Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mar Lug 14, 2015 11:47 am

Promemoria primo messaggio :

Vi sono due modi di concepire la Filosofia:
1) Come corpus di conoscenze da acquisire, e questo primo modo richiede buone basi culturali.
2) Come occasione per riflettere sulla propria esistenza senza appiattirsi sui luoghi comuni e gli stereotipi ( facendo comunque riferimento al corpus di cui sopra).

Noi A36 e A37 scontiamo la pena del primo modo di intendere la Filosofia, tuttavia credo sia possibile iniziare un tipo di Filosofia qualitativamente differente che faccia tesoro della filosofia degli ultimi 30 anni (Counseling filosofico e affini) per consentire l'ampliamento di questa disciplina anche alla scuola primaria (vedi philosophy for children) e soprattutto a tutte le scuole professionali, dove maggiore è avvertita l'ansia e il dolore di esistere, manifestato in atti di violenza o nello stordimento nella posticcia pace delle tecnologie di intrattenimento o delle droghe.

P.s. Vorrei evitare la polemica sulle cdc, assunzioni ecc... tanto stiamo parlando solo in teoria e nessuno ne è realmente minacciato...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mar Lug 14, 2015 10:10 pm

chicca70 ha scritto:
Comunque fare più ore a scuola è possibile solo in modo limitato. Paszare da 30 ore settimanali a 33 è possibile,  salvaguardando anche lo studio individuale che è imprescindibile; oltre no perché diventerebbe puro babysitteraggio. La scuola non può diventare totalizzante nella vita dei ragazzi.  Proporlo è segno di scarsa stima nelle capacità dei propri alunni.

Dissento: io stesso ho fatto 34 ore di lezione a settimana (socio psico pedagogico, 1994-1999) e ne avrei fatte anche di più, ma esclusivamente se intervallate da lezioni non frontali, come lezioni dialogate e molte ore di Sport; fare 40 ore di lezioni frontali tradizionali concordo sia un macigno.
Dobbiamo renderci conto che la scuola in determinati contesti lotta ogni giorno per evitare che i ragazzi diventino manovalanza della criminalità organizzata e ampliando e diversificando l'offerta didattica potrebbe raggiungere l'obiettivo.
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4205
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mar Lug 14, 2015 10:14 pm

precario_acciaio ha scritto:
Vi sono due modi di concepire la Filosofia:
1) Come corpus di conoscenze da acquisire, e questo primo modo richiede buone basi culturali.
2) Come occasione per riflettere sulla propria esistenza senza appiattirsi sui luoghi comuni e gli stereotipi ( facendo comunque riferimento al corpus di cui sopra).

Noi A36 e A37 scontiamo la pena del primo modo di intendere la Filosofia, tuttavia credo sia possibile iniziare un tipo di Filosofia qualitativamente differente che faccia tesoro della filosofia degli ultimi 30 anni (Counseling filosofico e affini) per consentire l'ampliamento di questa disciplina anche alla scuola primaria (vedi philosophy for children) e soprattutto a tutte le scuole professionali, dove maggiore è avvertita l'ansia e il dolore di esistere, manifestato in atti di violenza o nello stordimento nella posticcia pace delle tecnologie di intrattenimento o delle droghe.

P.s. Vorrei evitare la polemica sulle cdc, assunzioni ecc... tanto stiamo parlando solo in teoria e nessuno ne è realmente minacciato...
Non posso non condiividere per formazione (non per opportunismo gughiano)
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mar Lug 14, 2015 10:17 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Si, ma mi piace che lucetta si fidi ciecamente di me; lo farà anche se gli dico che lo studio della filosofia è bello ma sterile; Platone, Seneca, Nice, Kant hanno detto cose che non riuscirai ad applicare nella vita di tutti i giorni, quindi come materia trasversale non vale una cippa come l'elettronica.

OK, lo ammetto, essendo io un elettronico è più facile prendermi sul serio come detrattore dell'elettronica che come detrattore della filosofia; forse qualcuno di voi vorrà illustrarmi uno scorcio di filosofia Kantiana ed una sua applicazione pratica ?

Magari cambio idea.

Non c'è e non c'è stato generale, imperatore, re, dittatore, ... che non si sia ispirato a Nietzsche, Kant, Platone, Seneca, Marx... senza la filosofia non ci sarebbe la storia.  

Questo è molto discutibile. La storia non nasce dalle pulsioni e dai desideri dei singoli ma dalle necessità imposte dal contesto produttivo ed economico. Le giustificazioni etiche, filosofiche o religiose date dai protagonisti al loro agire sono semplici sofismi che servono per mascherare l'innominabile verità: ho agito in un certo senso perché così conveniva a me, al mio partito o al gruppo sociale di cui faccio parte.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1651
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mar Lug 14, 2015 10:20 pm

precario_acciaio ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Comunque fare più ore a scuola è possibile solo in modo limitato. Paszare da 30 ore settimanali a 33 è possibile,  salvaguardando anche lo studio individuale che è imprescindibile; oltre no perché diventerebbe puro babysitteraggio. La scuola non può diventare totalizzante nella vita dei ragazzi.  Proporlo è segno di scarsa stima nelle capacità dei propri alunni.

Dissento: io stesso ho fatto 34 ore di lezione a settimana (socio psico pedagogico, 1994-1999) e ne avrei fatte anche di più, ma esclusivamente se intervallate da lezioni non frontali, come lezioni dialogate e molte ore di Sport; fare 40 ore di lezioni frontali tradizionali concordo sia un macigno.
Dobbiamo renderci conto che la scuola in determinati contesti lotta ogni giorno per evitare che i ragazzi diventino manovalanza della criminalità organizzata e ampliando e diversificando l'offerta didattica potrebbe raggiungere l'obiettivo.
Quindi in sostanza tu vuoi internare in una specie di riformatorio i ragazzi a rischio.  E tutti gli altri,  ossia la maggioranza?  Reclusi a scuola per prevenzione?  La vita privata è un diritto così come è un diritto avere il tempo per studiare in modo individuale.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mar Lug 14, 2015 10:20 pm

precario_acciaio ha scritto:

Dobbiamo renderci conto che la scuola in determinati contesti lotta ogni giorno per evitare che i ragazzi diventino manovalanza della criminalità organizzata e ampliando e diversificando l'offerta didattica potrebbe raggiungere l'obiettivo.


Se parli di contesti limite come quelli a forte incidenza criminale, solo pensare di tenere i ragazzi a scuola 40 ore è fuori dal mondo. Immaginare poi che questo possa trovare il loro gradimento è impossibile.
La lotta contro la dispersione non si può certo affrontare aumentando le ore di (non)scuola!
Hai mai lavorato con ragazzi rom? Per loro rimanere a scuola, seduti ma anche in palestra, in laboratorio, dove ti pare (e molto spesso si tenta proprio la strada della diversificazione didattica) è una sofferenza inaudita. Per queste situazioni non si può pensare a una soluzione che ispessisca la catena.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mar Lug 14, 2015 10:21 pm

Lenar ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Si, ma mi piace che lucetta si fidi ciecamente di me; lo farà anche se gli dico che lo studio della filosofia è bello ma sterile; Platone, Seneca, Nice, Kant hanno detto cose che non riuscirai ad applicare nella vita di tutti i giorni, quindi come materia trasversale non vale una cippa come l'elettronica.

OK, lo ammetto, essendo io un elettronico è più facile prendermi sul serio come detrattore dell'elettronica che come detrattore della filosofia; forse qualcuno di voi vorrà illustrarmi uno scorcio di filosofia Kantiana ed una sua applicazione pratica ?

Magari cambio idea.

Non c'è e non c'è stato generale, imperatore, re, dittatore, ... che non si sia ispirato a Nietzsche, Kant, Platone, Seneca, Marx... senza la filosofia non ci sarebbe la storia.  

Questo è molto discutibile. La storia non nasce dalle pulsioni e dai desideri dei singoli ma dalle necessità imposte dal contesto produttivo ed economico. Le giustificazioni etiche, filosofiche o religiose date dai protagonisti al loro agire sono semplici sofismi che servono per mascherare l'innominabile verità: ho agito in un certo senso perché così conveniva a me, al mio partito o al gruppo sociale di cui faccio parte.


e chi ha dato voce e forma alla mia convenienza e l'ha resa riconoscibile e "universale"? Anche l'immaginario fa la storia
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mar Lug 14, 2015 10:22 pm

lucetta10 ha scritto:

e il fatto che alcuni (molti) concetti coniati dalla filosofia siano entrati nel DNA della nostra società non ti suggerisce niente?

Potrebbe suggerire che i concetti filosofici interiorizzati dalla società siano quelli che meglio si adattano alla struttura del sistema produttivo e sociale attuale. Insomma, assodato che nel complesso del filosofeggiare degli ultimi 3000 anni ci sta praticamente di tutto, prendo, di volta in volta quello che più mi conviene/convince/torna utile.

Domani, in un contesto diverso, prenderò altro dal medesimo altisonante calderone.

Invece, tornando all'elettronica, il BJT che studio oggi sarà tale e quale anche domani, e dopodomani e tra un anno... in secula seculorum, amen.

Se, invece, pensiamo alla meccanica, possiamo osservare che il "giunto cardanico" inventato 500 anni fa (da Cardano, per l'appunto) viene ancora buono tutt'oggi.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mar Lug 14, 2015 10:27 pm

Lenar ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

e il fatto che alcuni (molti) concetti coniati dalla filosofia siano entrati nel DNA della nostra società non ti suggerisce niente?

Potrebbe suggerire che i concetti filosofici interiorizzati dalla società siano quelli che meglio si adattano alla struttura del sistema produttivo e sociale attuale. Insomma, assodato che nel complesso del filosofeggiare degli ultimi 3000 anni ci sta praticamente di tutto, prendo, di volta in volta quello che più mi conviene/convince/torna utile.

Domani, in un contesto diverso, prenderò altro dal medesimo altisonante calderone.

Invece, tornando all'elettronica, il BJT che studio oggi sarà tale e quale anche domani, e dopodomani e tra un anno... in secula seculorum, amen.




Allora diciamo che la filosofia è il calderone, diciamo il repertorio, la struttura profonda del nostro pensare e agire. Buono oggi e domani
E diciamo anche che conoscere o non conoscere il calderone discrimina tra chi sarà inconsapevole vittima di bassi interessi utilitaristici e chi almeno acquisirà coscienza dei suoi meccanismi.

Non mi pare poco
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 6:22 am

chicca70 ha scritto:
precario_acciaio ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Comunque fare più ore a scuola è possibile solo in modo limitato. Paszare da 30 ore settimanali a 33 è possibile,  salvaguardando anche lo studio individuale che è imprescindibile; oltre no perché diventerebbe puro babysitteraggio. La scuola non può diventare totalizzante nella vita dei ragazzi.  Proporlo è segno di scarsa stima nelle capacità dei propri alunni.

Dissento: io stesso ho fatto 34 ore di lezione a settimana (socio psico pedagogico, 1994-1999) e ne avrei fatte anche di più, ma esclusivamente se intervallate da lezioni non frontali, come lezioni dialogate e molte ore di Sport; fare 40 ore di lezioni frontali tradizionali concordo sia un macigno.
Dobbiamo renderci conto che la scuola in determinati contesti lotta ogni giorno per evitare che i ragazzi diventino manovalanza della criminalità organizzata e ampliando e diversificando l'offerta didattica potrebbe raggiungere l'obiettivo.
Quindi in sostanza tu vuoi internare in una specie di riformatorio i ragazzi a rischio.  E tutti gli altri,  ossia la maggioranza?  Reclusi a scuola per prevenzione?  La vita privata è un diritto così come è un diritto avere il tempo per studiare in modo individuale.

No, stai semplificando troppo il mio pensiero. Il mio progetto è una revisione globale della Scuola e quindi della Società, ed è rivolto a tutti gli studenti. Chi ha devianze e problemi sociali deve però essere sempre un soggetto privilegiato, per evitare che si verifichi il loro destino eteroimposto.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 6:24 am

lucetta10 ha scritto:
precario_acciaio ha scritto:

Dobbiamo renderci conto che la scuola in determinati contesti lotta ogni giorno per evitare che i ragazzi diventino manovalanza della criminalità organizzata e ampliando e diversificando l'offerta didattica potrebbe raggiungere l'obiettivo.


Se parli di contesti limite come quelli a forte incidenza criminale, solo pensare di tenere i ragazzi a scuola 40 ore è fuori dal mondo. Immaginare poi che questo possa trovare il loro gradimento è impossibile.
La lotta contro la dispersione non si può certo affrontare aumentando le ore di (non)scuola!
Hai mai lavorato con ragazzi rom? Per loro rimanere a scuola, seduti ma anche in palestra, in laboratorio, dove ti pare (e molto spesso si tenta proprio la strada della diversificazione didattica) è una sofferenza inaudita. Per queste situazioni non si può pensare a una soluzione che ispessisca la catena.

Sì, ci ho lavorato, hai frainteso totalmente. Parli di inspessire la catena, ma il problema è appunto che è la catena stessa a dover cambiare, proponendo attività "altre" (e poi comunque i ragazzi rom sono un caso particolare di una popolazione scolastica immensa).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 6:31 am

paniscus_2.0 ha scritto:
precario_acciaio ha scritto:
Non necessariamente tutti, ma chi ha situazioni familiari difficili (buona parte di quelli dei professionali) avrebbe bisogno di una forte istituzione che li aiuti a crescere in ogni senso. Mi spiace che non condividi la mia visione della scuola, ma il bello dei forum è appunto questo.

Ma il punto è che quella che descrivi tu non è affatto una "istituzione forte".

E' semplicemente un generico asilo-ludoteca-intrattenitoio con l'unico scopo di "tenere buoni" i ragazzi in un ambiente protetto per più ore al giorno possibili, e di che non avrebbe certo l'effetto di aiutarli a crescere, ma al contrario, quello di deresponsabilizzarli ancora di più e di renderli sempre più dipendenti dalla gestione e dall'organizzazione di qualcun altro.

Per non parlare dell'apprendimento e dell'istruzione vera e propria, che non esisterebbero proprio più e che sarebbero ridotti esclusivamente a passatempo, socializzazione e svacco collettivo.

L.

Non capisci, non ha nulla a che fare con la ludoteca, sto parlando di una scuola nuova, che sappia però mantenere le lezioni attuali che non verrebbero toccate da nessuno. Sarebbe solo una scuola che dà uguali possibilità a tutti e mette al centro il ragazzo, come tanta pedagogia vorrebbe intendere di voler fare.
Dipendenti da qualcun altro? La semplice presenza di un adulto non genera dipendenza, l'adulto può essere anche un professionista che ti istrada verso il mondo del lavoro (altro compito fondamentale in questo progetto).
Per quel che mi riguarda sarebbe meglio che tutti andassero a scuola fino a 18 anni e poi basta, ma potendo usufruire di una Scuola Integrale che offra un imponente scelta di materie, corsi anche pomeridiani, recuperi e collegamenti con il mondo del lavoro (e un potenziamento di Filosofia, ma questo tra i tanti potenziamenti).
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1651
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 7:40 am

precario_acciaio ha scritto:
chicca70 ha scritto:
precario_acciaio ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Comunque fare più ore a scuola è possibile solo in modo limitato. Paszare da 30 ore settimanali a 33 è possibile,  salvaguardando anche lo studio individuale che è imprescindibile; oltre no perché diventerebbe puro babysitteraggio. La scuola non può diventare totalizzante nella vita dei ragazzi.  Proporlo è segno di scarsa stima nelle capacità dei propri alunni.

Dissento: io stesso ho fatto 34 ore di lezione a settimana (socio psico pedagogico, 1994-1999) e ne avrei fatte anche di più, ma esclusivamente se intervallate da lezioni non frontali, come lezioni dialogate e molte ore di Sport; fare 40 ore di lezioni frontali tradizionali concordo sia un macigno.
Dobbiamo renderci conto che la scuola in determinati contesti lotta ogni giorno per evitare che i ragazzi diventino manovalanza della criminalità organizzata e ampliando e diversificando l'offerta didattica potrebbe raggiungere l'obiettivo.
Quindi in sostanza tu vuoi internare in una specie di riformatorio i ragazzi a rischio.  E tutti gli altri,  ossia la maggioranza?  Reclusi a scuola per prevenzione?  La vita privata è un diritto così come è un diritto avere il tempo per studiare in modo individuale.

No, stai semplificando troppo il mio pensiero. Il mio progetto è una revisione globale della Scuola e quindi della Società, ed è rivolto a tutti gli studenti. Chi ha devianze e problemi sociali deve però essere sempre un soggetto privilegiato, per evitare che si verifichi il loro destino eteroimposto.
E perché mai devono essere il soggetto privilegiato ai danni della maggioranza?  Il destino non è mai del tutto eteroimposto.
Noto però che continui a non spiegare come si concilia la tua idea con il tempo per lo studio individuale. Forse non sarà più necessario perché l'importante sarà la presenza a scuola? Lo studio sarà sostituito da tante ore di educazione fisica in modo da sfiancare i ragazzi che, stanchi morti,  non andranno quindi a commettere reati?
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7546
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 7:48 am

La fetta di ragazzini rom, sinti ecc...dici che non è una grossa fetta della torta...può essere anche se in molte scuole dove ho lavorato...lo era.
Ok, ragioniam sulla torta, via questa fetta passiamo a quella di fianco: ben più consistente, qui a milano copre quasi mezza torta, per capirci... Son ragazzini stranieri, di primo arrivo (e se fosse solo così farli rimanere a scuola più ore sarebbe ottima cosa anche per loro) ma sono anche di prima scolarizzazione (praticamente mai stati a scuola, rinchiusi tra 4 mura, seduti su sedia davanti al banco...immobili. Bene, dirai tu, per loro percorsi di scienze motorie e laboratori artistici...yeahhhhhhh...no, non funziona così.
Per questi ragazzini il fatto stesso d'esser costretti a stare in un luogo, in gruppo, socializzazione forzata e anche in una lingua diversa dalla loro, è già fonte di stress che riescono a gestire, seppur con fatica e buona volontà, per tot ore e non di più (e lo so per certo proprio perché in molte scuole dove ho lavorato con loro, sebbene fossero stati inseriti in sezioni a tempo prolungato, venivan poi o spostati o esonerati da quegli stessi pomeriggi che tu, in buona fede, avresti visto come la loro salvezza!).
E di fette di torta...ce ne sono anche altre...
La scuola non può essere un doposcuola. Fisicamente non può.
Perché funzionano spesso più gli oratori dei corsi pomeridiani scolastici di recupero? È l'ambiente differente che consente un approccio differente (e il bello è che negli oratori milanesi ormai metà dei ragazzini frequentanti son di religione musulmana! Vorrà ben dire qualche cosa...i ragazzini musulmani di famiglie più integraliste invece frequentano corsi coranici nelle scuole islamiche... Molti, o tutti sigh, dei loro pomeriggi quindi son già impegnati...)
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 8:09 am

precario_acciaio ha scritto:

Non capisci,

No, fattene una ragione, non è che non sia d'accordo con te perché "non capisco" il tuo punto di vista: semplicemente, l'ho capito benissimo, e NON lo condivido, la considero prioprio una posizione sbagliata. Sarà pure legittimo?

Citazione :
Per quel che mi riguarda sarebbe meglio che tutti andassero a scuola fino a 18 anni e poi basta, ma potendo usufruire di una Scuola Integrale che offra un imponente scelta di materie, corsi anche pomeridiani, recuperi e collegamenti con il mondo del lavoro (e un potenziamento di Filosofia, ma questo tra i tanti potenziamenti).

E' proprio questo che secondo me è negativo: la pretesa velleitaria, ma soprattutto inopportuna e controproducente, che la scuola diventi un'istituzione integrale in cui si fa tutto, si pensa a tutto e si offre di tutto.

A parte il fatto di principio che qualsiasi idea di "istituzione integrale" mi fa un po' di paura, proprio in senso totalitario e di controllo sociale... ma il punto è che la scuola ha svolto bene il suo ruolo sociale e culturale PROPRIO finché si è limitata a svolgere il suo compito specifico, che le è proprio, ovvero quello di trasmettere conoscenze e cultura.

E il declino inesorabile della scuola è cominciato proprio da quando si è preteso di trasformarla in un centro multifunzionale di pubblica assistenza con lo scopo generico di "combattere il disagio dei giovani" e "incoraggiare la loro socializzazione", rinnegando il suo scopo istitutivo vero (o mettendolo in secondo piano) e pretendendo che si improvvisasse goffamente come consultorio, sportello psicologico, circolo sportivo, ludoteca, oratorio, parco giochi e centro commerciale. Questo passaggio disastroso è già avvenuto, e tu non solo non te ne accorgi, ma vorresti che fosse enfatizzato e rafforzato ancora di più?

Per tali attività, che pure sono importanti e utili, bisogna semmai rivendicare il rafforzamento di ALTRI servizi sul territorio, gestiti da operatori specializzati in quelle, che si occupino di quelle, e che sappiano farlo in maniera professionale. Non certo scaricare tutto indefinitamente sulla scuola, togliendole ulteriormente quel poco di forza che le è rimasta nel suo campo specifico, ossia l'istruzione.

L.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 8:26 am

Ah, e per tornare al topic, sia chiaro che non ho NULLA contro l'eventualità di potenziare proprio la filosofia piuttosto che qualcos'altro. Semplicemente, non ritengo né utile né opportuno l'ingolfamento in generale di tutti i potenziamenti che auspichi tu, che siano di filosofia o di musica o di qualsiasi altra cosa, al solo scopo di "far stare i ragazzi lì".
Tornare in alto Andare in basso
angie



Messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 9:15 am

Io ritengo che la filosofia possa aiutare a ragionare, a sviluppare la logica, per cui non può che giovare, specie in questa società, spesso superficiale e poco costruttiva.
La musica affina lo spirito, sviluppa la sensibilità ecc.......è giusto studiarla, conoscerla! Se si pone attenzione ai letterati di un determinato periodo perchè non soffermarsi anche sugli altri ambiti culturali??? Arte, musica?
Quando spiego per es. il Romanticismo, cerco di allargare il panorama, di non fossilizzarmi solo su ciò che è di mia pertinenza per dare un'informazione più completa, più interessante, trovo gli allievi partecipi, certo altra cosa sarebbe se ogni docente sviluppasse più approfonditamente i propri argomenti, salvo poi a poter fare, magari, anche un lavoro di squadra, interdisciplinare.


Ultima modifica di angie il Mer Lug 15, 2015 9:20 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
fracchia



Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 02.07.15

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 9:18 am

speriamo. anche per qualche insegnante
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 9:31 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Ah, e per tornare al topic, sia chiaro che non ho NULLA contro l'eventualità di potenziare proprio la filosofia piuttosto che qualcos'altro. Semplicemente, non ritengo né utile né opportuno l'ingolfamento in generale di tutti i potenziamenti che auspichi tu, che siano di filosofia o di musica o di qualsiasi altra cosa, al solo scopo di "far stare i ragazzi lì".

Purtroppo ti manca qualche passaggio, il discorso è molto più articolato di "far stare i ragazzi lì", anche perchè hai tirato fuori ludoteche e centri commerciali (!?) che non hanno attinenza con l'argomento... la tua posizione è comunque legittima e apprezzabile anche se poggia in parte sul fraintendimento del discorso; i problemi che enuclei tu (possibile ipertrofia dell'offerta didattica) nella mia ipotesi ci sono indubbiamente, su quello occorererrebbe una progettazione precisa atta a evitare questo rischio.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 9:34 am

angie ha scritto:
Io ritengo che la filosofia possa aiutare a ragionare, a sviluppare la logica, per cui non può che giovare, specie in questa società, spesso superficiale e poco costruttiva.
La musica affina lo spirito, sviluppa la sensibilità ecc.......è giusto studiarla, conoscerla! Se si pone attenzione ai letterati di un determinato periodo perchè non soffermarsi anche sugli altri ambiti culturali??? Arte, musica?
Quando spiego per es. il Romanticismo, cerco di allargare il panorama, di non fossilizzarmi solo su ciò che è di mia pertinenza per dare un'informazione più completa, più interessante, trovo gli allievi partecipi, certo altra cosa sarebbe se ogni docente sviluppasse più approfonditamente i propri argomenti, salvo poi a poter fare, magari, anche un lavoro di squadra, interdisciplinare.

E' ciò che intendo, non a caso avevo sottolineato l'importanza del potenziamento prioritariamente di Musica, Arte, Filosofia ed Educazione Sportiva... poter studiare Adorno in Filosofia (secondo quadrimestre della quinta) ponendolo in relazione con la musica Dodecafonica di Schonberg spiegandola anche da un punto di vista musicale sarebbe un'esperienza culturale di primo livello...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 9:42 am

Questa è un'osservazione interessante, anch'io ho lavorato con gli stranieri di prima immigrazione e sicuramente soffrivano a dover stare reclusi in una scuola... è anche vero però che questa sofferenza derivava in gran parte dal fatto che attorno a loro avevano il "nulla" più totale, cioè insegnanti ed educatori che avevano un grande entusiasmo ma non conoscevano la loro lingua e quindi per loro era una frustrazione continua... questo sarebbe ovviabile in parte avendo dei mediatori culturali preparati, ma sicuramente ciò comporta spese e difficoltà logistiche non indifferenti.
Comunque esiste un linguaggio universale, che è quello del corpo, ed è compreso da Sinti, Rom, Libici, Italiani e Francesi, ed è per quello che ritengo che sia necessario un potenziamento significativo delle ore di educazione motoria in funzione di integrazione.
P.s. Comunque la mia idea è flessibile, non è così necessario che OGNI GIORNO gli studenti facciano 14 ore, la mia in quell'occasione è stata più che altro una provocazione... sicuramente però un deciso aumento di ore, con più ore al pomeriggio potrebbe davvero fare moltissimo per aumentare l'integrazione e aumentare il benessere generale e far diminuire la manovalanza della delinquenza.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 9:45 am

precario_acciaio ha scritto:

E' ciò che intendo, non a caso avevo sottolineato l'importanza del potenziamento prioritariamente di Musica, Arte, Filosofia ed Educazione Sportiva... poter studiare Adorno in Filosofia (secondo quadrimestre della quinta) ponendolo in relazione con la musica Dodecafonica di Schonberg spiegandola anche da un punto di vista musicale sarebbe un'esperienza culturale di primo livello...

Se vuoi che odino musica, filosofia e docente, dubito si possa fare scelta migliore.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 9:47 am

mac67 ha scritto:
precario_acciaio ha scritto:

E' ciò che intendo, non a caso avevo sottolineato l'importanza del potenziamento prioritariamente di Musica, Arte, Filosofia ed Educazione Sportiva... poter studiare Adorno in Filosofia (secondo quadrimestre della quinta) ponendolo in relazione con la musica Dodecafonica di Schonberg spiegandola anche da un punto di vista musicale sarebbe un'esperienza culturale di primo livello...

Se vuoi che odino musica, filosofia e docente, dubito si possa fare scelta migliore.

Ai licei classici questi collegamenti sono molto apprezzati, naturalmente non si sta parlando dei professionali o della scuola primaria...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 10:06 am

precario_acciaio, famo a capirsi: io sono contraria alle tue posizioni PROPRIO perché trovo sbagliatissimo che il compito di "prevenire la delinquenza giovanile" o di "aumentare il benessere generale di tutti" debba essere scaricato sulla scuola, che ha già un suo scopo istitutivo ben preciso, tanto importante e tanto utile, e che già riesce a svolgerlo sempre peggio proprio perché soffocata da altri impegni e altre aspettative esterne che con la scuola non c'entrano NIENTE.

La realizzazione dei buoni propositi che indichi tu dovrebbe spettare primariamente ai servizi sociali, ai servizi sanitari, o magari anche a determinati uffici delle forze dell'ordine, non alla scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 10:21 am

paniscus_2.0 ha scritto:
precario_acciaio, famo a capirsi: io sono contraria alle tue posizioni PROPRIO perché trovo sbagliatissimo che il compito di "prevenire la delinquenza giovanile" o di "aumentare il benessere generale di tutti" debba essere scaricato sulla scuola, che ha già un suo scopo istitutivo ben preciso, tanto importante e tanto utile, e che già riesce a svolgerlo sempre peggio proprio perché soffocata da altri impegni e altre aspettative esterne che con la scuola non c'entrano NIENTE.

La realizzazione dei buoni propositi che indichi tu dovrebbe spettare primariamente ai servizi sociali, ai servizi sanitari, o magari anche a determinati uffici delle forze dell'ordine, non alla scuola.

La scuola deve operare per gli stessi obiettivi in sinergia con le altre istituzioni da te menzionate, tuttavia nessuna di queste ha le strutture per prevenire il disagio sociale (le forze dell'ordine e i servizi sociali non possono favorire l'integrazione dei ragazzi, ma possono intervenire solo quando ormai si verifica una situazione già compromessa).
Chiaramente nemmeno la mia soluzione sarebbe la soluzione per tutti i problemi dello Stato, che sono infinitamente più ricchi e complessi e in nessun modo scalfisce i veri problemi essenziali dell'uomo e cioè quelli esistenziali, a cui sono la religione (per chi crede, non per me) e la filosofia possono offrire delle alternative.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1651
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?   Mer Lug 15, 2015 10:35 am

mac67 ha scritto:
precario_acciaio ha scritto:

E' ciò che intendo, non a caso avevo sottolineato l'importanza del potenziamento prioritariamente di Musica, Arte, Filosofia ed Educazione Sportiva... poter studiare Adorno in Filosofia (secondo quadrimestre della quinta) ponendolo in relazione con la musica Dodecafonica di Schonberg spiegandola anche da un punto di vista musicale sarebbe un'esperienza culturale di primo livello...

Se vuoi che odino musica, filosofia e docente, dubito si possa fare scelta migliore.
Finalmente qualcuno ha colto nel segno! L'obbligo nella scuola media di imparare a suonare uno strumento ha portato mio figlio ad odiare la musica; non vuole ascoltare nulla. L'arte non può essere imposta, almeno la sua pratica. Costringere qualcuno a suonare o a disegnare non ha senso.
Tornare in alto Andare in basso
 
Filosofia in tutte le scuole. Cosa ne pensate?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Cosa ne pensate?
» Li avete usati? Cosa ne pensate? (GT3, High Trek, Cortina, Ovo)
» Lady nail cosa ne pensate ?
» Star Trek V... cosa ne pensate?
» Fresa più aspiratore su ebay,cosa ne pensate?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: