Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Salta tutto!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
durbans



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 01.07.14

MessaggioOggetto: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 9:10 am

Promemoria primo messaggio :

Azzardo una previsione: la legge elettorale non passa, il governo salta e la riforma della scuola pure.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
poverascuola



Messaggi : 353
Data d'iscrizione : 31.01.11

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:21 pm

logaritmomatematico ha scritto:


Suona strano che tali etici consigli arrivino sempre da docenti già di ruolo. Ancor di più quando l'interesse è al trasferimento o alle assegnazioni.
Strane, stranissime lezioni di filosofia. Con la vita altrui, però.
Che tristezza.

Parlo per tutta la categoria, non sono interessato a nessun cambio di provincia dato che lavoro sulla mia provincia. Ripeto e ribadisco che le immissioni sono un diritto acquisito, così come ritengo che sia un diritto acquisito l'immissione in ruolo per chi da GI ha lavorato per più di 36 mesi, peggio per chi ha permesso loro di lavorare reiterando i contratti senza nessun controllo, criterio utilizzando persone e professionalità come carta straccia.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3571
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:21 pm

Se questo DDL prevedeva SOLO le immissioni in ruolo di tutti i precari i docenti già di ruolo non avrebbero detto assultamente nulla a riguardo, anzi. Ma se l'iimissione in ruolo dei precari (tra l'altro già prevista da una sentenza della Corte Europea) deve essere l'occasione per ammazzare definitivamente quel poco di dignità che è rimasta della classe docente e per assimilare in tutto e per tutto la scuola statale a quella privata, allora è bene che questo DDL sia bocciato.
E' ovvio che i precari sono disposti ad accettare qualsiasi angheria pur di entrare nella scuola ma non possono certo definire egoisti quelli che nella scuola già ci vivono. Semmai è il contrario.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:26 pm

mi permetto di postare il contenuto di questo link a beneficio di coloro che come Lalla non possono leggere i link... trovo questo articolo davvero illuminante e assolutamente veritiero

La scuola come strumento di fascistizzazione

Quando si parla di scuola del futuro, bisognerebbe tornare al passato e ricordare almeno ciò che scrissero ai primi del ‘45 su un foglio stampato alla macchia i docenti che, saliti in armi sui monti partigiani per abbattere il nazifascismo, si costituirono in Comitato di Liberazione Nazionale Scuola e affidarono al futuro le speranze della generazione da cui nacquero la repubblica, la Costituzione oggi stravolta e un’idea di scuola che Renzi attacca alla radice.
La carta è povera, sottile, trasparente come un velo, ma contiene i principi fondanti della scuola repubblicana: «L’istruzione è la vera liberatrice dell’uomo», spiegano i docenti; «chi teme il popolo, vuole il gregge, la folla da sfruttare; […] tarpa le ali al libero insegnamento, lo soggioga, lo vuole dominare e produce perciò una costituzione sociale, fondata solo sulla potenza del denaro». E’ una «condanna postuma» dei tempi che viviamo. Durante il fascismo ricorda il giornale, il docente «fu asservito colla miseria; ridotto a una vita stentata, che mortifica e, alla fine, immiserisce anche i più arditi: la professione fu angustia, conformismo e rinuncia. E l’insegnamento fu come la classe dominante imponeva; la gioventù crebbe, informata a principi falsi a ideologie assurde e funeste […] e l’attuale catastrofe è l’ineluttabile risultato». A che fu ridotto l’insegnamento? – si chiedono i partigiani – e ancora una volta la risposta conduce al presente: «a strettezze mortificanti, alla lezione privata e, con essa, alla triste rete di transazioni, di mercimonio, che avvilì insegnanti ed insegnamento: come si desiderava». E’ una profetica descrizione della condizione docente nella scuola di Renzi, ma sarebbe sterile, se gli insegnanti non disegnassero la scuola per cui rischiano la vita: «Nell’ordinamento sociale che sta sorgendo, l’insegnante dovrà rivestire l’autorità e la dignità più alta; sarà il maestro di vita e d’umanità. E la condizione sociale ed economica dovrà rendere possibile questa funzione, dovrà essere tale da permettere libero svolgimento, indipendenza, possibilità di coltivarsi, di procedere, di essere tramite di idee, di pensiero, di progresso per elevare noi stessi e i giovani a noi affidati verso mete sempre più alte di progresso, di libertà, di umanità».
E’ questa la scuola che Renzi distrugge. A difenderla si muovono, però, minoranze che ne fanno parte, bersaglio facile dei «riformatori»: forze conservatrici, timore del cambiamento, interessi corporativi. E intanto, sul web, le scaramucce tra bande di tifosi, gli eserciti di poveri in guerra tra loro e il vento del qualunquismo che, seminato per anni a piene mani, scatena tempeste in un mondo che sarà pure «globalizzato», ma soffoca nei rapporti autistici della pagine facebook.
Mentre la nascita di un fronte unico appare impossibile e non è facile cogliere l’intento di attacco generalizzato alle classi subalterne celato dietro la distruzione della scuola pubblica. Finché non inseriremo le decisioni dei proconsoli di Bruxelles nella cornice ideologica che li tiene uniti, non cancelleremo la sensazione di colpi menati alla cieca o di decisioni errate su problemi reali, che reali non sono: oggi il debito, domani gli sprechi, poi il «merito» e via così.
Eppure le tessere spaiate si unirebbero in un mosaico logico e conseguente, se solo provassimo a leggerle per ciò che di fatto sono ovunque, in fabbrica come a scuola: strumenti di fascistizzazione della società. E’ questo il filo rosso che unisce l’insieme dei provvedimenti pensati da chi governa l’Europa, dopo averne svuotato le Istituzioni di ogni carattere democratico. Anni fa, quando la popolazione era ancora abituata a riflettere, studiare e a far tesoro dell’esperienza, l’avremmo capito: il fascismo è il regime politico del capitale finanziario. Pietro Grifone scrisse in proposito un saggio illuminate, mentre era al confino politico e sin dai primi anni della Repubblica, Calamandrei individuò nella scuola pubblica il bersaglio privilegiato di un attacco del Capitale rivolto non al diritto allo studio, ma all’impianto complessivo della Costituzione: colpire la scuola, per colpire l’intelligenza critica delle masse, anima di una battaglia per la democrazia. Prima ancora che l’Europa pensasse di unirsi, del resto, nel Manifesto di Ventotene, Rossi, Colorni e Spinelli lo videro chiaro: i rischi per l’«Europa dei popoli» non venivano solo dai nazionalismi, ma dagli uomini del grande capitale, pronti a presentarsi come europeisti convinti ma decisi, in realtà, a governare a proprio favore e con ogni mezzo il processo di unificazione.
E’ quanto accade sotto i nostri occhi impotenti, dopo che il filo della memoria storica è stato spezzato e la vicenda del Novecento stravolta, per imporre un anticomunismo acritico e viscerale, con gli strumenti di quel revisionismo maligno che, con precoce e lucida «intelligenza» dei suoi fini reali, Gaetano Arfè definì «sovversivismo storiografico». In questo clima, chi prova a resistere giunge allo scontro in condizioni di forte isolamento. Isolata è la lotta per la scuola, isolati e divisi sono nel Paese i sindacati conflittuali, divisi e isolati si sta rispetto agli altri Paesi. Sola è la Grecia, soli i lavoratori, soli i precari, soli, solissimi i giovani.
La fascistizzazione di Istituzioni e società avanza, invece, spedita, capitalizzando una sconfitta della sinistra che, prima di essere politica, è culturale. Ci sono mille ragioni per diffidare dei 5 Stelle, ma occorre prendere atto: sono loro, i cosiddetti «grillini», a parlare di Europa nazista. Esagerano? Sia allora la sinistra a spiegare in modo convincente il processo di imbarbarimento di una Europa in cui un mostro che genericamente chiamiamo «postdemocrazia», impone una dottrina economica che è l’equivalente europeo dell’integralismo assassino. Non sarà nazismo, ma di ferocia nazista sanno le stragi nel Mediterraneo, l’altissima mortalità infantile che rende la Grecia colonia, la riduzione in servitù di lavoratori e precari, la precarizzazione scientificamente pianificata del futuro di intere generazioni. A tutto questo è estraneo l’attacco alla scuola? Non è così. Ce l’hanno spiegato sin dal ‘45 i docenti in armi, mentre combattevano una barbarie partita non a caso dall’asservimento della scuola.


Ultima modifica di mirco81 il Mer Apr 15, 2015 3:27 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:26 pm

Nella scuola secondaria di secondo grado in cui presto servizio (scuola statale... visto che in passato qualcuno aveva ipotizzato che fosse privata), a Torino, sindacalizzata, tutti i colleghi in gae che conoscono sperano che il DDL venga approvato rapidamente. Personalmente sono da 8 anni iscritto in cgil, sono astensionista.... e quindi non ho mai votato Renzi.  Forse lavoro in una scuola crumira, non so; anche i colleghi gae della mia cdc sperano che il ddl venga quanto prima approvato. Il fatto è che si da per scontato che stiano introducendo la "chiamata diretta", lasciando presupporre che i DS avrebbero potere di assunzione; non mi risulta sia così, visto che dovrebbero PROPORRE l'incarico a docenti già di ruolo. La proposta Aprea, con concorsi organizzati a livello di scuole (o di reti di scuole) sarebbe effettivamente stata una chiamata diretta, con un sistema simile alle università, che determina facilmente il sistema "parentopoli"; inoltre si prospettano emendamenti proposti in area maggioranza che renderebbero maggiormente collegiali le proposte di incarico.
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:29 pm

[quote="mirco81"]mi permetto di postare il contenuto di questo link a beneficio di coloro che come Lalla non possono leggere i link... trovo questo articolo davvero illuminante e assolutamente veritiero

io i link li posso leggere :-)

ti prego di non postare più volte lo stesso messaggio invece, grazie.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:30 pm

la chiamata diretta può essere a scopo di assunzione o a scopo di incarico; ha diverse forme ma segue la stessa logica producendo medesimi effetti; in tutti i casi produce clientelismo e assoggettamento dei docenti limitandone tutte le libertà a cominciare da quella d' insegnamento.


Ultima modifica di mirco81 il Mer Apr 15, 2015 3:31 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25630
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:31 pm

giobbe ha scritto:
Se questo DDL prevedeva SOLO le immissioni in ruolo di tutti i precari i docenti già di ruolo non avrebbero detto assultamente nulla a riguardo, anzi. Ma se l'iimissione in ruolo dei precari (tra l'altro già prevista da una sentenza della Corte Europea) deve essere l'occasione per ammazzare definitivamente quel poco di dignità che è rimasta della classe docente e per assimilare in tutto e per tutto la scuola statale a quella privata, allora è bene che questo DDL sia bocciato.
E' ovvio che i precari sono disposti ad accettare qualsiasi angheria pur di entrare nella scuola ma non possono certo definire egoisti quelli che nella scuola già ci vivono. Semmai è il contrario.


Perchè i precari dove vivono?
Trovo questa affermazione gravissima e offensiva nei confronti dei docenti a TD.

A dire il vero trovo al limite della decenza l'intero post.
Abbandono la discussione e mi riprometto di non leggere più nulla al fine di non incappare in altre frasi di questo tenore.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:40 pm

per foruna i precari non sono tutti uguali .... non posto di nuovo il link ma in prima pagina c'è l' intervista a uno dei tantissimi precari dignitosi e illuminati che non favoriscono questo DDL solo perchè inebriati dalla possibilità del "posto" subito e a qualsiasi costo.

se siete interessati a leggere cosa pensano i precari "dignitosi" leggete l' articolo in home page di orizzontescuola :

"60 mila firme, NO a riforma. "Futuri docenti meno diritti, si precarizza a vita con totale subordinazione ai presidi. Sindacati, sciopero unitario"

intervista al precario Salvo Amato, in rappresentanza di "La Vera Scuola Gessetti rotti", un coordinamento di docenti che muove circa 100mila iscritti a vari gruppi FaceBook.
Tornare in alto Andare in basso
MLucia



Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:42 pm

francesco.russo ha scritto:
Non credo che salti tutto... questo governo ha un solido appoggio europeo; la riforma della scuola è tra quelle approvate in sede europea, la cui realizzazione è condizione necessaria per la deroga al patto di stabilità concessa all'Italia. Andranno avanti, come hanno fatto con il job acts.... anzi, credo con maggiore facilità. Quanto alle assunzioni, non capisco perché dovrebbero limitarsi alle 40000. Certo, con l'assetto attuale della scuola, 40000 sarebbero anche troppe.... ma se il ddl verrà approvato, con l'organico dell'autonomia, saranno possibili anche le assunzioni in OF, che come risulta dalla tabella della relazione tecnica sarebbero circa la metà. Quanto alla tempistica, se non venisse rispettata ma il ddl venisse comunque approvato (senza cambiamenti sulla parte OF), anche se in ritardo, potrebbero attuare le assunzioni per la parte in OF in corso d'anno, su decorrenza economica a partire dal 2016 (come hanno spesso fatto).


ma se questo governo ha un solido appoggio europeo, scriviamogli all'Europa che stanno facendo una porcata. Io insegno lingue
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3571
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:42 pm

Come disse M. D'Azeglio: "Abbiamo fatto l'Italia ora dobbiamo fare gli italiani".
Dopo oltre 150 anni gli italiani ancora non sono stati fatti. E' rimasto il popolo dei mille Comuni.
@Francesco.Russo sa che a quell inclusi nelle GaE non vedono l'ora che il DDL approdi in porto, costi quel che costi. Nessuno, in Italia, assume un atteggiamento obiettivo di fronte ai problemi, che riguardano tutti, ma ne valuta solo la ricaduta su se stesso. Non siamo una nazione, non siamo un popolo e non so se lo saranno un domani i nostri figli.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:51 pm

caro giobbe, le divisioni ci sono ma credo che questo governo stia creando nella scuola e anche fuori un fronte di opposizione sempre più consistente e agguerrito... a prescindere dai limitati interventi nel forum di quel gruppetto di precari che sostengono la loro "assunzione costi quel che costi"...

sono sicuro che nei prossimi giorni assisteremo a una mobilitazione della scuola compatta e incisiva , oggi sono stato a una riunione sindacale e ho percepito lo sdegno e il disgusto per questo riforma e per questo governo... lo stesso sdegno che serpeggia nella società civile e nei social network...

i sondaggi elettorali sul PD ne sono una conferma.
Tornare in alto Andare in basso
senza parole



Messaggi : 246
Data d'iscrizione : 02.04.15

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:52 pm

Caro Giobbe io sono in gae e Francesco . Russo non sa la verità se sa quello che sostieni. Non è affatto vero che tutti coloro che siamo inclusi in gae non vediamo l ora che il ddl approdi in porto, costi quel che costi. Forse la pensavamo così quando furono pubblicate le famose slide sulla buona?scuola, non certo dopo aver letto il ddl...
Tornare in alto Andare in basso
senza parole



Messaggi : 246
Data d'iscrizione : 02.04.15

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:53 pm

Mirko, siamo sulla stessa lunghezza d'onda....
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 3:55 pm

senza parole mi fa piacere e credo che siamo in tanti! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:05 pm

Non mi piace fare polemiche.... tuttavia non mi riconosco nel popolo dei mille comuni. In ogni caso si potrebbe tranquillamente ribaltare l'accusa, visto che anche coloro che criticano il DDL, potrebbero essere sospettati di avere ragioni particolari, ad esempio per la modifica della procedura di trasferimento, che dovrebbe passare attraverso gli albi. Quanto al resto del ddl, l'organico funzionale in altri paesi esiste già, l'apertura pomeridiana delle scuole.... anche. L'alternanza scuola lavoro mi pare un'ottima idea.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3571
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:05 pm

gugu ha scritto:
giobbe ha scritto:
Se questo DDL prevedeva SOLO le immissioni in ruolo di tutti i precari i docenti già di ruolo non avrebbero detto assultamente nulla a riguardo, anzi. Ma se l'iimissione in ruolo dei precari (tra l'altro già prevista da una sentenza della Corte Europea) deve essere l'occasione per ammazzare definitivamente quel poco di dignità che è rimasta della classe docente e per assimilare in tutto e per tutto la scuola statale a quella privata, allora è bene che questo DDL sia bocciato.
E' ovvio che i precari sono disposti ad accettare qualsiasi angheria pur di entrare nella scuola ma non possono certo definire egoisti quelli che nella scuola già ci vivono. Semmai è il contrario.


Perchè i precari dove vivono?
Trovo questa affermazione gravissima e offensiva nei confronti dei docenti a TD.

A dire il vero trovo al limite della decenza l'intero post.
Abbandono la discussione e mi riprometto di non leggere più nulla al fine di non incappare in altre frasi di questo tenore.
Sono d'accordo, la mia è stata un'espressione che poteva destare qualche equivoco in qualcuno. Ma che questo equivoco venga proprio da te, gugu, persona intelligente e attenta ai problemi della scuola, mi sorprende. Per "quelli che nella scuola già ci vivono" si intende per quelli che già sono di ruolo. E' chiaro che i precari ci vivono anche loro da anni, se non decenni. Però non ti devi sorprendere della verità dei fatti. Tutti i potenziali neo immessi in ruolo hanno focalizzato la loro discussione sul DDL ESCLUSIVAMENTE sulle loro immissioni in ruolo, tutto il resto......è secondario.
Ma io vado oltre. Ho detto che li comprendo pure. Ma sentire dire da loro che gli altri (quelli già di ruolo) sono egoisti, beh, fa un pò tu....


Ultima modifica di giobbe il Mer Apr 15, 2015 4:11 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:10 pm

senza parole ha scritto:
Caro Giobbe io sono in gae e Francesco . Russo non sa la verità se sa quello che sostieni. Non è affatto vero che tutti coloro che siamo inclusi in gae non vediamo l ora che il ddl approdi in porto, costi quel che costi. Forse la pensavamo così quando furono pubblicate le famose slide sulla buona?scuola,  non certo dopo aver letto il ddl...
Io ho riportato la mia esperienza personale, relativamente all'atteggiamento rispetto al ddl. Naturalmente tutto é possibile; i numeri si vedranno con lo sciopero. Per quanto mi riguarda, invece, preferisco il ddl rispetto alle slide della BS. Nelle slide era prevista la differenziazione tra il 66% dei meritevoli e il rimanente immeritevole, che avrebbero scatenato guerre tra docenti. Un obrobrio.
Tornare in alto Andare in basso
poverascuola



Messaggi : 353
Data d'iscrizione : 31.01.11

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:16 pm

francesco.russo ha scritto:
Nella scuola secondaria di secondo grado in cui presto servizio (scuola statale... visto che in passato qualcuno aveva ipotizzato che fosse privata), a Torino, sindacalizzata, tutti i colleghi in gae che conoscono sperano che il DDL venga approvato rapidamente. Personalmente sono da 8 anni iscritto in cgil, sono astensionista.... e quindi non ho mai votato Renzi.  Forse lavoro in una scuola crumira, non so; anche i colleghi gae della mia cdc sperano che il ddl venga quanto prima approvato. Il fatto è che si da per scontato che stiano introducendo la "chiamata diretta", lasciando presupporre che i DS avrebbero potere di assunzione; non mi risulta sia così, visto che dovrebbero PROPORRE l'incarico a docenti già di ruolo. La proposta Aprea, con concorsi organizzati a livello di scuole (o di reti di scuole) sarebbe effettivamente stata una chiamata diretta, con un sistema simile alle università, che determina facilmente il sistema "parentopoli"; inoltre si prospettano emendamenti proposti in area maggioranza che renderebbero maggiormente collegiali le proposte di incarico.

Può essere!
Tornare in alto Andare in basso
Ottodoro



Messaggi : 223
Data d'iscrizione : 09.02.15

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:20 pm

Io spero nell'approvazione velocissima del DDL. secondo me è però da estendere a tutti i docenti di ruolo, per avere la scuola funzionale e efficacissima che tutti sognamo!
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:20 pm

francesco.russo ha scritto:
In ogni caso si potrebbe tranquillamente ribaltare l'accusa, visto che anche coloro che criticano il DDL, potrebbero essere sospettati di avere ragioni particolari, ad esempio per la modifica della procedura di trasferimento, che dovrebbe passare attraverso gli albi.
Non mi pare una ragione da poco. In caso di trasferimento, sia d'ufficio che a domanda, un docente perde la propria titolarità per non riacquisirla mai più. Non è una questione di lana caprina questa. Sai quanto poco ci vuole affinché ciò accada? Parlo per le medie: per un docente di lettere può bastare che si perda una classe, che non si riformi cioè una prima...per uno di seconda lingua, oltre alla perdita delle classi, basta che i nuovi iscritti scelgano un'altra delle lingue offerte. Non è la "giusta punizione" per i docenti del ruolo mordi e fuggi. E' la via più semplice per togliere progressivamente i diritti a tutta la categoria.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:21 pm

davvero può saltare tutto!

Renzi si dimette se l'Italicum viene modificato. Elezioni in autunno

http://www.affaritaliani.it/politica/italicum-renzi-elezioni-minaccia-363224.html

Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3571
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:26 pm

Ottodoro ha scritto:
Io spero nell'approvazione velocissima del DDL. secondo me è però da estendere a tutti i docenti di ruolo, per avere la scuola funzionale e efficacissima che tutti sognamo!
E' una tua aspirazione legittima.
Pensa, ci sono supplenti che sperano che il titolare che stanno sostituendo non si riprenda più dalla malattia....
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7533
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:28 pm

senza parole ha scritto:
Caro Giobbe io sono in gae e Francesco . Russo non sa la verità se sa quello che sostieni. Non è affatto vero che tutti coloro che siamo inclusi in gae non vediamo l ora che il ddl approdi in porto, costi quel che costi. Forse la pensavamo così quando furono pubblicate le famose slide sulla buona?scuola,  non certo dopo aver letto il ddl...
Confermo.
Sono in gae e in gm...
Ma essendo in posto già vicino al ruolo per me e per quelli come me il ddl è solo peggiorativo.
Probabilmente i colleghi pronti a tutto pur di entrare in ruolo sanno di essere in posizioni molto basse...talmente in basso da rischiare di non aver nemmeno spezzoni di supplenze annuali...
A quel punto...piuttosto che niente è meglio piuttosto...
Tornare in alto Andare in basso
Online
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:29 pm

mirco81 ha scritto:
caro giobbe, le divisioni ci sono ma credo che questo governo stia creando nella scuola e anche fuori un fronte di opposizione sempre più consistente e agguerrito... a prescindere dai limitati interventi nel forum di quel gruppetto di precari che sostengono la loro "assunzione costi quel che costi"...

sono sicuro che nei prossimi giorni assisteremo a una mobilitazione della scuola compatta e incisiva , oggi sono stato a una riunione sindacale e ho percepito lo sdegno e il disgusto per questo riforma e per questo governo... lo stesso sdegno che serpeggia nella società civile e nei social network...

i sondaggi elettorali sul PD ne sono una conferma.

http://xcolpevolex.blogspot.it/2015/04/e-forse-arriva-la-piu-grande.html

Nessuna demagogia, nessuna retorica. I segnali ci sono tutti. Salvo ribaltamenti, salvo mutamenti, salvo sospensioni del processo della riforma"buona scuola", a maggio ci sarà la più grande mobilitazione di questo nuovo secolo per la difesa della scuola pubblica. Sindacati di base e sindacati rappresentativi si parlano, studenti, docenti, ATA, famiglie, genitori, tutti uniti per quel fronte che non potrà essere ignorato. Sciopero e mobilitazione, che verranno anticipati da altri scioperi già in corso e programmati, ma il grosso sarà a metà maggio, periodo in cui cadranno anche le solite e controverse prove dell'Invalsi. Questo Governo ha avuto la capacità di sollecitare processi fino a qualche tempo addietro impensabili. Far dialogare realtà contrapposte, per unirsi contro la scuola azienda, per la scuola pubblica. Non sarà solo una manifestazione contro, ma anche per. Ed i Cobas hanno comunicato che "qualora venga confermata dai sindacati presenti all’Assemblea ( ndr assemblea convocata dall'Unione degli studenti e alla quale hanno partecipato numerose organizzazioni sindacali, strutture studentesche nazionali e territoriali) l’accettazione della data del 12 maggio, il nostro EN deciderà in tempi rapidi in merito alla revoca dello sciopero del 6", ciò perché sono già stati proclamate tre giornate di sciopero a maggio contro il sistema Invalsi, il 5 e il 6 per le scuole dell’infanzia e per le elementari (date dei quiz alle elementari) e il 12 per le medie e le superiori.
E visti i vincoli posti dalla “rarefazione”, lo sciopero del 6 nelle elementari e nell’infanzia non permetterebbe ai lavoratori/trici di tali scuole di essere con gli altri il 12, per questo la possibile revoca del 6, ma per una causa grande, importante e forse irripetibile.
Chiaramente dipenderà molto da quello che vorranno fare le altre organizzazioni che operano nel settore della scuola. Una cosa è certa, se il tutto continuerà, così come ora procede, praticamente il 12 maggio, salvo cambiamenti, ci sarà una mobilitazione storica che farà semplicemente scuola. Contro una riforma che la quasi totalità del mondo della scuola non vuole, eppure il Governo, sordo, continua ad andare avanti, eppure buon senso, ed anche buon fiuto politico, vorrebbe l'affermazione semplice e banale di un chiaro stop alla buona scuola, ma qui chi rischia un serio stop è, invece, proprio l'attuale governo e non è detto che ciò sia un male, anzi.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Salta tutto!   Mer Apr 15, 2015 4:51 pm

i precari "buoni" e il PD "buono"...

https://www.youtube.com/watch?v=sz_Py7uM-s4
Tornare in alto Andare in basso
 
Salta tutto!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» chi o cosa ha creato tutto
» 39+2 e ...tutto tace
» Chi è dio? Chi è che ha "creato" tutto? Ecco una mia teoria
» « Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma. »
» gel che salta come un'unghia finta???

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: