Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Lun Apr 27, 2015 11:05 pm

ne vogliamo parlare?

non è certo Renzi a scrivere e proporre le leggi , non credo nemmeno che Renzi conosca la differenza tra una graduatoria d' istituto e una ad esaurimento.

ma allora questi misteriosi consulenti?

sono proprio loro che dobbiamo ringraziare!!

voi dite che stiano facendo un buon lavoro per la scuola e per il PD?

si parla di mandare a casa tutti.... e loro??

io dico che il PD se vuol togliersi dai guai in cui l' anno cacciato questi incapaci ,

dovrebbe al più presto cambiare i proprio consulenti!


Ultima modifica di mirco81 il Mar Apr 28, 2015 4:36 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Lun Apr 27, 2015 11:10 pm

CONDIVIDO IN TOTO.

E' da tempo che lo sostengo.

Propongo di mandarli volontari a Scampia.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Lun Apr 27, 2015 11:21 pm

magari qualcuno scrive anche su questo forum...( vedi MMM)

io gli applicherei la legge del contrappasso, fargli quello che vorrebbero fare a noi....

sottopagati, precarizzati, schiavizzati e deportati.


Ultima modifica di mirco81 il Lun Apr 27, 2015 11:36 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Lun Apr 27, 2015 11:35 pm

ma non decidono certo loro, ricevono dal politico di turno la richiesta, anche le più assurde, e le devono poi trasformare in legge anche quando sanno bene di scrivere cose che difficilmente passeranno controlli di costituzionalità o che magari sono incompatibili con altre disposizioni normative.
Molte volte è personale del ministero, altre della Presidenza del Consiglio, altre volte ancora dottori di ricerca / stagisti che lavorano (quasi sempre gratuitamente) sotto la direzione di qualche professore universitario che poi si rivede il testo dieci minuti (e prende bei soldi) e che deve far felice il suo committente.
Quindi in fine ultimo sempre del politico è la responsabilità
Il politico tranne casi eccezionali non sarebbe neanche in grado di scrivere mezzo articolo molte volte neanche li capisce.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Lun Apr 27, 2015 11:39 pm

interessante questo mondo.... secondo te, x esempio, gli albi chi li ha concepiti? un politico?

ma vorrei tanto conoscere il nome di colui che li ha concepiti!
Tornare in alto Andare in basso
minollo



Messaggi : 289
Data d'iscrizione : 18.08.12

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Lun Apr 27, 2015 11:41 pm

forse dovevamo scioperare sia il 5 che il 6 per poter bloccare le prove invalsi. la mia scuola aderisce in toto il 5.stasera eravamo tutti inviperiti per la notizia di dover fare le prove il 6 e il 7. a me sembra proprio antisindacale. ci hanno detto che il miur non può perdere tutti soldi dell'invalsi. ecchissenefrega!
li chiederà allo stato che il giorno 5 incasserà bei soldini.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Lun Apr 27, 2015 11:44 pm

mi dispiace non posso aiutarti in questo, mi figlia è ricercatrice in diritto costituzionale ed ha lavorato (praticamente gratis) 1 anno per il ministero affari esteri, 1 anno per il ministero delle pari opportunità ed un anno alla presidenza del consiglio e queste sono le cose che mi racconta da sempre. Ministri che non vanno 1 giorno neanche all'anno presso il loro ufficio, altri che non sanno leggere l'inglese e magari hanno incarichi di relazione con l'estero e potrei continuare per ore, ma questi poveri ragazzi che come lei sono li a scriver leggi si devono turare il naso e non pensare più di tanto. Quindi non cercare in loro i colpevoli, cercali magari nei dirigenti amministrativi compiacenti, nei docenti universitari servili che pure sapendo lo scempio che son chiamati a fare lo fanno e magari per 10 ore vere di lavoro prendono anche 40.000€...
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Lun Apr 27, 2015 11:56 pm

luce83 ha scritto:
mi dispiace non posso aiutarti in questo, mi figlia è ricercatrice in diritto costituzionale ed ha lavorato (praticamente gratis) 1 anno per il ministero affari esteri, 1 anno per il ministero delle pari opportunità ed un anno alla presidenza del consiglio e queste sono le cose che mi racconta da sempre. Ministri che non vanno 1 giorno neanche all'anno presso il loro ufficio, altri che non sanno leggere l'inglese e magari hanno incarichi di relazione con l'estero e potrei continuare per ore, ma questi poveri ragazzi che come lei sono li a scriver leggi si devono turare il naso e non pensare più di tanto. Quindi non cercare in loro i colpevoli, cercali magari nei dirigenti amministrativi compiacenti, nei docenti universitari servili che pure sapendo lo scempio che son chiamati a fare lo fanno e magari per 10 ore vere di lavoro prendono anche 40.000€...

Scusami e scusate tutti. Mi fa inviperire chi si sottomette (per giunta gratis) a questi stage presso gente ignobile!
Ma meglio, con tutta la laurea, andare a fare i turni di notte in una panetteria!
Ma perchè perdere la dignità allo scopo di diventare ricercatrice in un luogo ignobile, con gente ignobile, in un sistema ignobile?

In passato quando ero disoccupata, mi hanno proposto di andare a lavorare (anche qui gratis, come voi tutti già sapete) per ottenere il punteggio presso istituti privati. HO RIFIUTATO!

Ho fatto diversi lavori anche umili, ho vinto un concorso a cattedra, sono entrata nel mondo della scuola dalla porta principale.
Non sono stata raccomandata. Tanti miei parenti lavorano all'estero.

Lavorare (gratis o per due soldi) per bisogno presso gente ignobile, facendo cose ignobili, non scusa.

E quindi NON PARLIAMO DI POVERI RAGAZZI!
SONO COMPLICI!
Sono la manovalanza volontaria di un sistema corrotto.


Ultima modifica di isula. il Mar Apr 28, 2015 12:04 am, modificato 4 volte
Tornare in alto Andare in basso
minollo



Messaggi : 289
Data d'iscrizione : 18.08.12

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Lun Apr 27, 2015 11:56 pm

ma la gabanelli o iacona potrebbero fare un report serio sulla scuola e mettere in luce tutte queste porcherie? la tv ci sta letteralmente ignorando. speriamo che il giorno 5 ci diano visibilità
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 12:02 am

se hai studiato certe materie e vuoi fare certi percorsi si è costretti e posso dire anche che quando inizi non capisci neanche bene, non è che ti danno il sommario "dello schifo" il sunto che ti ho fatto è venuto fuori con il tempo, all'inizio si è entusiasti sembra un bel mondo e si vuole partecipare a cambiarlo, una ragazza neo laureata che entra in un ministero ed inizia a scrivere qualche articolo di legge pensa di coronare il suo sogno, poi con gli anni capisci il meccanismo e cerchi altro.
Mia figlia poteva essere assunta al ministero degli esteri (ci sono modi anche senza concorso) e ja scelto la ben più lunga strada della docenza.
Quindi quello che scrivi non è valido per i ragazzi / ricercatori c'è un turnover elevatissimo in questi posti, sono sfruttati con la scusa dell'esperienza, ma di quelli che lo fanno per professione, i docenti ed i dirigenti amministrativi che sono le persone che veramente ci guadagnano.
E comunque farsi nemiche queste persone vuol dire dover fare veramente il panettiere se si è fatto certi percorsi di studi. Poi pensa quello che vuoi se non capisci vuol dire che non hai molta empatia
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 12:07 am

luce83 ha scritto:

E comunque farsi nemiche queste persone vuol dire dover fare veramente il panettiere se si è fatto certi percorsi di studi. Poi pensa quello che vuoi se non capisci vuol dire che non hai molta empatia

Sinceramente, e con tutto il cuore, auguro a tua figlia di decidersi che per il momento è più onorevole fare il panettieri con turni di notte in Italia o anche all'estero, che stare a disposizione di questa gentaglia.

Tanta gente si è trasferita in università estere per non sottostare al sistema in cui è attualmente VOLONTARIAMENTE tua figlia.


Ultima modifica di isula. il Mar Apr 28, 2015 12:12 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 12:10 am

L'empatia non significa accettare lo schifo in se stessi e anche in altri. Non bisogna giustificare quello che duramente chiamo vigliaccheria.
Siamo ridotti male e alla mercè di gente ignobile per questo NOSTRO ingiustificato GIUSTIFICAZIONISMO.

Cara luce83, anche io ho figli e nipoti.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 12:24 am

isula. ha scritto:
luce83 ha scritto:

E comunque farsi nemiche queste persone vuol dire dover fare veramente il panettiere se si è fatto certi percorsi di studi. Poi pensa quello che vuoi se non capisci vuol dire che non hai molta empatia

Sinceramente, e con tutto il cuore, auguro a tua figlia di decidersi che per il momento è più onorevole fare il panettieri con turni di notte in Italia o anche all'estero, che stare a disposizione di questa gentaglia.

Tanta gente si è trasferita in università estere per non sottostare al sistema in cui è attualmente VOLONTARIAMENTE tua figlia.

Continui a non capire o a voler far la superiore, questa è l'ultima replica che ti do.
1) Quando studi, certe cose non le sai non le pensi neanche, non le conoscevo io figurati lei
2) Servono anni standoci dentro per comprendere i meccanismi, non li raccontano mica a mensa, non ti dicono mica che relazione c'è tra il tuo docente ed i politici o il fatto che prende decine di migliaia di euro sul tuo lavoro di ricerca.
3) Quando devi finire il dottorato o prendere l'abilitazione nazionale non ti metti a prendere a calci il tuo professore che hai scoperto far parte del sistema che non ti piace, te ne allontani come puoi e cerchi di trovare persone migliori.
4) Quando hai capito che non ti piace non ci stai dentro se per te è insopportabile e cerchi le alternative, ma non per questo lo fai stupidamente gettando via la tua passione ed anni di studi, te ne allontani e basta, mica ti metti ad urlare "FATE TUTTI SCHIFO". In fin dei conti potrebbe non essere così magari qualcuno si salva ... speriamo ...

Con gli occhi del dopo son tutti bravi e tutti migliori.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 12:25 am

sempre più interessante questo mondo!

ma una cosa vorrei capire meglio... il politico sottopone il problema ai consulenti e poi i consulenti devono cercare le soluzioni?

oppure il politico fornisce già la soluzione bella e pronta e i consulenti devono solo scrivere tecnicamente la legge ?

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 12:35 am

no ma che Mirco da quello che ho capito funziona in questo modo.
Il politico da solo non sa fare nulla, ha bisogno di consulenti, il politico ha la "geniale idea", la "filosofia" ovvero le indicazioni sono le sue.
Il consulente come ti ho scritto può essere di diversi tipi.
primo tipo è il dirigente amministrativo, ne esistono 2 categorie
cat a) è assunto perché vincitore di concorso preso l'ente ministero o presidenza che sia, è un po' meno manipolabile, ma se vuol fare carriera deve far contento il politico che gli può far fare carriera (comunque non gli può neanche dire troppo forzatamente di no, può essere sempre messo a guardare le nuvole dalla finestra)
poi c'è il cat b) quello che è proprio sottomesso ovvero quello di nomina politica (a tempo), che praticamente è il "cervello" del politico, se lo assume per fare le cose che lui non potrebbe mai fare perché non preparato (su questo secondo tipo si dovrebbe aprire un mondo di discussione ... )
Comunque per finire questi due scrivono le leggi al politico.

Poi c'è la terza via, magari usata per progetti più vasti e complessi, ma non è detto. L'incarico ai docenti universitari (di scienze politiche o di legge) questi docenti hanno a loro volta tanti bei ricercatori che lavorano per loro, dottori di ricerca, persone in post dottorato che devono sostenere l'abilitazione nazionale e li usano per fare questi progetti più ampi. A questi ragazzi capita di lavorare alle leggi e di scriverle, sono team anche ampi delle volte mia figlia ha lavorato in dieci su qualche progetto. Poi arriva il professore, fa le sue correzioni rettifiche ai testi e se li porta dal politico / gruppo politico che li ha commissionati

(PS non c'è nessuna forza politica esclusa da questo sistema)


Ultima modifica di luce83 il Mar Apr 28, 2015 1:16 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 1:15 am

ti ringrazio moltissimo per avermi parlato di questo mondo che non conoscevo; per quanto riguarda la normativa della scuola , a questo punto, essendo così complessa credo si siano affidati alla terza via di cui ci hai parlato... docenti e ricercatori, magari in legge.

sono sempre più convinto che ne abbiamo qualcuno su questo forum...magari utenti esperti di legge e meno di scuola...

e sono sempre più curioso di sapere da quale testa è stata partorita l' idea degli albi con la chiamata di presidi nella versione proposta in questa riforma; vorrei tanto conoscerne nome e cognome... non credo che sia stato direttamente un politico ad aver avuto l' "idea geniale" perchè la materia è troppo tecnica e specifica.

se tutto andrà male sarà molto interessante conoscere la "geniale paternità"  di questa normativa sugli albi,

magari si tratta di un "ricercatorino" alle prime armi alle dipendenze di uno scafato e cinico professore universitario,

sarà stato lui ad aver partorito l'idea finale di questa versione soft di chiamata diretta che  cambierà le vite a noi singoli individui e alla nostra collettività...

qualcuno che neanche conosce il mondo della scuola nella sua vera essenza e realtà quotidiana...

resta la speranza che a questo punto il politico si affidi ad altri consulenti con una maggiore conoscenza del reale mondo della scuola e  sopratutto con un maggior "spessore umano"; qualcuno capace di ideare e proporre soluzioni alternative  nel rispetto del ruolo del docente.... e questo può venire solo da qualcuno che è dentro la scuola e che ama questo mondo e per questo ne desidera il vero bene.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 1:29 am

mirco81 ha scritto:
ti ringrazio moltissimo per avermi parlato di questo mondo che non conoscevo; per quanto riguarda la normativa della scuola , a questo punto, essendo così complessa credo si siano affidati alla terza via di cui ci hai parlato... docenti e ricercatori, magari in legge.

sono sempre più convinto che ne abbiamo qualcuno su questo forum...magari utenti esperti di legge e meno di scuola...

e sono sempre più curioso di sapere da quale testa è partorita l' idea degli albi con la chiamata di presidi nella versione proposta in questa riforma; vorrei tanto conoscerne nome e cognome... non credo che sia stato direttamente un politico ad aver avuto l' "idea geniale" perchè la materia è troppo tecnica e specifica.

se tutto andrà male sarà molto interessante conoscere la "geniale paternità"  di questa normativa sugli albi,

magari si tratta di un "ricercatorino" alle prime armi...

sarà stato lui ad aver partorito l'idea finale di questa versione soft di chiamata diretta che  cambierà le vite a noi singoli individui e alla nostra collettività...

qualcuno che neanche conosce il mondo della suola nella sua vera essenza e realtà quotidiana...

resta la speranza che a questo punto il politico si affidi ad altri consulenti con una maggiore conoscenza del reale modo della scuola e  sopratutto con un maggior "spessore umano".

figurati il mio scopo era proprio quello di far capire la commissione che c'è, il legame di ricatto tra il politico e l'amministrazione

Non dare nulla per scontato perché c'è di tutto e di più e considera che il MIUR ha un gruppo che si occupa di normativa piuttosto ampio e non ha tanti soldi per consulenze al contrario di altri ministeri, potrebbero benissimo esserselo fatto in casa magari con la revisione di qualche docente / ricercatore (hanno sia professori universitari che docenti di scuola distaccati presso di loro)

Per il fatto che leggano il forum ne puoi star certo, ma non è detto che scrivano o che scrivano proprio le persone che si occupano della normativa, magari invece si anche se rischiano, se si espongono troppo rischiano una denuncia interna e alla postale che li rintraccia e conseguente azione disciplinare.

Ma se vai sul sito del MIUR e ti cerchi l'organigramma non ti sarà difficile trovare i nomi delle persone che lavorano agli uffici legislativi. Quelle sono sicuramente in qualche modo coinvolte.

Comunque perdonerai una frasuccia usata tra gli informatici per gioco "merd in - merd out" come ti ho detto, se qualche politico debosciato magari con la terza media ha chiesto di scrivere schifezze, schifezze gli avranno scritto.
Può essere pure che abbiano riesumato qualche vecchio progetto leghista / gelminiano e lo abbiano riadattato ...

Può essere di tutto ma il succo non cambia, l'idea malsana o meno è sempre del politico
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 2:41 am

luce83 ha scritto:
isula. ha scritto:
luce83 ha scritto:

E comunque farsi nemiche queste persone vuol dire dover fare veramente il panettiere se si è fatto certi percorsi di studi. Poi pensa quello che vuoi se non capisci vuol dire che non hai molta empatia

Sinceramente, e con tutto il cuore, auguro a tua figlia di decidersi che per il momento è più onorevole fare il panettieri con turni di notte in Italia o anche all'estero, che stare a disposizione di questa gentaglia.

Tanta gente si è trasferita in università estere per non sottostare al sistema in cui è attualmente VOLONTARIAMENTE tua figlia.

Continui a non capire o a voler far la superiore, questa è l'ultima replica che ti do.
1) Quando studi, certe cose non le sai non le pensi neanche, non le conoscevo io figurati lei
2) Servono anni standoci dentro per comprendere i meccanismi, non li raccontano mica a mensa, non ti dicono mica che relazione c'è tra il tuo docente ed i politici o il fatto che prende decine di migliaia di euro sul tuo lavoro di ricerca.
3) Quando devi finire il dottorato o prendere l'abilitazione nazionale non ti metti a prendere a calci il tuo professore che hai scoperto far parte del sistema che non ti piace, te ne allontani come puoi e cerchi di trovare persone migliori.
4) Quando hai capito che non ti piace non ci stai dentro se per te è insopportabile e cerchi le alternative, ma non per questo lo fai stupidamente gettando via la tua passione ed anni di studi, te ne allontani e basta, mica ti metti ad urlare "FATE TUTTI SCHIFO". In fin dei conti potrebbe non essere così magari qualcuno si salva ... speriamo ...

Con gli occhi del dopo son tutti bravi e tutti migliori.

luce. Cosa dirti?
"Che chi il coraggio non l'ha non se lo può dare?"

Con lo stesso ragionamento che mi fai tu empaticamente capisco che come il prof o il politico chiede qualcosa, il ricercatore o lo studente deve eseguire altrimenti vi sono le ritorsioni.
Per cui se chiede di andare a letto bisogna anche qui eseguire.
Sai che nella mia ex università ho saputo di studentesse che hanno denunciato i loro professori?
Sicuramente le ritorsioni saranno state terribili...

Allo stesso modo è giusto non dire mai FATE TUTTI SCHIFO, bensì:
- eseguire gli ordini di chi si dipende (professori universitari o datori di lavoro)
E quindi (rapportato agli altri ambiti del nostro vivere):
- votare sempre i partiti anche se corrotti
- eseguire gli ordini del Ds altrimenti ci si becca le ritorsioni
- essere omertosi con tutti i delinquenti, se no...ritorsioni
- non contestare la ministra e il presidente del Consiglio, ma subire tutte le sue riforme.

Circa venticinque anni fa ho avuto la possibilità di fare la ricercatrice, ma sinceramente non me la sono sentita.
Ho preferito arrangiarmi per un po' con le lezioni private, lavorare in albergo, ho fatto i turni di notte in un panificio (non per niente ne parlo).
Ho aspettato il concorso a cattedra.
Una mia amica ha preferito svolgere il proprio lavoro di ricercatrice in Spagna: si è trovata benissimo.

Spero che tua figlia in futuro, quando coronerà il suo sogno di essere stabile all'università, non diventi come i suoi attuali professori. Il problema è che spesso si soffre di "imprinting".

Prendimi tranquillamente per cattiva, forse lo merito. Ma non mi sento di dire bugie.
Certe cose le vogliamo noi e diamo il nostro contributo a perpetuarle. E da tempo che combatto nella vita di ogni giorno, soprattutto lavorativa, tanti modi paradossali di essere. Non mi sento superiore, ma arrabbiata sì.


Ultima modifica di isula. il Mar Apr 28, 2015 2:57 am, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 2:52 am

luce83 ha scritto:
mirco81 ha scritto:
ti ringrazio moltissimo per avermi parlato di questo mondo che non conoscevo; per quanto riguarda la normativa della scuola , a questo punto, essendo così complessa credo si siano affidati alla terza via di cui ci hai parlato... docenti e ricercatori, magari in legge.

sono sempre più convinto che ne abbiamo qualcuno su questo forum...magari utenti esperti di legge e meno di scuola...

e sono sempre più curioso di sapere da quale testa è partorita l' idea degli albi con la chiamata di presidi nella versione proposta in questa riforma; vorrei tanto conoscerne nome e cognome... non credo che sia stato direttamente un politico ad aver avuto l' "idea geniale" perchè la materia è troppo tecnica e specifica.

se tutto andrà male sarà molto interessante conoscere la "geniale paternità"  di questa normativa sugli albi,

magari si tratta di un "ricercatorino" alle prime armi...

sarà stato lui ad aver partorito l'idea finale di questa versione soft di chiamata diretta che  cambierà le vite a noi singoli individui e alla nostra collettività...

qualcuno che neanche conosce il mondo della suola nella sua vera essenza e realtà quotidiana...

resta la speranza che a questo punto il politico si affidi ad altri consulenti con una maggiore conoscenza del reale modo della scuola e  sopratutto con un maggior "spessore umano".

figurati il mio scopo era proprio quello di far capire la commissione che c'è, il legame di ricatto tra il politico e l'amministrazione

Non dare nulla per scontato perché c'è di tutto e di più e considera che il MIUR ha un gruppo che si occupa di normativa piuttosto ampio e non ha tanti soldi per consulenze al contrario di altri ministeri, potrebbero benissimo esserselo fatto in casa magari con la revisione di qualche docente / ricercatore (hanno sia professori universitari che docenti di scuola distaccati presso di loro)

Per il fatto che leggano il forum ne puoi star certo, ma non è detto che scrivano o che scrivano proprio le persone che si occupano della normativa, magari invece si anche se rischiano, se si espongono troppo rischiano una denuncia interna e alla postale che li rintraccia e conseguente azione disciplinare.

Ma se vai sul sito del MIUR e ti cerchi l'organigramma non ti sarà difficile trovare i nomi delle persone che lavorano agli uffici legislativi. Quelle sono sicuramente in qualche modo coinvolte.

Comunque perdonerai una frasuccia usata tra gli informatici per gioco "merd in - merd out" come ti ho detto, se qualche politico debosciato magari con la terza media ha chiesto di scrivere schifezze, schifezze gli avranno scritto.
Può essere pure che abbiano riesumato qualche vecchio progetto leghista / gelminiano e lo abbiano riadattato ...

Può essere di tutto ma il succo non cambia, l'idea malsana o meno è sempre del politico


hai ragione tu, il campo delle ipotesi è abbastanza vasto quindi è impossibile sapere chi sono gli autori di questo capolavoro a meno che non si abbiano delle informazioni precise in merito da qualcuno che c'è dentro.Comunque è stato molto istruttivo ascoltare la tua analisi e per questo ti ringrazio ancora.

resta il fatto che chiunque abbia lavorato a questo progetto abbia fatto un casino e ora farebbero bene per rimediare a cambiare le strategie e le persone che se ne dovrebbero occupare....

il PD sta perdendo la faccia e i consensi in questa triste vicenda ; la cosa più facile per loro sarebbe eliminare almeno il punto maggiormente incriminato: la chiamata diretta dagli albi.

mettere toppe come gli ha già chiesto Renzi non servirà a niente se non a far aumentare rabbia e disprezzo per un'ulteriore presa per i fondelli.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 3:20 am

isula approvo il tuo discorso fatto da una persona che ritengo degna di stima e voglio sperare che la figlia di luce trovi il modo di "fare la cosa giusta" cercando di salvaguardare sia la propria carriera che la propria dignità anche se non sarà facile.
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 6:54 am

Parliamo di gente come bruschi. L'inventore dei tfa che ha portato al caos sulle abilitazioni che stiamo vivendo. Da consigliere della gelmini ad ispettore (senza concorso)...
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 8:38 am

sono andato sul sito del Miur nella sezione consulenti e collaboratori:

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/operazione-trasparenza/consulenti-e-collaboratori


e guardate cosa ho trovato:

http://www.istruzione.it/allegati/2015/Bottino_Schema%20dati%20da%20pubblicare.pdf

forse è questo signor Alberto Bottino il "genio" che dobbiamo ringraziare....

è lui?





aiutatemi a capire chi sono i "geni" che dobbiamo ringraziare!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 9:51 am

mirco81 ha scritto:
isula approvo il tuo discorso fatto da una persona che ritengo degna di stima e voglio sperare che la figlia di luce trovi il modo di "fare la cosa giusta" cercando di salvaguardare sia la propria carriera che la propria dignità anche se  non sarà facile.

Invece io non ho molto da condividere sono parole di una persona che insiste sul cavillo invece che sul generale, si accanisce a parlare di mia figlia e non del meccanismo che è il vero punto, è un modo tipico di chi non cerca veramente soluzioni/risposte, accanirsi sul personale invece che parlare del problema. Ha dato velatamente della "vigliacca" a mia figlia perché a suo parere non si è ribellata al sistema "in tempo", "subito", ha portato a paragone se stessa che sin da tenera età aveva compreso tutto del mondo e fatto le scelte corrette, beata lei che ha questa chiara visione dell'esistenza sin dalla gioventù ed ha potuto scegliere tra bianco e nero senza incappare nelle migliaia di sfumature tra i due colori. Vorrei proprio vederla al posto di mia figlia, entrare a 24 anni alla Presidenza del Consiglio da ultima ruota del carro (o meglio da quella rotta che neanche serve più di tanto) e dopo due giorni aver capito tutto e sbattersi la porta dietro che bello avere tutti questi Leonardo da Vinci tra di noi! Mi ridà fiducia nel mondo l'averlo scoperto.

Qui i singoli hanno poco importanza, è il meccanismo che è importante, chi è dentro a questo sistema prima di diversi anni non si rende conto veramente di come le istituzioni siano piegate al marcescente mondo della politica.

Volevi sapere chi fosse l'autore di questo schifo (penso cercassi proprio un nome ed un cognome), non ho quella risposta e se anche l'avessi non te la darei in un forum, non ho certo voglia di passare qualche mese e spendere il mio stipendio con una querela o magari una denuncia per aver rivelato segreti d'ufficio, ma è la visione d'insieme importante e che ho cercato di spiegare.

Esistono i politici ed esistono i tecnici. Per un corretto funzionamento del meccanismo è bene che non ci sia una relazione gerarchica tra i politici ed i tecnici Questo dovrebbe essere così in ogni settore dello Stato e dell' amministrazione, magari ancora oggi è vero di più (poco) per quei tecnici che sono costituzionalmente indipendenti (es la magistratura) [un certo tizio sciocchino qualche secolo fa creo "la separazione dei poteri" che è la base fondamentale dello Stato di Diritto, il tipo era un tal Barone di Montesquieu per chi fosse interessato ad approfondire] invece negli ultimi anni (non dirò da quale governo perché altrimenti riscappano fuori discussioni che vanno sul personale) questa situazione si è deteriorata, per poter "mangiare" meglio i politici hanno creato un sistema di leggi, d'intrecci e relazioni, in finale di dipendenza tra di loro ed i tecnici che son stati asserviti completamente ai desideri dei primi come ho spiegato sopra. La botta finale al tutto, il colpaccio della politica, è arrivato assieme con la riforma del titolo V della Costituzione, ma prosegue ancora oggi. Di fatto la separazione dei poteri è divenuta molto ma molto più debole, e quindi anche lo Stato di Diritto si è indebolito conseguentemente di molto.

Veniamo ai tecnici, faccio un esempio, chi scrive le leggi "il tecnico" è sullo stesso piano di un poliziotto, di un avvocato, ed effettivamente non è detto che provenga da Legge, chi fa scienze politiche, un costituzionalista non viene da legge ad esempio. L'avvocato è chiamato a difendere il suo cliente e può farlo per diversi motivi, ad esempio il denaro, ma anche perché ci crede in una determinata visione del mondo, la fede... Se non si ha un avvocato privato in finale se ne riceve uno d'ufficio che in teoria è chiamato a difenderti comunque al meglio delle sue capacità. Chi scrive le leggi allo stesso modo lo fa o per fede o per denaro.
Chi scrive leggi da professionista, come ho scritto sopra, si trova in due condizioni, o dentro l'amministrazione ed in questo caso pur con le due distinzioni che ho fatto è asservito totalmente al sistema. Oppure è fuori ed ha possibilità di scelta, ed in questo caso però non è difficile tra i molti trovare chi, o per fede o per danaro, comunque realizzi l'impianto normativo che il politico di turno desidera.

In finale mi domando, che significato ha trovare il nome del tecnico o dei tecnici? Vuoi capire se l'ha scritto per denaro o per fede politica? Comunque l'idea non è la sua credimi ma della direzione politica e le sue motivazione almeno che non te le dica lo stesso non le saprai mai.

Il tecnico riceve una lista dei desiderata e la deve trasformare in dettagli tecnici e la difficoltà sta nel fatto che i politici chiedono di scrivere spesso leggi contrarie ad altre, a sentenze della Corte Costituzionale, alla Costituzione stessa, alle Sentenze della Cassazione, ed il tecnico comunque per un motivo od un altro, magari avvertendo il suo "cliente", deve trovargli la soluzione.

Chi devi ringraziare per questa norma? Il PD, il suo leader, la ministra, quel sottosegretario Faraone e tutta la politica. Il tecnici sono dei meri esecutori, un tecnico in un modo o in un altro, per un motivo o per altro lo trovano sempre.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 10:32 am

mirco81 ha scritto:
sono andato sul sito del Miur nella sezione consulenti e collaboratori:

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/operazione-trasparenza/consulenti-e-collaboratori


e guardate cosa ho trovato:

http://www.istruzione.it/allegati/2015/Bottino_Schema%20dati%20da%20pubblicare.pdf

forse è questo signor Alberto Bottino il "genio" che dobbiamo ringraziare....

è lui?



aiutatemi a capire chi sono i "geni" che dobbiamo ringraziare!

Chi può dirlo, ma non farai troppa difficoltà a trovare un suo contatto, a scrivergli e a domandarglielo.

In questo caso sembra ci si trovi davanti una categoria tipo 1 che cerca di divenire tipo 2. Non sarebbe un caso isolato di ex dirigente amministrativo, che pur di rimanere in servizio oltre l'età della pensione e ricevere incarico politico si dà da fare per compiacere il possibile datore di lavoro "politico", ma potrebbe anche farlo per "fede" chi sa ...

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/amministrazione_trasparente/dpcm2014/organigramma

inoltre sembra esserci un posto vacante

Ma potrebbe anche venire da qui però "ufficio legislativo"

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/organizzazione/ufficio-legislativo

ad esempio:
http://www.istruzione.it/allegati/2015/Belloni_cv.pdf
"Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Consigliere giuridico – Attività di supporto all’ufficio legislativo e alla segreteria tecnica, con particolare riguardo al monitoraggio dell’attività parlamentare e alla redazione degli atti legislativi e di sindacato ispettivo ad essa connessi, e cura dei rapporti istituzionali del Ministro con il Parlamento. (2014)"
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE   Mar Apr 28, 2015 3:14 pm

luce83 ha scritto:
mirco81 ha scritto:
isula approvo il tuo discorso fatto da una persona che ritengo degna di stima e voglio sperare che la figlia di luce trovi il modo di "fare la cosa giusta" cercando di salvaguardare sia la propria carriera che la propria dignità anche se  non sarà facile.

Invece io non ho molto da condividere sono parole di una persona che insiste sul cavillo invece che sul generale, si accanisce a parlare di mia figlia e non del meccanismo che è il vero punto, è un modo tipico di chi non cerca veramente soluzioni/risposte, accanirsi sul personale invece che parlare del problema. Ha dato velatamente della "vigliacca" a mia figlia perché a suo parere non si è ribellata al sistema "in tempo", "subito", ha portato a paragone se stessa che sin da tenera età aveva compreso tutto del mondo e fatto le scelte corrette, beata lei che ha questa chiara visione dell'esistenza sin dalla gioventù ed ha potuto scegliere tra bianco e nero senza incappare nelle migliaia di sfumature tra i due colori. Vorrei proprio vederla al posto di mia figlia, entrare a 24 anni alla Presidenza del Consiglio da ultima ruota del carro (o meglio da quella rotta che neanche serve più di tanto) e dopo due giorni aver capito tutto e sbattersi la porta dietro che bello avere tutti questi Leonardo da Vinci tra di noi! Mi ridà fiducia nel mondo l'averlo scoperto.

Gandhi ci ha lasciato la sua più grande lezione quando non solo ha sostenuto la filosofia del NON COLLABORAZIONISMO e di RESISTENZA PASSIVA, ma anche l'ha praticata.
Nessuno di noi è obbligato a sottostare ad un sistema sbagliato e a perpetuarlo con la propria ignavia o peggio con la propria collaborazione.
Si possono fare benissimo le valigie e con dignità andare altrove, e in posti meno prestigiosi ma molto più dignitosi e in cui poter far successo allo stesso modo e magari di più, e stare diritti e non piegati a novanta gradi.

Bellissimo il libro "CHI SEGUE LA VERITA' NON INCIAMPA. PAROLE AD UN AMICO" di Gandhi.
http://www.libreriadelsanto.it/reparti/libri/personaggi-e-biografie/gandhi/390.html

Da leggere il contenuto in questo link.
http://www.giardinodimarco.it/pace.htm

E' vero, io ho capito tutto fin dalla più tenera età di vent'anni come stavano le cose. Sono incappata in proposte allettanti ed HO SAPUTO DIRE DI NO.

E comunque, inutile incolpare il sistema: la responsabilità è PERSONALE.
Altrimenti dovremmo giustificare anche coloro che si sono macchiati dei più efferati crimini nazisti che al processo di Norimberga sostennero che la colpa era di HITLER e non di loro che eseguivano gli ordini UCCIDENDO, TORTURANDO E DISCRIMINANDO.
E' questo il senso di un libro scritto da Hannah Arendt dal titolo LA BANALITA' DEL MALE.

Capisco la tua posizione riguardo a tua figlia, ma se vuoi ( e lei vuole) falle leggere questi due libri.
Spero che possano giovare.
Tornare in alto Andare in basso
 
e i CONSULENTI che scrivono le riforme ? DA SOSTITUIRE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» I NOSTRI STUDENTI PARLANO E SCRIVONO IN "OSTROGOTO"?
» consiglio cover gel
» deidratante una riflessione con voi.. leggete leggete
» Chiamata da scuola per sostituire commissario esterno
» obbligata a sostituire collega durante scrutini?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: