Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Gio Giu 04, 2015 2:34 pm

Promemoria primo messaggio :

http://waltertocci.blogspot.it/2015/06/la-mancata-riforma-della-scuola.html
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
gugu



Messaggi : 25644
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Gio Giu 04, 2015 9:29 pm

Stellastellina1975 ha scritto:
P.S. (poi chiudo qui la questione):

Praticamente state ammettendo che qualsiasi riforma del governo, anche la più sensata ed onesta, provocherebbe scioperi e polemiche da parte del mondo della scuola, visto che nemmeno noi sappiamo bene cosa vogliamo?

Complimenti. Allora ribadisco ciò che ho detto prima: ci meritiamo tutto.



Assolutamente sì. L'unica riforma che i docenti accetterebbero è la scuola attuale. Mi pare ovvio. A mio avviso Renzi perde un'occasione per rivoluzionare tutto. Fosse esistita solo la Camera saremmo già del pieno, giustamente, della nuova legge. Speriamo riesca nel suo intento.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Gio Giu 04, 2015 9:44 pm

ufo polemico ha scritto:
http://waltertocci.blogspot.it/2015/06/la-mancata-riforma-della-scuola.html

Tanti, troppi, sono gli spunti costruttivi del discorso di Tocci.
Il primo, che a me preme sottolineare, è il concetto di dignità del corpo docente: "il buon insegnante è quello che innalza il livello d'istruzione, costituisce un esempio per i colleghi ed un ideale civile che accompagna gli studenti nel corso della vita...Nella pratica le disfunzioni più gravi derivano dalla piccola percentuale d'insegnanti che hanno smarrito o non hanno mai avuto l'attitudine al mestiere".
Questa visione del ruolo dei docenti, totalmente condivisibile, ho cercato, nel mio piccolo, di evidenziarla in molti dei miei interventi, e per questo sono stata considerata un" extraterrestre", e non solo da te, caro Ufo.
Non sai quanto mi conforti il fatto che ci sia finalmente chi la pensi come me!
A volte, in giro per la città, mi capita ancora di incrociare  i miei " Guerrieri", fino a qualche tempo fa mi intrattenevo con loro in amabili conversazioni, ma ora, e ormai da qualche anno, li osservo solo da lontano, per non metterli in imbarazzo, sono troppo anziani, potrebbero non riconoscermi, e vorrei evitare loro questo strazio.
Però quando mi capita di incontrarli, mi assale, emozionandomi, il ricordo del loro esempio e  la mia mente corre lontano, viaggiando a ritroso ... fino a circa trenta anni prima...tra quei banchi di scuola.
Sono fiera di loro, e riconosco il privilegio, e al tempo stesso la fortuna, di averli avuti come insegnanti!
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Gio Giu 04, 2015 10:20 pm

Cioè, fammi capire, di un tomo di quasi venti pagine tu hai recepito questa bagatella? Un po' come dire che della Divina Commedia mi piace quella cosa del cammino, perché faccio trekking.

Ma non ti rendi conto che l'analisi di Tocci coincide con la tua in pochissimi e secondarissimi punti, e che è notevolmente più complessa? Poche righe sotto il brano da te sottolineato smitizza il mito delle eccellenze dicendo che "alzando anche di poco i livelli più bassi l'effetto sul sistema è di un ordine di grandezza più alto". Oppure basta leggere l'incipit del punto b) la cultura della valutazione "il ddl rivela una concezione rozza della valutazione come strumento di separazione degli insegnanti che rischia di rafforzare antichi giudizi o ostilità" o quello del punto c) il buon governo della scuola "i nuovi poteri conferiti al dirigente scolastico sono inutili o dannosi".

Ma poi chi accidenti sono questi tuoi "guerrieri"? (la domanda è retorica, non mi interessa minimamente, ed è solo per sottolinearne l'incongruenza rispetto al contesto). Che razza di storie vai cianciando su un forum tematico come questo?
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Gio Giu 04, 2015 10:22 pm

Naturalmente non condivido tutta l'analisi e le conseguenti conclusioni dell'analisi di Tocci.
Penso però che meriti approfondimento la tematica dell'alternanza scuola-lavoro: in particolare non dovrebbe essere declinata come una sorta di sovrapposizione rispetto all'apprendistato, ma dovrebbe invece realizzare una intensa connessione tra saperi e tecniche, una " connessione cognitiva tra due diverse esperienze formative".
L'esempio di Tocci è quello dell'aspirante ragioniere cui sarebbe utile una esperienza negli uffici comunali per ricevere un buon esempio dai funzionari che onorano l'istituzione.
Ma a questo potrebbero aggiungersene tanti altri: penso ad un giorno in tribunale per sperimentare i pregi ed i difetti del nostro sistema giudiziario, nel quale la necessità del garantismo, principio sacrosanto, finisce per essere nella pratica utilizzato a fini strumentali per dilatare enormemente i tempi per la definizione dei procedimenti.
L'insegnamento potrebbe essere che un procedimento giudiziario che impieghi  anche dieci anni per dare risposte a chi chiede tutela delle proprie ragioni, realizza nella pratica un' ingiustizia anche nel caso in cui si dovesse uscirne vincitore , e perciò prima di arrivare ad una definizione giurisdizionale delle liti, sarebbe opportuno ed auspicabile ricorrere alla via transattiva che permette, sia pur attraverso reciproche concessioni, una definizione rapida del contenzioso e la certezza delle situazioni, valore inestimabile al giorno d'oggi.
In quest'ottica il principio dell' alternanza scuola lavoro meriterebbe più di un'attenzione da parte del legislatore.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Gio Giu 04, 2015 10:29 pm

ufo polemico ha scritto:
Cioè, fammi capire, di un tomo di quasi venti pagine tu hai recepito questa bagatella? Un po' come dire che della Divina Commedia mi piace quella cosa del cammino, perché faccio trekking.

Ma non ti rendi conto che l'analisi di Tocci coincide con la tua in pochissimi e secondarissimi punti, e che è notevolmente più complessa? Poche righe sotto il brano da te sottolineato smitizza il mito delle eccellenze dicendo che "alzando anche di poco i livelli più bassi l'effetto sul sistema è di un ordine di grandezza più alto". Oppure basta leggere l'incipit del punto b) la cultura della valutazione "il ddl rivela una concezione rozza della valutazione come strumento di separazione degli insegnanti che rischia di rafforzare antichi giudizi o ostilità" o quello del punto c) il buon governo della scuola "i nuovi poteri conferiti al dirigente scolastico sono inutili o dannosi".

Ma poi chi accidenti sono questi tuoi "guerrieri"? (la domanda è retorica, non mi interessa minimamente, ed è solo per sottolinearne l'incongruenza rispetto al contesto). Che razza di storie vai cianciando su un forum tematico come questo?

Però Ufo, dammi il tempo, non pretendere tutto e subito, se mi servi un banchetto di leccornie, fammi analizzare riflettere e sintetizzare, almeno!
Quello era solo l'inizio, e non era un aspetto secondario,era invece il motivo sotteso a tutta la sua impostazione culturale e alla possibile evoluzione del concetto di buona scuola.
Potrò almeno scegliere da dove cominciare, o vuoi dettarmi anche l'ordine e la tabella di marcia?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 8:19 am

Stellastellina1975 ha scritto:
Ma perché non riesco ad essere chiara?

Ho detto che la riforma dovrebbe essere scritta da un ristretto gruppo di docenti che non antepongono i loro interessi personali (come invece molti docenti fanno), non certo da 1 milione di persone. E ho anche detto che l'unanimità si potrebbe ottenere almeno sull'ossatura generale, ad esempio sull'orario di lavoro, non certamente su "sciocchezze" tipo se le lingue classiche siano morte o no, piuttosto che togliere o aumentare ore di una disciplina invece di un'altra (tanto per citare gli esempi di Avido).

E anche se non ci fosse la piena unanimità, di SICURO una riforma scritta da docenti (però disinteressati) creerebbe polemiche non paragonabili a quelle che ci sono ad ogni riforma da parte del governo.

Ma perché siamo discutendo su una cosa simile? Tanto nessuno ci proporrà mai di riformare la scuola per conto nostro.

Dovrebbe scriverla un ristretto numero di docenti ? Dei rappresentanti ?

Le RSU cosa sono ? Le RSU non sono sempre concordi su tutto e non lo sarebbero neanche i rappresentanti "costituenti".

La LIP sulla scuola è quanto di più vicino esista alla tua ipotesi; in molti punti sa di letterina a Babbo Natale.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 8:25 am

Stellastellina1975 ha scritto:
P.S. (poi chiudo qui la questione):

Praticamente state ammettendo che qualsiasi riforma del governo, anche la più sensata ed onesta, provocherebbe scioperi e polemiche da parte del mondo della scuola, visto che nemmeno noi sappiamo bene cosa vogliamo?

Complimenti. Allora ribadisco ciò che ho detto prima: ci meritiamo tutto.

Qualunque riforma otterrebbe qualche sciopero; alcune riforme ne otterrebbero di più ed altre di meno.

Il numero di scioperi non è strettamente legato alla bontà della riforma.

Se Renzi è realmente convinto di quello che fa allora fa bene ad andare avanti; se noi siamo realmente convinti dell'assurdità della sua opera facciamo benissimo ad ostacolarlo; è la democrazia che funziona così.

Se vuoi fare una riforma devi farti eleggere (o nominare).
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 8:31 am

ufo polemico ha scritto:
Cioè, fammi capire, di un tomo di quasi venti pagine tu hai recepito questa bagatella? Un po' come dire che della Divina Commedia mi piace quella cosa del cammino, perché faccio trekking.
Il libro più bello è "La sacra Bibbia": il settimo giorno mi riposo più che posso.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 8:57 am

Non corrisponde a verità che i docenti non vogliano alcuna riforma: molti di noi hanno firmato per la legge di iniziativa popolare che prevede diverse misure di buon senso nell'ottica di chi insegna, a cominciare dall'aumento degli stanziamenti, oggi totalmente insufficienti per predisporre una didattica di qualità, all'interno di edifici sicuri e sufficientemente dotati di attrezzature, in classi non eccessivamente numerose. E in ogni caso i docenti propenderebbero per una riforma che metta mano ai criteri didattici, ai programmi, alle discipline e non semplicemente votata al risparmio, all'autonomia degli istituti e ad un approccio punitivo nei confronti degli insegnanti.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 9:22 am

ufo polemico ha scritto:
Non corrisponde a verità che i docenti non vogliano alcuna riforma: molti di noi hanno firmato per la legge di iniziativa popolare che prevede diverse misure di buon senso nell'ottica di chi insegna, a cominciare dall'aumento degli stanziamenti, oggi totalmente insufficienti per predisporre una didattica di qualità, all'interno di edifici sicuri e sufficientemente dotati di attrezzature, in classi non eccessivamente numerose. E in ogni caso i docenti propenderebbero per una riforma che metta mano ai criteri didattici, ai programmi, alle discipline e non semplicemente votata al risparmio, all'autonomia degli istituti e ad un approccio punitivo nei confronti degli insegnanti.
Caro Babbo Natale, lo so che i soldi sono pochi e che non te ne puoi prestare (debito pubblico) ma vorrei ugualmente qualche miliarduzzo per passare da 30 a 20 alunni per classe (e tutti sappiamo quanto sia utile); non dire subito che non si può, pensaci bene, ci sono quegli inutili F35 !
Disconosci i precedenti accordi internazionali, fregatene delle missioni di pace (dall'ISIS ci mandiamo i diplomatici) e soprattutto manda a quel paese quelli che vorrebbero dirottarne i risparmi su pensioni, sanità, infrastrutture piccole e grandi.
Se vogliamo uscire dalla crisi dobbiamo investire sui giovani, quindi caro Babbo Natale stringiamo i denti per i prossimi 15 anni (il tempo di laureare un bambino delle elementari, magari in filosofia) e vedrai che poi il PIL schizzerà alle stelle.

Personalmente sono per la riduzione del numero di studenti per classe: dei 30 attuali teniamo i 5 migliori e gli altri fuori dalle scatole ...... senza oneri per l'amministrazione.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 9:36 am

Sul breve termine è forse come dici tu, ma sul lungo termine la scelta di disinvestimento sulla scuola pubblica non paga.
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 9:38 am

ufo polemico ha scritto:
Non corrisponde a verità che i docenti non vogliano alcuna riforma: molti di noi hanno firmato per la legge di iniziativa popolare che prevede diverse misure di buon senso nell'ottica di chi insegna, a cominciare dall'aumento degli stanziamenti, oggi totalmente insufficienti per predisporre una didattica di qualità, all'interno di edifici sicuri e sufficientemente dotati di attrezzature, in classi non eccessivamente numerose. E in ogni caso i docenti propenderebbero per una riforma che metta mano ai criteri didattici, ai programmi, alle discipline e non semplicemente votata al risparmio, all'autonomia degli istituti e ad un approccio punitivo nei confronti degli insegnanti.

Ti quoto in pieno. Era proprio questo che intendevo dire. Ma evidentemente per alcuni è troppo difficile capire anche le affermazioni più ovvie.





Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 9:40 am

ufo polemico ha scritto:
Sul breve termine è forse come dici tu, ma sul lungo termine la scelta di disinvestimento sulla scuola pubblica non paga.

Esatto. Ma alla classe politica non interessano investimenti a lungo termine.


Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 1:17 pm

avidodinformazioni ha scritto:
ufo polemico ha scritto:
Cioè, fammi capire, di un tomo di quasi venti pagine tu hai recepito questa bagatella? Un po' come dire che della Divina Commedia mi piace quella cosa del cammino, perché faccio trekking.
Il libro più bello è "La sacra Bibbia": il settimo giorno mi riposo più che posso.

Avido,vedo che della Bibbia non ti è sfuggito proprio nulla...
E invece non sai quanta parte di te hai disvelato quando hai detto di esserti annoiato leggendo l'incipit dell'analisi e mostrandoti infastidito ( anche se leggo colpito) difronte al concetto, esplicitato da Tocci, sul valore della dignità del buon insegnante, principio che ritengo tu sottoscriva pienamente, nonostante i tuoi maldestri tentativi, come quelli di qualche altro tuo collega, di non renderlo troppo palese e solo perché ammettere di condividerlo vi imbarazzerebbe troppo e questo solo per un fatto di natura squisitamente caratteriale.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6193
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 1:24 pm

Ah, adesso siamo pure all'analisi psicologica di serie C1 a distanza?

La nostra Francesca pretende di sapere meglio dell'interessato come in realtà la pensa l'interessato, e pretende di sapere meglio di lui che cosa "voglia ammettere" e che cosa no?

Non stiamo nemmeno alla frutta, stiamo direttamente al fungo decompositore (ossia, quello che spappola la frutta marcia caduta dall'albero quando non è più buona nemmeno per i topi e per gli insetti).
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 1:39 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ah, adesso siamo pure all'analisi psicologica di serie C1 a distanza?

La nostra Francesca pretende di sapere meglio dell'interessato come in realtà la pensa l'interessato, e pretende di sapere meglio di lui che cosa "voglia ammettere" e che cosa no?

Non stiamo nemmeno alla frutta, stiamo direttamente al fungo decompositore (ossia, quello che spappola la frutta marcia caduta dall'albero quando non è più buona nemmeno per i topi e per gli insetti).

E invece, siccome non pretendo di avere la verità in tasca, mi interrogo sul perché di certi atteggiamenti, e chiedo all'interlocutore conferma di quello che , a torto o ragione, ho pensato, senza esprimere per forza giudizi definitivi ed immodificabili sulle persone, come invece è solita fare qualche altra.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 2:13 pm

E veniamo all'esame della prima delle osservazioni di Ufo.
Mi sembra di aver capito ( scusa l'incipit, ma è necessario fare così per debellare i soliti attacchi vuoti e pretestuosi) che tu sostenga, come Tocci, che l'innalzamento dei livelli più bassi degli insegnanti per far sì che diventino "sufficientemente buoni", trovi il suo fondamento nella titolarità di cattedra e nella libertà d'insegnamento. Posso anche essere d'accordo in via di principio su questo,però dobbiamo intenderci sul contenuto e la portata della libertà d'insegnamento, ed è su questo punto che le nostre posizioni divergono totalmente: infatti io ritengo si tratti di un principio che vada difeso individualmente, con le unghie e con i denti, da ogni singolo docente,tu invece ritieni che debba essere calato dall'alto attraverso una riforma che ne assicuri il rispetto, come se bastassero le norme contenute in una legge a difendere i nostri diritti.
La libertà d'insegnamento non è data una volta per tutte, e non può essere cristallizzata per sempre nel testo di una legge, essa ha natura dinamica ed è in continua evoluzione e dipende moltissimo anche dal sistema politico culturale e storico nel quale, di volta in volta, si realizza.
Rivendicarne la portata ed il rispetto è compito di ogni singolo docente, sempre, comunque e dovunque.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 2:45 pm

Se ti riferisci al mio primo post di questo topic, trovo che la scuola elementare sia devastante per l'educazione dei bambini; è troppo "materna", volta a coccolarli, assecondarli, illuderli di essere tutti dei micro superman; 10 a raffica anche se non hanno imparato una cippa; rinforzo positivo a gogò, ludofuffodidattica e creatività (leggi disegnini e canzoncine); leggere, scrivere e far di conto a tempo perso; fatica 0, sacrificio -1.
I ragazzi arrivano alle medie che sono già per lo più dei protosmidollati, perfetti candidati alla dispersione scolastica od all'elemosina di diplomi.

Lui scrive "buoni risultati raggiunti dalle elementari"; chiaramente viene da pensare "ma questo in che mondo vive ?" ed a fronte di questa considerazione di primo acchito passa la voglia di leggere il resto.

Poi la curiosità ha avuto la meglio e sono arrivato fino a pagina 10.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 3:10 pm

Forse si riferiva alle elementari di una ventina di anni fa, effettivamente il fiore all'occhiello della scuola italiana
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 3:11 pm

Francesca4 ha scritto:
E veniamo all'esame della prima delle osservazioni di Ufo.
Mi sembra di aver capito ( scusa l'incipit, ma è necessario fare così per debellare i soliti attacchi vuoti e pretestuosi) che tu sostenga, come Tocci, che l'innalzamento dei livelli più bassi degli insegnanti per far sì che diventino "sufficientemente buoni", trovi il suo fondamento nella titolarità di cattedra e nella libertà d'insegnamento. Posso anche essere d'accordo in via di principio su questo,però dobbiamo intenderci sul contenuto e la portata della libertà d'insegnamento, ed è su questo punto che le nostre posizioni divergono totalmente: infatti io ritengo si tratti di un principio che vada difeso individualmente, con le unghie e con i denti, da ogni singolo docente,tu invece ritieni che debba essere calato dall'alto attraverso una riforma che ne assicuri il rispetto, come se bastassero le norme contenute in una legge a difendere i nostri diritti.
La libertà d'insegnamento non è data una volta per tutte, e non può essere cristallizzata per sempre nel testo di una legge, essa ha natura dinamica ed è in continua evoluzione e dipende moltissimo anche dal sistema politico culturale e storico nel quale, di volta in volta, si realizza.
Rivendicarne la portata ed il rispetto è compito di ogni singolo docente, sempre, comunque e dovunque.

Certo, anche il diritto delle donne a non essere stuprate non va calato dall'alto, deve essere difeso dalle donne con le unghie e con i denti.
Ma per favore Francesca, basta sciempiaggini!

Ma come fa una che per lavoro frequenta (a suo dire) il diritto a fingere di non capire che cosa sia un diritto!


Ultima modifica di ufo polemico il Ven Giu 05, 2015 3:14 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 3:13 pm

che poi: come al solito usando scorrettamente il mezzo forum, mi attribuisci cose che non ho neanche minimamente pensato...
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 3:33 pm

ufo polemico ha scritto:
che poi: come al solito usando scorrettamente il mezzo forum, mi attribuisci cose che non ho neanche minimamente pensato...

Scusami, non intendevo attribuirti nulla che non volessi,anche perché ho sempre pensato( naturalmente sbagliando) che nessuno potrebbe poi impedirti di smentirmi, per cui, data la presunta strumentalità degli interventi, sono sicura che mi comprenderai se d'ora in poi non mi rivolgerò più a te, né farò più riferimento a situazioni o impressioni ( naturalmente solo mie) che possano in qualsiasi modo, anche indirettamente, coinvolgerti.
L'ho già fatto con altri.
Non vorrei mai recare pregiudizio a nessuno, almeno non consapevolmente.

Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 4:28 pm

avidodinformazioni ha scritto:

(...) trovo che la scuola elementare sia devastante per l'educazione dei bambini (...)

Lui scrive "buoni risultati raggiunti dalle elementari"; chiaramente viene da pensare "ma questo in che mondo vive ?" ed a fronte di questa considerazione di primo acchito passa la voglia di leggere il resto.

I dati delle rilevazioni internazionali per scienze (TIMSS) indicano che andiamo meglio in quarta elementare che alla fine della scuola media. Era così anche per matematica, ora sembra che abbiamo recuperato "punti" alla fine della 3° media (però non ho idea di cosa sia successo nel frattempo....)
Le domande proposte (per il 2015 ci sono alcuni esempi qui http://timssandpirls.bc.edu/timss2015/downloads/T15_FW_AppC.pdf) mi sembrano ragionevoli, non nozionistiche ma di "ragionamento".

Voglio dire: sembra che alla fine della scuola primaria ce la caviamo. Non come i bambini di Singapore, ma un pochino al di sopra dell'asticella. Forse Tocci ha esagerato un po' a parlare di "buoni risultati" ma non direi che la scuola elementare è "devastante" e che si fa ludofuffodidattica (cit.)


Ultima modifica di geo&geo il Ven Giu 05, 2015 5:13 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
ghirettina



Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 4:56 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Se ti riferisci al mio primo post di questo topic, trovo che la scuola elementare sia devastante per l'educazione dei bambini; è troppo "materna", volta a coccolarli, assecondarli, illuderli di essere tutti dei micro superman; 10 a raffica anche se non hanno imparato una cippa; rinforzo positivo a gogò, ludofuffodidattica e creatività (leggi disegnini e canzoncine); leggere, scrivere e far di conto a tempo perso; fatica 0, sacrificio -1.
I ragazzi arrivano alle medie che sono già per lo più dei protosmidollati, perfetti candidati alla dispersione scolastica od all'elemosina di diplomi.

Lui scrive "buoni risultati raggiunti dalle elementari"; chiaramente viene da pensare "ma questo in che mondo vive ?" ed a fronte di questa considerazione di primo acchito passa la voglia di leggere il resto.

Poi la curiosità ha avuto la meglio e sono arrivato fino a pagina 10.

Fra questo tread e l'altro in didattica mi sta venendo voglia di piazzare un mucchio di otto a tutti i sei che sono presenti nei miei scrutini, almeno il disprezzo dei colleghi me lo guadagno facendo felici genitori e bambini.

Buona vita
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola   Ven Giu 05, 2015 5:09 pm

Ghirettina temo che tu sia la mosca bianca: dare un sei alle elementari è ritenuto appena meno grave di schiaffeggiare gli alunni...
Tornare in alto Andare in basso
 
L'acuta analisi di Walter Tocci sul DDL scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)
» Fa cantare "Faccetta Nera" e "Giovinezza" a SCUOLA

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: