Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Compiti estivi ridicoli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Compiti estivi ridicoli   Mer Giu 10, 2015 6:31 pm

Per me qui si sfiora il ridicolo.

http://www.corriere.it/scuola/secondaria/15_giugno_10/ballate-sognate-vostra-vita-compiti-speciali-l-estate-un-prof-liceo-b41531ba-0f4a-11e5-aa3a-b3683df52e95.shtml

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Mer Giu 10, 2015 7:07 pm

potrebbe essere interessante discutere le ragioni del ridicolo.

E' ridicolo perchè non assegna compiti?

E' ridicolo perchè autorizza i ragazzi a fare quello che hanno voglia di fare?

E' ridicolo perchè li invita ad essere gentili e a non dire parolacce?

Sicuramente un prof sognatore, sicuramente un prof ancora giovane, soprattutto nello spirito ma cosa c'è di ridicolo in questo?

Che sia vero o che sia solo una ridondanza virale sicuramente queste parole resteranno impresse nelle menti dei ragazzi molto di più che cento esercizi che non faranno, che faranno male e che non serviranno a nulla. Sicuramente quando tireranno mattina al mare vedendo l'alba ricorderanno il prof e magari racconteranno l'esperienza in una pagina di diario (un tema, si diceva una volta). Sicuramente se avranno l'occasione di fare una gentilezza a qualcuno nella loro mente penseranno "vedi prof, sono capace anche io" potrebbe anche capitare che, ricordando l'invito del prof, una volta su mille si asterranno dall'affrontare un problema dicendo parolacce.

Non mi sembra ci sia niente di ridicolo in questo. Qualcosa di diverso, sì, qualcosa di nuovo, sì.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Mer Giu 10, 2015 7:22 pm

Ai miei tempi, dai 14 in su, l'estate si andava a lavorare.

Se un docente ci avesse assegnato dei compiti del genere gli avremmo riso in faccia. Capisco che oggi certe cose, per quanto altamente formative, non siano più praticabili (o lo siano molto meno), ma questo non credo giustifichi l'attribuzione di compiti da libretto di Liala.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 9:01 am

Ai tuoi tempi si andava a lavorare ma sicuramente non era un compito assegnato dal docente.

Cosa c'entra con questo?

Sono un po' perfida in questi giorni, ma leggendo di qualcuno che critica e trova ridicolo qualcosa e non ne argomenta il motivo mi viene quasi da pensare che sia invidia per un gesto intelligente da parte di qualcun altro.

Sai perchè intelligente? perchè questo professore si è conquistato il cuore dei ragazzi facendo così, e anche il cuore dei genitori dei suoi ragazzi. Di questi tempi, non è male riuscire ad instaurare un buon rapporto con la classe. Parte sicuramente con una marcia in più il prossimo anno.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5356
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 9:27 am

E vabbè: ci tocca anche "argomentare" sul perché una cosa ridicola icto oculi sia ridicola.
Ci provo io: il "giovane" (preferirei "giovanilista") professore è un gran ruffiano. Si vince facile a dare indicazioni di questo tipo, si va perfino sul Corriere!
Si sa, tra mamma che dice "lavati le orecchie" e papà che gioca a pallone il pargolo non sceglie mai l'amaro calice... chissà poi perché?
Cosa si cerca? L'amore dei propri "discepoli"? Il loro "cuoricino"... che dolce collega tutto miele! Diceva qualcuno, che però usava le parolacce, "più pilu per tutti", mi viene in mente anche il Troisi di "Robertì, tocca 'e ffemmine!". L'importante è che il sottotetto rimanga comunque quello che un Leopardi è uno sfigato gobbuto, lo studio è qualcosa di deprimente e non formativo, MAI piacevole, per carità!
L'Attimo fuggente andrebbe bruciato sulla pubblica piazza e mi propongo per ballare un sabba invasato intorno alle sue fiamme, chi ha tali bassi, facili e, di nuovo, ruffiani riferimenti culturali è ridicolo.
Le parolacce: fanno parte della ricchezza della lingua. La scuola deve insegnare a usare la terminologia corretta a seconda del contesto, il giusto impiego del lessico, mettere in guardia da un uso offensivo, omofobo, razzista del lessico, non deve mettere al bando le parole (di cui parolacce è un semplice alterato, come saprà chi le usa). Ragazzi di liceo sono perfettamente in grado di usare correttamente le parolacce: che roba è 'sto consiglio da oratorio? Qua il giovane si era un po' appisolato e si è risvegliato lo scout!
Infine i tramonti. Mi viene in mente Marinetti che voleva uccidere il chiaro di luna e piastrellare Venezia! Ancora stiamo fermi a questa retorica banale e ovvia da operetta?
Banalità non è il termine che userei per il caso specifico. Propongo "banalità", "ovvietà", direi "qualunquismo" se il termine non fosse ormai abusato
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1603
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 9:30 am

Ire ha scritto:
Ai tuoi tempi si andava a lavorare ma sicuramente non era un compito assegnato dal docente.

Cosa c'entra con questo?

Sono un po' perfida in questi giorni, ma leggendo di qualcuno che critica e trova ridicolo qualcosa e non ne argomenta il motivo mi viene quasi da pensare che sia invidia per un gesto intelligente da parte di qualcun altro.

Sai perchè intelligente?  perchè questo professore si è conquistato il cuore dei ragazzi facendo così, e anche il cuore dei genitori dei suoi ragazzi.  Di questi tempi, non è male riuscire ad instaurare un buon rapporto con la classe.  Parte sicuramente con una marcia in più il prossimo anno.
I ragazzi però partono con una marcia in meno. Soprattutto in certe materie, non esercitarsi per tre mesi comporta una regressione netta. Anch'io non do compiti di storia ma di latino si. All' inizio dell'anno li correggo pro forma, senza voto, ma scopro chi li ha fatti (e non copiati) alla prima verifica ad inizio ottobre: per chi non si è esercitato durante l'estate,  fioccano i 2 e i 3. Dopo di che,  i fanciulli capiscono l'utilità di svolgere almeno una versione ogni dieci giorni. 
Quanto all' essere apprezzato dagli studenti e dai genitori,  ho molti dubbi.  Sicuramente sarà apprezzato davli studenti e dai genitori sciocchi, ma di questk ultimi non mi curo molto. In realtà ho uns grande fiducia,  motivata, sulla capacità dei ragazzi di comprendere la differenza tra "è giusto" e " mi fa comodo". Gli insegnanti veramente stimati dagli alunni non sono quelli più larghi nei voti,  più disponibili ad andare loro incontro nel desiderio di lavorare poco.  Alcuni colleghi assegnano voti sulla base dell'elaborazione di Power Point e per questo motivo vengono derisi dagli alunni con frasi del tipo "mi ha dato 8 perché so leggere dal Power Point che ho fatto a casa copiando da internet".
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 9:38 am

Citazione :
E vabbè: ci tocca anche "argomentare" sul perché una cosa ridicola icto oculi sia ridicola.
Ci provo io: il "giovane" (preferirei "giovanilista") professore è un gran ruffiano. Si vince facile a dare indicazioni di questo tipo, si va perfino sul Corriere!

Sono d'accordo con te che il giovane professore abbia fatto una furbata ma non vedo il ridicolo nel suo gesto, non vedo cosa abbia suggerito di sabgliato e non vedo perchè una persona che può vincere facile (e che per riuscire a fare bene il proprio particolarissimo lavoro deve assolutamente vincere) non possa giocarsi quella carta.

Anche leggendo te mi viene lo stesso pensiero: tutta invidia per una persona che ha trovato una strada che altri non hanno individuato


Personalmente se credo che i miei figli debbano fare qualcosa cerco il modo di invogliarli a farlo non di obbligarli. Il risultato è lo stesso ma le possibilità di successo sono sicuramente a favore della prima scelta

Questo professore ha detto che poi a settembre leggeranno insieme le pagine di diario se le avranno fatte, vai che l'ha pensata bene, altro che ridicolo!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 9:42 am

Ire, ma tu hai proprio la fascinazione insostenibile per qualsiasi cosa sia stucchevole, melensa, e anche più manipolatoria e ruffiana possibile, dietro la bella confezione della stucchevolezza?

Ma chi si crede di essere, questo patetico esibizionista? Un benefattore della gioventù? Un idealista rivoluzionario che può trasformare il sistema di istruzione da così a cosà? E soprattutto, cosa crede di aver fatto di così straordinario, non dando compiti? Ma ci faccia il piacere! NON E' AFFATTO una provocatoria sfida illuminata, è una normalissima scelta didattica come tutte le altre, che ogni anno facciamo in tanti, (magari per ragioni completamente diverse da quelle che si percepiscono qui, ma comunque ti assicuro che la facciamo veramente in tanti), ma non per questo sentiamo il bisogno di sostituirli con proclami zuccherosi, e tantomeno di vantarcene su internet!


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Gio Giu 11, 2015 11:16 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5356
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 9:46 am

Ire ha scritto:
Citazione :
E vabbè: ci tocca anche "argomentare" sul perché una cosa ridicola icto oculi sia ridicola.
Ci provo io: il "giovane" (preferirei "giovanilista") professore è un gran ruffiano. Si vince facile a dare indicazioni di questo tipo, si va perfino sul Corriere!

Sono d'accordo con te che il giovane professore abbia fatto una furbata ma non vedo il ridicolo nel suo gesto, non vedo cosa abbia suggerito di sabgliato e non vedo perchè una persona che può vincere facile (e che per riuscire a fare bene il proprio particolarissimo lavoro deve assolutamente vincere) non possa giocarsi quella carta.

Anche leggendo te mi viene lo stesso pensiero: tutta invidia per una persona che ha trovato una strada che altri non hanno individuato


Personalmente se credo che i miei figli debbano fare qualcosa cerco il modo di invogliarli a farlo non di obbligarli.  Il risultato è lo stesso ma le possibilità di successo sono sicuramente a favore della prima scelta

Questo professore ha detto che poi a settembre leggeranno insieme le pagine di diario se le avranno fatte, vai che l'ha pensata bene, altro che ridicolo!


intanto perché è un insegnante e non un venditore di pentole.
Sull'invidia nemmeno rispondo, spero tu ti sia pentita di aver usato questo argomento subito dopo averlo fatto! Effettivamente sono anni che aspiro a un video riccioluto sul Corriere! Ma si sa, chi porta avanti la carretta stranamente non risulta telegenico.
Mi ero dimenticata del diario. La sfera personale degli studenti è SACRA!!! Non si legge il diario di un adolescente in pubblico e se lo si chiede si leggeranno banalità che il mal capitato sarà stato costretto a scrivere per non essere messo alla berlina da tale pratica del ciuffolo
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 9:48 am

Ah, aggiungo: a meno che non lavori alle elementari, in cui il significato dell'attività è un po' diverso, trovo INSOPPORTABILE che un insegnante inviti esplicitamente degli adolescenti a confidare i fatti propri in una sorta di diario personale per poi farle leggere all'insegnante stesso (che ovviamente giudicherà i pensieri e le confidenze stesse, e non certo la forma della scrittura) e farli commentare da tutta la classe. Mi pare talmente evidente che una tale commistione finisca inevitabilmente in una presa in giro (perché è OVVIO che un ragazzo scriva un diario personale MOLTO diversamente, a seconda che sia destinato a rimanere personale o che sappia fin dall'inizio che in realtà è destinato ad essere condiviso con altri), che proprio mi sembra la recita consapevole di un gioco delle parti viscidissimo e ambiguo. Il diario personale è una cosa, le esercitazioni di scrittura sono ben altro...
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 9:51 am

Ecco, non avevo ancora visto il post di lucetta, ma è esattamente la stessa cosa che intendevo dire io. Il diario personale spacciato come finta esercitazione di espressione scritta, lo trovo veramente una cosa odiosa, proprio per quelle ragioni.

I casi sono due, o contiene veramente riflessioni intime e racconti di fatti personali, e allora è un'intrusione bella e buona nella privacy dell'alunno e della sua famiglia, il tutto mettendo in imbarazzo l'alunno per gratificare l'ego dell'insegnante, che si compiace di improvvisarsi psicologo o confessore...

...oppure contiene pensierini finti, fatti apposta per essere letti in pubblico senza esporre quelli veri, e allora non serve a un piffero, se non a educare i ragazzi all'ipocrisia e alla simulazione.

Bella roba!

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 10:24 am

.
Citazione :
..oppure contiene pensierini finti, fatti apposta per essere letti in pubblico senza esporre quelli veri, e allora non serve a un piffero, se non a educare i ragazzi all'ipocrisia e alla simulazione.

Veramente serve a imparare a scrivere correttamente, con congruenza di verbi e capacità di mantenere il tema assegnato e alla scuola questo basta.

Pensieri personali saranno poi formulati e trasmessi a chi desiderato in contesti diversi.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 10:25 am

Ire ha scritto:
.Veramente serve a imparare a scrivere correttamente, con congruenza di verbi e capacità di mantenere il tema assegnato  e alla scuola questo basta.

E allora non è affatto un invito affettuoso a scrivere un diario personale, è un normale tema assegnato come compito.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5356
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 10:29 am

Ire ha scritto:
.
Citazione :
..oppure contiene pensierini finti, fatti apposta per essere letti in pubblico senza esporre quelli veri, e allora non serve a un piffero, se non a educare i ragazzi all'ipocrisia e alla simulazione.

Veramente serve a imparare a scrivere correttamente, con congruenza di verbi e capacità di mantenere il tema assegnato  e alla scuola questo basta.

Pensieri personali saranno poi formulati e trasmessi a chi desiderato in contesti diversi.



non ti allargare.
Insegno lettere (e non sono certo l'unica del forum), la lezioncina sulle tipologie testuali non mi serve.
Comunque il tema di discussione era un altro. Visto che ti dici e giustamente stanca di chi dice senza argomentare sarebbe opportuno non fare altrettanto restringendo il tema della discussione


Ultima modifica di lucetta10 il Gio Giu 11, 2015 10:31 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 10:30 am

paniscus 2.0 ha scritto:
(che ovviamente giudicherà i pensieri e le confidenze stesse, e non certo la forma della scrittura

Tu stai scherzano, vero?

Un docente giudica i pensieri e le confidenze?

Ovviamente?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
FRANCY2



Messaggi : 2473
Data d'iscrizione : 31.08.10

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 10:35 am

Non so voi, io ne ho discusso con i ragazzi e siamo arrivati alla decisione.
Ho assegnato loro una decina di libri fra cui sceglierne 2 da leggere e commentare (chiedendo loro di scrivere quello che desiderano, non usare frasi fatte e tratte da internet, meglio poche frasi pensate) e chiedendo di andare in biblioteca e sceglierne altri due da leggere e commentare. (I bibliotecari proporranno loro dei titoli adatti).
Ho chiesto di curare in modo particolare la grammatica, i tempi dei verbi e alcuni mi hanno chiesto se possono farsi aiutare dalle secchione della classe (vabbè se serve a farli migliorare).
Stamattina mi ha chiamato la ragazzina cinese e mi ha detto che la compagna di banco l'ha invitata a leggere un libro insieme (maestra, posso?) (Mi chiama maestra).
E' un esperimento di quest'anno, se serve a farli leggere e magari socializzare ben venga...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 10:43 am

Ire ha scritto:
paniscus 2.0 ha scritto:
(che ovviamente giudicherà i pensieri e le confidenze stesse, e non certo la forma della scrittura

Tu stai scherzano, vero?

Un docente giudica i pensieri e le confidenze?

Ovviamente?

Un docente di quella tipologia di cui si stava parlando (che si vanta di quanto è buono, bravo e bello a dare agli alunni da fare il diario personale INVECE dei compiti), decisamente è di quelli che finiscono col fare proprio così, e che se ne compiace.

E infatti lo stiamo disapprovando tutti, sei tu l'unica che lo difende e che simpatizza con lui.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5356
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 11:03 am

Sì ma si discuteva su che base si simpatizzasse. Si invitava a argomentare.
Ora simpatizziamo o disapproviamo la singola consegna del diario?
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1603
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 11:04 am

FRANCY2 ha scritto:
Non so voi, io ne ho discusso con i ragazzi e siamo arrivati alla decisione.
Ho assegnato loro una decina di libri fra cui sceglierne 2 da leggere e commentare (chiedendo loro di scrivere quello che desiderano, non usare frasi fatte e tratte da internet, meglio poche frasi pensate) e chiedendo di andare in biblioteca e sceglierne altri due da leggere e commentare. (I bibliotecari proporranno loro dei titoli adatti).
Ho chiesto di curare in modo particolare la grammatica, i tempi dei verbi e alcuni mi hanno chiesto se possono farsi aiutare dalle secchione della classe (vabbè se serve a farli migliorare).
Stamattina mi ha chiamato la ragazzina cinese e mi ha detto che la compagna di banco l'ha invitata a leggere un libro insieme (maestra, posso?) (Mi chiama maestra).
E' un esperimento di quest'anno, se serve a farli leggere e magari socializzare ben venga...
Scuola media? Mi sembra una buona scelta.  Io (seconda liceo) ho dato da leggere un libro ultraclassico, "Il fu Mattia Pascal" con domande di analisi ( ho fatto una presentazione introduttiva nelle ultime lezioni) poi altri due,  più ameni, tratti da un elenco. Questo però non è un vero e proprio compito: durante l'anno diverse alunne mi hanno chiesto titoli di libri che mi sono piaciuti. Ho pensato di fornire consulenza bibliografica a tutti. Infine ho assegnato due testi argomentativi da scrivere.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1603
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 11:12 am

lucetta10 ha scritto:
Sì ma si discuteva su che base si simpatizzasse. Si invitava a argomentare.
Ora simpatizziamo o disapproviamo la singola consegna del diario?
Il diario,  così come qualsiasi tipo di compito che comporti il discutere della propria vita privata,  è lesione della privacy e costringe lo studente a scrivere banalità. Se un singolo alunno acquisisce tanta fiducia nel docente da volersi confidare, va benissimo,  ma deve essere una scelta personale,  non obbligata da un compito in classe o a casa. Se poi il proposito è quello di leggere i diari pubblicamente. ..
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5356
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 11:16 am

È proprio quello che ho scritto un paio di interventi fa. Perché mi quoti?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15801
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 4:40 pm

lucetta10 ha scritto:
E vabbè: ci tocca anche "argomentare" sul perché una cosa ridicola icto oculi sia ridicola.
Ci provo io: il "giovane" (preferirei "giovanilista") professore è un gran ruffiano. Si vince facile a dare indicazioni di questo tipo, si va perfino sul Corriere!
Comunque è un dilettante, io avrei saputo dire di meglio.
Io ho detto di meglio: "prof ma lei li guarda i film porno ? " "No, io li faccio .... con mia moglie !"; applausi alla grande.

Insegnare però è un'altra cosa.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Gio Giu 11, 2015 5:02 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
E vabbè: ci tocca anche "argomentare" sul perché una cosa ridicola icto oculi sia ridicola.
Ci provo io: il "giovane" (preferirei "giovanilista") professore è un gran ruffiano. Si vince facile a dare indicazioni di questo tipo, si va perfino sul Corriere!
Comunque è un dilettante, io avrei saputo dire di meglio.
Io ho detto di meglio: "prof ma lei li guarda i film porno ? " "No, io li faccio .... con mia moglie !"; applausi alla grande.

Insegnare però è un'altra cosa.

Anche questa potrebbe essere una strada da percorrere... per finire sul Corriere.
Con giudizi non altrettanto" lusinghieri"...però!
Tornare in alto Andare in basso
nakamura



Messaggi : 183
Data d'iscrizione : 08.04.15

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Ven Giu 12, 2015 10:03 am

Al di là del tono vomitevole, mi sembra siano semplici banalità: fate i bravi, non dite parolacce, leggete, scrivete un diario, divertitevi, ciao ci vediamo a settembre.
Tornare in alto Andare in basso
drifis_



Messaggi : 599
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Compiti estivi ridicoli   Ven Giu 12, 2015 10:16 am

Mah che il tutto sia "ruffiano" e la forma sia stucchevole sono pienamente d'accordo, ma alcune cose mi sembrano interessanti. Provare a usare le parole imparate, mi sembra un ottimo compito, i termini imparati non devono rimanere nel polveroso linguaggio scolastico ma entrare in quello quotidiano, quante volte ci si lamenta (almeno io lo faccio) che i ragazzi hanno uno "scuolese" che usano per le cose che avvengono nei libri scolastici e che per loro non hanno alcuna attinenza con la realtà (ecco che è possibilissimo che in una interrogazione il 22 dicembre le ore di luce superino, in Italia, quelle di buio e che all'estate segua l'inverno), che provino almeno a contaminare i due universi e magari inizieranno a scoprire che sono la stessa cosa.
Lo stesso vituperato diario, mi sembra che abbia scritto che potranno sottoporne alla lettura qualche brano se gli andrà. Quindi l'invito primario è provare a tenere un diario personale, ed eventualmente, e solo come cosa facoltativa sottoporne alla lettura qualcosa. Non mi sembra così scandaloso, io ho tenuto diari personali dall'infanzia (più o meno dalla quarta elementare) in modo più o meno continuativo fino all'università, alcune cose non le avrei fatte leggere a nessuno, altre le avrei fatte leggere a un amico e mai per nulla al mondo a un genitore o a un insegnante, altre ancora le avrei fatte leggere a un insegnante ma mai a un amico. A me la parte del diario è forse quella che è piaciuta di più (soprattutto se non fosse stata annegata in mezzo ad altre cose). I ragazzi pensano così tante cose, provano così tante emozioni e spesso ne hanno una percezione vaghissima, se qualcuno coglierà l'invito e proverà a scrivere qualche pagina (anche per "accontentare" l'insegnante) sicuramente si troverà di fronte a riflettere su di sé in un modo completamente nuovo e anche l'aspetto "come voglio apparire all'insegnante" non è secondario, con i social siamo abituati a scrivere di getto e condividere nell'istante e poche ore dopo ciò che si è scritto può già essere dimenticato, scrivere e condividere a distanza di un mese è molto molto diverso.
Infine a parte l'uso scontato di "albe e tramonti" l'invito a guardarsi intorno mi piace tantissimo, sarà che insegnando scienze mi stupisco sempre di quanto poco i ragazzi osservino l'ambiente che li circonda, ritengo anche io che abbiano un gran bisogno di imparare ad osservare.
Mi piacerebbe tanto leggere la descrizione di un tramonto dal vivo e osservato dai miei ragazzi di prima (magari due, uno a inizio vacanze e uno al loro termine)  dopo mesi spesi a parlare di crepuscoli, punti cardinali, moto apparente del sole etc.

p.s. le maestre del figlio di un collega di mio marito hanno lasciato come compito di osservare la luna PRIMA DI ANDARE A DORMIRE, i bimbi divisi in gruppi dovevano guardarla e disegnarla in periodi diversi nel corso di un mese, peccato che non avendo dato altre indicazioni se non le date attribuite a ciascun bambino alcuni non sono riusciti a trovarla dato che lungo il mese la luna sorge ad orari molto diversi e non è affatto scontato che prima di andare a letto la luna sia visibile in cielo anche se non si è in luna nuova... a volte i compiti "romantici" riservano interessanti sorprese!
Tornare in alto Andare in basso
 
Compiti estivi ridicoli
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Compiti di un moderatore
» Statuto del Gran Ciambellano e del Ciambellano Anziano
» Farmaci e nomi
» non vuole andare a scuola e non vuole fare i compiti

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: