Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Dom Lug 05, 2015 8:34 pm

Se si attestasse nettamente la vittoria dei no alle politiche di austerity in Grecia, le conseguenze annunciate sono la sicura vittoria di Podemos in Spagna alle elezioni nazionali di novembre e la dimostrazione che è possibile far vincere la sovranità nazionale sulla tecnocrazia bancaria e finanziaria.
Sarebbe un colpo anche alle politiche renziane( montiane, lettiane e, in generale, massoniche) di appoggio alla Germania.
La Germania passerà guai e anche le altre nazioni che hanno azioni e obbligazioni greche.
Bisogna ricordare che a comprare le azioni e obbligazioni greche sono state le banche e loro devono pagare! Non possono scaricare le perdite sulle tasse della popolazione e tenersi, invece quando va bene, gli utili!
Le banche devono ritornare a fare il loro mestiere di prestare denaro alle aziende e ai cittadini per i mutui. La devono smettere di giocare in Borsa a speculare! Se vogliono il gioco d'azzardo che ci vadano con il sedere loro e degli azionisti che vogliono! Questo devono capire.

Attenzione anche al fatto che alla Cassa deposito e prestiti (i nostri risparmi alla Posta) il caro Renzi ha sostituito Franco Bassanini per posizionare un uomo noto della Goldman Sachs Claudio Costamagna. E questo, per dirla tutta, è l'ennesimo attentato alla democrazia iniziato da Napolitano imponendo Monti e continuato prima con Letta ed ora con Renzi.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/19/cassa-depositi-e-prestiti-renzi-cambia-il-timone-e-vara-la-nuova-rotta/1796592/

La riforma della scuola sconclusionata di Renzi rientra nel gioco delle massonerie europee e statunitensi.

La manifestazione dei docenti contro la non voluta e contestata riforma della "Buona sola" del 7 luglio in occasione del voto alla Camera dei deputati si colora di rosa per noi docenti.

La Sovranità nazionale non può essere soffocata dagli interessi delle caste finanziarie comprese quelle protette da Renzi.

Renzi rappresenta solo un manichino messo lì dalla Bildenberg facilmente rimovibile dalla sovranità nazionale italiana che non lo ha eletto e che oggi più che mai non lo vuole. E questo i deputati che andranno a votare lo dovranno capire una volta per tutte. Speriamo di ritornare presto alle elezioni per sbarazzarci di questa gente che tradisce il popolo italiano a favore degli stranieri tecnocrati.

Hanno fatto bene il M5s e Sel ad andare in Grecia per dimostrare la loro vicinanza al popolo greco e per dire NO alle tecnocrazie.

Giorno 7 luglio a Roma fuori dalla Camera dei Deputati sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7494
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Dom Lug 05, 2015 8:45 pm

...ecco io in questo discorso la penso tutta all'opposto.
Prego per una vittoria diversa da quella che tu sembri dar già per certa...
Trovo irritante e quasi folle la presenza di gruppi politici italiani in grecia in questo momento...
Temo il peggio non solo per la grecia ma automaticamente per tutti noi, pronti, volenti o nolenti, ad affondare con lei (purtroppo anche senza il suo aiuto...stiam già messi malissimo in piena autonomia...sigh).
Il pensiero di isula è un perfetto esempio che il detto "il nemico del mio nemico è mio amico"...non è un concetto sempre applicabile.
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Dom Lug 05, 2015 8:55 pm

L'euro e' stato purtroppo imposto dai burocrati (non eletti) di Bruxelles, non dalle tecnocrazie finanziarie: queste hanno tanti difetti, ma hanno tutto l'interesse ad avere un'Europa ricca, non povera, perché semplicemente così guadagnano di più.
Sono anni che le grandi banche d'affari "consigliano" gli europei di finire prima possibile l'avventura dell'euro, citando l'esempio dei molti fallimenti dell'Argentina.
A me risulta che in Goldman Sachs (e, presumo, anche nelle altre banche d'affari) l'euro venga chiamato "dead Man walking"
Tornare in alto Andare in basso
Online
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Dom Lug 05, 2015 9:04 pm

Ribadisco che la mia opinione sulla politica italiana è dura e che la volontà di Napolitano di imporre UN NUOVO ORDINE MONDIALE con Monti, Letta e Renzi e la complicità e acquiescenza di TUTTI i parlamentari tranne il M5s, è da folli e da tradimento dell'Italia.

L'Italia è un Paese in profonda crisi economica, con una disoccupazione giovanile molto sopra il 40%, un debito pubblico del 135% e gli aumenti dell'IVA alle porte.
E gli italici Napolitano, Letta, ora Renzi e la maggioranza assoluta dei deputati del Pd e dell'ex Pdl, invece di schierarsi col popolo greco, si sono messi totalmente dalla parte della Merkel che ci sta distruggendo.
Questo governo non sta facendo gli interessi dell'Italia.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Dom Lug 05, 2015 9:14 pm

Quando si conosceranno gli esiti? Anch'io spero che sia NO, anche se le conseguenze non saranno indolore.
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Dom Lug 05, 2015 9:20 pm

Ormai manca poco, la vittoria del NO è data per certa, percentuali ben oltre il 60%.

21.49, (ora greca, le nostre 20:49):



Ultima modifica di Ciccio.8 il Dom Lug 05, 2015 9:23 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Dom Lug 05, 2015 9:21 pm

Bene... allora qualcosa accadrà.
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Dom Lug 05, 2015 9:54 pm

Referendum Grecia, vince il 'no'.

http://www.repubblica.it/economia/2015/07/05/news/referendum_grecia_creditori_risultati_grexit_greferendum-118159910/

Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Dom Lug 05, 2015 10:21 pm

Io spero vivamente che con il risultato di questo referendum ci sia l’inizio di un processo che porti, nel modo più indolore possibile, alla scomparsa dell’euro, cioè alla scomparsa di uno dei più disastrosi esperimenti politici (per fortuna –finora – pacifico) della storia.

Un esperimento che ha portato vantaggi inimmaginabili ad un paese (la Germania) e che ha portato, invece, quasi tutti gli altri paesi che vi hanno aderito alla più grave crisi economica degli ultimi cent’anni.

Come ho scritto prima (molto velocemente, con il cellulare) sono anni che gli americani invitano gli europei a riconsiderare la questione euro, portando ad esempio l’Argentina che andò in default più volte proprio perché commise l’errore di legare la sua moneta ad un’altra troppo forte (il dollaro). All’epoca di questi “inviti”, la soluzione che i mercati finanziari e gli analisti suggerivano era quella dell’uscita della Germania dall’euro. Adesso, questa soluzione sembra meno “gettonata”.

Ognuno ha le sue idee, per carità, ma il nuovo “ordine mondiale” che si sta delineando, con la Cina sempre più forte e l’Europa alla canna del gas non fa certo piacere alle grandi banche d’affari, che hanno tutto l’interesse ad avere un’Europa ricca, non povera.

Vedremo cosa succederà domani, comunque mi permetto un’altra nota a margine: come italiano preferisco avere Goldman Sachs a favore dell’Italia, e non contro (come nel 2011/2012): e in questo momento Goldman è con l’Italia, non contro
Tornare in alto Andare in basso
Online
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 5:59 am

isula. ha scritto:
Ribadisco che la mia opinione sulla politica italiana è dura e che la volontà di Napolitano di imporre UN NUOVO ORDINE MONDIALE con Monti, Letta e Renzi e la complicità e acquiescenza di TUTTI i parlamentari tranne il M5s, è da folli e da tradimento dell'Italia.


Manca solo la paccottiglia sugli Illuminati di Baviera, sui rettiliani e sulle scie chimiche e poi il catalogo è completo.
Tornare in alto Andare in basso
lucylucy



Messaggi : 980
Data d'iscrizione : 10.02.14

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 7:27 am

E il complotto sionista, no?!
Tornare in alto Andare in basso
meri



Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 26.11.10

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 12:43 pm

isula, oltre a fare una analisi sempre lucida e sacrosanta, riesci a far gettare la maschera a molta gente.
W la Grecia del NO!!!!
DEMOcrazia significa popolo che si governa grazie a sistemi condivisi e persone condivise, la Grecia ce lo ha insegnato e ora torna a insegnarlo a chi non VUOLE sentire perché imbevuto di minchiate cosmiche proclamate dai media
Tornare in alto Andare in basso
meri



Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 26.11.10

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 12:44 pm

il 60% dei greci ha votato no perché crede alle scie chimiche, capito come stiamo qua
Tornare in alto Andare in basso
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 1:23 pm

meri ha scritto:
isula, oltre a fare una analisi sempre lucida e sacrosanta, riesci a far gettare la maschera a molta gente.
W la Grecia del NO!!!!
DEMOcrazia significa popolo che si governa grazie a sistemi condivisi e persone condivise, la Grecia ce lo ha insegnato e ora torna a insegnarlo a chi non VUOLE sentire perché imbevuto di minchiate cosmiche proclamate dai media

Ah, che sagome! E che ridere con queste analisi "lucide"!


Gentilissima meri, il popolo greco non crede alle scie chimiche e ha fatto come meglio ha ritenuto, liberamente. E mi venga un colpo se ho intenzione di sostenere il contrario (del resto lei non si è nemmeno curata di vedere quale parte del messaggio del suo idolo avevo quotato).
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 1:56 pm

vinz ha scritto:
meri ha scritto:
isula, oltre a fare una analisi sempre lucida e sacrosanta, riesci a far gettare la maschera a molta gente.
W la Grecia del NO!!!!
DEMOcrazia significa popolo che si governa grazie a sistemi condivisi e persone condivise, la Grecia ce lo ha insegnato e ora torna a insegnarlo a chi non VUOLE sentire perché imbevuto di minchiate cosmiche proclamate dai media

Ah, che sagome! E che ridere con queste analisi "lucide"!


Gentilissima meri, il popolo greco non crede alle scie chimiche e ha fatto come meglio ha ritenuto, liberamente. E mi venga un colpo se ho intenzione di sostenere il contrario (del resto lei non si è nemmeno curata di vedere quale parte del messaggio del suo idolo avevo quotato).

Esimio vinz e cari colleghi, punto primo io non ho mai parlato di scie chimiche, ma solo di fatti di attualità che bruciano a tutti e pure (credo) a te compreso.

Punto secondo, non ho nessun idolo, forse lo hai tu vinz  in Renzi, Berlusconi e company, (quanto inutili quanto dannosi) e, idem, in chi, come lo smemorato di Collegno, ci sta ancora dietro, li difende e li rimpiange.

Tu, piuttosto, mi sembri piuttosto uno che rode al pensiero che i propri idoli non siano più votati e osannati.

Poi dovresti vergognarti di mostrare disprezzo nei miei confronti con esempi del cavolo che è meglio che direzioni a tua sorella (che spero abbia un buon cervello e ti molli due schiaffi). Ricordati che l'educazione la si persegue anche in forum, a meno che tale mia esortazione sia perfettamente inutile in quanto tu ne fai normalmente a meno pure nella vita quotidiana (e in tal caso mi meraviglio di come hanno permesso che tu diventassi insegnante).

Poi è inutile che fai sarcasmo con me perchè ci rimedi solo figure di melma.

Se pensi che io non abbia visto il tuo caro link, ripostalo. Ma se è solo per far ironia e disprezzare tienitelo per te ed ho fatto bene quando lo hai postato a non dargli l'importanza di commentarlo.

Infine, mi pare che solo il M5s in modo non ambiguo (si deve capire Sel cosa vuol fare realmente invece di cambiare bandiera appena gli è comodo) sta informando i cittadini,li sta organizzando e sta lottando contro gente liberista, massone e menefreghista a cui interessa il mercato e non il benessere delle persone e la SOVRANITA' NAZIONALE. E FA BENISSIMO!
E spero che in Spagna e Portogallo a novembre alle elezioni nazionali vinca Podemos. E per lo stesso motivo in Italia alle prossime elezioni vinca il M5s.

Per quanto mi riguarda sono una semplice docente, cittadina, non ho tessera di M5s e di nessun altro e ne sono orgogliosa.

Infine, di nuovo ordine mondiale ne ha parlato lo stesso Napolitano in più e più discorsi (quindi non me lo sono inventato io o chi dice che c'è in atto un colpo di Stato massone in Italia)

Posto qui il link di ricerca su google
https://www.google.it/search?q=napolitano+e+il+nuovo+ordine+mondiale&ie=utf-8&oe=utf-8&gws_rd=cr&ei=GW-aVa2ZKYTtUuiXgSA#q=napolitano+e+il+nuovo+ordine+mondiale&tbm=vid

Posto anche un video molto chiaro in cui Napolitano inneggia AL NUOVO ORDINE MONDIALE

Tornare in alto Andare in basso
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 2:30 pm

Hai ascoltato (o letto) anche il prima e il dopo?

Un aiutino per chi non riesce a trovare i resoconti parlamentari.
A pagina 54 e seguenti...

http://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=9&cad=rja&uact=8&ved=0CEkQFjAI&url=http%3A%2F%2Fwww.senato.it%2Fservice%2FPDF%2FPDFServer%2FBGT%2F913160.pdf&ei=PnKaVeOwEomnsAGJlbtw&usg=AFQjCNGaBXF_rO8QtG_nkpMAhUhxroEUGw&sig2=3wu5Kop3zJJf4Wm2QVCPMA&bvm=bv.96952980,d.bGg


Ultima modifica di fradacla il Mar Lug 07, 2015 2:14 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 2:48 pm

Grazie fradacla, apporti come il tuo sono pertinenti. Ma faccio osservare come il preteso aiuto di Napolitano al "mondo" sia nell'ottica di pochi che comandano su molti e di cessione dei popoli della Sovranità nazionale.
Ha favorito l'ascesa di Monti (con tanto di concessione di carica di senatore a vita), poi Letta e infine Renzi. Letta e Monti appartengono alla Goldman sachs (che è tutto un dire che tipo di politica portano avanti. Basta informarsi).
Tale gente ha favorito le politiche della Troika, della Merkel e addirittura Monti ha introdotto il pareggio di bilancio in Costituzione e si è ratificato il FISCAL COMPACT il cui inizio è stato più volte rimandato ed ora si parla di gennaio 2018.

Le riforme della scuola, della sanità e delle pensioni rientrano nel quadro delle politiche di austerità e soprattutto di privatizzazione forzata che sostituisce lo Stato sociale E DI CESSIONE DI SOVRANITA' NAZIONALE.

In Grecia, con l'indizione del REFERENDUM, si è data importanza alla SOVRANITA' NAZIONALE e non agli interessi di speculazione delle banche e dei gruppi di potere e di finanza (che non sono mai stati legittimati da una elezione).

Tornare in alto Andare in basso
vinz



Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 3:05 pm

isula. ha scritto:
vinz ha scritto:
meri ha scritto:
isula, oltre a fare una analisi sempre lucida e sacrosanta, riesci a far gettare la maschera a molta gente.
W la Grecia del NO!!!!
DEMOcrazia significa popolo che si governa grazie a sistemi condivisi e persone condivise, la Grecia ce lo ha insegnato e ora torna a insegnarlo a chi non VUOLE sentire perché imbevuto di minchiate cosmiche proclamate dai media

Ah, che sagome! E che ridere con queste analisi "lucide"!


Gentilissima meri, il popolo greco non crede alle scie chimiche e ha fatto come meglio ha ritenuto, liberamente. E mi venga un colpo se ho intenzione di sostenere il contrario (del resto lei non si è nemmeno curata di vedere quale parte del messaggio del suo idolo avevo quotato).

Esimio vinz e cari colleghi, punto primo io non ho mai parlato di scie chimiche, ma solo di fatti di attualità che bruciano a tutti e pure (credo) a te compreso.

Punto secondo, non ho nessun idolo, forse lo hai tu vinz  in Renzi, Berlusconi e company, (quanto inutili quanto dannosi) e, idem, in chi, come lo smemorato di Collegno, ci sta ancora dietro, li difende e li rimpiange.

Tu, piuttosto, mi sembri piuttosto uno che rode al pensiero che i propri idoli non siano più votati e osannati.

Poi dovresti vergognarti di mostrare disprezzo nei miei confronti con esempi del cavolo che è meglio che direzioni a tua sorella (che spero abbia un buon cervello e ti molli due schiaffi). Ricordati che l'educazione la si persegue anche in forum, a meno che tale mia esortazione sia perfettamente inutile in quanto tu ne fai normalmente a meno pure nella vita quotidiana (e in tal caso mi meraviglio di come hanno permesso che tu diventassi insegnante).

Poi è inutile che fai sarcasmo con me perchè ci rimedi solo figure di melma.

Se pensi che io non abbia visto il tuo caro link, ripostalo. Ma se è solo per far ironia e disprezzare tienitelo per te ed ho fatto bene quando lo hai postato a non dargli l'importanza di commentarlo.

Infine, mi pare che solo il M5s in modo non ambiguo (si deve capire Sel cosa vuol fare realmente invece di cambiare bandiera appena gli è comodo) sta informando i cittadini,li sta organizzando e sta lottando contro gente liberista, massone e menefreghista a cui interessa il mercato e non il benessere delle persone e la SOVRANITA' NAZIONALE. E FA BENISSIMO!
E spero che in Spagna e Portogallo a novembre alle elezioni nazionali vinca Podemos. E per lo stesso motivo in Italia alle prossime elezioni vinca il M5s.

Per quanto mi riguarda sono una semplice docente, cittadina, non ho tessera di M5s e di nessun altro e ne sono orgogliosa.



Link? quale link?
Provo a capire il senso di questa ulteriore farneticazione: probabilmente isula, che parla improvvidamente di figure di melma, si riferisce a una frase che chiudeva il mio post - una frase, non un link - che ho ritenuto di dover cancellare non già perché me ne fossi repentinamente pentito ma perché non riusciva a esprimere a sufficienza il disgusto che provo tutte le volte che qualcuno mi fa inciampare nella teoria del cosiddetto “nuovo ordine mondiale”.
Isula mi attribuisce una cattiva educazione e simpatie per Renzi e compagnia. Nel primo caso credo che abbia ragione: la mia educazione vacilla e naufraga completamente davanti alle corbellerie ripetute senza un briciolo di senso storico; nel secondo caso, si sbaglia enormemente. Di Renzi mi importa meno che della forfora del mio vicino di casa. Non voto da anni e intendo continuare a perseverare in questo delizioso errore. Quindi quello che isula scrive è veramente fuori bersaglio: non contestavo le sue critiche a Napolitano e a Renzi, ma la plausibilità del quadro in cui quelle critiche venivano inserite, un quadro peraltro pesantemente viziato dalla propaganda a favore del movimento di Grillo e Casaleggio.
Quanto a mia sorella, ho in parte accolto il suggerimento di isula, rendendola partecipe di questo scambio dialettico per saggiarne la reazione. Fffiiuuu mi è andata di lusso: non mi ha dato alcuno schiaffo ma il solito bacetto sulla guancia.

Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 3:16 pm

vinz ha scritto:
isula. ha scritto:
vinz ha scritto:
meri ha scritto:
isula, oltre a fare una analisi sempre lucida e sacrosanta, riesci a far gettare la maschera a molta gente.
W la Grecia del NO!!!!
DEMOcrazia significa popolo che si governa grazie a sistemi condivisi e persone condivise, la Grecia ce lo ha insegnato e ora torna a insegnarlo a chi non VUOLE sentire perché imbevuto di minchiate cosmiche proclamate dai media

Ah, che sagome! E che ridere con queste analisi "lucide"!


Gentilissima meri, il popolo greco non crede alle scie chimiche e ha fatto come meglio ha ritenuto, liberamente. E mi venga un colpo se ho intenzione di sostenere il contrario (del resto lei non si è nemmeno curata di vedere quale parte del messaggio del suo idolo avevo quotato).

Esimio vinz e cari colleghi, punto primo io non ho mai parlato di scie chimiche, ma solo di fatti di attualità che bruciano a tutti e pure (credo) a te compreso.

Punto secondo, non ho nessun idolo, forse lo hai tu vinz  in Renzi, Berlusconi e company, (quanto inutili quanto dannosi) e, idem, in chi, come lo smemorato di Collegno, ci sta ancora dietro, li difende e li rimpiange.

Tu, piuttosto, mi sembri piuttosto uno che rode al pensiero che i propri idoli non siano più votati e osannati.

Poi dovresti vergognarti di mostrare disprezzo nei miei confronti con esempi del cavolo che è meglio che direzioni a tua sorella (che spero abbia un buon cervello e ti molli due schiaffi). Ricordati che l'educazione la si persegue anche in forum, a meno che tale mia esortazione sia perfettamente inutile in quanto tu ne fai normalmente a meno pure nella vita quotidiana (e in tal caso mi meraviglio di come hanno permesso che tu diventassi insegnante).

Poi è inutile che fai sarcasmo con me perchè ci rimedi solo figure di melma.

Se pensi che io non abbia visto il tuo caro link, ripostalo. Ma se è solo per far ironia e disprezzare tienitelo per te ed ho fatto bene quando lo hai postato a non dargli l'importanza di commentarlo.

Infine, mi pare che solo il M5s in modo non ambiguo (si deve capire Sel cosa vuol fare realmente invece di cambiare bandiera appena gli è comodo) sta informando i cittadini,li sta organizzando e sta lottando contro gente liberista, massone e menefreghista a cui interessa il mercato e non il benessere delle persone e la SOVRANITA' NAZIONALE. E FA BENISSIMO!
E spero che in Spagna e Portogallo a novembre alle elezioni nazionali vinca Podemos. E per lo stesso motivo in Italia alle prossime elezioni vinca il M5s.

Per quanto mi riguarda sono una semplice docente, cittadina, non ho tessera di M5s e di nessun altro e ne sono orgogliosa.



Link? quale link?
Provo a capire il senso di questa ulteriore farneticazione: probabilmente isula, che parla improvvidamente di figure di melma, si riferisce a una frase che chiudeva il mio post - una frase, non un link -  che ho ritenuto di dover cancellare non già perché me ne fossi repentinamente pentito ma perché non riusciva a esprimere a sufficienza il disgusto che provo tutte le volte che qualcuno mi fa inciampare nella teoria del cosiddetto “nuovo ordine mondiale”.
Isula mi attribuisce una cattiva educazione e simpatie per Renzi e compagnia. Nel primo caso credo che abbia ragione: la mia educazione vacilla e naufraga completamente davanti alle corbellerie ripetute senza un briciolo di senso storico; nel secondo caso, si sbaglia enormemente. Di Renzi mi importa meno che della forfora del mio vicino di casa. Non voto da anni e intendo continuare a perseverare in questo delizioso errore. Quindi quello che isula scrive è veramente fuori bersaglio: non contestavo le sue critiche a Napolitano e a Renzi, ma la plausibilità del quadro in cui quelle critiche venivano inserite, un quadro peraltro pesantemente viziato dalla propaganda a favore del movimento di Grillo e Casaleggio.
Quanto a mia sorella, ho in parte accolto il suggerimento di isula, rendendola partecipe di questo scambio dialettico per saggiarne la reazione. Fffiiuuu mi è andata di lusso: non mi ha dato alcuno schiaffo ma il solito bacetto sulla guancia.


Bene. Hai intenzione di restartene sull'Olimpo a disquisire sulle corbellerie dei mortali (ed eventualmente nell'aldilà ti ritroveremo a gironzolare tra i mosconi in mezzo agli ignavi), oppure di fondare un nuovo partito che tolga di mezzo Renzi e company (e le politiche schifose che persegue) e che sostituisca egregiamente quello di Grillo e Casaleggio?
Il mio voto sarebbe tuo.
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 4:08 pm

@isula: Premesso che ognuno ha le sue legittime idee, sei sicura che Monti e Letta appartengano a Goldman?
Lungi da me la veste di difensore delle banche d’affari: sono un ingegnere meccanico ad indirizzo siderurgico, quindi quanto di più lontano ci sia dal dorato mondo delle banche d’affari, ma ho un po’ di passione per la finanza ed ho conosciuto una persona che ha lavorato in Goldman, settore derivati, da cui ho imparato molto (ingegnere anche lui): alle banche d’affari interessa una sola cosa, fare soldi.
Non sto a fare giudizi morali su questa loro “vocazione”, comunque loro fanno soldi se uno stato e la sua economia va bene: hanno quindi tutto l’interesse che l’economia “giri bene” e lo Stato sia “in salute”
Senz’altro Goldman ha avuto un peso non indifferente nella caduta di Berlusconi, facendo andare alle stelle lo spread utilizzando, in maniera magistrale come loro sanno fare, i derivati: si sono comportati così perché il comportamento ormai fuori controllo di Berlusconi (e Tremonti) stava portando l’Italia verso la catastrofe. Non l’hanno fatto per spirito umanitario, ma perché con l’Italia in fallimento le loro possibilità di guadagno in questa zona del mondo si erano praticamente azzerate.
Per lo stesso motivo sono contrari all’euro, che chiamano “dead man walking”: finché ci sarà l’euro l’economia dell’Europa del sud ha pochissime speranze di ripresa, e per questo le loro possibilità di guadagno sono limitate
Tornare in alto Andare in basso
Online
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 7:32 pm

udl ha scritto:

Senz’altro Goldman ha avuto un peso non indifferente nella caduta di Berlusconi, facendo andare alle stelle lo spread utilizzando, in maniera magistrale come loro sanno fare, i derivati: si sono comportati così perché il comportamento ormai fuori controllo di Berlusconi (e Tremonti) stava portando l’Italia verso la catastrofe. Non l’hanno fatto per spirito umanitario, ma perché con l’Italia in fallimento le loro possibilità di guadagno in questa zona del mondo si erano praticamente azzerate.
Per lo stesso motivo sono contrari all’euro, che chiamano “dead man walking”: finché ci sarà l’euro l’economia dell’Europa del sud ha pochissime speranze di ripresa, e per questo le loro possibilità di guadagno sono limitate

Con due frasette chiare e limpide messe in fila hai smontato il complotto demo-pluto-giudaico-massonico :-))
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 9:02 pm

fradacla ha scritto:
udl ha scritto:

Senz’altro Goldman ha avuto un peso non indifferente nella caduta di Berlusconi, facendo andare alle stelle lo spread utilizzando, in maniera magistrale come loro sanno fare, i derivati: si sono comportati così perché il comportamento ormai fuori controllo di Berlusconi (e Tremonti) stava portando l’Italia verso la catastrofe. Non l’hanno fatto per spirito umanitario, ma perché con l’Italia in fallimento le loro possibilità di guadagno in questa zona del mondo si erano praticamente azzerate.
Per lo stesso motivo sono contrari all’euro, che chiamano “dead man walking”: finché ci sarà l’euro l’economia dell’Europa del sud ha pochissime speranze di ripresa, e per questo le loro possibilità di guadagno sono limitate

Con due frasette chiare e limpide messe in fila hai smontato il complotto demo-pluto-giudaico-massonico :-))

Ma davvero???? :-)

Allora mi si deve spiegare come mai Monti ha fatto introdurre il pareggio di bilancio in Costituzione. Perchè ha fatto votare a quegli inetti del Pd e del Pdl il Fiscal compact nell'estate del 2012, che di rimando in rimando andrà in vigore a partire dal gennaio 2018 e saranno cavoli amari per l'Italia perchè si ridurrà come la Grecia a non poter pagare un debito mostruoso e a dover svendere tutto anche i beni culturali (noi siamo sulla stessa strada che ha già percorso la Grecia e più di duemilamiliardi di euro con interessi da strozzini non potremo mai pagarli neanche tra tre secoli).
Mi si spieghi il perchè Letta e, in continuità, Renzi stanno proseguendo le politiche di Monti con tanto di smantellamento dello Stato sociale (legge Fornero, Job act, Buona scuola, sanità privata, e via dicendo).
Il perchè Monti, Letta e Renzi sono d'amore e d'accordo con le politiche della Troika di tasse ed eliminazione della sovranità nazionale...

Ecco, io trovo antiestetico andare ancora in giro con  delle belle fette di prosciutto sugli occhi e dentro le orecchie... e soprattutto comportarsi come lo smemorato di Collegno...
Fa male alla salute (la nostra) :-))


Interessante questo link che posterò qui sotto di un libro che parla delle logge massoniche e di chi vi fa parte.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/11/19/massoneria-libro-shock-gran-maestro-magaldi-i-potenti-nelle-logge/1220062/

-
Tornare in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 11:00 pm

Ho aperto con curiosità il link che hai indicato (http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/11/19/massoneria-libro-shock-gran-maestro-magaldi-i-potenti-nelle-logge/1220062/): la presentazione di questo “sconvolgente libro” termina con questa frase (copio e incollo):

“Dal fascismo al nazismo, dai colonnelli in Grecia alla tecnocrazia dell’Ue, tutto sarebbe venuto fuori dagli esperimenti di questi superlaboratori massonici, persino Giovanni XXIII (“il primo papa massone”), Osama bin Laden e il più recente fenomeno dell’Isis. In Italia, se abbiamo evitato tre colpi di Stato avallati da Kissinger lo dobbiamo a Schlesinger jr., massone progressista.”…

Dopo “cotanto senno”, mi tengo volentieri le mie fette di prosciutto.
In bocca al lupo, buonanotte e, mi raccomando, buon voto
Tornare in alto Andare in basso
Online
fradacla
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 24.08.10

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Lun Lug 06, 2015 11:47 pm

@isula.
In un certo senso sei da invidiare: hai saltato a pié pari i tormenti del dubbio e sei atterrata nella placida quiete delle certezze assolute.
Cartesio si starà rivoltando nella tomba....

PS Ho letto un tuo post in cui caldeggiavi la sostituzione dei testi scolastici con pdf autoprodotti. Pensi di usare lo stesso rigoroso metodo critico con i tuoi allievi?
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.   Mar Lug 07, 2015 12:23 am

fradacla ha scritto:
@isula.
In un certo senso sei da invidiare: hai saltato a pié pari i tormenti del dubbio e sei atterrata nella placida quiete delle certezze assolute.
Cartesio si starà rivoltando nella tomba....

PS Ho letto un tuo post in cui caldeggiavi la sostituzione dei testi scolastici con pdf autoprodotti. Pensi di usare lo stesso rigoroso metodo critico con i tuoi allievi?

Durante l'ultimo periodo di mia permanenza in questo forum considero che è addirittura commovente il modo in cui si tenta di farmi passare per che so? Stupida, impreparata, visionaria, poco professionale o altro (in quanto si capisce che preferisco andare a votare con piacere gente del M5s i quali hanno idee chiare e valori solidi e che manderebbero a casa tranquillamente e con sicurezza gente come Renzi, Berlusconi e accoliti) per non ammettere che in effetti raggiungo l'obiettivo di informare e far saltare tutti gli altarini della cattiva informazione e rimozione dei ricordi. E questo, magari, anche convincendo altri a fare altrettanto. Nella mia vita reale mi viene anche più facile rispetto allo scrivere e basta.

Sì, fradacla. Sono tranquilla nelle mie certezze (ma non mi sento infallibile) e questo so che può urtare. Cartesio mi piace di più quando sperimenta rispetto a quando filosofeggia, ma è utile anche in questo caso. Mi comporto come un matematico o scienziato che trova una formula e la usa. Uno scienziato che raccoglie informazioni di continuo e riflette e anche non ha problemi a cambiare la formula in alcune occasioni e ad usarne un'altra se si accorge che la prima dà (in certi contesti) risultati sbagliati (sintesi e analisi sono due attività meravigliose che utilizziamo di continuo nella vita reale in modo più o meno perfetto a seconda di come siamo stati educati). E questo è un atteggiamento molto differente di chi continua a sbattere come un mulo la testa al muro non volendo cambiare direzione pur avendo tutte le informazioni possibili che gli fanno capire che deve (e può) non camminare solo in linea retta. E il mio atteggiamento può disturbare chi scientifico non è e preferisce le certezze della "fede" (anche politica).

Direi che sono anche stupita dell'animo umano quando vedo che si preferisce lo status quo ed essere degli "utili idioti" del sistema che vanno a dileggiare chi lo mette in crisi, piuttosto che fare anche il proprio interesse togliendosi il prosciutto non solo dagli occhi ma anche dal cervello e non solo mandando al diavolo chi ci sfrutta, ma anche contribuendo a cambiare le cose. E le cose non si cambiano "non andando a votare" oppure stando a ridicolizzare chi lo fa e sceglie diversamente dai conformisti, ma non restando "ignavi".
Ora, lo so, leggerò le grida di scandalo, le accuse di essere farneticante (dopo tanti stuzzicamenti nei miei confronti) e giù di lì. :-))
Ma è normale. Non sono conformista, per cui mi devo aspettare di essere attaccata sia brutalmente che sottilmente. :-)

Detto questo, gentile fradacla, ti vado a spiegare un po'  il mio post in didattica (totalmente no perchè la faccenda è complessa e se vuoi ne discutiamo lì e non qui). Io non ho caldeggiato "tout court"  la sostituzione di testi scolastici con pdf autoprodotti, bensì ho "parlato" di necessità di testi o dispense cartacee o quelle con pdf che raggiungano l'obiettivo pratico di insegnare realmente agli alunni invece di restare strumenti inutili. Trovo le biblioteche meravigliose e altrettanto i manuali di un tempo, mentre ho sperimentato che gli attuali testi per lo studio sono troppo farraginosi e spesse volte inutili allo scopo. Poi (anche se non ne ho parlato) ho considerato che siccome nelle classi sono entrati a far parte del corredo scolastico anche i tablet si deve necessariamente parlare anche di pdf. E il mio post in didattica è solo un modo per trovare conferma in altri di quello che penso e delle difficoltà incontrate ed anche per avere nuove idee da altri utenti.
Ok?
Quindi ti pregherei di non mescolare capra e cavoli nel tentativo di mettermi in difficoltà. ;-))
E se vuoi parlare di didattica andiamo nella sezione giusta.
Tornare in alto Andare in basso
 
Dopo la vittoria del no del referendum greco, giorno 7 luglio a Roma, fuori dalla Camera dei Deputati, sarà un giorno di protesta memorabile anche per noi docenti.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Stick persona positivo dopo ovulazione accertata
» FIsh test dove?
» ciclo post transfer
» Ho fatto la mia prima IUI
» Dopo 1 aborto su grav. naturale

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: