Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 La "durezza del vivere"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 10:51 am

Promemoria primo messaggio :

Credo che la filosofia che guida la "buona scuola" sia ben sintetizzata da questa citazione di Padoa Schioppa del 2003:

"Nell'Europa continentale, un programma completo di riforme strutturali deve oggi spaziare nei campi delle pensioni, della sanità, del mercato del lavoro, della scuola e in altri ancora. Ma dev' essere guidato da un unico principio: attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l'individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità."

(fonte: Corriere della Sera)
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
raganella



Messaggi : 2039
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 2:22 pm

MMM ha scritto:
Alla fine l'antisemitismo vien sempre fuori da qualche parte. Dove sono i moderatori?

Mammaaa!
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 2:43 pm

Ci mancano solo le loby ebraiche e siamo a posto! Invece di attribuire responsabilità a un morto, ognuno di noi pensi un po' a quel che ha fatto il giorno delle primarie del Pd che hanno dato come rislutato l'elezione di Renzi. Io il mio no a tale individuo e alla minaccia che ritenevo nascondesse all'epoca l'ho detto. Molti di quelli che ora se la prendono con "l'Europa" forse no.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6118
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 2:48 pm

Io (che in generale sono contraria alle primarie perché le ritengo una buffonata, e che quindi non ero andata a votare a quelle precedenti e non ho mai avuto intenzione di andare alle successive)... invece a quell'edizione delle primarie, e solo a quella, ci sono andata apposta esclusivamente per votare CONTRO Renzi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 2:50 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Io (che in generale sono contraria alle primarie perché le ritengo una buffonata, e che quindi non ero andata a votare a quelle precedenti e non ho mai avuto intenzione di andare alle successive)... invece a quell'edizione delle primarie, e solo a quella, ci sono andata apposta esclusivamente per votare CONTRO Renzi.
Esattamente quello che ho fatto io. Allo scopo ho persino regalato 2 euro al Pd...
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 2:51 pm

Robert Bruce ha scritto:
MMM ha scritto:
Alla fine l'antisemitismo vien sempre fuori da qualche parte. Dove sono i moderatori?

Non vedo dove UDL sia antisemita.
Ha solo effettuato un analisi storica del personaggio Padoa Schioppa. Perché vedere il marcio dovunque, anche dove non c'è? Oppure è un modo indiretto per provare a censurare il suo pensiero?
Ti assicuro che leggere certe cose non è simpatico.
Tornare in alto Andare in basso
raganella



Messaggi : 2039
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 3:00 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Io (che in generale sono contraria alle primarie perché le ritengo una buffonata, e che quindi non ero andata a votare a quelle precedenti e non ho mai avuto intenzione di andare alle successive)... invece a quell'edizione delle primarie, e solo a quella, ci sono andata apposta esclusivamente per votare CONTRO Renzi.

Io ho fatto la stessa cosa
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1845
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 3:29 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Traduco il messaggio di Padoa Schioppa in termini spicci:

Citazione :
"la condizione naturale della specie umana dovrebbe essere quella di crepare di fame e di essere alla mercé di tutti i soprusi del primo prepotente che passa senza poter rivendicare la difesa di alcun diritto;

è sempre stato così per tutta la storia dell'umanità, e quindi è giusto che continui ad essere così a oltranza;

solo per una manciatina d'anni recentissimi abbiamo voluto fare i capricciosi e pretendere delle sicurezze e delle tutele che in realtà non dovevano spettarci;

e adesso dobbiamo accorgerci di aver sbagliato, pentirci di aver sbagliato e tornare alla situazione di prima, perché la legge di natura dice che il mondo deve girare così.

Ma mi raccomando, si dovrà tornare a tale stato di natura solo DOPO che sarò morto io, e che i miei figli e nipoti saranno sistemati a sufficienza"
.


Mi sembra che sia questa la migliore traduzione del Padoa-Schioppa pensiero, soprattutto l'ultima frase, in cui si auspica un tale stato di natura SOLO DOPO la sistemazione delle successive 10 generazioni dell'ex amministratore delegato delle Generali
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6118
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 3:42 pm

Francamente nemmeno lo sapevo, se Padoa Schioppa fosse di origini ebraiche o no.
E lo considero del tutto irrilevante.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lurk



Messaggi : 818
Data d'iscrizione : 14.04.15

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 3:59 pm

Padoa Schioppa!? Quello che i giovani italiani sono tutti mammoni?

Con tutto il rispetto per la sua memoria, ennesimo solone dell'economia, tanto genio da non riuscire a capire che un giovane privo di prospettive a medio termine non può permettersi di staccarsi dal cordone ombelicale.

Una prece, per fortuna prima o poi finiamo tutti a dar da mangiare ai foridi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6118
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 4:12 pm

lurk ha scritto:
Una prece, per fortuna prima o poi finiamo tutti a dar da mangiare ai foridi.

E daje, questa è come la battuta tipica che uso io con gli studenti grandi, maggiorenni e maturi:"siete tanto maturi da diventare una coltura di drosofile".

Non nel senso che loro siano moscerini, ma proprio nel senso che loro siano talmente maturi da essere assimilabili a una cesta di frutta molto matura abbandonata in un ambiente caldo e umido, in cui insorge automaticamente una colonia di moscerini...

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lurk



Messaggi : 818
Data d'iscrizione : 14.04.15

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 4:43 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
lurk ha scritto:
Una prece, per fortuna prima o poi finiamo tutti a dar da mangiare ai foridi.

E daje, questa è come la battuta tipica che uso io con gli studenti grandi, maggiorenni e maturi:"siete tanto maturi da diventare una coltura di drosofile".

Non nel senso che loro siano moscerini, ma proprio nel senso che loro siano talmente maturi da essere assimilabili a una cesta di frutta molto matura abbandonata in un ambiente caldo e umido, in cui insorge automaticamente una colonia di moscerini...

L.

Bellissima, questa me la devo ricordare! Posso riciclarla? Se vuoi ti pago le royalty.
Però solo in natura. Un pugno di mosche va bene? :-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15763
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 5:07 pm

luce83 ha scritto:
Babbeus ha scritto:
Credo che la filosofia che guida la "buona scuola" sia ben sintetizzata da questa citazione di Padoa Schioppa del 2003:

"Nell'Europa continentale, un programma completo di riforme strutturali deve oggi spaziare nei campi delle pensioni, della sanità, del mercato del lavoro, della scuola e in altri ancora. Ma dev' essere guidato da un unico principio: attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l'individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità."

(fonte: Corriere della Sera)

Si spero non riposi bene e si giri molto! Facile parlare in questo modo quando si è governati da corrotti e corruttori, da mazzettari da combattimento da mafiosi e massoni da evasori fiscali e parassiti vari quali la nostra classe politica tutta e attaccato al loro gonnellino quella finanziare ed imprenditoriale (o se volete il contrario).
Iniziassero loro a dare il buon esempio e poi vediamo il resto.
1) Ha ragione Padoa Schioppa, le civiltà si succedono perchè quelle "precedenti" vanno in decadenza e quelle "successive" le soppiantano; vi ricordo che i romani hanno soppiantato i greci che al loro apice erano meglio ed i barbari hanno soppiantato i romani, che al loro apice erano meglio.
Fra un po' assisteremo agli orientali che soppianteranno gli europeri, che al loro apice erano meglio.
Tornare alle origini ci allungherebbe la vita.

2) Forse siamo noi che dobbiamo iniziare a dare ai politici il buon esempio, togliendogli a forza i loro privilegi; come ? Se lo dicessi apertamente sarebbe istigazione a delinquere.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lurk



Messaggi : 818
Data d'iscrizione : 14.04.15

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 5:13 pm

avidodinformazioni ha scritto:
2) Forse siamo noi che dobbiamo iniziare a dare ai politici il buon esempio, togliendogli a forza i loro privilegi; come ? Se lo dicessi apertamente sarebbe istigazione a delinquere.

Tiro a indovinare: entrare in politica e candidarsi per rubargli i privilegi?
Dicono sia competizione politica, non delinquenza.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 5:20 pm

avidodinformazioni ha scritto:
luce83 ha scritto:
Babbeus ha scritto:
Credo che la filosofia che guida la "buona scuola" sia ben sintetizzata da questa citazione di Padoa Schioppa del 2003:

"Nell'Europa continentale, un programma completo di riforme strutturali deve oggi spaziare nei campi delle pensioni, della sanità, del mercato del lavoro, della scuola e in altri ancora. Ma dev' essere guidato da un unico principio: attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l'individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità."

(fonte: Corriere della Sera)

Si spero non riposi bene e si giri molto! Facile parlare in questo modo quando si è governati da corrotti e corruttori, da mazzettari da combattimento da mafiosi e massoni da evasori fiscali e parassiti vari quali la nostra classe politica tutta e attaccato al loro gonnellino quella finanziare ed imprenditoriale (o se volete il contrario).
Iniziassero loro a dare il buon esempio e poi vediamo il resto.
1) Ha ragione Padoa Schioppa, le civiltà si succedono perchè quelle "precedenti" vanno in decadenza e quelle "successive" le soppiantano; vi ricordo che i romani hanno soppiantato i greci che al loro apice erano meglio ed i barbari hanno soppiantato i romani, che al loro apice erano meglio.
Fra un po' assisteremo agli orientali che soppianteranno gli europeri, che al loro apice erano meglio.
Tornare alle origini ci allungherebbe la vita.

2) Forse siamo noi che dobbiamo iniziare a dare ai politici il buon esempio, togliendogli a forza i loro privilegi; come ? Se lo dicessi apertamente sarebbe istigazione a delinquere.


1. la translatio imperii mi pare una teoria un tantino datata, la maneggerei con cura nel ventunesimo secolo!
Per il punto 2 mi spingerei oltre: gli italiani hanno dei politici corrotti perché sono altamente corruttibili. Se non li obbligano, molti virtuosi connazionali si mettono su piazza col cartellino al collo. La morale pubblica da noi è bassissima. Siamo purtroppo fermi a Machiavelli e Leopardi. Pretendere poi che chi vive guardando al proprio ombelico (al "particulare" per dirla con un altro che aveva già capito tutto) faccia la rivoluzione in nome di tutti mi pare, allo stato dei fatti, surreale
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 5:22 pm

lurk ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
2) Forse siamo noi che dobbiamo iniziare a dare ai politici il buon esempio, togliendogli a forza i loro privilegi; come ? Se lo dicessi apertamente sarebbe istigazione a delinquere.

Tiro a indovinare: entrare in politica e candidarsi per rubargli i privilegi?
Dicono sia competizione politica, non delinquenza.


l'espressione la dice tutta
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 5:25 pm

udl ha scritto:
Non credo ci sia molto da dire su questa persona, se non che "riposi in pace": amministratore delegato delle Generali, lo sarebbe diventato se non avesse fatto parte della lobby ebraica che ha comandato in Generali per più di 150 anni, anche se formalmente erano (e sono) una public company?

Serve altro? Evidentemente sì, il che è tutto dire..
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 5:59 pm

avidodinformazioni ha scritto:

1) Ha ragione Padoa Schioppa, le civiltà si succedono perchè quelle "precedenti" vanno in decadenza e quelle "successive" le soppiantano; vi ricordo che i romani hanno soppiantato i greci che al loro apice erano meglio ed i barbari hanno soppiantato i romani, che al loro apice erano meglio.
Fra un po' assisteremo agli orientali che soppianteranno gli europeri, che al loro apice erano meglio.
Tornare alle origini ci allungherebbe la vita.

Non mi risulta sia in corso una guerra o un'invasione di un popolo asiatico che impone nuove istituzioni con la forza come avveniva negli esempi citati.
Non mi pare neppure di individuare alcun asiatico nella cerchia dei poteri economici e politici che stanno spingendo per lo smantellamento progressivo di tutte le conquiste sociali in europa.

Citazione :

2) Forse siamo noi che dobbiamo iniziare a dare ai politici il buon esempio, togliendogli a forza i loro privilegi; come ? Se lo dicessi apertamente sarebbe istigazione a delinquere.

I politici sono esecutori di mandanti con più privilegi di loro, primo fra tutti quello di non essere esposti all'ira del popolo che stanno sottomettendo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6118
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 6:02 pm

per MMM: ti pregherei di farla finita con le polemiche pretestuose.

E' evidente che la buonanima di Tommaso Padoa Schioppa abbia davvero fatto parte di una lobby che ha avuto per decenni come obiettivo primario quella di *mettercelo in tasca* e di peggiorare le nostre condizioni di vita (e non intendo "noi" come insegnanti, ma come la stragrande maggioranza dlela gente comune che non fa parte dell'elite raccomandata).

Che poi questa lobby sia condizionata da un tocco ebraico o no, nun me ne puo' fregà 'dde meno.

La lobby oggettivamente esiste e ci ha causato dei danni gravissimi... che sia ebraica, cattolica, buddista, marxista, gnostica, teosofica, steineriana, caodaista o seguace di QUELO, è del tutto irrilevante.

Ma che, per paura di essere accusati di antisemitismo, non si debba dire che la lobby esiste, mi sembra pericolosamente affine alla censura preventiva.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 6:26 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
per MMM: ti pregherei di farla finita con le polemiche pretestuose.

E' evidente che la buonanima di Tommaso Padoa Schioppa abbia davvero fatto parte di una lobby che ha avuto per decenni come obiettivo primario quella di *mettercelo in tasca* e di peggiorare le nostre condizioni di vita (e non intendo "noi" come insegnanti, ma come la stragrande maggioranza dlela gente comune che non fa parte dell'elite raccomandata).

Che poi questa lobby sia condizionata da un tocco ebraico o no, nun me ne puo' fregà 'dde meno.

La lobby oggettivamente esiste e ci ha causato dei danni gravissimi... che sia ebraica, cattolica, buddista, marxista, gnostica, teosofica, steineriana, caodaista o seguace di QUELO, è del tutto irrilevante.

Ma che, per paura di essere accusati di antisemitismo, non si debba dire che la lobby esiste, mi sembra pericolosamente affine alla censura preventiva.

L.

Concordo totalmente.
Qui si cerca di censurare il libero pensiero!
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1845
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 6:35 pm

MMM ha scritto:
udl ha scritto:
Non credo ci sia molto da dire su questa persona, se non che "riposi in pace": amministratore delegato delle Generali, lo sarebbe diventato se non avesse fatto parte della lobby ebraica che ha comandato in Generali per più di 150 anni, anche se formalmente erano (e sono) una public company?

Serve altro? Evidentemente sì, il che è tutto dire..

Guarda che la lobby ebraica esiste, come esiste la lobby dei viticoltori, la lobby degli avvocati, la lobby degli italiani in America, la lobby, perche' no, degli insgnanti...
Il termine "lobby" non e' spregiativo, indica un insieme di persone accomunate da qualcosa (professione, religione, nazionalita') che tendono a fare il loro interesse, e' una cosa fisiologica.
Per quanto riguarda i non trascurabili interessi che persone di origine e razza ebraica hanno nel mondo della finanza, personalmente non ci trovo nulla di negativo o strano: come ho detto, in tutto il mondo persone accomunate dalla stessa nazionalita' tendono a fare il loro interesse di comunita': lo fanno gli italiani, i francesi, i tedeschi, gli statunitensi ecc. ecc. fino ad arrivare, appunto, agli israeliani. Probabilmente avrei dovuto scrivere israeliani, sarebbe stato piu' "politicamente corretto".
Un'ultima notazione, mi permetto di fare: qualche anno fa ho avuto la fortuna di conoscere, e di parlare molto, con una persona che ha lavorato a lungo in Goldman Sachs a New York, la principale banca d'affari mondiale, dove faceva il market maker sui derivati su alcuni titoli dello S&P. Questa persona, oltre a darmi alcune spiegazioni "non convenzionali" sui derivati, mi ha parlato dell'influenza che le varie "lobby" hanno nel mondo della finanza, che si riflettono poi nella politica, nella societa' ecc. ecc.
In base a quello che mi disse questa persona l'operato di Goldman Sachs non e' insensibile agli interessi israeliani: dicendo questo a me sembra di scoprire l'acqua calda, non di fare affermazioni antisemite
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15763
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 6:47 pm

MMM ha scritto:
udl ha scritto:
Non credo ci sia molto da dire su questa persona, se non che "riposi in pace": amministratore delegato delle Generali, lo sarebbe diventato se non avesse fatto parte della lobby ebraica che ha comandato in Generali per più di 150 anni, anche se formalmente erano (e sono) una public company?

Serve altro? Evidentemente sì, il che è tutto dire..
http://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_di_pressione

"Un gruppo di pressione (in lingua inglese lobby), è un gruppo organizzato di persone che cerca di influenzare dall'esterno le istituzioni per favorire particolari interessi"

Il popolo eletto, prescelto da Dio, che oltre ad essere un gruppo religioso è anche un gruppo di discendenti di Giacobbe (ovvero una grande famiglia), tendenzialmente (non assolutamente) chiuso a rimescolamenti con altre fedi, è indubbiamente un gruppo di persone, sa fare i propri interessi (credo che nessuno abbia da obiettare) ed essendo umani certamente cercheranno di influenzare dall'esterno le istituzioni (come minimo attraverso leciti finanziamenti privati ai partiti).

Non è una lobby ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 6:53 pm

udl ha scritto:
Guarda che la lobby ebraica esiste, come esiste la lobby dei viticoltori, la lobby degli avvocati, la lobby degli italiani in America, la lobby, perche' no, degli insgnanti...
Il termine "lobby" non e' spregiativo, indica un insieme di persone accomunate da qualcosa (professione, religione, nazionalita') che tendono a fare il loro interesse, e' una cosa fisiologica.
Per quanto riguarda i non trascurabili interessi che persone di origine e razza ebraica hanno nel mondo della finanza, personalmente non ci trovo nulla di negativo o strano: come ho detto, in tutto il mondo persone accomunate dalla stessa nazionalita' tendono a fare il loro interesse di comunita': lo fanno gli italiani, i francesi, i tedeschi, gli statunitensi ecc. ecc. fino ad arrivare, appunto, agli israeliani. Probabilmente avrei dovuto scrivere israeliani, sarebbe stato piu' "politicamente corretto".
Un'ultima notazione, mi permetto di fare: qualche anno fa ho avuto la fortuna di conoscere, e di parlare molto, con una persona che ha lavorato a lungo in Goldman Sachs a New York, la principale banca d'affari mondiale, dove faceva il market maker sui derivati su alcuni titoli dello S&P. Questa persona, oltre a darmi alcune spiegazioni "non convenzionali" sui derivati, mi ha parlato dell'influenza che le varie "lobby" hanno nel mondo della finanza, che si riflettono poi nella politica, nella societa' ecc. ecc.
In base a quello che mi disse questa persona l'operato di Goldman Sachs non e' insensibile agli interessi israeliani: dicendo questo a me sembra di scoprire l'acqua calda, non di fare affermazioni antisemite

E allora insisti! Fate un po' voi...

http://en.wikipedia.org/wiki/Jewish_lobby#Viewed_as_antisemitic_and.2For_pejorative

http://it.wikipedia.org/wiki/Lobby_ebraica


Ultima modifica di MMM il Sab Mag 23, 2015 6:55 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6118
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 6:54 pm

udl ha scritto:

Per quanto riguarda i non trascurabili interessi che persone di origine e razza ebraica hanno nel mondo della finanza, personalmente non ci trovo nulla di negativo o strano

Probabilmente avrei dovuto scrivere israeliani, sarebbe stato piu' "politicamente corretto".

Per favore, piantala di dire fesserie tali da rischiare di far chiudere il thread, che invece era interessante.

Ebrei e israeliani non sono affatto la stessa cosa.

Il mondo è pieno di individui di origini ebraiche che non sono cittadini dello stato di Israele e che non sono interessati a diventarlo.

Per contro, esistono anche cittadini dello stato di Israele (in parte per scelta, in parte per forza) che NON sono ebrei.

Inoltre: le "razze" umane non esistono, ma non esistono nemmeno le "razze" di altre specie animali secondo la terminologia utilizzata dai biologi.

L'unico uso attestato della parola "razza", in italiano, è in zootecnia, e significa varietà ARTIFICIALI di animali di allevamento selezionate apposta.

Nessun naturalista si sognerebbe di parlare di "una razza di lucertole" o di "una razza di orsi", anche parlando di specie in cui le varietà naturali esistono.

Per gli umani, nemmeno esistono.

E quindi non esiste nemmeno la "razza" ebraica (tanto è vero che qualche anno fa uscì un articolo scientifico scritto da genetisti, che dimostrava che la distribuzione di marcatori genetici degli ebrei del Medio Oriente era IDENTICA a quella delle altre popolazioni del Medio Oriente non ebraiche, compresi palestinesi arabi, e sollevò un putiferio che la metà basta).

Quindi, per favore, lasciamo perdere l'appartenenza razziale delle persone, e concentriamoci sui CONTENUTI di ciò che le persone affermano, che sono molto più importanti.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 6:58 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
per MMM: ti pregherei di farla finita con le polemiche pretestuose.

Spero che ora almeno ti sembrino meno "pretestuose"...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: La "durezza del vivere"   Sab Mag 23, 2015 7:00 pm

"Che razza di discorsi", lo posso dire?
Tornare in alto Andare in basso
 
La "durezza del vivere"
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» A volte, come oggi, mi sembra di vivere un sogno
» mi sembra di vivere la vita di un' altra
» Vivere negli Emirati Arabi Uniti
» William Blake
» perche siete atei??

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: