Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 6:15 am

Vi racconto una storia ipotetica.

Maria è un'insegnante precaria di Palermo, suo marito è ingegnere, anche lui precario. Entrambi hanno una quarantina d'anni e guadagnano in due circa 2400 euro, hanno un figlio piccolo e un mutuo da pagare. In più i genitori di Maria sono anziani e non in buona salute, perciò qualche volta hanno bisogno del suo aiuto. Maria è soggetta alla mobilità forzata e deve trasferirsi a Milano, oltre al mutuo quindi dovrà pagare anche un affitto, e non potrà comprare una nuova casa almeno fino all'anno successivo, cioè finché non avrà una sede definitiva (che saprà soltanto dopo la mobilità straordinaria).

Maria si stabilisce a Roma. Dopo diversi anni di enormi sacrifici e di debiti (mutuo + affitto + badante + baby sitter), Maria, che ormai non è più tanto giovane e vive nella soglia di povertà, è depressa e stremata. Ma finalmente la vita le sorride di nuovo: prima riesce a vendere la sua casa e a comprarne un'altra; alcuni anni dopo suo marito riuscirà a trovare un altro lavoro a Roma. Finalmente la sua famiglia si è ricongiunta e potrà estinguere i debiti. Maria è felice perché è convinta che potrà trascorrere una vecchiaia tranquilla.

Invece no. Sfortuna vuole che Maria vada in esubero e che non ci siano più posti nella sua provincia. Viene trasferita a Latina. La campanella della sua nuova scuola suona alle otto, quindi lei dovrebbe alzarsi alle quattro del mattino per andare a lavorare. Ormai ha cinquantacinque anni, ha appena traslocato ed è stanca... non ce la fa più. Dopo un anno decide di cambiare casa e ricominciare tutto da capo.

Secondo voi questa storia è verosimile? Ci stanno veramente rovinando la vita per sempre? Diventeremo dei nomadi? Conviene comprarci un camper??

Se mi direte di sì, inizierò ad abituarmi sin da ora. Mi andrò a piazzare con la tenda davanti al parlamento e non mi muoverò più di lì per tutta l'estate, finché non cambiano questo schifo di legge!!!!


Ultima modifica di Stellastellina1975 il Gio Lug 02, 2015 7:36 am, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
lucylucy



Messaggi : 980
Data d'iscrizione : 10.02.14

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 7:23 am

Ciao, da quello che ho capito nelle mie pur sporadiche frequentazioni del forum sei molto ferrata su questo orribile DDL: mi faresti capire dove si trova la parte cui ti riferisci a proposito del soprannumerario?
Io avevo capito che i soprannumerari finivano nell'ambito (che già non era una cosa bellissima, non che gli eventuali soprannumerari dell'ambito passavano ad altri ambiti.
Quanto alla storia di Maria, vorrei raccontarne un'altra:
Maria, costretta a lasciare la casa e gli affetti, decide di scegliere una piccola città. Arriva disperata, con figlio al seguito. I primi giorni sono durissimi. Poi il marito trova lavoro prima del previsto, scoprono insieme che l'asilo nido comunale è fantastico e che la mamma di una compagnetta lavora il pomeriggio: così hanno risolto il problema delle frequenti febbri da nido. In pochi mesi so inseriscono in diversi gruppi, Maria riesce a fare anche qualche ora di doposcuola e il marito ha un avanzamento di carriera. L'assicurazione delle loro auto costa 1/5 rispetto ai prezzi di Palermo e le imposte comunali sono irrisorie. In breve decidono di date un fratellino al primogenito. Non vivono nell'ori, sono lontani dai loro cari, ma non sono alle soglie del suicidio.
Questa storia è la mia e non è un inno alla mobilità forzata (misura odiosa), ma un piccolo incoraggiamento a chi legge.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25631
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 8:40 am

Tecnicamente le due storie sono possibili, poco ancora si sa su cosa succederebbe ai DOP nell'ambito.
Tornare in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 916
Data d'iscrizione : 28.12.13

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 8:48 am

lucylucy ha scritto:
Ciao, da quello che ho capito nelle mie pur sporadiche frequentazioni del forum sei molto ferrata su questo orribile DDL: mi faresti capire dove si trova la parte cui ti riferisci a proposito del soprannumerario?
Io avevo capito che i soprannumerari finivano nell'ambito (che già non era una cosa bellissima, non che gli eventuali soprannumerari dell'ambito passavano ad altri ambiti.
Quanto alla storia di Maria, vorrei raccontarne un'altra:
Maria, costretta a lasciare la casa e gli affetti, decide di scegliere una piccola città. Arriva disperata, con figlio al seguito. I primi giorni sono durissimi. Poi il marito trova lavoro prima del previsto, scoprono insieme che l'asilo nido comunale è fantastico e che la mamma di una compagnetta lavora il pomeriggio: così hanno risolto il problema delle frequenti febbri da nido. In pochi mesi so inseriscono in diversi gruppi, Maria riesce a fare anche qualche ora di doposcuola e il marito ha un avanzamento di carriera. L'assicurazione delle loro auto costa 1/5 rispetto ai prezzi di Palermo e le imposte comunali sono irrisorie. In breve decidono di date un fratellino al primogenito. Non vivono nell'ori, sono lontani dai loro cari, ma non sono alle soglie del suicidio.
Questa storia è la mia e non è un inno alla mobilità forzata (misura odiosa), ma un piccolo incoraggiamento a chi legge.
E se Maria potesse conservare la serenità trovata a vita e non dovesse promuovere a tutti i costi per evitare contrazioni e cercare così di salvaguardare il suo posto?
Tornare in alto Andare in basso
Online
trumma



Messaggi : 822
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 2:23 pm

Stellastellina1975 ha scritto:
Vi racconto una storia ipotetica.

Maria è un'insegnante precaria di Palermo, suo marito è ingegnere, anche lui precario. Entrambi hanno una quarantina d'anni e guadagnano in due circa 2400 euro, hanno un figlio piccolo e un mutuo da pagare. In più i genitori di Maria sono anziani e non in buona salute, perciò qualche volta hanno bisogno del suo aiuto. Maria è soggetta alla mobilità forzata e deve trasferirsi ad Milano, oltre al mutuo quindi dovrà pagare anche un affitto, e non potrà comprare una nuova casa almeno fino all'anno successivo, cioè finché non avrà una sede definitiva (che saprà soltanto dopo la mobilità straordinaria).

Maria si stabilisce a Roma. Dopo diversi anni di enormi sacrifici e di debiti (mutuo + affitto + badante + baby sitter), Maria, che ormai non è più tanto giovane e vive nella soglia di povertà, è depressa e stremata. Ma finalmente la vita le sorride di nuovo: prima riesce a vendere la sua casa e a comprarne un'altra; alcuni anni dopo suo marito riuscirà a trovare un altro lavoro a Milano. Finalmente la sua famiglia si è ricongiunta e potrà estinguere i debiti. Maria è felice perché è convinta che potrà trascorrere una vecchiaia tranquilla.

Invece no. Sfortuna vuole che Maria vada in esubero e che non ci siano più posti nella sua provincia. Viene trasferita a Latina. La campanella della sua nuova scuola suona alle otto, quindi lei dovrebbe alzarsi alle quattro del mattino per andare a lavorare. Ormai ha cinquantacinque anni, ha appena traslocato ed è stanca... non ce la fa più. Dopo un anno decide di cambiare casa e ricominciare tutto da capo.

Secondo voi questa storia è verosimile? Ci stanno veramente rovinando la vita per sempre? Diventeremo dei nomadi? Conviene comprarci un camper??

Se mi direte di sì, inizierò ad abituarmi sin da ora. Mi andrò a piazzare con la tenda davanti al parlamento e non mi muoverò più di lì per tutta l'estate, finché non cambiano questo schifo di legge!!!!

Ho degli amici americani che ogni 3, 5 anni per motivi di lavoro si spostano con famiglia da una parte all' altra degli States, non ne fanno un dramma, vanno dove il lavoro li chiama.
Tornare in alto Andare in basso
lucylucy



Messaggi : 980
Data d'iscrizione : 10.02.14

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 2:26 pm

Sarebbe bellissimo, come bellissimo sarebbe che Maria provasse a pensare anche alle esigenze del sistema scuola, non solo alle proprie legittime e sacrosante, del resto ;-)
Tornare in alto Andare in basso
spillo16



Messaggi : 1130
Data d'iscrizione : 27.06.15

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 2:32 pm

trumma ha scritto:
Stellastellina1975 ha scritto:
Vi racconto una storia ipotetica.

Maria è un'insegnante precaria di Palermo, suo marito è ingegnere, anche lui precario. Entrambi hanno una quarantina d'anni e guadagnano in due circa 2400 euro, hanno un figlio piccolo e un mutuo da pagare. In più i genitori di Maria sono anziani e non in buona salute, perciò qualche volta hanno bisogno del suo aiuto. Maria è soggetta alla mobilità forzata e deve trasferirsi ad Milano, oltre al mutuo quindi dovrà pagare anche un affitto, e non potrà comprare una nuova casa almeno fino all'anno successivo, cioè finché non avrà una sede definitiva (che saprà soltanto dopo la mobilità straordinaria).

Maria si stabilisce a Roma. Dopo diversi anni di enormi sacrifici e di debiti (mutuo + affitto + badante + baby sitter), Maria, che ormai non è più tanto giovane e vive nella soglia di povertà, è depressa e stremata. Ma finalmente la vita le sorride di nuovo: prima riesce a vendere la sua casa e a comprarne un'altra; alcuni anni dopo suo marito riuscirà a trovare un altro lavoro a Milano. Finalmente la sua famiglia si è ricongiunta e potrà estinguere i debiti. Maria è felice perché è convinta che potrà trascorrere una vecchiaia tranquilla.

Invece no. Sfortuna vuole che Maria vada in esubero e che non ci siano più posti nella sua provincia. Viene trasferita a Latina. La campanella della sua nuova scuola suona alle otto, quindi lei dovrebbe alzarsi alle quattro del mattino per andare a lavorare. Ormai ha cinquantacinque anni, ha appena traslocato ed è stanca... non ce la fa più. Dopo un anno decide di cambiare casa e ricominciare tutto da capo.

Secondo voi questa storia è verosimile? Ci stanno veramente rovinando la vita per sempre? Diventeremo dei nomadi? Conviene comprarci un camper??

Se mi direte di sì, inizierò ad abituarmi sin da ora. Mi andrò a piazzare con la tenda davanti al parlamento e non mi muoverò più di lì per tutta l'estate, finché non cambiano questo schifo di legge!!!!

Ho degli amici americani che ogni 3, 5 anni per motivi di lavoro si spostano con famiglia da una parte all' altra degli States, non ne fanno un dramma, vanno dove il lavoro li chiama.

si certo, anche mio cuggggino si sposta per lavoro, poi però chi parla ha il posto sotto casa, e nel caso delle scuole, VERAMENTE sotto casa....
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 2:37 pm

trumma ha scritto:
Stellastellina1975 ha scritto:
Vi racconto una storia ipotetica.

Maria è un'insegnante precaria di Palermo, suo marito è ingegnere, anche lui precario. Entrambi hanno una quarantina d'anni e guadagnano in due circa 2400 euro, hanno un figlio piccolo e un mutuo da pagare. In più i genitori di Maria sono anziani e non in buona salute, perciò qualche volta hanno bisogno del suo aiuto. Maria è soggetta alla mobilità forzata e deve trasferirsi ad Milano, oltre al mutuo quindi dovrà pagare anche un affitto, e non potrà comprare una nuova casa almeno fino all'anno successivo, cioè finché non avrà una sede definitiva (che saprà soltanto dopo la mobilità straordinaria).

Maria si stabilisce a Roma. Dopo diversi anni di enormi sacrifici e di debiti (mutuo + affitto + badante + baby sitter), Maria, che ormai non è più tanto giovane e vive nella soglia di povertà, è depressa e stremata. Ma finalmente la vita le sorride di nuovo: prima riesce a vendere la sua casa e a comprarne un'altra; alcuni anni dopo suo marito riuscirà a trovare un altro lavoro a Milano. Finalmente la sua famiglia si è ricongiunta e potrà estinguere i debiti. Maria è felice perché è convinta che potrà trascorrere una vecchiaia tranquilla.

Invece no. Sfortuna vuole che Maria vada in esubero e che non ci siano più posti nella sua provincia. Viene trasferita a Latina. La campanella della sua nuova scuola suona alle otto, quindi lei dovrebbe alzarsi alle quattro del mattino per andare a lavorare. Ormai ha cinquantacinque anni, ha appena traslocato ed è stanca... non ce la fa più. Dopo un anno decide di cambiare casa e ricominciare tutto da capo.

Secondo voi questa storia è verosimile? Ci stanno veramente rovinando la vita per sempre? Diventeremo dei nomadi? Conviene comprarci un camper??

Se mi direte di sì, inizierò ad abituarmi sin da ora. Mi andrò a piazzare con la tenda davanti al parlamento e non mi muoverò più di lì per tutta l'estate, finché non cambiano questo schifo di legge!!!!

Ho degli amici americani che ogni 3, 5 anni per motivi di lavoro si spostano con famiglia da una parte all' altra degli States, non ne fanno un dramma, vanno dove il lavoro li chiama.


Eh. E allora?

Potresti renderci nota la loro ultima retribuzione per completezza di informazione?
Tornare in alto Andare in basso
lucylucy



Messaggi : 980
Data d'iscrizione : 10.02.14

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 2:42 pm

Infatti ogni situazione è a sé! Per altro, a parte le retribuzioni, non è facile, in questo periodo, trovare lavoro, quindi non è detto che i mariti e le mogli dei docenti trasferiti trovino immediatamente un'occupazione nella nuova città. Io non farei troppi paragoni con realtà lontane dalla nostra.
Tornare in alto Andare in basso
annari



Messaggi : 1312
Data d'iscrizione : 26.08.10

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 2:44 pm

lucetta10 ha scritto:
trumma ha scritto:
Stellastellina1975 ha scritto:
Vi racconto una storia ipotetica.

Maria è un'insegnante precaria di Palermo, suo marito è ingegnere, anche lui precario. Entrambi hanno una quarantina d'anni e guadagnano in due circa 2400 euro, hanno un figlio piccolo e un mutuo da pagare. In più i genitori di Maria sono anziani e non in buona salute, perciò qualche volta hanno bisogno del suo aiuto. Maria è soggetta alla mobilità forzata e deve trasferirsi ad Milano, oltre al mutuo quindi dovrà pagare anche un affitto, e non potrà comprare una nuova casa almeno fino all'anno successivo, cioè finché non avrà una sede definitiva (che saprà soltanto dopo la mobilità straordinaria).

Maria si stabilisce a Roma. Dopo diversi anni di enormi sacrifici e di debiti (mutuo + affitto + badante + baby sitter), Maria, che ormai non è più tanto giovane e vive nella soglia di povertà, è depressa e stremata. Ma finalmente la vita le sorride di nuovo: prima riesce a vendere la sua casa e a comprarne un'altra; alcuni anni dopo suo marito riuscirà a trovare un altro lavoro a Milano. Finalmente la sua famiglia si è ricongiunta e potrà estinguere i debiti. Maria è felice perché è convinta che potrà trascorrere una vecchiaia tranquilla.

Invece no. Sfortuna vuole che Maria vada in esubero e che non ci siano più posti nella sua provincia. Viene trasferita a Latina. La campanella della sua nuova scuola suona alle otto, quindi lei dovrebbe alzarsi alle quattro del mattino per andare a lavorare. Ormai ha cinquantacinque anni, ha appena traslocato ed è stanca... non ce la fa più. Dopo un anno decide di cambiare casa e ricominciare tutto da capo.

Secondo voi questa storia è verosimile? Ci stanno veramente rovinando la vita per sempre? Diventeremo dei nomadi? Conviene comprarci un camper??

Se mi direte di sì, inizierò ad abituarmi sin da ora. Mi andrò a piazzare con la tenda davanti al parlamento e non mi muoverò più di lì per tutta l'estate, finché non cambiano questo schifo di legge!!!!

Ho degli amici americani che ogni 3, 5 anni per motivi di lavoro si spostano con famiglia da una parte all' altra degli States, non ne fanno un dramma, vanno dove il lavoro li chiama.


Eh. E allora?

Potresti renderci nota la loro ultima retribuzione per completezza di informazione?

sicuramente, facendo un cambio ad occhio e croce veloce, veloce, ben più di 1500 dollari
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 2:52 pm

trumma ha scritto:
Stellastellina1975 ha scritto:
Vi racconto una storia ipotetica.

Maria è un'insegnante precaria di Palermo, suo marito è ingegnere, anche lui precario. Entrambi hanno una quarantina d'anni e guadagnano in due circa 2400 euro, hanno un figlio piccolo e un mutuo da pagare. In più i genitori di Maria sono anziani e non in buona salute, perciò qualche volta hanno bisogno del suo aiuto. Maria è soggetta alla mobilità forzata e deve trasferirsi ad Milano, oltre al mutuo quindi dovrà pagare anche un affitto, e non potrà comprare una nuova casa almeno fino all'anno successivo, cioè finché non avrà una sede definitiva (che saprà soltanto dopo la mobilità straordinaria).

Maria si stabilisce a Roma. Dopo diversi anni di enormi sacrifici e di debiti (mutuo + affitto + badante + baby sitter), Maria, che ormai non è più tanto giovane e vive nella soglia di povertà, è depressa e stremata. Ma finalmente la vita le sorride di nuovo: prima riesce a vendere la sua casa e a comprarne un'altra; alcuni anni dopo suo marito riuscirà a trovare un altro lavoro a Milano. Finalmente la sua famiglia si è ricongiunta e potrà estinguere i debiti. Maria è felice perché è convinta che potrà trascorrere una vecchiaia tranquilla.

Invece no. Sfortuna vuole che Maria vada in esubero e che non ci siano più posti nella sua provincia. Viene trasferita a Latina. La campanella della sua nuova scuola suona alle otto, quindi lei dovrebbe alzarsi alle quattro del mattino per andare a lavorare. Ormai ha cinquantacinque anni, ha appena traslocato ed è stanca... non ce la fa più. Dopo un anno decide di cambiare casa e ricominciare tutto da capo.

Secondo voi questa storia è verosimile? Ci stanno veramente rovinando la vita per sempre? Diventeremo dei nomadi? Conviene comprarci un camper??

Se mi direte di sì, inizierò ad abituarmi sin da ora. Mi andrò a piazzare con la tenda davanti al parlamento e non mi muoverò più di lì per tutta l'estate, finché non cambiano questo schifo di legge!!!!

Ho degli amici americani che ogni 3, 5 anni per motivi di lavoro si spostano con famiglia da una parte all' altra degli States, non ne fanno un dramma, vanno dove il lavoro li chiama.

Volendo ci si può "adattare" a tutto e accettare l'idea di vivere alla giornata senza stabilità (c'è anche chi si adatta a vivere sotto i ponti e non ne fa un dramma, o a lavorare 12 ore al giorno in un sottoscala) ma non credo che sia una scelta intelligente quella di imitare i modelli di chi vive peggio di noi. Inoltre per cambiare città insieme alla tua famiglia deve esistere sistema dove è facile trovare un nuovo impiego a qualsiasi età, in italia questo non c'è.

Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 2:55 pm

lucylucy ha scritto:
Sarebbe bellissimo, come bellissimo sarebbe che Maria provasse a pensare anche alle esigenze del sistema scuola, non solo alle proprie legittime e sacrosante, del resto ;-)

E chi l'ha detto che le due esigenze non sono conciliabili? Se lo erano prima del ddl (visto che Maria lavorava regolarmente vicino casa) non si capisce per quale motivo non dovrebbero più esserlo dopo il ddl: forse che il ddl ha cambiato le "esigenze della scuola"?
Tornare in alto Andare in basso
drifis_



Messaggi : 603
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 3:09 pm

trumma ha scritto:


Ho degli amici americani che ogni 3, 5 anni per motivi di lavoro si spostano con famiglia da una parte all' altra degli States, non ne fanno un dramma, vanno dove il lavoro li chiama.

Anche io, attualmente a Schenectady, hanno una bellissima libreria: tutti libri in prestito dalla biblioteca così come i quadri, ogni 9 mesi circa li cambiano (una cosa simile non l'ho mai sentita a casa di nessun italiano!) Le case si comprano in meno di mezza giornata già arredate e tutto e allo stesso modo le si rivendono... e solitamente man mano che l'età avanza si tende a stabilizzarsi.
L'attaccamento alla tana, alla propria tana, è comparsa in epoche remote (sebbene vi siano popolazioni e civiltà basate sul nomadismo) è piuttosto riduttivo pensare che di punto in bianco la gente cambi modo di sentire e pensare.
Qui non siamo negli States le tradizioni, le abitudini sono tutt'altre, per esempio si è usata (e si usa ancora) la famiglia come il migliore degli ammortizzatori sociali (nonni che sono babysitter, integratori di miseri stipendi grazie alla loro pensione etc. e nuore e figlie che sono infermieri, badanti e accompagnatori) e la tendenza a comprare la casa anche da parte di persone con redditi relativamente bassi ha consentito di superare situazioni piuttosto nere (se per lo meno hai un tetto tuo sopra la testa trovare di che vestirsi e mangiare diventa relativamente più semplice in periodi di crisi).
Se avessi scelto la carriera militare, di fare la hostess, il diplomatico... la mobilità sarebbe stata ovvia, ma quale recondita motivazione dovrebbe rendere una maestra elementare un commesso viaggiatore che ogni 3 anni prepara la valigia per migrare chissà dove?
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25631
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 3:12 pm

Io starei semplicemente sul fatto che per il triennio 2014-2017 le graduatorie per le quali abbiamo fatto domanda hanno validità triennale.
Ora non si può cambiare le regole di gestione dopo un anno. Mi sta bene che chi vuole può andare a prendere posti di nuova formazione (anche se, si badi bene, l'assurdità è che molti posti dati in questa fase nazionale sono in realtà il nuovo organico di ogni provincia che l'hanno prossimo sarà strutturato e usato per i futuri ruoli) ma non si può obbligare chi per qualsiasi motivo decide di permanere, rinunciando al ruolo, la possibilità di comportarsi così.
Tornare in alto Andare in basso
lucylucy



Messaggi : 980
Data d'iscrizione : 10.02.14

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 3:44 pm

Babbeus ha scritto:
lucylucy ha scritto:
Sarebbe bellissimo, come bellissimo sarebbe che Maria provasse a pensare anche alle esigenze del sistema scuola, non solo alle proprie legittime e sacrosante, del resto ;-)

E chi l'ha detto che le due esigenze non sono conciliabili? Se lo erano prima del ddl (visto che Maria lavorava regolarmente vicino casa) non si capisce per quale motivo non dovrebbero più esserlo dopo il ddl: forse che il ddl ha cambiato le "esigenze della scuola"?


Sì. Sono stata poco chiara. Volevo dire che mi piacerebbe che le critiche (giuste) dei docenti al DDL si appuntassero anche su aspetti che riguardano la didattica e le ricadute sugli studenti.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 3:55 pm

lucylucy ha scritto:
Babbeus ha scritto:
lucylucy ha scritto:
Sarebbe bellissimo, come bellissimo sarebbe che Maria provasse a pensare anche alle esigenze del sistema scuola, non solo alle proprie legittime e sacrosante, del resto ;-)

E chi l'ha detto che le due esigenze non sono conciliabili? Se lo erano prima del ddl (visto che Maria lavorava regolarmente vicino casa) non si capisce per quale motivo non dovrebbero più esserlo dopo il ddl: forse che il ddl ha cambiato le "esigenze della scuola"?


Sì. Sono stata poco chiara. Volevo dire che mi piacerebbe che le critiche (giuste) dei docenti al DDL si appuntassero anche su aspetti che riguardano la didattica e le ricadute sugli studenti.



Non sarà per il fatto che il DDL non mette in campo NIENTE sulla didattica, se non genericità tipo quelle sulla violenza di genere e la cultura umanistica?

Su questo crinale ho sentito anche economisti pop televisivi contestare la protesta degli insegnanti proprio per il fatto che considererebbero la scuola non un servizio pubblico agli studenti e alle famiglie, ma solo un luogo di arruolamento di precari, una specie di ufficio di collocamento!
Tornare in alto Andare in basso
kappa27



Messaggi : 735
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 4:46 pm

Stellastellina1975 ha scritto:
Vi racconto una storia ipotetica.

Maria è un'insegnante precaria di Palermo, suo marito è ingegnere, anche lui precario. Entrambi hanno una quarantina d'anni e guadagnano in due circa 2400 euro, hanno un figlio piccolo e un mutuo da pagare. In più i genitori di Maria sono anziani e non in buona salute, perciò qualche volta hanno bisogno del suo aiuto. Maria è soggetta alla mobilità forzata e deve trasferirsi ad Milano, oltre al mutuo quindi dovrà pagare anche un affitto, e non potrà comprare una nuova casa almeno fino all'anno successivo, cioè finché non avrà una sede definitiva (che saprà soltanto dopo la mobilità straordinaria).

Maria si stabilisce a Roma. Dopo diversi anni di enormi sacrifici e di debiti (mutuo + affitto + badante + baby sitter), Maria, che ormai non è più tanto giovane e vive nella soglia di povertà, è depressa e stremata. Ma finalmente la vita le sorride di nuovo: prima riesce a vendere la sua casa e a comprarne un'altra; alcuni anni dopo suo marito riuscirà a trovare un altro lavoro a Milano. Finalmente la sua famiglia si è ricongiunta e potrà estinguere i debiti. Maria è felice perché è convinta che potrà trascorrere una vecchiaia tranquilla.

Invece no. Sfortuna vuole che Maria vada in esubero e che non ci siano più posti nella sua provincia. Viene trasferita a Latina. La campanella della sua nuova scuola suona alle otto, quindi lei dovrebbe alzarsi alle quattro del mattino per andare a lavorare. Ormai ha cinquantacinque anni, ha appena traslocato ed è stanca... non ce la fa più. Dopo un anno decide di cambiare casa e ricominciare tutto da capo.

Secondo voi questa storia è verosimile? Ci stanno veramente rovinando la vita per sempre? Diventeremo dei nomadi? Conviene comprarci un camper??

Se mi direte di sì, inizierò ad abituarmi sin da ora. Mi andrò a piazzare con la tenda davanti al parlamento e non mi muoverò più di lì per tutta l'estate, finché non cambiano questo schifo di legge!!!!
Purtroppo è esattamente quello che stanno cercando di fare, ossia costringerci a mollare per ridurre la spesa pubblica. Fra 3 o 4 anni se non sarà stato sufficiente andranno giù pesante con altre condizioni notevolmente peggiorative. Gli stupidi che hanno appoggiato questa riforma se ne accorgeranno presto quando saranno sbattuti a lavorare in capo al mondo e non potranno accettare. Altro che precari. Adesso saranno disoccupati a vita, sempre ammesso che questi fatomatici 101mila saranno assunti, perchè io ancora non li ho visti.


Ultima modifica di kappa27 il Mer Lug 01, 2015 4:55 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
kappa27



Messaggi : 735
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 4:51 pm

trumma ha scritto:
Stellastellina1975 ha scritto:
Vi racconto una storia ipotetica.

Maria è un'insegnante precaria di Palermo, suo marito è ingegnere, anche lui precario. Entrambi hanno una quarantina d'anni e guadagnano in due circa 2400 euro, hanno un figlio piccolo e un mutuo da pagare. In più i genitori di Maria sono anziani e non in buona salute, perciò qualche volta hanno bisogno del suo aiuto. Maria è soggetta alla mobilità forzata e deve trasferirsi ad Milano, oltre al mutuo quindi dovrà pagare anche un affitto, e non potrà comprare una nuova casa almeno fino all'anno successivo, cioè finché non avrà una sede definitiva (che saprà soltanto dopo la mobilità straordinaria).

Maria si stabilisce a Roma. Dopo diversi anni di enormi sacrifici e di debiti (mutuo + affitto + badante + baby sitter), Maria, che ormai non è più tanto giovane e vive nella soglia di povertà, è depressa e stremata. Ma finalmente la vita le sorride di nuovo: prima riesce a vendere la sua casa e a comprarne un'altra; alcuni anni dopo suo marito riuscirà a trovare un altro lavoro a Milano. Finalmente la sua famiglia si è ricongiunta e potrà estinguere i debiti. Maria è felice perché è convinta che potrà trascorrere una vecchiaia tranquilla.

Invece no. Sfortuna vuole che Maria vada in esubero e che non ci siano più posti nella sua provincia. Viene trasferita a Latina. La campanella della sua nuova scuola suona alle otto, quindi lei dovrebbe alzarsi alle quattro del mattino per andare a lavorare. Ormai ha cinquantacinque anni, ha appena traslocato ed è stanca... non ce la fa più. Dopo un anno decide di cambiare casa e ricominciare tutto da capo.

Secondo voi questa storia è verosimile? Ci stanno veramente rovinando la vita per sempre? Diventeremo dei nomadi? Conviene comprarci un camper??

Se mi direte di sì, inizierò ad abituarmi sin da ora. Mi andrò a piazzare con la tenda davanti al parlamento e non mi muoverò più di lì per tutta l'estate, finché non cambiano questo schifo di legge!!!!

Ho degli amici americani che ogni 3, 5 anni per motivi di lavoro si spostano con famiglia da una parte all' altra degli States, non ne fanno un dramma, vanno dove il lavoro li chiama.
Prima di sparare queste cazzate dovresti assicurati che il cervello sia collegato. Lo dico per il tuo bene perchè non sei nuovo nello sparare fesserie del genere.
Trovare lavoro in america è molto più semplice che in italia, inoltre in america non hai nessun vincolo e puoi fare anche 10 lavori contemporaneamente se vuoi. In ultimo (dico in ultimo solo perchè non ho voglia di andare oltre e ti dovrebbero bastare queste tre cose che ho scritto per capire che scrivi fesserie grosse come un transatlantico) in america le tasse sono al 20% per tutti ed un insegnante può arrivare a guadagnare anche oltre 50mila dollari all'anno.
Io in italia sarei pronto ad accettare domani mattina il modello americano IN TOTO ossia con tutto il pacchetto di condizioni che vigono in america e non solo con le cose che renzi vorrebe farci accettare. Ma con il cavolo che ce lo daranno il modello americano.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 6:57 pm

lucylucy ha scritto:
Babbeus ha scritto:
lucylucy ha scritto:
Sarebbe bellissimo, come bellissimo sarebbe che Maria provasse a pensare anche alle esigenze del sistema scuola, non solo alle proprie legittime e sacrosante, del resto ;-)

E chi l'ha detto che le due esigenze non sono conciliabili? Se lo erano prima del ddl (visto che Maria lavorava regolarmente vicino casa) non si capisce per quale motivo non dovrebbero più esserlo dopo il ddl: forse che il ddl ha cambiato le "esigenze della scuola"?


Sì. Sono stata poco chiara. Volevo dire che mi piacerebbe che le critiche (giuste) dei docenti al DDL si appuntassero anche su aspetti che riguardano la didattica e le ricadute sugli studenti.

Questa non è una riforma della scuola, è una riforma della amministrazione scolastica "attaccata" (senza un motivo) a un piano di assunzioni di cui non sono chiare le finalità, il senso e neppure le modalità. La didattica e gli studenti non sono materia della "riforma" e dunque è più che normale che non se ne parli.
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 9:16 pm

In questi giorni ho parlato con dei colleghi precari... e sto scoprendo che la maggior parte di loro non sa assolutamente nulla della mobilità forzata! Quando gli pongo la questione, mi rispondono candidamente: "Ma a noi non capiterà di sicuro, perché abbiamo sempre avuto l'incarico fino al 30 giugno. Dovranno partire solo i docenti del profondo sud oppure quelli che hanno pochissimi punti".

Tutto tace e non ci sono precari per le strade o davanti al Parlamento a protestare perché NON SANNO NIENTE. Per favore, vi chiedo di utilizzare i social network e le e-mail per informare tutti i vostri colleghi!



Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 9:31 pm

Stellastellina1975 ha scritto:
In questi giorni ho parlato con dei colleghi precari... e sto scoprendo che la maggior parte di loro non sa assolutamente nulla della mobilità forzata! Quando gli pongo la questione, mi rispondono candidamente: "Ma a noi non capiterà di sicuro, perché abbiamo sempre avuto l'incarico fino al 30 giugno. Dovranno partire solo i docenti del profondo sud oppure quelli che hanno pochissimi punti".

Tu come controbatti a questi argomenti? Quale tipo di dinamiche pensi che potrebbero portare docenti del centro/nord con incarichi al 30/6 a venire trasferiti altrove?
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 9:41 pm

E' abbastanza semplice credo.

Innanzitutto gli incarichi al 30/06 rimarranno tali, tranne una piccola percentuale a quanto ho capito, perciò non c'entrano un bel niente con il piano di assunzioni. Considera anche che la metà dei posti andrà alle GM.

Secondariamente, non è assolutamente vero in generale che ci sono più posti al centro/nord che al sud. Dipende dalle singole città e dalle singole classi di concorso.

Terzo, in una graduatoria nazionale potranno avere una vasta scelta soltanto i docenti con più punti (che di solito si trovano al sud), mentre per chi è a metà la situazione è davvero critica. Basta che un docente non scelga la sua provincia, ma quella limitrofa ad esempio, togliendo così un posto ad un docente di quest'ultima, per innescare una reazione a catena, in conseguenza della quale più nessuno rimarrà nella sua provincia.

L'unica speranza è che molti docenti del sud trapiantati al nord decidano di tornare a casa, ma non è detto che ci possano riuscire, considerati gli esuberi in molte città meridionali.
Tornare in alto Andare in basso
AnnaBlume



Messaggi : 393
Data d'iscrizione : 24.06.15

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 10:17 pm

lucylucy ha scritto:
Sarebbe bellissimo, come bellissimo sarebbe che Maria provasse a pensare anche alle esigenze del sistema scuola, non solo alle proprie legittime e sacrosante, del resto ;-)

sì, anche io ne conosco abbastanza, solo che in genere per questa vita qua lavora solo uno degli adulti e guadagna tanto. Proprio tanto. Il che compensa decisamente lo stress o perlomeno quello logistico.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 10:21 pm

Stellastellina1975 ha scritto:
E' abbastanza semplice credo.

A me sembra tutto molto complicato :

Innanzitutto gli incarichi al 30/06 rimarranno tali, tranne una piccola percentuale a quanto ho capito, perciò non c'entrano un bel niente con il piano di assunzioni.
[/quote]

Questo è vero fino a un certo punto perchè alcune di queste supplenze potranno essere affidate ai docenti OF, se ce ne sono con l'abilitazione buona.

Citazione :

Secondariamente, non è assolutamente vero in generale che ci sono più posti al centro/nord che al sud. Dipende dalle singole città e dalle singole classi di concorso.

Questo lo capisco meno... il calcolo da fare dovrebbe essere questo: confrontare
1) percentuale di docenti del sud rispetto al totale da collocare
con
2) percentuale di posti occupabili al sud

Non è del tutto chiaro come stabilire l'esito di questo confronto perchè da un lato il sud ha graduatorie più lunghe ma dall'altro lato potrebbe avere docenti con punteggi più alti (perchè resistono in graduatoria da più tempo). Quale dei due effetti conta di più? O si controbilanciano?

Citazione :

Terzo, in una graduatoria nazionale potranno avere una vasta scelta soltanto i docenti con più punti (che di solito si trovano al sud), mentre per chi è a metà la situazione è davvero critica. Basta che un docente non scelga la sua provincia, ma quella limitrofa ad esempio, togliendo così un posto ad un docente di quest'ultima, per innescare una reazione a catena, in conseguenza della quale più nessuno rimarrà nella sua provincia.

Il problema è capire in che misura aumenta il rischio in base al punteggio.
Io mi aspetterei che una altissima percentuale di docenti chiederebbe la provincia in cui è già iscritto come prima scelta. Tu osservi però che per quanto pochi quelli che decidono di spostarsi generano spostamenti a catena e quindi gli spostamenti non volontari dovrebbero essere molti più di quelli volontari e questo è male.

Citazione :

L'unica speranza è che molti docenti del sud trapiantati al nord decidano di tornare a casa, ma non è detto che ci possano riuscire, considerati gli esuberi in molte città meridionali.

Però il docente del sud che torna a casa costringe una catena di docenti a spostarsi a loro volta.
Tornare in alto Andare in basso
Stellastellina1975



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioOggetto: Re: Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!   Mer Lug 01, 2015 10:33 pm

Se vuoi toglierti la curiosità, puoi andare a vedere che posizione occupi nella graduatoria nazionale della tua cdc pubblicata dal sito Voglioilruolo. Poi potresti provare ad immaginare quanti e quali docenti sopra di te potrebbero decidere di cambiare provincia e fare una previsione. Infine, devi tener conto del fatto che i docenti sopra di te saranno molti di più perché ci saranno anche gli idonei.

Io ho provato e la previsione non è affatto rosea. E' un terno all'otto.

Tornare in alto Andare in basso
 
Possibile tragica conseguenza della mobilità forzata !!!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Sospensione e obbligo di frequenza
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» La settimana della passione (parlamentare)
» Armonia della Perfezione

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: