Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Lun Giu 29, 2015 1:40 pm

Grecia, “viviamo grazie alla solidarietà tra poveri. Questa la parte buona della crisi”

“Dovrei prendere 840 euro di pensione, ma dopo tutti i tagli ricevo 520 euro al mese”. Quin è una baby pensionata di Atene, ha smesso di insegnare armeno tre anni fa, a soli 50 anni. Poi, lo scorso anno, è morto suo marito e ora con la sua pensione, e “5mila euro in banca”, dà da mangiare alle sue tre figlie di 10, 13 e 27 anni. “I 5 mila euro? Li conservo come i miei occhi, così diciamo noi in Grecia”. In casa la circondano gli oggetti, l’arredo e i ricordi di una vita che oggi non può più permettersi. A metà del 2011 l’istituto dove insegnava ha smesso di pagarle lo stipendio: “Ci hanno forzato a smettere di lavorare. Ma non saremmo sopravvissuti senza la solidarietà, la solidarietà tra noi, non quella dei ricchi – continua -, questa è la parte buona della crisi”. L’assegno proposto a Quin per il prepensionamento era di mille euro, lei accettò: “Era meno del mio salario, ma tra me mio marito avevamo la forza di mandare avanti la casa”. Senza di lui Quin si è reinventata e ha chiesto aiuto ai gruppi di solidarietà auto organizzata, “non sarei sopravvissuta senza. Sappiamo che ci aspettano altri anni di sofferenza, in tutti i paesi dove arriva l’Fmi la catastrofe dura almeno 10 anni”

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/06/29/grecia-viviamo-grazie-alla-solidarieta-tra-poveri-questa-la-parte-buona-della-crisi/387715/
Tornare in alto Andare in basso
mara88



Messaggi : 3238
Data d'iscrizione : 24.03.13

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Lun Giu 29, 2015 1:50 pm

In GrEcia anche chi è rimasto in servizio non se la passa tanto bene. Hanno ridotto gli stipendi pubblici di tutte le categorie del 40 %. In Italia ? Un altro paio di manovrine all'insegna dell'austerity e ci stiamo arrivando.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Lun Giu 29, 2015 2:56 pm

Per nostra fortuna, la nostra situazione è molto diversa da quella greca e non c'entra nulla con la "riforma".
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Lun Giu 29, 2015 3:08 pm

mac67 ha scritto:
Per nostra fortuna, la nostra situazione è molto diversa da quella greca e non c'entra nulla con la "riforma".

Situazione diversa dal punto di vista economico, dal punto di vista politico siamo anche noi di fatto commissariati dalla Troika, siamo quelli con il saldo primario più alto di tutta europa (insieme alla Grecia), abbiamo tagliato le pensioni e raggiunto l'età pensionabile più alta d'europa, abbiamo liberalizzato i licenziamenti discrezionali, abbiamo provocato con le politiche di "rigore" un arretramento del PIl di -10%. Insomma siamo anche noi una colonia e ci stiamo auto-impoverendo sia in termini di diritti che in termini di reddito per compiacere potenze estere che dettano legge e decidono la nostra politica.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Lun Giu 29, 2015 3:27 pm

Vedi sotto.


Ultima modifica di mac67 il Lun Giu 29, 2015 3:31 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Lun Giu 29, 2015 3:27 pm

Babbeus ha scritto:
mac67 ha scritto:
Per nostra fortuna, la nostra situazione è molto diversa da quella greca e non c'entra nulla con la "riforma".

Situazione diversa dal punto di vista economico, dal punto di vista politico siamo anche noi di fatto commissariati dalla Troika, siamo quelli con il saldo primario più alto di tutta europa (insieme alla Grecia), abbiamo tagliato le pensioni e raggiunto l'età pensionabile più alta d'europa, abbiamo liberalizzato i licenziamenti discrezionali, abbiamo provocato con le politiche di "rigore" un arretramento del PIl di -10%. Insomma siamo anche noi una colonia e ci stiamo auto-impoverendo sia in termini di diritti che in termini di reddito per compiacere potenze estere che dettano legge e decidono la nostra politica.

E noi che ci siamo scelti per decenni governanti di grande prestigio, abbiamo sempre avuto un altissimo senso civico, non abbiamo alcuna responsabilità, giusto?

Ci sono mille buoni motivi per criticare questa "riforma", non c'è bisogno di parallelismi traballanti.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Lun Giu 29, 2015 5:19 pm

mac67 ha scritto:
Per nostra fortuna, la nostra situazione è molto diversa da quella greca e non c'entra nulla con la "riforma".
Per cominciare noi non andiamo in pensione a 50 anni.

Quando lo stato vive di debito pubblico la fine non può che essere quella.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Mar Giu 30, 2015 7:22 am

avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
Per nostra fortuna, la nostra situazione è molto diversa da quella greca e non c'entra nulla con la "riforma".
Per cominciare noi non andiamo in pensione a 50 anni.

Età di pensionamento in grecia:
http://it.tradingeconomics.com/greece/retirement-age-men

Citazione :

Quando lo stato vive di debito pubblico la fine non può che essere quella.

Vivere di debito pubblico? Abbiamo il saldo primario più alto di tutta europa (vedi qui): stiamo vivendo da 20 anni ben al di sotto dei nostri mezzi.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Mar Giu 30, 2015 7:30 am

mac67 ha scritto:
Babbeus ha scritto:
mac67 ha scritto:
Per nostra fortuna, la nostra situazione è molto diversa da quella greca e non c'entra nulla con la "riforma".

Situazione diversa dal punto di vista economico, dal punto di vista politico siamo anche noi di fatto commissariati dalla Troika, siamo quelli con il saldo primario più alto di tutta europa (insieme alla Grecia), abbiamo tagliato le pensioni e raggiunto l'età pensionabile più alta d'europa, abbiamo liberalizzato i licenziamenti discrezionali, abbiamo provocato con le politiche di "rigore" un arretramento del PIl di -10%. Insomma siamo anche noi una colonia e ci stiamo auto-impoverendo sia in termini di diritti che in termini di reddito per compiacere potenze estere che dettano legge e decidono la nostra politica.

E noi che ci siamo scelti per decenni governanti di grande prestigio, abbiamo sempre avuto un altissimo senso civico, non abbiamo alcuna responsabilità, giusto?

Spagna, Grecia, Portogallo e Italia stanno seguendo la stessa sorte: austerità e riforme tatcheriane imposte da istituzioni europee che lungi dall'avere "prestigio" sono costituite da soggetti non eletti da nessuno e legate a lobby finanziarie.

Nazioni come la Turchia, il Brasile o la Russia non mi risultano essere esempi di "senso civico" e rigore morale, eppure hanno un'economia fiorente. L'idea che il benessere (o lo sviluppo) sia direttamente proporzionale alla virtù rientra nella "just world fallacy".

Citazione :

Ci sono mille buoni motivi per criticare questa "riforma", non c'è bisogno di parallelismi traballanti.

Non sono parallelismi: sovrebbe essere chiaro a tutti che l'europa è dominata da un'elite non eletta che interpretando la presunta virtù agli occhi dei popoli "incivili" sta forzando la trasformazione del modello sociale europeo nella direzione del modello USA e spaccia le sue scelte politiche per necessità tecniche.
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Mar Giu 30, 2015 9:29 am

Il Giappone ha un debito pubblico di trilioni di miliardi di euro ed ha un'economia fiorente.

Il problema non è il debito pubblico, ma bensì il tipo di politiche di austerità che ci vogliono imporre.

Ancor di più vorrei sottolineare che quando il debito di uno stato è nei confronti dei propri cittadini (debito interno) si può benissimo sforare di quanto si vuole e anzi diventa fisiologico (e è una cosa positiva) essere in deficit.
Lo stesso discorso non è per quanto riguarda la Bilancio commerciale che, invece, deve essere sempre in attivo.
In Italia mentre in passato l'attivo del Bilancio commerciale era alle stelle, ora per le politiche di austerità e le difficoltà (a causa delle forti tasse e burocrazie a quote alte) delle aziende tale bilancio è sempre più in discesa e anzi parecchie realtà imprenditoriali stanno in numero crescente chiudendo i battenti.

In Germania il Bilancio commerciale è sempre più in attivo, grazie alle difficoltà di altri stati come l'Italia, la Spagna e il Portogallo che non possono far più concorrenza come una volta a causa dello strozzinaggio delle tasse e degli investimenti europei e nazionali verso le banche CHE SPECULANO in Borsa invece di prestare denaro alle attività commerciali e ai cittadini che chiedono mutui per le case.

Vorrei anche far presente che dagli inizia del Novecento il tipo di debito pubblico di paesi come l'Africa è di tipo estero, ossia le nazioni sono indebitate con paesi esteri alcuni molto forti.
In questo modo in Africa paesi esteri e soprattutto multinazionali hanno potuto imporre le loro politiche commerciali a loro favore e a sfavore della popolazione locale. La sovranità nazionale è nulla a causa del forte ANALFABETISMO, dei conflitti tribali appositamente alimentati dalle lobby delle armi, della corruzione dei politici locali.

In Italia e in tutti i paesi deboli dell'eurozona è chiaro che vogliono imporre questo tipo di debito pubblico estero, in modo che vada alla malora la nostra libertà e anche il nostro benessere. E' chiaro che desiderano SERVI non cittadini europei.

In Grecia addirittura avevano proposto che vendessero anche i siti archeologici, i porti a multinazionali estere per pagare il debito pubblico.
In Italia si propone (tale e quale alla Grecia) di PRIVATIZZARE Sanità, Scuola e Pensioni (ossia quello che è definito Stato sociale).

Il mio auspicio è che la Grecia possa spezzare e mandare al diavolo Merkel e Troika annessa e dare un esempio a noi italiani, ma anche ai portoghesi e agli spagnoli.

Le nazioni del nord, molto più accorte e furbe, è da tempo che si sono associate all'Unione europea con tanti distinguo e non a corpo morto.

Vorrei far presente che mentre Renzi si preparava ad imporre alla Scuola il DDl che sappiamo, HA REGALATO alle Banche che sepculano in Borsa e non prestano denaro ai cittadini, circa 5 milairdi di euro.
Poi per le speculazioni degli emigrati i soldi alle cooperative onlus ci sono e subito, per l'edilizia scolastica NO.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Mar Giu 30, 2015 10:09 am

isula. ha scritto:
Il Giappone ha un debito pubblico di trilioni di miliardi di euro ed ha un'economia fiorente.

Il problema non è il debito pubblico, ma bensì il tipo di politiche di austerità che ci vogliono imporre.

Ancor di più vorrei sottolineare che quando il debito di uno stato è nei confronti dei propri cittadini (debito interno) si può benissimo sforare di quanto si vuole e anzi diventa fisiologico (e è una cosa positiva) essere in deficit.
Lo stesso discorso non è per quanto riguarda la Bilancio commerciale che, invece, deve essere sempre in attivo.
In Italia mentre in passato l'attivo del Bilancio commerciale era alle stelle, ora per le politiche di austerità e le difficoltà (a causa delle forti tasse e burocrazie a quote alte) delle aziende tale bilancio è sempre più in discesa e anzi parecchie realtà imprenditoriali stanno in numero crescente chiudendo i battenti.

In Germania il Bilancio commerciale è sempre più in attivo, grazie alle difficoltà di altri stati come l'Italia, la Spagna e il Portogallo che non possono far più concorrenza come una volta a causa dello strozzinaggio delle tasse e degli investimenti europei e nazionali verso le banche CHE SPECULANO in Borsa invece di prestare denaro alle attività commerciali e ai cittadini che chiedono mutui per le case.

Vorrei anche far presente che dagli inizia del Novecento il tipo di debito pubblico di paesi come l'Africa è di tipo estero, ossia le nazioni sono indebitate con paesi esteri alcuni molto forti.
In questo modo in Africa paesi esteri e soprattutto multinazionali hanno potuto imporre le loro politiche commerciali a loro favore e a sfavore della popolazione locale. La sovranità nazionale è nulla a causa del forte ANALFABETISMO, dei conflitti tribali appositamente alimentati dalle lobby delle armi, della corruzione dei politici locali.

In Italia e in tutti i paesi deboli dell'eurozona è chiaro che vogliono imporre questo tipo di debito pubblico estero, in modo che vada alla malora la nostra libertà e anche il nostro benessere. E' chiaro che desiderano SERVI non cittadini europei.

In Grecia addirittura avevano proposto che vendessero anche i siti archeologici, i porti a multinazionali estere per pagare il debito pubblico.
In Italia si propone (tale e quale alla Grecia) di PRIVATIZZARE Sanità, Scuola e Pensioni (ossia quello che è definito Stato sociale).

Il mio auspicio è che la Grecia possa spezzare e mandare al diavolo Merkel e Troika annessa e dare un esempio a noi italiani, ma anche ai portoghesi e agli spagnoli.

Le nazioni del nord, molto più accorte e furbe, è da tempo che si sono associate all'Unione europea con tanti distinguo e non a corpo morto.

Vorrei far presente che mentre Renzi si preparava ad imporre alla Scuola il DDl che sappiamo, HA REGALATO alle Banche che sepculano in Borsa e non prestano denaro ai cittadini, circa 5 milairdi di euro.
Poi per le speculazioni degli emigrati i soldi alle cooperative onlus ci sono e subito, per l'edilizia scolastica NO.

Concordo pienamente con quanto scrivi.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Mar Giu 30, 2015 10:42 am

Babbeus ha scritto:

Vivere di debito pubblico? Abbiamo il saldo primario più alto di tutta europa

Giusto: però poi ci tocca pagare i debiti fatti negli allegri anni '80 della Milano da bere, in cui non eravamo governati da marziani, ma da gente regolarmente eletta da noi.
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16421
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Mar Giu 30, 2015 10:53 am

mac67 ha scritto:
Babbeus ha scritto:

Vivere di debito pubblico? Abbiamo il saldo primario più alto di tutta europa

Giusto: però poi ci tocca pagare i debiti fatti negli allegri anni '80 della Milano da bere, in cui non eravamo governati da marziani, ma da gente regolarmente eletta da noi.

Memoria corta, caro mac...
Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16421
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Mar Giu 30, 2015 10:58 am

isula. ha scritto:
Il Giappone ha un debito pubblico di trilioni di miliardi di euro ...

Forse volevi dire un fantastiliardo? :-))

Un paio di anni fa era 10 trilioni di dollari, un po' meno se misurato in trilioni di euro, ma certo non trilioni di miliardi...
Controlla le tue fonti.
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Mar Giu 30, 2015 11:59 am

fradacla ha scritto:
isula. ha scritto:
Il Giappone ha un debito pubblico di trilioni di miliardi di euro ...

Forse volevi dire un fantastiliardo? :-))

Un paio di anni fa era 10 trilioni di dollari, un po' meno se misurato in trilioni di euro, ma certo non trilioni di miliardi...
Controlla le tue fonti.

Ok. Più che fonti controllare se si scrive correttamente dollari o euro. :-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese   Mar Giu 30, 2015 12:29 pm

Babbeus ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
Per nostra fortuna, la nostra situazione è molto diversa da quella greca e non c'entra nulla con la "riforma".
Per cominciare noi non andiamo in pensione a 50 anni.

Età di pensionamento in grecia:
http://it.tradingeconomics.com/greece/retirement-age-men

Citazione :

Quando lo stato vive di debito pubblico la fine non può che essere quella.

Vivere di debito pubblico? Abbiamo il saldo primario più alto di tutta europa (vedi qui): stiamo vivendo da 20 anni ben al di sotto dei nostri mezzi.
Noi forse, e loro ?

Comunque che vuol dire avanzo primario ? Perchè gli interessi sul debito non vanno pagati ? Non sono soldi anche quelli ?

Io trovo assurdo che un paese si attesti stabilmente sul 3% di debito in rapporto al PIL.

Se si considera buono e giusto un debito del 60 % sul PIL (perchè si scarica sulle nuove generazioni parte dei costi delle infrastrutture che anche loro utilizzeranno), allora è tollerabile un 60 % di deficit sull'incremento del PIL.
Se il PIL sale dell' 1% allora il deficit può essere dello 0.6 del PIL.
Tornare in alto Andare in basso
 
Riforme della scuola. Ci ridurranno così? Insegnante in pensione forzata in Grecia che vive con 520 euro al mese
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Contratti sul sito della scuola
» Perché la scuola italiana fa così schifo?
» richiesta 3 giorni di vacanza a discrezione della scuola
» colloqui individuali con i genitori
» nomina coatta alla gestione del sitoweb della scuola

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: