Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 PEI imposto a giugno

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Camilla13



Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 28.06.13

MessaggioOggetto: PEI imposto a giugno   Gio Giu 11, 2015 12:46 pm

Promemoria primo messaggio :

In una delle mie classi, è stata proposta (più che altro imposta) una programmazione ad obiettivi minimi per un alunno disabile che già ai test d'ingresso dimostrava lacune gravi e forti difficoltà.
L'anno è passato e la famiglia non si è mai voluta convincere della necessità di passare da obiettivi minimi a PEI...il ragazzo si è demotivato ed ha smesso di frequentare.
Arrivati a giugno, a sorpresa, si è riunito il GLI ed ha presentato un PEI per il ragazzo in questione.
Ad un giorno dallo scrutinio, ci è stato comunicato che le nostre valutazioni devono essere resettate e riformulate in base a questo PEI.

Trovo la cosa parecchio irregolare, perché mi pare di aver capito che un PEI debba/possa essere presentato entro i primi due mesi di scuola.
Sbaglio?
Dove posso trovare la normativa?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Gio Giu 11, 2015 5:40 pm

Mi pare che di irregolarità ce ne siano da qualunque lato si guarda la vicenda.

Se però vogliamo andare alla sostanza, alla fine credo che possiate accettare la nuova PEI (che non porta al diploma) già quest'anno: a che pro fargli ripetere l'anno se il diploma poi non lo prenderà comunque?

Però la prossima volta muovetevi entro le normative.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Gio Giu 11, 2015 5:53 pm

da quello che ho capito io, ma posso sbagliarmi, si e' giunti solo ora alla differenziazione perché la famiglia e' stata messa davanti alla concreta ipotesi della bocciatura. quindi un pei c'era ma per obiettivi minimi. vi dico da docente di sos che non e' la prima volta che succede questo. ora mi chiedo da docente sos appunto: come si fa a bocciare un ragazzo che e' formalmente passato ad un differenziato prima dello scrutinio perché non ha raggiunto gli o.m.? on prestate il fianco ad un ricorso? ricorda che oggi l'alunno e' gia' un differenziato e lo e' perché gliel'ha proposto il consiglio di classe, quindi anche tu Camilla. la famiglia ha firmato il consenso e poi voi lo bocciate? fate voi pero' mi pare un controsenso. e un danno grave all'alunno.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Gio Giu 11, 2015 7:15 pm

Camilla13 ha scritto:

Arrivati a giugno, a sorpresa, si è riunito il GLI ed ha presentato un PEI per il ragazzo in questione.
Ad un giorno dallo scrutinio, ci è stato comunicato che le nostre valutazioni devono essere resettate e riformulate in base a questo PEI.


IMHO è assolutamente irregolare, per una serie di motivi:

a) Il PEI va stilato all'inizio dell'anno, non alla fine.
b) Il PEI è un "piano di lavoro", che lavoro si fa ad un giorno dalla fine della scuola?
c) Le valutazioni dovrebbero essere coerenti con il PEI se il PEI fosse stato stilato ed applicato sin dall'avvio dell'anno. Ora, dopo che il ragazzo ha vissuto un anno intero prescindendo dal PEI come si può pretendere che le valutazioni siano coerenti con un PEI di cui, fino ad ora, non si aveva notizia?
d) Il PEI non dovrebbe calare dall'alto ma dovrebbe emergere dalle riflessioni e dalle opinioni anche del consiglio di classe. Non si può, credo, attendo eventuale smentita a proposito, approvare un PEI prescindendo dal Consiglio di Classe.
e) Come conseguenza del punto "d" il GLI non dovrebbe avere l'autorità di imporre un PEI. Quindi non si capisce come possa essere stato il GLI a presentare il PEI.

Aggiungo che, IMHO, se la famiglia ha rifiutato il PEI all'inizio dell'anno non si capisce perché la scuola voglia imporlo ora che l'anno è finito.

Tutta la procedura suona pesantemente irregolare....

Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Gio Giu 11, 2015 7:18 pm

Ire ha scritto:
Tante volte leggendo alcune questioni mi sono posta domande che ho evitato di fare per non mettere in imbarazzo chi veniva qui a chiedere, non vorrei nemmeno mettere in imbarazzo camilla, che chiede come si possa risolvere un problema, e che non penso sia la causa del problema ma, consentitemelo, a fine anno:

come è possibile che in una scuola ci siano queste situazioni sulla 104 che risale al 1992?
Che dopo 22 anni ancora non si conoscano i tempi e le modalità di predisposizione e attuazione di un pei?
come è possibile che ad un docente venga il dubbio che l'asl abbia la possibilità di imporre qualcosa alla scuola che è Istituzione completamente diversa con finalità,  responsabilità e responsabili diversi, anche se dovrebbero lavorare in sinergia?
come è possibile che non ci sia un protocollo certo di adempimenti oltre i quali non si debba/possa andare?

Ottime domande. Mi chiedo, è compito del docente adempiere a quanto sopra o della scuola? Nella 104 non si parla di "docenti" ma di "scuola"... c'è una certa differenza.

Aggiungo un appunto personale: mio padre faceva l'operaio. Quando, un giorno, impiantarono un nuovo macchinario nel reparto e c'era bisogno di gente formata per farlo funzionare, l'azienda fece venire degli istruttori sul posto. Gli operai si fermavano dopo il turno per i corsi di aggiornamento che venivano PAGATI COME ORE STRAORDINARIE.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Gio Giu 11, 2015 7:23 pm

concordo assolutamente e credo che non si possa prescindere da quanto ha detto lenar.

Si parla di danno al ragazzo, ma il danno al ragazzo è stato fatto all'inizio da chi non ha accettato o proposto un pei differenziato.

Rimediare ora non ha alcun senso. Il pei è un progetto di crescita e di formazione non un salto di un anno così tanto per rimediare agli errori solo per stare formalmente tranquilli
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Gio Giu 11, 2015 7:28 pm

Citazione :
Ottime domande. Mi chiedo, è compito del docente adempiere a quanto sopra o della scuola? Nella 104 non si parla di "docenti" ma di "scuola"... c'è una certa differenza.

capisco cosa vuoi dire, ma penso che alla fine di tutto, la scuola sia fatta dai docenti.

E' compito della scuola, ma, in fin dei conti, chi è la scuola? Finisce che essendo compito della scuola non è compito di nessuno?

In ogni caso, un minimo di conoscenza da parte di ogni componente del cdc ci dovrebbe essere, non fosse altro per non accettare, seduta stante, alcuna imposizione che venga dall'esterno.
Non si può avere il dubbio che l'asl abbia voce in capitolo, è proprio una evenienza che se si presenta va rigettata e si deve proseguire per la propria strada. consapevoli che lo si può fare.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Gio Giu 11, 2015 8:51 pm

mac67 ha scritto:
Mi pare che di irregolarità ce ne siano da qualunque lato si guarda la vicenda.

Se però vogliamo andare alla sostanza, alla fine credo che possiate accettare la nuova PEI (che non porta al diploma) già quest'anno: a che pro fargli ripetere l'anno se il diploma poi non lo prenderà comunque?

Se tanto mi dà tanto, esiste il concreto rischio che la famiglia, immediatamente dopo aver ottenuto la promozione, cambi nuovamente idea, e che si ripresenti a settembre dichiarando di averci ripensato e di voler tornare alla programmazione semplificata per obiettivi minimi, in maniera che il ragazzo il diploma lo prenda lo stesso.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Gio Giu 11, 2015 9:19 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:
Mi pare che di irregolarità ce ne siano da qualunque lato si guarda la vicenda.

Se però vogliamo andare alla sostanza, alla fine credo che possiate accettare la nuova PEI (che non porta al diploma) già quest'anno: a che pro fargli ripetere l'anno se il diploma poi non lo prenderà comunque?

Se tanto mi dà tanto, esiste il concreto rischio che la famiglia, immediatamente dopo aver ottenuto la promozione, cambi nuovamente idea, e che si ripresenti a settembre dichiarando di averci ripensato e di voler tornare alla programmazione semplificata per obiettivi minimi, in maniera che il ragazzo il diploma lo prenda lo stesso.

A parte che non sono certo si possa fare, se così fosse la strada per il diploma è ancora lunga e il cdc ha tutto il tempo di prendere le contromisure del caso.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Ven Giu 12, 2015 7:18 am

A me risulta che si possa fare, su semplice richiesta della famiglia e senza bisogno di nessuna approvazione vincolante della scuola. E' un caso che succede relativamente spesso, con il ragazzo che segue un pei differenziato fino al penultimo anno, e poi viene fatto passare agli obiettivi minimi solo all'ultimo, apposta per fargli prendere un diploma valido. In tal caso, non è nemmeno tenuto a superare un esame integrativo o a qualche altra forma di recupero delle parti di programma non svolte negli anni precedenti...
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Ven Giu 12, 2015 8:06 am

Paniscus ha ragione. la legge lo consente. ma oggi il ragazzo verrebbe promosso sulla base di una programmazione differenziata firmata dalla famiglia che verra' riproposta il prossimo anno , come sempre accade.
il problema e' questo: la famiglia ha firmato una programmazione differenziata che il Cdc ha proposto e sulla base di questa il Cdc boccia il ragazzo.
ancorche' a fine anno sarebbe una bella contraddizione. a questo punto la differenziata non doveva essere piu' proposta , almeno per quest'anno.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Ven Giu 12, 2015 8:48 am

sì, ma se andassero al ricorso, anche i giudici sono in grado di rendersi conto che non può essere efficace una differenziata proposta il giorno prima dello scrutinio per acquisire competenze, seppur in linea con le previsioni differenziate.

Nessun intervento educativo può essere retroattivo e il giudice, pur nella sua non conoscenza del mondo scolastico, se ne rende conto.

Il problema mi sembra un altro: esiste qualcosa che documenti che fin dall'inizio dell'anno il cdc ha proposto alla famiglia un piano differenziato ed è stata la famiglia a non accettarlo, o risulta solo che il cdc in possesso di una certificazione (e se non l'ha vista sono problemi che alla famiglia non interessano, doveva vederla) non ha attivato un percorso idoneo per il ragazzo?

Temo che la situazione sia la seconda e penso che sia questo il motivo per cui adesso in fretta e furia si cerca di correre ai ripari.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Ven Giu 12, 2015 9:20 am

Ma scusate, tornando alle normative vere e proprie: dove sta scritto che se il ragazzo segue una programmazione differenziata allora debba essere per forza promosso? A quanto mi consta, si può benissimo bocciare anche con la differenziata, se il consiglio di classe ritiene che i risultati siano insufficienti ANCHE rispetto agli obiettivi indicati nel pei differenziato, oppure se comunque ritiene che, da un punto di vista della sua maturazione complesisva, al ragazzo faccia bene essere trattenuto un anno di più. Io personalmente ne ho visti, di casi del genere, anche se in tali casi la scelta era concordata con la famiglia senza scontri. Certo nessuno si azzarda a farlo CONTRO la volontà della famiglia, ma di per sé è consentito eccome...
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Ven Giu 12, 2015 9:21 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma scusate, tornando alle normative vere e proprie: dove sta scritto che se il ragazzo segue una programmazione differenziata allora debba essere per forza promosso? A quanto mi consta, si può benissimo bocciare anche con la differenziata, se il consiglio di classe ritiene che i risultati siano insufficienti ANCHE rispetto agli obiettivi indicati nel pei differenziato, oppure se comunque ritiene che, da un punto di vista della sua maturazione complesisva, al ragazzo faccia bene essere trattenuto un anno di più. Io personalmente ne ho visti, di casi del genere, anche se in tali casi la scelta era concordata con la famiglia senza scontri. Certo nessuno si azzarda a farlo CONTRO la volontà della famiglia, ma di per sé è consentito eccome...
certo, ma qui la situazione e' molto diversa.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Ven Giu 12, 2015 11:14 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma scusate, tornando alle normative vere e proprie: dove sta scritto che se il ragazzo segue una programmazione differenziata allora debba essere per forza promosso? A quanto mi consta, si può benissimo bocciare anche con la differenziata, se il consiglio di classe ritiene che i risultati siano insufficienti ANCHE rispetto agli obiettivi indicati nel pei differenziato, oppure se comunque ritiene che, da un punto di vista della sua maturazione complesisva, al ragazzo faccia bene essere trattenuto un anno di più. Io personalmente ne ho visti, di casi del genere, anche se in tali casi la scelta era concordata con la famiglia senza scontri. Certo nessuno si azzarda a farlo CONTRO la volontà della famiglia, ma di per sé è consentito eccome...

E' nello spirito (anche se non nella lettera) della legge stessa; il differenziato segue un percorso individualizzato, non è lui a dover andare incontro agli obiettivi ma sono gli obiettivi a doversi modulare su di lui; in tal senso se il ragazzo non è in grado di seguire il PEI, questo deve essere modificato, semplificandolo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Ven Giu 12, 2015 12:34 pm

Ma infatti non ho citato solo il caso dei risultati insufficienti: ho precisato bene che spesso si boccia comunque anche un ragazzo che ha il pei differenziato, PERCHE' SI PENSA CHE GLI FACCIA BENE RIMANERE A SCUOLA UN ANNO DI PIU', indipendentemente dai risultati individuali.

E poi, comunque, non mi risulta affatto che chi ha un pei differenziato debba essere esentato da qualsiasi forma di valutazione dei risultati ottenuti, anche rispetto alla propria particolare situazione: anche il disabile ha diritto ad essere valutato in maniera più onesta e coerente possibile.

Altrimenti sarebbe del tutto inutile anche il fatto stesso di mandarlo a scuola.

L'inserimento del disabile a scuola ha come obiettivo quello di fargli sviluppare capacità e competenze il più possibile, anche nel contesto delle potenzialità ridotte che ha.

Se si pensa che la programmazione differenziata sia una sorta di babysitteraggio puro, in cui non importa assolutamente nulla se ha fatto dei progressi o meno (ma l'importante è che stia a scuola solo per socializzare, e per far tirare un po' di fiato alla famiglia per qualche ora al giorno), NON si rispetta lo spirito della legge.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Ven Giu 12, 2015 2:48 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma infatti non ho citato solo il caso dei risultati insufficienti: ho precisato bene che spesso si boccia comunque anche un ragazzo che ha il pei differenziato, PERCHE' SI PENSA CHE GLI FACCIA BENE RIMANERE A SCUOLA UN ANNO DI PIU', indipendentemente dai risultati individuali.

E poi, comunque, non mi risulta affatto che chi ha un pei differenziato debba essere esentato da qualsiasi forma di valutazione dei risultati ottenuti, anche rispetto alla propria particolare situazione: anche il disabile ha diritto ad essere valutato in maniera più onesta e coerente possibile.

Altrimenti sarebbe del tutto inutile anche il fatto stesso di mandarlo a scuola.

L'inserimento del disabile a scuola ha come obiettivo quello di fargli sviluppare capacità e competenze il più possibile, anche nel contesto delle potenzialità ridotte che ha.

Se si pensa che la programmazione differenziata sia una sorta di babysitteraggio puro, in cui non importa assolutamente nulla se ha fatto dei progressi o meno (ma l'importante è che stia a scuola solo per socializzare, e per far tirare un po' di fiato alla famiglia per qualche ora al giorno), NON si rispetta lo spirito della legge.

L.

Il discorso è il seguente:
1) Sì in questo caso hai ragione.
2) Sì e no, nel senso che sì, egli deve poter raggiungere degli obiettivi, per poter avere una valutazione oggettiva e quindi può prendere una gamma di voti più o meno buona, tuttavia va tenuto sempre ben presente che la Differenziazione ha come obiettivo l'inserimento protetto nel mondo del lavoro (o comunque la creazione di un progetto di vita elaborato collegialmente) e a ciò tutto deve essere posposto... insomma il Pei per Differenziati non è equiparabile solo a un "programma ministariale semplificato" è un qualcosa di più, che si crea e sviluppa sull'alunno, evolvendosi e modificandosi con lui... chiaramente però le valutazioni devono essere in linea con ciò che il pei differenziato ha proposto (tenendo però conto che è modificabile anche in modo sostanziale più volte nel corso dell'anno scolastico).

Tornare in alto Andare in basso
russele



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Lun Giu 15, 2015 1:22 pm

Sul sito del MIUR trovi un vademecum. Comunque il PEI va redatto ad inizio anno dall'equipe didattica e condiviso dalla famiglia che lo deve firmare per accettazione. È un documento dinamico e pertanto può essere modificato se necessario. Programmazione, Verifiche e interrogazioni ruotano attorno a questo documento e non viceversa. Quindi chiederlo a fine anno equivale a chiedere un falso per i motivi suddetti. E comunque anche le modifiche devono essere condivise da tutto il corpo docente e famiglia. Che io sappia, poi, se il ragazzo ha il sostegno, è obbligatorio come pure il PDP per gli alunni DSA. Se vedi in qualunque sito di sostegno si dice così.... Come funzione strumentale io li ho raccolti il 15 dicembre, ossia 90 giorni dall'inizio dell'as, il tempo di individuare tutti i docenti e studiare il caso.
Tornare in alto Andare in basso
russele



Messaggi : 494
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Lun Giu 15, 2015 1:25 pm

Ah! E come la mette il docente di sostegno con il registro? Sil suo registro si devono ritrovare i contenuti programmati nel PEI, che fa, lo straccia e lo riscrive sui muo i contenuti? Mi pare clamoroso..
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Mar Giu 16, 2015 12:33 pm

allora hanno sbagliato i genitori a firmare il differenziato. avrebbero dovuto insistere e poi fare ricorso in caso di bocciatura per vedere se, tutto cio' che e' stato predisposto nel Pei, era stato rispettato dai docenti. Poiche' e' palese che pei e pdp non vengono mai rispettati,(e mi pare anche questo il caso visto che sappiamo nemmeno se il pei c'e'!!!) questi genitori avrebbero avuto strada facile.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Mar Giu 16, 2015 1:21 pm

Carla, credo di non aver capito il senso del tuo intervento.


Per quello che ho potuto individuare io, qui ad avere sbagliato sono tutti, ma proprio tutti. Tranne il ragazzo che unicamente è penalizzato.

Non 'è un pei, forse, il cdc ha un ragazzo con sostegno e non sa che problemi abbia, semplicemente si è accorto di grosse difficoltà, ha proposto (come?) una programmazione differenziata che la famiglia non ha accettato (ma ha capito il problema?)
Di punto in bianco, il giorno prima dello scrutinio qualcuno si accorge che è stato tutto fatto male e di corsa predispone un pei (chi l'ha fatto, in quale modo) e lo presenta al consiglio di classe dicendo che tutti i lavori fatti dal ragazzo vanno rivisti sulla base di quel documento e, implicitamente, vanno rivalutati in positivo.

Ammettendo sia stata la famiglia a richiedere, solo ora, di promuovere il ragazzo accettando la differenziata, non credo proprio sia stata lei a redigere il pei. E' stato chi l'ha redatto in questo momento che ha sbagliato, è stato chi sta cercando di salvarsi da un ricorso con esito certo che ha sbagliato.

Tu, russele, hai ragione da vendere, hai ricordato il protocollo da adottare in caso di differenziata, hai chiarito tempi e modi e responsabilità.

Ma qui la scuola ha fatto un casino e cerca di rimediare.

(Il fatto che la famiglia non abbia accettato all'inizio doveva essere documentato, si doveva di conseguenza proseguire l'anno con una programmazione ad om, si sarebbe arrivati al momento della resa dei conti e ci si sarebbe (la famiglia si sarebbe) resi conto che quegli obiettivi sono troppo ambiziosi per le capacità del ragazzo, si sarebbe dovuto ricordare che la scuola ad inzio anno aveva proposto qualcosa di diverso e che non essendo stato accettato la modalità didattica è stata equivalente a quella adottata per la classe e che quegli obbiettivi non sono stati raggiunti e si sarebbe dovuto convenire sull'opportunità di ripetere l'anno con una buona programmazione individualizzata e differenziata per portare il ragazzo a raggiungere gli obbiettivi prestabiliti).





Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Mar Giu 16, 2015 3:13 pm

si discute da tempo se e' "possibile" bocciare ragazzi dislessici certificati che hanno un pdp o ragazzi che il cdc valuta come bes. cioe' si discute se di fatto, la minima violazione del piano didattico personalizzato possa comportare l'automatica promozione.

in questo caso una collega ci dice che nella scuola e' presente un ragazzo che forse non ha un PEi ma ha l'insegnante di sostegno e, quindi, una regolare certificazione(?????????). poi si dice che la famiglia ha firmato un differenziato, quindi, ovviamente, la proposta e' pervenuta dalla scuola.

quindi la famiglia ha accettato cio' che gli e' stato proposto dalla scuola, nei tempi stabiliti dalla scuola (il cdc poteva benissimo darsi un tempo limite, es . aprile). ora la famiglia firma, metabolizzando l'idea che il proprio figlio non  prendera' il diploma e il cdc che fa? lo boccia?  e secondo voi non ci sono gli estremi per un ricorso? qui signori ci vedo una bella lesione dei diritti della persona disabile. se vanno a controllare le carte qui mi sa che scoppia un putiferio. e il dirigente che forse si e' accorto sola ora sta cercando di salvare il salvabile. poi, vedetela come vi pare.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Mar Giu 16, 2015 4:01 pm

a quanto ne so io chi discute da tempo se i dsa e i bes possano essere bocciati sono i burocrati, o quelli che non hanno capito cosa significhi essere dsa o bes e soprattutto non hanno capito cosa sia necessario approntare per loro.

Lo dici anche tu: si discute se una minima violazione del pdp possa portare alla promozione.

E' una discussione che non porta nulla al ragazzo, sul piano dell'apprendimento, ma è l'unica discussione possibile in quanto a riparatoria di una violazione: visto che indietro non si torna, se la scuola viola il patto l'unica soluzione è la promozione indipendentemente dal raggiungimento degli obiettivi.

Ma perchè deve essere violato il pdp? perchè deve essere predisposto a fine maggio un progetto educativo? Che senso ha?
Il discorso è sempre quello: la scuola non ha i documenti in regola per attestare di aver individuato fragilità e proposto un pei e per attestare che è stata la famiglia a non volerlo e allora core ai ripari.
Semplicemente un tentativo in extremis di riparare a maggio un errore commesso a settembre e che non c'è altro modo di riparare se non quello di dire: va bene, facciamo finta di nulla e promuoviamo questo ragazzo, nessuno ricorrerà e il nostro errore verrà coperto.

Una istituzione seria non fa così, una istituzione seria non fa questi errori all'inizio. I ragazzi non sono pei o pdp, i ragazzi vanno seguiti secondo pei o pdp. Il pei e pdp non arrivano alla fine ma indicano il percorso dall'inizio

questa scuola non boccerà quel ragazzo, non per il bene del ragazzo ma per coprire il proprio errore, formale e sostanziale.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Mar Giu 16, 2015 4:08 pm

Quindi la conclusione è che l'unica cosa assolutamente indispensabile è promuovere, poi su tutto il resto FORSE si potrà discutere fra tre mesi o fra un anno?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Mar Giu 16, 2015 4:18 pm

così dice carla, mi sembra
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: PEI imposto a giugno   Mar Giu 16, 2015 4:37 pm

visto che anche tu Ire sei per la bocciatura, la penseresti allo stesso modo se a mancare non fosse un pei ma un Pdp di un ragazzo dislessico? penso di no
ora la scuola e' sicuramente manchevole in tutti i sensi pero' non e stato assolutamente un anno buttato, ma un anno in cui la famiglia ha capito che la scuola, pur cercando di andare incontro al ragazzo e tentando fino all'ultimo di fargli prendere il diploma, si e' accorta che cio' non e' possibile e, per il bene dell'alunno che, si decide di non bocciarlo, partendo dal prossimo anno (con il consenso della famiglia) con una programmazione differenziata.

e ribadisco promuovere se questo e' l'interesse della persona disabile che segue una programmazione differenziata "proposta dalla scuola e firmata dalla famiglia".

se poi, una volta differenziato, si boccia perché non ha raggiunto gli obiettivi minimi (questa e' la conclusione), mi pare che ci siano sufficienti motivi per fare ricorso.
Tornare in alto Andare in basso
 
PEI imposto a giugno
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Dorotheum aste; Vienna 10-11 giugno 2015
» Ferie.....mese di giugno
» Meeting art asta 811; 28 maggio-19 giugno 2016
» Il battesimo imposto contro o senza la volontà del battezzando ha valore per la dottrina cattolica?
» Mario Balotelli, l'eroe del giorno è stato un bambino abbandonato

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: