Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Sab Mag 09, 2015 5:25 pm

Promemoria primo messaggio :

Venti di guerra sulla fine dell'anno scolastico

Dopo lo sciopero del 5 Maggio con adesioni record ci si aspettava una maggiore apertura da parte del Governo.

http://it.blastingnews.com/lavoro/2015/05/venti-di-guerra-sulla-fine-dell-anno-scolastico-00385295.html

Nessuno vuole un accordo al ribasso con il Governo, nè i sindacati(almeno sembra) che hanno indetto lo sciopero della Scuola del 5 Maggio scorso,forti del grande successo ottenuto, nè tanto meno i lavoratori della Scuola, più agguerriti che mai!


L'incontro del 7 Maggio tra sindacati e PD

L'incontro di ieri, tra le organizzazioni sindacali e membri autorevoli del PD, non ha sortito grandi entusiasmi tra i big sindacali. Il segretario generale della CGIL,Susanna Camusso, infatti ha dichiarato "su riforma nonabbiamo fatto passi avanti" e ha chiesto di incontrare il Governo, non soltanto i vertici del PD. La contestata norma del DDL che prevede la possibilità per i dirigenti scolastici della chiamata diretta dei docenti, infatti,non è stata cassata. Mimmo Pantaleo, segretario generale della FLCGIL, ha detto: "non abbiamo registrato alcuna volontà di cambiarel'impianto del disegno di legge. Soprattutto sugli aspetti che i sindacati ritengono più importanti, tra cui assunzioni dei precari, funzioni dei dirigenti scolastici, rinnovo del contratto nazionale e ruolo della contrattazione"..Il leader della Gilda, Rino Di Meglio,ha parlato di una chiusura dei membri del PD verso lo stralcio delle assunzioni da fare attraverso un decreto legge, ed un no anche a togliere i poteri ai super dirigenti. E' intervenuto nel dibattito anche Beppe Grillo, sostenendo che ai docenti bisogna dare uno stipendio più alto,deviando alla scuola statale i 500 milioni destinati alle private.

Blocco scrutini ed altre manifestazioni



Il personale della Scuola, intanto, non aspetta l'evolversi delle cose, ma già organizza attraverso la rete altri eventi, per il 9 Maggio, ad esempio, e dichiarandosi pronti anche al blocco degli scrutini di fine anno.Tra l'altro,un sondaggio on line di un sito specializzato della Scuola ha evidenziato come il 97% del personale sia pronto al blocco degli scrutini. Sarà un fine anno di fuoco, se il PD non farà marcia indietro su molti aspetti del DDL.A fine Maggio ci saranno le elezioni regionali, milioni di elettori andranno al voto, in rete la stragrande maggioranza del personale della Scuola ha dichiarato di non voler votare più PD, non solo, sono nati vari gruppi e pagine contro il PD. Il partito di Renzi non dovrebbe sottovalutare questo malessere generale.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Ven Mag 22, 2015 3:20 pm

60 uomini proteggono il fascistello dall'ira della gente a Salerno

"All'indomani dell'approvazione alla Camera della vergognosa riforma della Buona Scuola che sferra l'ennesimo duro colpo all'istruzione pubblica, il presidente del Governo ha la faccia tosta di organizzare la sua passerella elettorale a Salerno per provare a prendere voti con la solita finta retorica del governo delle riforme dietro la quale si celano attacchi durissimi ai diritti dei lavoratori, degli studenti, dei disoccupati. E' sotto gli occhi di tutti l'attacco ai diritti dei lavoratori messo in pratica con il Jobs Act, l'attacco ai territori e l'incentivo alle speculazioni criminali del decreto Sblocca Italia, l'attacco alla scuola pubblica messo in atto con la Buona Scuola", scrive un gruppo di studenti capitanati da Matteo Zagaria che, dalle 14, stanno tenendo un presidio di protesta dinanzi all'Hotel Mediterranea, per "accogliere" il Premier. Insieme ai ragazzi, anche una delegazione di insegnanti dei Cobas contrari alla "Buona Scuola". I manifestanti scandiscono slogan per la "Scuola pubblica". Qualcuno ha intonato anche "Bella ciao". Dispiegati oltre 60 uomini delle forze dell'ordine per garantire la sicurezza nel corso della visita del presidente del Consiglio.

http://www.salernotoday.it/politica/elezioni/regionali-campania-2015/renzi-visita-salerno-proteste-22-maggio-2015.html

.....
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Dom Mag 24, 2015 12:11 pm

Diamoci appuntamento nelle piazze italiane giovedì 28 maggio ore 19 vestiti di rosso e con un libro sul cuore per manifestare il dissenso al ddl scuola che in quei giorni sarà in discussione al senato. La partecipazione dovrà superare quella dello sciopero unitario del 5 maggio. Un unico flash mob coordinato in tutta Italia, senza disperdere le forze. Si tratta di sacrificare un'oretta del nostro tempo per il bene della scuola.Tutta l'Italia in piazza per resistere! Massima diffusione a tutte le organizzazioni del settore e a tutte le associazioni di cittadini. Facciamo diventare virale questo evento.

QUI SOTTO LE PIAZZE UFFICIALI E LE ISTRUZIONI!

Comunicate di volta in volta le piazze della vostra città scrivendo un post qui sotto; vanno bene le stesse dei flash mob passati. Riporterò le piazze di volta in volta in questo documento.

ISTRUZIONI:

1) Uscite di casa con una maglia o un foulard rossi e con il vostro libro preferito in mano.
2) Recatevi alla piazza prestabilita e aspettate che le gente si raduni.
3) Alle 19:20- 19:30 disponetevi in file orizzontali parallele non troppo strette o troppo lunghe, come un esercito della conoscenza!
4) Alle 19:35 - 19:40 tutti leggono contemporaneamente ad alta voce un passo del proprio libro, in modo da creare un momento suggestivo.
5) Alle 19:45 - 19:50 si rimane immobili e in silenzio con il libro stretto al proprio cuore, in una posa simbolica!
6) Alle 19:55 si sciolgono le fila ordinatamente.

PIAZZE UFFICIALI:

Roma, piazza di Spagna
Torino, piazza Castello
Firenze, davanti Palazzo della Signoria
Modena, Piazza Mazzini
Treviso Piazza dei Signori
Frascati, piazza S. Pietro
Reggio Calabria, piazza Italia
Bari, Piazza Prefettura
Frosinone, largo Turriziani
Ragusa, piazza S. Giovanni
Mazara del Vallo, piazza Mokarta
Cagliari, piazza del Carmine
Napoli, piazza Dante
Verona, piazza Bra
Palermo, piazza Politeama
Catania, piazza Università
Milano, Arco della Pace
Lecce, Piazza Sant'Oronzo
Ferrara, piazza Trento e Trieste
Lamezia Terme, piazza della Repubblica
Cosenza, piazza XI Settembre
L'Aquila, piazza Duomo
Crotone, piazza della Resistenza
Modena, piazza Mazzini
Modica, piazza Matteotti
Siracusa, piazza Duomo
Como, piazza San Fedele
Civitavecchia, scalinata di lato all'entrata sud del porto
Isernia, piazza Celestino V
Mestre, piazza Ferretto
Ostia, piazza Anco Marzio
Tornare in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 917
Data d'iscrizione : 28.12.13

MessaggioOggetto: Re: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Lun Mag 25, 2015 7:27 am

Un aggiornamento sulla petizione raggiungibile al link:
https://www.change.org/p/al-presidente-del-consiglio-matteo-renzi-ritiro-del-ddl-la-buona-scuola

La petizione cammina:
76.529 sostenitori
Mancano ancora 73.471 firme per raggiungere 150.000

Forse è il caso di rincarare la dose inviando una cartolina postale a

Partito Democratico
Via S. Andrea delle Fratte, 16
00187 Roma

avente come testo:

"Tanti saluti al PD: io non ti voterò più se non ritirerai il DDL sulla "Buona scuola"!"
Firmato: un docente

o qualcosa di simile e significativo, ma occorre spedirla oggi stesso!
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Lun Mag 25, 2015 7:59 pm



http://it.blastingnews.com/lavoro/2015/05/scuola-a-siracusa-gli-studenti-occupano-il-liceo-classico-quintiliano-contro-il-ddl-00409403.html

Scuola, a Siracusa gli studenti occupano il Liceo Classico Quintiliano contro il DDL La rivolta contro il DDL Scuola si accende sempre di più, giorno dopo giorno.

Ogni giorno che passa le proteste contro il DDL Scuola, approvato per ora solo alla Camera, aumentano sempre di più. I docenti e gli studenti stanno sempre in piazza, nelle piazze reali e virtuali della rete.

Occupato il Liceo Quintiliano di Siracusa
Dal 23 Maggio, gli studenti ed i professori del Liceo Quintiliano di Siracusa, si sono riuniti in assemblea permanente, per dibattere sulle problematiche della scuola alla luce delle proposte di legge che giungono dal governo nazionale.Il DDL la buona Scuola è osteggiato in maniera trasversale da docenti, studenti ed anche famiglie (fonte Siracusa 2000), Qualche giorno fa, studenti e docenti, avevano occupato l'ufficio scolastico regionale del Piemonte a Torino. L'occupazione è durata poco tempo per l'intervento della polizia che ha provveduto a sgomberare i locali. Adesso questa occupazione a Siracusa. In rete è tangibile il disagio e la proccupazione dei docenti nei confronti di molti aspetti del DDL, soprattutto la chiamata diretta dei docenti da parte dei super presidi. Il PD, dal canto suo, ha fatto trapelare che qualche aggiustamento si potrà apportare in Senato. In tanti, però, sospettano che sia solo tattica in vista delle elezioni regionali che si terranno in 7 regioni tra pochi giorni.

Renzi contestato in rete ed in piazza
Il Presidente del consiglio Renzi, infatti, teme la reazione del mondo della Scuola nelle urne. Il suo profilo pubblico e la pagina del PD sono prese d'assalto da docenti e cittadini indignati, ormai da molti giorni, in tutte le ore del giorno e della notte. Nell'ultima uscita a Salerno, per dare sostegno al candidato del PD Vincenzo De Luca, è stato contestato da un centinaio di persone, tra studenti ed insegnanti, proprio in contrasto con il DDL. In rete, ormai da oltre un mese, lo slogan dei docenti è "non voto più il PD per il DDL vergogna". Quanto peserà la fuga dei lavoratori della Scuola nel risultato finale del PD? Secondo indiscrezioni raccolte sul sito Affaritaliani molto.Da oltre 30 giorni avevamo avvertito il PD che il non dare ascolto alla Scuola poteva rappresentare un pericolo, in termini di consenso elettorale.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Mar Mag 26, 2015 8:05 pm

Ddl Scuola, Vendola: "Se non cambia pronti al referendum"

http://www.tecnicadellascuola.it/item/11790-ddl-scuola,-vendola-se-non-cambia-pronti-al-referendum.html?fb_ref=Default
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Mer Mag 27, 2015 6:10 pm

Genitori criticano ruolo Dirigenti Scolastici: serve competenza, non poteri

In corso di svolgimento le audizioni delle Associazioni alla Camera e al Senato. Uno dei punti del ddl buona scuola che le associazioni dei genitori hanno indicato come critici, nel corso delle audizioni davanti le commissioni Cultura di Camera e Senato, riguarda ancora una volta il ruolo del presidi.
Per l'Age, l'Associazione italiana genitori, "il dirigente non deve avere ampi poteri ma deve essere semplicemente competente e autorevole - ha spiegato Lorenzo Santoro - Ci vuole competenza, altro che ampi poteri".
Tra le altre cose il rappresentate dell'Age ha evidenziato come "il consiglio di istituto debba poter essere rappresentato in modo paritetico fra rappresentanti della scuola, dei genitori e, per le scuole superiori, anche dei studenti". Sul 5x1000 l'Age si è detta preoccupata del fatto che "dandolo alle scuole possano essere sottratte risorse alle associazioni di volontariato".
Anche il Coordinamento genitori democratici ha criticato il ruolo dei dirigenti scolastici perché "se i professori non vivono un metodo cooperativo la scuola funziona male". "Serve un docente tutor - hanno poi continuato - che possa affiancarsi agli studenti e linee guida nazionali per il dirigente quando dovrà relazionarsi con le aziende per dare seguito all'alternanza scuola lavoro". Tra le altre cose il Coordinamento genitori democratici ha chiesto che venga previsto un tetto massimo di studenti nelle classi e la possibilità di avere in ogni scuola un bilancio partecipato.
Il Fonags, il Forum nazionale delle associazioni dei genitori della scuola, pur sottolineando come alcune richieste, nel corso del passaggio alla Camera, abbiano trovato accoglimento, ha chiesto che ai genitori che partecipino alle riunioni delle associazioni genitoriali e ai consigli di istituto venga riconosciuta la possibilità di astenersi dal lavoro, "quale improcrastinabile necessità per il funzionamento degli ordini collegiali, visto il ruolo che la buona scuola ha affidato loro".
L'associazione genitori scuole cattoliche (Agesc) ha definito "insufficienti" le misure per la valorizzazione delle scuola paritarie, chiedendo - in particolare - che ai docenti precari assunti nel 2015 venga data la possibilità di scegliere di continuare a insegnare nelle scuola paritarie senza perdere il posto in graduatoria, "questo per dare continuità didattica ed educativa". Tra le altre cose è stato chiesto che il limite di 400 euro di spesa da detrarre per ogni studente che frequenta le scuole paritarie venga esteso a 4mila euro.
Dello stesso parere il Movimento italiano genitori che sottolineato come debba essere data a tutti gli effetti "libertà di scelta educativa dei genitori con il pieno ingresso delle paritarie nel sistema".
Dall'Associazione genitori di omosessuali e dall'Associazione famiglie adottive è arrivata invece la richiesta di "un piano formativo inclusivo" è - in particolare - la promozione del volontariato a scuola. Infine la Federazione italiana per il superamento dell'handicap ha chiesto, tra le altre cose, di "intervenire sulla tempistica per la nomina degli insegnanti di sostegno affinché queste avvengano al massimo entro settembre"
Tornare in alto Andare in basso
Aresgr



Messaggi : 2235
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioOggetto: Re: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Mer Mag 27, 2015 6:20 pm

scusate vorrei capire: le associazioni sindacali maggiori hanno indetto uno sciopero della prima ora degli scrutini non di classi terminali: all'atto pratico che significa? si deve presentarsi alla seconda ora prevista dello scrutinio (se si aderisce allo sciopero ovviamente) oppure non si va a scuola e basta??? e gli scrutini successivi della giornata saltano automaticamente dopo il primo oppure potrebbero essere ritardati di un'ora o due ma svolgersi comunque nella giornata fissata?
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Gio Mag 28, 2015 2:47 pm

DdL, giovedì 28 maggio in 30 città si torna in piazza per dire no

Dal fermento che si riscontra on line, si prevedono dei flash mob partecipati. Assieme a docenti, studenti, famiglie e cittadini – tutti chiamati a vestirsi di rosso - ci saranno anche alcuni rappresentanti politici. Ad iniziare dal Movimento 5 Stelle.

http://www.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/ddl-giovedi-28-maggio-in-30-citta-si-torna-in-piazza-per-dire-no.flc
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Gio Mag 28, 2015 2:49 pm

DDL scuola: il 28 maggio in bicicletta a Modena

L’appuntamento è alle ore 18 al Parco Amendola (parcheggio di Via Panni). Il percorso si concluderà a Piazza Mazzini dove si svolgerà il flash mob: “Vestiti di rosso con il nostro libro preferito”.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"   Gio Mag 28, 2015 2:57 pm

Scuola, nuova protesta dei docenti
“Sciopero” dei libri di testo

http://www.retenews24.it/rtn24/economia/scuola-nuova-protesta-dei-docenti-sciopero-dei-libri-di-testo/

Il mondo della scuola continua a mobilitarsi contro il governo Renzi e la riforma approvata dalla Camera dei Deputati, la cosiddetta #BuonaScuola. Dopo le manifestazioni di piazza, i flash mob, le assemblee, il blocco degli scrutini, arriva ora lo “sciopero” dei libri di testo.

L’iniziativa è stata presa dal Collegio dei docenti dell’Istituto Comprensivo “Via Delle Carine”, nel centro di Roma e a due passi dal Colosseo. Il collegio ha votato “la sospensione delle adozioni dei libri di testo per il plesso medie e si è pronunciato sulle dimissioni da tutti gli incarichi relativi al Fondo d’Istituto, in virtù dello stato di agitazione contro l’approvazione del Ddl 2994 detto ‘La buona scuola'”.

In sostanza, per il prossimo anno scolastico nessun alunno della scuola comprerà libri ma userà quelli lasciati in “eredità” da chi frequenta quest’anno. Il collegio dei docenti ha quindi inviato una mail ai rappresentanti dei genitori della scuola media ‘Mazzini’, annunciando di aver deciso “la non adozione di libri di testo per il prossimo anno 2015-2016 (scuola media). Questo significa che i genitori della scuola non devono comprare libri di testo di nessun tipo per il prossimo anno scolastico”. “I professori – prosegue il collegio dei docenti – chiedono solidarietà e l’aiuto di tutti i genitori della Mazzini, secondo questa procedura: affinché nessun genitore compri più libri di testo, occorre che ogni alunno (soprattutto ogni famiglia) accetti di lasciare i propri libri alla scuola, così che possano usufruirne gli alunni dell’anno successivo. In questo modo, tutti gli alunni della terza media lasciano i libri agli alunni dell’attuale seconda, che li utilizzeranno il prossimo anno; tutti quelli della seconda li lasceranno agli alunni che adesso si trovano in prima, e che l’anno prossimo saranno in seconda; tutti quelli che attualmente sono in prima li lasceranno agli alunni che l’anno prossimo cominceranno le nuove prime”.
Tornare in alto Andare in basso
 
La lotta non si fermerà: dopo il flash mob 23 aprile e lo sciopero 24 aprile, sciopero epocale del 5 maggio, mezzo milione 80% di partecipanti si va verso il blocco degli scrutini, occupazioni, sciopero a oltranza – “noi non vi votiamo"
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Dopo 1 aborto su grav. naturale
» Ciclo dopo iperstimolazione...
» il dopo pick up
» dopo il negativo il ciclo
» dopo il parto....gambe pesanti....

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: