Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Sab Lug 11, 2015 10:42 am

Promemoria primo messaggio :

1) Per poter trasmettere la FILOSOFIA alle giovani generazioni, salvandoli dall'ottusità del dominio della tecnica e mostrando loro la complessità irriducibile del reale.
2) Per poter impedire il bullismo tra i ragazzi e l'integrazione degli emarginati (pur nella propria DIVERSITA' che va mantenuta)
3) Per essere gratificato dai progressi che i ragazzi fanno, in qualunque campo.
4) Per avere un POSTO_FISSO!

Sto per festeggiare i 10 anni nel sistema scuola, ma ognuno di questi punti mi esalta ancora... purtroppo il DDL sta cercando di smontare tutti questi punti, ma la battaglia è ancora all'inizio.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Dom Lug 12, 2015 5:34 pm

chicca70 ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Chicca se sei così cortese da spiegarmela mi piacerebbe capire la differenza e come la "troppa" passione potrebbe pregiudicare negativamente l'attività didattica
L'eccessiva passione ti fa perdere di vista il fatto che in classe parli per gli studenti,  non per te stesso. Finché mantieni questa consapevolezza,  la passione per il proprio lavoro è una buona cosa, altrimenti no.
Un insegnante che fa lezione per se stesso NON E' UN INSEGNANTE a prescindere dalla passione che ci mette nel fare i suoi monologhi.
Qui si parla di insegnante che interagisce con i suoi studenti e nel fare il suo lavoro seriamente ci mette tanta passione. Questo non può condizionare negativamente l'attività didattica, in nessun caso!
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Dom Lug 12, 2015 5:40 pm

giovanna onnis ha scritto:
chicca70 ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Chicca se sei così cortese da spiegarmela mi piacerebbe capire la differenza e come la "troppa" passione potrebbe pregiudicare negativamente l'attività didattica
L'eccessiva passione ti fa perdere di vista il fatto che in classe parli per gli studenti,  non per te stesso. Finché mantieni questa consapevolezza,  la passione per il proprio lavoro è una buona cosa, altrimenti no.
Un insegnante che fa lezione per se stesso NON E' UN INSEGNANTE a prescindere dalla passione che ci mette nel fare i suoi monologhi.
Qui si parla di insegnante che interagisce con i suoi studenti e nel fare il suo lavoro seriamente ci mette tanta passione. Questo non può condizionare negativamente l'attività didattica, in nessun caso!
Quando andranno in pensione Giovanna Onnis, paniscus_2.0, Lenar ed altri che ora dimentico e di cui mi scuso, la scuola sarà finita.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Dom Lug 12, 2015 6:02 pm

giobbe ha scritto:

Quando andranno in pensione Giovanna Onnis, paniscus_2.0, Lenar ed altri che ora dimentico e di cui mi scuso, la scuola sarà finita.

Per loro sicuramente.
Per gli altri, vedremo. Ogni generazione dice alle successive che fanno schifo (sempre con affetto, ovviamente) e che la società andrà in rovina. Credo che abbia cominciato l'uomo di Cro-Magnon, convinto che i nipoti non avrebbero mai superato l'Ultimo massimo glaciale ;-)
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Dom Lug 12, 2015 6:08 pm

geo&geo ha scritto:
giobbe ha scritto:

Quando andranno in pensione Giovanna Onnis, paniscus_2.0, Lenar ed altri che ora dimentico e di cui mi scuso, la scuola sarà finita.

Per loro sicuramente.
Per gli altri, vedremo. Ogni generazione dice alle successive che fanno schifo (sempre con affetto, ovviamente) e che la società andrà in rovina. Credo che abbia cominciato l'uomo di Cro-Magnon, convinto che i nipoti non avrebbero mai superato l'Ultimo massimo glaciale ;-)
Questo succede quando uno non cita pure geo& geo.........
Hai ragione, una cosa già finita non può finire una seconda volta.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1659
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Dom Lug 12, 2015 6:12 pm

giovanna onnis ha scritto:
chicca70 ha scritto:
giovanna onnis ha scritto:
Chicca se sei così cortese da spiegarmela mi piacerebbe capire la differenza e come la "troppa" passione potrebbe pregiudicare negativamente l'attività didattica
L'eccessiva passione ti fa perdere di vista il fatto che in classe parli per gli studenti,  non per te stesso. Finché mantieni questa consapevolezza,  la passione per il proprio lavoro è una buona cosa, altrimenti no.
Un insegnante che fa lezione per se stesso NON E' UN INSEGNANTE a prescindere dalla passione che ci mette nel fare i suoi monologhi.
Qui si parla di insegnante che interagisce con i suoi studenti e nel fare il suo lavoro seriamente ci mette tanta passione. Questo non può condizionare negativamente l'attività didattica, in nessun caso!
Mah, io di docenti che amano rigirarsi nel loro argomento preferito ne ho visti tanti. Non sono insegnanti nel senso elevato della parola ma, di fatto, svolgono questa professione e non sono pochi.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Dom Lug 12, 2015 6:23 pm

giobbe ha scritto:

Questo succede quando uno non cita pure geo& geo.........
Hai ragione, una cosa già finita non può finire una seconda volta.

Non potevi farlo, perché io sono un supplente,  che non ha mai redatto il programma per la scuola, l'orario degli insegnanti, l'organizzazione dei viaggi d'istruzione, della settimana scientifica, l'utilizzo nella didattica delle nuove tecnologie (cit.)
Ma sono reduce da una bella e faticosa esperienza di tirocinio, che ho fatto insieme a persone preparate, competenti, motivate, solidali ed anche piuttosto simpatiche. Faranno gli insegnanti, sostituendo qualche insegnante che andrà in pensione, e - avendole conosciute e viste all'opera - sono discretamente ottimista sul futuro della  scuola.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Dom Lug 12, 2015 6:38 pm

geo&geo ha scritto:
giobbe ha scritto:

Questo succede quando uno non cita pure geo& geo.........
Hai ragione, una cosa già finita non può finire una seconda volta.

Non potevi farlo, perché io sono un supplente,  che non ha mai redatto il programma per la scuola, l'orario degli insegnanti, l'organizzazione dei viaggi d'istruzione, della settimana scientifica, l'utilizzo nella didattica delle nuove tecnologie (cit.)
Ma sono reduce da una bella e faticosa esperienza di tirocinio, che ho fatto insieme a persone preparate, competenti, motivate, solidali ed anche piuttosto simpatiche. Faranno gli insegnanti, sostituendo qualche insegnante che andrà in pensione, e - avendole conosciute e viste all'opera - sono discretamente ottimista sul futuro della  scuola.
Non ho mai detto che gli insegnanti più anziani sono i migliori. Anzi, sono tra quelli più sfiduciati.
Permetti però che in 40 anni posso vantare un'esperienza di fatto superiore alla tua. Quindi al tuo posto farei meno ironia.
I docenti giovani all'inizio sono pieni di voglia di fare bene, peccato che anche essi si perderanno per strada. Nella scuola c'è un percorso naturale: si entra infarciti di buoni propositi e di voglia di fare bene e valutare con equità e giustizia. Poi......
Tutte quelle attività che ho svolto vogliono solo significare che ho constatato di fatto come molti insegnanti se ne fottono dell'orario didattico ma pensano solo ad entrare l'ora che vogliono loro e uscire quando dicono loro; che organizzano i viaggi d'istruzione ma poi non sono disposti ad accompagnare gli alunni; che la settimana scientifica richiede un dispendio di energie è un notevole surplus di lavoro che non viene minimamente riconosciuto e che solio gli stoici fanno; che l'utilizzo delle tecnologioe nella didattica sono solo un mezzo e non un fine e che vengono utilizzate didatticamente solo dal 10% degli alunni, ecc. ecc.. Esperienze che farai pure tu in futuro.....
geo&geo ha scritto:
Ma sono reduce da una bella e faticosa esperienza di tirocinio, che ho fatto insieme a persone preparate, competenti, motivate, solidali ed anche piuttosto simpatiche.
Colpo di culo.
Tornare in alto Andare in basso
stefy1879



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.05.11

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Dom Lug 12, 2015 10:20 pm

Rispondo per ciò che riguarda alcuni docenti di infanzia e primaria che ho conosciuto e relativo stipendio.  Ci sono in questi ordini di scuola diversi insegnanti,nati negli anni 50, tra cui alcuni son andati o stanno per andare in pensione, che ai loro tempi sono entrati quasi subito in ruolo,  magari vicino a casa, niente di strano fin qui , chiunque avrebbe accettato, ma in molti casi questi docenti hanno svolto il loro lavoro senza nessuna base teorica e nessun amore per la professione,poi va  bhe qualche illuminato sulla via di Damasco c'è sempre...Mia personale opinione solo con l esperienza senza conoscenze teoriche non si riesce a lavorare bene coi bimbi anche o soprattutto se piccoli. Discorso stipendio :quanto percepivano questi docenti a fine carriera ???sui 1600 ...è tutto relativo.......
Tornare in alto Andare in basso
astronotus



Messaggi : 149
Data d'iscrizione : 18.08.12

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Dom Lug 12, 2015 11:51 pm

precario_acciaio ha scritto:
astronotus ha scritto:
precario_acciaio ha scritto:
tellina ha scritto:
Lenar...dai non dir caxxate che non sei il tipo...
Non conosco altri lavoratori nel pubblico, parenti e amici lavorano e lavoricchiano tutti nel privato e son pagati e trattati molto, ma molto, peggio.
È giusto questo? No di certo...ma da quando renzi ha fatto passare lo scempio della nuova riforma del lavoro io mi vergogno anche solo a lamentarmi per il mio stipendio.
Vorrei stipendi diversi per tutti, ovvio.
Ma, perdonatemi la provocazione... Ma se il nostro stipendio è così indegno ...come mai tutti voi (tutti noi) stiam facendo di tutto pur di fare questo lavoro?
No, mi dispiace, il sacro fuoco del missionario non basta come motivazione davanti ad uno stipendio che considerate totalmente insufficiente alla sopravvivenza...
Allora cercate un lavoro altrove così rimane più posto per me!
P.s. chicca anche io ne prendo meno perché spesso scelgo spezzoni pur di rimanere a lavorare vicino a casa...

E invece sì, insegnare è un sacro fuoco e non va banalizzato; per i miei bisogni monacali 1350 euro al mese sono anche troppe, ma so che non per tutti è così, in quanto c'è chi ha parenti a carico.
Il nostro esempio dovrebbe essere Socrate, che continuò a insegnare anche nel giorno della sua esecuzione, sebbene propriamente non ci sia nulla da insegnare ma si sia solo un viaggio verso il nulla... tuttavia tra la vita e il nulla resta il tempo materiale per influenzare altri esseri umani, per quanto refrattari a volte possano sembrare,
"bisogni monacali"? volevo forse dire "bisogni maniacali" cioè quello di sopravvalutare il tuo lavoro!oramai l'insegnamento non è come nel diciannovesimo secolo, o nel primo ventesimo, la società è cambiata la capacità di influenzare lo sviluppo della più classiche delle agenzie educative è molto ridimensionata, in realtà andrebbe ripensato del tutto il concetto di scuola tradizionale magari trasformandolo in qualcosa di diverso, non so cosa ma certo così come è la scuola non serve ad un cazzo per cui concordo con chi dice che 1350 euri che ti danno sono pure troppi!
P.S.
AH dimenticavo io faccio l'insegnante perché non ho avuto alternative, mi sono laureato in fisica e purtroppo in italia è un errore questo che puoi pagare caro, io lo sto facendo vivendo quotidianamente un confronto impari con delle capre ignoranti e irrecuperabili!

Ti squalifichi da solo con l'ultima frase, quindi evito qualunque replica... se dovevi scegliere un lavoro per disperazione era meglio l'ata, che almeno richiede meno anni di studio e uno stipendio non di molto inferiore... ripensaci finchè sei ancora in tempo che di docenti demotivati ce ne sono già abbastanza.
concordo pienamente, purtroppo non è possibile passare ad ata diversamente non ci penserei due volte.
P.S.
io non sono affatto demotivato. io mi faccio il mazzo a scuola è solo che non serve a nulla
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 7:08 am

giobbe ha scritto:

"Secondo il report di Eurydice (portale ufficiale dell'UE), gli stipendi  -  e le indennità  -  degli insegnanti di scuola materna, elementare e media italiani, dal 2009 al 2014, hanno perso l'8 per cento del loro potere d'acquisto. I salari dei prof di scuola superiore sono rimasti quasi invariati, ma decrescono anche questi: dell'1 per cento appena. "In quasi tutti i paesi europei  -  spiegano da Bruxelles  -  i salari degli insegnanti sono cresciuti". In Italia no. Blocco del contratto, scaduto nel 2009, congelamento degli scatti stipendiali e taglio alle risorse per le attività aggiuntive hanno prodotto un calo dello stipendio reale dei docenti italiani di cui, probabilmente, chi è in servizio non ricorda precedenti."
Questo è solo un passaggio dell'articolo pubblicato su Repubblica.

Dal 2009 al 2014 i nostri colleghi greci hanno avuto lo stipendio tagliato del 40%, in Spagna del 14%, in Irlanda del 17%, a Cipro dell'8%, in Romania del 16%, in Olanda del 9%, in UK del 9%, in Islanda del 9% alle superiori e del 14% alle medie, in Slovenia del 17%. In Italia gli stipendi sono bloccati e la diminuzione del potere di acquisto è dell'1% per insegnanti delle superiori e dell'8% per insegnanti delle medie.
A volte leggere le fonti originali, insieme alle sintesi di Repubblica, fa inquadrare meglio i problemi. Sempre problemi rimangono, ovviamente, ma gli articoli di giornale seguono anche logiche di semplificazione e "appealing" per il lettore medio che i dati nudi e crudi non hanno.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 7:18 am

astronotus ha scritto:

P.S.
AH dimenticavo io faccio l'insegnante perché non ho avuto alternative, mi sono laureato in fisica e purtroppo in italia è un errore questo che puoi pagare caro, io lo sto facendo vivendo quotidianamente un confronto impari con delle capre ignoranti e irrecuperabili!

La vita del fisico deve essere durissima, visto che la maggior parte di noi, così come degli studenti e della gente fuori dalla scuola, è sostanzialmente aristotelica: pensa che se un corpo si muove a velocità costante c'è qualcosa che lo spinge da dietro, e che Samantha Cristoforetti abbia vissuto per 200 giorni in un posto in cui non c'era la forza di gravità.
Coraggio ;-)
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 7:37 am

giobbe ha scritto:
Non ho mai detto che gli insegnanti più anziani sono i migliori. Anzi, sono tra quelli più sfiduciati.
Permetti però che in 40 anni posso vantare un'esperienza di fatto superiore alla tua. Quindi al tuo posto farei meno ironia.
L'ironia era dovuta alla tua affermazione pessimistica sulla fine della scuola. Volevo solo dire che come ci sono stati buoni insegnanti fino ad ora, più o meno nella stessa percentuale ce ne saranno in futuro. Tu mi dici che la percentuale è bassa ed io non ho dati per ribattere se non che
giobbe ha scritto:
geo&geo ha scritto:
sono reduce da una bella e faticosa esperienza di tirocinio, che ho fatto insieme a persone preparate, competenti, motivate, solidali ed anche piuttosto simpatiche.
Colpo di culo.
Appunto
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 10:27 am

giovanna onnis ha scritto:
Davide ha scritto:
Vai a fare sto stesso discorso in Grecia e vediamo poi cosa ti dicono i colleghi europei della Grecia. chissà perchè si guarda sempre chi sta meglio come in Germania.  La visione globale la si ha guardando tutto, meglio e peggio.
Sicuramente e la visione globale di cui parli, sicuramente non favorisce i docenti italiani.

http://www.lettera43.it/economia/macro/scuola-e-stipendi-insegnanti-italiani-maglia-nera-ue_43675119406.htm

Rispetto ai colleghi tedeschi noi percepiamo quasi il 50% in meno e rispetto alla media Ocse il nostro stipendio è inferiore di circa il 30%

Trovo molto interessante ed esplicativo questo articolo pubblicato da OS:

http://www.orizzontescuola.it/news/italia-docenti-lavorano-gi-come-colleghi-europei-ma-hanno-stipendio-inferiore

Circa la Grecia, i docenti sono sempre stati una categoria sociale di primo piano, quindi in primis c'è il rispetto del ruolo, poi la gratificazione pure economica.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 3:07 pm

geo&geo ha scritto:
giobbe ha scritto:

"Secondo il report di Eurydice (portale ufficiale dell'UE), gli stipendi  -  e le indennità  -  degli insegnanti di scuola materna, elementare e media italiani, dal 2009 al 2014, hanno perso l'8 per cento del loro potere d'acquisto. I salari dei prof di scuola superiore sono rimasti quasi invariati, ma decrescono anche questi: dell'1 per cento appena. "In quasi tutti i paesi europei  -  spiegano da Bruxelles  -  i salari degli insegnanti sono cresciuti". In Italia no. Blocco del contratto, scaduto nel 2009, congelamento degli scatti stipendiali e taglio alle risorse per le attività aggiuntive hanno prodotto un calo dello stipendio reale dei docenti italiani di cui, probabilmente, chi è in servizio non ricorda precedenti."
Questo è solo un passaggio dell'articolo pubblicato su Repubblica.

Dal 2009 al 2014 i nostri colleghi greci hanno avuto lo stipendio tagliato del 40%, in Spagna del 14%, in Irlanda del 17%, a Cipro dell'8%, in Romania del 16%, in Olanda del 9%, in UK del 9%, in Islanda del 9% alle superiori e del 14% alle medie, in Slovenia del 17%. In Italia gli stipendi sono bloccati e la diminuzione del potere di acquisto è dell'1% per insegnanti delle superiori e dell'8% per insegnanti delle medie.
A volte leggere le fonti originali, insieme alle sintesi di Repubblica, fa inquadrare meglio i problemi. Sempre problemi rimangono, ovviamente, ma gli articoli di giornale seguono anche logiche di semplificazione e "appealing" per il lettore medio che i dati nudi e crudi non hanno.
Anche questi dati numerici estrapolati dal contesto non evidenziano bene la realtà Geo&Geo.
E' vero che i tagli di bilancio hanno colpito maggiormente i colleghi dell'Irlanda, della Grecia, del Portogallo, della Spagna e della Slovenia, ma questo non deve servirci come consolazione esclamando "Noi siamo messi meglio!!".
Ripeto non è confrontandoci con i casi più penalizzati che possiamo fare considerazioni obiettive sul livello di retribuzione dei docenti in Italia. Il dato di fatto è che per il lavoro che svolgiamo, per la nostra professionalità, per il ruolo che abbiamo, SIAMO SOTTOPAGATI!
I dati contenuti nel rapporto sugli stipendi e le indennità degli insegnanti e dei presidi in Europea (Teachers' and School Heads' Salaries and Allowances in Europe 2011/12), pubblicato dalla Commissione europea il 5 ottobre, mette in evidenza che c’è anche l’Italia tra i 16 paesi europei dove gli stipendi degli insegnanti sono stati ridotti o bloccati a causa della crisi economica e delle politiche di austerità dei governi.
Il rapporto copre 32 paesi europei, fra cui i 27 dell'Ue, e le scuole dalle elementari alla fine della secondaria. Oltre che in Irlanda, Grecia e Portogallo, fra i paesi in cui gli insegnanti sono più colpiti dai tagli di bilancio e dalle misure di austerità ci sono anche Spagna e Slovenia. Ma gli stipendi sono calati o sono stati congelati anche in Italia, Bulgaria, a Cipro, Estonia, Francia, Ungheria, Lettonia, Lituania, nel Regno Unito, in Croazia e Liechtenstein.
In Italia, secondo un grafico abbinato allo studio europeo, rispetto all’inflazione lo stipendio di base lordo è calato dal 2000 al 2006, poi è risalito dal 2006 al 2009, per poi ridiscendere dal 2009 fino a tornare nel 2012 al livello iniziale del 2000.

Negli ultimi due anni gli stipendi degli insegnanti sono stati direttamente colpiti dalla crisi economica. Gli stipendi e le indennità del personale scolastico sono stati ridotti o congelati in circa la metà dei paesi esaminati. A partire dall'anno scolastico 2009/2010, e in particolare dopo la metà del 2010, l'effetto della recessione economica e la pressione sulle finanze pubbliche è stato molto più pronunciato. Oggi ci sono più paesi costretti ad applicare i tagli salariali nel settore dell’istruzione. In alcuni di questi, tra cui l’Italia, a causa del blocco della contrattazione collettiva nazionale, gli stipendi non sono stati indicizzati ai livelli di inflazione, quindi, di conseguenza, il loro potere d'acquisto complessivo è diminuito.

Hai ragione è sempre utile leggere le fonti originali come hai sottolineato a Giobbe!

FONTE 1

FONTE 2
Tornare in alto Andare in basso
Davide



Messaggi : 3372
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 8:38 pm

vuoi uno stipendio più alto? Perchè non cerchi un lavoro dove potresti ottenerlo? Non capisco ste lamentele. L'obbligo di rimanere docente non mi pare venga imposto da nessuno. Il licenziamento verso altre opportunità non è vietato. Il mio stipendio non è alto, ma ringrazio DIO di averlo, mille volte! Ringrazio altrettanto per avere 2 settimane di vacanza a Natale, 1 a Pasqua, ponti vari, eventuali ponti per elezioni, parte di luglio a casa. Agosto lasciamo stare. Lo stipendio non sarà alto, ma proprio non posso lamentarmi di tutte le altre condizioni favorevoli.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 8:47 pm

giovanna onnis ha scritto:
Anche questi dati numerici estrapolati dal contesto non evidenziano bene la realtà Geo&Geo.
E' vero che i tagli di bilancio hanno colpito maggiormente i colleghi dell'Irlanda, della Grecia, del Portogallo, della Spagna e della Slovenia, ma questo non deve servirci come consolazione esclamando "Noi siamo messi meglio!!".

Nessuno nega che gli insegnanti in Italia vengano pagati poco, non avevo detto che il problema da noi non c'è.
Ti ricordo però che l'articolo di Repubblica citato metteva l'accento solo sul problema italiano, rispetto ad una quasi idilliaca situazione degli altri paesi europei, lasciando intendere che nel resto dell'Europa il problema non esistesse affatto (fin dal titolo: "Insegnanti italiani sempre più poveri. Ma in Europa gli stipendi crescono"):
Citazione :
"In quasi tutti i paesi europei  -  spiegano da Bruxelles  -  i salari degli insegnanti sono cresciuti". In Italia no.

Messa in questi termini, la questione è incomprensibile. Perché in Italia no? Gli altri hanno risolto la crisi prima di noi? L'Europa ci sta fregando anche stavolta? Abbiamo fatto delle scelte sbagliate? Colpa della troika? Boh.
Il documento che avevo riportato in un post precedente, la tabella, i dati che hai aggiunto nei link... forse rendono il problema meno giornalistico, complicano le cose, ma intanto - quando qualcuno mi dirà che il debito pubblico non è un vero problema, che i debiti non li paga nessuno, che tanto è l'economia reale che conta -mi ricorderò la lunga lista dei paesi che in tempo di crisi hanno tagliato gli stipendi agli insegnanti :-(

Tornare in alto Andare in basso
Davide



Messaggi : 3372
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 8:51 pm

Esatto. Con un debito pubblico così spaventoso hai voglia a chiedere aumenti... E' già buono se non tagliano come in Grecia. E con questo NON mi dichiaro contento, affatto. Ma guardo la situazione reale e non ideale.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 9:48 pm

Davide ha scritto:
Esatto. Con un debito pubblico così spaventoso hai voglia a chiedere aumenti... E' già buono se non tagliano come in Grecia. E con questo NON mi dichiaro contento, affatto. Ma guardo la situazione reale e non ideale.

A onor del vero hanno tagliato ben più che in Grecia, non lo stipendio, ma 90 mila posti in tre anni.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 10:55 pm

Davide ha scritto:
Il mio stipendio non è alto, ma ringrazio DIO di averlo, mille volte! Ringrazio altrettanto per avere (....)

E certo, adesso ci manca pure di convincersi che lo stipendio ce l'abbia regalato Dio per chissà quale disegno mistico universale, invece di essere normalmente dovuto e meritato per normative civili ben precise stabilite dal diritto.

Ma che livello insopportabile di stucchevolezza patetica, giuro, non ho parole...
Tornare in alto Andare in basso
Davide



Messaggi : 3372
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 10:57 pm

Se pensi che entro lo scorso settembre in Grecia si era stimato di mettere in mobilità 12.500 unità del settore istruzione. E i greci sono "solo" 11 milioni di abitanti. in Italia siamo oltre 60 milioni.
Comunque, per la precisione, il discorso era riferito ai tagli o aumenti di stipendio non di unità di personale.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3586
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 11:20 pm

A leggere Davide mi viene l'orticaria. ..
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 11:21 pm

Davide ha scritto:
vuoi uno stipendio più alto? Perchè non cerchi un lavoro dove potresti ottenerlo? Non capisco ste lamentele. L'obbligo di rimanere docente non mi pare venga imposto da nessuno. Il licenziamento verso altre opportunità non è vietato. Il mio stipendio non è alto, ma ringrazio DIO di averlo, mille volte! Ringrazio altrettanto per avere 2 settimane di vacanza a Natale, 1 a Pasqua, ponti vari, eventuali ponti per elezioni, parte di luglio a casa. Agosto lasciamo stare. Lo stipendio non sarà alto, ma proprio non posso lamentarmi di tutte le altre condizioni favorevoli.
Se vuoi una risposta ti rispondo SI e lo scrivo bello grande perchè sia chiaro!!!
Perchè voglio uno stipendio piu' alto mi pare di aver esplicitato chiaramente le mie motivazioni in un post precedente.
Le mie, caro Davide, non sono lamentele, ma RIVENDICAZIONI per ciò che sarebbe un nostro diritto, ma non insisto ulteriormente con questo argomento perchè sono sicura che, volutamente, mi fraitenderesti.
Solo una precisazione, il mio posto di lavoro non mi è piovuto dal cielo per grazia ricevuta, me lo sono conquistato con sudore e fatica e con immensi sacrifici dei miei genitori che mi hanno mantenuto agli studi e mi hanno permesso di laurearmi con orgoglio e tanto onore.
Il mio lavoro mi piace, ci metto molta passione e investo tanto del mio "tempo libero" per poter portare avanti la mia professione nel modo più adeguato e funzionale per gli studenti.
Io non voglio cambiare lavoro, ma vorrei arrivare a fine mese più serena e non con l'acqua alla gola, ma forse tu questo non puoi capirlo accecato come sei dalle " tutte le altre condizioni favorevoli".
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Lun Lug 13, 2015 11:41 pm

Davide ha scritto:
Esatto. Con un debito pubblico così spaventoso hai voglia a chiedere aumenti... E' già buono se non tagliano come in Grecia. E con questo NON mi dichiaro contento, affatto. Ma guardo la situazione reale e non ideale.

Guada che il debito pubblico si può tranquillamente sistemare senza tagliare gli stipendi degli insegnanti.

Un dato su tutti: negli ultimi anni (dal 2009) il monte stipendi complessivo della PA è CALATO in valore assoluto (da 174 a 170 miliardi annui, se non vado errato) MA la spesa pubblica è comunque aumentata. E non mi si dica che è per via del fatto che la spesa per beni materiali è cresciuta per colpa dell'inflazione perché l'inflazione negli ultimi anni è stata praticamente 0. E non mi si dica che è per colpa delle pensioni perché, grazie alla fornero, la spesa pensionistica è sotto controllo. E non mi si dica che è per colpa del servizio al debito, perché il BTP decennale paga il 2,2% LORDO. Inoltre i soldi non sono andati in investimenti infrastrutturali perché anche quella voce ha subito un calo consistente

Ora, ne deduco che non è colpa dei dipendenti della PA se il debito aumenta. Ne deduco altresì che concreti risparmi potrebbero essere fatti riducento la spesa corrente, unica voce del bilancio che cresce con costanza.

Inoltre, siccome, ribadisco, gli insegnanti ed i lavoratori della scuola, nel contesto della PA, sono quelli MENO pagati, se anche l'incremento del debito fosse da imputare agli stipendi dei dipendenti della PA, tra tutti i dipendenti della PA gli insegnanti sarebbero i MENO colpevoli.
Tornare in alto Andare in basso
Davide



Messaggi : 3372
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Mar Lug 14, 2015 11:04 pm

Il discorso sul debito è molto complesso, altrimenti lo avrebbero già risolto. Non addentriamoci oltre.

Se vuoi uno stipendio migliore, ripeto, prova a guardare oltre la scuola e vedi, se riesci a trovarne uno che possa soddisfare anche le tue attese economiche. Non mi pare di dire nulla di strano.

Mi pare corretto da parte mia, oltre a sottolineare lo stipendio basso, sottolineare anche le vacanze di Natale, di Pasqua, i ponti e parte di luglio, oggi a 3 settimane dal termine del mese di luglio una gran parte dei docenti è già in vacanza. Molto spesso, sempre, nessuno sottolinea questi piccolissimi aspetti. Io li sottolineo da docente e sono ben contento di averli. Forse qualcuno di voi si lamenta anche delle vacanze?
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: 1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?   Mar Lug 14, 2015 11:27 pm

Davide ha scritto:

Mi pare corretto da parte mia, oltre a sottolineare lo stipendio basso, sottolineare anche le vacanze di Natale, di Pasqua, i ponti e parte di luglio, oggi a 3 settimane dal termine del mese di luglio una gran parte dei docenti è già in vacanza. Molto spesso, sempre, nessuno sottolinea questi piccolissimi aspetti. Io li sottolineo da docente e sono ben contento di averli. Forse qualcuno di voi si lamenta anche delle vacanze?

Ammesso e non concesso che quanto sopra sia vero, ovvero che i periodo di interruzione dell'attività didattica corrispondano a "giorni di ferie" (così, di fatto non è, almeno per molti docenti, me incluso, che devono necessariamente investire buona parte dei giorni di "vacanza" per studiare, formarsi, aggiornarsi etc etc...) ciò non toglie che lo stipendio rimanga basso.

Personalmente preferirei che mi offrissero, nel contesto della scuola, la possibilità di fare quello che faccio a casa PER la scuola, in modo tale da spazzar via questa mega-bufala dei tre mesi di ferie e di levare a quelli che portano questo falso argomento come ragione per giustificare gli stipendi da fame, questa scusa che, con un francesismo, definirei "del cazzo".


Tornare in alto Andare in basso
 
1350 euro al mese sono pochi. Perchè fate questo lavoro? O perchè desiderate farlo?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Emilio Fede si lamenta per 20000 euro al mese sono pochi!!!
» I comuni devono avere almeno 100.000 abitanti
» tra un mese sono in corsa... e prima c'è la Loette
» oggi sono entrata nel 7 mese
» io però, mo c'ho paura perchè gli embrioni icsi non sono buoni come quelli

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: