Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Alunno che delinque fuori dalla classe

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Camilla13



Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 28.06.13

MessaggioOggetto: Alunno che delinque fuori dalla classe   Sab Apr 18, 2015 1:16 pm

Promemoria primo messaggio :

Quinta superiore.

Un'ora di lezione. Spiegazione. Alunno richiamato 2 volte perché parlottava irrispettoso (causando l'ilarità di alcuni suoi compagni). Al richiamo all'ordine risponde facendo rumore con una bottiglietta d'acqua vuota. Messa nota disciplinare. L'alunno continua a parlottare. Invitato ad "andare in bagno" (nella speranza che si schiarisse le idee...e di poter fare lezione con il resto della classe). Rientra dopo 2 minuti. Lo invito nuovamente ad andare in bagno (per me la pausa di "riflessione" non può durare 2 minuti). Sparisce per circa 15 minuti. Rientra. Si siede. Concludo la lezione (ovvero, metà della lezione preventivata).

Al cambio dell'ora, una collega mi informa che il suddetto alunno (più che riflettere) era andato in cortile, aveva rovistato fra le sue cose, acceso il suo tablet, consultato le sue conversazioni ed i suoi messaggi, poi si era collegato a facebook.

Lo studente è maggiorenne (e mi auguro sia sanzionato).
Ho il dubbio di aver fatto male ad avergli consentito di allontanarsi dalla classe.

Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Green.Golden



Messaggi : 301
Data d'iscrizione : 26.10.14

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Lun Apr 20, 2015 6:31 pm

generalizzi troppo, avido. Soprattutto se si parla di quel miliardo di adolescenti che non si trovano in quella stanza, vedo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15808
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Lun Apr 20, 2015 6:56 pm

Green.Golden ha scritto:
generalizzi troppo, avido. Soprattutto se si parla di quel miliardo di adolescenti che non si trovano in quella stanza, vedo.
Se stai criticando il mio modo di esprimermi (gli adolescenti), che fa di tutte le erbe un fascio, ammetto che hai ragione; ho scritto di getto, sono stato eccessivamente semplicistico e rozzo nel mio linguaggio, avrei dovuto curarlo di più; non ti sto prendendo in giro, lo ammetto veramente.

Se stai sostenendo che gli adolescenti sono prevalentemente persone che ci amano, che ammirano la nostra cultura, che apprezzano i nostri sforzi educativi e istruttivi, che ci ringraziano di avergli messo 4 quando hanno studiato poco e che sono umili nel ricevere i nostri insegnamenti, allora rimando le tue critiche al mittente; gli adolescenti sono prevalentemente (60% ?) come li ho descritti io e l'80% di quel 40% buono va al liceo e quindi non lo frequento.
Tornare in alto Andare in basso
Camilla13



Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 28.06.13

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Mar Apr 21, 2015 12:45 pm

Non l'ho "buttato fuori". Non l'ho mai fatto.
L'ho mandato in bagno, senza bisogno che mi chiedesse il permesso, perché era l'orario dedicato (in quinta se è orario, mi avvertono ed escono uno alla volta, senza chiedere permesso singolarmente).
Gli ho proposto di andare in bagno perché era evidentemente a disagio e perché in precedenza ero stata redarguita per non aver concesso lo stesso privilegio causando (a detta del genitore) un grave disagio ad un altro studente maggiorenne (e indisciplinato) che stava andando in escandescenze. In quell'occasione io avrei dovuto "capire" e non ero stata abbastanza "sensibile".

Quello che "speravo" è rimasto inespresso (tranne che qui). Al ragazzo non ho detto che mi auguravo si sgranchisse le gambe/schiarisse le idee.

Il mio obiettivo era interrompere il comportamento provocatorio chiaramente legato al livello di ilarità generato in classe.

Non ho l'abitudine di mandare fuori gli studenti per levarmeli di torno e non ho l'abitudine nemmeno di tappezzare il registro con note disciplinari. Tendo sempre ad affrontare ogni momento di "vivacità" e (con grande sforzo) a riportare l'attività interrotta sui binari della normalità.

Non sento di avere una responsabilità "morale" della condotta dello studente, per il semplice fatto che ho sempre ribadito l'importanza di essere responsabili e consapevoli.
Non soffro del senso di colpa del "cattivo educatore" o del "genitore assente": ho sempre preferito stimolare l'autonomia, premiato il merito (anche a dispetto della "vivacità"), dato l'opportunità di riparare ad ogni svarione (didattico o disciplinare).

Se il ragazzo decide liberamente ed autonomamente di delinquere lo fa e se ne assume la responsabilità (perché ormai maggiorenne - questa possibilità non l'avrei data ad uno studente minorenne).
Deresponsabilizzare, giustificare ad ogni costo, sminuire le responsabilità - a mio parere - è diseducativo.

Ci sarebbe anche da discutere se sia meglio focalizzare la propria attenzione sempre e solo sugli elementi di disturbo o garantire a chi non delinque/disturba di avere un'istruzione superiore ed il giusto sostegno/preparazione in vista dell'esame di maturità.

Garantisti verso chi non studia e disturba...e verso gli studenti educati, no?

Ho investito quasi due mesi a tentare di recuperare le lacune di quelli che ancora oggi non aprono libro e boicottano le lezioni. Alla fine dell'anno ho scelto di tutelare (anche) quelli che hanno sempre seguito e studiato, evitando di abboccare alla provocazione dello studente in questione (che aveva come fine ultimo quello di impedire lo svolgimento della lezione).
Dopo averlo richiamato tre volte (quindi, con altrettante interruzioni ed aver ribadito l'importanza, alla fine dell'anno, di concentrarsi sugli esami e smetterla con gli atteggiamenti immaturi) gli ho dato un'ennesima possibilità di fare mente locale e darsi una calmata.
Prima che uscisse dalla classe gli ho ricordato che era maggiorenne, che doveva abbandonare gli atteggiamenti infantili anche perché considerato responsabile delle proprie azioni.

Quello che ha scelto di fare di tanta considerazione, non è responsabilità mia.
Sono un'educatrice, non una guardia carceraria.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Mar Apr 21, 2015 2:55 pm

quello che dici è tutto giusto e ciascuno di noi non avrebbe nessun problema a sottoscriverlo, considerando i fatti e l'età.
Ma il dubbio che non avresti dovuto mandarlo fuori è venuto a te per prima "Ho il dubbio di aver fatto male ad avergli consentito di allontanarsi dalla classe" e su questo siamo stati interpellati e abbiamo cercato di darti il nostro contributo.

Quando chiedi in merito a questo, la maggior parte di chi ha scritto qui dice:
ti capiamo ma no. non hai fatto bene. è responsabilità del ragazzo quello che ha fatto alla collega, e ne risponderà eventualmente, quindi nessuna deresponsabilizzazione, per carità.
Ma è anche, su un piano disciplinare, tua responsabilità sapere dove si trovano i tuoi studenti nel momento in cui dovrebbero essere con te in classe. Invitarlo a tornare (non andare) in bagno, con l'ovvio (per chi parlava e per chi ascoltava) invito a "schiarirsi le idee" (tutelare la classe come dici tu) te lo ha fatto perdere di vista per 15 minuti, un tempo lunghino...
No che non sei una guardia carceraria, ma dobbiamo pacificarci con l'idea che la scuola ha in sé una forte componente repressiva senza la quale non potremmo operare. Anche il caporeparto tiene l'operaio alla catena, gli concede di andare in bagno e risponde se questo si allontana.  
 
Ammettiamo il caso (estremo per carità) che durante la passeggiata del tuo alunno ci fosse stato un allarme incendio o quant'altro. Sappiamo tutti che in quel caso sta a noi dirigere la procedura di evacuazione e soprattutto verbalizzare correttamente la localizzazione degli alunni. Credi che nessuno sarebbe venuto da te a chiederti conto di dove fosse il tuo alunno maggiorenne che mancava da 15 minuti?
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Mar Apr 21, 2015 6:00 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Il motivo per cui ci sono sentenze che non deresponsabilizzano il docente verso il comportamento dei maggiorenni è legato alla natura educativa della scuola (aspetto che non condivido, ma il mio parere non conta nulla): il maggiorenne è lì per essere educato da te, quindi ci si aspetta che non sia educato già e che tu lo abbia in carico.
Ecco, l'unica cosa che la scuola può fare oggi, quando ci riesce, è quella di "educare" al senso civico gli alunni. Di istruzione e cultura non se ne parla proprio. Perché se quel bulletto era intenzionato a fare questo per tutta la mattinata praticamente non si faceva lezione in quella classe.
Lasciate perdere i film americani sul docente che riesce a crearsi l'empatia anche dell'orango.
Tornare in alto Andare in basso
Camilla13



Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 28.06.13

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Mar Apr 28, 2015 4:30 pm

Problema risolto.

Non credo affatto che il maggiorenne debba ancora aspettare che lo educhi io (se a 18 anni non comprende il valore negativo di vagolare senza meta, interrompere le lezioni a più riprese, rubare e violare la privacy altrui, posso fare ben poco oltre a ribadire l'importanza del rispetto delle regole).
Però, visto che ci si aspetta da un docente che faccia lezione, ma tenga d'occhio anche quelli al bagno, ogni volta che me lo chiede, interrompo la lezione e gli recupero un bidello che lo accompagni a/r.

Personalmente, resto convinta che gli studenti che sono in quelle "fasi della loro vita" in cui non riescono a fare altro che impedire la lezione/delinquere (in un ambiente che dovrebbe essere "protetto" e tanto più se sono maggiorenni) debbano essere momentaneamente allontanati dalle lezioni e restare più a contatto con i genitori (che dovrebbero essere i primi a farsi carico della comprensione/soluzione dei problemi dei propri figli e non limitarsi a sbolognarli a scuola, sperando che siano altri a provvedere).

I docenti dovrebbero sempre dare una seconda possibilità a chi sbaglia, preoccuparsi di interpretare problemi di varia natura (che ormai vanno dal semplice malumore passeggero agli handicap), ma non essere un paravento/punch ball/capro espiatorio.

La scuola deve tornare ad avere importanza e valore (e smettere di essere un parcheggio con servizio di babysitteraggio, gestito da benintenzionati spaventati dalla propria ombra).

Una cosa è venire incontro alle esigenze di ragazzi con famiglie disagiate, nei momenti di "sconforto" e/o crisi ormonale, un'altra cosa è soprassedere ciecamente, per non doversi prendere la responsabilità di scelte spiacevoli.

La scuola non fallisce il suo obiettivo primario (incivilire) se stigmatizza/sanziona i comportamenti che impediscono di fatto la fruizione di un servizio pubblico (che non può essere di qualità se le interruzioni sono continue).

La scuola fallisce se insegna le regole e poi non le fa rispettare.
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 575
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Mar Apr 28, 2015 5:50 pm

Per Camilla: Sì, tutto giusto, ma quando i dirigenti fanno in modo di non intervenire, di negarti i consigli straordinari in caso di problemi disciplinari, quando vedi i colleghi che ogni qual volta c'è un consiglio di classe straordinario e poi ti votano contro in caso di sospensioni, che cosa devi fare? Non è forse comprensibile che tu non voglia fare più niente'
Tornare in alto Andare in basso
Online
stefy1879



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.05.11

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Mar Apr 28, 2015 11:42 pm

A livello etico sono d accordo con ciò che scrivi riguardo alle regole e la funzione della scuola......però c'è anche un aspetto  legislativo del nostro lavoro.  Mi spiego meglio se lo studente in questione ti avesse registrato mentre per 2 volte lo invitavi ad uscire dall aula e una volta fuori , questi avesse provocato a se stesso o ad altri danni fisici non so se in sede di contenzioso legale la ragione sarebbe stata dalla tua parte o se si potesse ipotizzare culpa in vigilando, anche se trattasi di maggiorenne. Stessa cosa per il discorso del bidello...non so se gli si può delegare tale responsabilità.  Tu dirai che il tuo lavoro è svolgere la lezione e non fare il cane da guardia di questo tizio,  ed hai  ragione però questi problemi di vigilanza secondo me sono cruciali anche perché spesso questi soggetti hanno genitori che non vedono l ora di denunciare la scuola e /o l insegnante , magari nella speranza di raggranellare qualcosa. Eh si , anche se si ha moralmente ragione  con questi tipi si rischia la denuncia ....
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6156
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Mar Apr 28, 2015 11:51 pm

giobbe ha scritto:
Lasciate perdere i film americani sul docente che riesce a crearsi l'empatia anche dell'orango.

E' documentato che gli oranghi sono capaci di empatia, sia tra di loro che con altre specie (e i gorilla o i bonobo, ancora di più).

http://i.dailymail.co.uk/i/pix/2013/05/11/article-2322801-198D4697000005DC-917_634x440.jpg

Certo che se arriva l'umano pieno delle migliori intenzioni e pretende di insegnare all'orango a risolvere le equazioni frazionarie o di insegnare al gorilla la sequenza degli imperatori romani, l'empatia non serve a nulla...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Camilla13



Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 28.06.13

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Mer Apr 29, 2015 8:49 am

Scuola70 ha scritto:
Per Camilla: Sì, tutto giusto, ma quando i dirigenti fanno in modo di non intervenire, di negarti i consigli straordinari in caso di problemi disciplinari, quando vedi i colleghi che ogni qual volta c'è un consiglio di classe straordinario e poi ti votano contro in caso di sospensioni, che cosa devi fare? Non è forse comprensibile che tu non voglia fare più niente'

È il contrario di "non voglio fare più niente".
Io capisco i problemi del ragazzo e capisco anche che al momento gli interessi poco seguire le lezioni.
Non sono disposta a capire/accettare l'imposizione da parte dei genitori (che conoscono bene le difficoltà del figlio e non hanno ritenuto opportuno informare il Consiglio di classe), dei colleghi che scrivono note disciplinari a iosa e si lamentano a profusione (ma poi, vuoi mettere evitare la rogna di prendersi la responsabilità di reagire?), del dirigente che non tutela i docenti e nemmeno gli altri studenti (permettendo ad un ragazzo - dimostratosi "pericoloso" - di aggirarsi impunemente in prossimità di centinaia di minorenni).

Ripeto: il ragazzo è maggiorenne, non ha l'obbligo di seguire le lezioni, col suo comportamento interrompe continuamente un pubblico servizio (e danneggia i - numerosi -  compagni di classe).

Il mio errore nel proporgli di andare fuori (poteva rifiutarsi e non l'ha fatto) è stato di non capire, che la legge tutela lui (maggiorenne) e non tutela me (maggiorenne).

P.S.
Se non avessi avuto voglia di fare niente, avrei potuto dire "Ok ragazzi, oggi niente lezione. Tirate fuori gli smartphone che facciamo un torneo di candy crush".
Invece (incredibile!) volevo fare lezione.

Tra l'altro...è vero che devo avere doti medianiche e prevedere con largo anticipo gli intenti delinquenziali dei miei studenti, ma è anche vero che ho l'obbligo di farli uscire (se sono maggiorenni - quando è pro domo loro - sarebbe sequestro di persona negarglielo) ed allo stesso tempo non ho l'obbligo di industriarmi (pur di non essere interrotta ogni 5 minuti) a recuperargli un accompagnatore tutte le volte che devono mettere piede fuori dalla classe.
La legge non prevede quest'onere per i genitori e devo accollarmelo io?

P.P.S.
Ad oggi:
- Non c'è stata nessuna azione legale per il furto/violazione della privacy
- Il consiglio di classe non ha approvato alcuna sanzione
- Colleghi per i corridoi che, abbandonata la classe, vagano disperati alla ricerca dello studente in questione, uscito dalla classe e disperso (stranamente, non ha ancora capito di avere un comportamento errato).

Sono d'accordo che i minori debbano essere tutelati. Ma i maggiorenni?
La "responsabilità civile e penale" si annulla all'interno delle mura scolastiche?
Qualcuno di voi pretenderebbe altrettanta vigilanza da un docente universitario?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8322
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Mer Apr 29, 2015 9:32 am

Citazione :
Ad oggi:
- Non c'è stata nessuna azione legale per il furto/violazione della privacy
- Il consiglio di classe non ha approvato alcuna sanzione
- Colleghi per i corridoi che, abbandonata la classe, vagano disperati alla ricerca dello studente in questione, uscito dalla classe e disperso (stranamente, non ha ancora capito di avere un comportamento errato).

Problema risolto!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
giobbe



Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Gio Apr 30, 2015 12:29 pm

Fuori dalla scuola a calci nel sedere!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8322
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Alunno che delinque fuori dalla classe   Gio Apr 30, 2015 12:57 pm

Citazione :
Fuori dalla scuola a calci nel sedere!

so che parli di chi ha deciso questo

Citazione :
Non c'è stata nessuna azione legale per il furto/violazione della privacy
- Il consiglio di classe non ha approvato alcuna sanzione
- Colleghi per i corridoi che, abbandonata la classe, vagano disperati alla ricerca dello studente in questione, uscito dalla classe e disperso
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Alunno che delinque fuori dalla classe
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» AMH basso ma FSH nella norma
» Ora buca fuori dalla scuola
» Diplomati magistrsle gae?
» Radiato dalla Magistratura il giudice Luigi Tosti.
» passaggio dalla culla al lettino

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: