Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
Fantaman



Messaggi : 1307
Data d'iscrizione : 30.08.12

MessaggioOggetto: Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare   Ven Giu 26, 2015 8:05 pm

Promemoria primo messaggio :

- 96. Al piano straordinario di assunzioni partecipano i soggetti di cui al comma 95. Alle fasi di cui al comma 97, lettere b) e c), partecipano i soggetti che abbiano presentato apposita domanda di assunzione secondo le modalità e nel rispetto dei termini stabiliti dal comma 102. I soggetti che appartengono ad entrambe le categorie di cui alle lettere a) e b) del comma 95 scelgono, con la stessa domanda, per quale delle due categorie essere trattati.

- 102. Per le finalità di cui ai commi da 94 a 104 è pubblicato un apposito avviso nella Gazzetta Ufficiale. Il medesimo avviso disciplina i termini e le modalità previste per le comunicazioni con i soggetti di cui al comma 95, incluse la domanda di assunzione e l'espressione delle preferenze, la proposta di assunzione, l'accettazione o la rinuncia. L'avviso stabilisce quali comunicazioni vengono effettuate attraverso l'uso della posta elettronica certificata ovvero l'uso, anche esclusivo, del sistema informativo, gestito dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, in deroga agli articoli 45, comma 2, e 65 del codice dell'amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive modificazioni.


Nel testo potrebbe sembrare non essere obbligatorio presentare la domanda, ma secondo me c'è il trucco. Un esperto giurista che ci aiuti a capire?

AGGIORNAMENTO 27/06/2015

Interpellato Max Bruschi (ispettore MIUR) su FB, risponde così:

"Io aspetto le istruzioni... ma per me sì. Domanda facoltativa e senza depennamento."


Ultima modifica di Fantaman il Sab Giu 27, 2015 4:19 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
tanganika



Messaggi : 1581
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare   Sab Giu 27, 2015 4:34 pm

Annalisa70 ha scritto:
Mi permetto di darvi un consiglio in modo obiettivo. Io non rinuncerei al ruolo anche a fronte di sacrifici, perchè se è vero che le GAE non esaurite non decadranno è anche vero che dal 2016 si immetteranno in ruolo solo i vincitori di concorso.
1. Non si sa ancora se la graduatoria dei prossimi concorsi sarà nazionale, regionale o per albi territoriali.
2. Non si sa se ci saranno cattedre a tempo determinato da assegnare a chi è in GAE.
3. In ogni caso anche chi dal 2015 viene immesso in ruolo nella fase A, avrà comunque una sede provvisoria per l'anno di prova e successivamente non è detto che resti nella stessa provincia, in quanto si darà la priorità ai trasferimenti.
Insomma secondo me a livello di stabilità cambia poco tra la sicurezza di avere un posto vicino casa (per un anno) nella fase A e l'incertezza di trovare posto chissà dove nelle fasi successive, perchè ripeto le carte verranno rimescolate in ogni caso dall'anno 2016.
Però la legge dice :"Tale personale partecipa, a domanda, alla mobilità
per tutti gli ambiti territoriali a livello nazionale, in deroga al vincolo triennale di permanenza nella
provincia, di cui all'articolo 399, comma 3, del testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile
1994, n. 297, e successive modificazioni, per tutti i posti vacanti e disponibili inclusi quelli
assegnati in via provvisoria nell’anno scolastico 2015/2016 ai soggetti di cui al comma 95, lettera
b), assunti ai sensi del comma 97, lettere b) e c)" (comma 107): quindi sembrerebbe che gli assunti in fase A non vengano toccati ossia rimarranno al loro posto; giusto?
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47878
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare   Sab Giu 27, 2015 4:35 pm

Sì. Naturalmente per posto si intende la provincia, non la scuola.
Tornare in alto Andare in basso
tanganika



Messaggi : 1581
Data d'iscrizione : 08.09.11

MessaggioOggetto: Re: Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare   Sab Giu 27, 2015 4:46 pm

Dec ha scritto:
Sì. Naturalmente per posto si intende la provincia, non la scuola.

Quindi dovranno presentare anche loro domanda di mobilità per la sede definitiva ma secondo le vecchie regole, ma potrà accadere solo che cambino scuola e non provincia. Ma può essere anche che un iscritto in GM assunto da GM in fase A possa chiedere dopo il superamento anno di prova trasferimento in altra provincia o passaggio di ruolo? Se si finirà negli albi e mettiamo che nessun preside lo scelga non avrà il passaggio di ruolo o sarà L'Usp ad assegnarglielo?
Tornare in alto Andare in basso
Fantaman



Messaggi : 1307
Data d'iscrizione : 30.08.12

MessaggioOggetto: Re: Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare   Sab Giu 27, 2015 4:52 pm

rimaniamo on topic pleaze
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare   Sab Giu 27, 2015 5:50 pm

luisa68 ha scritto:
Mi spiace Fantaman doverti contraddire ma purtroppo l'accostamento che tu fai con i militari ed altre categ. di dip. pubblici è errato nè ho conoscenza diretta per dei parenti. Infatti gli indennizzi di cui parli sono disciplinati da una Legge nr.100 (non ricordo l'anno) che prevede degli indennizzi qualora il dipendente venga trasferito d'autorità ad altra sede  ma presuppone che il militare sia nello stato di serv. permanente effettivo che per gli insegnanti corrisponderebbe al ruolo. Nel caso invece che il militare chieda il trasferimento volontariamente allora non gli spetta niente ed ecco perchè ai docenti  fanno fare la domanda in modo tale che ci sia una intenzionalità ad accettare altra sede stai certo che si sono documentati. E' evidente che comunque conviene sempre per chi non vuole spostarsi consultare un legale esperto nel settore perchè potrebbero esserci sfaccettature o carenze nella legge.

Quoto, come spesso mi è capitato, l'intervento di luisa68, precisando che la legge di riferimento per i trasferimenti d'autorità dei militari è la L. 100/87, che tra l'altro circoscrive la sua operatività anche alla realizzazione di altre condizioni, che però, almeno ai fini del presente discorso, a noi poco interessano.
Condivido anche la possibilità di richiedere la consulenza ad un collega esperto in legislazione scolastica, facendo però ben attenzione al fatto che trattasi comunque di attività interpretativa, senza alcuna certezza assoluta, ed è per questo che aspetterei almeno l'approvazione del testo definitivo e delle prime disposizioni di attuazione.
Naturalmente anche il mio resta solo un consiglio, si tratta di un argomento troppo delicato, e di scelte che coinvolgono la vita professionale, e non solo, di migliaia di docenti, e non me la sento di sentenziare in maniera definitiva sull'interpretazione di una normativa che ritengo sia al momento incompleta e carente anche sotto il profilo delle concrete modalità operative.
Mi auguro che, almeno per il momento, possa esservi stata utile.
Tornare in alto Andare in basso
mara88



Messaggi : 3238
Data d'iscrizione : 24.03.13

MessaggioOggetto: Re: Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare   Sab Giu 27, 2015 5:59 pm

Appunto, come dicevo più in alto, a livello giuridico non può essere considerato un trasferimento perchè loro non hanno una sede fissa di partenza, non essendo già in ruolo.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47878
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare   Sab Giu 27, 2015 7:27 pm

tanganika ha scritto:
Dec ha scritto:
Sì. Naturalmente per posto si intende la provincia, non la scuola.

Quindi dovranno presentare anche loro domanda di mobilità per la sede definitiva ma secondo le vecchie regole, ma potrà accadere solo che cambino scuola e non provincia.
Sì. Almeno è quello che si capisce finora.
tanganika ha scritto:
Ma può essere anche che un iscritto in GM assunto da GM in fase A possa chiedere dopo il superamento anno di prova trasferimento in altra provincia o passaggio di ruolo? Se si finirà negli albi e mettiamo che nessun preside lo scelga non avrà il passaggio di ruolo o sarà L'Usp ad assegnarglielo?
Sì e finisce negli albi (o meglio ambiti) territoriali. Se ottiene il passaggio di ruolo, vuol dire che il posto c'è, perciò se nessun Ds lo chiama sarà l'usp a mandarlo nella scuola che ha un posto libero.
Tornare in alto Andare in basso
 
Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» Appello: un collega di diritto che ci aiuti a interpretare
» oggi la mia collega....
» Il diritto a non nascere
» La libertà di religione è un diritto umano?
» l'ho detto alla mia collega

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: