fai 10 progetti gratis? Resti in questa scuola. Non li fai? Te ne torni all'OFU buono buono, tanto la concorrenza di ragazzi giovani non manca).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 9:45 pm

gugu ha scritto:
Sposarsi, al massimo, ogni tre anni all'interno dello stesso distretto mi pare quasi un blocco della mobilità rispetto alla situazione attuale. Non trovi?
Immagino intendessi "spostarsi".

Faccio alcune considerazioni off topic per mettere in evidenza che il contesto non ti garantisce di essere in una botte di ferro.

Prima considerazione
Sulla carta il tuo ragionamento non farebbe una grinza se partissimo dal presupposto che gli albi territoriali mantengono una stabilità in relazione all'andamento della popolazione scolastica. Ipotizziamo che nell'albo di una classe di concorso ci siano 100 posti. Fra tre anni o fra sei anni, un dimensionamento della rete scolastica porta il numero dei posti disponibili a 90. Questo significa che nell'albo ci saranno 10 insegnanti in esubero.
A questo punto sorgono dei dubbi. Chi saranno questi 10 esuberi? E che fine faranno?
Alla prima domanda si può rispondere con una previsione che se non è attendibile al 100% ha comunque un'alta probabilità di avverarsi: dal momento che gli incarichi saranno decisi dai dirigenti scolastici, è presumibile che questi 10 esuberi si identificheranno in quei docenti che non ricevono incarichi. Questo stravolgerebbe l'attuale impianto delle graduatorie relative alla mobilità, che si basa non su criteri più o meno soggettivi stabiliti dal dirigente scolastico bensì su criteri oggettivi stabiliti dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro e che si basano su anzianità, titoli, condizioni personali specifiche che contemplano precedenze e/o integrazioni di punteggio.
Alla seconda domanda non c'è una risposta plausibile in quanto si possono prospettare diversi possibili scenari. Escludiamo l'istituzione di una sorta di DOP negli albi territoriali. Per lo stato sarebbe come darsi la zappa sui piedi perché nel tempo porterebbe ad un congestionamento degli esuberi in certi albi e ad un incremento dei posti vacanti in altri albi. Sarebbe come intensificare in un ambito subprovinciale il fenomeno dell'eterogeneità degli organici tra le varie province italiane. Più probabile che si pervenga ad un meccanismo di mobilità prelicenziamento o al trasferimento d'ufficio. Del primo scenario sappiamo cosa può implicare, sicuramente sarebbe la gallina dalle uova d'oro per il MIUR. E non escludo che in futuro più o meno prossimo si arrivi a questa soluzione che, peraltro, ha già un substrato legislativo vigente. Il secondo scenario sarebbe quello più probabile, ma attenzione, non prospetta rose e fiori: se gli altri ambiti territoriali viciniori sono già intasati, si prospetta la mobilità d'ufficio su lunghe distanze, anche interprovinciali o interregionali. Siamo sicuri che sarà un bene? Per gli insegnanti no, ma è certo che la linea che si sta seguendo nell'evoluzione della normativa è quella di ridurre ai minimi termini l'istituto della tutela delle esigenze familiari e residenziali del personale della scuola.
Allo stato attuale la mobilità d'ufficio si esaurisce nel raggio di 50-100-150 km. In futuro potrebbe esaurirsi nel raggio di 500-1000-1500 km.

Seconda considerazione.
Dal momento che sei al nord, sei sicuramente abituato a vedere distretti che sono distribuiti su territori molto frammentati e ben dotati sotto l'aspetto infrastrutturale. Secondo la tua esperienza, è probabile che la mobilità all'interno di un distretto si risolva nell'ambito di 20-30 km in un contesto strutturale in cui i trasporti pubblici non sono un problema.
Ma la realtà che conosci non è rappresentativa di tutta l'Italia. Tieni in considerazione che l'Italia è una nazione che marcia a più velocità.
Ti porto l'esempio della provincia di Cagliari, che secondo la divisione amministrativa del MIUR si estende su tre province, risultando una delle più vaste d'Italia. A causa della densità di popolazione, non paragonabile certo a quella della maggior parte delle province del nord Italia, la provincia "statale" di Cagliari è suddivisa in 9 distretti. Due di questi comprendono Cagliari e il suo hinterland nel raggio di una trentina di km. Gli altri sette si estendono su un territorio vastissimo.
Supponiamo che un insegnante risieda a Villamassargia e insegni in una scuola di Carbonia. Pur essendo in due distretti distinti (rispettivamente 017 e 018) i due centri distano tra loro 22 km. Ci sono collegamenti diretti con mezzi pubblici, anche se gli orari non sono il massimo, tuttavia se si vuole optare per l'uso dell'auto, una distanza di 22 km è ancora oggi sostenibile. Supponiamo che l'insegnante debba cambiare sede di servizio e finisca a Teulada (distretto 018, lo stesso di Carbonia). La distanza dalla sua residenza diventa di 60 km senza alcuna possibilità di fruire dei mezzi pubblici (neppure con le coincidenze).
A quel punto è costretto ad usare l'auto e senza neppure contare su un risparmio con i turni macchina. In Sardegna è ordinaria amministrazione, in 25 anni ho conosciuto tre soli insegnanti che non hanno l'auto. Io stesso, nella mia prima supplenza, ho dovuto penare per un mese usando i mezzi pubblici per percorrere una distanza di 60 km. Uscivo ogni giorno alle 6 del mattino per tornare a casa alle 18 di sera. Anche per fare una sola ora di lezione! Con il primo stipendio mi sono comprato un rottame marciante che consumava un litro d'olio ogni 250 km e sputava più fumo di una locomotiva.

Per concludere, la mobilità all'interno dello stesso distretto per te non rappresenta un problema, in altre realtà lo è. Perché può comportare un incremento di spesa, dall'oggi al domani, di 2-300 euro al mese. Certo, si può optare per il trasferimento della residenza, ma con costi insostenibili. La mobilità territoriale, in Italia, è un dramma per chi ha un reddito netto di 1300-1900 euro al mese. È impensabile che si possa mettere in conto l'ipotesi di vendere la propria casa e acquistarne un'altra ogni 3-6 anni, con la struttura immobiliare che abbiamo in Italia. E l'alternativa è quella di ricorrere all'affitto, spendendo il 50% o più del proprio reddito, con la beffa di avere per il fisco una seconda casa di cui non puoi fruire.
Che facciamo? ci trasformiamo in una categoria di nomadi dotandoci tutti di camper e roulotte per spostarci agevolmente ogni tre anni? Chissà, se lo Stato ci autorizza ad usare i cortili delle scuole per insediarci con le nostre case mobili, la soluzione si può anche prendere in considerazione.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 9:47 pm

Indomito_2014 ha scritto:
Quale fonte dimostra che la scuola inglese sia migliore della nostra? I test a crocette? E' un potere immane, di ricatto e minaccia (fai 10 progetti gratis? Resti in questa scuola. Non li fai? Te ne torni all'OFU buono buono, tanto la concorrenza di ragazzi giovani non manca).


La consistenza dell'albo non può essere maggiore dei posti a disposizione; se nessuno va in pensione l'albo rimane identico a se stesso e i DS saranno comunque costretti ad assumere sempre le stesse persone. Esattamente come ora devono tenersi chi arriva.
La valutazione esterna oggettiva sarebbe uno dei passi necessari per mettersi alla pari con i tempi; il formatore che valuta te stesso andrebbe, in effetti, superato. E come dire ad ogni docente quanto si sente bravo: il 100% del campione direbbe "tantissimo".
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 9:57 pm

gian ha scritto:

Che facciamo? ci trasformiamo in una categoria di nomadi dotandoci tutti di camper e roulotte per spostarci agevolmente ogni tre anni? Chissà, se lo Stato ci autorizza ad usare i cortili delle scuole per insediarci con le nostre case mobili, la soluzione si può anche prendere in considerazione.


Sul primo punto mi pare che il problema sia risolvibile col ricambio dovuto ai pensionamenti.
Dal prossimo anno si andrà dai 20.000 pensionamenti in su; se l'albo di riferimento è in sofferenza basterà non attivare il concorso nella regione e sopprimere i posti liberati dai pensionamenti.
All'opposto laddove l'albo chiede insegnanti basta immetterli da concorso; la previsione, già nota nel 2010, è che l'organico entro il 2025 sarebbe stato incrementato del 20% al Nord e diminuito del 20% al Sud. Per cui sono realtà note.

Per quanto riguarda gli albi presumo che anche ora chi entra di ruolo a CA possa finire ovunque nella regione e poi tenderà a muoversi per avvicinarsi a casa. Presumo che anche i DS preferiranno, a parità di CV e disponibilità dei docenti, avere personale che vive vicino alla scuola piuttosto che a 100 km. Anche al Nord esistono province vastissime, ma anche arrivare da una parte di Milano all'altra non è così semplice con il traffico delle 7 se non ci sono abbastanza mezzi...secondo te eliminando l'albo e usando la normale mobilità ognuno troverebbe posto sotto casa? In quel caso ti do ragione.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?   Dom Apr 12, 2015 10:00 pm

gian ha scritto:
gugu ha scritto:
Sposarsi, al massimo, ogni tre anni all'interno dello stesso distretto mi pare quasi un blocco della mobilità rispetto alla situazione attuale. Non trovi?
Immagino intendessi "spostarsi".

Faccio alcune considerazioni off topic per mettere in evidenza che il contesto non ti garantisce di essere in una botte di ferro.

Prima considerazione
Sulla carta il tuo ragionamento non farebbe una grinza se partissimo dal presupposto che gli albi territoriali mantengono una stabilità in relazione all'andamento della popolazione scolastica. Ipotizziamo che nell'albo di una classe di concorso ci siano 100 posti. Fra tre anni o fra sei anni, un dimensionamento della rete scolastica porta il numero dei posti disponibili a 90. Questo significa che nell'albo ci saranno 10 insegnanti in esubero.
A questo punto sorgono dei dubbi. Chi saranno questi 10 esuberi? E che fine faranno?
Alla prima domanda si può rispondere con una previsione che se non è attendibile al 100% ha comunque un'alta probabilità di avverarsi: dal momento che gli incarichi saranno decisi dai dirigenti scolastici, è presumibile che questi 10 esuberi si identificheranno in quei docenti che non ricevono incarichi. Questo stravolgerebbe l'attuale impianto delle graduatorie relative alla mobilità, che si basa non su criteri più o meno soggettivi stabiliti dal dirigente scolastico bensì su criteri oggettivi stabiliti dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro e che si basano su anzianità, titoli, condizioni personali specifiche che contemplano precedenze e/o integrazioni di punteggio.
Alla seconda domanda non c'è una risposta plausibile in quanto si possono prospettare diversi possibili scenari. Escludiamo l'istituzione di una sorta di DOP negli albi territoriali. Per lo stato sarebbe come darsi la zappa sui piedi perché nel tempo porterebbe ad un congestionamento degli esuberi in certi albi e ad un incremento dei posti vacanti in altri albi. Sarebbe come intensificare in un ambito subprovinciale il fenomeno dell'eterogeneità degli organici tra le varie province italiane. Più probabile che si pervenga ad un meccanismo di mobilità prelicenziamento o al trasferimento d'ufficio. Del primo scenario sappiamo cosa può implicare, sicuramente sarebbe la gallina dalle uova d'oro per il MIUR. E non escludo che in futuro più o meno prossimo si arrivi a questa soluzione che, peraltro, ha già un substrato legislativo vigente. Il secondo scenario sarebbe quello più probabile, ma attenzione, non prospetta rose e fiori: se gli altri ambiti territoriali viciniori sono già intasati, si prospetta la mobilità d'ufficio su lunghe distanze, anche interprovinciali o interregionali. Siamo sicuri che sarà un bene? Per gli insegnanti no, ma è certo che la linea che si sta seguendo nell'evoluzione della normativa è quella di ridurre ai minimi termini l'istituto della tutela delle esigenze familiari e residenziali del personale della scuola.
Allo stato attuale la mobilità d'ufficio si esaurisce nel raggio di 50-100-150 km. In futuro potrebbe esaurirsi nel raggio di 500-1000-1500 km.

Seconda considerazione.
Dal momento che sei al nord, sei sicuramente abituato a vedere distretti che sono distribuiti su territori molto frammentati e ben dotati sotto l'aspetto infrastrutturale. Secondo la tua esperienza, è probabile che la mobilità all'interno di un distretto si risolva nell'ambito di 20-30 km in un contesto strutturale in cui i trasporti pubblici non sono un problema.
Ma la realtà che conosci non è rappresentativa di tutta l'Italia. Tieni in considerazione che l'Italia è una nazione che marcia a più velocità.
Ti porto l'esempio della provincia di Cagliari, che secondo la divisione amministrativa del MIUR si estende su tre province, risultando una delle più vaste d'Italia. A causa della densità di popolazione, non paragonabile certo a quella della maggior parte delle province del nord Italia, la provincia "statale" di Cagliari è suddivisa in 9 distretti. Due di questi comprendono Cagliari e il suo hinterland nel raggio di una trentina di km. Gli altri sette si estendono su un territorio vastissimo.
Supponiamo che un insegnante risieda a Villamassargia e insegni in una scuola di Carbonia. Pur essendo in due distretti distinti (rispettivamente 017 e 018) i due centri distano tra loro 22 km. Ci sono collegamenti diretti con mezzi pubblici, anche se gli orari non sono il massimo, tuttavia se si vuole optare per l'uso dell'auto, una distanza di 22 km è ancora oggi sostenibile. Supponiamo che l'insegnante debba cambiare sede di servizio e finisca a Teulada (distretto 018, lo stesso di Carbonia). La distanza dalla sua residenza diventa di 60 km senza alcuna possibilità di fruire dei mezzi pubblici (neppure con le coincidenze).
A quel punto è costretto ad usare l'auto e senza neppure contare su un risparmio con i turni macchina. In Sardegna è ordinaria amministrazione, in 25 anni ho conosciuto tre soli insegnanti che non hanno l'auto. Io stesso, nella mia prima supplenza, ho dovuto penare per un mese usando i mezzi pubblici per percorrere una distanza di 60 km. Uscivo ogni giorno alle 6 del mattino per tornare a casa alle 18 di sera. Anche per fare una sola ora di lezione! Con il primo stipendio mi sono comprato un rottame marciante che consumava un litro d'olio ogni 250 km e sputava più fumo di una locomotiva.

Per concludere, la mobilità all'interno dello stesso distretto per te non rappresenta un problema, in altre realtà lo è. Perché può comportare un incremento di spesa, dall'oggi al domani, di 2-300 euro al mese. Certo, si può optare per il trasferimento della residenza, ma con costi insostenibili. La mobilità territoriale, in Italia, è un dramma per chi ha un reddito netto di 1300-1900 euro al mese. È impensabile che si possa mettere in conto l'ipotesi di vendere la propria casa e acquistarne un'altra ogni 3-6 anni, con la struttura immobiliare che abbiamo in Italia. E l'alternativa è quella di ricorrere all'affitto, spendendo il 50% o più del proprio reddito, con la beffa di avere per il fisco una seconda casa di cui non puoi fruire.
Che facciamo? ci trasformiamo in una categoria di nomadi dotandoci tutti di camper e roulotte per spostarci agevolmente ogni tre anni? Chissà, se lo Stato ci autorizza ad usare i cortili delle scuole per insediarci con le nostre case mobili, la soluzione si può anche prendere in considerazione.

Gian, sei solo un fancazzista che vuole far finta di lavorare sotto casa. A te ti ci vorrebbe un DS come dico io.
Tornare in alto Andare in basso
 
Davvero qualcuno baratterebbe un posto a tempo indeterminato con la CHIAMATA DIRETTA?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» CORSO DI FORMAZIONE NEO ASSUNTI A TEMPO INDETERMINATO 2012/2013
» Oggi al posto al sole
» ragazze non ce la faccio più scusate...ma ho bisogno di dirlo a qualcuno
» Il tempo
» il tempo esiste?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: