Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Disorientamento giovanile disarmante

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Disorientamento giovanile disarmante   Sab Lug 04, 2015 9:16 pm

Promemoria primo messaggio :

Abbiamo terminato oggi con l'esame. Con soddisfazione mia, tre ragazzi che avevano un ottimo curriculum hanno avuto punteggi alti e nettamente emergenti rispetto alla media della classe. Ma alla tradizionale domanda di rito ("Cosa vuoi fare da grande?"), due di loro hanno risposto in modo disarmante.
Conoscevo già la risposta perché il loro disorientamento era già emerso durante l'anno, al punto che uno di loro non ha neppure voluto partecipare alla giornata dell'orientamento organizzata dall'Università. In pratica non sanno cosa fare, ma soprattutto sono così disorientati che non vorrebbero neppure proseguire negli studi.

Fin qui potrebbe sembrare ordinaria amministrazione, in fondo capita che un ragazzo si senta arrivato quando arriva al diploma e non voglia proseguire. Peccato che la scuola è un liceo delle scienze applicate, che fino allo scorso anno questi ragazzi erano intenzionati a proseguire gli studi (uno di loro aveva già esplorato, in quarta, i test di ammissione), che, per metodo impegno determinazione e capacità, sono in grado di proseguire all'università con profitto, che hanno il pieno sostegno delle rispettive famiglie, che, sia pure per caratteristiche differenti, sono due gioiellini di studenti, tra i migliori che io abbia mai avuto.

Perché questo atteggiamento rinunciatario? Perché questa demotivazione disarmante?
Ne abbiamo parlato tra i colleghi in commissione. Uno di loro ha detto che è un fenomeno che sta iniziando a farsi strada fra diversi giovani che vedono come esempi negativi i loro fratelli più grandi, neolaureati, che tornano a casa con un titolo ma senza prospettive. Non so quanto sia fondata questa affermazione, ma è verosimile. Già nella quinta dello scorso anno avevo sentito dai genitori di un altro studente, anche se ad un livello inferiore rispetto ai due di quest'anno, aveva manifestato la stessa demotivazione in maniera più esplicita: "che proseguo a fare? non ne vale la pena".

Insomma, ho paura che stiamo passando dalla fase della fuga dei cervelli a quella della resa dei cervelli. E credo che i modelli di riferimento che l'Italia propone, nella sfera sociale, politica ed economica, facciano di tutto per intensificare questo fenomeno. In fondo, quali prospettive riusciamo a dare a questi ragazzi oltre alla mera retorica?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mar Lug 07, 2015 1:09 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
E comunque, nella mia esperienza, assicuro che avere le idee chiare già a 13 anni su che tipo di indirizzo professionale si vorrà perseguire per tutta la vita adulta, è una cosa del tutto anomala.

E' perfettamente normale che la maggior parte dei ragazzi cambi idea (anche più volte) in corso d'opera, senza che questo implichi necesariamente che siano fessi o superficiali.
Io infatti auspicavo che "loro" a 18 anni avessero la maturità che ho mostrato io a 12-13.

PS a 12 anni ho deciso di fare l'ITIS, anche perchè avrebbe rimandato la decisione di scegliere l'indirizzo di 2 anni e di fare o meno l'università di 5.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mar Lug 07, 2015 2:14 pm

Ammetto di essere stato troppo semplicistico. Ciò non toglie che un eccesso di garantismo da parte delle famiglie rende meno responsabili i giovani nelle loro scelte.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mar Lug 07, 2015 11:00 pm

Paniscus gli esempi di neoingegneri che ti ho portato si occupano di calibrazione centraline controllo motore in fiat..decisamente non un lavoro da terza media
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mar Lug 07, 2015 11:41 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Ammetto di essere stato troppo semplicistico. Ciò non toglie che un eccesso di garantismo da parte delle famiglie rende meno responsabili i giovani nelle loro scelte.

Quoto in pieno il pensiero di Giancarlo.
Penso infatti che le capacità ed i talenti dei ragazzi siano sottovalutati soprattutto da parte di alcuni genitori, che trasmettendogli la paura del fallimento (che è fisiologica in un periodo di crisi come quello che attraversiamo), non li stimolino abbastanza ad intraprendere in maniera autonoma la loro strada.
Alcuni di loro indicano ai figli la via più semplice, quella senza molte difficoltà od ostacoli, pensando di proteggerli, quasi a volerli preservare dalla fatica, altri danno tanto e troppo, senza pretendere il raggiungimento di nessun obiettivo da conseguire.
Ma la cosa più grave è che troppi di loro non conoscano fino in fondo le attitudini ed i  desideri dei loro figli, e questo semplicemente perché non parlano con loro, e non si confrontano su nessun argomento, dando tutto per scontato.
Naturalmente non ho alcuna ricetta da offrire, si tratta solo di sensazioni personali, però penso che sia un peccato rinunciare ad entrare nel mondo dei ragazzi, magari condividendone interessi e passioni, e bisogna farlo convintamente, perché loro si accorgono della finzione dell'interessamento quando non è sentito, e serva solo a coprire  altri scopi tra i quali primeggia quello del controllo ad ogni costo.
Conosco genitori che pur di controllare in maniera maniacale ed asfissiante i loro figli non esitano a violare la loro privacy, ficcando il naso, senza pudore, nei messaggi sul telefonino o sul pc; allora mi domando come faranno a trasmettergli il valore della lealtà.
Ai ragazzi, gli strumenti per saper stare al mondo, vanno dati a monte, non pretendendo il controllo assoluto sulla loro vita o sulle loro scelte, e purtroppo si tratta solo di tentativi che però i genitori hanno l'obbligo di fare, senza trincerarsi dietro comodi alibi.
Mi rendo conto che si tratti di un compito estremamente difficile che non dà garanzie di sicuro successo, ma se si mettono al mondo dei figli, poi ci si deve impegnare fino in fondo a responsabilizzarli, rendendoli consapevoli delle conseguenze delle loro scelte , per aiutarli a sperimentare sulla loro pelle esperienze positive e negative che li rendano più forti in modo da non essere vulnerabili al primo insuccesso.
Naturalmente non parlo di maniere dure, personalmente non ho mai percosso i miei figli in alcun modo, ma loro fin da piccoli sono stati abituati a fare sacrifici per raggiungere i loro obiettivi, senza facili scorciatoie, e spero abbiano capito che normalmente la via più giusta da percorrere coincida quasi sempre quella più dura.
Non so se l'impegno di mio marito e mio verrà premiato, ma una cosa è certa: nessuno dei due si è mai risparmiato quando si è trattato di motivarli e sostenerli nelle loro scelte che, per quanto difficili e complesse, abbiamo sempre cercato di comprendere, consigliandole o sconsigliandole, ma lasciando sempre a loro la valutazione finale.
I ragazzi sono assolutamente recettivi e migliori di quanto pensiamo che siano: bisogna solo essere in grado di saperli ascoltare, prima di provare ad orientarli, e sempre se siano loro a chiedere consiglio.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mar Lug 07, 2015 11:49 pm

Francesca4 ha scritto:
Conosco genitori che pur di controllare in maniera maniacale ed asfissiante i loro figli non esitano a violare la loro privacy, ficcando il naso, senza pudore, nei messaggi sul telefonino o sul pc; allora mi domando come faranno a trasmettergli il valore della lealtà.
Evitando di farsi scoprire. Il problema è: se scopri qualcosa che non ti piace, come intervieni ?
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 12:02 am

Bella domanda Avido!
Mi piacerebbe sentire la risposta di Francesca che mi pare abbia la "ricetta magica" per tutto!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6163
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 12:08 am

E soprattutto: quanti anni hanno questi figli?

Perché se sono prossimi alla maggiore età, o magari l'hanno già raggiunta, è un conto....

...ma se di anni ne hanno 13 o 14, mi pare che il controllo del telefonino non sia solo legittimo, ma sia DOVEROSO, come è doveroso metterlo subito in chiaro con i figli stessi in anticipo, in maniera che non la vivano come un'intromissione indebita, ma come la normalità assoluta.

A quell'età, lo decido io se concederti il telefonino o no, e se concederti la connessione a internet o no, e qualunque cosa tu ci faccia con quella connessione la responsabilità formale è mia.

Quindi, se concederteli o no, lo decido anche in base a quello che tu ci fai, e a quello che a me risulta che tu ci faccia, e mi sento assolutamente in diritto di esercitare qualche forma di controllo.

Se queste condizioni non ti stanno bene, semplicemente, del telefonino o della connessione a internet ne fai a meno ancora per qualche anno, fino a che sarai abbastanza maturo da poterli usare senza il controllo dei genitori.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 12:15 am

Brava Paniscus!!!
Leggendo l'intervento di Francesca che ci faceva la lezione su come essere dei "bravi genitori", mi sono sentita un'aliena!!
Il tuo intervento mi conforta :-)
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 12:23 am

avidodinformazioni ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
Conosco genitori che pur di controllare in maniera maniacale ed asfissiante i loro figli non esitano a violare la loro privacy, ficcando il naso, senza pudore, nei messaggi sul telefonino o sul pc; allora mi domando come faranno a trasmettergli il valore della lealtà.
Evitando di farsi scoprire. Il problema è: se scopri qualcosa che non ti piace, come intervieni ?

Premetto di non avere alcuna presunzione in un discorso delicato come questo.
Provo però a fare alcune considerazioni:
1) Sei sicuro che questo sistema ti preservi in assoluto da tutte le cattive sorprese?
2) Pensi davvero che tuo figlio lasci in giro traccie del genere, quando non voglia davvero farsi scoprire?
I miei, ad esempio, quando vorrebbero chiedermi un consiglio, ma per vari motivi, non hanno intenzione di farlo apertamente, mi lasciano tutta una serie di indizi e di segnali che sta a me cogliere, in modo da poter aprire l'argomento e confrontarsi sul da farsi.
3) Se intervieni come un elefante in u negozio di cristalleria, sei convinto di fare meno danni?
Voglio dire che loro sanno perfettamente se sei il tipo che fa questi controlli,o meno, perciò spesso mangiano la foglia e ti costringono ad ammettere la scorrettezza del tuo comportamento; a quel punto, scoperto sul fatto, quante possibilità hai di meritare la loro stima fino al punto che possano almeno prendere il considerazione il tuo consiglio, per quanto ottimo possa essere?
Con quel comportamento hai minato definitivamente la tua credibilità!
4) Sei sicuro che il tuo intervento possa scongiurare il pericolo imminente?
Non sarebbe meglio, invece, cercare di coinvolgere prima i tuoi figli su problematiche che potrebbero toccarli molto da vicino, fornendogli, a monte, indicazioni per risolverle e mostrandoti sempre disponibile ad ascoltarli, qualora ne sentissero l'esigenza?
5) Quando, per colpa di comportamenti poco giustificabili, perdiamo in autorevolezza è estremamente difficile riprendere la china e riguadagnare la loro considerazione: i ragazzi sono assolutisti, non inclini al perdono facile, e certi atteggiamenti morbosi dei genitori li condannerebbero al  silenzio assoluto.
6) Hai mai riflettuto su queste implicazioni, prima di "evitare di essere scoperto"?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6163
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 12:33 am

Aggiungo:

la mia prima figlia ha solo 11 anni e il secondo nemmeno 8, quindi ancora il problema non si è posto in maniera pesante.

Però devo dire che ho già avuto occasione di discutere animatamente con altri genitori che prima, con la massima noncuranza, hanno regalato al figliolo il supersmartphone o il tablet a connessione illimitata, già a 8 o 9 anni, o hanno consentito allegramente che glielo regalassero i nonni e gli zii; e che poi adesso, quando il figliolo stesso ne ha 11 o 12, piagnucolano che sono disperati perché ne fa un uso compulsivo e completamente fuori controllo, e perché non sanno come fare a limitarglielo, e vengono a chiedere a me suggerimenti su come ho fatto a riuscire nella straordinaria impresa impossibile di evitare questa situazione.

Quando la mia misteriosissima strategia impossibile consiste semplicemente in questo:

a) non mi sarebbe mai venuto in mente nemmeno di striscio di regalare uno smartphone o un tablet a un bambino di otto anni, o comunque, in generale, di ANTICIPARE di mia iniziativa una tale proposta prima ancora che fosse il bambino a chiederla;

b) ho messo in chiaro immediatamente (ma già quattro o cinque anni fa) con tutti i parenti, conoscenti e amici di famiglia, compresi i miei genitori e mio fratello, e i cuGGini con due G fino al decimo grado, che se si fossero azzardati a proporre una cosa del genere a uno dei miei figli senza consultare prima me e il padre, sarei diventata una belva;

c) nella vita di tutti i giorni, sia io che il padre diamo ai figli l'esempio concreto che a spippolare sul tablet o sullo smartphone non ci stiamo nemmeno noi genitori, perché ne facciamo felicemente a meno e si sta bene lo stesso. Ossia, non è che "io posso ma tu no perché ancora sei troppo piccolo e devi aspettare", ma proprio che non fa parte delle abitudini normali di famiglia, e che se vorranno saranno liberissimi di gestirseli da soli quando saranno più maturi, ma adesso proprio si tratta di roba fuori contesto, in cui non abbiamo nessuna intenzione di infognarci NOI adulti per primi.

Eppure ancora mi sento dire, e anche abbastanza spesso, una di queste due cose:

- "Ma che fortuna sfacciata che hai avuto ad avere figli così arrendevoli che ti obbediscono senza fiatare!" (seeeehhhhh, col cavolo, ve li farei vedere nella vita di tutti i giorni!)

- "Ma accidenti, quanto ti ammiro, come sei stata brava a riuscirci, io invece la pensavo esattamente come te, ma poi ho dovuto cedere per forza perché non è possibile fare diversamente, visto che ce l'hanno TUTTI..." (seeeehhhhh, col cavolo al quadrato, bastava che consultassi prima me o altri genitori che la pensano come me, e ti saresti accorto che non è per niente vero che ce l'hanno TUTTI, nemmeno nella stessa classe dei nostri figli...)

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 12:52 am

giovanna onnis ha scritto:
Bella domanda Avido!
Mi piacerebbe sentire la risposta di Francesca che mi pare abbia la "ricetta magica" per tutto!

E' inutile scrivere che non ho ricette magiche e che si tratta solo di mie personalissime osservazioni.
Quando preme l'esigenza dell'attacco e la necessità di ridicolizzare il prossimo, queste considerazioni, che pure ho espresso, vengono saltate a piè pari, finendo paradossalmente per sostenere il contrario di quanto ho espresso al solo fine di screditarmi ad ogni costo, senza se e senza ma!
E' praticamente impossibile tentare un confronto sereno con te e con paniscus,e posso anche capirne i motivi, naturalmente, ma me ne farò una ragione!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6163
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 12:59 am

Francesca4 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
Conosco genitori che pur di controllare in maniera maniacale ed asfissiante i loro figli non esitano a violare la loro privacy, ficcando il naso, senza pudore, nei messaggi sul telefonino o sul pc; allora mi domando come faranno a trasmettergli il valore della lealtà.
Evitando di farsi scoprire. Il problema è: se scopri qualcosa che non ti piace, come intervieni ?

3) Se intervieni come un elefante in u negozio di cristalleria, sei convinto di fare meno danni?
Voglio dire che loro sanno perfettamente se sei il tipo che fa questi controlli,o meno, perciò spesso mangiano la foglia e ti costringono ad ammettere la scorrettezza del tuo comportamento; a quel punto, scoperto sul fatto, quante possibilità hai di meritare la loro stima fino al punto che possano almeno prendere il considerazione il tuo consiglio, per quanto ottimo possa essere?
Con quel comportamento hai minato definitivamente la tua credibilità!

Ripeto quella che mi sembra una banalità assoluta: se i patti sono stati messi bene in chiaro prima, non è affatto una scorrettezza.

Se mia figlia di 11 o 12 anni mi chiede disperatamente il telefonino (e ammetto che ancora non è successo, ma entro qualche mese succederà di sicuro), i patti sono chiarissimi fin dall'inizio:

-  noi genitori il telefonino te lo concediamo, purché sia chiaro che ci riserviamo il diritto di controllare quello che ci fai, nel modo che riteniamo opportuno noi;

- se questa condizione non ti sta bene e la trovi inaccettabile, semplicemente non te lo diamo, e sopravvivi ugualmente senza telefonino come sei sopravvissuta finora, ancora per qualche anno in più;

- e soprattutto, il telefonino non è una tappa irreversibile dell'esistenza umana che "una volta assaggiata è per sempre"; e quindi se te lo diamo a determinate condizioni (chiarite molto bene in anticipo), e poi tu sgarri da queste condizioni usandolo in maniera impropria che noi genitori non approviamo, siamo liberissimi di togliertelo.

Francamente, non ci vedo alcun problema insormontabile.

Certo che se invece si sceglie di mettere in mano lo smartphone con connessione illimitata, senza la minima riflessione critica, al bambino di nove anni (compiacendosi di quanto si è ganzi ad essere così aperti e moderni, e di quanto è intelligente e brillante il bambino che lo sa usare da solo senza controllo), e poi ci si accorge che ne fa un uso inadeguato solo quando ormai ne ha quindici, è molto più difficile intervenire.

Io cercherei di ragionarci prima, è così anomalo?

L.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 1:50 am

In ogni caso parlavo di due ragazzi che hanno uno spiccato senso di responsabilità e che con i genitori dialogano, almeno per quanto ne so io. Uno di loro, in particolare, ha un modo di relazionare che è tipico di quei giovani che vivono molto a stretto contatto con gli adulti, anche per l'uso frequente di intercalari tipici della parlata di persone anziane e per la sua conoscenza di fatti che fanno parte della storia locale. Insomma è un ragazzo che frequenta e dialoga con persone di altre generazioni.
Una curiosità: entrambi non li ho mai visti usare il cellulare in classe, neppure nei momenti di pausa.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 8:08 am

Giancarlo Dessì ha scritto:
In ogni caso parlavo di due ragazzi che hanno uno spiccato senso di responsabilità e che con i genitori dialogano, almeno per quanto ne so io. Uno di loro, in particolare, ha un modo di relazionare che è tipico di quei giovani che vivono molto a stretto contatto con gli adulti, anche per l'uso frequente di intercalari tipici della parlata di persone anziane e per la sua conoscenza di fatti che fanno parte della storia locale. Insomma è un ragazzo che frequenta e dialoga con persone di altre generazioni.
Una curiosità: entrambi non li ho mai visti usare il cellulare in classe, neppure nei momenti di pausa.

Giancarlo,non conosco la situazione e comunque non mi permetto di giudicarla, anche perché, come genitori e come docenti, quali e quanti segni riusciremo a lasciare sui ragazzi, dopo aver sperimentato il nostro personalissimo metodo educativo e formativo, potremo testarlo solo quando loro si saranno realizzati personalmente e professionalmente, cosa che auguro loro quanto prima.
Certo bisogna tener in debito conto anche la natura della  loro indole, però penso sia necessaria una presa di coscienza per noi adulti : il pessimismo e la rassegnazione sono contagiosi, e certamente demotivano i ragazzi, paralizzandoli nella scelta dei percorsi da intraprendere, non incoraggiandoli a rischiare mettendosi in gioco, tappandogli definitivamente le ali e privandoli della possibilità di realizzare appieno i loro progetti di vita.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 2:55 pm

Francesca4 ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Bella domanda Avido!
Mi piacerebbe sentire la risposta di Francesca che mi pare abbia la "ricetta magica" per tutto!

E' inutile scrivere che non ho ricette magiche e che si tratta solo di mie personalissime osservazioni.
Quando preme l'esigenza dell'attacco e la necessità di ridicolizzare il prossimo, queste considerazioni, che pure ho espresso, vengono saltate a piè pari, finendo paradossalmente per sostenere il contrario di quanto ho espresso al solo fine di screditarmi ad ogni costo, senza se e senza ma!
E' praticamente impossibile tentare un confronto sereno con te e con paniscus,e posso anche capirne i motivi, naturalmente, ma me ne farò una ragione!
Se la pensi così eviterò di dialogare con te nel futuro.
Ti saluto
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 4:02 pm

giovanna onnis ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Bella domanda Avido!
Mi piacerebbe sentire la risposta di Francesca che mi pare abbia la "ricetta magica" per tutto!

E' inutile scrivere che non ho ricette magiche e che si tratta solo di mie personalissime osservazioni.
Quando preme l'esigenza dell'attacco e la necessità di ridicolizzare il prossimo, queste considerazioni, che pure ho espresso, vengono saltate a piè pari, finendo paradossalmente per sostenere il contrario di quanto ho espresso al solo fine di screditarmi ad ogni costo, senza se e senza ma!
E' praticamente impossibile tentare un confronto sereno con te e con paniscus,e posso anche capirne i motivi, naturalmente, ma me ne farò una ragione!
Se la pensi così eviterò di dialogare con te nel futuro.
Ti saluto

Se devi "dialogare" con me cominciando necessariamente col prendermi in giro, sono contenta che tu abbia preso questa determinazione, e questa volta concordo con te.
Qualora invece volessi finalmente cambiare registro e confrontarti seriamente con onestà mentale,e senza pregiudizi, se ne potrebbe riparlare.
Ma come al solito...nel merito... eviti accuratamente di confrontarti.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Disorientamento giovanile disarmante   Mer Lug 08, 2015 4:54 pm

Ultimo OT per Francesca

Se vuoi avere l'ultima parola avrai questa soddisfazione, ma ci tengo a puntualizzare che sono sempre stata e sono sempre aperta al confronto sia nella vita reale che nel Forum. Ci sono state diverse occasioni in altri topic nelle quali ho cercato di confrontarmi con te (sezione Riforme...ti ricordi quando difendevi a spada tratta la Buona scuola?), ma tu non hai mai risposto in modo pertinente a ciò che ti chiedevo e ora sarei io a evitare il confronto?
Se ti fa piacere puoi pensarla come credi, molti utenti del Forum hanno avuto modo di capire come sono fatta e chi è fra noi due a divertirsi a giocare a slalom con le domande.

Fine OT
Tornare in alto Andare in basso
 
Disorientamento giovanile disarmante
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: