Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 verifica "passata" dall'insegnante

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 06, 2011 3:12 pm

Promemoria primo messaggio :

Classe terza media, ultima verifica per poter recuperare un'insufficienza o per avere un 10 come voto di fine anno. (non c'è differenza)
Alcuni ragazzi (4) si accorgono che il foglio protocollo del loro compagno XX è già scritto (nelle due facciate interne), l'insegnante passando tra i banchi controlla che i fogli protocollo siano bianchi, controlla anche l'interno dei fogli protocollo (facciata 2 e 3), tranne il foglio di XX, o meglio lo guarda (la prima e l'ultima facciata) e pare non si accorga che nel suo interno è già scritto (impossibile!).
Conoscendo l'alunno XX e l'insegnante sono certo che l'insegnate ha anticipato il testo della verifica a XX, che avrà svolto la verifica a casa. Non è la prima volta che accade, ma solo ora ne sono stato informato, mi chiedono di intervenire come genitore rappresentante c/o il dirigente.
Il mio dubbio è: se vado dal dirigente, verrà messo tutto a tacere o farà qualcosa?
Cosa posso fare? A chi mi devo rivolgere? Meglio una lettera scritta o dirlo a voce?
Falsificare una verifica scritta in questo modo è molto grave, personalmente ritengo che sia per XX che per gli altri ragazzi della classe sarebbe utile dimostrare che anche i furbi pagano i loro errori e che non sempre la passano liscia.
Accetto consigli. Grazie


Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47788
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 12:27 pm

Devo dire dopo aver letto queste pagine che sia il genitore sia gli insegnanti non stanno facendo una bella figura: il primo probabilmente si fa condizionare da ciò che ha sentito dal figlio e dai compagni e li asseconda, i secondi si chiudono sulla difensiva e pretendono di aver capito come sono andate le cose senza avere nessun elemento per farlo. Se è vero quello che viene detto (che il ragazzo va benissimo e non ha problemi a prendere bei voti), penso sia chiaro che non siamo di fronte ad un caso di handicap o di dsa.
I ragazzi che non riescono ad accettare un voto sotto una certa soglia esistono, inutile negarlo: a volte sono troppo pressati proprio dai genitori, a volte non sanno valutarsi bene; se il problema si presenta in terza media, cosa accadrà in prima superiore, quando i voti per forza di cose saranno più bassi? Quello che non si può proprio dire è che il ragazzo fa la farsa e gli insegnanti si lasciano lisciare: a quanti è capitato per pura insicurezza di sentirsi impreparati quando magari poi lo si era a sufficienza? A me per primo, a tanti compagni che ho conosciuto quando ero studente e a tanti alunni che ho visto in questi pochi anni di insegnamento. Questo non significa affatto che in quel momento si stia fingendo e non si sia convinti di ciò. E non credo che gli insegnanti siano così sciocchi da cercare le simpatie di un solo allievo facendosi odiare dagli altri: se ci sono contrasti ed antipatie in classe lo si percepisce molto chiaramente perchè i ragazzi non fanno nulla per nasconderlo.
Se si è creato questo clima all'interno della classe, è evidente che la scuola non ha saputo fare bene il suo lavoro ed è inutile appellarsi al diritto alla privacy. Se c'è un problema che riguarda un alunno in particolare, ma che può ripercuotersi anche sugli altri, forse i compagni vanno coinvolti e non tenuti all'oscuro di tutto lasciando che si facciano i film mentali, forse va avviato un progetto educativo o di socializzazione (non avrei mai creduto di usare queste parole) e comunque i criteri di valutazione vanno in qualche modo spiegati.
Sarebbe interessante capire se il problema è con un insegnante specifico (colleghi che hanno dei comportamenti poco ortodossi possono anche esistere, non neghiamolo per favore) o con il corpo docenti nel suo complesso, il che farebbe propendere per la mania di persecuzione da parte del rappresentante dei genitori.
Il fatto che le verifiche in questione non siano mai state riportate non fa pensare bene; è come se ci fosse stato qualcosa da nascondere.
Comunque, rappresentante dei genitori, la tua segnalazione l'hai fatta e secondo me hai fatto bene, anche se non possiamo sapere esattamente le parole e i toni che hai usato (è chiaro che è una situazione delicata e anche la tua reazione ai post dei colleghi dà l'impressione che tu possa qualche volta trascendere). Non sai e non potrai mai sapere se il preside si è mosso e in quale modo, ma secondo me il tuo compito termina qui, tanto più che l'anno scolastico è finito e con esso la permanenza di tuo figlio in quella scuola e il tuo stesso incarico.
Cerca di non pensarci più e goditi le vacanze. Tutti noi abbiamo espresso un'opinione in base a quello che ci hai raccontato, ma nessuno può sapere chiaramente come sono andate le cose. Perciò accogli le osservazioni fatte e anche le critiche come un contributo di riflessione e non come un attacco personale e considera se anche tu per caso non hai sbagliato qualcosa nel parlare della questione (e soprattutto del compagno e dell'insegnante) con tuo figlio e con gli altri studenti e genitori, rischiando di montarli ancora di più, anzichè svolgere il tuo ruolo di adulto consapevole e misurato.
Tornare in alto Andare in basso
sinky



Messaggi : 2029
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 12:52 pm

rappresentante genitori ha scritto:
sinky ha scritto:
il punto fondamentale, secondo me, è un altro: non è competenza dei genitori, per mezzo del loro rappresentante, la valutazione del compito di un singolo allievo

il rapporto educativo tra un insegnante e un suo allievo non riguarda il resto della classe, tanto meno i genitori degli altri allievi

qui il dato di fatto sembra essere solo uno: 4 alunni sostengono che il loro compagno XX abbia barato

per quanto riguarda l'insegnante:
- forse non si è accorto che il foglio protocollo fosse scritto
- forse se ne è accorto, ma ha preferito far finta di nulla
- forse ha voluto favorire l'alunno, ma in questo caso non ci sarebbe stato bisogno di portare a scuola il foglio già scritto (mi sembra poco probabile questa ipotesi)

in tutti e tre i casi, ciò che è successo non riguarda la classe


nessuno infatti ha chiesto di entrare nel merito della valutazione, certo che se il compito è stato falsificato (non stiamo parlando di suggerimenti o bigliettini....ma di un illecito) la cosa è gravissima...
la classe non è coinvolta...certo che per far sapere al ds cosa è accaduto qualcuno deve parlare.....

è vero, la cosa sarebbe gravissima, ma continuo a credere che non sia competenza dei genitori sollevare la questione

se il compito è stato falsificato, e nelle modalità che tu prospetti mi sembra improbabile, deve essere l'insegnante a portare la questione in consiglio di classe
Tornare in alto Andare in basso
sinky



Messaggi : 2029
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 12:55 pm

Dec, secondo me il problema grave è nella relazione tra i compagni

Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47788
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 1:05 pm

Sono d'accordo, ma se si è arrivati a questo punto è evidente che qualcosa non ha funzionato e non possiamo dire con certezza di chi sia la colpa (compagni invidiosi e cattivi, genitori che istigano i figli contro quelli degli altri, insegnanti che fanno effettivamente le preferenze o che non hanno saputo gestire la situazione): credo che tutti, almeno gli adulti, debbano riflettere e mettersi in discussione. Noi possiamo dare la nostra impressione, ma considera che abbiamo sentito solo una campana e non abbiamo tutti gli elementi, perciò neanche noi dobbiamo sbilanciarci più di tanto.
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 1:15 pm

Dec ha scritto:
Devo dire dopo aver letto queste pagine che sia il genitore sia gli insegnanti non stanno facendo una bella figura: il primo probabilmente si fa condizionare da ciò che ha sentito dal figlio e dai compagni e li asseconda, i secondi si chiudono sulla difensiva e pretendono di aver capito come sono andate le cose senza avere nessun elemento per farlo. Se è vero quello che viene detto (che il ragazzo va benissimo e non ha problemi a prendere bei voti), penso sia chiaro che non siamo di fronte ad un caso di handicap o di dsa.
I ragazzi che non riescono ad accettare un voto sotto una certa soglia esistono, inutile negarlo: a volte sono troppo pressati proprio dai genitori, a volte non sanno valutarsi bene; se il problema si presenta in terza media, cosa accadrà in prima superiore, quando i voti per forza di cose saranno più bassi? Quello che non si può proprio dire è che il ragazzo fa la farsa e gli insegnanti si lasciano lisciare: a quanti è capitato per pura insicurezza di sentirsi impreparati quando magari poi lo si era a sufficienza? A me per primo, a tanti compagni che ho conosciuto quando ero studente e a tanti alunni che ho visto in questi pochi anni di insegnamento. Questo non significa affatto che in quel momento si stia fingendo e non si sia convinti di ciò. E non credo che gli insegnanti siano così sciocchi da cercare le simpatie di un solo allievo facendosi odiare dagli altri: se ci sono contrasti ed antipatie in classe lo si percepisce molto chiaramente perchè i ragazzi non fanno nulla per nasconderlo.
Se si è creato questo clima all'interno della classe, è evidente che la scuola non ha saputo fare bene il suo lavoro ed è inutile appellarsi al diritto alla privacy. Se c'è un problema che riguarda un alunno in particolare, ma che può ripercuotersi anche sugli altri, forse i compagni vanno coinvolti e non tenuti all'oscuro di tutto lasciando che si facciano i film mentali, forse va avviato un progetto educativo o di socializzazione (non avrei mai creduto di usare queste parole) e comunque i criteri di valutazione vanno in qualche modo spiegati.
Sarebbe interessante capire se il problema è con un insegnante specifico (colleghi che hanno dei comportamenti poco ortodossi possono anche esistere, non neghiamolo per favore) o con il corpo docenti nel suo complesso, il che farebbe propendere per la mania di persecuzione da parte del rappresentante dei genitori.
Il fatto che le verifiche in questione non siano mai state riportate non fa pensare bene; è come se ci fosse stato qualcosa da nascondere.
Comunque, rappresentante dei genitori, la tua segnalazione l'hai fatta e secondo me hai fatto bene, anche se non possiamo sapere esattamente le parole e i toni che hai usato (è chiaro che è una situazione delicata e anche la tua reazione ai post dei colleghi dà l'impressione che tu possa qualche volta trascendere). Non sai e non potrai mai sapere se il preside si è mosso e in quale modo, ma secondo me il tuo compito termina qui, tanto più che l'anno scolastico è finito e con esso la permanenza di tuo figlio in quella scuola e il tuo stesso incarico.
Cerca di non pensarci più e goditi le vacanze. Tutti noi abbiamo espresso un'opinione in base a quello che ci hai raccontato, ma nessuno può sapere chiaramente come sono andate le cose. Perciò accogli le osservazioni fatte e anche le critiche come un contributo di riflessione e non come un attacco personale e considera se anche tu per caso non hai sbagliato qualcosa nel parlare della questione (e soprattutto del compagno e dell'insegnante) con tuo figlio e con gli altri studenti e genitori, rischiando di montarli ancora di più, anzichè svolgere il tuo ruolo di adulto consapevole e misurato.


All'inizio chiedevo un consiglio e cosa potevo fare...poi da semplice consiglio si è trasformato, da parte di alcuni in una serie di accuse nei miei confronti, mettendomi in bocca cose che non ho detto e questo mi da fastidio, perchè il mio approccio non è stato di attacco, così come non ho attaccato il preside ed il fatto che tu pensi che l'abbia fatto, non ti rende merito. Forse era meglio un augurio che un giudizio da parte tua, no?

Accolgo le critiche e ci rifletto, a chi mi da del bugiardo e mi strumentalizza, rendo pan per focaccia e sono libero di farlo e di difendermi, non ho offeso nessuno e non sono trasceso (leggi meglio) e non ho portato la questione sul piano personale (come invece ha fatto qualcun'altro) non sapendo più come attaccarmi.
E' giusto dire la propria idea ma stravolgere la verità per aver ragione, è cosa ben diversa.
Non è stata montata nessuna idea ne situazione, ne con i ragazzi ne con i genitori, non mi faccio manipolare e la questione per me è già chiusa da quel giorno in cui ho parlato con il preside, avevo infatti detto "ci penserà lui". Non mi interessa sapere come va a finire , mi interessa che mio figlio mantenga l'amicizia con l'alunno in questione, perchè se ha questi problemi ha sicuramente bisogno di amici. Con mio figlio ci parlo e gli insegno a tollerare sia i compagni noiosi che gli insegnati incapaci. "Tanto mica te li sposi!!"

In classe non si è creata nessuna situazione, nessun film mentale.....nessuno voleva che accadesse, nessuno ha fatto in modo che accadesse.

Vi siete fatti più film mentali voi (qualcuno) che 20 ragazzini e 40 genitori...complimenti!

Io sono sicuro che un paio di professori si sono fatti lisciare alla grande... io ho visto certe situazioni e li conosco. Considerazioni che ho tenuto per me solo ed ho, quando mai, esposto a voi soli. Ma se in questo forum non si può dire...
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 1:30 pm

Io, tra parentesi, avevo un'alunna disabile con 9 in diverse materie. Non sarà questo il caso, per carità, ma potrebbe esserci un disturbo o un disagio psicologico grave che non conosciamo, anzi, la cosa è plausibile, viste le relazioni in classe.

Sul fatto di spiegare i criteri di valutazione ai genitori o ai compagni, io sarei più cauta. Non sarebbe meglio spiegare in generale ai ragazzi che i professori giustamente parlano dei singoli alunni con i rispettivi genitori e non a tutti, che per quelli che sembrano favoritismi potrebbero esserci delle ragioni valide che non conosciamo, e che se vedono qualcosa che non va possono benissimo informarne al momento il professore direttamente, magari senza fare piazzate o mormorare tra compagni? semplicemente chiamare al banco il prof e informarlo a bassa voce che il tal compagno ha dei fogli già scritti sul banco, e lasciare all'insegnante la decisione sugli eventuali provvedimenti da adottare.
Io, se fosse stato mio figlio a lamentarsi, lo avrei invitato a sospendere il giudizio su un compagno che evidentemente ha dei problemi e di pensare a come fare del suo meglio, a comportarsi onestamente senza curarsi delle scorrettezze che possono compiere gli altri, a cercare di andare d'accordo con tutti senza farsi condizionare da invidie e gelosie. Poi avrei informato gli insegnanti del malumore diffuso e della situazione relazionale difficile nella classe.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4608
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 2:27 pm

rappresentante genitori ha scritto:
Valerie ha scritto:
rappresentante genitori ha scritto:
Riguardo alle tue doppie prove penso che quello che hai fatto era un favoritismo, e mi auguro a fin di bene, ma sempre un favoritismo. Chiamiamo le cose con il loro nome ... Non è sbagliato dare una possibilità in più, basta usare lo stesso criterio di valutazione per tutti.
Secondo me chiami le cose come piace chiamarle a te. E di sicuro non hai capito cosa ha voluto dire Angie. Non te ne faccio una colpa: per chi vede la scuola dall'esterno è difficile capirlo. La differenziazione delle prove e degli apprendimenti è un traguardo importante: se tutti gli insegnanti ci credessero e lo praticassero come ha fatto Angie la scuola sarebbe certamente più utile di quello che è. Rileggiti le normative, almeno le indicazioni per il curricolo di Fioroni, poi ne riparliamo. A scuola giustizia non è dare a tutti la stessa cosa, ma dare a ognuno ciò di cui ha bisogno. Ogni alunno ha diritto ed essere istruito secondo le modalità a lui più consone. Abbiamo a che fare con esseri umani, non con robot. Se i medici ragionassero come ragioni tu, darebbero a tutti la stessa medicina e opererebbero tutti nello stesso modo, mentre ognuno va curato per il male che ha e prima di ogni operazione si fanno gli opportuni accertamenti per intervenire, su ogni malato, in modo personalizzato.
p.s.Tengo a precisare che non mi riferisco all'episodio successo nella scuola di tuo figlio, ma agli ultimi commenti che hai fatto.
Vai troppo sul personale...non mi conosci neppure....pensi di poter dire quello che ti pare e fare assurde conclusioni come quella ...."se i medici ragionassero come te" ... un po' arrogante ....ma questo è il mio punto di vista, non volevo assolutamente giudicarti,......che sei completamente fuori argomento questo però ci stà.
Come volevasi dimostrare... Ma l'avevo anticipato: è una cosa difficile da capire, anche se c'è tanto di normativa in proposito... ;-)
P.S. sta si scrive senza accento
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 3:49 pm

rappresentante genitori ha scritto:
iside ha scritto:
Scusa se lo dico, ma rileggendo tutti i post, rappresentante genitori, mi sembri uno di quegli utenti che entrano nei vari forum per seminare discordie e mettere in difficoltà i siti (seri).
Se così non è, mi sembri eccessivamente preoccupato ed eccessivamente protettivo. Con questo atteggiamento non fai del bene a nessuno, soprattutto ai ragazzi.

gentile e carina.....complimenti!!
ho fatto una domanda, ......ho esposto un fatto che mi è capitato e in un paio di risposte mi sono presa della bugiarda, indecente, ficcanaso, ecc... e poi arrivi tu e mi dici che sono una seminatrice di discordia....complimenti...
Non sono preoccupato, non sono protettivo. ???
...e adesso dimmi tutto...come ho fatto a: far del male ai ragazzi??? spiega..

Grazie, so di essere diplomatica, anche se questa volta mi sono proposta di essere diretta, quindi lo sarò.
Credo che tu faccia del male ai ragazzi perché dimostri di volerli difendere ad ogni costo, perché ti schieri a priori da una parte, anche se ti sfugge il quadro d'insieme della classe, e ti sfuggono pure le eventuali motivazioni dell'insegnante e le caratteristiche dell'alunno in questione. Dimostri un atteggiamento manicheo. Non abitui i ragazzi a pensare al proprio dovere indipendentemente da quello che succede intorno. Dai loro l'impressione di non vivere in un ambiente sereno dove ognuno fa i passi in rapporto alla propria gamba (la nostra scuola non è un inverosimile ospedale che accetta i sani e respinge i malati).
Anch'io ho una domanda. Se davvero credi alle tue ragioni (e in questo mi sembri coerente), perché perdi del tempo in questo forum dove ritieni che nessuno conoscendoti veramente possa capire la situazione fino in fondo? Insomma, concretamente, l'hai preso sto appuntamento dal provveditore, o no? Perché ha un orario d'ufficio anche lui, eh?
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 3:55 pm

Valerie ha scritto:
rappresentante genitori ha scritto:
Valerie ha scritto:
rappresentante genitori ha scritto:
Riguardo alle tue doppie prove penso che quello che hai fatto era un favoritismo, e mi auguro a fin di bene, ma sempre un favoritismo. Chiamiamo le cose con il loro nome ... Non è sbagliato dare una possibilità in più, basta usare lo stesso criterio di valutazione per tutti.
Secondo me chiami le cose come piace chiamarle a te. E di sicuro non hai capito cosa ha voluto dire Angie. Non te ne faccio una colpa: per chi vede la scuola dall'esterno è difficile capirlo. La differenziazione delle prove e degli apprendimenti è un traguardo importante: se tutti gli insegnanti ci credessero e lo praticassero come ha fatto Angie la scuola sarebbe certamente più utile di quello che è. Rileggiti le normative, almeno le indicazioni per il curricolo di Fioroni, poi ne riparliamo. A scuola giustizia non è dare a tutti la stessa cosa, ma dare a ognuno ciò di cui ha bisogno. Ogni alunno ha diritto ed essere istruito secondo le modalità a lui più consone. Abbiamo a che fare con esseri umani, non con robot. Se i medici ragionassero come ragioni tu, darebbero a tutti la stessa medicina e opererebbero tutti nello stesso modo, mentre ognuno va curato per il male che ha e prima di ogni operazione si fanno gli opportuni accertamenti per intervenire, su ogni malato, in modo personalizzato.
p.s.Tengo a precisare che non mi riferisco all'episodio successo nella scuola di tuo figlio, ma agli ultimi commenti che hai fatto.
Vai troppo sul personale...non mi conosci neppure....pensi di poter dire quello che ti pare e fare assurde conclusioni come quella ...."se i medici ragionassero come te" ... un po' arrogante ....ma questo è il mio punto di vista, non volevo assolutamente giudicarti,......che sei completamente fuori argomento questo però ci stà.
Come volevasi dimostrare... Ma l'avevo anticipato: è una cosa difficile da capire, anche se c'è tanto di normativa in proposito... ;-)
P.S. sta si scrive senza accento

Beh...non c'è nulla da capire...forse il tuo caso citato non c'entrava...semplicemente.
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 3:58 pm

iside ha scritto:
rappresentante genitori ha scritto:
iside ha scritto:
Scusa se lo dico, ma rileggendo tutti i post, rappresentante genitori, mi sembri uno di quegli utenti che entrano nei vari forum per seminare discordie e mettere in difficoltà i siti (seri).
Se così non è, mi sembri eccessivamente preoccupato ed eccessivamente protettivo. Con questo atteggiamento non fai del bene a nessuno, soprattutto ai ragazzi.

gentile e carina.....complimenti!!
ho fatto una domanda, ......ho esposto un fatto che mi è capitato e in un paio di risposte mi sono presa della bugiarda, indecente, ficcanaso, ecc... e poi arrivi tu e mi dici che sono una seminatrice di discordia....complimenti...
Non sono preoccupato, non sono protettivo. ???
...e adesso dimmi tutto...come ho fatto a: far del male ai ragazzi??? spiega..

Grazie, so di essere diplomatica, anche se questa volta mi sono proposta di essere diretta, quindi lo sarò.
Credo che tu faccia del male ai ragazzi perché dimostri di volerli difendere ad ogni costo, perché ti schieri a priori da una parte, anche se ti sfugge il quadro d'insieme della classe, e ti sfuggono pure le eventuali motivazioni dell'insegnante e le caratteristiche dell'alunno in questione. Dimostri un atteggiamento manicheo. Non abitui i ragazzi a pensare al proprio dovere indipendentemente da quello che succede intorno. Dai loro l'impressione di non vivere in un ambiente sereno dove ognuno fa i passi in rapporto alla propria gamba (la nostra scuola non è un inverosimile ospedale che accetta i sani e respinge i malati).
Anch'io ho una domanda. Se davvero credi alle tue ragioni (e in questo mi sembri coerente), perché perdi del tempo in questo forum dove ritieni che nessuno conoscendoti veramente possa capire la situazione fino in fondo? Insomma, concretamente, l'hai preso sto appuntamento dal provveditore, o no? Perché ha un orario d'ufficio anche lui, eh?

complimenti.............sempre meglio
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 4:20 pm

rappresentante genitori ha scritto:


Racconti un caso...la verità di quel caso riguarderà quella situazione oppure la vogliamo prendere come esempio e così va bene per tutto....allora ti racconto ... una volta un professore mi detto che ero un fuorilegge perchè convivo e che mio figlio era un illegittimo...allora cosa dovrei pensare che gli insegnati sono .......

Certi alunni li conoscerai, altri no.
Bisogna educare con l'esempio e non solo a parole. Non sempre gli insegnati sono persone così a modo eppure gli alunni li sopportano ugualmente...non pensate mai al loro sforzo di sopportare un arrogante, un razzista,....
Non è possibile difendere una categoria denigrando l'altra, e qui non sento altro.
Ognuno è quello che è, e nel proprio ambito porta con se ciò che è.
Vivere nell'ambito scolastico non vi rende migliori dei genitori, per default, se l'insegnate ha dei problemi e delle carenze non è che l'ambiente lo rende migliore o più capace.
Diversamente, se così fosse, la scuola sarebbe un'isola felice.


[/quote]

Naturalmente, mi baso sulla mia esperienza e ti dico che i ragazzi sono per me un libro aperto, quando entro in classe li esamino, è come se facessi loro una radiografia, poi attraverso ciò che scrivono, dicono, entro nel loro mondo e inizio a comprendere chi sono. Sarà una dote!? Non so...., ma aiuta!
Ti assicuro che da quel momento in poi è tutto più chiaro.
Non è stata nostra intenzione denigrare una categoria e osannare l'altra, semplicemente i ragazzi possono essersi sbagliati, in fondo non conoscono bene l'organizzazione didattica e così pure i rappresentati dei genitori.
Tu stessa hai detto che avevo favorito un paio di miei alunni, facendo far loro 2 prove, di cui una recupero di argomenti non recepiti pienamente, quando poi io ho fatto solo il mio dovere o più di esso.
Non ti critico per questo, ma come comprenderai, ciò che può suonare strano, invece, rientra nei doveri del docente che deve aiutare anche i meno bravi a raggiungere un buon livello, senza trascurare gli altri.
.............
Tutti dobbiamo educare con l'esempio, questo è certo!
Vedi, ci saranno anche docenti poco professionali, ma tanti fanno con cura il loro lavoro e l'impegno continua a casa...
Tu parli di un fatto che hai esposto al D.S. il quale non ha dato peso all'informazione, quindi AMEN, evidentemente non si tratta di qualcosa che ha inciso sulla valutazione, quindi non degno di nota.
Noi insegnanti nonon saremo migliori degli altri, ma a parte l'esperienza, gli studi pedagogici e psicologici, i figli e quant'altro, qualcosa l'avremmo messa insieme, no? Ognuno di noi porta ciò che è,hai ragione, ma ti sfugge che vi sono ambiti, come quello scolastico in cui si educa e ci si prepara una vita a questo, perfezionandosi, migliorandosi per poter lasciare ai ragazzi il segno di un percorso positivo e significativo.
Ogni genitore conosce i propri figli,questo è chiaro, noi abbiamo a scuola tante creature a cui badare, dobbiamo trarne il meglio, solo così sentiamo di aver fatto il nostro dovere.
Non siamo due fazioni contrapposte!
Dici che la scuola non è un'isola felice, nonostante i tanti problemi che anche noi insegnanti viviamo, insieme ai ragazzi stiamo bene, ci arricchiamo a vicenda, non mancano gli ostacoli, ma ve ne sono in ogni dove, basta armarsi di buona volontà, capirsi e metterci tanta passione,a volte, infinita pazienza... tutto così diventa più semplice.
In bocca al lupo!

Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 4:27 pm

Puccina ha scritto:
...

Sul fatto di spiegare i criteri di valutazione ai genitori o ai compagni, io sarei più cauta. Non sarebbe meglio spiegare in generale ai ragazzi che i professori giustamente parlano dei singoli alunni con i rispettivi genitori e non a tutti, che per quelli che sembrano favoritismi potrebbero esserci delle ragioni valide che non conosciamo, e che se vedono qualcosa che non va possono benissimo informarne al momento il professore direttamente, magari senza fare piazzate o mormorare tra compagni? semplicemente chiamare al banco il prof e informarlo a bassa voce che il tal compagno ha dei fogli già scritti sul banco, e lasciare all'insegnante la decisione sugli eventuali provvedimenti da adottare. .


pensa io sono convinta del contrario, tutta questa mancanza di informazione tra la scuola e la famiglia induce ad una mancanza di fiducia reciproca
gli insegnanti vorrebbero alunni orfani
i genitori vorrebbero insegnanti robot

una maggiore trasparenza e soprattutto chiarezza porterebbe ad un rispetto reciproco e ad una collaborazione fattiva

diversamente aboliamo i rappresentanti dei genitori e d'istituto, comunichiamo con i genitori solo per iscritto e non prendiamoci in giro con riunioni o assemblee, alle udienze non ci pensiamo più, così i genitori non sono costretti a prendere permessi lavorativi e ai consigli di classe non si assiste al fuggi fuggi generale dei prof quando per quei 10 minuti i prof dovrebbero relazionarsi con i rappresentanti. Ai genitori mandiamo delle lettere e scriviamoci cosa pensano i prof del loro figlio, così carta canta, e se il genitore vuole parlare si fissa un appuntamento.
più sterile di così c'è solo il collegio in svizzera
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 4:46 pm

angie ha scritto:



Tu stessa hai detto che avevo favorito un paio di miei alunni, facendo far loro 2 prove, di cui una recupero di argomenti non recepiti pienamente, quando poi io ho fatto solo il mio dovere o più di esso.



Si ho usato volutamente il termine favorire perchè il significato delle parole è importante.
Favorire non è dispregiativo, penso che questa parola deve riappropriarsi del proprio significato, alterato da prepotenti che con il loro potere hanno distorto il significato.
Quindi quello che fai tu è favorire, aiutare, venire in contro, supportare..un alunno, il come è oggetto di verifica ...favorire giustamente o ingiustamente.. ma non è oggetto di questa discussione.
bello sapere che ci sono verifiche diversificate...perchè non inserirle nel pof, nelle griglie di valutazione e spiegarlo ai genitori.
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 4:59 pm

angie ha scritto:



Dici che la scuola non è un'isola felice, nonostante i tanti problemi che anche noi insegnanti viviamo, insieme ai ragazzi stiamo bene, ci arricchiamo a vicenda, non mancano gli ostacoli, ma ve ne sono in ogni dove, basta armarsi di buona volontà, capirsi e metterci tanta passione,a volte, infinita pazienza... tutto così diventa più semplice.
In bocca al lupo!


Sapere che l'insegnate sta bene con il proprio figlio è bellissimo.
Un ragazzo che sta bene a scuola, sta bene anche a casa è reciproco.
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 5:25 pm

Puccina ha scritto:

...
Io, se fosse stato mio figlio a lamentarsi, lo avrei invitato a sospendere il giudizio su un compagno che evidentemente ha dei problemi e di pensare a come fare del suo meglio, a comportarsi onestamente senza curarsi delle scorrettezze che possono compiere gli altri, a cercare di andare d'accordo con tutti senza farsi condizionare da invidie e gelosie. Poi avrei informato gli insegnanti del malumore diffuso e della situazione relazionale difficile nella classe.

...quindi al ragazzo che ha visto avrei dovuto dire in poche parole...fatti i cavoli tuoi!!!
In altri casi lo avrei fatto...in questo sicuramente no...perchè non c'è invidia, non c'è rancore, non c'è odio, nella classe non ci sono problemi (fuori luogo la definizione di "situazione relazionale difficile") o meglio potrebbero esserci ma solo per chi li vuole vedere o creare...

e poi non capisco perchè il ragazzo che ha visto poteva dirlo all'insegnate (allora sarebbe stato un comportamento corretto) ma non doveva dirlo al genitore (che invece avrebbe dovuto dirgli...fatti i cavoli tuoi)...

Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 6:00 pm

rappresentante genitori ha scritto:
angie ha scritto:



Tu stessa hai detto che avevo favorito un paio di miei alunni, facendo far loro 2 prove, di cui una recupero di argomenti non recepiti pienamente, quando poi io ho fatto solo il mio dovere o più di esso.



Si ho usato volutamente il termine favorire perchè il significato delle parole è importante.
Favorire non è dispregiativo, penso che questa parola deve riappropriarsi del proprio significato, alterato da prepotenti che con il loro potere hanno distorto il significato.
Quindi quello che fai tu è favorire, aiutare, venire in contro, supportare..un alunno, il come è oggetto di verifica ...favorire giustamente o ingiustamente.. ma non è oggetto di questa discussione.
bello sapere che ci sono verifiche diversificate...perchè non inserirle nel pof, nelle griglie di valutazione e spiegarlo ai genitori.

Trovo sia importante far recuperare, rispiegare, ritornare sugli argomenti perchè tutti devono raggiungere buoni livelli, di certo,non sempre si riesce a centrare l'obiettivo, ma bisogna provarci.
Non mi pareva che tu avessi inteso il termine nella maniera giusta, cmq ok... non attiene alla discussione..

Scrivi: è bello sapere che ci sono verifiche diversificate...perchè non inserirle nel pof, nelle griglie di valutazione e spiegarlo ai genitori.

Che io sappia tutto questo esiste, qualche anno fa avevo in classe dei "ragazzi difficili", il D.S. propose un patto per promuovere al meglio la formazione e la crescita degli allievi, che fu firmato dalla scuola e dai genitori ed esisteva nel POF
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 6:02 pm

rappresentante genitori ha scritto:
angie ha scritto:



Dici che la scuola non è un'isola felice, nonostante i tanti problemi che anche noi insegnanti viviamo, insieme ai ragazzi stiamo bene, ci arricchiamo a vicenda, non mancano gli ostacoli, ma ve ne sono in ogni dove, basta armarsi di buona volontà, capirsi e metterci tanta passione,a volte, infinita pazienza... tutto così diventa più semplice.
In bocca al lupo!


Sapere che l'insegnate sta bene con il proprio figlio è bellissimo.
Un ragazzo che sta bene a scuola, sta bene anche a casa è reciproco.


Può accadere anche il contrario, a volte a casa vi sono delle problematiche che incidono in negativo anche a scuola, non parlo di te, non ti conosco, non posso permettermi, ma ci sono .....
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 7:06 pm

rappresentante genitori ha scritto:
Puccina ha scritto:
...

Sul fatto di spiegare i criteri di valutazione ai genitori o ai compagni, io sarei più cauta. Non sarebbe meglio spiegare in generale ai ragazzi che i professori giustamente parlano dei singoli alunni con i rispettivi genitori e non a tutti, che per quelli che sembrano favoritismi potrebbero esserci delle ragioni valide che non conosciamo, e che se vedono qualcosa che non va possono benissimo informarne al momento il professore direttamente, magari senza fare piazzate o mormorare tra compagni? semplicemente chiamare al banco il prof e informarlo a bassa voce che il tal compagno ha dei fogli già scritti sul banco, e lasciare all'insegnante la decisione sugli eventuali provvedimenti da adottare. .


pensa io sono convinta del contrario, tutta questa mancanza di informazione tra la scuola e la famiglia induce ad una mancanza di fiducia reciproca
gli insegnanti vorrebbero alunni orfani
i genitori vorrebbero insegnanti robot

una maggiore trasparenza e soprattutto chiarezza porterebbe ad un rispetto reciproco e ad una collaborazione fattiva

SI', MA SUI PROPRI FIGLI, NON QUELLI DEGLI ALTRI.

diversamente aboliamo i rappresentanti dei genitori e d'istituto, comunichiamo con i genitori solo per iscritto e non prendiamoci in giro con riunioni o assemblee, alle udienze non ci pensiamo più, così i genitori non sono costretti a prendere permessi lavorativi e ai consigli di classe non si assiste al fuggi fuggi generale dei prof quando per quei 10 minuti i prof dovrebbero relazionarsi con i rappresentanti. Ai genitori mandiamo delle lettere e scriviamoci cosa pensano i prof del loro figlio, così carta canta, e se il genitore vuole parlare si fissa un appuntamento.
più sterile di così c'è solo il collegio in svizzera

IO PARLO DELLE INFORMAZIONI SUI FIGLI DEGLI ALTRI. MASSIMA TRASPARENZA CON I GENITORI, NON CON GLI ESTRANEI.

Scusa, ma lo fai apposta ad equivocare? Il problema era con tua figlia? Ancora con questa storia della trasparenza: chiedi informazioni chiare su tua figlia, sulla sua valutazione, ecc ecc; quello è tuo diritto. Discutere degli altri alunni, no.
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 7:09 pm

angie ha scritto:


Può accadere anche il contrario, a volte a casa vi sono delle problematiche che incidono in negativo anche a scuola, non parlo di te, non ti conosco, non posso permettermi, ma ci sono .....

I problemi che si hanno a casa si portano a scuola, i problemi che si hanno a scuola si portano a casa.
Poi ogni caso è una storia diversa.
I problemi che i ragazzi hanno a scuola penso si possano superare più facilmente, non perchè meno importanti ma spesso toccano la sfera dell'apprendimento oppure possono essere condotti ad un evento specifico e limitato nel tempo. A casa invece riguardano più facilmente la sfera affettiva e quindi più profonda e delicata. Poi ci sono ragazzi che vengono feriti nella sfera affettiva anche a scuola e forse questo è il caso più difficile da superare perchè interiorizzano e se a casa non ne parlano e difficile capire cosa li turba.
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 7:12 pm

rappresentante genitori ha scritto:
Puccina ha scritto:

...
Io, se fosse stato mio figlio a lamentarsi, lo avrei invitato a sospendere il giudizio su un compagno che evidentemente ha dei problemi e di pensare a come fare del suo meglio, a comportarsi onestamente senza curarsi delle scorrettezze che possono compiere gli altri, a cercare di andare d'accordo con tutti senza farsi condizionare da invidie e gelosie. Poi avrei informato gli insegnanti del malumore diffuso e della situazione relazionale difficile nella classe.

...quindi al ragazzo che ha visto avrei dovuto dire in poche parole...fatti i cavoli tuoi!!!
In altri casi lo avrei fatto...in questo sicuramente no...perchè non c'è invidia, non c'è rancore, non c'è odio, nella classe non ci sono problemi (fuori luogo la definizione di "situazione relazionale difficile") o meglio potrebbero esserci ma solo per chi li vuole vedere o creare... QUESTA E' BELLA! E ALLORA DI COSA STIAMO PARLANDO? MA CI PRENDI IN GIRO?

e poi non capisco perchè il ragazzo che ha visto poteva dirlo all'insegnate (allora sarebbe stato un comportamento corretto) ma non doveva dirlo al genitore (che invece avrebbe dovuto dirgli...fatti i cavoli tuoi)...


Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 7:20 pm

Puccina ha scritto:

.............
Scusa, ma lo fai apposta ad equivocare? Il problema era con tua figlia? Ancora con questa storia della trasparenza: chiedi informazioni chiare su tua figlia, sulla sua valutazione, ecc ecc; quello è tuo diritto. Discutere degli altri alunni, no.
[/quote]

...........vedo una luce...sei rimasta senza argomenti! ora devi andare a braccio...
Tornare in alto Andare in basso
rappresentante genitori



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 06.06.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 7:22 pm

Puccina ha scritto:


QUESTA E' BELLA! E ALLORA DI COSA STIAMO PARLANDO? MA CI PRENDI IN GIRO?


..io no! e tu?
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 7:26 pm

rappresentante genitori ha scritto:
Puccina ha scritto:

.............
Scusa, ma lo fai apposta ad equivocare? Il problema era con tua figlia? Ancora con questa storia della trasparenza: chiedi informazioni chiare su tua figlia, sulla sua valutazione, ecc ecc; quello è tuo diritto. Discutere degli altri alunni, no.

...........vedo una luce...sei rimasta senza argomenti! ora devi andare a braccio...[/quote]

?
Tornare in alto Andare in basso
Puccina



Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 05.05.11

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 7:28 pm

inequivocabilmente troll.
Tornare in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 110
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: verifica "passata" dall'insegnante   Lun Giu 13, 2011 7:59 pm

Puccina ha scritto:
inequivocabilmente troll.
Son d'accordo
Tornare in alto Andare in basso
 
verifica "passata" dall'insegnante
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando è nata Benedetta
» dall'uomo a dio o da dio all'uomo?
» Produrre petrolio dall'aria
» Visita dall'allergologo
» insegnante di sostegno: è obbligatorio?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: