Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Famiglie illuminate?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Dulcamara



Messaggi : 1765
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioOggetto: Famiglie illuminate?   Mar Lug 28, 2015 2:46 pm

Sono da poco nel magico mondo della scuola, ma dalle poche esperienze di dialogo con i genitori avute durante le supplenze quest'anno devo dire che non corrispondono assolutamente alle arpie iperprotettive che mi sono state raccontate. Genitori preoccupati per i figli e molto severi, che mi chiedevano quali punizioni potessimo infliggere insieme per cavare qualcosa dalle rape che si ritrovavano ad aver coltivato (cito...).

Oggi stesso ad esempio mi hanno contattato per delle ripetizioni di matematica. La ragazza di seconda superiore farà lezione la sera, perché è il secondo anno che viene rimandata male in matematica e di giorno deve lavorare per punizione in un albergo, pur essendo in vacanza, così capirà che studiare non è poi così terribile.

Quanti sono i casi di genitori che colpevolizzano i docenti perché incapaci di educare la prole? Il fenomeno sociale esiste, non c'è dubbio, ma quanto è diffuso percentualmente? Mi domando se una minoranza, seppur corposa, riesca a dettar legge a causa di nostri eccessivi scrupoli, delle menate dei pedagogisti e della pavidità dei presidi. Potrebbe essere un valido metodo far confrontare questi genitori, in alcuni casi magari in buona fede, con gli altri genitori?
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1651
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Mar Lug 28, 2015 3:23 pm

Esistono genitori di tutti i tipi: dal carceriere fustigatore del figlio al genitore chioccia che ucciderebbe il docente pur di proteggere il suo bambino, oltre a tutte le varianti intermedie. I genitori che colpevolizzano il docente manifestamente non sono tanti ma ce li ricordiamo bene perché possono causare problemi e talvolta ingigantiamo la loro presenza. Io non scorderò mai una madre che mi ha aspettato nel parcheggio dalla scuola per insultarmi perché la figlia aveva preso un 5. Dato che il parcheggio era deserto, mi sono spaventata e stavo per gridare aiuto.
Poi ci sono i genitori che non ti criticano direttamente ma parlano male di te al figlio, delegittimandoti. A me non è mai capitato ma ad altri colleghi si ed è la situazione più problematica.
Esistono anche (la maggior parte?) genitori che non colpevolizzano il docente perché il figlio non ha problemi a scuola. Come si comporterebbero se il figlio cominciasse ad andare male? Nei miei anni di insegnamento ho visto numerosi casi di questo genere: di solito la reazione si rivolge contro il docente: "mio figlio è sempre stato bravissimo a scuola, quindi se ora prende 6 ( per non dire meno) significa che l'insegnante non sa valutare, spiega male, non riconosce la genialità di mio figlio".
Infine ci sono i genitori realmente severi. Una minoranza non irrilevante. Solitamente in questo caso i figli assumono un comportamento problematico anche in famiglia ed i genitori non possono far finta di non vedere.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Mar Lug 28, 2015 3:48 pm

Ognuno di noi potrà ovviamente solo indicarti le "proprie" percentuali, che risentiranno di molte variabili.
Personalmente, ma credo che in molti diranno lo stesso, non parlerei assolutamente di una minoranza ("seppur corposa") di genitori iperprotettivi, ma di un mutamento generale delle figure genitoriali che va nella direzione dell'iperprotezione.  

Bisogna forse ragionare su cosa significhi iperprotettivo. Non parliamo della mamma orsa che difende il cucciolo dal predatore, ma della mamma che difende il cucciolo d'uomo a ampio raggio, che si pone sulla difensiva di fronte a altre figure educative (la scuola in particolare), mai ammettendo una  responsabilità del figlio, incapace di valutarne realisticamente gli sforzi e il potenziale. Di figure spesso scorrette, che lavorano a screditare la figura dell'insegnante di fronte ai ragazzi, che rendono spesso il nostro lavoro difficile, che minano la nostra credibilità e autorevolezza.  

Non sono di quelli che sospirano ai "bei tempi andati" in cui l'autorità dell'insegnante non era messa in dubbio nemmeno di fronte al ceffone o all'umiliazione, ma è pur vero che, da quell'eccesso, si è passati ora a famiglie che, comunque poco presenti in molti casi per il logorio della vita moderna e molto concentrati su loro stessi, rispondono in modo aggressivo a giudizi negativi sui loro figli, vedendo in questi quasi un giudizio sulle loro capacità di educatori (ergo una conferma della loro assenza e/o inadeguatezza).

Guai allora a pronunciare la parola "maleducato" o a far notare l'assenza di studio individuale ("ma come? Mi ha ripetuto la lezione ieri sera e la sapeva benissimo!").
Difficile spesso è anche far passare la consapevolezza di un disturbo di apprendimento (anche molto evidente).
Ovvio che, in tale contesto, la bocciatura venga vista come il fumo negli occhi: e giù ricorsi, meglio le carte bollate che l'ingiusta punizione al pargolo.
La mamma di un mio alunno, bocciato quest'anno alla scuola media per banale mancanza di studio, più volte segnalato, ha avuto a che ridire sul fatto che respingerlo fosse stato nel suo interesse, perché il ragazzino, appresa la notizia, avrebbe "pianto", e va da sé che il pianto, nell'universo emotivo della signora, non si potesse in nessun caso associare al "bene" del ragazzo.

Ora, non dico assolutamente che tutte le famiglie siano così, ma indico una tendenza (ahinoi diffusa anche tra gli insegnanti, giudici sempre severi sull'operato del collega, che non riescono spesso a rimanere al loro posto) che è quella di una società in cui l'insegnante non gode di una buona considerazione
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Mar Lug 28, 2015 4:17 pm

chicca70 ha scritto:
Esistono genitori di tutti i tipi: dal carceriere fustigatore del figlio al genitore chioccia che ucciderebbe il docente pur di proteggere il suo bambino, oltre a tutte le varianti intermedie...................
Hai ragione ed esistono anche quelli che con il loro atteggiamento e le loro pretese mortificano i figli qualsiasi risultato positivo raggiungano se questo non corrisponde al massimo.
Diversi anni fa ho avuto in IV superiore un'alunna diligente e studiosa che vedevo spesso triste dopo interrogazioni o verifiche scritte valutate positivamente (parlo di voti tra il 7 e l'8). Un giorno mi raggiunge nelle scale della scuola e mi chiede se può recuperare il voto preso nel compito, io la guardo perplessa ricordando l'8 messo nel registro e le chiedo "Perchè vuoi "recuperare" un voto decisamente positivo?" e la sua risposta fu "Se non prendo 10 mia madre si arrabbia e mi mette in punizione!!"........povera ragazza, quanta tristezza ho provato per lei e quanta rabbia nei confronti di una madre del genere!
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Mar Lug 28, 2015 6:28 pm

Avete dimenticato la vasta categoria dei falsi severi,genitori che su colloqui paiono severi e poi a casa gli fanno fare quel cazzo che vogliono...eloquente il caso di ex alunna di questo anno..madre che sgrida in aula insegnanti la figlia e poi si scopre casualmente tramite gruppo facebook di classe che la stessa tardona in minigonna Andava con la figlia a ballare invece di tenersela in casa a recuperare...so che molti di voi rifiutano l uso di facebook ma la vera natura dei ragazzi e genitori è pubblicamente visibile li dentro... Non credete sempre alle cazzate che vi dicono
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Mar Lug 28, 2015 6:54 pm

Naturalmente fa notizia l'alunno che non ne vuole nemmeno a cannonate e il genitore che spalleggia il figlio in tutto e per tutto. Di ciò che funziona non si parla.

In genere, di casi relativamente problematici ne ho 1 o 2 per classe e si sgonfiano col passare degli anni perché capiscono che a comportarsi in un certo modo non ne cavano nulla.
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 577
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Mer Lug 29, 2015 4:59 pm

Io credo che purtroppo (e sottolineo il purtroppo...) sia proprio l'amore genitoriale che diminuisce il senso critico e impedisce di valutare il figlio con obiettività: l'amore acceca non solo nel rapporto tra coniugi ma anche tra genitori e figli, in particolare l'amore materno è il più cieco di tutti, perché la mente vuole che il figlio sia sempre fonte di piacere per il genitore e mai di frustrazione.
In pratica è un meccanismo difensivo della psiche, che suona così: "Questa persona è mio figlio ed io non posso aver prodotto e cresciuto un individuo carente o peggio deviante, perché altrimenti sarei difettoso io per primo". E' narcisismo che si cela dietro l'amore.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 9:04 am

L'amore non c'entra nulla.

Amore è maturo e presuppone il bene del destinatario.
Alcuni comportamenti non sono a fin di bene quindi chiamali come vuoi ma non amore.

Si ama tanto un figlio da rinunciare alla serata disco anni 80 per stare a casa con lui a guardare un film quando lo si mette in punizione per una marachella
Amore non è non dare la punizione perchè la sua marachella è una ragazzata che così fan tutti
(in realtà non si vuole rinunciare alla disco)

E così via...

Alla fine hai parlato di narcisismo, e quello ci sta.

Non parlare di amore che non c'entra qui.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 9:11 am

Citazione :
Avete dimenticato la vasta categoria dei falsi severi,genitori che su colloqui paiono severi e poi a casa gli fanno fare quel cazzo che vogliono...eloquente il caso di ex alunna di questo anno..madre che sgrida in aula insegnanti la figlia e poi si scopre casualmente tramite gruppo facebook di classe che la stessa tardona in minigonna Andava con la figlia a ballare invece di tenersela in casa a recuperare...so che molti di voi rifiutano l uso di facebook ma la vera natura dei ragazzi e genitori è pubblicamente visibile li dentro... Non credete sempre alle cazzate che vi dicono

Tardona
Minigonna
cazzate

sono parole che indicano una tua rabbia personale verso qualcuno in particolare e le lasciamo lì, senza commentarle.

Il fatto invece che la mamma si porti la figlia a ballare, o la figlia si porti la mamma, almeno dicono che tra di loro c'è un qualche tipo di rapporto.  Ed è un passo avanti rispetto ai tanti che vivono completamente separati.

Magari per questa mamma e questa figlia la scuola non è una priorità, ma questo non significa che la mamma sia una cattiva mamma.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Scuola70



Messaggi : 577
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 10:10 am

Per Ire: Secondo me, in tutta sincerità, non esiste l'amore disinteressato. Se io amo qualcuno è perché mi dà sensazioni positive e, quindi, tutto ciò che faccio per amore lo compio per me stesso, per provare piacere io, anche se mi sembra di agire in modo disinteressato. Ad esempio una mamma che si sacrifica per il figlio lo fa perché in quel modo il figlio le sorride, la gratifica oppure perché altrimenti non si sentirebbe a posto con la coscienza e starebbe a disagio: ma se dalle sue azioni non ricavasse un tornaconto emotivo agirebbe diversamente. Come vedi il vero fine di tutte le azioni è il benessere dell'EGO, non l'altro in sé. Lo diceva anche Leopardi nello Zibaldone: "Ciò che chiamiamo amore è solo amor proprio ed il vero fine di tutte le azioni umane è l'amor di sé".
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 10:48 am

secondo me tu non hai figli
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Scuola70



Messaggi : 577
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 11:27 am

Scusa, Ire, perché devi giudicarmi? Invece di rispondere razionalmente smontando la mia opinione, tu ribatti rinfacciandomi di non avere figli come se questa fosse una colpa, ma dove sta scritto? Io rimango con le posizioni esposte sopra che ritengo corrette, io credo che l'uomo menta a sé stesso moltissime volte, molte più di quanto pensiamo, e del resto anche gli psicologi affermano che esiste una zona della psiche che si chiama INCONSCIO, quindi anche le azioni apparentemente più disinteressate possono avere motivazioni diverse da quelle che noi diamo in maniera conscia.
Detto in poche parole, la mente spesso MENTE.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 11:40 am

non è una colpa non avere figli. Ci mancherebbe!

Non stavo giudicando te.

Stavo giudicando quello che hai detto in base all'amore di genitore (e tu hai parlato di mamma, ma l'amore per un figlio è amore di genitore)

Mi dispiace, sarà anche un luogo comune, ma chi non è genitore non è in grado di capire cosa sia l'amore per un figlio.
Non è in grado di capire che sì, la gratificazione del sorriso da parte del bimbo è importante, ma tu lo ami e gli stai vicino e ci provi e ci riprovi e se quel sorriso non viene semplicemente ti dispiace per lui ma tu sicuramente non lo ami di meno.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 12:20 pm

Proverbio francese: è più facile morire per la propria donna che viverci accanto.

Se arrivi a morire per qualcuno certamente lo amavi veramente; non significa che non lo amavi se non hai avuto la forza di morire per lui.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 1:13 pm

Ire,tu che fai sempre la preficona a tutti,hai la mente così chiusa da bollare con "cazzate" ogni intervento che non condividi? Io te li ribadiscono invece,e se non commenti come hai scritto a me forte nulla.i genitori debbono essere genitori e non amichetti e complici dei figli. La quarantenne che si mette in tiro con panza flaccida di fuori per andare a ballare e imitare la figlia è triste,è ridicola, è disperata dentro ed educativamente negativa.se poi c'è l hai con il mio intervento perché anche tu ti fai i selfie fuori dalle discoteche con la figlia o il figlio quindicenne sono problemi tuoi.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 1:17 pm

Poi cara ire,questo forum è libero e aperto a tutti.ma tu chi sei per benedire o bandire gli interventi degli altri utenti? Sei nel COMITATO DI VALUTAZIONE o nell inquisizione? Cazzate ,come hai definito il mio post,saranno invece le tonnellate di stronzate che periodicamente scrivi tu
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 1:18 pm

L'amore è gioia,la privazione della vita è esattamente l'opposto,un atto contro natura, che non ha alcuna giustificazione.
D'amore non si muore si vive.
Quanto alle famiglie,è innegabile la tendenza all'iperprotezione,ed è sorprendente il fatto che il fenomeno sia trasversale a tutte le classi sociali comprese le più colte.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 1:30 pm

La mia esperienza (fallibile e parziale come le esperienze di ciascuno) è la seguente:

1) Nei professionali la tendenza è quella di rispettare il docente e di rimproverare l'alunno, sempre e comunque; è tuttavia da notare che l'"effetto Felipeto" esiste concretamente... spesso fuori da scuola il padre e la madre di turno cessano di fare l'espressione severa e vanno con il figlio o la figlia a spassarsela, e addio belle promesse.

2) Nei licei invece ho visto una massiccia presenza di difesa ad oltranza perchè essendo in media più scolarizzati ritengono maggiormente di saper giudicare il docente.

Comunque dipende tutto da come si pone il docente che in quanto professionista deve saper fronteggiare qualunque situazione, anche quelle che appaiono come disperate; in un solo caso ho incontrato una persona insopportabile che riteneva di essere l'avvocato di ufficio del figlio e devo dire che lì non ci ho potuto far molto, siamo rimasti sulle rispettive posizioni.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 1:35 pm

Precario,nei licei alcuni ragazzi sono figli di industrialotti che talvolta minacciano i docenti nominando avvocati ricorsi ecc..basta lasciarli parlare.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 1:39 pm

Ire,trovò strano non sia intervenuto un mod. Ma come ti sei permessa di fare insinuazioni,affermazioni su argomento così delicato e personale come l avere figli o meno?come ti permetti di chiedere ad un altro utente se ha figli o no?ma che ti frega?ma tu davvero insegni senza conoscere privacy e rispetto?potessi ti manderei in classe un bell ispettore....
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47863
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 1:42 pm

Felipeto ha scritto:
Poi cara ire,questo forum è libero e aperto a tutti.ma tu chi sei per benedire o bandire gli interventi degli altri utenti? Sei nel COMITATO DI VALUTAZIONE o nell inquisizione? Cazzate ,come hai definito il mio post,saranno invece le tonnellate di stronzate che periodicamente scrivi tu

Veramente è una citazione del tuo post come tardona e minigonna. Se evitassi di usare tu queste espressioni, faresti un favore a tutti. E spero che non ricomincerai con la storia dell'inquisizione che mi sembra una tua ossessione. Il forum è libero e aperto a tutti e a tutte le idee, che su un tema come questo sono inevitabilmente diverse, ma c'è modo e modo di esprimersi e di rivolgersi agli altri.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47863
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 1:48 pm

Felipeto ha scritto:
Ire,trovò strano non sia intervenuto un mod. Ma come ti sei permessa di fare insinuazioni,affermazioni su argomento così delicato e personale come l avere figli o meno?come ti permetti di chiedere ad un altro utente se ha figli o no?ma che ti frega?ma tu davvero insegni senza conoscere privacy e rispetto?potessi ti manderei in classe un bell ispettore....

Ire notoriamente non è un'insegnante, quindi non puoi mandarle un ispettore. Personalmente non ho problemi a dire che non ho figli (se no dubito che potrei passare tutte queste ore sul forum) e non vedo cosa ci sia di grave nel chiederlo; poi se uno non vuole rispondere è liberissimo di non farlo o anche di mentire: nessuno potrà mai smentirlo.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 2:19 pm

Citazione :
Ire notoriamente non è un'insegnante, quindi non puoi mandarle un ispettore. Personalmente non ho problemi a dire che non ho figli (se no dubito che potrei passare tutte queste ore sul forum) e non vedo cosa ci sia di grave nel chiederlo; poi se uno non vuole rispondere è liberissimo di non farlo o anche di mentire: nessuno potrà mai smentirlo.

Non vedo proprio perchè dovresti aver problemi a dire di non avere figli!
Saranno fatti tuoi, questi, o no?

Sai quale sarebbe stata la risposta a mio parere perfetta che scuola avrebbe potuto darmi quando gli ho detto che, da non genitore, non può capire l'amore parentale?

"dall'esterno si ha una visione della relazione impossibile da apprezzare essendoci dentro"

Non dico che mi avrebbe messa zitta, ma almeno è una parte dell'analisi.


Per quanto riguarda questo
Citazione :
se no dubito che potrei passare tutte queste ore sul forum
che mi ha fatto tanto ridere, credimi, Dec, arriva il giorno in cui all'apparenza non ti vogliono intorno, non servi più come autista, un selfie con loro lo puoi fare solo se dormono, purchè il frigorifero sia pieno ti dicono che puoi stare via mesi..Salvo poi arrivare da te con un libro di arabo in mano a chiederti cosa significhi quella frase Salvo poi arrivare a casa con una faccia lunga così..... o portarti voti del piffero, o avere un sorriso da orecchio a orecchio, o avere voglia di una coccola, allora tu corri, eccome se corri e loro lo sanno che possono mostrarsi perchè i bisogni e i loro tempi cambiano ma tu ci sei. Perchè li ami.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 2:39 pm

Questa volta Ire la standing ovation la meriti davvero!

Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 3:10 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Proverbio francese: è più facile morire per la propria donna che viverci accanto.

Se arrivi a morire per qualcuno certamente lo amavi veramente; non significa che non lo amavi se non hai avuto la forza di morire per lui.



Sul "certamente" starei cauta. Lo stalker che mi tormenta e non accetta il rifiuto, pronto al "bel gesto" di uccidersi dopo avermi impallinato, è l'innamorato vero?

Leopardi non parlava dell'amore genitoriale, che eviterei comunque di idealizzare troppo e di ricondurre a un'unica forma come se stesse scritto nel DNA. Siamo ormai troppo lontani dallo stato di natura per certe generalizzazioni o per assegnare troppo peso all'istinto
Tornare in alto Andare in basso
 
Famiglie illuminate?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Enti autorizzati: Ai. Bi Associazione amici dei bambini
» ragazze non ce la faccio più scusate...ma ho bisogno di dirlo a qualcuno
» Amish italiani
» ..nozze, curiosità, sposalizio, lo sapevate che...
» Famiglia allargata: e poi?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: