Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Fondazione Agnelli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Criccha76



Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 15.04.15

MessaggioOggetto: Fondazione Agnelli   Mer Apr 15, 2015 11:48 am

Illustre Fondazione Agnelli,
è apprezzabile e condivisibile la proposta circa la verifica delle competenze dei docenti inseriti nelle graduatorie permanenti e non trovo nulla di contrario alla non assunzione di costoro. Le premetto che sono una docente precaria da 15 anni, inserita nelle Gae e nelle GM come tanti, come tutti.
Ho conseguito la mia laurea a pieni voti a soli 22 anni, una specializzazione all'insegnamento, tre master, due perfezionamenti e mi scusi se poi spinta dalla mia curiosità e sete di sapere ho conseguito una seconda laurea con relativa specializzazione e altri corsi che non voglio elencare. Mi preme, tuttavia, ricordarLE il superamento di due concorsi. Ora mi chiedo in che modo un docente debba essere valido per la scuola italiana? e quali dovrebbero essere le competenze richieste. Sa dopo tutto questo marasma sono fortemente disorientata.
Stamattina leggevo le vostre proposte ed una lacrima è scesa. Mi dicevo come posso spiegare ai miei genitori che dopo tanti sacrifici non avrebbero visto mai sua figlia entrare nel mondo della scuola? Ricordo le lacrime di mia madre quando non poteva pagarmi i biglietti del treno per raggiungere la facoltà, quando a soli 19 anni lavoravo in fabbrica 8 ore al giorno in piedi per aiutarli a pagare le tasse universitarie e ancora quando per la preparazione al concorso nel lontano 1999 avevo rotto un piccolo salvadanaio per comprare i testi su cui prepararmi. Ora che finalmente tutto era cambiato! Nella mia situazione sono in tanti, basta prendere una qualsiasi graduatoria e guardare in alto quanti titoli hanno per farsene un'idea. Io, però, sono stufa di barattare il mio futuro e continuare a sentir parlare senza cognizione di causa, pertanto Le chiedo posso avere indietro tutti i soldi che i miei genitori hanno speso per pagarmi gli studi? Il tempo perso, quello non voglio che me lo si paghi, ma almeno potrei avere un centesimo per ogni lacrima di mia madre in cambio per la non assunzione?
Grazie
Tornare in alto Andare in basso
sparviero



Messaggi : 642
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: Fondazione Agnelli   Mer Apr 15, 2015 12:03 pm

E loro che ne sanno di cosa significhi la parola sacrificio.Vai a leggerti i nomi dei componenti della fondazione agnelli e ti accorgi che sono tutti dottoroni miliardari.Hanno distrutto la fiat e ora vogliono sindacare sul nostro futuro. I loro figli frequentano le migliori scuole private e parlano di scuola pubblica!!!
Tornare in alto Andare in basso
scappodall'italia



Messaggi : 219
Data d'iscrizione : 26.03.15

MessaggioOggetto: Re: Fondazione Agnelli   Mer Apr 15, 2015 12:24 pm

Criccha76 ha scritto:
Illustre Fondazione Agnelli,
è apprezzabile e condivisibile la proposta circa la verifica delle competenze dei docenti inseriti nelle graduatorie permanenti e non trovo nulla di contrario alla non assunzione di costoro. Le premetto che sono una docente precaria da 15 anni, inserita nelle Gae e nelle GM come tanti, come tutti.
Ho conseguito la mia laurea a pieni voti a soli 22 anni, una specializzazione all'insegnamento, tre master, due perfezionamenti e mi scusi se poi spinta dalla mia curiosità e sete di sapere ho conseguito una seconda laurea con relativa specializzazione e altri corsi che non voglio elencare.  Mi preme, tuttavia, ricordarLE il superamento di due concorsi. Ora mi chiedo in che modo un docente debba essere valido per la scuola italiana? e quali dovrebbero essere le competenze richieste. Sa dopo tutto questo marasma sono fortemente disorientata.
Stamattina leggevo le vostre proposte  ed una lacrima è scesa. Mi dicevo come posso spiegare ai miei genitori che dopo tanti sacrifici non avrebbero visto mai sua figlia entrare nel mondo della scuola? Ricordo le lacrime di mia madre quando non poteva pagarmi i biglietti del treno per raggiungere la facoltà, quando a soli 19 anni lavoravo in fabbrica 8 ore al giorno in piedi per aiutarli a pagare le tasse universitarie e ancora quando per la preparazione al concorso nel lontano 1999 avevo rotto un piccolo salvadanaio per comprare i testi su cui prepararmi. Ora che finalmente tutto era cambiato! Nella mia situazione sono in tanti, basta prendere una qualsiasi graduatoria e guardare in alto quanti titoli hanno per farsene un'idea. Io, però, sono stufa di barattare il mio futuro e continuare a sentir parlare senza cognizione di causa, pertanto Le chiedo posso avere indietro tutti i soldi che i miei genitori hanno speso per pagarmi gli studi? Il tempo perso, quello non voglio che me lo si paghi, ma almeno potrei avere un centesimo per ogni lacrima di mia madre in cambio per la non assunzione?
Grazie
Sono ancora commosso per tua storia di vita ma ho l'impressione che non hai proprio capito la ratio: quelli come te (15 anni di servizio) certo che meritano l'assunzione in ruolo! la cosa assurda, iniqua e sbagliata è che entrino in ruolo persone che pur essendo in GAE, contrariamente a quello che sostieni tu con quel "tutti", non sanno nemmeno cosa significhi insegnare!!!
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1858
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Fondazione Agnelli   Mer Apr 15, 2015 1:35 pm

Criccha76 ha scritto:
Illustre Fondazione Agnelli,
è apprezzabile e condivisibile la proposta circa la verifica delle competenze dei docenti inseriti nelle graduatorie permanenti e non trovo nulla di contrario alla non assunzione di costoro. Le premetto che sono una docente precaria da 15 anni, inserita nelle Gae e nelle GM come tanti, come tutti.
Ho conseguito la mia laurea a pieni voti a soli 22 anni, una specializzazione all'insegnamento, tre master, due perfezionamenti e mi scusi se poi spinta dalla mia curiosità e sete di sapere ho conseguito una seconda laurea con relativa specializzazione e altri corsi che non voglio elencare.  Mi preme, tuttavia, ricordarLE il superamento di due concorsi. Ora mi chiedo in che modo un docente debba essere valido per la scuola italiana? e quali dovrebbero essere le competenze richieste. Sa dopo tutto questo marasma sono fortemente disorientata.
Stamattina leggevo le vostre proposte  ed una lacrima è scesa. Mi dicevo come posso spiegare ai miei genitori che dopo tanti sacrifici non avrebbero visto mai sua figlia entrare nel mondo della scuola? Ricordo le lacrime di mia madre quando non poteva pagarmi i biglietti del treno per raggiungere la facoltà, quando a soli 19 anni lavoravo in fabbrica 8 ore al giorno in piedi per aiutarli a pagare le tasse universitarie e ancora quando per la preparazione al concorso nel lontano 1999 avevo rotto un piccolo salvadanaio per comprare i testi su cui prepararmi. Ora che finalmente tutto era cambiato! Nella mia situazione sono in tanti, basta prendere una qualsiasi graduatoria e guardare in alto quanti titoli hanno per farsene un'idea. Io, però, sono stufa di barattare il mio futuro e continuare a sentir parlare senza cognizione di causa, pertanto Le chiedo posso avere indietro tutti i soldi che i miei genitori hanno speso per pagarmi gli studi? Il tempo perso, quello non voglio che me lo si paghi, ma almeno potrei avere un centesimo per ogni lacrima di mia madre in cambio per la non assunzione?
Grazie

Nessuno mette in dubbio che tu, dopo 15 anni di servizio, debba essere assunta.
Scusa se mi permetto, ma i tuoi genitori ti hanno visto entrare nella scuola, se insegni da 15 anni.
La storia delle GaE è molto variegata: molti, come te, hanno numerosi titoli, addirittura due lauree e sono realmente interessate all’insegnamento; altri hanno partecipato per sport al concorso del ’99, e grazie ad alcune commissioni che facevano passare praticamente tutti, si fregiano da allora del titolo di “precari”, anche se in questi 15 anni hanno svolto altre prestigiose e ben retribuite professioni.
Ci sono poi quelli che si sono comperati l’abilitazione in Spagna, le decine di migliaia che grazie a 360 gg di servizio nel diplomificio compiacente si sono garantiti il diritto perpetuo al ruolo, e così via.
Io comunque per prepararmi al concorso non ho comprato alcun testo, mi bastavano ed avanzavano i testi universitari, che peraltro non ho neppure praticamente letto, dato che mentre si svolgeva il concorso al mattino avevo 22 ore su due scuole, al pomeriggio il TFA, il sabato e la domenica dovevo fare i compiti che mi venivano assegnati al TFA
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25634
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Fondazione Agnelli   Mer Apr 15, 2015 1:40 pm

udl ha scritto:


Nessuno mette in dubbio che tu, dopo 15 anni di servizio, debba essere assunta.


Penso che il problema sia sempre quello di capire che non tutti sono inseriti nella A020 o comunque in cdc dove mai nessuno ha voluto fare l'insegnante (sostanzialmente gli ingegneri).
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Fondazione Agnelli   Mer Apr 15, 2015 1:53 pm

gugu ha scritto:
udl ha scritto:


Nessuno mette in dubbio che tu, dopo 15 anni di servizio, debba essere assunta.


Penso che il problema sia sempre quello di capire che non tutti sono inseriti nella A020 o comunque in cdc dove mai nessuno ha voluto fare l'insegnante (sostanzialmente gli ingegneri).


e da qui l'analisi cdc per singola provincia prima di assumere a tappeto e senza senso...
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1858
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Fondazione Agnelli   Mer Apr 15, 2015 1:54 pm

gugu ha scritto:
udl ha scritto:


Nessuno mette in dubbio che tu, dopo 15 anni di servizio, debba essere assunta.


Penso che il problema sia sempre quello di capire che non tutti sono inseriti nella A020 o comunque in cdc dove mai nessuno ha voluto fare l'insegnante (sostanzialmente gli ingegneri).

Gugu, chi lavora da 15 anni non ha problemi ad essere assunto e ad avere una cattedra.
Il problema sono le cattedre che non ci sono.
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1858
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Fondazione Agnelli   Mer Apr 15, 2015 2:06 pm

“Quelli” della Fondazione Agnelli, e gli industriali in genere, hanno molti difetti, che io non ho mancato di rimarcare nei miei interventi.
Però non farebbero mai l’assurdità di assumere persone che hanno “selezionato” 15 anni prima, e poi hanno fatto tutt'altro, senza prima sottoporle ad una “verifica” per accertare se quelle competenze le hanno ancora: alcune le avranno rafforzate (la maggioranza), alcune le avranno diminuite, probabilmente alcune non le hanno mai avute.
L’assurdità diventa ancora più assurda se i programmi vengono modificati non per esigenze didattiche, ma per assumere persone che, allo stato, non servono.
Se un ospedale ha bisogno di un cardiologo, assume un cardiologo, non un diabetologo perché questo era risultato idoneo al concorso per diabetologi di 15 anni prima. Altrimenti alla persona che arriva con l’infarto gli si dovrebbe dire: “Scusi, ma lei doveva ammalarsi di diabete, non di cuore, perché noi abbiamo dovuto assumere un diabetologo”
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25634
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Fondazione Agnelli   Mer Apr 15, 2015 2:38 pm

udl ha scritto:

Gugu, chi lavora da 15 anni non ha problemi ad essere assunto e ad avere una cattedra.
Il problema sono le cattedre che non ci sono.


Se così fosse il precariato non esisterebbe, ci sarebbero solo assunti a TI e aspiranti che non hanno mai insegnato per assenza di posti.
Mi pare che la situazione attuale sia decisamente diversa.
Tornare in alto Andare in basso
catiusciagr



Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioOggetto: Re: Fondazione Agnelli   Mer Apr 15, 2015 3:04 pm

Criccha76 ha scritto:
Illustre Fondazione Agnelli,
è apprezzabile e condivisibile la proposta circa la verifica delle competenze dei docenti inseriti nelle graduatorie permanenti e non trovo nulla di contrario alla non assunzione di costoro. Le premetto che sono una docente precaria da 15 anni, inserita nelle Gae e nelle GM come tanti, come tutti.
Ho conseguito la mia laurea a pieni voti .......  Mi preme, tuttavia, ricordarLE il superamento di due concorsi. ......... Nella mia situazione sono in tanti,
basta prendere una qualsiasi graduatoria e guardare in alto quanti titoli hanno per farsene un'idea.......

Credevo fosse un fatto acquisito.
Nessuno "brontola" perchè con 15 anni di precariato, due concorsi superati, due lauree, tanti corsi e tanti titoli.un docente entri in ruolo.
La fondazione Agnelli forse auspicherebbe una "verifica" per gli "altri" Chi?
1-chi si è abilitato "a gratis" senza selezioni e con un percorso quasi buffo;
2-chi non ha mai insegnato giacendo in graduatoria da minimo 10 anni e SICURAMENTE 10 (o più) anni fa con l'abilitazione comunque conseguita, avrebbe trovato da insegnare;
3-chi,trovandosi nella posizione 1- ovvero 2- (o in entrambe) non si è degnato di sottoporsi all'ultima prova concorsuale (2012), oppure ci ha provato...ma...è stato sfortunato.

Che le anomalie descritte abbiano come conseguenza un contratto a TI...non mi sembra nè serio nè degno di BUONASCUOLA.

Tornare in alto Andare in basso
 
Fondazione Agnelli
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» PAVIA - Fondazione IRCCS POLICLINICO SAN MATTEO
» 5 per mille
» fondazione italiana endometriosi
» Arrivo del Commodoro della Fondazione Studiosi del Mare

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: