Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 sfogo dopo esami terza media

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
cinzia68



Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 06.09.12

MessaggioOggetto: sfogo dopo esami terza media   Mar Giu 30, 2015 10:32 pm

Promemoria primo messaggio :

Cari, carissimi amici...sono reduce da un incontro-scontro con una madre infuriata. Purtroppo (ma per fortuna per me, per molti motivi) insegno nello stesso paese in cui vivo e mi capita spesso di incontrare i genitori dei miei alunni delle medie con i quali, a volte, ho rapporti di "clientelismo", nel senso che hanno delle botteghe presso cui mi servo. In un'occasione come questa, questo pomeriggio incontro una madre infuriata per come sono andati gli esami del figlio e del nipote in terza media. Entrambi i ragazzi sono stati licenziati con 8 come voto e lei non contesta questo ma il voto degli altri ragazzi, soprattutto di una che, a detta sua, non ha mai fatto un c...tutto l'a.s.e che è uscita con il medesimo voto. Io lì a spiegare che tutto è rapportato alla media matematica e che forse la ragazza in questione ha avuto 7.5 che poi passa a 8 e che i ragazzi hanno avuto 8 pieno. Uno shampoo fuori dal normale che, tra l'altro, mai mi sarei aspettata da una signora così fine e sempre riservata (al che mi chiedo se ci sia dell'altro covato per tre anni e mai rivelato!). Insomma ha sparato a zero contro di noi, incapaci di capire i ragazzi che davvero si impegnano. Io quest'anno non avevo neanche gli scritti, quindi potevo pure fregarmene, ma conosco la serietà dei colleghi e queste considerazioni mi hanno ferito profondamente. Ma perchè i genitori sono INCAPACI di fare il loro mestiere?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Mer Lug 01, 2015 7:30 pm

@avido, forse dobbiamo specificare cosa signfiica "contare".

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Mer Lug 01, 2015 7:50 pm

Ire ha scritto:
@avido, forse dobbiamo specificare cosa signfiica "contare".

Avere una qualche influenza, che non sia correlabile solo con l'autostima, sulla tua vita; opportunità ottenute ed opportunità perse.

Mettendoci dentro anche l'autostima allora nella vita conta tutto; mi sembra una generalizzazione eccessiva.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Mer Lug 01, 2015 8:35 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
@avido, forse dobbiamo specificare cosa signfiica "contare".

Avere una qualche influenza, che non sia correlabile solo con l'autostima, sulla tua vita; opportunità ottenute ed opportunità perse.

Mettendoci dentro anche l'autostima allora nella vita conta tutto; mi sembra una generalizzazione eccessiva.

Trovo un po' deprimente che tu debba impegnare svariati post per difendere e spiegare una frase il cui significato è piuttosto chiaro.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Mer Lug 01, 2015 9:25 pm

Valore del voto per l'autostima? Indubbiamente, ma solo come effetto collaterale del piacere di avere dato il meglio.

Indubbiamente i voti intermedi si perdono nei meandri dei corridoi ormai virtuali degli archivi ma il percorso di verifica e di valutazione serve a costruire una storia di apprendimento e di impegno e il voto finale viene costruito intorno al complesso di voti intermedi.

Non sono d'accordo con te.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Mer Lug 01, 2015 9:50 pm

Ire ha scritto:
Valore del voto per l'autostima? Indubbiamente, ma solo come effetto collaterale del piacere di avere dato il meglio.

Indubbiamente i voti intermedi si perdono nei meandri dei corridoi ormai virtuali degli archivi ma il percorso di verifica e di valutazione serve a costruire una storia di apprendimento e di impegno e il voto finale viene costruito intorno al complesso di voti intermedi.

Non sono d'accordo con te.

Certo, quindi se il voto finale è importante bisogna sforzarsi di prendere buoni voti preliminari; a mio figlio dico che all'università bisogna prendere buoni voti in tutti gli esami.

Visto che si parla di esame finale della terza media, mi sembra difficile che si possa parlare di "piacere di avere dato il meglio"; a quell'età hanno altri pensieri.

Ai primi anni delle superiori mi sembra che esista addirittura una dinamica perversa, la gara a prendere un buon voto senza studiare, per la quale è necessario in via preliminare .... non studiare; altrimenti non si può vincere.

Altro che avere dato il meglio.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Mer Lug 01, 2015 10:07 pm

A 13 anni capiscono perfettamente cosa significhi risultato dopo fatica

Lo capiscono nello sport e lo capiscono nello studio.

In ogni caso sei stato tu a parlare per primo di voti e di autostima.

Ma non ha importanza quello che fanno o dicono loro sui voti, quello che ha importanza è quello che comunichi tu e che loro da te apprendono.

Un docente (ma anche un genitore) che sostiene che conta solo l'ultimo secondo me passa il messaggio che non importa "sapere" basta essere furbi e fortunati e svangarsela l'ultimo giorno.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Mer Lug 01, 2015 10:08 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Come vedi i genitori, anche quando sono colleghi, raramente affiancano gli insegnanti dei loro figli. Se ci va bene dicono che i nostri voti "non contano niente".
Ragione di più per tirare dritto la prossima volta che ti servirai nella bottega della signora
Quello che ha detto avido è la pura verità,  non è segno di disprezzo verso gli insegnanti. Quando una persona si laurea, nessuno gli chiederà mai più il voto con cui è uscito dal liceo,  men che meno quello delle medie. A me nessuno lo ha mai chiesto.  A noi insegnanti delle superiori serve sapere il voto delle medie solo per farci un'idea di ciò che possiamo aspettarci, ben sapendo che i voti al di sotto dell'8 segnalano futuri problemi.


e quindi prepariamo il terreno a 12 anni in un paese ultimo in Europa per numero di laureati? Veramente lungimirante! Che non sia questo continuo squalificare gli insegnanti, alla base del dato?

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-04-11/italia-sempre-ultima-europa-numero-laureati-133453.shtml?uuid=AB0n3EAB&refresh_ce=1
Quindi ha fatto bene Bossi Jr a laurearsi in Albania; tutti devono potersi laureare e chi lo fa da lustro al paese, a prescindere da ogni altra considerazione.

L'anomalia non è che le capre non si laureino, l'anomalia è avere tante capre.


esattamente il contrario: valorizziamo il voto di quinta elementare visto che molti di noi, statisticamente tanti, non ne vedranno altri e non vedo prossima un'inversione di tendenza.
I maligni potrebbero perfino attribuire una piccola responsabilità a quelli che sostengono che gli unici professori degni di mettere voti "che contano qualcosa" sono quelli universitari...

Starei più attento anche alle raccomandazioni ai figli: l'80% di non laureati è altino e qualcuno di noi prof si dovrà rassegnare a non fare la foto impettito col tocco del rampollo.

Nel 20%, considerando la media degli anni di corso dei laureati italiani, non mancheranno nemmeno le capre (non ne hai mai viste di laureate? Ma lo sai che Scilipoti è MEDICO!), i trilobiti e i Bossi Jr: una laurea in 10 anni non si nega a nessuno, in 15 te la paga sicuramente papà
Tornare in alto Andare in basso
pulsar



Messaggi : 221
Data d'iscrizione : 21.07.12

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 12:37 am

Per una forma di pudore,Giancarlo Dessì,non ho scritto tutto quel che avrei voluto dire.Un paio di mie colleghe del passato amavano frequentare gli esercizi commerciali dei genitori dei propri alunni e lo scopo è facile da immaginare.Di confidenza in confidenza...Non mi riferivo alla serena chiacchierata che anch'io  faccio volentieri con chiunque incontri.Riguardo al valore del voto del diploma, vi dico che nel lontano 1974,fu grazie ad esso (un 58 su 60)che ricevetti la nomina a tempo indeterminato nella scuola materna dove iniziai la mia vita da insegnante.Anche nei concorsi successivi mi fu di grande aiuto.Il 110 della laurea,invece, non mi è servito a nulla.Vedi,Avido, come le cose siano cambiate nel tempo?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 1:53 am

Ire ha scritto:
A 13 anni capiscono perfettamente cosa significhi risultato dopo fatica

Lo capiscono nello sport e lo capiscono nello studio.

In ogni caso sei stato tu a parlare per primo di voti e di autostima.

Ma non ha importanza quello che fanno o dicono loro sui voti, quello che ha importanza è quello che comunichi tu e che loro da te apprendono.

Un docente (ma anche un genitore) che sostiene che  conta solo l'ultimo secondo me passa il messaggio che non importa "sapere" basta essere furbi e fortunati e svangarsela l'ultimo giorno.

Perchè confondi il voto con il suo meritarlo; io con mio figlio sono molto chiaro su questo punto.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 2:00 am

lucetta10 ha scritto:

esattamente il contrario: valorizziamo il voto di quinta elementare visto che molti di noi, statisticamente tanti, non ne vedranno altri e non vedo prossima un'inversione di tendenza.

Questa non l'ho capita; almeno in Italia le medie ce l'hanno quasi tutti, forse non proprio meritate, ma ce l'hanno.

I maligni potrebbero perfino attribuire una piccola responsabilità a quelli che sostengono che gli unici professori degni di mettere voti "che contano qualcosa" sono quelli universitari...

Calma, tutti i professori devono mettere voti, non è questione di dignità, solo che alcuni voti ti cambiano la vita, altri no.

Starei più attento anche alle raccomandazioni ai figli: l'80% di non laureati è altino e qualcuno di noi prof si dovrà rassegnare a non fare la foto impettito col tocco del rampollo.

Certo, ma il buongiorno si vede dal mattino; mi preoccupa di più la percentuale di chi trova un buon lavoro; chi trova lavoro è solo il 60 %; di chi lo trova buono non si sa, ma ovviamente è molto minore.

Nel 20%, considerando la media degli anni di corso dei laureati italiani, non mancheranno nemmeno le capre (non ne hai mai viste di laureate? Ma lo sai che Scilipoti è MEDICO!), i trilobiti e i Bossi Jr: una laurea in 10 anni non  si nega a nessuno, in 15 te la paga sicuramente papà

So di Scilipoti, so delle capre laureate e so dei fuoricorso; sono un genitore consapevole, non mi sottovalutare.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 2:05 am

pulsar ha scritto:
Per una forma di pudore,Giancarlo Dessì,non ho scritto tutto quel che avrei voluto dire.Un paio di mie colleghe del passato amavano frequentare gli esercizi commerciali dei genitori dei propri alunni e lo scopo è facile da immaginare.Di confidenza in confidenza...Non mi riferivo alla serena chiacchierata che anch'io  faccio volentieri con chiunque incontri.Riguardo al valore del voto del diploma, vi dico che nel lontano 1974,fu grazie ad esso (un 58 su 60)che ricevetti la nomina a tempo indeterminato nella scuola materna dove iniziai la mia vita da insegnante.Anche nei concorsi successivi mi fu di grande aiuto.Il 110 della laurea,invece, non mi è servito a nulla.Vedi,Avido, come le cose siano cambiate nel tempo?
All'asilo si insegnava con il diploma magistrale, nulla di strano; posso chiederti quale laurea hai conseguito e non utilizzato ?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 6:35 am

pulsar ha scritto:
Per una forma di pudore,Giancarlo Dessì,non ho scritto tutto quel che avrei voluto dire.Un paio di mie colleghe del passato amavano frequentare gli esercizi commerciali dei genitori dei propri alunni e lo scopo è facile da immaginare.
Purtroppo capitano anche questi casi. Soprattutto in ambiti locali dove personale e famiglie fanno parte della stessa comunità. Ma ci si può vaccinare anche nei confronti di queste malattie: a mio parere è sufficiente non crearsi scheletri nell'armadio e guardare nel bianco degli occhi le persone. In questo modo è molto difficile che ti facciano le scarpe alle spalle. Alla fine restano solo le maldicenze che fanno presa solo nei minus habens.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 9:17 am

avido ha scritto:
Perchè confondi il voto con il suo meritarlo; io con mio figlio sono molto chiaro su questo punto.

No, non lo confondo. Non lo confondevo prima, figurati come non lo confondo da quando frequento questo forum...

Non mi piace proprio e non sono proprio d'accordo con il messaggio che trasmetti.

Per come la vedo io:

non interessa il voto degli altri ma il buon voto meritato da noi (dai nostri figli) è indice di capacità e di impegno e facilita la strada per arrivare al traguardo prefissato.

I voti non meritati sono cose che capitano nella vita e se sono buoni voti ottenuti con l'inganno sono autogoals.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
pulsar



Messaggi : 221
Data d'iscrizione : 21.07.12

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 10:09 am

Sono laureata in materie letterarie,anche abilitata per insegnare italiano,storia e geografia avendo superato il concorso nel 1983.Diciamo pure,per onestà,che insegnare nella primaria mi gratificava di più perché mi permetteva di insegnare tutte le discipline,anche matematica che è la mia passione.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 2:51 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

esattamente il contrario: valorizziamo il voto di quinta elementare visto che molti di noi, statisticamente tanti, non ne vedranno altri e non vedo prossima un'inversione di tendenza.

Questa non l'ho capita; almeno in Italia le medie ce l'hanno quasi tutti, forse non proprio meritate, ma ce l'hanno.

I maligni potrebbero perfino attribuire una piccola responsabilità a quelli che sostengono che gli unici professori degni di mettere voti "che contano qualcosa" sono quelli universitari...

Calma, tutti i professori devono mettere voti, non è questione di dignità, solo che alcuni voti ti cambiano la vita, altri no.

Starei più attento anche alle raccomandazioni ai figli: l'80% di non laureati è altino e qualcuno di noi prof si dovrà rassegnare a non fare la foto impettito col tocco del rampollo.

Certo, ma il buongiorno si vede dal mattino; mi preoccupa di più la percentuale di chi trova un buon lavoro; chi trova lavoro è solo il 60 %; di chi lo trova buono non si sa, ma ovviamente è molto minore.

Nel 20%, considerando la media degli anni di corso dei laureati italiani, non mancheranno nemmeno le capre (non ne hai mai viste di laureate? Ma lo sai che Scilipoti è MEDICO!), i trilobiti e i Bossi Jr: una laurea in 10 anni non  si nega a nessuno, in 15 te la paga sicuramente papà

So di Scilipoti, so delle capre laureate e so dei fuoricorso; sono un genitore consapevole, non mi sottovalutare.


Non dubito della tua consapevolezza, ma, considerando che tuo figlio ha 8 possibilità su 10 di NON laurearsi, dovresti forse cominciare a considerare ogni voto come fosse l'ultimo invece di proiettarlo su qualcosa che ha un'ampia possibilità statistica di non raggiungere
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 4:27 pm

pulsar ha scritto:
Sono laureata in materie letterarie,anche abilitata per insegnare italiano,storia e geografia avendo superato il concorso nel 1983.Diciamo pure,per onestà,che insegnare nella primaria mi gratificava di più perché mi permetteva di insegnare tutte le discipline,anche matematica che è la mia passione.
Quindi ti sei laureata per passione personale.

La cosa ti fa onore, acculturarsi è lodevole, ma sappi che potevi frequentare le lezioni universitarie ed apprendere tutto quello che hai appreso, senza iscriverti; avresti avuto totale libertà sul piano di studi e sui docenti da seguire.

L'ultimo voto che hai voluto che valesse è stato quello delle magistrali; scelta tua.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 4:35 pm

lucetta10 ha scritto:
Non dubito della tua consapevolezza, ma, considerando che tuo figlio ha 8 possibilità su 10 di NON laurearsi, dovresti forse cominciare a considerare ogni voto come fosse l'ultimo invece di proiettarlo su qualcosa che ha un'ampia possibilità statistica di non raggiungere
Hai una visione della teoria delle probabilità molto approssimativa.
Se laurearsi fosse un evento casuale avresti ragione; per laurearsi serve intelligenza, determinazione, possibilità economiche e volontà.

Non è sicuro che mio figlio si laurei, ma ha almeno l'80% delle probabilità di farlo; conosco un sacco di ragazzi che ne hanno l'1% scarso.

Al politecnico di Torino hanno fatto una statistica sulla correlazione tra i risultati al test d'ingresso (non selettivo fino all'anno scorso) e le prestazioni finali (anni e voto).
La correlazione è strettissima; ne deduciamo che il 20% che si laureerà è facilmente individuabile prima che inizi il primo giorno.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3576
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 4:52 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Pensa che io dico a mio figlio, diplomando quest'anno, che il voto che prenderà non conta nulla; 60 o 100 alla fine conterà solo il voto di laurea.

7, 8 ,9 o 10 delle medie, per noi professori delle superiori valgono quanto un 6, anche perchè sappiamo che molti (o tutti) sono gonfiati.
I più onesti attributori di voti a se stesso e ai compagni di classe sono GLI ALUNNI!
La maggior parte dei docenti, specialmente quelli che fanno poco durante l'anno, negli scrutini finali amano fare i piacioni (anche in cattiva fede per salvare se stessi dall'essere recriminati di non aver fatto un tubo durante l'anno). Questi sono la maggioranza e condizionano il voto finale. Ecco perché alla fine dell'anno escono fuori porcherie i cui primi artefici sono proprio gli insegnanti. Alla fine quelli che rimangono delusi sono tutti gli alunni, quelli che hanno studiato perché si vedono con i voti gonfiati e quelli che non hanno fatto proprio nulla, che si vedono REGOLARMENTE promossi con voti, a volte, anche generosi.
Gli insegnanti dovrebbero imparare, essi per primi, che devono lavorare seriamente durante l'anno, essere coesi tra loro, e, alla fine dell'anno scolastico, dare ad ogni alunno quello che si merita. Ma così non è, e la prima colpa è proprio degli insegnanti. In fin dei conti, se uno fa il proprio dovere e mette le carte a posto, non c'è normativa che tenga. Ma richiede impegno, e molti insegnanti non vogliono e non sono in grado di impegnarsi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Gio Lug 02, 2015 5:15 pm

giobbe ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Pensa che io dico a mio figlio, diplomando quest'anno, che il voto che prenderà non conta nulla; 60 o 100 alla fine conterà solo il voto di laurea.

7, 8 ,9 o 10 delle medie, per noi professori delle superiori valgono quanto un 6, anche perchè sappiamo che molti (o tutti) sono gonfiati.
I più onesti attributori di voti a se stesso e ai compagni di classe sono GLI ALUNNI!
La maggior parte dei docenti, specialmente quelli che fanno poco durante l'anno, negli scrutini finali amano fare i piacioni (anche in cattiva fede per salvare se stessi dall'essere recriminati di non aver fatto un tubo durante l'anno). Questi sono la maggioranza e condizionano il voto finale. Ecco perché alla fine dell'anno escono fuori porcherie i cui primi artefici sono proprio gli insegnanti. Alla fine quelli che rimangono delusi sono tutti gli alunni, quelli che hanno studiato perché si vedono con i voti gonfiati e quelli che non hanno fatto proprio nulla, che si vedono REGOLARMENTE promossi con voti, a volte, anche generosi.
Gli insegnanti dovrebbero imparare, essi per primi, che devono lavorare seriamente durante l'anno, essere coesi tra loro, e, alla fine dell'anno scolastico, dare ad ogni alunno quello che si merita. Ma così non è, e la prima colpa è proprio degli insegnanti. In fin dei conti, se uno fa il proprio dovere e mette le carte a posto, non c'è normativa che tenga. Ma richiede impegno, e molti insegnanti non vogliono e non sono in grado di impegnarsi.



Ma lo dici veramente? Motiveresti per favore? Donde trai cotanta consapevolezza?
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3576
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Ven Lug 03, 2015 12:03 pm

lucetta10 ha scritto:
Ma lo dici veramente? Motiveresti per favore? Donde trai cotanta consapevolezza?
Lo dico veramente. La consapevolezza la traggo da 40 anni di insegnamento e dalle autovalutazioni fatte dagli alunni per sé e per i propri compagni di classe. Ho fatto numerose indagini su questo e ho dialogato molto con i miei alunni. Mi hanno dato sempre i VOTI giusti ovvero i voti che meritavano veramente.
Quelli che cambiano le carte in tavola, alla fine dell'anno, sono proprio diversi insegnanti per i motivi che ho già detto.
Da qui nasce la poca credibilità della scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Ven Lug 03, 2015 1:19 pm

giobbe ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Ma lo dici veramente? Motiveresti per favore? Donde trai cotanta consapevolezza?
Lo dico veramente. La consapevolezza la traggo da 40 anni di insegnamento e dalle autovalutazioni fatte dagli alunni per sé e per i propri compagni di classe. Ho fatto numerose indagini su questo e ho dialogato molto con i miei alunni. Mi hanno dato sempre i VOTI giusti ovvero i voti che meritavano veramente.
Quelli che cambiano le carte in tavola, alla fine dell'anno, sono proprio diversi insegnanti per i motivi che ho già detto.
Da qui nasce la poca credibilità della scuola.



Non so. Forse su questo servirebbe un confronto a più voci.
Anche io, come immagino tutti, applico l'autovalutazione (non da 40 anni!) e la trovo un pratica difficilissima (anche per un adulto) che i ragazzi (non tutti) acquisiscono con il tempo e perfezionano spesso senza arrivare a una corretta valutazione della propria prestazione.
Il senso di autoefficacia è un parametro alto di valutazione, che tu lo riscontri così solido e così diffuso, mi pare di capire quasi spontaneo nei tuoi alunni, mi stupisce non poco
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1654
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Ven Lug 03, 2015 1:51 pm

lucetta10 ha scritto:
giobbe ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Ma lo dici veramente? Motiveresti per favore? Donde trai cotanta consapevolezza?
Lo dico veramente. La consapevolezza la traggo da 40 anni di insegnamento e dalle autovalutazioni fatte dagli alunni per sé e per i propri compagni di classe. Ho fatto numerose indagini su questo e ho dialogato molto con i miei alunni. Mi hanno dato sempre i VOTI giusti ovvero i voti che meritavano veramente.
Quelli che cambiano le carte in tavola, alla fine dell'anno, sono proprio diversi insegnanti per i motivi che ho già detto.
Da qui nasce la poca credibilità della scuola.



Non so. Forse su questo servirebbe un confronto a più voci.
Anche io, come immagino tutti, applico l'autovalutazione (non da 40 anni!) e la trovo un pratica difficilissima (anche per un adulto) che i ragazzi (non tutti) acquisiscono con il tempo e perfezionano spesso senza arrivare a una corretta valutazione della propria prestazione.
Il senso di autoefficacia è un parametro alto di valutazione, che tu lo riscontri così solido e così diffuso, mi pare di capire quasi spontaneo nei tuoi alunni, mi stupisce non poco
La capacità di autovalutarsi è presente almeno nel 50% degli alunni,  anche se talvolta non è precisa. Sicuramente sanno se l'interrogazione è andata bene o male,  se il voto è giusto oppure è stato regalato. Riconoscono come troppo semplici alcune modalità di verifica e come equilibrate altre. Eccezione rispetto alla capacità di autovalutarsi: gli studenti del quinto anno. Il loro desiderio di ottenere il voto più alto possibile in vista dell'esame di stato li rende ciechi di fronte alle proprie defaillance.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Ven Lug 03, 2015 1:57 pm

chicca70 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
giobbe ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Ma lo dici veramente? Motiveresti per favore? Donde trai cotanta consapevolezza?
Lo dico veramente. La consapevolezza la traggo da 40 anni di insegnamento e dalle autovalutazioni fatte dagli alunni per sé e per i propri compagni di classe. Ho fatto numerose indagini su questo e ho dialogato molto con i miei alunni. Mi hanno dato sempre i VOTI giusti ovvero i voti che meritavano veramente.
Quelli che cambiano le carte in tavola, alla fine dell'anno, sono proprio diversi insegnanti per i motivi che ho già detto.
Da qui nasce la poca credibilità della scuola.



Non so. Forse su questo servirebbe un confronto a più voci.
Anche io, come immagino tutti, applico l'autovalutazione (non da 40 anni!) e la trovo un pratica difficilissima (anche per un adulto) che i ragazzi (non tutti) acquisiscono con il tempo e perfezionano spesso senza arrivare a una corretta valutazione della propria prestazione.
Il senso di autoefficacia è un parametro alto di valutazione, che tu lo riscontri così solido e così diffuso, mi pare di capire quasi spontaneo nei tuoi alunni, mi stupisce non poco
La capacità di autovalutarsi è presente almeno nel 50% degli alunni,  anche se talvolta non è precisa. Sicuramente sanno se l'interrogazione è andata bene o male,  se il voto è giusto oppure è stato regalato. Riconoscono come troppo semplici alcune modalità di verifica e come equilibrate altre. Eccezione rispetto alla capacità di autovalutarsi: gli studenti del quinto anno. Il loro desiderio di ottenere il voto più alto possibile in vista dell'esame di stato li rende ciechi di fronte alle proprie defaillance.


questo mi pare già più accettabile, soprattutto sul "non preciso".

Per valutarsi correttamente è indispensabile capire precisamente le richieste, cosa che non mi pare appannaggio di tutti i nostri alunni al momento della verifica. Se ci limitiamo al saper dire "sono andato bene/male", forse qualcuno in più, ma la valutazione è qualcosa di più complesso e sfaccettato
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1654
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Ven Lug 03, 2015 4:33 pm

Si può cercare di insegnare anche l'autovalutazione.  Quando hanno presente la griglia di valutazione utilizzata dal docente,  magari resa più esplicita e spiegata, di solito gli alunni dai 14 anni in su sono in grado di darsi il voto da soli. Per questo penso che sia importante esporre con chiarezza sin dall'inizio i parametri utilizzati per la valutazione. rSe ti dico dal primo giorno che non valuto soltanto la completezza dei contenuti ma anche la forma (esposizione orale sciolta, correttezza sintattica, morfologica ed ortografica, uso corretto del lessico), sarai consapevole che il voto dell'interrogazione scenderà nel caso in cui mi tocchi estrarti di bocca le parole ad una ad una.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: sfogo dopo esami terza media   Ven Lug 03, 2015 4:44 pm

chicca70 ha scritto:
Si può cercare di insegnare anche l'autovalutazione.  Quando hanno presente la griglia di valutazione utilizzata dal docente,  magari resa più esplicita e spiegata, di solito gli alunni dai 14 anni in su sono in grado di darsi il voto da soli. Per questo penso che sia importante esporre con chiarezza sin dall'inizio i parametri utilizzati per la valutazione. rSe ti dico dal primo giorno che non valuto soltanto la completezza dei contenuti ma anche la forma (esposizione orale sciolta, correttezza sintattica, morfologica ed ortografica, uso corretto del lessico), sarai consapevole che il voto dell'interrogazione scenderà nel caso in cui mi tocchi estrarti di bocca le parole ad una ad una.


sono d'accordo.
Occorre lavorarci. Si tratta, in ogni caso, di un parametro alto, anche perché diventa più difficile con il passare del tempo e il variare, appunto, delle richieste. Non basta semplicemente capire che si è valutati per la completezza, ma saper stabilire quando si è stati completi, e magari non libreschi o ridondanti, il che è cosa ben diversa. Gli si chiede in sostanza di valutare la propria performance in base a parametri altrui. Mi stupisce che giobbe la ritenga una competenza così naturale e diffusa, quasi spontanea
Tornare in alto Andare in basso
 
sfogo dopo esami terza media
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Esami di terza media e obbligo di assistenza alle prove scritte (alunno h non ammesso)
» consumismo natalizio
» Disponibilità dopo trasferimenti - Scuola Media - TORINO
» Esame terza media per alunni DSA
» PERDITE DOPO ECOGRAFIA

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: