Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 La "durezza del vivere"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 10:51 am

Credo che la filosofia che guida la "buona scuola" sia ben sintetizzata da questa citazione di Padoa Schioppa del 2003:

"Nell'Europa continentale, un programma completo di riforme strutturali deve oggi spaziare nei campi delle pensioni, della sanità, del mercato del lavoro, della scuola e in altri ancora. Ma dev' essere guidato da un unico principio: attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l'individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità."

(fonte: Corriere della Sera)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 11:46 am

Ottima e interessante citazione.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:02 pm

Babbeus ha scritto:
Credo che la filosofia che guida la "buona scuola" sia ben sintetizzata da questa citazione di Padoa Schioppa del 2003:

"Nell'Europa continentale, un programma completo di riforme strutturali deve oggi spaziare nei campi delle pensioni, della sanità, del mercato del lavoro, della scuola e in altri ancora. Ma dev' essere guidato da un unico principio: attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l'individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità."

(fonte: Corriere della Sera)

Si spero non riposi bene e si giri molto! Facile parlare in questo modo quando si è governati da corrotti e corruttori, da mazzettari da combattimento da mafiosi e massoni da evasori fiscali e parassiti vari quali la nostra classe politica tutta e attaccato al loro gonnellino quella finanziare ed imprenditoriale (o se volete il contrario).
Iniziassero loro a dare il buon esempio e poi vediamo il resto.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:11 pm

luce83 ha scritto:
Babbeus ha scritto:
Credo che la filosofia che guida la "buona scuola" sia ben sintetizzata da questa citazione di Padoa Schioppa del 2003:

"Nell'Europa continentale, un programma completo di riforme strutturali deve oggi spaziare nei campi delle pensioni, della sanità, del mercato del lavoro, della scuola e in altri ancora. Ma dev' essere guidato da un unico principio: attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l'individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità."

(fonte: Corriere della Sera)

Si spero non riposi bene e si giri molto! Facile parlare in questo modo quando si è governati da corrotti e corruttori, da mazzettari da combattimento da mafiosi e massoni da evasori fiscali e parassiti vari quali la nostra classe politica tutta e attaccato al loro gonnellino quella finanziare ed imprenditoriale (o se volete il contrario).
Iniziassero loro a dare il buon esempio e poi vediamo il resto.

In realtà lui sta parlando dell'europa continentale nella sua interezza e del suo welfare. L'idea è che il welfare sia da smantellare a prescindere, sia negli stati viziosi che negli stati virtuosi (ammesso che abbia senso dare un giudizio morale).


Ultima modifica di Babbeus il Sab Mag 23, 2015 12:12 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:12 pm

Babbeus ha scritto:
Credo che la filosofia che guida la "buona scuola" sia ben sintetizzata da questa citazione di Padoa Schioppa del 2003:

"Nell'Europa continentale, un programma completo di riforme strutturali deve oggi spaziare nei campi delle pensioni, della sanità, del mercato del lavoro, della scuola e in altri ancora. Ma dev' essere guidato da un unico principio: attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l'individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità."

(fonte: Corriere della Sera)

Vedo che la gente si sta svegliando.
E' l'ennesima prova che queste riforme sono state programmate da tempo per peggiorare tutte le nostre condizioni di vita. Lo scopo di un governo dovrebbe essere quello di cercare di garantire la felicità della sua popolazione, ovviamente nei limiti del possibile, non cercare in tutti i modi di aumentare i problemi di questo già disgraziato pianeta.

E non finiranno qua... continuano a parlare di riforme, continueranno senza sosta, finché qualcuno non li fermerà.
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:14 pm

Babbeus ha scritto:
luce83 ha scritto:
Babbeus ha scritto:
Credo che la filosofia che guida la "buona scuola" sia ben sintetizzata da questa citazione di Padoa Schioppa del 2003:

"Nell'Europa continentale, un programma completo di riforme strutturali deve oggi spaziare nei campi delle pensioni, della sanità, del mercato del lavoro, della scuola e in altri ancora. Ma dev' essere guidato da un unico principio: attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l'individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità."

(fonte: Corriere della Sera)

Si spero non riposi bene e si giri molto! Facile parlare in questo modo quando si è governati da corrotti e corruttori, da mazzettari da combattimento da mafiosi e massoni da evasori fiscali e parassiti vari quali la nostra classe politica tutta e attaccato al loro gonnellino quella finanziare ed imprenditoriale (o se volete il contrario).
Iniziassero loro a dare il buon esempio e poi vediamo il resto.

In realtà lui sta parlando dell'europa continentale nella sua interezza e del suo welfare. L'idea è che il welfare sia da smantellare a prescindere, sia negli stati viziosi che negli stati virtuosi (ammesso che abbia senso dare un giudizio morale).

Si vero.
Tuttavia, credo che luce83 intendesse dire che il welfare serve alla gente comune. Chi è al vertice, spesso per motivi non così limpidi e puliti, come corruzione, mazzette, mafia, ecc... ecc..., non ha bisogno di particolari protezioni, si arrangia da se.
Per questo motivo tagliano welfare e diritti così impunemente senza problemi, tanto loro con i soldi si possono comprare ciò che i comuni mortali non possono.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:17 pm

Dice sciocchezze clamorose comunque, sistemi virtuosi hanno sistemi sociali che funzionano alla grande!.
Il problema è la globalizzazione eventualmente, l'aver permesso alle multinazionali di fare contratti in Italia o Europa che sia, produrre nel secondo o terzo mondo e portare via gli utili dalle nostre nazioni.
Chiaro che ora questi geni vogliono equiparare i nostri diritti e salari a quelli dei paesi del secondo e terzo mondo.
Ma andassero a quel paese loro e le multinazionali e prendesse un colpo a tutti i loro proprietari vedreste come staremmo meglio.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:22 pm

quello che mi sembra davvero contronatura è che personaggi alla padoa schioppa, monti, fornero siano stati appoggiati dalla sinistra
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:24 pm

ufo infatti questa non è la sinistra, questi sono lacchè dei gruppi di pressione. hanno solo il nome di un partito della sinistra (morto)

era più di sinistra il duce che l'attuale governo vedi Job Act e riforma della scuola solo per prendere due esempi clamorosi.
Tornare in alto Andare in basso
raganella



Messaggi : 2039
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:27 pm

luce83 ha scritto:
ufo infatti questa non è la sinistra, questi sono lacchè dei gruppi di pressione. hanno solo il nome di un partito della sinistra (morto)

condivido in pieno

era più di sinistra il duce che l'attuale governo vedi Job Act e riforma della scuola solo per prendere due esempi clamorosi.

esagerata :)))


Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:29 pm

raganella ha scritto:
luce83 ha scritto:
ufo infatti questa non è la sinistra, questi sono lacchè dei gruppi di pressione. hanno solo il nome di un partito della sinistra (morto)

condivido in pieno

era più di sinistra il duce che l'attuale governo vedi Job Act e riforma della scuola solo per prendere due esempi clamorosi.

esagerata :)))



: D
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:34 pm

dai raganella vedrai che tra poco proporranno e renderanno obbligatorie delle belle rivisitate uniformi balilla ed il coro di fine anno : D. direttore del coro il preside secondo riforma che tanto è capace a fare tutto, valuterà i prof di matematica italiano e anche musica data la sua vasta esperienza in tutti i settori dello scibile umano! W Il Preside onnisciente imposto dal partito!
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:35 pm

raganella ha scritto:
luce83 ha scritto:
era più di sinistra il duce che l'attuale governo vedi Job Act e riforma della scuola solo per prendere due esempi clamorosi.

esagerata :)))


Io non credo più di tanto.
Si, il fascismo vietava ogni diritti civile e di libertà di pensiero, e su questo era terribile.
Però, per quanto riguarda i diritti sociali, sicuramente aveva l'interesse, più che altro per mantenere il consenso popolare, di mantenere certi standard, almeno per l'epoca.
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:50 pm

Di potere Padoa Schioppa ne ha avuto, eppure non mi sembra che abbia fatto qualcosa per "attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l'individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità."

Non ha fatto niente per quelli della sua generazione, mentre per quelli delle generazioni successive, che devono pagare i privilegi (e le pensioni) dei privilegiati, li ha definiti "Bamboccioni".

Non credo ci sia molto da dire su questa persona, se non che "riposi in pace": amministratore delegato delle Generali, lo sarebbe diventato se non avesse fatto parte della lobby ebraica che ha comandato in Generali per più di 150 anni, anche se formalmente erano (e sono) una public company?
E che ha espresso un altro non rimpianto presidente, Antoine Bernheim?

Perché non ha mai spiegato, quando era in vita, dove sono finiti quei corposi pacchetti di azioni Generali posseduti da famiglie ebraiche finite nei campi di concentramento e che, probabilmente, hanno spianato a lui la carica di amministratore delegato e al suo amico Bernheim la carica di Presidente?
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:51 pm

Dimenticavo: è stato uno dei grandi sostenitori dell'euro, ovvero della più grave sciagura che ha colpito l'Europa dopo la seconda guerra mondiale
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 12:55 pm

Alla fine l'antisemitismo vien sempre fuori da qualche parte. Dove sono i moderatori?
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 1:00 pm

Sarei io antisemita? Guarda che sono sempre stato un sostenitore di Israele!
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 1:05 pm

L'altro fiore all'occhiello della finanza italiana, la Banca Commerciale Italiana, era stata fondata anch'essa dalle ricche famiglie ebraiche, e finché comandavano loro la Comit era più prestigiosa della Deutsche Bank. Adesso la Comit non esiste più
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 1:13 pm

Dare un giudizio non entusiastico di Padoa Schioppa non vuol dire, mi permetto di osservare, essere antisemita.
Molte volte ho dato un giudizio negativo della Gelmini e di Tremonti: non vuol dire essere contro i lombardi, dato che sono lombardo anch'io:-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 1:16 pm

non vedo nulla di antisemita udl in quello che scrivi
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 1:16 pm

MMM ha scritto:
Alla fine l'antisemitismo vien sempre fuori da qualche parte. Dove sono i moderatori?

Spiegati meglio
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 1:22 pm

MMM ha scritto:
Alla fine l'antisemitismo vien sempre fuori da qualche parte. Dove sono i moderatori?

Non vedo dove UDL sia antisemita.
Ha solo effettuato un analisi storica del personaggio Padoa Schioppa. Perché vedere il marcio dovunque, anche dove non c'è? Oppure è un modo indiretto per provare a censurare il suo pensiero?
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 1:22 pm

udl ha scritto:
Dare un giudizio non entusiastico di Padoa Schioppa non vuol dire, mi permetto di osservare, essere antisemita.
Molte volte ho dato un giudizio negativo della Gelmini e di Tremonti: non vuol dire essere contro i lombardi, dato che sono lombardo anch'io:-)

Appunto.
Concordo.
Tornare in alto Andare in basso
kappa27



Messaggi : 733
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 1:29 pm

lasciate perdere MMM è un provocatore che le spara grosse. Basta guardare i suoi post.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6145
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 2:15 pm

Traduco il messaggio di Padoa Schioppa in termini spicci:

Citazione :
"la condizione naturale della specie umana dovrebbe essere quella di crepare di fame e di essere alla mercé di tutti i soprusi del primo prepotente che passa senza poter rivendicare la difesa di alcun diritto;

è sempre stato così per tutta la storia dell'umanità, e quindi è giusto che continui ad essere così a oltranza;

solo per una manciatina d'anni recentissimi abbiamo voluto fare i capricciosi e pretendere delle sicurezze e delle tutele che in realtà non dovevano spettarci;

e adesso dobbiamo accorgerci di aver sbagliato, pentirci di aver sbagliato e tornare alla situazione di prima, perché la legge di natura dice che il mondo deve girare così.

Ma mi raccomando, si dovrà tornare a tale stato di natura solo DOPO che sarò morto io, e che i miei figli e nipoti saranno sistemati a sufficienza"
.

Tornare in alto Andare in basso
 
La "durezza del vivere"
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» A volte, come oggi, mi sembra di vivere un sogno
» mi sembra di vivere la vita di un' altra
» Vivere negli Emirati Arabi Uniti
» William Blake
» perche siete atei??

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: