Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 verifica "passata" dall'insegnante

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 06, 2011 3:12 pm

Classe terza media, ultima verifica per poter recuperare un'insufficienza o per avere un 10 come voto di fine anno. (non c'è differenza)
Alcuni ragazzi (4) si accorgono che il foglio protocollo del loro compagno XX è già scritto (nelle due facciate interne), l'insegnante passando tra i banchi controlla che i fogli protocollo siano bianchi, controlla anche l'interno dei fogli protocollo (facciata 2 e 3), tranne il foglio di XX, o meglio lo guarda (la prima e l'ultima facciata) e pare non si accorga che nel suo interno è già scritto (impossibile!).
Conoscendo l'alunno XX e l'insegnante sono certo che l'insegnate ha anticipato il testo della verifica a XX, che avrà svolto la verifica a casa. Non è la prima volta che accade, ma solo ora ne sono stato informato, mi chiedono di intervenire come genitore rappresentante c/o il dirigente.
Il mio dubbio è: se vado dal dirigente, verrà messo tutto a tacere o farà qualcosa?
Cosa posso fare? A chi mi devo rivolgere? Meglio una lettera scritta o dirlo a voce?
Falsificare una verifica scritta in questo modo è molto grave, personalmente ritengo che sia per XX che per gli altri ragazzi della classe sarebbe utile dimostrare che anche i furbi pagano i loro errori e che non sempre la passano liscia.
Accetto consigli. Grazie


Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47782
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 06, 2011 3:58 pm

rappresentante genitori ha scritto:
Classe terza media, ultima verifica per poter recuperare un'insufficienza o per avere un 10 come voto di fine anno. (non c'è differenza)
Alcuni ragazzi (4) si accorgono che il foglio protocollo del loro compagno XX è già scritto (nelle due facciate interne), l'insegnante passando tra i banchi controlla che i fogli protocollo siano bianchi, controlla anche l'interno dei fogli protocollo (facciata 2 e 3), tranne il foglio di XX, o meglio lo guarda (la prima e l'ultima facciata) e pare non si accorga che nel suo interno è già scritto (impossibile!).
Conoscendo l'alunno XX e l'insegnante sono certo che l'insegnate ha anticipato il testo della verifica a XX, che avrà svolto la verifica a casa. Non è la prima volta che accade, ma solo ora ne sono stato informato, mi chiedono di intervenire come genitore rappresentante c/o il dirigente.
Il mio dubbio è: se vado dal dirigente, verrà messo tutto a tacere o farà qualcosa? Difficile dirlo perchè non conosciamo il dirigente.
Cosa posso fare? A chi mi devo rivolgere? In primis al Dirigente Scolastico, poi se non fa nulla credo che ci siano dei livelli superiori.
Meglio una lettera scritta o dirlo a voce? Io intanto andrei a parlargli per capire la situazione, se per caso c'è qualche ragione particolare perchè xx debba essere aiutato, anche se ho i miei dubbi che questo sia il modo corretto. A mettere per iscritto si fa sempre in tempo.
Falsificare una verifica scritta in questo modo è molto grave, personalmente ritengo che sia per XX che per gli altri ragazzi della classe sarebbe utile dimostrare che anche i furbi pagano i loro errori e che non sempre la passano liscia.
Non posso che essere d'accordo. Di solito noi insegnanti siamo un po' prevenuti verso le ingerenze dei genitori perchè spesso sono davvero pretestuose, ma in questo caso un vostro intervento si impone, almeno per capire ed eventualmente dare spiegazioni ai vostri figli.
Accetto consigli. Grazie
Detto questo, io non mi sono mai trovato in situazioni del genere e non ho certo una competenza giuridica in materia. Ho voluto solo esprimere un'opinione. Ti lascio agli altri. E per favore facci sapere come finisce la cosa, perchè è una vicenda davvero interessante.
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 06, 2011 4:20 pm

Ciao! Secondo me fai benissimo ad essere ricevuto dal DS, ma devi anche sapere che ci vogliono i testimoni: se i ragazzi non se la sentissero di inimicarsi l'insegnante, poi potresti finire dalla parte del torto. Quindi sonda bene - se non lo avessi già fatto - il terreno per essere sicuro di avere sempre prove concrete dalla tua parte. A quel punto, valutate le forze a tuo favore, potrai decidere di muoverti con il DS, chiedendo ovviamente di confrontarti davanti a lui con l'insegnante incriminato.
Se dovesse esser messo tutto a tacere, a tarallucci e vino, farete tutti insieme un bel ricorso avverso l'ammissione del ragazzo all'esame. Le tarantelle devono finire! :-)
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 06, 2011 4:57 pm

Hai toccato il tasto giusto, ora i 4 ragazzi sono sicuri e lo giurano, ma poi davanti al dirigente? Se calano le braghe e si fanno intimidire? Hanno 13 anni!
Se è il dirigente il primo a voler insabbiare la storia non ci mette molto ad intimorirli!
Potrei chiedere di vedere la verifica con il dirigente e l'insegnate? Visto che la verifica era già scritta per due pagine, e visto che ne ha scritte altre tre durante la verifica in classe, forse si vede la differenza. Non ditemi che la verifica di XX è coperta dalla privacy!!!
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 06, 2011 4:57 pm

Nemmeno io sono competente in materia, ma, come mamma, sceglierei non entrare in una questione di cui non conosco le cause e nemmeno i fatti. Se succedesse a mio figlio e ai suoi amici gli direi di parlare loro con l'insegnante in primis, poi con il ds. Ma lo devono fare loro, perché loro hanno assistito al fatto. Aspetterei l'esito della loro "missione" prima di intervenire io. A seconda dell'esito poi deciderei.
Ma anche io, come Dec, ti ripeto che è solo una mia opinione personale.
Tornare in alto Andare in basso
sweetdream



Messaggi : 729
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 06, 2011 5:28 pm

rappresentante genitori ha scritto:
Hai toccato il tasto giusto, ora i 4 ragazzi sono sicuri e lo giurano, ma poi davanti al dirigente? Se calano le braghe e si fanno intimidire? Hanno 13 anni!
Se è il dirigente il primo a voler insabbiare la storia non ci mette molto ad intimorirli!
Potrei chiedere di vedere la verifica con il dirigente e l'insegnate? Visto che la verifica era già scritta per due pagine, e visto che ne ha scritte altre tre durante la verifica in classe, forse si vede la differenza. Non ditemi che la verifica di XX è coperta dalla privacy!!!

Eh lo so...per questo dicevo, tu in qualità di rappresentante genitori dovresti coordinare prima un'azione di gruppo precisa e secca con gli altri genitori (anche quelli si calan le braghe, sai? dicono: eh, ma tanto è l'ultimo anno, chi li vede più, diamoci un pizzicotto e andiamo avanti), i quali riferiranno a te della precisa volontà dei ragazzi.
Dopodiché andrai dal DS e illustrerai la vicenda, così da sondare il terreno con lui.
Se fa storie, chiederai di parlare con l'insegnante.
Di sicuro il ragazzo, preparandosi le cose a casa, o addirittura essendosele fatte imbeccare, sarà caduto in qualche trappolina. Se era insufficiente fino ad oggi, come avrà potuto - ad esempio - scrivere in maniera molto appropriata o addirittura forbita (per garantirgli la sufficienza, dovrà aver svolto un compito magnifico!)?
Butto anche lì un'altra idea: da quanto ho capito era un tema la prova incriminata. Bene, così, en passant, leggi qualcosa da google, chissà che ci sia anche questa come trappolina (dubito che un prof scriva di suo proprio pugno un tema, magari il ragazzo, imbeccato, avrà scopiazzato qualcosa alla bell'e meglio) e inchiodi entrambi. Si tratta solo di un'ipotesi, ma non tralasciamola!
Il bello sarà vedere la verifica, ma se ci sono sospetti di falso non ci sarà privacy che tenga.
Se l'insegnante, vedendosi attaccato, giura e spergiura di non aver fatto nulla, allora - solo allora - andranno fatti sentire i testimoni. Meglio lasciarli il più possibile fuori e, se proprio non se ne viene a capo, farli intervenire. Sono pur sempre 13enni!
A loro il prof dirà: perché non mi avete detto che X aveva il compito copiato? (farà lo scaricabarile) loro dovranno rispondere: e come faceva X a sapere su cosa sarebbe stato il tema (dato che, da come ho capito, l'argomento non era stato annunciato neanche in via generale)? Meglio anticiparsi pure le risposte... ;-)
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: e il dirigente disse....   Gio Giu 09, 2011 12:02 pm

Ho dovuto attendere ben 4 giorni per riuscire a parlare con il dirigente....incredibile.
Ho raccontato cosa è accaduto...(la verifica era già scritta...l'insegnate non ha controllato il foglio protocollo...)
Premetto che l'alunno in questione è bravissimo a scuola ma ha un problema psicologico...non accetta voti al di sotto del 9 e ogni volta che deve essere interrogato fa storie perchè ha paura di non prendere almeno 9...ha un cattivo rapporto con i compagni (chiaro!) perchè recita sempre la farsa del "non sono preparato..non so niente" e poi prende 9. Ha un rapporto quasi maniacale con alcuni professori, li assilla e loro si lasciano assillare e lisciare, conosce le date di nascita e particolari di vita personale della vita dei professori (al compleanno del professore fa un bigliettino di auguri e spesso allunga un regalo).

Come dicevo ho fato presente al dirigente cosa è accaduto, lui mi ha sincerato che controllerà di persona cosa è accaduto. Non ho fatto i nomi dei compagni di classe che hanno visto il foglio già scritto perchè, dopo lunga meditazione, ho valutato così:
- i genitori parlano parlano, ma poi quando c'è da riferire al preside si tirano indietro
- i compagni di classe sarebbero stati coinvolti senza poter essere difesi (e se c'ero io presente l'avrei fatto!) con il rischio di essere tacciati di invidia
- visionare lo scritto non è possibile
- e in fine il ruolo di rappresentante di classe dopo ben 15 anni di lavoro in questo "campo" è marginale e SOPRATTUTTO SI PASSA SEMPRE PER IL SOLITO GENITORE ROMPI... perchè la figura del genitore ormai è vista così. Se si parla si è dei rompi, se si tace è perchè te ne freghi (scusate lo sfogo ma è triste vedere certe cose)

Mi sono raccomandata con il dirigente di approfondire la cosa e soprattutto, in vista degli esami di terza media, di raccomandarsi con l'alunno di non fare la stessa stupidata il giorno dell'esame. perchè, inutile dirlo, il rischio è grosso.
Riguardo all'insegnante in questione, visto che il dirigente non vuole prendere nessuna posizione, quando finisce la scuola non ho problemi ad affrontarlo a quattrocchi e dirgli cosa ne penso.
Io comunque ho gettato il sasso, non ho il potere ne il dovere di approfondire la questione.
Mio figlio ha trovato vergognoso il comportamento del suo compagno, spero che altri non lo prendano invece come esempio da seguire.
Grazie del vostro sostegno



Potevo fare di più?! Forse si, se avevo più potere come rappresentate.
Tornare in alto Andare in basso
anto81



Messaggi : 284
Data d'iscrizione : 16.05.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Gio Giu 09, 2011 12:18 pm

Bisognerebbe capire bene le dinamiche..penso che nessuno di noi ti possa dire cosa fare e se hai fatto bene o fatto male a reagire così..forse l' insegnante in questione aveva le sue ragioni..non me la sento di giudicare perchè so che bisogna essere tolleranti..molti insegnanti non lo sono. Però io ne parlerei faccia a faccia con lui..ciao.
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Gio Giu 09, 2011 12:30 pm

Io avrei cercato di parlare col prof, semplicemente per dare l'impressione di non "scavalcarlo" e per evitare lo scontro. Poi sarei andata direttamente dal preside.
Credo che lo scritto si possa visionare.
CRedo che se fosse "affar di stato", un perito saprebbe dire se la seconda e la terza faciata siano state scritte in un momento precedente alla 1 e alla 4 o in uno stato emozionale diverso (es: una copiatura di un testo già inserito)
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Gio Giu 09, 2011 2:53 pm

iside ha scritto:
Io avrei cercato di parlare col prof, semplicemente per dare l'impressione di non "scavalcarlo" e per evitare lo scontro. Poi sarei andata direttamente dal preside.
Credo che lo scritto si possa visionare.
CRedo che se fosse "affar di stato", un perito saprebbe dire se la seconda e la terza faciata siano state scritte in un momento precedente alla 1 e alla 4 o in uno stato emozionale diverso (es: una copiatura di un testo già inserito)

Non ho scavalcato nessuno, il professore avrebbe negato il suo coinvolgimento e avrebbe negato che la verifica era stata preparata a casa. Se anche lui era coinvolto avrebbe potuto far sostituire la verifica accordandosi con l'alunno.
Il dirigente lo conosco da 15 anni, è un tipo attento (segue i ragazzi da vicino, gira per le classi, si fa vedere e sentire) ma non vuole problemi. Alla fine ho pensato che in tutta questa storia c'era da salvare l'alunno copione (fargli capire che non l'aveva passata liscia) e mi auguro che il dirigente almeno questo aspetto lo valuti.
Riguardo al "perito" sorrido.....e chi avrebbe dato l'incaricato al perito di periziare secondo te? Siamo realistici.
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Gio Giu 09, 2011 3:25 pm

rappresentante genitori ha scritto:
Hai toccato il tasto giusto, ora i 4 ragazzi sono sicuri e lo giurano, ma poi davanti al dirigente? Se calano le braghe e si fanno intimidire? Hanno 13 anni!
Se è il dirigente il primo a voler insabbiare la storia non ci mette molto ad intimorirli!
Potrei chiedere di vedere la verifica con il dirigente e l'insegnate? Visto che la verifica era già scritta per due pagine, e visto che ne ha scritte altre tre durante la verifica in classe, forse si vede la differenza. Non ditemi che la verifica di XX è coperta dalla privacy!!!


Io prendo con le pinze ciò che dicono i ragazzi, questo perchè ho notato che a quell'età inventano parecchio.
Non voglio dire che questo sia uno di quei casi, ma io me ne accorgo che spesso lavorano di fantasia.....lasciamelo dire....
Cmq.... a volte si fanno fare delle verifiche personalizzate per colmare delle carenze o per venire incontro a ragazzi che presentano dei problemi.
Per es. l'anno scorso 2 alunne necessitavano di un'attenzione maggiore rispetto al resto della classe, anche per frenare un'eventuale dispersione scolastica, così d'accordo con un altro collega e col D.S. oltre che con la fam. somministravamo 2 prove per volta anzichè una come invece facevamo con gli altri studenti (una sorta di recupero in itinere). Ora, leggendo ciò che scrivi, ricordo che anche nella mia classe i ragazzi e i genitori parlarono di favoritismi, ma in realtà non era così, per fortuna sono precisa ed essendo coordinatrice avevo messo tutto a verbale......
Non sarà che la collega ha usato lo stesso sistema, ma tutto è stato travisato??
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Gio Giu 09, 2011 4:03 pm

[/quote]
Io prendo con le pinze ciò che dicono i ragazzi, questo perchè ho notato che a quell'età inventano parecchio.
Non voglio dire che questo sia uno di quei casi, ma io me ne accorgo che spesso lavorano di fantasia.....lasciamelo dire....
Cmq.... a volte si fanno fare delle verifiche personalizzate per colmare delle carenze o per venire incontro a ragazzi che presentano dei problemi.
Per es. l'anno scorso 2 alunne necessitavano di un'attenzione maggiore rispetto al resto della classe, anche per frenare un'eventuale dispersione scolastica, così d'accordo con un altro collega e col D.S. oltre che con la fam. somministravamo 2 prove per volta anzichè una come invece facevamo con gli altri studenti (una sorta di recupero in itinere). Ora, leggendo ciò che scrivi, ricordo che anche nella mia classe i ragazzi e i genitori parlarono di favoritismi, ma in realtà non era così, per fortuna sono precisa ed essendo coordinatrice avevo messo tutto a verbale......
Non sarà che la collega ha usato lo stesso sistema, ma tutto è stato travisato??[/quote]



La prova era scritta, la materia era musica, il foglio protocollo era già scritto nelle facciate 2 e 3, l'alunno ha ottimi voti, ha completato la prova scrivendo altre 4 facciate (tot. 6 facciate). I compagni alla fine della prova, hanno chiesto perchè il suo foglio protocollo fosse scritto prima dell'inizio della prova...il ragazzo ha negato, negato, negato.

Fai male a prendere con le pinze ciò che dicono i ragazzi, non tutti i ragazzi sono uguali, non tutti gli insegnanti sono uguali, non tutti i genitori sono uguali. E' sbagliato generalizzare e tirar verso il basso!

Riguardo alle tue doppie prove penso che quello che hai fatto era un favoritismo, e mi auguro a fin di bene, ma sempre un favoritismo.
Chiamiamo le cose con il loro nome, fare un favore dovrebbe essere apprezzato ancor di più da chi usufruisce della tue attenzioni.
Non è sbagliato dare una possibilità in più, basta usare lo stesso criterio di valutazione per tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Gio Giu 09, 2011 7:20 pm

rappresentante genitori ha scritto:
Riguardo alle tue doppie prove penso che quello che hai fatto era un favoritismo, e mi auguro a fin di bene, ma sempre un favoritismo. Chiamiamo le cose con il loro nome ... Non è sbagliato dare una possibilità in più, basta usare lo stesso criterio di valutazione per tutti.
Secondo me chiami le cose come piace chiamarle a te. E di sicuro non hai capito cosa ha voluto dire Angie. Non te ne faccio una colpa: per chi vede la scuola dall'esterno è difficile capirlo. La differenziazione delle prove e degli apprendimenti è un traguardo importante: se tutti gli insegnanti ci credessero e lo praticassero come ha fatto Angie la scuola sarebbe certamente più utile di quello che è. Rileggiti le normative, almeno le indicazioni per il curricolo di Fioroni, poi ne riparliamo. A scuola giustizia non è dare a tutti la stessa cosa, ma dare a ognuno ciò di cui ha bisogno. Ogni alunno ha diritto ed essere istruito secondo le modalità a lui più consone. Abbiamo a che fare con esseri umani, non con robot. Se i medici ragionassero come ragioni tu, darebbero a tutti la stessa medicina e opererebbero tutti nello stesso modo, mentre ognuno va curato per il male che ha e prima di ogni operazione si fanno gli opportuni accertamenti per intervenire, su ogni malato, in modo personalizzato.

p.s.Tengo a precisare che non mi riferisco all'episodio successo nella scuola di tuo figlio, ma agli ultimi commenti che hai fatto.
Tornare in alto Andare in basso
circo



Messaggi : 2851
Data d'iscrizione : 21.09.10

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Gio Giu 09, 2011 7:44 pm

Do il mio contributo in senso lato.
Quest'anno ho insegnato per la prima volta e sono rimasto stupito da alcune cose, per una prima media.

1- I ragazzi sono concentrati solo sul voto. Nelle correzioni più che capire dove hanno sbagliato, interessa cosa hanno preso.
2- Sono molto individualisti, se parlo con uno stanno attenti, se tratto un argomento con un compagno chiudono orecchie e cervello
3- copiano. Penso che quest'anno mi hanno infinocchiato alla grande. L'interesse è il voto e fare poca fatica in tutti i modi.
4- Bisogna cercare per ognuno il modo per entrare in contatto, per interessarli, cioè bisogna essere psicologi.
5- I tempi di apprndimento sono diversissimi, ma io al momento sono contro le prove differenziate. Invece ho utilizzato molto prove con esercizi scalari, da facile a difficile, in modo che tutti potessero arrivare al 6, impegnandosi.

Ricordando la mia gioventù, ma io ero un secchione, parola che adesso vuol dire sfigato (magari anche allora), mi sono chiesto ma questi di chi sono figli. Poi ho pensato che i loro genitori erano quasi mie compagni.

Circo
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Gio Giu 09, 2011 10:21 pm

Valerie ha scritto:
rappresentante genitori ha scritto:
Riguardo alle tue doppie prove penso che quello che hai fatto era un favoritismo, e mi auguro a fin di bene, ma sempre un favoritismo. Chiamiamo le cose con il loro nome ... Non è sbagliato dare una possibilità in più, basta usare lo stesso criterio di valutazione per tutti.
Secondo me chiami le cose come piace chiamarle a te. E di sicuro non hai capito cosa ha voluto dire Angie. Non te ne faccio una colpa: per chi vede la scuola dall'esterno è difficile capirlo. La differenziazione delle prove e degli apprendimenti è un traguardo importante: se tutti gli insegnanti ci credessero e lo praticassero come ha fatto Angie la scuola sarebbe certamente più utile di quello che è. Rileggiti le normative, almeno le indicazioni per il curricolo di Fioroni, poi ne riparliamo. A scuola giustizia non è dare a tutti la stessa cosa, ma dare a ognuno ciò di cui ha bisogno. Ogni alunno ha diritto ed essere istruito secondo le modalità a lui più consone. Abbiamo a che fare con esseri umani, non con robot. Se i medici ragionassero come ragioni tu, darebbero a tutti la stessa medicina e opererebbero tutti nello stesso modo, mentre ognuno va curato per il male che ha e prima di ogni operazione si fanno gli opportuni accertamenti per intervenire, su ogni malato, in modo personalizzato.

p.s.Tengo a precisare che non mi riferisco all'episodio successo nella scuola di tuo figlio, ma agli ultimi commenti che hai fatto.

è così, infatti, è questo quello che intendevo.....
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Gio Giu 09, 2011 11:18 pm

rappresentante genitori ha scritto:
Io prendo con le pinze ciò che dicono i ragazzi, questo perchè ho notato che a quell'età inventano parecchio.
Non voglio dire che questo sia uno di quei casi, ma io me ne accorgo che spesso lavorano di fantasia.....lasciamelo dire....
Cmq.... a volte si fanno fare delle verifiche personalizzate per colmare delle carenze o per venire incontro a ragazzi che presentano dei problemi.
Per es. l'anno scorso 2 alunne necessitavano di un'attenzione maggiore rispetto al resto della classe, anche per frenare un'eventuale dispersione scolastica, così d'accordo con un altro collega e col D.S. oltre che con la fam. somministravamo 2 prove per volta anzichè una come invece facevamo con gli altri studenti (una sorta di recupero in itinere). Ora, leggendo ciò che scrivi, ricordo che anche nella mia classe i ragazzi e i genitori parlarono di favoritismi, ma in realtà non era così, per fortuna sono precisa ed essendo coordinatrice avevo messo tutto a verbale......
Non sarà che la collega ha usato lo stesso sistema, ma tutto è stato travisato??[/quote]



La prova era scritta, la materia era musica, il foglio protocollo era già scritto nelle facciate 2 e 3, l'alunno ha ottimi voti, ha completato la prova scrivendo altre 4 facciate (tot. 6 facciate). I compagni alla fine della prova, hanno chiesto perchè il suo foglio protocollo fosse scritto prima dell'inizio della prova...il ragazzo ha negato, negato, negato.

Fai male a prendere con le pinze ciò che dicono i ragazzi, non tutti i ragazzi sono uguali, non tutti gli insegnanti sono uguali, non tutti i genitori sono uguali. E' sbagliato generalizzare e tirar verso il basso!

Riguardo alle tue doppie prove penso che quello che hai fatto era un favoritismo, e mi auguro a fin di bene, ma sempre un favoritismo.
Chiamiamo le cose con il loro nome, fare un favore dovrebbe essere apprezzato ancor di più da chi usufruisce della tue attenzioni.
Non è sbagliato dare una possibilità in più, basta usare lo stesso criterio di valutazione per tutti.[/quote]


Non è stato affatto un favoritismo!La scuola non deve affossare, ma aiutare anche coloro che presentano delle difficoltà, senza trascurare i più bravi e il resto della classe.
L'insegnante deve mettere in atto tutte le strategie atte a far raggiungere anche ai meno dotati un livello accettabile, altrimenti che scuola sarebbe?!
Inoltre, devo ribadire un altro concetto, ritengo proprio di far bene a prendere con le pinze ciò che dicono i ragazzi perchè spesso ingigantiscono le situazioni, le utilizzano per ostracizzare i compagni con i quali non hanno un buon rapporto o i docenti che li fanno studiare davvero.
Spetta al docente, che non può prendere tutto per oro colato, verificare ogni cosa con discrezione e cautela e mettere ordine nella vita della classe.



Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Ven Giu 10, 2011 12:14 am

circo ha scritto:
5- I tempi di apprndimento sono diversissimi, ma io al momento sono contro le prove differenziate. Invece ho utilizzato molto prove con esercizi scalari, da facile a difficile, in modo che tutti potessero arrivare al 6, impegnandosi.
Sì, sono due modi per fare la stessa cosa: in una differenziata metti solo gli esercizi che sai già sapranno fare, più o meno bene, nella prova a scalare metti tutto, anche se sai già che potranno arrivare solo fino a un certo punto, più o meno bene.

circo ha scritto:
Ricordando la mia gioventù, ma io ero un secchione, parola che adesso vuol dire sfigato (magari anche allora)
Sì, anche allora. Anche io ero una secchiona e nessun ragazzo della scuola mi filava, anche se non ero una gran bruttezza. :-))))

circo ha scritto:
mi sono chiesto ma questi di chi sono figli. Poi ho pensato che i loro genitori erano quasi mie compagni.
Idem. Questo mi ha permesso di correggere il tiro come genitore, nella speranza che i miei figli non diventino come molti miei alunni. Ma ci sono molti miei alunni che hanno ottimi genitori, e anche loro hanno la mia età... ;-)
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Ven Giu 10, 2011 12:54 pm

Ma io infatti avevo premesso " se fosse affar di stato". Il punto è che non sono affari di stato!...
Io credo che poi a posteriori non si possa dire niente, doveva un ragazzo alzarsi in quel momento lì e dire "ma cos'è quel foglio scritto?...", cosa che ovviamente nessuno ha fatto.
Comunque i ragazzi si "montano uno con l'altro", basta che uno dica una cosa contro il professore e spesso è sostenuto da tutti i compagni.
Personalmente, tendo a credere al professore
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Ven Giu 10, 2011 12:58 pm

scusate, ma da rappresentante dei genitori anche io questa storia mi disgusta un po'.

Non che io abbia voglia di fare polemica, ma mi odora tanto di invidia e di inopportune ingerenze.

Mi sembra tanto anche che sia stata una iniziativa personale piuttosto che una iniziativa di rappresentante dei genitori.

Anche se un ragazzino fosse aiutato in modo così plateale da parte dell'insegnante, non ne verrebbe alcun danno ai compagni nel senso che non si tratta di un concorso per un unico posto di lavoro (che cambierebbe si le cose)
Qui al massimo ci sarebbe un ragazzino in più promosso con bei voti. Punto. Se sarà poi solito usare questi sistemi se la vedrà lui in seguito con le prove della vita.

Quindi tutto questo accanirsi da parte di un genitore mi sembra inopportuno. Vero è che la giustizia è giustizia e che anche dal punto educativo i ragazzi devono imparare che è necessario essere onesti.
Vero è che ci possono essere mille motivi anche assolutamente leciti per un aiuto diversificato
vero è che non è dovuta alcuna spiegazione, in realtà, a nessuno che non abbia il titolo per richiederla.

Volendo spiegazioni sarebbe stato opportuno rivolgersi direttamente all'insegnante, chiedendo a lui.
Successivamente al preside, portando però nomi, cognomi, e riferimenti precisi, altrimenti si andrebbe a parlare di aria fritta e io, come genitore, vedrei bene un invito da parte del preside ad accomodarsi e a farsi i fatti propri.

Successivamente ancora se le cose venissero appurate e risultassero illeciti, ci si potrebbe rivolgere alle autorità per le punizioni del caso, doverose quando si sia di fronte ad un reato.

Parlare, fare gli indignati e brontolare di nascosto è inutile, dannoso e indecente.

Imho.

Un corretto comportamento civico da parte di noi adulti è l'insegnamento migliore che possiamo impartire ai ragazzi, nella buona e cattiva sorte. Un atteggiamento di tolleranza e fiducia nella scuola (in questo caso), di comprensione dei problemi degli altri e di umiltà aiuta senz'altro a vivere meglio. E se si agisce, lo si faccia con coraggio e a viso aperto.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Ven Giu 10, 2011 1:53 pm

A me questa storia sembra tutta un po' assurda: passare il compito ad un ragazzo che prende sempre 9, perché non prenda di meno? in un tema, poi? ma se avesse voluto avvantaggiarlo gli avrebbe messo nove comunque nella valutazione e basta. chi avrebbe potuto sindacare?

Dato che non abbiamo la certezza di cosa abbiano effettivamente visto i compagni, posso invece fare altre ipotesi:
- il ragazzo, in ansia per il compito, stava ripassando sugli appunti o aveva sul banco dei bigini, di cui comunque sembra non avere più di tanto bisogno. La prof magari lui non lo controlla più di tanto, dato che è così bravo, oppure si accorge ma fa finta di niente per non invalidargli la prova e metterlo in imbarazzo davanti a tutti. Non so se abbia fatto bene, in questo caso, dato che non conosco il tipo di compito (in cui magari gli appunti non servivano nemmeno);

-il ragazzo, così intelligente, ha intuito da solo l'argomento del compito (alle volte alle medie non è così difficile, spesso l'insegnante anticipa che potrebbe riguardare il tal libro letto, o un film visto in classe, ecc ecc) e si è preparato qualcosa a casa; anche qui può darsi che la prof si sia accorta o no;

-la prof si è accorta che il ragazzo aveva bigini o altro, non l'ha voluto mettere in imbarazzo davanti alla classe, ma magari l'ha preso da parte successivamente, a quattr'occhi, e lo ha ripreso per quello che aveva fatto, spiegandogli che non aveva nessun bisogno di copiare, date le sue capacità, e che prendere un 8 non è una tragedia.

Anch'io ho avuto un alunno che aveva la maledizione di prendere sempre 9-10. Con me invece i voti erano più bassi. Beh, in effetti sia la madre che alcuni colleghi hanno cercato di convincermi ad alzargli i voti, dicendomi che solo con me erano così bassi, come mai, ecc ecc, addirittura che lui si stava deprimendo e che voleva cambiare scuola (prima superiore); io facevo notare che 7 e mezzo/8 sono dei bei voti! Io non ho ceduto, anche se gli ho ovviamente dato molte occasioni per "rimediare". Alla fine è riuscito ad arrivare all'8/9 e mi sembra di ricordare che a fine anno avesse 9 in pagella. Sono soggetti difficili da trattare ;-)
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Dom Giu 12, 2011 8:55 pm

Valerie ha scritto:
rappresentante genitori ha scritto:
Riguardo alle tue doppie prove penso che quello che hai fatto era un favoritismo, e mi auguro a fin di bene, ma sempre un favoritismo. Chiamiamo le cose con il loro nome ... Non è sbagliato dare una possibilità in più, basta usare lo stesso criterio di valutazione per tutti.
Secondo me chiami le cose come piace chiamarle a te. E di sicuro non hai capito cosa ha voluto dire Angie. Non te ne faccio una colpa: per chi vede la scuola dall'esterno è difficile capirlo. La differenziazione delle prove e degli apprendimenti è un traguardo importante: se tutti gli insegnanti ci credessero e lo praticassero come ha fatto Angie la scuola sarebbe certamente più utile di quello che è. Rileggiti le normative, almeno le indicazioni per il curricolo di Fioroni, poi ne riparliamo. A scuola giustizia non è dare a tutti la stessa cosa, ma dare a ognuno ciò di cui ha bisogno. Ogni alunno ha diritto ed essere istruito secondo le modalità a lui più consone. Abbiamo a che fare con esseri umani, non con robot. Se i medici ragionassero come ragioni tu, darebbero a tutti la stessa medicina e opererebbero tutti nello stesso modo, mentre ognuno va curato per il male che ha e prima di ogni operazione si fanno gli opportuni accertamenti per intervenire, su ogni malato, in modo personalizzato.

p.s.Tengo a precisare che non mi riferisco all'episodio successo nella scuola di tuo figlio, ma agli ultimi commenti che hai fatto.

Vai troppo sul personale...non mi conosci neppure....pensi di poter dire quello che ti pare e fare assurde conclusioni come quella ...."se i medici ragionassero come te" ... un po' arrogante ....ma questo è il mio punto di vista, non volevo assolutamente giudicarti,......che sei completamente fuori argomento questo però ci stà.

Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Dom Giu 12, 2011 9:26 pm

Ire ha scritto:
scusate, ma da rappresentante dei genitori anche io questa storia mi disgusta un po'.

Non che io abbia voglia di fare polemica, ma mi odora tanto di invidia e di inopportune ingerenze.

Mi sembra tanto anche che sia stata una iniziativa personale piuttosto che una iniziativa di rappresentante dei genitori.

Anche se un ragazzino fosse aiutato in modo così plateale da parte dell'insegnante, non ne verrebbe alcun danno ai compagni nel senso che non si tratta di un concorso per un unico posto di lavoro (che cambierebbe si le cose)
Qui al massimo ci sarebbe un ragazzino in più promosso con bei voti. Punto. Se sarà poi solito usare questi sistemi se la vedrà lui in seguito con le prove della vita.

Quindi tutto questo accanirsi da parte di un genitore mi sembra inopportuno. Vero è che la giustizia è giustizia e che anche dal punto educativo i ragazzi devono imparare che è necessario essere onesti.
Vero è che ci possono essere mille motivi anche assolutamente leciti per un aiuto diversificato
vero è che non è dovuta alcuna spiegazione, in realtà, a nessuno che non abbia il titolo per richiederla.

Volendo spiegazioni sarebbe stato opportuno rivolgersi direttamente all'insegnante, chiedendo a lui.
Successivamente al preside, portando però nomi, cognomi, e riferimenti precisi, altrimenti si andrebbe a parlare di aria fritta e io, come genitore, vedrei bene un invito da parte del preside ad accomodarsi e a farsi i fatti propri.

Successivamente ancora se le cose venissero appurate e risultassero illeciti, ci si potrebbe rivolgere alle autorità per le punizioni del caso, doverose quando si sia di fronte ad un reato.

Parlare, fare gli indignati e brontolare di nascosto è inutile, dannoso e indecente.

Imho.

Un corretto comportamento civico da parte di noi adulti è l'insegnamento migliore che possiamo impartire ai ragazzi, nella buona e cattiva sorte. Un atteggiamento di tolleranza e fiducia nella scuola (in questo caso), di comprensione dei problemi degli altri e di umiltà aiuta senz'altro a vivere meglio. E se si agisce, lo si faccia con coraggio e a viso aperto.

meno male che non volevi fare polemica.....
hai detto tutto e il contrario di tutto
è giusto copiare una verifica però nello stesso tempo è un illecito,
devo farmi gli affari miei e se dico qualcosa al dirigente sarebbe giusto se quest'ultimo mi sbattesse fuori dalla scuola,
copiare è sbagliato ma perchè farlo notare ora che ha solo 13 anni, aspettiamo che la vita lo faccia più avanti, un giudice magari.
brontolare di nascosto è sbagliato, anzi indecente, però non devo dire nulla perchè mi devo fare gli affari miei, e se vado dal preside devo dire tutti i nomi, ma questo non è un comportamento a viso aperto?!
bisogna essere tollerati (quando ci torna comodo)...avere fiducia (la scuola non è un meccanico)....comprensione dei problemi degli altri sempre se quest'ultimi non ti danneggiano ..... .mi ricordi il film Il Padrino.


Scusa, ma io chiedevo solo un consiglio...perchè inventarmi un finto problema?
Comunque rispetto TUTTE le tue opinioni.
Tornare in alto Andare in basso
sinky



Messaggi : 2029
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Dom Giu 12, 2011 9:47 pm

non mi è chiaro se ci siano prove della complicità dell'insegnante (verifica passata) o se questo ha solo chiuso un occhio su una marachella

in questa storia, più che il comportamento dell'insegnante, mi sembra patologico l'astio tra il ragazzino incriminato e i compagni

io mi preoccuperei più della coesione della classe
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Dom Giu 12, 2011 10:13 pm

sinky ha scritto:
non mi è chiaro se ci siano prove della complicità dell'insegnante (verifica passata) o se questo ha solo chiuso un occhio su una marachella

in questa storia, più che il comportamento dell'insegnante, mi sembra patologico l'astio tra il ragazzino incriminato e i compagni

io mi preoccuperei più della coesione della classe

sì, sono d'accordo. Con le ipotesi che ho formulato prima volevo proprio far capire che non è affatto chiaro cosa sia successo. Secondo me è più probabile che la prof non abbia detto nulla al momento ma che magari l'abbia ripreso in separata sede. Ma le spiegazioni possono essere ancora diverse.
Alle volte i ragazzi prendono delle belle cantonate: con me una volta uno ha protestato per la sufficienza del ragazzo H, e anche la mamma è venuta a sindacare. A parte il fatto che il ragazzo H era andato comunque meglio e che la sufficienza se la meritava di più dell'alunno che protestava per il suo 5, tante volte gli insegnanti tengono conto nella valutazione e nella somministrazione delle prove di fattori (in questo caso l'handicap) che i genitori non conoscono, e che l'insegnante non solo non è tenuto a divulgare, ma non deve assolutamente divulgare. Problemi analoghi di gelosie e invidie si riscontrano quando si fanno prove semplificate per gli stranieri, ecc.
Insomma gli insegnanti non devono discutere con i genitori i criteri di somministrazione delle prove e di valutazione. Se poi il genitore vuole informare l'insegnante di ciò che dicono d'aver visto i compagni, bene perché sono informazioni in più, in questo caso utili soprattutto per capire i rapporti del ragazzo coi compagni. Ma parlarne per prima cosa col preside non mi sembra di nessuna utilità.
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Dom Giu 12, 2011 10:21 pm

sinky ha scritto:
non mi è chiaro se ci siano prove della complicità dell'insegnante (verifica passata) o se questo ha solo chiuso un occhio su una marachella

in questa storia, più che il comportamento dell'insegnante, mi sembra patologico l'astio tra il ragazzino incriminato e i compagni

io mi preoccuperei più della coesione della classe

ti sbagli i compagni non lo odiano...perchè questa idea?

riguardo l'insegnate...chi mai saprà la verità....ora la scuola è finita...
Tornare in alto Andare in basso
 
verifica "passata" dall'insegnante
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando è nata Benedetta
» dall'uomo a dio o da dio all'uomo?
» Produrre petrolio dall'aria
» Visita dall'allergologo
» insegnante di sostegno: è obbligatorio?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: