Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Ven Lug 03, 2015 10:45 am

Vi sono colleghi che utilizzano per anni lo stesso manuale per le proprie discipline. Altri che, come una fatica di Sisifo, a fine anno, vanno alla ricerca di nuovi e migliori perchè si sono trovati male durante l'anno con quel tipo di testo. Altri ancora che integrano con appunti o vere e proprie dispense le proprie lezioni, semplificando al massimo i contenuti, perchè si rendono conto che il manuale di testo per certe classi è da utilizzare poco oppure da usare per approfondimenti.

Ma la verità qual è? Che solo alcuni alunni sono capaci di seguire le lezioni ed approfondire la loro preparazione su quei testi oppure che questi ultimi sono sempre molto farraginosi? Oppure che a fine anno, a causa di interruzioni varie, non si riesce a completare il programma che ci si era prefissi e ci si rende conto che "quei testi" sono inadatti per il monte ore annuale?
O tutto insieme?

Sto parlando delle scuole secondarie di primo grado, ma non so se alle superiori vi è lo stesso problema.



Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Ven Lug 03, 2015 11:00 am

Al fine di arginare il mercato dei libri di seconda mano le case editrici tendono a produrre testi sempre nuovi, che noi siamo così fessi da adottare senza neanche farci pagare una tangente.

La verità è che Pascoli ha scritto quello che ha scritto e che chi lo vuole imparare deve conoscere le stesse cose oggi come 50 anni fa; la verità è che le equazioni di secondo grado si risolvono allo stesso modo da quando sono state concepite.

E' vero che le cose possono essere spiegate bene o male e che i libri possono essere buoni o cervellotici, ed è vero che dopo aver fatto il primo libro di letteratura o di matematica, è possibile farne un secondo migliore, un terzo peggiore, un quarto più migliore assai ecc, ma quando si arriva al centesimo libro non è possibile che non si pervenga ad una stabilizzazione.

Se non si vogliono stabilizzare i libri è perchè non si vuole far crollare le loro vendite.

Per giungere al successo scolastico servono uno studente, un docente ed un libro; di gran lunga la componente più importante è lo studente; se giudichiamo la qualità del libro dal successo del peggior caprone che abbiamo in classe, rimarremo insoddisfatti dei libri in eterno.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Ven Lug 03, 2015 11:56 am

avidodinformazioni ha scritto:
Al fine di arginare il mercato dei libri di seconda mano le case editrici tendono a produrre testi sempre nuovi, che noi siamo così fessi da adottare senza neanche farci pagare una tangente.

Considerando che l'edizione precedente va fuori catalogo e non viene più commercializzata, non è che abbiamo molto da scegliere.

Io sono abbastanza soddisfatto dei libri che ho, quando arrivano i testi nuovi li spulcio per ore e ore, perché so quali guai mi toccano quando il libro adottato non è adatto.

Per me è un bene che un libro contenga più di quanto io arrivi a spiegare, quando ero studente andavo a leggere un po' di quelle cose che il prof non trattava. Spero sempre che qualche mio alunno non si limiti a studiare quanto gli propino io, e ogni tanto capita.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Ven Lug 03, 2015 1:24 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Al fine di arginare il mercato dei libri di seconda mano le case editrici tendono a produrre testi sempre nuovi, che noi siamo così fessi da adottare senza neanche farci pagare una tangente.

.


non hai mai visto girare nelle sale professori quei loschi figuri che promettono tablet ai colleghi che adottano le loro edizioni?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Ven Lug 03, 2015 1:46 pm

avidodinformazioni ha scritto:

La verità è che Pascoli ha scritto quello che ha scritto e che chi lo vuole imparare deve conoscere le stesse cose oggi come 50 anni fa; la verità è che le equazioni di secondo grado si risolvono allo stesso modo da quando sono state concepite.

.


non so per le equazioni (mi risulta per esempio che esistano diversi modi per risolvere le più semplici divisioni), ma per Pascoli l'edizione va necessariamente aggiornata, l'interpretazione di 50 anni fa non va bene e le acquisizioni critiche ne hanno completamente cambiato la lettura e la collocazione storico-culturale. E' impossibile rimanere a Croce. Se la ricerca va avanti la scuola non può rimanere a quanto detto 50 anni fa e diventare, più di quanto non sia, una mummia. Azzardo che possa essere così anche per un manuale di scienze.

Lo stesso si deve dire per la storia, non solo quella recente che per ovvie ragioni non c'era nei manuali di 50 anni fa, ma anche perché il "racconto storiografico" non è mai neutro e la selezione delle informazioni e del modo di organizzarle non è indifferente. Esistono approcci e orientamenti differenti, acquisizioni nuove, nuove scoperte, la messa in discussione di vecchi temi. Penso per esempio al passaggio da un approccio integralmente eurocentrico (decisamente superato e in alcuni aspetti assolutamente dannodo) a uno più mondialista; alla microstoria...

La grammatica latina è sempre la stessa, ma non l'hanno imparata allo stesso modo Pico della Mirandola, Pascoli o il liceale del 2000. Esistono diverse possibilità, diversi approcci, esistono per esempio molti supporti multimediali per l'apprendimento del latino o metodi mutuati dall'apprendimento delle lingue vive...

La grammatica italiana si può insegnare con metodo valenziale, descrittivo, doppio carpiato...

Insomma. L'offerta culturale prima che editoriale, è ormai varia e va valutata, fatto salvo il giudizio negativo, e che condivido, sulle case editrici, che si guardano bene, per esempio dall'abbattere realmente i costi delle edizioni digitali, che viaggiano intorno ai 3/5 euro meno di quelle miste.
Non vedo perché adottare sempre la stessa edizione, anche con tutto l'amore. Già l'idea di dover insegnare per diversi lustri le stesse cose mi angoscia, pensare di doverlo fare sempre allo stesso modo mi opprime
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Ven Lug 03, 2015 5:17 pm

Secondo me non esiste lo strumento migliore in assoluto, ma un'ottima combinazione nel concorso di più fattori. Ottima combinazione che può variare da contesto a contesto.
Personalmente sono restio a cambiare libro di testo perciò tendo a mantenerlo in adozione quanto più a lungo è possibile in modo da consentirne il riciclaggio. A maggior ragione se il testo è disponibile per il comodato d'uso.
Se il testo è insufficiente a soddisfare i bisogni, allora integro con altro materiale, in genere dispensine a soggetto che integrano la parte trattata sul libro o la sostituiscono del tutto. Tuttavia fornire una base "mista" spesso offre risultati non lusinghieri: la maggior parte degli studenti non fa tesoro delle integrazioni e finisce per studiare (quando lo si fa) su una sola delle fonti.
Una cosa è certa: la maggior parte dei miei studenti non trae vantaggio dalle edizioni digitali o miste. Alla fine, qualsiasi contenuto digitale viene per lo più stampato in modo da studiare sul cartaceo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Ven Lug 03, 2015 5:18 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Al fine di arginare il mercato dei libri di seconda mano le case editrici tendono a produrre testi sempre nuovi, che noi siamo così fessi da adottare senza neanche farci pagare una tangente.

.


non hai mai visto girare nelle sale professori quei loschi figuri che promettono tablet ai colleghi che adottano le loro edizioni?
No.

Scusa ma noi docenti muoviamo tanto denaro da giustificare un tablet per corromperci ?

Un docente fa comprare diciamo 100 copie di un libro che costa diciamo 20 €; muove quindi un fatturato di 2000 € che potrebbe generare un utile del 10 % ovvero di 200 €. se il rappresentante ne sputtana 100 per un tablet il gioco vale la candela ?

Mi sembra strano.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Ven Lug 03, 2015 5:25 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

La verità è che Pascoli ha scritto quello che ha scritto e che chi lo vuole imparare deve conoscere le stesse cose oggi come 50 anni fa; la verità è che le equazioni di secondo grado si risolvono allo stesso modo da quando sono state concepite.

.


non so per le equazioni (mi risulta per esempio che esistano diversi modi per risolvere le più semplici divisioni), ma per Pascoli l'edizione va necessariamente aggiornata, l'interpretazione di 50 anni fa non va bene e le acquisizioni critiche ne hanno completamente cambiato la lettura e la collocazione storico-culturale. E' impossibile rimanere a Croce. Se la ricerca va avanti la scuola non può rimanere a quanto detto 50 anni fa e diventare, più di quanto non sia, una mummia. Azzardo che possa essere così anche per un manuale di scienze.

Lo stesso si deve dire per la storia, non solo quella recente che per ovvie ragioni non c'era nei manuali di 50 anni fa, ma anche perché il "racconto storiografico" non è mai neutro e la selezione delle informazioni e del modo di organizzarle non è indifferente. Esistono approcci e orientamenti differenti, acquisizioni nuove, nuove scoperte, la messa in discussione di vecchi temi. Penso per esempio al passaggio da un approccio integralmente eurocentrico (decisamente superato e in alcuni aspetti assolutamente dannodo) a uno più mondialista; alla microstoria...

La grammatica latina è sempre la stessa, ma non l'hanno imparata allo stesso modo Pico della Mirandola, Pascoli o il liceale del 2000. Esistono diverse possibilità, diversi approcci, esistono per esempio molti supporti multimediali per l'apprendimento del latino o metodi mutuati dall'apprendimento delle lingue vive...  

La grammatica italiana si può insegnare con metodo valenziale, descrittivo, doppio carpiato...

Insomma. L'offerta culturale prima che editoriale, è ormai varia e va valutata, fatto salvo il giudizio negativo, e che condivido, sulle case editrici, che si guardano bene, per esempio dall'abbattere realmente i costi delle edizioni digitali, che viaggiano intorno ai 3/5 euro meno di quelle miste.
Non vedo perché adottare sempre la stessa edizione, anche con tutto l'amore. Già l'idea di dover insegnare per diversi lustri le stesse cose mi angoscia, pensare di doverlo fare sempre allo stesso modo mi opprime
Non metto in dubbio che qualsiasi disciplina la si possa "cesellare" in maniera diversa di cinquantennio in cinquantennio, quindi

1) ad insegnarla ai massimi livelli da 50 anni fa ad oggi qualcosa si cambia.
2) ad insegnarla ai massimi livelli dall'anno scorso ad oggi non è cambiato un cavolo
3) ad insegnarla alle nostre caprette negli ultimi 1000 anni non è cambiato un cavolo.

Il giorno che mi dirai che "la cavallina storna" 10 anni fa pensavamo fosse di Pascoli ed invece poi abbiamo scoperto che era di Dante, concorderò con te che anche per le nostre caprette è bene tirar fuori un nuovo libro di testo di letteratura.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47878
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Ven Lug 03, 2015 6:46 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Al fine di arginare il mercato dei libri di seconda mano le case editrici tendono a produrre testi sempre nuovi, che noi siamo così fessi da adottare senza neanche farci pagare una tangente.

.


non hai mai visto girare nelle sale professori quei loschi figuri che promettono tablet ai colleghi che adottano le loro edizioni?
No.

Scusa ma noi docenti muoviamo tanto denaro da giustificare un tablet per corromperci ?

Un docente fa comprare diciamo 100 copie di un libro che costa diciamo 20 €; muove quindi un fatturato di 2000 € che potrebbe generare un utile del 10 % ovvero di 200 €. se il rappresentante ne sputtana 100 per un tablet il gioco vale la candela ?

Mi sembra strano.

Alcuni lo offrono in comodato d'uso per un anno. Ad alcuni miei colleghi è capitato e funzionava molto meglio di quello che ci aveva dato la scuola per aggiornare il registro elettronico. Purtroppo io non avevo quelle classi e quindi niente da fare.
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Sab Lug 04, 2015 2:55 pm

Quindi ancora manuali soliti a gogò, magari tutti supportati dalle nuove trovate tecnologiche?
Ci sono case editrici che forniscono libri on line che non sono pdf da scaricare e basta, ma i cui contenuti vanno studiati in rete fino a giugno e poi il tutto si disattiva.
In tal modo le case editrici si garantiscono sempre sicuri introiti.

Io, invece, sarei più propensa alle dispense, alle ricerche effettuate su libri ed enciclopedie presenti nelle biblioteche, ai pdf preparati da noi e venduti magari a prezzi ragionevoli.
Ma mi sa che per quanto riguarda la preparazione di dispense e di Pdf, lo Stato pretenderebbe che noi lo facessimo gratis.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Sab Lug 04, 2015 5:24 pm

Per Filosofia resta a mio avviso un ottimo manuale, comprensibile ma corretto, quello di Nicola Abbagnano; visto che si trova in moltissime edizioni (e quindi anche usato, a prezzi economici) lo ritengo una buona scelta... in ogni caso la differenza la fa il docente, quindi lo considero molto marginale.
Sulle dispense voglio essere onesto: se un docente ha le competenze per svolgere tale compito può essere un'ottima cosa, io non arrivo a tanto quindi preferisco rimandare al libro e puntare tutto sulla didattica...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Sab Lug 04, 2015 7:15 pm

isula. ha scritto:
Io, invece, sarei più propensa alle dispense, alle ricerche effettuate su libri ed enciclopedie presenti nelle biblioteche, ai pdf preparati da noi e venduti magari a prezzi ragionevoli.
Ma mi sa che per quanto riguarda la preparazione di dispense e di Pdf, lo Stato pretenderebbe che noi lo facessimo gratis.

Ehm... non ti è permesso vendere materiale tuo. Puoi farlo solo gratuitamente, anzi, lo Stato pretende che tu lo faccia alle sue condizioni (progetto e supervisione) e che possa distribuirlo attraverso le piattaforme del MIUR.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1665
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Sab Lug 04, 2015 7:43 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

La verità è che Pascoli ha scritto quello che ha scritto e che chi lo vuole imparare deve conoscere le stesse cose oggi come 50 anni fa; la verità è che le equazioni di secondo grado si risolvono allo stesso modo da quando sono state concepite.

.


non so per le equazioni (mi risulta per esempio che esistano diversi modi per risolvere le più semplici divisioni), ma per Pascoli l'edizione va necessariamente aggiornata, l'interpretazione di 50 anni fa non va bene e le acquisizioni critiche ne hanno completamente cambiato la lettura e la collocazione storico-culturale. E' impossibile rimanere a Croce. Se la ricerca va avanti la scuola non può rimanere a quanto detto 50 anni fa e diventare, più di quanto non sia, una mummia. Azzardo che possa essere così anche per un manuale di scienze.

Lo stesso si deve dire per la storia, non solo quella recente che per ovvie ragioni non c'era nei manuali di 50 anni fa, ma anche perché il "racconto storiografico" non è mai neutro e la selezione delle informazioni e del modo di organizzarle non è indifferente. Esistono approcci e orientamenti differenti, acquisizioni nuove, nuove scoperte, la messa in discussione di vecchi temi. Penso per esempio al passaggio da un approccio integralmente eurocentrico (decisamente superato e in alcuni aspetti assolutamente dannodo) a uno più mondialista; alla microstoria...

La grammatica latina è sempre la stessa, ma non l'hanno imparata allo stesso modo Pico della Mirandola, Pascoli o il liceale del 2000. Esistono diverse possibilità, diversi approcci, esistono per esempio molti supporti multimediali per l'apprendimento del latino o metodi mutuati dall'apprendimento delle lingue vive...  

La grammatica italiana si può insegnare con metodo valenziale, descrittivo, doppio carpiato...

Insomma. L'offerta culturale prima che editoriale, è ormai varia e va valutata, fatto salvo il giudizio negativo, e che condivido, sulle case editrici, che si guardano bene, per esempio dall'abbattere realmente i costi delle edizioni digitali, che viaggiano intorno ai 3/5 euro meno di quelle miste.
Non vedo perché adottare sempre la stessa edizione, anche con tutto l'amore. Già l'idea di dover insegnare per diversi lustri le stesse cose mi angoscia, pensare di doverlo fare sempre allo stesso modo mi opprime
Non metto in dubbio che qualsiasi disciplina la si possa "cesellare" in maniera diversa di cinquantennio in cinquantennio, quindi

1) ad insegnarla ai massimi livelli da 50 anni fa ad oggi qualcosa si cambia.
2) ad insegnarla ai massimi livelli dall'anno scorso ad oggi non è cambiato un cavolo
3) ad insegnarla alle nostre caprette negli ultimi 1000 anni non è cambiato un cavolo.

Il giorno che mi dirai che "la cavallina storna" 10 anni fa pensavamo fosse di Pascoli ed invece poi abbiamo scoperto che era di Dante, concorderò con te che anche per le nostre caprette è bene tirar fuori un nuovo libro di testo di letteratura.
Sono d'accordo. Le basi essenziali sono sempre le stesse. Ciò che cambia tra un libro e l'altro è la consistenza dell'antologia ed il numero di esercizi. Da 10 anni spiego la storia romana sulla base dei miei appunti (il libro di testo, se vogliono,  se lo leggono a casa) e, guarda caso, le guerre puniche sono sempre al loro posto, nessun imperatore si è aggiunto ai precedenti. Lo stesso vale per la letteratura latina e italiana: Seneca è morto quindi i testi che leggiamo e traduciamo sono sempre quelli. Per l'inquadramento storico letterario faccio studiare gli appunti,  per il resto un libro vale l'altro. 
È un po ' diverso per la grammatica latina, perché varia il numero e la difficoltà degli esercizi che potrebbe essere non adeguata al livello degli studenti.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Sab Lug 04, 2015 7:59 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Al fine di arginare il mercato dei libri di seconda mano le case editrici tendono a produrre testi sempre nuovi, che noi siamo così fessi da adottare senza neanche farci pagare una tangente.

.


non hai mai visto girare nelle sale professori quei loschi figuri che promettono tablet ai colleghi che adottano le loro edizioni?
No.

Nemmeno io, e casomai qualcuno ci provasse gli riderei in faccia, visto l'odio profondo che nutro per i tablet...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Sab Lug 04, 2015 8:37 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Al fine di arginare il mercato dei libri di seconda mano le case editrici tendono a produrre testi sempre nuovi, che noi siamo così fessi da adottare senza neanche farci pagare una tangente.

.


non hai mai visto girare nelle sale professori quei loschi figuri che promettono tablet ai colleghi che adottano le loro edizioni?
No.

Nemmeno io, e casomai qualcuno ci provasse gli riderei in faccia, visto l'odio profondo che nutro per i tablet...
C'è tablet e tablet; forse adottando l'enciclopedia britannica ....

https://www.microsoft.com/surface/it-it
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Sab Lug 04, 2015 8:52 pm

Non lo metto in dubbio che esistano tablet e tablet; ma (a parte il fatto che io non li sopporto comunque, ma quella è una cosa personale mia), posso legittimamente immaginare che, se si tratta di tablet che qualcuno regala, e per di più li regala per un investimento così modesto come è stato ben descritto sopra, è perché costano due lire, e costano due lire appunto perché sono porcherie...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?   Sab Lug 04, 2015 9:23 pm

avidodinformazioni ha scritto:

C'è tablet e tablet; forse adottando l'enciclopedia britannica ....

https://www.microsoft.com/surface/it-it

Microcozz!?
ARRRGGGG
VADE RETRO, SATANA!!1!
Tornare in alto Andare in basso
 
Alla ricerca del giusto manuale per le proprie classi. O è meglio adottare delle dispense? O ambedue?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Alla ricerca delle coccole perdute
» alla ricerca di qualcosa
» info su integratori
» 8 settimane e alla ricerca di un nuovo Ginecologo -HELP
» Il tuo 5x1000 alla ricerca

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: