Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Assurdo Scioperare contro le Assunzioni

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
Precario001

avatar

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 12.12.12

MessaggioTitolo: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Lun Apr 20, 2015 4:28 pm

Promemoria primo messaggio :

Ma siete proprio sicuri che sia la cosa giusta scioperare, lo hanno consigliati i sindacati? Beh abbiamo la nostra testa per ragionare e contro 100000 posti di lavoro IO NON SCIOPERO...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Perplessa



Messaggi : 1405
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 3:11 pm

Ottodoro ha scritto:
il fabbisgno è quello dell organico nuovo
il fabbisogno è quello che deriva dal numero delle ore di lezione settimanali moltiplicato per il numero della classi, non da quello che fa comodo a te.
Tornare in alto Andare in basso
LEA70



Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 3:13 pm

lallaorizzonte ha scritto:
francesco.russo ha scritto:
SARA25 ha scritto:
Trovo paradossale il comportamento dei sindacati. Si stanno mobilitando contro un decreto che permetterà l'assunzione di ben 100000 precari nella scuola mentre nulla hanno fatto contro le modifiche all'art.18 dello statuto dei lavoratori.

Condivido, infatti non sciopererò neanche il 5 maggio (pur iscritto alla cgil), a maggior ragione se verranno confermati gli emendamenti che si profilano che, per quanto riguarda le assunzioni includono anche idonei e tutelano le seconde fasce e che ridimensiona i poteri dei presidi.

e questi emendamenti - che mi sembra di capire tu ritenga favorevoli - sono venuti fuori spontaneamente o in seguito ad una mobilitazione (separata per ognuna delle categorie indicate), che ha portato ad un riflessione diversa sul provvedimento iniziale?

PS. è una domanda, non una presa di posizione pro o contro lo sciopero.
lallaorizzonte ha scritto:
francesco.russo ha scritto:
SARA25 ha scritto:
Trovo paradossale il comportamento dei sindacati. Si stanno mobilitando contro un decreto che permetterà l'assunzione di ben 100000 precari nella scuola mentre nulla hanno fatto contro le modifiche all'art.18 dello statuto dei lavoratori.

Condivido, infatti non sciopererò neanche il 5 maggio (pur iscritto alla cgil), a maggior ragione se verranno confermati gli emendamenti che si profilano che, per quanto riguarda le assunzioni includono anche idonei e tutelano le seconde fasce e che ridimensiona i poteri dei presidi.

e questi emendamenti - che mi sembra di capire tu ritenga favorevoli - sono venuti fuori spontaneamente o in seguito ad una mobilitazione (separata per ognuna delle categorie indicate), che ha portato ad un riflessione diversa sul provvedimento iniziale?

PS. è una domanda, non una presa di posizione pro o contro lo sciopero.

Grazie per la riflessione Lalla!
Nella  mia scuola oggi il 90% del personale educativo quello non precettabile in quanto personale di semiconvitto (PPPP) ha scioperato, di fatto l'impianto della riforma non piace perché è articolato in modo rudimentale  e farebbe regredire la scuola pubblica di almeno 2 secoli. In realtà una buona percentuale di precari temono lo sciopero perché hanno paura (emozione che rispetto) che se si modificasse il DDL potrebbero saltare le assunzioni.
E' chiaro che l'apertura ad alcuni emendamenti da parte del governo sono il risultato delle numerose proteste degli addetti ai lavori, una maggioranza numerica che protesta attivamente con cognizione di causa si trasforma i maggioranza politica e si declina in minor consenso per la classe dirigente (?) al governo qualora rimanga inascoltata... e non si tratta dell'1% di consenso in meno di cui parla Renzi, perché il personale scolastico si trasformerebbe in persuasore permanente creando consapevolezza nella collettività il vero potere sta nella conoscenza, nelle sovrastrutture, nella capacità  di interpretare la realtà, il sapere in sé è rivoluzionario la paura genera paralisi...
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1713
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 3:15 pm

Ottodoro ha scritto:
il fabbisgno è quello dell organico nuovo

Il fabbisogno è quello determinato dai servizi che devono essere erogati. Quali sarebbero i servizi aggiuntivi da erogare che giustificano l'assunzione dell'organico extra (+7%)? E' forse aumentato il numero delle classi del 7%?
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1405
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 3:24 pm

francesco.russo ha scritto:

Premetto che lavoro da più di 10 anni su cattedre di fatto (stranezza... su cdc con docenti di ruolo soprannumerari) a mio parere non corrisponde al vero il fatto che i 50000 posti su organico dell'autonomia (funzionale) non corrispondono ad un fabbisogno reale. Quando ho frequentato il corso abilitante, un certo Lorenzo Fischer, (autore di un libro Sociologia della Scuola) ci ha illustrato l'inadeguatezza della scuola italiana, con un tempo scuola limitato alla lezione frontale e con le scuole secondarie chiuse al pomeriggio, senza assistenza compiti, senza corsi di recupero/sostegno. L'Italia è uno dei paesi in cui il successo scolastico dipende maggiormente dal background familiare, soprattutto per questo motivo... e anche per tale motivo ha un altissimo tasso di dispersione scolastica. I 50000 assunti su organico funzionale potrebbero essere ben utilizzati; ricordo che mesi fa, quando ancora non era partita la rissa, diversi sindacati avevano affermato che l'organico funzionale sarebbe stato insufficiente, rispetto ai compiti che ci si propone. Indubbiamente lo scopo principale è quello di chiudere le GaE per terminare il sistema del doppio canale ma c'è anche la volontà di adeguare il sistema di istruzione; rientra nell'interesse della produttività generale del sistema, e infatti la riforma è stata definita a livello europeo.
L'inadeguatezza della scuola italiana, se esiste in senso assoluto, non nasce certamente dalla chiusura pomeridiana delle scuole. Tra l'altro, la persona che citi forse si è dimenticata di fare un confronto tra le nostre stutture scolastiche e quelle dei paesi europei più avanzati, dove in genere i controsoffitti non ti cadono in testa, ci sono palestre, piscine, campi sportivi, teatri e laboratori dei più vari . E penso abbia omesso anche di verificare la reale organizzazione didattica. Si sta aperti al pomeriggio, perchè le lezioni si svolgono in un arco di ore che comprende anche la fascia pomeridiana, con molte più pause tra una lezione e l'altra e attività sportive che si svolgono in modo serio.
Quanto al tasso di dispersione scolastica e al problema del recupero per gli alunni appartenenti alle fasce di apprendimento più deboli, l'unica risposta che ha saputo trovare il MIUR è stata l'emanazione della normativa sui BES, una aberrazione che esiste solo da noi e che ha l'unico scopo di tamponare le conseguenze materiali senza rispondere davvero al problema. Hai bisogno di un aiuto concreto? Beh, fondi per dartelo non li stanzio, ma promulgo una stupenda normativa che ti permetterà di essere inserito una categoria di "bisognosi per cause varie ed eventuali" e ti garantirà la promozione senza fatica e senza aggravio di costi per la Scuola, che ti può sbolognare non appena concluso l'obbligo.
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1405
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 3:26 pm

Ottodoro ha scritto:
Perplessa ha scritto:
Ottodoro ha scritto:
il fabbisgno è quello dell organico nuovo
il fabbisogno è quello che deriva dal numero delle ore di lezione settimanali moltiplicato per il numero della classi, non da quello che fa comodo a te.


ti piacerebbe certo, chissa chi vincerà!
Ti sembra una gara questa?
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1405
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 3:31 pm

Ottodoro ha scritto:
Perplessa ha scritto:
Ottodoro ha scritto:
Perplessa ha scritto:
Ottodoro ha scritto:
il fabbisgno è quello dell organico nuovo
il fabbisogno è quello che deriva dal numero delle ore di lezione settimanali moltiplicato per il numero della classi, non da quello che fa comodo a te.


ti piacerebbe certo, chissa chi vincerà!
Ti sembra una gara questa?


certo!
la vittoria dei precari in ruolo contro chi non li vuole!
come te
Porella... Potresti fare sforzi argomentativi maggiori.
Cmq, hai ragione, i precari a tappar le buche nelle strade, altro che ruolo.
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 3:41 pm

Perplessa ha scritto:
francesco.russo ha scritto:

Premetto che lavoro da più di 10 anni su cattedre di fatto (stranezza... su cdc con docenti di ruolo soprannumerari) a mio parere non corrisponde al vero il fatto che i 50000 posti su organico dell'autonomia (funzionale) non corrispondono ad un fabbisogno reale. Quando ho frequentato il corso abilitante, un certo Lorenzo Fischer, (autore di un libro Sociologia della Scuola) ci ha illustrato l'inadeguatezza della scuola italiana, con un tempo scuola limitato alla lezione frontale e con le scuole secondarie chiuse al pomeriggio, senza assistenza compiti, senza corsi di recupero/sostegno. L'Italia è uno dei paesi in cui il successo scolastico dipende maggiormente dal background familiare, soprattutto per questo motivo... e anche per tale motivo ha un altissimo tasso di dispersione scolastica. I 50000 assunti su organico funzionale potrebbero essere ben utilizzati; ricordo che mesi fa, quando ancora non era partita la rissa, diversi sindacati avevano affermato che l'organico funzionale sarebbe stato insufficiente, rispetto ai compiti che ci si propone. Indubbiamente lo scopo principale è quello di chiudere le GaE per terminare il sistema del doppio canale ma c'è anche la volontà di adeguare il sistema di istruzione; rientra nell'interesse della produttività generale del sistema, e infatti la riforma è stata definita a livello europeo.
L'inadeguatezza della scuola italiana, se esiste in senso assoluto, non nasce certamente dalla chiusura pomeridiana delle scuole. Tra l'altro, la persona che citi forse si è dimenticata di fare un confronto tra le nostre stutture scolastiche e quelle dei paesi europei più avanzati, dove in genere i controsoffitti non ti cadono in testa, ci sono palestre, piscine, campi sportivi, teatri e laboratori dei più vari . E penso abbia omesso anche di verificare la reale organizzazione didattica. Si sta aperti al pomeriggio, perchè le lezioni si svolgono in un arco di ore che comprende anche la fascia pomeridiana, con molte più pause tra una lezione e l'altra e attività sportive che si svolgono in modo serio.
Quanto al tasso di dispersione scolastica e al problema del recupero per gli alunni appartenenti alle fasce di apprendimento più deboli, l'unica risposta che ha saputo trovare il MIUR è stata l'emanazione della normativa sui BES, una aberrazione che esiste solo da noi e che ha l'unico scopo di tamponare le conseguenze materiali senza rispondere davvero al problema. Hai bisogno di un aiuto concreto? Beh, fondi per dartelo non li stanzio, ma promulgo una stupenda normativa che ti permetterà di essere inserito una categoria di "bisognosi per cause varie ed eventuali" e ti garantirà la promozione senza fatica e senza aggravio di costi per la Scuola, che ti può sbolognare non appena concluso l'obbligo.
Sta di fatto che in numerosissimi paesi le scuole sono aperte al pomeriggio. Immaginiamo un ragazzino che esce dalle scuole medie a 13 anni, va a casa, i genitori sono al lavoro. Quanti si mettono a studiare ? E come la mettiamo con le ripetizioni ? Ribadisco che altrove l'organico funzionale (in Svezia, ad esempio è chiamato organico di supporto) esiste eccome. La causa della dispersione è proprio nei programmi sovraestesi (io taglierei) e nella mancanza di post-scuola... questo affermavano i miei docenti dell'area trasversale SISS a Torino (non solo Fischer). Infatti, non condivido l'idea di aggiungere discipline. Io dirotterei tutto il personale dell'organico dell'autonomia sul recupero e sull'assistenza allo studio, sui laboratori nei professionali e tecnici (ma quì potrei sembrare partigiano). Comunque, come penso Lalla possa confermare, mi risulta che rispetto all'organico funzionale i sindacati non sono contrari, anzi, è da anni che viene invocato. Essere a favore dell'organico dell'autonomia non significa essere a favore di Renzi, o a favore delle GaE, anche perchè, dal momento che in GaE sono poco presenti determinate cdc, se esso verrà mantenuto in modo strutturale (come stabilito nella riforma, concordata con la UE) nei prossimi anni dovranno assumere in organico dell'autonomia anche su altre classi di concorso non presenti in gae.


Ultima modifica di francesco.russo il Ven Apr 24, 2015 3:46 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1713
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 3:46 pm

francesco.russo ha scritto:

I 50000 assunti su organico funzionale potrebbero essere ben utilizzati; ricordo che mesi fa, quando ancora non era partita la rissa, diversi sindacati avevano affermato che l'organico funzionale sarebbe stato insufficiente, rispetto ai compiti che ci si propone. Indubbiamente lo scopo principale è quello di chiudere le GaE per terminare il sistema del doppio canale ma c'è anche la volontà di adeguare il sistema di istruzione; rientra nell'interesse della produttività generale del sistema, e infatti la riforma è stata definita a livello europeo.

"Potrebbero"?!? Non dovrebbe funzionare così: prima bisogna definire e regolamentare un nuovo servizio che le scuole italiane devono erogare, poi si valuta il personale necessario e poi si assume. Non è che prima assumi e poi ti inventi un incarico.
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 3:56 pm

Babbeus ha scritto:
francesco.russo ha scritto:

I 50000 assunti su organico funzionale potrebbero essere ben utilizzati; ricordo che mesi fa, quando ancora non era partita la rissa, diversi sindacati avevano affermato che l'organico funzionale sarebbe stato insufficiente, rispetto ai compiti che ci si propone. Indubbiamente lo scopo principale è quello di chiudere le GaE per terminare il sistema del doppio canale ma c'è anche la volontà di adeguare il sistema di istruzione; rientra nell'interesse della produttività generale del sistema, e infatti la riforma è stata definita a livello europeo.

"Potrebbero"?!? Non dovrebbe funzionare così: prima bisogna definire e regolamentare un nuovo servizio che le scuole italiane devono erogare, poi si valuta il personale necessario e poi si assume. Non è che prima assumi e poi ti inventi un incarico.
Certo... così dovrebbe essere, in condizioni normali,e infatti così sarà a regime per le assunzioni sull'organico dell'autonomia. Ma quì vogliono fare due cose distinte. 1) Chiudere a settembre le GaE, ovvero chiudere il sistema di reclutamento del doppio canale. 2) Contestualmente a ciò, vogliono istituire un organico aggiuntivo, simile a quello già presente in altri paesi e, ribadisco, richiesto da anni da tutti i sindacati. Ovviamente, per ottemperare al punto 1) dovranno, finché non va a regime il nuovo sistema, arrangiarsi con quello che hanno a disposizione. L'alternativa sarebbe chiudere le GaE, e tutti a concorso.... non credo che mollino su quel punto. Comunque, non credo che sia così problematico trovare una occupazione. Ad esempio, sono su laboratorio di elettronica, classe di concorso soprannumeraria. Tuttavia lavoro, da più di 10 anni; i dop anche lavorano, su cattedre di fatto. Con il tutoraggio sull'alternanza scuola lavoro e il potenziamento dei laboratori (previsto per contrastare la dispersione scolastica sui professionali), non credo proprio dovranno esercitare più di tanto la fantasia per trovare cosa farci fare. Non credo che neanche sulle altre cdc ci sia tanto da sforzarsi, visto che la scuola non sarebbe più limitata alla lezione frontale / orario curricolare, come è attualmente. Ribadisco infine, per l'ennesima volta, mi risulta che tutti i sindacati da anni richiedono l'organico funzionale... il disaccordo con il ddl, mi risulta essere su altri punti.
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1405
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 4:28 pm

francesco.russo ha scritto:


Sta di fatto che in numerosissimi paesi le scuole sono aperte al pomeriggio.
Ripropongo la domanda: le nostre strutture scolastiche sono adeguate?
francesco.russo ha scritto:

Immaginiamo un ragazzino che esce dalle scuole medie a 13 anni, va a casa, i genitori sono al lavoro. Quanti si mettono a studiare ? E come la mettiamo con le ripetizioni ? Ribadisco che altrove l'organico funzionale (in Svezia, ad esempio è chiamato organico di supporto) esiste eccome.
Parliamo di docenti curricolari o di personale formato ad hoc? Perché una differenza c'è. Se mi servono degli operatori sociali, quelli assumo, che magari avranno anche competenze specifiche, diverse da quelle del docente disciplinare. Che senso ha investire sulla formazione di docenti, ossia professionisti della didattica, per usarli come figure di supporto? Sono profili professionali diversi, non è che chiunque possa fare qualunque cosa.

francesco.russo ha scritto:
Essere a favore dell'organico dell'autonomia non significa essere a favore di Renzi, o a favore delle GaE
Su questo posso anche concordare, ma di fatto qui ci troviamo di fronte a pura improvvisazione, non ad un provvedimento frutto di riflessioni ponderate.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1713
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 4:29 pm

francesco.russo ha scritto:
Babbeus ha scritto:
francesco.russo ha scritto:

I 50000 assunti su organico funzionale potrebbero essere ben utilizzati; ricordo che mesi fa, quando ancora non era partita la rissa, diversi sindacati avevano affermato che l'organico funzionale sarebbe stato insufficiente, rispetto ai compiti che ci si propone. Indubbiamente lo scopo principale è quello di chiudere le GaE per terminare il sistema del doppio canale ma c'è anche la volontà di adeguare il sistema di istruzione; rientra nell'interesse della produttività generale del sistema, e infatti la riforma è stata definita a livello europeo.

"Potrebbero"?!? Non dovrebbe funzionare così: prima bisogna definire e regolamentare un nuovo servizio che le scuole italiane devono erogare, poi si valuta il personale necessario e poi si assume. Non è che prima assumi e poi ti inventi un incarico.
Certo... così dovrebbe essere, in condizioni normali,e infatti così sarà a regime per le assunzioni sull'organico dell'autonomia. Ma quì vogliono fare due cose distinte. 1) Chiudere a settembre le GaE, ovvero chiudere il sistema di reclutamento del doppio canale. 2) Contestualmente a ciò, vogliono istituire un organico aggiuntivo, simile a quello già presente in altri paesi e, ribadisco, richiesto da anni da tutti i sindacati. Ovviamente, per ottemperare al punto 1) dovranno, finché non va a regime il nuovo sistema, arrangiarsi con quello che hanno a disposizione. L'alternativa sarebbe chiudere le GaE, e tutti a concorso.... non credo che mollino su quel punto. Comunque, non credo che sia così problematico trovare una occupazione. Ad esempio, sono su laboratorio di elettronica, classe di concorso soprannumeraria. Tuttavia lavoro, da più di 10 anni; i dop anche lavorano, su cattedre di fatto. Con il tutoraggio sull'alternanza scuola lavoro e il potenziamento dei laboratori (previsto per contrastare la dispersione scolastica sui professionali), non credo proprio dovranno esercitare più di tanto la fantasia per trovare cosa farci fare. Non credo che neanche sulle altre cdc ci sia tanto da sforzarsi, visto che la scuola non sarebbe più limitata alla lezione frontale / orario curricolare, come è attualmente. Ribadisco infine, per l'ennesima volta, mi risulta che tutti i sindacati da anni richiedono l'organico funzionale... il disaccordo con il ddl, mi risulta essere su altri punti.

1) Quello che "vuole" fare il governo è un problema suo e non è dovuto a condizioni "anomale", l'unica anomalia sta nelle pretese del legislatore. Non c'è nessun motivo per cui il sistema del doppio canale dovrebbe essere chiuso subito con la forzatura di inventarsi posti di lavoro da "tappabuchi/tuttofare", il sistema poteva chiudersi semplicemente per esaurimento delle graduatorie come è naturale che sia.
2) I sindacati chiedono quello che è utile per dare un contratto a tempo indeterminato al personale precario, scendendo eventualmente a compromessi, questo non mi stupisce, è il loro lavoro e a mio parere in questo caso è un lavoro fatto male perchè il compromesso raggiunto è deleterio e introduce di fatto la possibilità del demansionamento per l'intera classe docente (anche chi è in ruolo da anni).
3) I docenti sono persone abilitate per l'insegnamento e che aspirano ad insegnare. I "lavori" di cui stiamo parlando sono di tipo diverso, sono di ausilio alla didattica, negli altri paesi vengono svolti da personale di altro genere.
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 5:58 pm

L'anomaila sta nel fatto che il sistema di assunzioni nella scuola è un....  pasticcio, come tutti sanno. Non solo questo governo, ma anche quelli precedenti, vorrebbero un sistema di assunzioni basato sul concorso. Nel 2011 le GP erano state trasformate in GaE (ovvero ad esaurimento),  ovvero in graduatorie chiuse, proprio per esaurire tale canale di reclutamento. A nessuna forza politica, in questi anni di governi tecnici, di destra e di sinistra è mai saltato in mente di riaprire le porte di tali graduatorie. Qualcuno ha invece proposto di chiuderle definitivamente, senza assumere nessuno.... ma nessuna forza di governo, anche prima di Renzi, ha preso in considerazione la sola idea di ammettere gli altri abilitati nelle GaE.  Il problema è che lo svuotamento procedeva lentamente, in quanto diverse classi di concorso sono diventate soprannumerarie con la riforma delle superiori (Gelmini). La sentenza europea ha rafforzato l'intendimento di chiudere con questa situazione. Quanto al demansionamento, non credo proprio sia un demansionamento svolgere l'attività di tutor nell'alternanza scuola lavoro, svolgere corsi di recupero.... anzi, probabilmente occorrono maggiori competenze. Devo dire, inoltre, che trovo maggiormente tranquillizzante la prospettiva di una scuola che offra altre possibilità, oltre all'insegnamento frontale, magari in classi di quindicenni del professionale... del resto non credo che tali ruoli sarebbero rigidamente vincolati.
Comunque, riflettendo sull'interessante scambio di opinioni avuto con Lalla, probabilmente ciascuno di noi si costruisce una realtà confacente a quella che ritiene essere il proprio interesse... quindi potremmo discutere per giorni, ma ognuno di noi rimarrebbe fermo sulle proprie convinzioni, corrispondenti al proprio interesse e che tutti noi pretendiamo di elevare ad interesse generale.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 7:48 pm

francesco.russo ha scritto:
Quando ho frequentato il corso abilitante, un certo Lorenzo Fischer, (autore di un libro Sociologia della Scuola) ci ha illustrato l'inadeguatezza della scuola italiana, con un tempo scuola limitato alla lezione frontale e con le scuole secondarie chiuse al pomeriggio, senza assistenza compiti, senza corsi di recupero/sostegno. L'Italia è uno dei paesi in cui il successo scolastico dipende maggiormente dal background familiare, soprattutto per questo motivo... e anche per tale motivo ha un altissimo tasso di dispersione scolastica.

E invece, a mio avviso, è esattamente il contrario: una della più evidenti e più gravi ragioni di sfascio assoluto del sistema scolastico italiano è appunto la deresponsabilizzazione totale di studenti e famiglie, e il fatto di aver abituato l'utenza, e tutto l'universo mondo, a pensare che qualsiasi insuccesso e qualsiasi difficoltà sia da addebitarsi a mancanze della scuola.

Oltretutto, c'è un grosso equivoco (almeno in parte mistificato e amplificato di proposito) sul concetto di "dispersione scolastica".

In Italia è invalso l'uso (scorretto) di chiamare "dispersione scolastica" qualunque caso di persona che non finisce le superiori e non arriva a prendere un diploma di maturità anche se è al di fuori dell'età dell'obbligo, e magari è largamente maggiorenne. Quando invece tale espressione dovrebbe stare a indicare SOLO la fascia di popolazione che, effettivamente, abbandona la scuola prima di aver completato l'obbligo.

Se un diciannovenne che è ancora in seconda o in terza decide coscientemente di smettere di andare a scuola perché non gli interessa più e non ne può più... sostenere che sia una tragedia, o magari sostenere che sia colpa della scuola che non gli ha garantito le lezioncine di recupero di pomeriggio, mi sembra semplicemente patetico.

L.
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 10:14 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
francesco.russo ha scritto:
Quando ho frequentato il corso abilitante, un certo Lorenzo Fischer, (autore di un libro Sociologia della Scuola) ci ha illustrato l'inadeguatezza della scuola italiana, con un tempo scuola limitato alla lezione frontale e con le scuole secondarie chiuse al pomeriggio, senza assistenza compiti, senza corsi di recupero/sostegno. L'Italia è uno dei paesi in cui il successo scolastico dipende maggiormente dal background familiare, soprattutto per questo motivo... e anche per tale motivo ha un altissimo tasso di dispersione scolastica.

E invece, a mio avviso, è esattamente il contrario: una della più evidenti e più gravi ragioni di sfascio assoluto del sistema scolastico italiano è appunto la deresponsabilizzazione totale di studenti e famiglie, e il fatto di aver abituato l'utenza, e tutto l'universo mondo, a pensare che qualsiasi insuccesso e qualsiasi difficoltà sia da addebitarsi a mancanze della scuola.

Oltretutto, c'è un grosso equivoco (almeno in parte mistificato e amplificato di proposito) sul concetto di "dispersione scolastica".

In Italia è invalso l'uso (scorretto) di chiamare "dispersione scolastica" qualunque caso di persona che non finisce le superiori e non arriva a prendere un diploma di maturità anche se è al di fuori dell'età dell'obbligo, e magari è largamente maggiorenne. Quando invece tale espressione dovrebbe stare a indicare SOLO la fascia di popolazione che, effettivamente, abbandona la scuola prima di aver completato l'obbligo.

Se un diciannovenne che è ancora in seconda o in terza decide coscientemente di smettere di andare a scuola perché non gli interessa più e non ne può più... sostenere che sia una tragedia, o magari sostenere che  sia colpa della scuola che non gli ha garantito le lezioncine di recupero di pomeriggio, mi sembra semplicemente patetico.

L.
Non è solo in Italia che è invalso l'uso scorretto di chiamare "dispersione scolastica" il mancato raggiungimento del diploma di secondaria superiore ma in mezzo mondo, nei paesi OCSE, sicuramente nei più importanti paesi asiatici, nell'Unione Europea che ha stabilito negli obiettivi di Lisbona giustappunto un obiettito di percentuale di popolazione in possesso di diploma superiore. La questione è che nelle società moderne il livello di scolarizzazione incide non poco sull'andamento delle prospettive economiche e in questo senso, ad esempio, la parte sulla scuola è sempre presente nelle audizioni annuali in parlamento della Banca d'Italia. Il punto è che in Italia, la marcia verso gli obiettivi di Lisbona (ovvero la lotta alla dispersione scolastica) sta passando attraverso il forte abbassamento degli standard (particolarmente in certe tipologie di scuola, ad esempio gli istituti professionali). Dal momento che, a meno che l'Italia voglia seguire un diverso modello, dovrà adeguarsi alla spinta verso l'elevamento dei livelli di istruzione occorre capire il perché di tutto ciò. Alcuni opinionisti attribuiscono le scarse performace della scuola italiana (particolarmente la scuola secondaria) alla scarsa bravura dei docenti e al fatto che sono poco pagati. I docenti trasversali del corso abilitante davano altre risposte, a mio parere, molto convincenti. Diversi colleghi insegnanti danno per scontato che la famiglia deve essere responsabile, presente, ecc. Certo, è auspicabile e bisogna fare tutto quello che è possibile perché ciò accada.... tuttavia, diciamocelo francamente, credo che tutti noi sappiamo che se una famiglia è "irresponsabile", quasi sicuramente tale rimane. Una scuola pubblica che si propone di elevare il livello di scolarizzazione, deve saper prescindere dalle famiglie e un metodo efficace per far ciò è proprio il post-scuola, anche nella scuola secondaria. Comunque, anche non considerando i grandi pensatori, non mi pare pubblica una scuola che esclude i figli di famiglie non meritevoli, di famiglie che non hanno, ad esempio, il denaro per pagare le ripetizioni private.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Ven Apr 24, 2015 11:37 pm

Io invece considero criminale il fatto di aver diffuso, lentamente, nel corso di decenni, una mentalità secondo cui i giovani debbano essere sempre, per principio, considerati fragilissimi, sprovvedutissimi e del tutto incapaci di combinare qualcosa da soli, se non c'è qualcuno che si sbraccia a far trovareloro la pappetta pronta.

Prendiamo ad esempio una delle cose che citi tu, ovvero l'ossessione patologica per la "necessità assoluta di lezioni di recupero"... da cui discende in automatico l'accusa alla scuola pubblica di essere classista e poco inclusiva, perché "non è giusto penalizzare le famiglie che non hanno la possibilità di pagarsi le ripetizioni private".

Cioè, il messaggio che passa è che il ragazzo sia sempre, inesorabilmente, strutturalmente incapace di studiare da solo: il problema è solo sul "CHI deve pensare a garantire le lezioni di recupero".

Come diceva Andy Luotto, o chi per lui, se sono gratis e offerte dalla scuola, bbbbuoooono, se sono private e pagate dai genitori, nobbbbuoooono.

Ma ai tempi nostri, quando i corsi di recupero interni alla scuola non esistevano, e nessuno li pretendeva o se li aspettava... c'era davvero TUTTO questo ricorso di massa alle ripetizioni private? Francamente, a me non risulta.

E' vero che esisteva qualche singolo caso bizzarro di famiglia particolarmente benestante, che sceglieva di intrippare il figliolo di lezioni private per scaricarsi la coscienza... ma era anche vero che se il figliolo della famiglia benestante, nonostante tutte quelle lezioni private, continuava a non combinare un cavolo, lo bocciavano lo stesso.

In tutti gli altri casi, si cercava di responsabilizzare il ragazzo spingendolo a mettersi sotto a studiare, e quasi sempre la cosa riusciva, se c'era un minimo di motivazione. Se invece non c'era, pazienza, veniva bocciato anche lui, ma la cosa non veniva vissuta come una catastrofe planetaria...

Fermo restando che io sono favorevolissima a iniziative di supporto di qualsiasi genere per persone che hanno oggettivamente dei PROBLEMI di apprendimento o di svantaggio sociale... ma nella stragrande maggioranza dei casi ordinari, non si rientra in tali categorie. I ragazzi con DSA, con problemi di sovrapposizione linguistica, o altre difficoltà oggettive, esistono, ed è giustissimo aiutarli, ma NON rappresentano la maggioranza.

Nella maggioranza dei casi, la causa principale delle cosiddette "difficoltà scolastiche" è lo scarso impegno, o comunque la totale disabitudine all'atteggiamento di sforzo e di concentrazione, ampiamente avallata dalle famiglie e dal resto del mondo che li circonda.

Per questa categoria, che è vastissima, è perfettamente inutile, anzi dannoso per loro, includerli d'ufficio nella stessa casistica dei "problematici" veri, con i quali non hanno assolutamente nulla in comune se non il fatto di prendere voti bassi.

Ed è perfettamente inutile, anzi dannoso, perdere tempo a chiedersi se "le lezioni di recupero gliele deve pagare lo stato o i genitori"... per il semplice fatto che NON NE HANNO BISOGNO, di lezioni di recupero, basterebbe che si mettessero a studiare per conto proprio, invece che spippolare sullo smartphone o guardare i reality show in televisione, e che si sentissero personalmente investiti della responsabilità dei propri risultati.

Per quanto riguarda i presunti paesi più avanzati di noi, in cui tu sostieni che ci sia la scuola aperta per tutto il pomeriggio e che ci siano corsi di recupero senza limiti per tutti, e che ci siano meno bocciature e meno dispersione scolastica: ti risulta che il livello medio di preparazione dei giovani adulti usciti da scuola, e il livello medio cultura generale della popolazione, siano migliori di quello italiano?

Oppure l'obiettivo è solo quello di distribuire a man bassa titoli di studio svuotati di ogni significato concreto, solo per dimostrare che "il livello medio di scolarizzazione della popolazione è aumentato", ma che in realtà certificano spudoratamente delle competenze false?

L.
Tornare in alto Andare in basso
Sweptaway80



Messaggi : 400
Data d'iscrizione : 20.08.10

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Sab Apr 25, 2015 12:06 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Io invece considero criminale il fatto di aver diffuso, lentamente, nel corso di decenni, una mentalità secondo cui i giovani debbano essere sempre, per principio, considerati fragilissimi, sprovvedutissimi e del tutto incapaci di combinare qualcosa da soli, se non c'è qualcuno che si sbraccia a far trovareloro  la pappetta pronta.

Prendiamo ad esempio una delle cose che citi tu, ovvero l'ossessione patologica per la "necessità assoluta di lezioni di recupero"... da cui discende in automatico l'accusa alla scuola pubblica di essere classista e poco inclusiva, perché "non è giusto penalizzare le famiglie che non hanno la possibilità di pagarsi le ripetizioni private".

Cioè, il messaggio che passa è che il ragazzo sia sempre, inesorabilmente, strutturalmente incapace di studiare da solo: il problema è solo sul "CHI deve pensare a garantire le lezioni di recupero".

Come diceva Andy Luotto, o chi per lui, se sono gratis e offerte dalla scuola, bbbbuoooono, se sono private e pagate dai genitori, nobbbbuoooono.

Ma ai tempi nostri, quando i corsi di recupero interni alla scuola non esistevano, e nessuno li pretendeva o se li aspettava... c'era davvero TUTTO questo ricorso di massa alle ripetizioni private? Francamente, a me non risulta.

E' vero che esisteva qualche singolo caso bizzarro di famiglia particolarmente benestante, che sceglieva di intrippare il figliolo di lezioni private per scaricarsi la coscienza... ma era anche vero che se il figliolo della famiglia benestante, nonostante tutte quelle lezioni private, continuava a non combinare un cavolo, lo bocciavano lo stesso.

In tutti gli altri casi, si cercava di responsabilizzare il ragazzo spingendolo a mettersi sotto a studiare, e quasi sempre la cosa riusciva, se c'era un minimo di motivazione. Se invece non c'era, pazienza, veniva bocciato anche lui, ma la cosa non veniva vissuta come una catastrofe planetaria...

Fermo restando che io sono favorevolissima a iniziative di supporto di qualsiasi genere per persone che hanno oggettivamente dei PROBLEMI di apprendimento o di svantaggio sociale... ma nella stragrande maggioranza dei casi ordinari, non si rientra in tali categorie. I ragazzi con DSA, con problemi di sovrapposizione linguistica, o altre difficoltà oggettive, esistono, ed è giustissimo aiutarli, ma NON rappresentano la maggioranza.

Nella maggioranza dei casi, la causa principale delle cosiddette "difficoltà scolastiche" è lo scarso impegno, o comunque la totale disabitudine all'atteggiamento di sforzo e di concentrazione, ampiamente avallata dalle famiglie e dal resto del mondo che li circonda.

Per questa categoria, che è vastissima, è perfettamente inutile, anzi dannoso per loro, includerli d'ufficio nella stessa casistica dei "problematici" veri, con i quali non hanno assolutamente nulla in comune se non il fatto di prendere voti bassi.

Ed è perfettamente inutile, anzi dannoso, perdere tempo a chiedersi se "le lezioni di recupero gliele deve pagare lo stato o i genitori"... per il semplice fatto che NON NE HANNO BISOGNO, di lezioni di recupero, basterebbe che si mettessero a studiare per conto proprio, invece che spippolare sullo smartphone o guardare i reality show in televisione, e che si sentissero personalmente investiti della responsabilità dei propri risultati.

Per quanto riguarda i presunti paesi più avanzati di noi, in cui tu sostieni che ci sia la scuola aperta per tutto il pomeriggio e che ci siano corsi di recupero senza limiti per tutti, e che ci siano meno bocciature e meno dispersione scolastica: ti risulta che il livello medio di preparazione dei giovani adulti usciti da scuola, e il livello medio cultura generale della popolazione, siano migliori di quello italiano?

Oppure l'obiettivo è solo quello di distribuire a man bassa titoli di studio svuotati di ogni significato concreto, solo per dimostrare che "il livello medio di scolarizzazione della popolazione è aumentato", ma che in realtà certificano spudoratamente delle competenze false?

L.

sono sostanzialmente d'accordo con ciò che sostieni...
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 60943
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Sab Apr 25, 2015 1:55 am

Io invece sono totalmente d'accordo con paniscus. Alcuni studenti pensano di aver fatto uno sforzo eroico solo per il fatto di essersi fermati a scuola il pomeriggio per il corso di recupero, anche se in realtà non hanno ascoltato nulla e si sono limitati a disturbare ledendo il diritto allo studio anche dei compagni più motivati, come già fanno durante le lezioni mattutine (con l'aggravante che per i corsi pomeridiani mi sembra che a volte sia richiesto anche un contributo alle famiglie). In effetti per loro è uno sforzo sovrumano, perché vivono la scuola come una costrizione e una specie di gabbia da cui vorrebbero fuggire: costringerli a rimanere più ore a scuola è una violenza verso di loro e soprattutto è perfettamente inutile per loro e dannoso per i compagni che vorrebbero davvero capire meglio e recuperare le loro lacune.
Con questa riforma non ci sarà nessuna apertura pomeridiana e corso di recupero in più (a meno che non trovino il modo, nella revisione del contratto collettivo, di renderli obbligatori per i docenti come attività aggiuntiva), perché è evidente che la grande maggioranza dei neoassunti si occuperà semplicemente di coprire le supplenze annuali che già copriva quando era a tempo determinato o le supplenze brevi e i restanti non avranno le competenze per offrire un servizio di qualità, visto che saranno impiegati in materie che non sono quelle in cui sono laureati ed abilitati; ma se anche quello che viene propagandato dalla riforma fosse parzialmente vero sarebbe un motivo in più per contrastarla e non certo per approvarla.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Sab Apr 25, 2015 7:44 am

La strada non è né quella di appoggiarsi alla sempre più disastrata famiglia né quella di cercare di "inzeppare" in qualsiasi modo, comprese ripetizioni e corsi di recupero, delle "nozioni" nella testa di ragazzi recalcitranti. La strada a mio avviso è quella di ritrovare la credibilità della Scuola come Istituzione, nel chiedere nuovamente impegno agli studenti, nel valutare seriamente le conoscenze e le competenze acquisite, nel tornare ai vituperati programmi, nell'abbandonare l'impostazione psico-pedagogica a favore di una impostazione più pragmatica, nello smettere con la falsa inclusione che diventa esclusione generalizzata. A scuola si deve andare per studiare.
La proposta Renzi-Giannini va in senso diametralmente opposto, e c'è chi già subodora la possibilità di pressioni dei genitori sui DS per l'allontanamento dei professori "selettivi", cioè boccianti.
Tornare in alto Andare in basso
ghirettina

avatar

Messaggi : 624
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Sab Apr 25, 2015 9:18 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Io invece considero criminale il fatto di aver diffuso, lentamente, nel corso di decenni, una mentalità secondo cui i giovani debbano essere sempre, per principio, considerati fragilissimi, sprovvedutissimi e del tutto incapaci di combinare qualcosa da soli, se non c'è qualcuno che si sbraccia a far trovareloro  la pappetta pronta.

Prendiamo ad esempio una delle cose che citi tu, ovvero l'ossessione patologica per la "necessità assoluta di lezioni di recupero"... da cui discende in automatico l'accusa alla scuola pubblica di essere classista e poco inclusiva, perché "non è giusto penalizzare le famiglie che non hanno la possibilità di pagarsi le ripetizioni private".

Cioè, il messaggio che passa è che il ragazzo sia sempre, inesorabilmente, strutturalmente incapace di studiare da solo: il problema è solo sul "CHI deve pensare a garantire le lezioni di recupero".

Come diceva Andy Luotto, o chi per lui, se sono gratis e offerte dalla scuola, bbbbuoooono, se sono private e pagate dai genitori, nobbbbuoooono.

Ma ai tempi nostri, quando i corsi di recupero interni alla scuola non esistevano, e nessuno li pretendeva o se li aspettava... c'era davvero TUTTO questo ricorso di massa alle ripetizioni private? Francamente, a me non risulta.

E' vero che esisteva qualche singolo caso bizzarro di famiglia particolarmente benestante, che sceglieva di intrippare il figliolo di lezioni private per scaricarsi la coscienza... ma era anche vero che se il figliolo della famiglia benestante, nonostante tutte quelle lezioni private, continuava a non combinare un cavolo, lo bocciavano lo stesso.

In tutti gli altri casi, si cercava di responsabilizzare il ragazzo spingendolo a mettersi sotto a studiare, e quasi sempre la cosa riusciva, se c'era un minimo di motivazione. Se invece non c'era, pazienza, veniva bocciato anche lui, ma la cosa non veniva vissuta come una catastrofe planetaria...

Fermo restando che io sono favorevolissima a iniziative di supporto di qualsiasi genere per persone che hanno oggettivamente dei PROBLEMI di apprendimento o di svantaggio sociale... ma nella stragrande maggioranza dei casi ordinari, non si rientra in tali categorie. I ragazzi con DSA, con problemi di sovrapposizione linguistica, o altre difficoltà oggettive, esistono, ed è giustissimo aiutarli, ma NON rappresentano la maggioranza.

Nella maggioranza dei casi, la causa principale delle cosiddette "difficoltà scolastiche" è lo scarso impegno, o comunque la totale disabitudine all'atteggiamento di sforzo e di concentrazione, ampiamente avallata dalle famiglie e dal resto del mondo che li circonda.

Per questa categoria, che è vastissima, è perfettamente inutile, anzi dannoso per loro, includerli d'ufficio nella stessa casistica dei "problematici" veri, con i quali non hanno assolutamente nulla in comune se non il fatto di prendere voti bassi.

Ed è perfettamente inutile, anzi dannoso, perdere tempo a chiedersi se "le lezioni di recupero gliele deve pagare lo stato o i genitori"... per il semplice fatto che NON NE HANNO BISOGNO, di lezioni di recupero, basterebbe che si mettessero a studiare per conto proprio, invece che spippolare sullo smartphone o guardare i reality show in televisione, e che si sentissero personalmente investiti della responsabilità dei propri risultati.

Per quanto riguarda i presunti paesi più avanzati di noi, in cui tu sostieni che ci sia la scuola aperta per tutto il pomeriggio e che ci siano corsi di recupero senza limiti per tutti, e che ci siano meno bocciature e meno dispersione scolastica: ti risulta che il livello medio di preparazione dei giovani adulti usciti da scuola, e il livello medio cultura generale della popolazione, siano migliori di quello italiano?

Oppure l'obiettivo è solo quello di distribuire a man bassa titoli di studio svuotati di ogni significato concreto, solo per dimostrare che "il livello medio di scolarizzazione della popolazione è aumentato", ma che in realtà certificano spudoratamente delle competenze false?

L.

Chiaro e limpido.

La cosa più grave, a mio avviso, non è tanto la mancanza di contenuti che ne deriva e a cui si potrebbe porre rimedio anche in età più adulta, ne deriva una costruzione di individui in cui sforzo, passione, desiderio di ottenere, soddisfazione per averlo ottenuto con le proprie forze, volontà, forza risultano inesistenti o comunque minori a quanto poi la vita ti chieda, creando di fatto una fragilità che non era originariamente

Anche la riforma universitaria dei 3+2 era intesa a far si che il numero dei laureati fosse conteggiato favorevolmente per l'Italia.
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1405
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Sab Apr 25, 2015 10:18 am

ghirettina ha scritto:

Anche la riforma universitaria dei 3+2 era intesa a far si che il numero dei laureati fosse conteggiato favorevolmente per l'Italia.
Vero. E il disastro che ne è derivato è davanti agli occhi di tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1713
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Sab Apr 25, 2015 11:16 am

francesco.russo ha scritto:
L'anomaila sta nel fatto che il sistema di assunzioni nella scuola è un....  pasticcio, come tutti sanno. Non solo questo governo, ma anche quelli precedenti, vorrebbero un sistema di assunzioni basato sul concorso.

Può volere quello che gli pare, purtroppo esiste una realtà con cui confrontarsi.

Citazione :

Nel 2011 le GP erano state trasformate in GaE (ovvero ad esaurimento),  ovvero in graduatorie chiuse, proprio per esaurire tale canale di reclutamento. A nessuna forza politica, in questi anni di governi tecnici, di destra e di sinistra è mai saltato in mente di riaprire le porte di tali graduatorie. Qualcuno ha invece proposto di chiuderle definitivamente, senza assumere nessuno.... ma nessuna forza di governo, anche prima di Renzi, ha preso in considerazione la sola idea di ammettere gli altri abilitati nelle GaE.  

Tutto ciò è perfettamente sensato.

Citazione :

Il problema è che lo svuotamento procedeva lentamente, in quanto diverse classi di concorso sono diventate soprannumerarie con la riforma delle superiori (Gelmini).

Ma che significa "lentamente"? Mica è una gara: la velocità è quella che serve per il fabbisogno della scuola. Se tu governo pensi che IL FABBISOGNO sia inadeguato aumentalo facendo una controriforma che neutralizzi i tagli della Gelmini.

Citazione :

La sentenza europea ha rafforzato l'intendimento di chiudere con questa situazione.

L'unica conseguenza naturale che è lecito trarre dalla sentenza europea è che le cattedre vacanti devono essere assegnate a personale a tempo indeterminato.

Citazione :

Comunque, riflettendo sull'interessante scambio di opinioni avuto con Lalla, probabilmente ciascuno di noi si costruisce una realtà confacente a quella che ritiene essere il proprio interesse... quindi potremmo discutere per giorni, ma ognuno di noi rimarrebbe fermo sulle proprie convinzioni, corrispondenti al proprio interesse e che tutti noi pretendiamo di elevare ad interesse generale.

Io non sto parlando di "interesse personale" ma di razionalità e avere obiettivi chiari e di lungo respiro. Il colpo di mano di Renzi non rientra in questa fattispecie, non c'è nessun progetto a lungo termine di estendere stabilmente i servizi della scuola: con ogni probabilità il personale extra e le sue mansioni ausiliarie saranno progressivamente ridotti con il procedere dei pensionamenti. Renzi sta semplicemente tentando di introdurre un cavallo di troia con cui far passare l'introduzione di nuovi poteri ricattatori dei dirigenti che riducono lo spazio di democrazia nella scuola e inibiscono il dissenso.


Ultima modifica di Babbeus il Sab Apr 25, 2015 11:19 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Sab Apr 25, 2015 11:17 am

Ci tengo a precisare che nel mio intervento, avevo appunto detto che la strada italiana per avvicinarsi agli obiettivi di Lisbona passa per l'ABBASSAMENTO degli standard di apprendimento. Sono io il primo a dire che non è detto che la maggioranza abbia ragione, quindi può anche darsi che la strada perseguita da altri paesi, sia quella sbagliata.
E' indubitabile che viviamo un epoca in cui l'istruzione non è più considerata un "ascensore sociale" e quindi l'atteggiamento verso la scuola, da parte di famiglie e ragazzi non è dei più responsabile, e ciò è particolarmente accentuato in Italia. Tuttavia, anche quando, decenni addietro, l'atteggiamento verso la scuola era ben diverso, la scuola era seria e bocciava con facilità, i genitori avevano un rispetto ossequioso dell'istituzione scolastica, l'accesso all'istruzione secondaria superiore era percentualmente limitato. Si potrebbe tornare a quel sistema, basta esserne consapevoli.
Ammettendo che per qualche miracoloso evento lo spirito santo della responsabilizzazione penetrasse nelle famiglie e negli allievi, resta il fatto che, per come è attualmente strutturata la scuola, solo i figli delle famiglie attrezzate (economicamente e culturalmente) hanno mediamente buone possibilità di avere successo scolastico. Ho una figlia che frequenta la quinta elementare e posso rilevare in quasi tutti i genitori buona volontà e ottima disposizione verso la scuola; tuttavia, parecchi di essi non sono già più in grado di aiutare i figli nello svolgimento dei compiti e, soprattutto nello spiegare i nodi non compresi.... alcuni bambini si stanno già perdendo. Qualche genitore usufruisce di aiuto esterno, a pagamento, ovviamente. E siamo in quinta elementare. Inoltre, paesi aventi sistemi valoriali in cui l'istruzione è centrale, in cui la scuola e gli insegnanti sono super-rispettati, mi riferisco ai sistemi asiatici, prevedono un tempo scuola diviso a metà: apprendimento curricolare al mattino e al pomeriggio aiuto, esercitazioni ecc. In tali paesi non ci sono i fenomeni di degrado nell'atteggiamento verso la scuola, tuttavia hanno questo sistema, e lo stesso vale per molti paesi europei. Condivido....il disastro è davanti agli occhi di tutti. Per quanto riguarda i risultati di apprendimento lo standard di misurazione, le prove ocse-pisa, non pongono l'Italia ad un buon livello, e molti commentatori attribuiscono questo alla bassa qualità degli insegnanti. In effetti l'Italia si caratterizza per punte di eccellenza (ragazzi dotati e con alle spalle famiglie "solide" e un livello medio basso). Gli insegnanti dei corsi trasversali, tutti, attribuivano tale situazione, come ho detto due ragioni: programmi estesi con molte discipline e mancanza di post-scuola. Naturalmente tutte le considerazioni sulla scarsa motivazione, sulle famiglie irresponsabili, etc sono sacrosante, ma fanno parte della situazione data... non ci si può fare molto. Comunque, personalmente, ho conosciuto diverse persone che stanno mandando i propri figli alle scuole medie nel privato in quanto offrono un tempo scuola prolungato. Per quanto riguarda il fatto che le assunzioni previste sull'organico dell'autonomia non ricopriranno certe discipline, si spiega con la volontà politica di chiudere il doppio canale; se faranno le cose seriamente, quanto prima, dovranno coprire i buchi con nuove assunzioni. Del resto, dicono che saranno le scuole ad indicare le loro necessità.... anche se non per questa tornata di assunzioni.
Tornare in alto Andare in basso
francesco.russo



Messaggi : 184
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Sab Apr 25, 2015 11:34 am

Non quoto.... gli interventi precedenti... altrimenti diventano chilometrici. Babbeus, quando dicevo lentamente non mi riferivo al mio punto di vista, bensì a quello di coloro che hanno stabilito che è opportuno chiudere il doppio canale.... e sono gli stessi che hanno elaborato la riforma Gelmini, visto che è stata una riforma bipartisan (Fioroni ha semplicemente usato, come diceva, il cacciavite, per dare una impercettibile aggiustatina). La sentenza europea dice quello che hai detto tu, nulla da dire. Quanto al progetto di Renzi, può essere come dici tu.... ma può anche essere effettivamente un progetto a lungo termine, visto che è una riforma concordata con la UE e visto che la classe dominante nella nostra epoca (la borghesia industriale e finanziaria) ha interesse ad avere una forza lavoro ben formata, da cui estrarre al meglio plusvalore. Comunque.... devo riuscire a sganciarmi dal forum.... diventa come una "droga"..... e ho compiti da correggereeeee
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Sab Apr 25, 2015 11:52 am

francesco.russo ha scritto:

Ammettendo che per qualche miracoloso evento lo spirito santo della responsabilizzazione penetrasse nelle famiglie e negli allievi, resta il fatto che, per come è attualmente strutturata la scuola, solo i figli delle famiglie attrezzate (economicamente e culturalmente) hanno mediamente buone possibilità di avere successo scolastico. Ho una figlia che frequenta la quinta elementare e posso rilevare  in quasi tutti i genitori buona volontà e ottima disposizione verso la scuola; tuttavia, parecchi di essi non sono già più in grado di aiutare i figli nello svolgimento dei compiti e, soprattutto nello spiegare i nodi non compresi.... alcuni bambini si stanno già perdendo. Qualche genitore usufruisce di aiuto esterno, a pagamento, ovviamente. E siamo in quinta elementare.

Scusa un attimo, ma questo atteggiamento non ti sembra GIA' un'ottima possibile spiegazione delle CAUSE di questa stortura, e non certo una sua conseguenza?

Ma santa pazienza, ti risulta che ai tempi nostri avessimo bisogno di essere seguiti passo passo nei compiti, in quinta elementare? E addirittura di ricorrere ad aiuti a pagamento? Ci si metteva con calma al tavolino e si facevano i compiti da soli, al massimo qualche genitore si compiaceva di ricontrollarli dopo che erano finiti, oppure occasionalmente rispondeva a una domanda specifica del ragazzino che aveva un dubbio, ma di sicuro non si usava proprio, di organizzare le task force automatiche di "sostegno ai compiti"! Eppure i compiti venivano fatti, senza tutte 'ste tragedie, certo c'era chi li faceva un po' meglio e chi un po' peggio, esattamente come adesso... ma venivano considerati come una cosa normale, da fare, perfettamente accessibile a qualsiasi ragazzino normodotato, NON un estenuante massacro psicologico che necessita di aiuti e esterni quotidiani!

E tutto questo, ci tengo molto a precisarlo, era considerato normale, nonostante il livello di scolarizzazione medio delle famiglie fosse effettivamente più scarso di adesso, e non certo il contrario. Questa leggenda secondo cui "le famiglie di oggi non sono più attrezzate per seguire i figli negli studi", mentre in passato lo erano, è una mistificazione grottesca!

Come è possibile che 40 anni fa il ragazzino con padre operaio e madre casalinga con la quinta elementare senza nemmeno un libro in casa fosse considerato in grado di farsi i compiti da solo... mentre adesso è tutto un dilagare di bambini "che hanno bisogno assoluto di essere seguiti nei compiti" pur avendo genitori che hanno studiato di più, che hanno viaggiato di più, che sono più informati, che hanno accesso a infiniti mezzi di comunicazione in più?

A meno che tu non intenda dire che i compiti di oggi, già a partire dalle elementari, siano molto più difficili di quelli di allora, ma avendo anch'io figli alle elementari, non mi risulta proprio... e comunque, in tal caso, non si spiegherebbe perché di colpo, alle medie e alle superiori, la situazione si ribalti completamente e gli impegni diventino ridicolmente più leggeri e più banali rispetto a quelli dei tempi nostri!

L.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Assurdo Scioperare contro le Assunzioni   Sab Apr 25, 2015 12:02 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
francesco.russo ha scritto:

Ammettendo che per qualche miracoloso evento lo spirito santo della responsabilizzazione penetrasse nelle famiglie e negli allievi, resta il fatto che, per come è attualmente strutturata la scuola, solo i figli delle famiglie attrezzate (economicamente e culturalmente) hanno mediamente buone possibilità di avere successo scolastico. Ho una figlia che frequenta la quinta elementare e posso rilevare  in quasi tutti i genitori buona volontà e ottima disposizione verso la scuola; tuttavia, parecchi di essi non sono già più in grado di aiutare i figli nello svolgimento dei compiti e, soprattutto nello spiegare i nodi non compresi.... alcuni bambini si stanno già perdendo. Qualche genitore usufruisce di aiuto esterno, a pagamento, ovviamente. E siamo in quinta elementare.

Scusa un attimo, ma questo atteggiamento non ti sembra GIA' un'ottima possibile spiegazione delle CAUSE di questa stortura, e non certo una sua conseguenza?

Ma santa pazienza, ti risulta che ai tempi nostri avessimo bisogno di essere seguiti passo passo nei compiti, in quinta elementare? E addirittura di ricorrere ad aiuti a pagamento? Ci si metteva con calma al tavolino e si facevano i compiti da soli, al massimo qualche genitore si compiaceva di ricontrollarli dopo che erano finiti, oppure occasionalmente rispondeva a una domanda specifica del ragazzino che aveva un dubbio, ma di sicuro non si usava proprio, di organizzare le task force automatiche di "sostegno ai compiti"! Eppure i compiti venivano fatti, senza tutte 'ste tragedie, certo c'era chi li faceva un po' meglio e chi un po' peggio, esattamente come adesso... ma venivano considerati come una cosa normale, da fare, perfettamente accessibile a qualsiasi ragazzino normodotato, NON un estenuante massacro psicologico che necessita di aiuti e esterni quotidiani!

E tutto questo, ci tengo molto a precisarlo, era considerato normale, nonostante il livello di scolarizzazione medio delle famiglie fosse effettivamente più scarso di adesso, e non certo il contrario. Questa leggenda secondo cui "le famiglie di oggi non sono più attrezzate per seguire i figli negli studi", mentre in passato lo erano, è una mistificazione grottesca!

Come è possibile che 40 anni fa il ragazzino con padre operaio e madre casalinga con la quinta elementare senza nemmeno un libro in casa fosse considerato in grado di farsi i compiti da solo... mentre adesso è tutto un dilagare di bambini "che hanno bisogno assoluto di essere seguiti nei compiti" pur avendo genitori che hanno studiato di più, che hanno viaggiato di più, che sono più informati, che hanno accesso a infiniti mezzi di comunicazione in più?

A meno che tu non intenda dire che i compiti di oggi, già a partire dalle elementari, siano molto più difficili di quelli di allora, ma avendo anch'io figli alle elementari, non mi risulta proprio... e comunque, in tal caso, non si spiegherebbe perché di colpo, alle medie e alle superiori, la situazione si ribalti completamente e gli impegni diventino ridicolmente più leggeri e più banali rispetto a quelli dei tempi nostri!

L.
Io avevo un solo aiuto esterno, esterno a me stesso intendo: i miei genitori mi riempivano esternamente di mazzate se non facevo i compiti.

Ho preso pochissime mazzate.
Tornare in alto Andare in basso
 
Assurdo Scioperare contro le Assunzioni
Tornare in alto 
Pagina 6 di 7Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» pontifex contro medjugorje
» Chi vuol essere Navy Seal contro il fanatismo cattolico?
» il papa contro le superstizioni africane
» Un Prete contro i Ciclisti
» Divorzio e Crimini contro l'umanità.

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: