Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
madamolenska



Messaggi : 562
Data d'iscrizione : 24.03.14

MessaggioOggetto: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Gio Giu 18, 2015 9:36 pm

Promemoria primo messaggio :

FARAONE:

"Ai primi di luglio il tema dello stralcio delle assunzioni dall' intero progetto non si porrà più, non ci sarà tempo per mandare in cattedra i precari dal prossimo settembre. Così, senza fretta, entreremo nel merito delle cose", afferma.
"Si riapre tutto. Se fin qui si è registrata un' ostilità generale, vuol dire che il piano va rivisto. Ridiscuteremo anche i numeri, meglio, la loro tempistica, senza pregiudizi. I tre miliardi di euro in legge di stabilità non li tocca nessuno. Ci sono quattro grandi categorie di precari, nella scuola: graduatorie a esaurimento, graduatorie d' istituto, i tirocinanti universitari, gli idonei da concorso. Dobbiamo trovare un equilibrio migliore".

fonte:

http://www.orizzontescuola.it/news/riforma-faraone-estate-sar-legge-fiducia-ultima-ratio-non-governiamo-lisciare-pelo-ad-elettorat

e la PUGLISI conferma:

Al Senato sono tremila o si riducono o l'approvazione del testo rischia di slittare a luglio inoltrato".
...e quindi "non sarà sufficiente un mese di tempo per far entrare in vigore la riforma e le relative assunzioni a settembre".

fonte OSCUOLA: http://www.orizzontescuola.it/news/riforma-puglisi-riduzione-emendamenti-o-slitta-dopo-luglio-no-vendetta-renzi

Si, certo, Renzi vuol farci credere che ci sia ancora in giro l'ipotesi delle assunzioni, mentre i suoi bassotti hanno già detto chiaramente che in caso si vada a luglio sarebbe già troppo tardi per le immissioni del piano secondo il mal partorito ddl e-dice Puglisi-anche per avviare la riforma intera.

Lui continua a invocare lancia in resta dopo la conferenza di luglio, loro che luglio sarebbe comunque già troppo tardi per attuare non solo le assunzioni straordinarie, ma anche avviare il motore della riforma stessa. E d'altra parte non è difficile crederlo: dal Senato, se passerà, deve tornare alla Camera, poi al Presidente della Repubblica, poi i Decreti attuativi, poi i docenti coinvolti dovrebbero fare domanda di assunzione e poi? che altro? ah, già, magari qualche settimana agli UST che dovranno mettere TUTTO in pratica gliela vogliamo concedere o no?!

Insomma, siamo veramente alla frutta.Farebbero più bella figura a chiudere il sipario.

http://www.orizzontescuola.it/news/riforma-renzi-deciso-si-va-avanti-via-non-prima-met-luglio-accordo-minoranza-o-fiducia
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
gni



Messaggi : 343
Data d'iscrizione : 27.08.12

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 11:19 am

sparviero. ha scritto:
Letta per non assumere proponeva di togliere un anno di scuola ,Monti per diminure il personale proponeva le 24 ore: loro si che erano amati da docenti e sindacati.

si dec e sparviero, giusto ricordavo male
Tornare in alto Andare in basso
docentecheverrà



Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 09.06.15

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 11:20 am

sparviero. ha scritto:
Letta per non assumere proponeva di togliere un anno di scuola ,Monti per diminure il personale proponeva le 24 ore: loro si che erano amati da docenti e sindacati.


E purtroppo rischiano di tornare i due provvedimenti, questa volta insieme. In un governo Berlusconi, Amato o Salvini.
Tornare in alto Andare in basso
gni



Messaggi : 343
Data d'iscrizione : 27.08.12

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 11:27 am

docentecheverrà ha scritto:
sparviero. ha scritto:
Letta per non assumere proponeva di togliere un anno di scuola ,Monti per diminure il personale proponeva le 24 ore: loro si che erano amati da docenti e sindacati.


E purtroppo rischiano di tornare i due provvedimenti, questa volta insieme. In un governo Berlusconi, Amato o Salvini.

non è così stramba come ipotesi, perchè giocando con la dialettica un salvini potrebbe dire che la scuola non ha voluto più forze, che non ha voluto più investimenti, e che quindi vuole lavorare, e quindi via aumento di ore o cose simili, o in alternativa abbassamento degli anni di scuola, taglio magari di un anno. così si risparmia. soldi che magari vanno in sanità o altrove. sarebbe una virata incredibile, ma proprio perchè salvini vuole fare voce fuori dal coro, potrebbe accadere. una cosa assurda, paradossale, eppure potrebbero dirla. basti vedere cosa stanno dicendo sugli immigrati. la dialettica maledetta può tutto, e si ritroce sempre contro
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7491
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 11:38 am

Francesca4 ha scritto:
tellina ha scritto:
Io però non capisco...
Vogliamo, vuole svuotare le gae...ottimo.
I soldi per le immissioni straordinarie fino a ieri c'erano...
Che immettano in ruolo secondo graduatoria e senza tutta la stronxata degli albi.
Certo non accontenterebbe tutti, me ne rendo conto...ma la maggioranza dei precari che io considero "reali" cioè che lavorano davvero da anni nelle scuole...sì.
Mi sembrerebbe un buon compromesso...perché non vien preso minimamente in considerazione?  

Cara tellina troppe volte ho ignorato i tuoi riferimenti ai precari "reali", ma questa volta, se me lo permetti, vorrei andare a fondo nell'analisi della categoria.
E' condivisibile il fatto che, così come previsto dalla riforma, debba avere la precedenza, nell'assegnazione delle sede prescelta, chi abbia maggiore punteggio, indipendentemente dal modo in cui lo abbia conseguito ed indipendentemente dalla competenze effettivamente e " realmente" acquisite attraverso la frequenza di corsi a pagamento.
E questo criterio è indispensabile da seguire, non solo perché sia attualmente l'unico a disposizione, ma perché è previsto dalla legge e la legge va rispettata: dura lex, sed lex.
Del resto è assolutamente fuori questione il fatto che, anche a costo di avvantaggiare i soliti "furbetti" ( e ci sono andata cauta) debbano essere stabilizzati per primi coloro che nella scuola abbiano effettivamente lavorato, anche se sempre, se me lo permetti, questo è dipeso tantissimo, se non esclusivamente, dal fatto che la propria classe di concorso fosse o meno piena di docenti in esubero.
Ed ai fini di quest' ultima considerazione  è stato dominante il fattore " fortuna", perché non è dipeso, in alcun modo, dalla volontà di tutti quei docenti che invece avrebbero voluto spendersi nell'insegnamento.
Ed ora veniamo alla categoria cui spesso ti riferisci, i gae senza servizio, quelli che chiami i precari che non sono "reali" perché non hanno mai messo piede in una scuola.
Effettivamente costoro andrebbero chiamati, con maggior proprietà di linguaggio "docenti senza servizio", e questo perché trattasi di personale qualificato che ha conseguito la titolarità dell'immissione in ruolo nei modi stabiliti dalla legge,e perciò indipendentemente da come abbiano conseguito l'abilitazione (in maniera non sempre cristallina), ed a prescindere dalle nostre valutazioni personali, anche in questo caso la legge va rispettata, ripeto: dura lex, sed lex.
Ergo, tutti i gae, con le dovute precedenze, devono, per legge,essere assunti.
Se non sei d'accordo con questo discorso, ti chiedo di rispondermi, mi piacerebbe confrontarmi con te sull'argomento.
Come sempre, ringrazio anticipatamente.

No.
Posso serenamente permettermi di dissentire proprio perché appartengo a svariate cdc in esubero da sempre.
Son quelle sfixate in partenza con poche ore alle medie e son tra quelle tagliate alle superiori (eliminate del tutto o ridimensionate).
E quindi dissento.
Ormai, parlo dei vecchi abilitati da concorso ma anche degli ultimi sissini, chi voleva realmente lavorare nella scuola...nel corso di questi ultimi quindici anni, seppur con sacrifici, in scuole lontane, magari non per tutto l'anno nella stessa sede perché su supplenze di malattie...ormai chi ha fatto questa scelta ed è in gae...lavora da tanti anni.
Se sei in gae a zero punti servizio...abilitato, testato, controllato quanto vuoi...ma se hai scelto di fare un altro lavoro ma sei ben pronto a mollarlo in cambio del ruolo pubblico...per me hai già fatto una scelta ben precisa.
Dovessero avanzare posti...prego dentro anche i senza servizio ma paradossalmente li metterei quasi dopo i vari colleghi che lavoran da sempre da graduatorie di istituto...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 12:55 pm

gni ha scritto:
gni ha scritto:
Babbeus ha scritto:
gni ha scritto:
Babbeus ha scritto:
gni ha scritto:
Babbeus ha scritto:
gni ha scritto:
Babbeus ha scritto:
docentecheverrà ha scritto:
Assunzioni secondo il DDL per 100.000 precari.
Oppure ZERO assunzioni, Si attenda un nuovo DDL, si faccia un concorso 2015. E si assumano i nuovi vincitori. Non c'è altra strada.

Cosa impedisce di prendere altre strade?

le continue rese dei conti dentro al pd e le idee di salvini (o berlusconi, uguale)

Se il governo decide per sua scelta politica che non vuole prendere una strada non significa che quella strada alternativa "non c'è".

sì, io penso alle soluzioni possibili che vanno oltre questo governo

Tra le soluzioni possibili c'è sicuramente l'inserimento in ruolo secondo turnover, che è ben diverso da "zero assunzioni".


pochi pensano ad assumere a scuola, mi pare. ti rircordi monti che paventava l'ipotesi di tagliere un anno delle superiori? a quel punto niente turnover o quasi. un disastro. e la stessa forza italia: guarda come hanno trattato male i tfa (niente valore concosuale), e i tagli delle ore della gelmini. e la lega è sulla stessa scia (i prof lavorano poco, solo 18, diamogliene di più...sono vecchie argomentazioni loro)


Se quello è un destino ineluttabile non capisco per quale motivo persone come te e altri qui dentro vi agitate tanto per questa riforma a parte il desiderio soggettivo e discutibile di voler essere tra gli ultimi pseudo-"privilegiati" a venire assunti in un settore che si sta evolvendo verso il disfacimento e che non assumerà più nessuno.

ci agitiamo per i motivi che hai addotto tu, babbeus. ognuno ha i suoi :-)

Allora magari evitiate di parlare di fantomatici "sacrifici necessari per la ripresa" o di "redistribuzione dai più fortunati ai meno fortunati" nel tentativo di nobilitare una posizione che non ha nulla di nobile.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 2:03 pm

tellina ha scritto:

No.
Posso serenamente permettermi di dissentire proprio perché appartengo a svariate cdc in esubero da sempre.
Son quelle sfixate in partenza con poche ore alle medie e son tra quelle tagliate alle superiori (eliminate del tutto o ridimensionate).
E quindi dissento.
Ormai, parlo dei vecchi abilitati da concorso ma anche degli ultimi sissini, chi voleva realmente lavorare nella scuola...nel corso di questi ultimi quindici anni, seppur con sacrifici, in scuole lontane, magari non per tutto l'anno nella stessa sede perché su supplenze di malattie...ormai chi ha fatto questa scelta ed è in gae...lavora da tanti anni.
Se sei in gae a zero punti servizio...abilitato, testato, controllato quanto vuoi...ma se hai scelto di fare un altro lavoro ma sei ben pronto a mollarlo in cambio del ruolo pubblico...per me hai già fatto una scelta ben precisa.
Dovessero avanzare posti...prego dentro anche i senza servizio ma paradossalmente li metterei quasi dopo i vari colleghi che lavoran da sempre da graduatorie di istituto...

OK questa è la tua opinione, e la rispetto, anche se non ne condivido una virgola.
Se avessi" scelto", come dici tu, di lavorare nella mia c.d.c., nessun trasferimento, in nessuna parte d'Italia, mi avrebbe assicurato di lavorare per tutto l'anno, avrei dovuto contare su qualcuno che mi mantenesse per il periodo in cui sarei rimasta senza incarico, e sia chiaro... non è che non l'avessi.
Ti ricordo infatti che sono di Napoli, e dato il notevole esubero sulla mia c.d.c., i costi per trasferirmi sicuramente in altra località, con tutte le spese annesse, avrebbero superato quasi certamente la mia retribuzione.
Ma l'indipendenza economica dopo aver studiato tanto, e ripeto, potendo scegliere per il fatto di aver conseguito, anche in quel caso, l'abilitazione al primo tentativo, senza nulla togliere a nessuno, è un valore altrettanto importante per una persona.
Scusami, ma questa volta dissento io... e comunque la mia e la tua restano solo opinioni.
Ripeto ciò che conta è il rispetto della legge, ed evidentemente il piano assunzionale ne ha tenuto conto.
E' stato un piacere confrontarsi ad armi pari con una persona leale e schietta come te.
Alla prossima!
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7491
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 2:09 pm

Se i posti nella tua cdc a napoli non c'erano prima per te...e quindi sei stata costretta a scegliere di non trasferirti e di lavorare in altro campo...quei posti per magia non è che compariranno dal nulla...
Qualcuno forse...ma diciamocelo serenamente almeno tra noi: se non ci sono significa che non servono e significa che crearli solo per immettere in ruolo sarebbe un esborso economico insostenibile soprattutto in periodo di crisi.
Pppssttt ti ricordo comunque che anche chi già vive a milano e decide di lavorare al nord, magari proprio milano, si ritrova a dover sostenere spese quotidiane altissime (soprattutto vitto e alloggio). Non è che con la residenza anagrafica ci regalano la tessera sconti...purtroppo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 3:08 pm

tellina ha scritto:
Se i posti nella tua cdc a napoli non c'erano prima per te...e quindi sei stata costretta a scegliere di non trasferirti e di lavorare in altro campo...quei posti per magia non è che compariranno dal nulla...
Qualcuno forse...ma diciamocelo serenamente almeno tra noi: se non ci sono significa che non servono e significa che crearli solo per immettere in ruolo sarebbe un esborso economico insostenibile soprattutto in periodo di crisi.
Pppssttt ti ricordo comunque che anche chi già vive a milano e decide di lavorare al nord, magari proprio milano, si ritrova a dover sostenere spese quotidiane altissime (soprattutto vitto e alloggio). Non è che con la residenza anagrafica ci regalano la tessera sconti...purtroppo.

Devo confessartelo: mi sono sempre piaciute le persone che vivono al nord, perché senza mediazioni o convenevoli di sorta, arrivano direttamente al sodo.
Ho avuto occasione di conoscerne molte per motivi di lavoro e l'unica delusione che ho avuto è stata da parte di una persona che, ritenendo di farmi un complimento, mi ha candidamente detto che, quanto ad aspetto e modi, "non sembravo essere di Napoli" e, credimi, questa frase mi ha davvero spezzato il cuore, ma, ripeto, si è trattata di un unica eccezione, e una rondine non fa primavera.
Ma bando agli attestati di stima reciproca, e venendo al contenuto del tuo post, avrei da fare due osservazioni.
1) Mi sembra di capire che tu non sia d'accordo né con il potenziamento di alcune materie né con l'istituzione dell'organico funzionale, ritenendo più che sufficienti i numeri dell'attuale organico, perché eventuali altre assunzioni, oltre la copertura del normale turn over pensionistico, sarebbero inutili e gonfiate rispetto al reale fabbisogno della scuola.
Ebbene, permettimi di dissentire,perché ritengo, al contrario che più insegnanti per la scuola siano una straordinaria opportunità di arricchimento dell'offerta formativa, e ti parlo anche in veste di madre che fa i salti mortali per dare ai suoi ragazzi nuovi stimoli formativi: accompagnandoli a svolgere tutte quelle attività che al momento la scuola non offre, da quella fisica a quella del potenziamento delle lingue ed a quella musicale, oltre a spendere ore ed ore per fargli comprendere la necessità del rispetto delle regole in un Paese che si definisce democratico.
2) Un conto è vivere a Milano potendo contare sul sostegno dei parenti con i quali condividere le spese, un altro è viverci da sola.
Se poi a queste uscite aggiungi anche quelle di viaggio per poterti periodicamente ricongiungere alla tua famiglia, temo che la differenza tra le due situazioni sia sostanziale.
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 3:16 pm

Francesca4 ha scritto:
Devo confessartelo: mi sono sempre piaciute le persone che vivono al nord, perché senza mediazioni o convenevoli di sorta, arrivano direttamente al sodo.
Ho avuto occasione di conoscerne molte per motivi di lavoro e l'unica delusione che ho avuto è stata da parte di una persona che, ritenendo di farmi un complimento, mi ha candidamente detto che, quanto ad aspetto e modi, "non sembravo essere di Napoli" e, credimi, questa frase mi ha davvero spezzato il cuore, ma, ripeto, si è trattata di un unica eccezione, e una rondine non fa primavera.

Bhe scusa, non è detto che fosse una frase razzista e dispregiativa, dipende dal contesto di chi l'ha pronunciata.
Ti faccio un esempio: se ad un tedesco dicesso: <<Sei tedesco? Non sembravi proprio!>> non credo si offenderebbe.
Tornare in alto Andare in basso
Online
gni



Messaggi : 343
Data d'iscrizione : 27.08.12

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 3:20 pm

babbeus, qualsiasi cosa dico non va bene. sic, ciao :-)
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 3:42 pm

Robert Bruce ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
Devo confessartelo: mi sono sempre piaciute le persone che vivono al nord, perché senza mediazioni o convenevoli di sorta, arrivano direttamente al sodo.
Ho avuto occasione di conoscerne molte per motivi di lavoro e l'unica delusione che ho avuto è stata da parte di una persona che, ritenendo di farmi un complimento, mi ha candidamente detto che, quanto ad aspetto e modi, "non sembravo essere di Napoli" e, credimi, questa frase mi ha davvero spezzato il cuore, ma, ripeto, si è trattata di un unica eccezione, e una rondine non fa primavera.

Bhe scusa, non è detto che fosse una frase razzista e dispregiativa, dipende dal contesto di chi l'ha pronunciata.
Ti faccio un esempio: se ad un tedesco dicesso: <> non credo si offenderebbe.

Robert Bruce, non mi risulta che sui tedeschi ci siano pregiudizi relativi al fatto che siano tutti per forza pigri, sporchi ed incapaci di non essere volgari e lamentosi, semmai il contrario.
Poi, mi è sembrato di capire che tu sia un ragazzo sensibile e spiritualmente evoluto, per cui mi comprenderai perfettamente se ti dico che a volte il tono, lo sguardo e tutti quei segnali che accompagnano le parole, possono essere più eloquenti di un discorso articolato.
Tornare in alto Andare in basso
Robert Bruce



Messaggi : 2896
Data d'iscrizione : 19.02.12

MessaggioOggetto: Re: Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...   Ven Giu 19, 2015 3:45 pm

Francesca4 ha scritto:
Robert Bruce, non mi risulta che sui tedeschi ci siano pregiudizi relativi al fatto che siano tutti per forza pigri, sporchi ed incapaci di non essere volgari e lamentosi, semmai il contrario.
Poi, mi è sembrato di capire che tu sia un ragazzo sensibile e spiritualmente evoluto, per cui mi comprenderai perfettamente se ti dico che a volte il tono, lo sguardo e tutti quei segnali che accompagnano le parole, possono essere più eloquenti di un discorso articolato.

Allora, se hai avuto la conferma dei toni, dello sguardo e dei gesti, penso che tu abbia ragione.
Come dicevo, dipende dal contesto della frase, può essere razzista o meno.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» Tutto e il contrario di tutto: siamo davvero alla frutta...
» O__O METFORMINA E SIAMO SOLO ALLA SECONDA COMPRESSA!
» chi o cosa ha creato tutto
» 39+2 e ...tutto tace
» Chi è dio? Chi è che ha "creato" tutto? Ecco una mia teoria

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: