Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Assunse a scuola figli e nuora scavalcando le graduatorie, la Finanza le sequestra i beni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
magma



Messaggi : 256
Data d'iscrizione : 03.06.15

MessaggioOggetto: Assunse a scuola figli e nuora scavalcando le graduatorie, la Finanza le sequestra i beni   Ven Giu 12, 2015 5:45 pm

http://m.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/assunse_a_scuola_figli_e_nuora_scavalcando_le_graduatorie_la_finanza_le_sequestra_i_beni/notizie/1407041.shtml

NAPOLI - Aveva assunto, scavalcando le graduatorie e producendo falsi documenti, i due figli e la nuora, che percepivano la retribuzione senza neanche recarsi al lavoro.

La Guardia di Finanza di Napoli ha eseguito stamattina un decreto di sequestro preventivo di beni nei confronti dell'ex direttore generale amministrativo dell'Istituto Comprensivo «Massimo Troisi», Maria Grazia Franco, 63 anni, di Quarto.

Il provvedimento scaturisce dalle indagini della sezione reati contro la pubblica amministrazione della Procura, diretta dal Procuratore aggiunto Alfonso D'Avino. La Franco - secondo quanto emerso dalle indagini - aveva assicurato ai figli, Alessio e Massimiliano, e la nuora, Teresa Bora Cerciello, contratti di lavoro inquadrandoli nel personale amministrativo dell'Istituto, che ha sede nel quartiere Pianura.

Per raggiungere lo scopo l'ex direttore amministrativo non aveva tenuto conto dei punteggi in graduatoria ed aveva prodotto falsi certificati di servizio dell'Istituto paritario «Froebel» di Quarto, dove figli e nuora, in realtà non avevano mai lavorato.

La documentazione prodotta dai familiari della Franco - che avrebbero dovuto prestare servizio al «Troisi» come personale Ata (assistenza tecnico amministrativa) - ed i fogli di presenza erano stati fatti sparire in gran parte. Le indagini della Procura sono partite dalle denunce presentate nel novembre 2013 da tre donne aspiranti a supplenze nell'Istituto scolastico, che si videro scavalcate in graduatoria da uno dei figli della Franco. I contratti di lavoro dei figli erano stati firmati direttamente dalla madre, ed i due non si erano mai recati al lavoro. Uno di essi, Alessio, aveva percepito circa 15 mila euro di retribuzione, che sono stati sequestrati.


Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Assunse a scuola figli e nuora scavalcando le graduatorie, la Finanza le sequestra i beni   Ven Giu 12, 2015 6:19 pm

Adesso per assumere chi vogliono loro non dovranno più darsi tanto da fare!!
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Assunse a scuola figli e nuora scavalcando le graduatorie, la Finanza le sequestra i beni   Ven Giu 12, 2015 6:49 pm

Un'unica domanda: una scuola intitolata a Massimo Troisi?
Tornare in alto Andare in basso
Enoc



Messaggi : 344
Data d'iscrizione : 31.01.12

MessaggioOggetto: Re: Assunse a scuola figli e nuora scavalcando le graduatorie, la Finanza le sequestra i beni   Ven Giu 12, 2015 6:53 pm

#statesereni prodromi di #buonascuola
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Assunse a scuola figli e nuora scavalcando le graduatorie, la Finanza le sequestra i beni   Ven Giu 12, 2015 6:55 pm

mac67 ha scritto:
Un'unica domanda: una scuola intitolata a Massimo Troisi?


Non mi pare come la Marilyn Monroe di Moretti!
Meglio una Gabriele D'Annunzio? Punti di vista... a Roma c'è una Fabrizio de Andrè e più di una Vittorio Gassman
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Assunse a scuola figli e nuora scavalcando le graduatorie, la Finanza le sequestra i beni   Ven Giu 12, 2015 7:29 pm

Kkimba ha scritto:
Adesso per assumere chi vogliono loro non dovranno più darsi tanto da fare!!

Alla faccia di chi crede ancora nella favole!

Siamo in Italia, i DS si adegueranno presto all'andazzo generale del resto della PA, ove non ne sia già avvezzi come questo qui chiaramente! ; )

ma questa riforma il renzie l'avrebbe dovuta chiamare "la buona magnata!" sarebbe stato più attenente con il risultato che si otterrà.
Tornare in alto Andare in basso
magma



Messaggi : 256
Data d'iscrizione : 03.06.15

MessaggioOggetto: Re: Assunse a scuola figli e nuora scavalcando le graduatorie, la Finanza le sequestra i beni   Dom Giu 14, 2015 7:53 am

a proposito del "magna magna" che la riforma andrà a peggiorare (da notare che succede a Venezia) :

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2013/11/19/news/condanna-per-peculato-preside-sospesa-1.8141716

Condanna per peculato, preside sospesa

L’Ufficio regionale ha sostituito la dirigente Bertin del Luzzatti-Gramsci con Di Francia, già capo del polo tecnico a Venezia

Condanna per peculato, preside sospesa
Dopo la condanna per peculato è arrivata la sospensione: anche se sul sito Internet della scuola ci sono ancora la sua foto e il suo curriculum, Barbara Bertin, 53 anni, da alcuni giorni non è più la dirigente scolastica della scuola Luzzatti-Gramsci della Gazzera. Al suo posto l’Ufficio scolastico regionale (Usr) su proposta di quello provinciale ha nominato come dirigente scolastico reggente Bruno Di Francia, già preside del Polo tecnico professionale del centro storico, che comprende le scuole Fermi, Corner e Cini-Venier. Barbara Bertin, professoressa di lingua inglese, è dirigente scolastica dal 2007, dal 2009 al Luzzatti.
Il provvedimento di sospensione cautelare dall’incarico di dirigente scolastica è successiva alla condanna a 2 anni e 8 mesi della Bertin per il reato di peculato, che si verifica quando un pubblico ufficiale «avendo per ragioni del suo ufficio o servizio il possesso o comunque la disponibilità di denaro o di altra cosa mobile altrui, se ne appropria». Nel caso in questione la preside sospesa è stata ritenuta colpevole di essersi appropriata di un’auto - una piccola Citroen nella disponibilità dell’istituto scolastico per il trasporto di materiali da una sede all’altra - usandola per scopi ritenuti privati, come il viaggio da casa, a Venezia, al lavoro, nel suo ufficio di via Asseggiano, e per un paio di viaggi fuori regione.
Un’inchiesta avviata da una segnalazione anonima, una lettera, documentata, arrivata oltre un anno fa sulla scrivania del pubblico ministero Stefano Buccini, nella quale si accusava la preside di usare l’auto come se fosse di sua proprietà, utilizzandola per tutti gli spostamenti personali, e lasciandola parcheggiata, quando era a casa, nel suo posto auto all’isola del Tronchetto. Dopo la segnalazione anonima, il pubblico ministero ha deciso di approfondire la questione, delegando alla polizia giudiziaria le verifiche investigative, avvenute tra l’autunno del 2012 e lo scorso gennaio.
Un periodo sufficiente per accertare, anche grazie all’utilizzo di un sistema gps, che la segnalazione dell’esposto - secondo l’accusa - era fondata. Nel corso del processo, con rito abbreviato, la preside, difesa dall’avvocato Alberto Checchetto, ha sostenuto che, essendo a capo del più numeroso istituto della città, e lavorando fino a tarda sera, non aveva altro mezzo per tornare nella sua abitazione. Una motivazione che non ha convinto il giudice per le indagini preliminari, Alberto Scaramuzza, che l’ha condannata a 2 anni e 8 mesi (grazie allo sconto di un terzo della pena garantito dal rito abbreviato). Una decisione contro la quale sarà presentato appello. Dopo la condanna in primo grado e in attesa di una sentenza che passi in giudicato, l’ufficio scolastico regionale ha, come da regolamento, sospeso la Bertin, sostituendola con Bruno Di Francia. Un nome proposto dall’ufficio scolastico provinciale, che ha individuato in Di Francia la persona giusta per il ruolo di reggenza, un incarico che di sicuro ricoprirà fino alla fine dell’anno scolastico.
Di Francia, 65 anni, preside in centro storico, è stato scelto anche perché aveva già lavorato al Luzzatti (scuola che comprende anche il Gramsci e il Volta) negli anni scolastici 2004-2005 e 2008-2009 e quindi conosce
già l’istituto e una parte dei professori. Di Francia spiega che «con la buona volontà si riesce a fare tutto» ma per molti professori la mole di lavoro, con cento classi e 2.500 studenti da gestire, rischia di compromettere il buon funzionamento della scuola.
Tornare in alto Andare in basso
 
Assunse a scuola figli e nuora scavalcando le graduatorie, la Finanza le sequestra i beni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Salendo i gradini con i nomi dei miei figli
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: