Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
senza parole



Messaggi : 246
Data d'iscrizione : 02.04.15

MessaggioOggetto: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Mer Apr 15, 2015 3:16 pm

Promemoria primo messaggio :

Siamo sicuri che tutti i presidi siano d accordo con questa attribuzione di superpoteri? I parametri secondo cui un preside dovrebbe scegliere un docente piuttosto che un altro sono talmente aleatori che il preside stesso potrebbe spesso essere vittima di ricorsi, denunce e quant'altro... se io fossi un preside vorrei perlomeno avere criteri ben definiti e misurabili per poter scegliere secondo coscienza..
voi che ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
tellina



Messaggi : 7494
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Mer Apr 15, 2015 6:31 pm

Gugu..però se tu fossi un ds un po' marcio...o solo debole...o magari solo dal cuor d'oro...
Non chiameresti il più bravo docente disponibile sulla piazza.
Chiameresti, nell'ordine: tuo figlio (in gae, mai lavorato a scuola ma si sa..il sangue non è acqua, sarà bravissimo!), chiameresti il prof che ti han "gentilmente e caldamente consigliato (del resto... Hai appena messo le gomme nuove all'auto, come darti torto)...oppure chiameresti quel prof lì, brava persona, tre figli da mantenere, in gae da una vita
"perché non si sa mai" ma con soli tre mesi di  punti fatti nel 2000 poi si era accorto che la scuola proprio non faceva per lui ed era andato a lavorare nel privato...nel frattempo la sua ditta ha chiuso e lui è a spasso...
Io non voglio nemmeno ipotizzare scenari peggiori...(ma non ci vuol molto eh)...

Concordo invece sul tuo intervento riguardante i punti privati per scalare pubbliche montagne...
Tornare in alto Andare in basso
Tah-Dah!



Messaggi : 899
Data d'iscrizione : 02.01.12

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Mer Apr 15, 2015 6:37 pm

di corretto secondo me resta il fatto che il punteggio certifica anche l'esperienza fatta sul campo e perciò se uno lavora coma insegnante senza demerito nel privato potrà essere una risorsa anche quando entrerà nella scuola pubblica e di questo io sono convinta. resta la mia personale opinione.
Tornare in alto Andare in basso
annari



Messaggi : 1312
Data d'iscrizione : 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Gio Apr 16, 2015 1:30 pm

chicca70 ha scritto:
Ottodoro ha scritto:
la squadra è un gruppo di docenti motivato, che funziona, che ha voglia di fare, che arriva puntale al mattimo, e aspetta o rimane a scuola anche di più. questi sono i veri docenti da assumere!
La scuola è un lavoro.  Si deve rimanere a scuola per le ore per le quali si è pagati.  Aspettare o rimanere di più è volontariato, non è lavoro da professionisti.  E te lo dice una persona che rimane a scuola un pomeriggio a settimana (non pagato). Lo faccio per correggere i compiti più tranquilla ma è una scelta mia. Che poi uno creda sempre di essere migliore degli altri... tu sei un esempio,  ma molti altri come te.

Puoi aggiungerlo nel tuo CV. E' un valore aggiunto che certamente il DS terrà in considerazione, insieme ai master on line, ovviamente
Tornare in alto Andare in basso
MLucia



Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Gio Apr 16, 2015 1:49 pm

Ottodoro ha scritto:
la squadra è un gruppo di docenti motivato, che funziona, che ha voglia di fare, che arriva puntale al mattimo, e aspetta o rimane a scuola anche di più. questi sono i veri docenti da assumere!

è certo, perchè finora non abbiamo avuto motivazione nè voglia di fare, siamo sempre arrivati in ritardo e non è MAI CAPITATO che rimanessimo a scuola DI PIù ......In altre parole, finora non abbiamo mai fatto un c...., aspettiamo la squadra.....o scuadra, secondo alcuni nuovi tipi di spelling............
Tornare in alto Andare in basso
michetta



Messaggi : 3880
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Gio Apr 16, 2015 2:02 pm

ottodoro, ottodoro...te le vai proprio a cercare
però di bello c'è che incassi e non replichi
Tornare in alto Andare in basso
Ottodoro



Messaggi : 223
Data d'iscrizione : 09.02.15

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Gio Apr 16, 2015 2:07 pm

ahaha micetta,

qui ci sono solo docenti bravissimi, preparattismi ,puntalissimi
saranno tutti scegli dai presidi
ciao cara
Tornare in alto Andare in basso
michetta



Messaggi : 3880
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Gio Apr 16, 2015 2:12 pm

micetta? aggiungi una H
quanto al tuo evidente errore di battitura, sono certa che tu intendessi scrivere "preparattissimi" con 2 "T"
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1603
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Gio Apr 16, 2015 3:01 pm

È inutile,  Ottodoro e l'italiano sono incompatibili.  Il dramma è che insegna lettere, o vorrebbe insegnarle. Penso che i suoi studenti avranno un bel lavoro per correggerlo.
Tornare in alto Andare in basso
rafzzz



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 09.11.09

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Gio Apr 16, 2015 3:14 pm

Stai scherzando vero?
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Gio Apr 16, 2015 3:26 pm

Ottodoro ha scritto:
le paritarie hanno ritorsioni? i presidi si scelgono i migliori docenti, quelli più preparati e dediti alla scuola, non seguendo una graduatoria nata da mille cose.
W LA CHIAMATA DALL'ALBO, è la strada giusta.
i presidi si scelgono i docenti professionalmente più deboli, quelli che non riescono a lavorare da Ge o GI e che per questa ragione saranno maggiormente ricattabili. Perchè nella paritaria, tre volte su tre, i 4 devono diventare 6 (nella statale solo due su tre...) e se il genitore fa una bella donazione ci si dimentica anche che il pargolo ha dato fuoco al registro di classe. E le ritorsioni, nella paritaria, ci sono eccome, ma da parte dei genitori: se non promuovi mio figlio, lo porto via e ciao retta...
Io presumo che tu sia molto più intelligente di quanto non appaia il tuo trollissimo alter ego, che fai anche passare per ignorante, pensando probabilmente di dare quella punta di veridicità in più al tuo profilo...
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Gio Apr 16, 2015 3:29 pm

Ottodoro ha scritto:
la squadra è un gruppo di docenti motivato, che funziona, che ha voglia di fare, che arriva puntale al mattimo, e aspetta o rimane a scuola anche di più. questi sono i veri docenti da assumere!
sei davvero spassoso. Hai dimenticato di agguingere: "che si legano una scopa dietro e mentre spiegano ramazzano anche la stanza" (sono stata educata).
Tornare in alto Andare in basso
geppino12575



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Gio Apr 16, 2015 6:55 pm

Ottodoro ha scritto:
ahaha micetta,

qui ci sono solo docenti bravissimi, preparattismi ,puntalissimi
saranno tutti scegli dai presidi
ciao cara

Parli proprio tu che fai errori di grammatica e consecutio temporum da prima elementare, non abbiamo dimenticato le tue celebri frasi tipo "speriamo che il ddl passa...", ma vergògnati, sei un insulto alla categoria dei docenti.
Tornare in alto Andare in basso
leonard



Messaggi : 489
Data d'iscrizione : 12.12.11

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Sab Apr 18, 2015 8:19 pm

non scanniamoci sugli errori di battitura o di grammatica: restiamo uniti e lottiamo per i nostri DIRITTI!!!!

in quale pubblica amministrazione i dirigenti scelgono gli impiegati?

perché dopo 36 mesi di servizio la tua esperienza professionale non conta più niente?

questa è la vera vergogna! cercare facili soluzioni (scegliersi la squadra) a problemi più importanti (allontanare i docenti incapaci, trovare un modo equo per valutarli

Tornare in alto Andare in basso
tizio caio



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Ven Mag 13, 2016 9:34 am

La finalità della chiamata diretta non è quella di scegliere la persona giusta , ma di scartare quella "sbagliata": per esempio quella che non sia di razza ariana, quella che ha superato i 50 anni, quella che si assenta spesso per malattia, quella nota come contrastiva.
Il docente è tenuto ad adempiere solo e solamente quanto previsto dal contratto di lavoro e dalle leggi.
Coloro che vogliono negare tale principio elementare, ma fondamentale, sono solamente dei fetenti. Non si può chiedere ai docenti di fare di più di quello che gli spetta; non si può premiare un docente perché fa di più di quello che gli spetta, perché ciò sarebbe la promozione dello schiavismo, contrario alle finalità della Scuola che è quella della promozione della libertà, dell'uguaglianza e della solidarietà.
La verità è che l'Italia non è mai uscita dal fascismo; la mentalità fascista e le pratiche fasciste sono diffuse ovunque. E' una vergogna nazionale: ecco perché all'estero ridono degli italiani. Altro che pizza, mandolino e spaghetti!
Tornare in alto Andare in basso
piccoloprincipe14



Messaggi : 745
Data d'iscrizione : 24.06.15

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Ven Mag 13, 2016 4:00 pm

gugu ha scritto:
Se fossi un DS e sapessi che in giro c'è un docente bravo, ma davvero bravo, lo chiamerei subito libero, in questo caso, di non dover seguire una graduatoria dove mi può capitare di tutto.
Ma lo farebbero tutti, non è che ci sia molto da capire.

su questo Gugu hai straragione
Tornare in alto Andare in basso
condor2000



Messaggi : 641
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Ven Mag 13, 2016 4:27 pm

tizio caio ha scritto:
La finalità della chiamata diretta non è quella di scegliere la persona giusta , ma di scartare quella "sbagliata": per esempio quella che non sia di razza ariana, quella che ha superato i 50 anni, quella che si assenta spesso per malattia, quella nota come contrastiva.
Il docente è tenuto ad adempiere solo e solamente quanto previsto dal contratto di lavoro e dalle leggi.
Coloro che vogliono negare tale principio elementare, ma fondamentale, sono solamente dei fetenti. Non si può chiedere ai docenti di fare di più di quello che gli spetta; non si può premiare un docente perché fa di più di quello che gli spetta, perché ciò sarebbe la promozione dello schiavismo, contrario alle finalità della Scuola che è quella della promozione della libertà, dell'uguaglianza e della solidarietà.
La verità è che l'Italia non è mai uscita dal fascismo; la mentalità fascista e le pratiche fasciste sono diffuse ovunque. E' una vergogna nazionale: ecco perché all'estero ridono degli italiani. Altro che pizza, mandolino e spaghetti!

"i dirigenti scolastici per scegliere i docenti dagli ambiti territoriali e conferire loro l'incarico triennale dovranno tener conto del curriculum, dell'esperienza lavorativa, delle competenze professionali dei docenti, da verificare anche attraverso un colloquio individuale."

Io non mi fido e non credo assolutamente che queste disposizioni ci garantiscano nelle scelte del dirigente, primo perchè siamo in un paese di corrotti e poi perchè si creerà una situazione lavorativa simile alle scuole private: il boss di turno e la sua cerchia di lecchini e accoliti e nessuna indipendenza sul lavoro didattico.
Tornare in alto Andare in basso
piccoloprincipe14



Messaggi : 745
Data d'iscrizione : 24.06.15

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Ven Mag 13, 2016 4:33 pm

scusate ma....il curriculum verrà reso pubblico! se qualcuno ha meno titoli, meno esperienze professionali, meno spacilaizzazioni di qualcun altro, si vedrà. Se qualcuno sono anni che funge da vicario in assegnazione provvisoria in quella stessa istituzione, nel curriculum si vedrà. Se volete pensare che vengano truccati i curricula sappiate che, sulla base di un ricorso, dovranno essere certificati. Non tolgo nulla all'importanza dell'esperienza in qualità di docente e anche quella farà testo, ma se qualcuno ha altri titoli perchè non poterli prendere in considerazione? perchè se una scuola cerca una figura specifica non può sceglierla? certo il rischio della corruzione c'è, ma io ho anche conosciuti ottimi dirigenti anche sotto il profilo umano.
Tornare in alto Andare in basso
tizio caio



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Ven Mag 13, 2016 11:57 pm

piccoloprincipe14 ha scritto:
... certo il rischio della corruzione c'è...

Se questo rischio c'è, allora, siccome siamo in Italia, vuole dire che esso prenderà forma in maniera diffusa.
Non basta dire che qualche dirigente ha sembianze umane; siamo in uno stato di diritto e quindi non ci può essere l'arbitrio di un dirigente umano o marziano che sia. La chiamata diretta è manifestamente incostituzionale, proprio perché cozza con l'essere l'Italia uno stato di diritto.
Sono certo che qualunque docente che faccia ricorso farà annullare dalla Corte Costituzionale tale obbrobrio del governo di Renzi e del suo partito. Renzi procede esattamente secondo i modi che la P2 rimproverava a Berlusconi di non adoperare.
Ne consegue che Renzi nella sua attività di governo adopera i metodi che la P2 raccomandava a Berlusconi; e cioè di fregarsene dell'opposizione e di procedere a colpi di maggioranza. Lo ha fatto con la legge che abolisce l'articolo 18 dello statuto dei lavoratori (vergognosamente chiamata in maniera mistificatoria "Job Act" ), lo ha fatto con la scuola con la legge chiamata alla Mike Bongiorno "Buona scuola" ( ma come si fa a chiamare buona una legge contro la quale hanno scioperato mezzo milione di persone? solo delle facce di bronzo possono fare questo).
Il bullo ora sta cercando di modificare la Costituzione, a questo punto il gioco della P2 fa scacco matto.
Tornare in alto Andare in basso
condor2000



Messaggi : 641
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Sab Mag 14, 2016 7:52 am

tizio caio ha scritto:
piccoloprincipe14 ha scritto:
... certo il rischio della corruzione c'è...

Se questo rischio c'è, allora, siccome siamo in Italia, vuole dire che esso prenderà forma in maniera diffusa.
Non basta dire che qualche dirigente ha sembianze umane; siamo in uno stato di diritto e quindi non ci può essere l'arbitrio di un dirigente umano o marziano che sia. La chiamata diretta è manifestamente incostituzionale, proprio perché cozza con l'essere l'Italia uno stato di diritto.
Sono certo che qualunque docente che faccia ricorso farà annullare dalla Corte Costituzionale tale obbrobrio del governo di Renzi e del suo partito. Renzi procede esattamente secondo i modi che la P2 rimproverava a Berlusconi di non adoperare.
Ne consegue che Renzi nella sua attività di governo adopera i metodi che la P2 raccomandava a Berlusconi; e cioè di fregarsene dell'opposizione e di procedere a colpi di maggioranza. Lo ha fatto con la legge che abolisce l'articolo 18 dello statuto dei lavoratori (vergognosamente chiamata in maniera mistificatoria "Job Act" ), lo ha fatto con la scuola con la legge chiamata alla Mike Bongiorno "Buona scuola" ( ma come si fa a chiamare buona una legge contro la quale hanno scioperato mezzo milione di persone? solo delle facce di bronzo possono fare questo).
Il bullo ora sta cercando di modificare la Costituzione, a questo punto il gioco della P2 fa scacco matto.
Per quanto riguarda l'ultimo punto, basta rimanere coerenti e uniti come categoria e rispondere al referendum di ottobre nel modo giusto.
Tornare in alto Andare in basso
tizio caio



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Sab Mag 14, 2016 3:01 pm

Il modo giusto è quello di votare "NO"; questo è il modo per impedire lo stravolgimento della Costituzione.
Tornare in alto Andare in basso
sparviero.



Messaggi : 977
Data d'iscrizione : 27.04.15

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Sab Mag 14, 2016 3:17 pm

Io se fossi Ds , non potendo assumere per legge i miei, chiamerei i parenti e amici di un Ds di una scuola limitrofa, a patto che ricambi la cortesia.
Tornare in alto Andare in basso
tizio caio



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Sab Mag 14, 2016 3:23 pm

Io invece chiamerei una bella bionda che ogni mattina mi visitasse nell'ufficio e che mi facesse vedere le tette, tipo top-less.
Si dice che tiri di più un pelo di .... che un carro di buoi!
Tornare in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 895
Data d'iscrizione : 28.12.13

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Dom Mag 15, 2016 12:57 pm

chicca70 ha scritto:
In più,  avendo conosciuto diversi ds, ho capito una cosa: ciò che vogliono non è scegliere gli insegnanti ma poter allontanare i docenti problematici e, purtroppo,  quelli li identifichi solo a posteriori.  Già accade con le nomine dei presidi: ho sentito che diverse segreterie aspettano a nominare i supplenti perché aspettano che il supplente indesiderato sia già sistemato altrove.
Inutile dire che condivido l'osservazione in merito al desiderio dei DS di "poter allontanare i docenti problematici". Mi piacerebbe solo aggiungere che il termine "problematico", per esperienza personale, si identifica non già col fannullone buono a niente, ma con quello che non è disposto a promuovere tutti, compresi i banchi e la lavagna (unico (s)oggetto che assiste impotente alle spiegazioni e le registra pedissequamente!)
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 605
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Dom Mag 15, 2016 3:06 pm

La chiamata diretta solleverà moltissimi problemi sia nella scelta che nella gestione del personale.
I presidi saranno sottoposti a pressioni di varia natura ed a differenza del privato dove alla "segnalazione" si può in estrema battuta rispondere "con i soldi miei pago chi voglio", i presidi si troveranno nella strana situazione di assumere gente che poi pagherà lo Stato.
Così come non escludo le lamentele "interessate" di genitori che "se il preside può scegliere" scelga il docente che meno problemi crea ai figli (ed anche qui entriamo in un territorio irto di contraddizioni).
Poi senza girarci troppo intorno, nella patria della raccomandazione e della "segnalazione" fingere che tutti sceglieranno secondo equità e trasparenza mi sembra ridicolo.
Oltre al problema temporale di valutate seriamente i curriculum, fare un serio colloquio, ecc, ecc.
Ad esempio se un dirigente volesse cambiare 10 docenti (o sia costretto a farlo per via dei pensionamenti o perché qualcuno dei "suoi" docenti é stato selezionato da altro preside) e per ogni posto si presentano 10 candidati, vi sembra "rapido" vagliare 100 curriculum e fare 100 colloqui? Ed un preside laureato in lettere classiche che magari non fa lezione da 20 anni come fa a valutare la capacità di insegnare e la preparazione di un docente di matematica? Ed ancora posto che alla fine della selezione e dei colloqui non individui nessuno che gli aggrada cosa si fa? Ed ancora se alla fine invece fortunatamente propone il contratto ai 10 prescelti e questi invece, avendo ricevuto ed accettato altre proposte, rifiutano la proposta cosa si fa? Si riparte da capo quando magari siamo già a fine agosto? Ed ancora se nella "mia" scuola metà del mio personale vuole andare via e metà del personale trova posto in altra scuola il preside si ritrova a dover trovare 50 docenti (50 x 10 candidati sono 500 curriculum da vagliare e 500 colloqui da fare).
Ed ancora se nessuno si candida per la mia scuola ed io ho 20 posti da coprire che si fa? Creo una scuola in cui buona parte del personaggio é mandato d'ufficio dall'usp (che in teoria dovrebbero essere i docenti che non hanno ricevuto nessuna proposta quindi i "peggiori")? Ed ancora, non pensate che nella scuola buona tutti manderanno i curriculum e faranno a sportellate per andarci e nella scuola sul cucuzzolo della montagna di curriculum non arriverà nessun curriculum? Ed ancora questo meccanismo, alla lunga, non rischia di creare scuole in cui si entra tramite feroce competizione (quindi sulla carta scuole in cui insegneranno i migliori) e scuole in cui arriveranno solo i mandati d'ufficio dall'usp (i peggiori), ovvero scuole d'eccellenza e scuola da schifo? (a dire il vero questo un po' già accade ma la logica delle graduatorie contribuisce a rimescolare i docenti ed a riequilibrare le situazioni più estreme)? Ed ancora il docente x, plurilaureato, che collabora con l'Università, con tanto di dottorato e con tanto di Pazzini sotto in naso si candiderà per insegnare italiano al liceo "bene" in centro o per il professionale di montagna? Ed ancora con quale spirito il docente mandato d'ufficio si rilaziona con un preside che non lo "voleva"? Ed ancora con quale spirito un dirigente "raccoglie" un docente che voleva "andarsene" e che resta solo perché non ha trovato di meglio? Ed ancora chi mi dice che tra mille "scartati" prima o poi qualcuno non mi bruci l'auto? Ed ancora chi mi dice che annualmente non mi ritrovo come dirigente a confrontarmi con 100 ricorsi? Ed ancora in una scuola con pochi fondi se il Sign. Tal dei tali, titolare di gloriosa impresa vuole farmi una donazione di 20000 euro ma contestualmente mi segnala la bravura del giovane figlio insegnante di ed. fisica, cosa succede?
Ci sarebbero altre mille situazioni da analizzare e casi possibili...spero che il ministero e gli stessi dirigenti abbiano contenta del ginepraio in cui si sono cacciati...
Tornare in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 895
Data d'iscrizione : 28.12.13

MessaggioOggetto: Re: se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta   Lun Mag 16, 2016 10:29 pm

eragon ha scritto:
Ed un preside laureato in lettere classiche che magari non fa lezione da 20 anni come fa a valutare la capacità di insegnare e la preparazione di un docente di matematica?
Condivido in pieno (in quanto direttamente chiamato in causa come docente a tempo indeterminato di matematica ormai prossimo, spero, alla pensione) anche se poi l'unica domanda che il futuro candidato si sentirà porre, direttamente o indirettamente, sarà quella se è davvero capace di promuovere a man bassa ed eseguire gli ordini del capo!
Tornare in alto Andare in basso
 
se fossi un preside sarei contrario alla chiamata diretta
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» albo docenti e "chiamata diretta"
» Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...
» Se fossi il legislatore italiano...
» e continuerò per sempre a dire grazie alla vita
» oggi eco alla 10 + 0...meraviglia!!!!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: