Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 E le paritarie !!!!!!........

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Riccardo1957



Messaggi : 120
Data d'iscrizione : 26.08.11

MessaggioOggetto: E le paritarie !!!!!!........   Sab Giu 27, 2015 6:26 am

Promemoria primo messaggio :

Sto facendo gli esami di stato in una paritaria. Ieri con il dirigente abbiamo avuto una discussione su cosa succederà alle paritarie con la riforma, lui asseriva che con questa riforma le paritarie possono anche chiudere, in quanto, con il venir meno delle GAE si interromperà anche la necessità di fare punti a tutti i costi e verra modificato il concetto di abilitazione poiche si entrerà, solo per concorso, negli ambiti territoriale. Le scuole paritarie , se vorranno sopravvivere, dovranno finalmente pagare i docenti il che le porterà fatalmente alla chiusura. Cosa ne pensate ????
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 8:51 am

chicca70 ha scritto:
Conosco dei bambini che frequentano una primaria paritaria e che hanno come materia principale l'organizzazione di feste. Tutto l'anno fanno lavoretti per organizzare feste: dalla festa d'autunno a quella di primavera,  dalla festa di Natale a quella di pasqua al saggio di fine anno. Io voglio che mio figlio impari a leggere e scrivere bene, che studi matematica,  non che canti in coro e ritagli rondini!
io da bambino ho fatto l'asilo dalle suore. La festa la facevano a noi in tutte le stagioni: davano certe botte da orbi che conservo ancora i segni nella psiche a distanza di mezzo secolo :-\
Comunque oltre alle botte ricordo anche i coretti: la pecora è nel bosco BUM! Chissà che cacchio voleva intendere quel BUM...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 9:49 am

Francesca4 ha scritto:

Molto bene, ho capito che a te non piace.
Però permetti che in base al principio pluralistico dell'offerta formativa tipico degli stati democratici, i genitori possano poter scegliere i valori in base ai quali educare i loro figli, e perciò possano optare per la scelta di una scuola che si ponga in continuità con quei valori?

Ho forse detto che non possono? Che non dovrebbero potere?

Mi sfugge però come la competenza di un docente nelle sue discipline possano dipendere da questi valori.
Un caprone cattolico spiega matematica meglio di un bravo docente agnostico?

Francesca4 ha scritto:

Se lo ritieni possibile, allora, per quale motivo la scuola che palesemente abbracci e professi quei valori non deve poter chiedere ai suoi docenti la condivisione degli stessi, in modo da strutturare, coerentemente alla sua dichiarata ispirazione, la sua offerta formativa?
In sintesi chi iscrive i propri figli alla paritaria cattolica compie una scelta proprio nella direzione di quei valori che in essa si professano, e pertanto si aspetta di trovare una classe docente che quei valori condivida, ed è per questo che richiede personale educativo "culturalmente fortemente omogeneo" come giustamente sostieni.
Cosa ci sia di scandaloso in questo, sinceramente, ancora mi sfugge.

Lo spirito dell'articolo 3 della Costituzione italiana, che dovresti conoscere meglio di me. Già conosco l'obiezione (corretta): di fronte alla legge, non nel privato. Infatti, dico lo spirito.

Conosco uno dei promotori di una di queste scuole private di ispirazione opus dei. Anni fa una mia amica, abilitata al concorso ma senza incarichi, si trovava in difficoltà, abbandonata dal marito. Chiesi a questo mio conoscente se potevano fare qualcosa. Sgranò gli occhi "ma è separata?!?", e io "certo, il marito l'ha lasciata, che altro poteva fare?". Inutile dire che non la chiamarono nemmeno per un colloquio. Fatico molto (eufemismo) a comprendere come questi atteggiamenti siano coerenti con i valori che professano.

Se poi, nell'istruire, la teoria dell'evoluzione o il big bang diventano mere ipotesi e l'interpretazione letterale della Bibbia è altrettanto valida, avrei anche da ridire sui contenuti del loro insegnamento.

Naturalmente mi aspetto che la difesa di queste scuole valga anche immutata per scuole di ispirazione islamica integralista, con tanto di nihab, burka e tessuti vari elencando.

E in ogni caso, se le facciano esclusivamente con i loro soldi.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 3:01 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Non conosco tutte le paritarie d'Italia, ma da quand'ero bambino mi hanno sempre detto "si alle private vai a comprerti il diploma, ma mica in tutte; dai Salesiani per esempio ti fanno un mazzo tanto ...."

Poi ho letto quel report.

Magari è l'unico plesso salesiano che versa in quelle condizioni, magari meglio dei Salesiani ci sono le Carmelitane Scalze o le Piccole Madri Addolorate del Beato Albergo del Viandante e del Pellegrino di Giorgio Faletti, ma quello che so con certezza è quello che ho detto.

Partendo dai presupposti sbagliati anche con un ragionamento giusto si può pervenire ad un risultato erroneo, lo so, ma il presupposto del ragionamento sui costi non era la caprosità dei privatisti, era l'affermazione secondo la quale conviene avere le private finanziate dallo stato altrimenti spendiamo più dei finanziamenti.
Falso ! Anche se alle private ci fossero solo ragazzi bravi, chiudendo le private questi non andrebbero a formare delle classi nuove nelle statali, fatte tutte di ex privatisti, andrebbero a riempire qualche buco qua e la nelle classi che già ci sono; almeno in massima parte.

Allora concentriamoci sulla questione evidenziata e dimmi : sei davvero convinto che in caso di chiusura totale delle paritarie, cattoliche o meno, quell'utenza scolastica non si riverserebbe completamente nella pubblica?
Hai idea di quanti asili siano gestiti dai privati, perché né lo Stato né i Comuni hanno la possibilità di sobbarcarsi l'onere per la costruzione e la gestione di nuove strutture?
E poi vogliamo parlare della necessità strutturale del pluralismo formativo in una democrazia matura?
Lo Stato ideale non è quello nel quale la libertà d'insegnamento sia lasciata esclusivamente nelle mani del pubblico, ma  quello nel quale le due realtà si confrontino tra di loro per trarne reciproco margine di miglioramento.
E non obiettarmi che sia un bene assoluto il fatto che leggi di mercato basate sulla leale concorrenza non entrino nel mondo della scuola.
E' vero esattamente il contrario: una democrazia matura non tratta i suoi cittadini come sudditi immaturi ai quali imporre un unica tipologia di scuola, quella pubblica appunto, ma  da loro la possibilità di entrare nel mondo dell'offerta formativa, sostenendoli con i finanziamenti, dandogli la possibilità di proporre altri modelli educativi, e spingendosi fino al punto di dargli la libertà di entrare in concorrenza coi modelli educativi da essa sviluppati nella scuola pubblica.
Queste sono le ragioni per cui ritengo che l'esclusivo appannaggio della formazione scolastica da parte del pubblico sia addirittura dannoso al progresso civile e perciò sono convinta che lo Stato debba essere pronto ad accogliere e sostenere lo sviluppo di altri modelli educativi.
Arroccarsi dietro i soliti pregiudizi arcaici ed ideologici, oggi, non ha più ragion d'essere, non solo per la loro insostenibilità economica,ma anche per la realizzazione effettiva del principio del pluralismo formativo e della laicità dello Stato.


Ultima modifica di Francesca4 il Lun Giu 29, 2015 3:26 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 3:21 pm

mac67 ha scritto:

Conosco uno dei promotori di una di queste scuole private di ispirazione opus dei. Anni fa una mia amica, abilitata al concorso ma senza incarichi, si trovava in difficoltà, abbandonata dal marito. Chiesi a questo mio conoscente se potevano fare qualcosa. Sgranò gli occhi "ma è separata?!?", e io "certo, il marito l'ha lasciata, che altro poteva fare?". Inutile dire che non la chiamarono nemmeno per un colloquio. Fatico molto (eufemismo) a comprendere come questi atteggiamenti siano coerenti con i valori che professano.

Se poi, nell'istruire, la teoria dell'evoluzione o il big bang diventano mere ipotesi e l'interpretazione letterale della Bibbia è altrettanto valida, avrei anche da ridire sui contenuti del loro insegnamento.

Naturalmente mi aspetto che la difesa di queste scuole valga anche immutata per scuole di ispirazione islamica integralista, con tanto di nihab, burka e tessuti vari elencando.

E in ogni caso, se le facciano esclusivamente con i loro soldi.

Cominciamo per ordine.
Non conosco i dettagli relativi alla situazione della tua amica, però potrei farti tanti altri esempi di insegnanti separati che insegnano anche nelle paritarie cattoliche, come sono a conoscenza di alcuni casi nei quali gli insegnanti di religione nella pubblica abbiano dovuto affrontare l'esperienza dolorosa della separazione.
Ripeto, non si può fare di tutta l'erba un fascio!
Quanto all'istituzione di realtà scolastiche di altra ispirazione religiosa, nulla quaestio, sfondi una porta aperta, fermo restando due condizioni secondo me, essenziali:
1) i loro insegnamenti non possono consistere in atteggiamenti capaci di mettere in crisi i valori ed il rispetto delle leggi dello Stato che le ospita, fomentando ed incoraggiando il sovvertimento dell'ordine pubblico;
2)il loro finanziamento dovrebbe essere consentito solo a condizione di reciprocità rispetto alle confessioni che professano ed in relazione ai singoli Stati cui fanno riferimento, escludendo a priori la loro istituzione quando, per credo religioso o negli Stati di appartenenza, non si tolleri neanche la possibilità di indossare un crocifisso.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15757
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 3:21 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Conosco dei bambini che frequentano una primaria paritaria e che hanno come materia principale l'organizzazione di feste. Tutto l'anno fanno lavoretti per organizzare feste: dalla festa d'autunno a quella di primavera,  dalla festa di Natale a quella di pasqua al saggio di fine anno. Io voglio che mio figlio impari a leggere e scrivere bene, che studi matematica,  non che canti in coro e ritagli rondini!
io da bambino ho fatto l'asilo dalle suore. La festa la facevano a noi in tutte le stagioni: davano certe botte da orbi che conservo ancora i segni nella psiche a distanza di mezzo secolo :-\
Comunque oltre alle botte ricordo anche i coretti: la pecora è nel bosco BUM! Chissà che cacchio voleva intendere quel BUM...
Era un avvertimento subliminale, "stai attento che se canti male ...."
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15757
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 3:29 pm

Francesca4 ha scritto:
sei davvero convinto che in caso di chiusura totale delle paritarie, cattoliche o meno, quell'utenza scolastica non si riverserebbe completamente nella pubblica?
Sono convinto che non si riverserebbe completamente.

Si riverserebbero quasi completamente all'asilo, completamente (causa obbligo scolastico) alle elementari e medie, e molto parzialmente dalle superiori.

All'asilo di aprirebbero molte classi in più, alle elementari e medie molto poche, (quasi) nessuna alle superiori.

Alla fine lo stato risparmierebbe perchè le paritarie costano in ogni ordine e grado, non solo all'asilo.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 3:33 pm

Francesca4 ha scritto:

Non conosco i dettagli relativi alla situazione della tua amica, però potrei farti tanti altri esempi di insegnanti separati che insegnano anche nelle paritarie cattoliche, come sono a conoscenza di alcuni casi nei quali gli insegnanti di religione nella pubblica abbiano dovuto affrontare l'esperienza dolorosa della separazione.


Il Decreto Arcivescovile che fissa i requisiti per insegnare RC nelle scuole recita:

Il riconoscimento di idoneità, in ottemperanza ai canoni 804 e 805 del CDC, attesta che il docente di religione è in possesso di:
• una conoscenza adeguata dei contenuti della rivelazione cristiana e della dottrina della Chiesa in
vista dell’insegnamento scolastico;
• una competenza pedagogico-metodologico-didattica adeguata al grado di scuola per il quale si
rilascia l'attestato;
• una testimonianza di vita cristiana coerente con la fede professata e vissuta nella piena
comunione ecclesiale.


In sostanza il parroco rilascia l'attestazione che il candidato viva in conformità con i principi cattolici, e la CEI si riserva addirittura supplementi di indagine.
Se ci sono insegnanti separati che insegnano religione nella scuola statale è perché qualcuno ha disapplicato il documento.
La separazione costituisce criterio di non idoneità, che il divieto possa essere aggirato è altro conto
Tornare in alto Andare in basso
Online
geo&geo



Messaggi : 670
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 3:50 pm

Francesca4 ha scritto:

E non obiettarmi che sia un bene assoluto il fatto che leggi di mercato basate sulla leale concorrenza non entrino nel mondo della scuola.

Non mi sembra che si stia parlando di "bene assoluto".
Probabilmente, in una Italia ideale:
che non destinasse all'istruzione una percentuale così bassa del proprio PIL,
in cui il diritto allo studio garantito dalla Costituzione per i più meritevoli e privi di mezzi non venisse regolarmente disatteso,
in cui i soffitti delle scuole non cadessero con allarmante frequenza sulle teste degli studenti,
...
in una Italia così FORSE potremmo parlare del finanziamento alla scuola privata con maggior aplomb, discettando di leale concorrenza, di leggi di mercato ecc.
Tra l'altro, poi, le parole "leale concorrenza" stridono un po' con il fatto che tutte le scuole private dell'infanzia e della primaria che conosco (cattolicissime) l'"utenza" se la scelgono, escludendo per esempio tutti i "bambini con problemi" che normalmente incontriamo nella scuola pubblica, e nella vita.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 3:51 pm

lucetta10 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Non conosco i dettagli relativi alla situazione della tua amica, però potrei farti tanti altri esempi di insegnanti separati che insegnano anche nelle paritarie cattoliche, come sono a conoscenza di alcuni casi nei quali gli insegnanti di religione nella pubblica abbiano dovuto affrontare l'esperienza dolorosa della separazione.


Il Decreto Arcivescovile che fissa i requisiti per insegnare RC nelle scuole recita:

Il riconoscimento di idoneità, in ottemperanza ai canoni 804 e 805 del CDC, attesta che il docente di religione è in possesso di:
• una conoscenza adeguata dei contenuti della rivelazione cristiana e della dottrina della Chiesa in
vista dell’insegnamento scolastico;
• una competenza pedagogico-metodologico-didattica adeguata al grado di scuola per il quale si
rilascia l'attestato;
• una testimonianza di vita cristiana coerente con la fede professata e vissuta nella piena
comunione ecclesiale.


In sostanza il parroco rilascia l'attestazione che il candidato viva in conformità con i principi cattolici, e la CEI si riserva addirittura supplementi di indagine.
Se ci sono insegnanti separati che insegnano religione nella scuola statale è perché qualcuno ha disapplicato il documento.
La separazione costituisce criterio di non idoneità, che il divieto possa essere aggirato è altro conto

Ci sono anche sacerdoti che somministrano la comunione a persone che sono passate attraverso il calvario del divorzio; come puoi facilmente constatare ci sono grandissimi margini di elasticità nell'applicazione dei criteri fissati, e personalmente non vedo il motivo di aggiungere sofferenza a sofferenza: nel professare sinceramente la fede si può trarre un grande conforto e giovamento rispetto alle situazioni che siamo chiamati a vivere.
E poi tanti secoli di esperienza ci hanno mostrato quante volte sia stato possibile l'ammorbidimento della posizione della Chiesa rispetto al ferreo rispetto di regole che si presumeva fossero immutabili: pensiamo alla recente esternazione del Papa sulla necessità di non giudicare l'omosessualità.
Parole che, personalmente, attendevo da sempre!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 3:55 pm

Francesca4 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Non conosco i dettagli relativi alla situazione della tua amica, però potrei farti tanti altri esempi di insegnanti separati che insegnano anche nelle paritarie cattoliche, come sono a conoscenza di alcuni casi nei quali gli insegnanti di religione nella pubblica abbiano dovuto affrontare l'esperienza dolorosa della separazione.


Il Decreto Arcivescovile che fissa i requisiti per insegnare RC nelle scuole recita:

Il riconoscimento di idoneità, in ottemperanza ai canoni 804 e 805 del CDC, attesta che il docente di religione è in possesso di:
• una conoscenza adeguata dei contenuti della rivelazione cristiana e della dottrina della Chiesa in
vista dell’insegnamento scolastico;
• una competenza pedagogico-metodologico-didattica adeguata al grado di scuola per il quale si
rilascia l'attestato;
• una testimonianza di vita cristiana coerente con la fede professata e vissuta nella piena
comunione ecclesiale.


In sostanza il parroco rilascia l'attestazione che il candidato viva in conformità con i principi cattolici, e la CEI si riserva addirittura supplementi di indagine.
Se ci sono insegnanti separati che insegnano religione nella scuola statale è perché qualcuno ha disapplicato il documento.
La separazione costituisce criterio di non idoneità, che il divieto possa essere aggirato è altro conto

Ci sono anche sacerdoti che somministrano la comunione a persone che sono passate attraverso il calvario del divorzio; come puoi facilmente constatare ci sono grandissimi margini di elasticità nell'applicazione dei criteri fissati, e personalmente non vedo il motivo di aggiungere sofferenza a sofferenza: nel professare sinceramente la fede si può trarre un grande conforto e giovamento rispetto alle situazioni che siamo chiamati a vivere.
E poi tanti secoli di esperienza ci hanno mostrato quante volte sia stato possibile l'ammorbidimento della posizione della Chiesa rispetto al ferreo rispetto di regole che si presumeva fossero immutabili: pensiamo alla recente esternazione del Papa sulla necessità di non giudicare l'omosessualità.
Parole che, personalmente, attendevo da sempre!


sono d'accordissimo che la coerenza non sia un pregio dei cattolici e che la base (parroci in particolare) mantenga volutamente contatti con la comunità adottando una politica meno "ortodossa".
Come si dice? Fate quello che dico, non quello che faccio. Solo, non guarderei a questa peculiarità come a un pregio
Tornare in alto Andare in basso
Online
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 4:21 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
sei davvero convinto che in caso di chiusura totale delle paritarie, cattoliche o meno, quell'utenza scolastica non si riverserebbe completamente nella pubblica?
Sono convinto che non si riverserebbe completamente.

Si riverserebbero quasi completamente all'asilo, completamente (causa obbligo scolastico) alle elementari e medie, e molto parzialmente dalle superiori.

All'asilo di aprirebbero molte classi in più, alle elementari e medie molto poche, (quasi) nessuna alle superiori.

Alla fine lo stato risparmierebbe perché le paritarie costano in ogni ordine e grado, non solo all'asilo.

Scusami non vorrei insistere, perciò ti assicuro che questo è l'ultimo quesito che ho intenzione di porti:
me lo spieghi perché genitori di ragazzi svogliati ( per usare un eufemismo), che sono disposti a pagare rette piuttosto salate, dovrebbero, all'improvviso rinunciare a far diplomare i loro figli?
Secondo me li iscriverebbero comunque alla pubblica, sostenendo gli sforzi incommensurabili dei loro diletti pargoli con l'ausilio di docenti privati.
Pensa, in alcuni casi, potrebbero addirittura risparmiare!
Quale occasione migliore per gente ignorante e cocciuta?
Si tratta di persone il cui unico scopo è quello di farsi passare tutte le voglie, con l'ausilio dell'unico valore che conoscono e che hanno saputo trasmettere alla loro prole: il denaro.
E poi ci sono decine di studi che confermano il fatto che finanziare parzialmente le paritarie sia enormemente più conveniente per lo Stato rispetto alla costruzione e manutenzione di nuovi edifici,e questo senza considerare le ulteriori spese di gestione e remunerazione di tutto il personale in esse impiegato.

Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 670
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 5:04 pm

Francesca4 ha scritto:

E poi ci sono decine di studi che confermano il fatto che finanziare parzialmente le paritarie sia enormemente più conveniente per lo Stato rispetto alla costruzione  e manutenzione di nuovi edifici,e questo senza considerare le ulteriori spese di gestione e remunerazione di tutto il personale in esse impiegato.
Io non ci credo a tutta questa convenienza, ma diciamo di sì, OK, finanziamole. Oggi con 540 milioni di euro l'anno ci manteniamo un sistema di scuole private mediamente di bassa qualità,  almeno per quanto riguarda le scuole medie e superiori, con alcune (poche?) punte di eccellenza. E risolviamo il problema degli asili che mancano.
Ma potresti spiegarmi perché Renzi ci ha voluto aggiungere il "bonus" delle detrazioni fiscali? Vogliamo proprio incentivare la gente ad iscriversi all'asilo(o liceo) privato e magari avere contrazioni di classi nelle scuole statali? La realtà è che si tratta di una guerra di logoramento. Non ci sarà mai una quota di finanziamento che andrà bene alle scuola private, ci saranno continuamente lobby e pressioni per aumentare la fetta. Se il principio è quello che "lo stato deve garantire il pluralismo", perché non chiedere il finanziamento totale? Già qualcuno ha scritto in questo thread che nella privata il costo per studente è la metà che nella pubblica, se lo stato la finanziasse al 100% farebbe comunque un ottimo risparmio.
Che ne dici,lo proponiamo al PD? Sembra sensibile.

Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 5:07 pm

Francesca4 ha scritto:

2)il loro finanziamento dovrebbe essere consentito solo a condizione di reciprocità rispetto alle confessioni che professano ed in relazione ai singoli Stati cui fanno riferimento, escludendo a priori la loro istituzione quando, per credo religioso o negli Stati di appartenenza, non si tolleri neanche la possibilità di indossare un crocifisso.

Questa è la solita bufala. I cristiani possono professare la loro fede quasi ovunque, anche in Palestina, anche in Siria, anche in Iraq, persino in Iran.

Che poi le scuole private siano addirittura divise per nazionalità mi giunge nuova.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 5:14 pm

chicca70 ha scritto:
Abito a Modena,  qui tutte le paritarie pagano.
Poi dice che uno s'incazza. Non fare la parte del pesce fuori acqua. Almeno il 70% delle scuole paritarie NON PAGANO i docenti. Parliamo di tutte le scuole paritarie d'Italia e non di quelle che conosci tu.
Forse questo è l'unico aspetto buono della riforma. La maggior parte delle scuole paritarie saranno costrette a chiudere. Però già intravedo due possibili soluzioni: o si troverà un nuovo escamotage per salvarle o cadrà la riforma.....
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6110
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 5:29 pm

mac67 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

2)il loro finanziamento dovrebbe essere consentito solo a condizione di reciprocità rispetto alle confessioni che professano ed in relazione ai singoli Stati cui fanno riferimento, escludendo a priori la loro istituzione quando, per credo religioso o negli Stati di appartenenza, non si tolleri neanche la possibilità di indossare un crocifisso.

Questa è la solita bufala. I cristiani possono professare la loro fede quasi ovunque, anche in Palestina, anche in Siria, anche in Iraq, persino in Iran.

Che poi le scuole private siano addirittura divise per nazionalità mi giunge nuova.

E soprattutto, cosa c'entra la nazionalità con la religione?

Il concetto di "reciprocità" esiste tra stati, non certo tra uno stato e una chiesa, o tra uno stato e "una religione" che non ha nemmeno una chiesa organizzata.

Mi sembra che tu stia confondendo (o mistificando deliberatamente) il concetto di "scuola confessionale religiosa" con quello di "scuola di ordinamento previsto da un paese straniero", che potrebbe anche non entrarci nulla con la religione.

Ad esempio, in Francia, a quanto mi consta, i crocifissi sulle pareti delle aule pubbliche (non quelli portati al collo dalle persone, ma quelli esposti sulle pareti dei luoghi pubblici) sono stravietati da secoli, sono considerati proprio inimmaginabili. I cattolici italiani vorrebbero per questo che fosse vietato di aprire scuole di ordinamento francese in Italia?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 5:34 pm

Sarà che abito al nord...ma a nord-ovest...ma anche qui le scuole sono spaventate...non tanto per i ragazzi che se ne vanno...quanto per i docenti che se ne potrebbero andare.
Oggi ho ricevuto due chiamate da licei privati cattolici...nell'incertezza di settembre domani vado a fare un giro...

P.S. Io cattolico sono di "facciata" e domani glielo dirò...vi faccio sapere poi.
Comunque, sarò anche io un pesce raro, ma tutte le paritarie che conosco mi hanno offerto ottimi contratti. Stesso stipendio statale con 2 ore in più.
Ok....così non è più lo stesso stipendio, ma è per capirci.
Tornare in alto Andare in basso
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 5:41 pm

Ah ho sempre insegnato nel pubblico...ma a settembre chissà cosa succederà....
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6110
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 5:50 pm

Se tali scuole hanno paura che i docenti se ne vadano, non devono fare altro che pagarli di più e trattarli meglio dal punto di vista delle condizioni di lavoro, esattamente come dovrebbe funzionare il principio della contrattazione privata che loro caldeggiano tanto. Se no, che razza di privati sono? A fare l'impresa privata coi soldi dello stato sono buona anch'io.

Se invece hanno paura che se ne vadano i ragazzi, beh, quella in buona parte è anche responsabilità nostra (delle scuole statali, intendo), da quando abbiamo cominciato a regalare indiscriminatamente promozioni a cani, porci, capre, nutrie, salamandre, lamprede, tardigradi, platani, funghi e blocchi di granito. Perché la gente dovrebbe andare nella scuola privata dove si può comprare il diploma a pagamento senza studiare un tubo, quando nella scuola pubblica glielo regalano ugualmente senza che studino un tubo, ma è pure gratis?

L.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Lun Giu 29, 2015 6:15 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 5:59 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Se invece hanno paura che se ne vadano i ragazzi, beh, quella in buona parte è anche responsabilità nostra (delle scuole statali, intendo), da quando abbiamo cominciato a regalare indiscriminatamente promozioni a cani, porci, capre, nutrie, salamandre, lamprede, tardigradi, platani, funghi e blocchi di granito. Perché la gente dovrebbe andare nella scuola privata dove si può comprare il diploma a pagamento senza studiare un tubo, quando è nella scuola pubblica glielo regalano ugualmente senza che studino un tubo, ma è pure gratis?

L.


Bella sequenza, ben ordinata. Mancano le classiche amebe.
Tornare in alto Andare in basso
lukketto



Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 08.09.10

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 6:00 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Se invece hanno paura che se ne vadano i ragazzi, beh, quella in buona parte è anche responsabilità nostra (delle scuole statali, intendo), da quando abbiamo cominciato a regalare indiscriminatamente promozioni a cani, porci, capre, nutrie, salamandre, lamprede, tardigradi, platani, funghi e blocchi di granito. Perché la gente dovrebbe andare nella scuola privata dove si può comprare il diploma a pagamento senza studiare un tubo, quando è nella scuola pubblica glielo regalano ugualmente senza che studino un tubo, ma è pure gratis?

Quoto in toto!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6110
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 6:06 pm

mac67 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

cani, porci, capre, nutrie, salamandre, lamprede, tardigradi, platani, funghi e blocchi di granito.

Bella sequenza, ben ordinata. Mancano le classiche amebe.

Il merito è tutto del mio geniale studente M., che è sotto esame in questi giorni, e che mi ha aperto un mondo facendomi scoprire i tardigradi. O meglio, ri-scoprire, perché li conoscevo, ma li avevo rimossi dalla memoria da diversi anni... leggere integralmente la sua tesina è stato uno dei pochi godimenti di questi giorni sciagurati, per cui ho deciso di sostituire le classiche amebe con qualcosa di più originale  : - )

O meglio, ho qualche dubbio che i "funghi" vengano davvero dopo i "platani", perchè mi pare di ricordare che i funghi non siano affatto piante, ma siano un regno a parte, che presenta caratteristiche intermedie tra le piante e gli animali. Consulenza, please! Dove sta l'agrobiologosardo quando serveeeeee??????

L.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Lun Giu 29, 2015 6:09 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
circo



Messaggi : 2850
Data d'iscrizione : 21.09.10

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 6:07 pm

Una tesina sui tardigradi. Mitico!!! C'è appena stato un convegno internazionale a Modena sui tardigradi e i loro abbozzi di zampette.

Circo
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 6:41 pm

geo&geo ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

E poi ci sono decine di studi che confermano il fatto che finanziare parzialmente le paritarie sia enormemente più conveniente per lo Stato rispetto alla costruzione  e manutenzione di nuovi edifici,e questo senza considerare le ulteriori spese di gestione e remunerazione di tutto il personale in esse impiegato.
Io non ci credo a tutta questa convenienza, ma diciamo di sì, OK, finanziamole. Oggi con 540 milioni di euro l'anno ci manteniamo un sistema di scuole private mediamente di bassa qualità,  almeno per quanto riguarda le scuole medie e superiori, con alcune (poche?) punte di eccellenza. E risolviamo il problema degli asili che mancano.
Ma potresti spiegarmi perché Renzi ci ha voluto aggiungere il "bonus" delle detrazioni fiscali? Vogliamo proprio incentivare la gente ad iscriversi all'asilo(o liceo) privato e magari avere contrazioni di classi nelle scuole statali? La realtà è che si tratta di una guerra di logoramento. Non ci sarà mai una quota di finanziamento che andrà bene alle scuola private, ci saranno continuamente lobby e pressioni per aumentare la fetta. Se il principio è quello che "lo stato deve garantire il pluralismo", perché non chiedere il finanziamento totale? Già qualcuno ha scritto in questo  thread che nella privata il costo per studente è la metà che nella pubblica, se lo stato la finanziasse al 100% farebbe comunque un ottimo risparmio.
Che ne dici,lo proponiamo al PD? Sembra sensibile.


Quello evidenziato era proprio l'intervento che volevo!
Più di una volta infatti ho scritto che proprio il bonus delle detrazioni fiscali incentiverà tutti gli utenti a chiedere alle paritarie ricevuta fiscale, e questo fenomeno, volenti o nolenti, porterà all'emersione dal nero di tutte quelle scuole che al momento non pagano le tasse, con conseguenti entrate per le casse dell'erario statale che potrebbero, in in circolo virtuoso, proprio costituire un fondo attivo cui attingere per poter finanziare le paritarie.
Non dico che tutto si possa risolvere  in una partita di giro, però è innegabile che l'emersione dal nero creata attraverso il necessario conflitto d'interessi tra la paritaria, restia ad emettere ricevuta fiscale, ed i genitori, interessati alle detrazioni, non potrebbe che produrre benefici economici per la collettività.
Naturalmente va da sé che l'emersione dal nero genererebbe anche altri benefici, perché costringerebbe la scuola privata a rispettare anche altri adempimenti obbligatori quali il pagamento degli stipendi agli insegnanti in linea con le retribuzioni previste dalla contrattazione collettiva ed il pagamento dei contributi previdenziali del personale che in esse operi.
In sintesi quando una realtà economica, prima fiscalmente sconosciuta, emerge agli occhi degli organi dell'amministrazione statale deputati al suo controllo, questa sarà costretta, giocoforza, ad adeguarsi al rispetto della normativa vigente, e qualora non fosse in grado di sostenerne il peso, allora sarebbe inevitabilmente destinata al fallimento.
E la cosa, lo confesso, non mi dispiacerebbe più di tanto!
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 6:58 pm

Francesca4 ha scritto:

Quello evidenziato era proprio l'intervento che volevo!
Più di una volta infatti ho scritto che proprio il bonus delle detrazioni fiscali incentiverà tutti gli utenti a chiedere alle paritarie ricevuta fiscale, e questo fenomeno, volenti o nolenti, porterà all'emersione dal nero di tutte quelle scuole che al momento non pagano le tasse, con conseguenti entrate per le casse dell'erario statale che potrebbero, in in circolo virtuoso, proprio costituire un fondo attivo cui attingere per poter finanziare le paritarie.
Non dico che tutto si possa risolvere  in una partita di giro, però è innegabile che l'emersione dal nero creata attraverso il necessario conflitto d'interessi tra la paritaria, restia ad emettere ricevuta fiscale, ed i genitori, interessati alle detrazioni, non potrebbe che produrre benefici economici per la collettività.
Naturalmente va da sé che l'emersione dal nero genererebbe anche altri benefici, perché costringerebbe la scuola privata a rispettare anche altri adempimenti obbligatori quali il pagamento degli stipendi agli insegnanti in linea con le retribuzioni previste dalla contrattazione collettiva ed il pagamento dei contributi previdenziali del personale che in esse operi.
In sintesi quando una realtà economica, prima fiscalmente sconosciuta, emerge agli occhi degli organi dell'amministrazione statale deputati al suo controllo, questa sarà costretta, giocoforza, ad adeguarsi al rispetto della normativa vigente, e qualora non fosse in grado di sostenerne il peso, allora sarebbe inevitabilmente destinata al fallimento.
E la cosa, lo confesso, non mi dispiacerebbe più di tanto!

Non vedo cosa c'entri.

Già oggi, volendo, si sa perfettamente quanti alunni le frequentano e quanto si paga per frequentarle. Di quale nero parli? L'unico nero (che poi è bianco) è che risulta che i docenti vengono pagati X mentre spesso il compenso reale è molto minore.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 670
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: E le paritarie !!!!!!........   Lun Giu 29, 2015 7:26 pm

Francesca4 ha scritto:
il bonus delle detrazioni fiscali incentiverà tutti gli utenti a chiedere alle paritarie ricevuta fiscale, e questo fenomeno, volenti o nolenti, porterà all'emersione dal nero di tutte quelle scuole che al momento non pagano le tasse,
Cioè: qualità bassa per promuovere tutti, pagano poco gli insegnanti, non pagano l'imu, e ora dobbiamo anche sperare nell'emersione dal nero perché non pagano nemmeno le tasse?? wow
Tornare in alto Andare in basso
 
E le paritarie !!!!!!........
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Insegnanti paritarie commissari esterni?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: