Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Famiglie illuminate?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Dulcamara



Messaggi : 1765
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioOggetto: Famiglie illuminate?   Mar Lug 28, 2015 2:46 pm

Promemoria primo messaggio :

Sono da poco nel magico mondo della scuola, ma dalle poche esperienze di dialogo con i genitori avute durante le supplenze quest'anno devo dire che non corrispondono assolutamente alle arpie iperprotettive che mi sono state raccontate. Genitori preoccupati per i figli e molto severi, che mi chiedevano quali punizioni potessimo infliggere insieme per cavare qualcosa dalle rape che si ritrovavano ad aver coltivato (cito...).

Oggi stesso ad esempio mi hanno contattato per delle ripetizioni di matematica. La ragazza di seconda superiore farà lezione la sera, perché è il secondo anno che viene rimandata male in matematica e di giorno deve lavorare per punizione in un albergo, pur essendo in vacanza, così capirà che studiare non è poi così terribile.

Quanti sono i casi di genitori che colpevolizzano i docenti perché incapaci di educare la prole? Il fenomeno sociale esiste, non c'è dubbio, ma quanto è diffuso percentualmente? Mi domando se una minoranza, seppur corposa, riesca a dettar legge a causa di nostri eccessivi scrupoli, delle menate dei pedagogisti e della pavidità dei presidi. Potrebbe essere un valido metodo far confrontare questi genitori, in alcuni casi magari in buona fede, con gli altri genitori?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 5:53 pm

Per ora sono qua cara lucetta. Quando parli dei docenti gli aggettivi non servono,basta leggere nei loro forum
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 5:54 pm

Comunque ho disturbato un intenso scambio di teorie sul metodo di educare i figli... Esci subito.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 5:54 pm

#esco
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 5:59 pm

macchè, l'avevi detto anche prima!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 6:11 pm

Scusate,signore educande...
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 6:13 pm

O meglio educatrici integerrimo di educande
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 6:17 pm

: -) Beata gioventù!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Gio Lug 30, 2015 8:40 pm

lucetta10 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
Mi spiace se ciò che sinceramente pensò possa essere sbrigativamente etichettato come stucchevole.
Me ne farò una ragione.
Quanto alle famiglie,ci si aspetta che quelle più fortunate abbiano a disposizione più strumenti per comprendere, anche se nei fatti ciò non accade sempre.


Sbrigative erano le frasette stereotipate che ci hai sottoposto, non vedo come si possa leggere una roba come "l'amore è gioia" con maggiore approfondimento, almeno superati i 30 anni.

Quanto alle famiglie con più "strumenti", sono proprio quelle che storicamente possono vantare una maggiore protezione verso i figli, a meno che non vogliamo inventare epoche in cui questo non fosse.
Le aspettative maggiori nei confronti dei "ceti abbienti" in materia di educazione dei figli sono assolutamente mal riposte

Mai tenterò d'imporre ciò che è giusto per me agli altri Lucetta, però ti chiedo con estrema educazione, di rispettare i convincimenti di chi crede che l'amore sia gioia e che la deliberata privazione della vita sia un atto di spregio verso la fortuna di essere nati e di godere delle meraviglie del creato.
Ripeto:per te saranno pure banalità stucchevoli ed ingenue, ma si tratta dei pilastri fondamentali su cui poggia la mia religione e ti chiedo umilmente di rispettarli.
Non ho parlato di ceti abbienti, ho parlato di famiglie i cui componenti hanno avuto la fortuna di poter studiare, e nonostante questo, non hanno ancora capito che la responsabilizzazione dei loro figli passa anche attraverso la consapevolezza di aver sbagliato a non studiare, e che questo ha un prezzo da pagare.
Personalmente sono stata assai criticata da chi riteneva che non avessi dovuto sostenere la scelta di mia figlia di frequentare il liceo a circa venticinque chilometri da casa, potendola indirizzare verso scuole più vicine.
E invece vado fiera del suo sacrificio di rinunciare ogni giorno a circa un'ora di sonno, perché i ragazzi vanno temprati e incoraggiati quando scelgono di costruire basi solide per il loro futuro, stimolandone le potenzialità.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 11:54 am


Citazione :
Mai tenterò d'imporre ciò che è giusto per me agli altri Lucetta, però ti chiedo con estrema educazione, di rispettare i convincimenti di chi crede che l'amore sia gioia e che la deliberata privazione della vita sia un atto di spregio verso la fortuna di essere nati e di godere delle meraviglie del creato.
Ripeto:per te saranno pure banalità stucchevoli ed ingenue, ma si tratta dei pilastri fondamentali su cui poggia la mia religione e ti chiedo umilmente di rispettarli

Massimo rispetto per ciò che dici, è una cosa tua e non si può sindacare sulle cose degli altri, spesso nei tuoi interventi, però, ho letto questa frase che mi fa pensare:

"sono i fondamenti della mia religione per cui ti chiedo di portare rispetto"

Ma tu, Francesca, ci credi che l'amore è gioia o te lo dice chi lo sa e ti adegui?

Non ti sto dicendo che secondo me sbagli o che secondo me hai ragione, è che mi fa un po' paura chi difende qualcosa perchè lo dice qualcun altro.


Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 12:15 pm

Ire ha scritto:

Citazione :
Mai tenterò d'imporre ciò che è giusto per me agli altri Lucetta, però ti chiedo con estrema educazione, di rispettare i convincimenti di chi crede che l'amore sia gioia e che la deliberata privazione della vita sia un atto di spregio verso la fortuna di essere nati e di godere delle meraviglie del creato.
Ripeto:per te saranno pure banalità stucchevoli ed ingenue, ma si tratta dei pilastri fondamentali su cui poggia la mia religione e ti chiedo umilmente di rispettarli

Massimo rispetto per  ciò che dici, è una cosa tua e non si può sindacare sulle cose degli altri, spesso nei tuoi interventi, però, ho letto questa frase che mi fa pensare:

"sono i fondamenti della mia religione per cui ti chiedo di portare rispetto"

Ma tu, Francesca, ci credi che l'amore è gioia o te lo dice chi lo sa e ti adegui?

Non ti sto dicendo che secondo me sbagli o che secondo me hai ragione, è che mi fa un po' paura chi difende qualcosa perchè lo dice qualcun altro.



Ire lo dico perché lo sento in prima persona, e non si limita solo alla sfera personale o familiare,si tratta di una prospettiva universale.
E non dico che tutti debbano provarlo, ma questa è la mia modalità affettiva di funzionamento e non sento l'esigenza di cambiare perché per me è ,e resta,profondamente appagante.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 1:25 pm

Così deve essere.


Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5365
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 2:51 pm

Francesca4 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
Mi spiace se ciò che sinceramente pensò possa essere sbrigativamente etichettato come stucchevole.
Me ne farò una ragione.
Quanto alle famiglie,ci si aspetta che quelle più fortunate abbiano a disposizione più strumenti per comprendere, anche se nei fatti ciò non accade sempre.


Sbrigative erano le frasette stereotipate che ci hai sottoposto, non vedo come si possa leggere una roba come "l'amore è gioia" con maggiore approfondimento, almeno superati i 30 anni.

Quanto alle famiglie con più "strumenti", sono proprio quelle che storicamente possono vantare una maggiore protezione verso i figli, a meno che non vogliamo inventare epoche in cui questo non fosse.
Le aspettative maggiori nei confronti dei "ceti abbienti" in materia di educazione dei figli sono assolutamente mal riposte

Mai tenterò d'imporre ciò che è giusto per me agli altri Lucetta, però ti chiedo con estrema educazione, di rispettare i convincimenti di chi crede che l'amore sia gioia e che la deliberata privazione della vita sia un atto di spregio verso la fortuna di essere nati e di godere delle meraviglie del creato.
Ripeto:per te saranno pure banalità stucchevoli ed ingenue, ma si tratta dei pilastri fondamentali su cui poggia la mia religione e ti chiedo umilmente di rispettarli.



So di dire delle ovvietà.
Non so se ti sei accorta di scrivere su un forum dove la norma è che si commentino gli interventi altrui, con migliori o peggiori argomenti e minori o maggiori capacità di sostenerli. Per le sparate nel silenzio ci sono i muretti, dove campeggiano senza commento fior di banalità "stucchevoli e ingenue".
Se leggo "d'amore non si muore" mi viene in mente "Rose rosse" e non certo i pilastri della religione di chicchessia.
Nessuno ha oltraggiato le divinità altrui. Scorretto è quindi defilarsi dalla contestazione facendone addirittura argomento di dottrina, sicché io potrei anche obiettare che la caccia alla frase banale è pilastro della mia religione e quindi ti chiedo con estrema educazione e senza alcuna volontà di offendere che tu ti astenga dallo scrivere frasi che offendono la mia sensibilità religiosa
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 3:13 pm

lucetta10 ha scritto:



So di dire delle ovvietà.
Non so se ti sei accorta di scrivere su un forum dove la norma è che si commentino gli interventi altrui, con migliori o peggiori argomenti e minori o maggiori capacità di sostenerli. Per le sparate nel silenzio ci sono i muretti, dove campeggiano senza commento fior di banalità "stucchevoli e ingenue".
Se leggo "d'amore non si muore" mi viene in mente "Rose rosse" e non certo i pilastri della religione di chicchessia.
Nessuno ha oltraggiato le divinità altrui. Scorretto è quindi defilarsi dalla contestazione facendone addirittura argomento di dottrina, sicché io potrei anche obiettare che la caccia alla frase banale è pilastro della mia religione e quindi ti chiedo con estrema educazione e senza alcuna volontà di offendere che tu ti astenga dallo scrivere frasi che offendono la mia sensibilità religiosa  

Non so quanto tu conosca i fondamenti di quella religione che ti lanci, quasi fossi un'Erinni, a schernire e demolire.
I testi sacri sono scritti in un linguaggio apparentemente elementare e forse per te, essere così raffinato da guardare tutti dall'alto verso il basso, anche banale e stucchevole.
Eppure dietro la semplicità di quel linguaggio c'è tutta la complessità del messaggio evangelico che ancora gli studiosi di teologia si affannano a decifrare e comprendere fino in fondo.
Il fatto che tu ti sia fermata alla canzone di Ranieri, pur apprezzandolo in quanto napoletana, è il chiaro segnale che ti sfugga la verità fondamentale che la semplicità sia un punto di arrivo delle modalità espressive del pensiero, non solo un punto di partenza.
P.S. Forse ti è pure sfuggito che si parlava di privazione della vita e delle cause che la giustificassero, e non credo che Ranieri vi abbia fatto riferimento nella sua canzone d'amore.
Ma forse ricordo male io.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5365
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 3:25 pm

Francesca4 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:



So di dire delle ovvietà.
Non so se ti sei accorta di scrivere su un forum dove la norma è che si commentino gli interventi altrui, con migliori o peggiori argomenti e minori o maggiori capacità di sostenerli. Per le sparate nel silenzio ci sono i muretti, dove campeggiano senza commento fior di banalità "stucchevoli e ingenue".
Se leggo "d'amore non si muore" mi viene in mente "Rose rosse" e non certo i pilastri della religione di chicchessia.
Nessuno ha oltraggiato le divinità altrui. Scorretto è quindi defilarsi dalla contestazione facendone addirittura argomento di dottrina, sicché io potrei anche obiettare che la caccia alla frase banale è pilastro della mia religione e quindi ti chiedo con estrema educazione e senza alcuna volontà di offendere che tu ti astenga dallo scrivere frasi che offendono la mia sensibilità religiosa  

Non so quanto tu conosca i fondamenti di quella religione che ti lanci, quasi fossi un erinni, a schernire e demolire.
I testi sacri sono scritti in un linguaggio apparentemente elementare e forse per te, essere così raffinato da guardare tutti dall'alto verso il basso, anche banale e stucchevole.
Eppure dietro la semplicità di quel linguaggio c'è tutta la complessità del messaggio evangelico che ancora gli studiosi di teologia si affannano a decifrare e comprendere fino in fondo.
Il fatto che tu ti sia fermata alla canzone di Ranieri, pur apprezzandolo in quanto napoletana, è il chiaro segnale che ti sfugga la verità fondamentale che la semplicità sia un punto di arrivo delle modalità espressive del pensiero, non solo un punto di partenza.
P.S. Forse ti è pure sfuggito che si parlava di privazione della vita e delle cause che la giustificassero, e non credo che Ranieri vi abbia fatto riferimento nella sua canzone d'amore.
Ma forse ricordo male io.


La metti ancora come fosse una lotta tra me e Dio, mentre invece purtroppo per me non sono Lucifero e molto più banalmente, ho trovato (legittimamente e senza essere per questo una miscredente) banale il tuo intervento, non quello di Mosè.
Ti ricordo anche incidentalmente che tu non sei Mosè.

La banalità è sicuramente semplice ma non tutto quello che è semplice è banale

P.S. Biblico e evangelico non è la stessa cosa, i due linguaggi non sono nemmeno lontanamente paragonabili o sovrapponibili
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 3:51 pm

lucetta10 ha scritto:


P.S. Biblico e evangelico non è la stessa cosa, i due linguaggi non sono nemmeno lontanamente paragonabili o sovrapponibili

Certo che non lo sono, però voglio darti una notizia: ti ricordo sommessamente, ma senza la pretesa di convincerti, che i Vangeli fanno parte del Nuovo Testamento che di tutto diritto sono ricompresi in quel testo sacro che chiamasi Bibbia.
Quindi per un cattolico i termini sono ben sovrapponibili!
Se poi vuoi parlarmi di altre religioni, compresa la tua, che per la verità non ho ancora ben compreso, ma perdonami, si tratta sicuramente di un mio limite, sono pronta a confrontarmi con te.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5365
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 3:57 pm

Francesca4 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:


P.S. Biblico e evangelico non è la stessa cosa, i due linguaggi non sono nemmeno lontanamente paragonabili o sovrapponibili

Certo che non lo sono, però voglio darti una notizia: ti ricordo sommessamente, ma senza la pretesa di convincerti, che i Vangeli fanno parte del Nuovo Testamento che di tutto diritto sono ricompresi in quel testo sacro che chiamasi Bibbia.
Quindi per un cattolico i termini sono ben sovrapponibili!
Se poi vuoi parlarmi di altre religioni, compresa la tua, che per la verità non ho ancora ben compreso, ma perdonami, si tratta sicuramente di un mio limite, sono pronta a confrontarmi con te.


Ci provo per l'ultima volta.
1. Non mi interessa confrontarmi con te sulla religione, non mi interessa la tua religione, non mi interessa farti conoscere la mia, non è argomento di un forum di insegnanti
2. Mi interessa rivendicare il mio diritto a considerare banale il tuo banale intervento (che invito altri a rileggere in tutta la sua pregnanza) senza per questo essere accusata di apostasia, in particolare dal momento che le frasi che scrivi NON SONO testo sacro, checchè tu ne dica, né biblico né evangelico né della religione di Quelo.

P.S. = Post Scriptum
Bibbia =nome proprio di cosa; biblico = aggettivo qualificativo. Posso scrivere in linguaggio biblico anche la lista della spesa, non per questo scriverò la Bibbia
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 4:51 pm

Ancora non ho capito cosa c'entri la religione qui.

Lucetta ha definito stucchevole una definizione che tu hai fatto, (definizione che in realtà condivido anche se tu l'hai talmente sintetizzata che alla fine un po' stucchevole è perchè si adatta davvero, detta così, alle canzoni di Ramazzotti)

tu l'hai pregata di rispettare ciò che hai detto perchè è fondamento della tua religione:

c'è qualcosa che non mi torna!

E ancora di più mi sfugge il perchè tu debba insistere per sapere quale sia la religione di lucetta: la tua religione ti impone di non parlare con chi non ha i tuoi stessi punti di riferimento?

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 5:00 pm

Citazione :
Certo che non lo sono, però voglio darti una notizia: ti ricordo sommessamente, ma senza la pretesa di convincerti, che i Vangeli fanno parte del Nuovo Testamento che di tutto diritto sono ricompresi in quel testo sacro che chiamasi Bibbia.
Quindi per un cattolico i termini sono ben sovrapponibili

Quindi tu vorresti dire che chi si rivolga a te, in modo del tutto normale, come ha fatto lucetta, debba stare attento a che religione tu professi (su un forum debba ricordarselo sempre chi tu sia tra le decine di utenti con cui ci si confronta) perchè se usa determinate neutrissime parole può offenderti perchè a casa tua hanno un significato particolare?

No, Francesca, la nostra religione ci parla di ecumenismo e di apertura agli altri non di piedistalli in cui porci e sui quali essere osannati. Devi scendere tu tra la gente che vuole parlare di scuola e non di religione, non puoi pretendere che sia la gente a venire a te.

Quello che sembri fare, come ti poni nei confronti degli altri è proprio il motivo per cui tanti hanno detto alla Chiesa: vade retro
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Ven Lug 31, 2015 6:52 pm

Forse sbagliando, ho sempre ritenuto che fosse necessario per rispondere ad un post, rileggere attentamente ciò che si è scritto e ciò che gli altri hanno risposto, tanto per rimanere in tema, invece, evidentemente, la divagazione su altro,quando non si sia in presenza di vere e proprie consapevoli distorsioni del pensiero altrui, per alcuni è d' obbligo.
Effettivamente, a volte, mi rendo conto di come il mio sia un approccio minoritario!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Sab Ago 01, 2015 9:18 am

Citazione :
Effettivamente, a volte, mi rendo conto di come il mio sia un approccio minoritario!

E per fortuna ! : - )

Scherzo, Francesca.

No, il tuo non è un approccio minoritario, stai tranquilla. Sei iscritta da pochi mesi e non hai seguito ancora abbastanza il trend del forum per renderti conto che succede, succede a tutti di non capire ciò che gli altri intendono, succede a tutti di non saper spiegare cosa intendono, succede a tutti di leggere gli interventi degli altri alla luce della propria esperienza che inevitabilmente distorce.

Succede pure di incavolarsi come delle iene e di aver voglia di mandare tutti a quel paese, o di essere mortificati perchè non si viene compresi o si viene interpretati in modo distorto e allora si decreta che gli altri sono tutti cretini e che il proprio inappuntabile approccio è minoritario.

Succede a tutti, succede anche a me, e anche spesso, ti dirò.

Invece tu, come me, come tutti, non sei niente di speciale, sei una persona che se desidera davvero confrontarsi con gli altri è necessario sia umile abbastanza da ascoltare la lettura che delle sue parole danno gli interlocutori e cercare di modificare l'espressione di quello che non è stato compreso.
Se desidera invece impartire le proprie istruzioni di vita... può tranquillamente esporle e gli altri le apprezzerrano, criticheranno, trascureranno, insulteranno a seconda di quello che capiranno.

E va bene anche così, su un forum anche questo succede.

Conosco tanto bene il tuo mondo e la tua religione, francesca, conosco tanto bene le persone che ne fanno parte, vivo immersa in quel mondo tanto profondamente da riconoscere l'arroganza della certezza che la propria sia l'unica possibilità di esistenza.


Nelle tue parole leggo arroganza e confusione. Arroganza di credere di essere meglio e confusione tra quello che credi e quello cui ti fanno credere e che vorresti, pur negandolo, far credere agli altri.

Se hai voglia di rispondere, ti ascolto volentieri, con simpatia, anche, perchè capisco il tuo linguaggio e potremmo intenderci, se non hai voglia, amen. Non sei la prima, non sarai l'ultima.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Sab Ago 01, 2015 2:18 pm

Sono piena di difetti, ma l'arroganza e l'imposizione del proprio pensiero non credo mi appartengano.
I miei post sono pieni di "secondo me", "non intendo convincere nessuno", "questa è solo la mia opinione", perché sono assolutamente convinta di non essere niente di speciale.
Eppure anche questo atteggiamento non basta per mettersi al riparo dall'accusa di essere arrogante e, nel migliore dei casi, anche confusa.
Credo invece che un po' di sana autocritica, prima di lanciarsi contro il prossimo, debba essere la base di un civile e costruttivo confronto, forum o non forum.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8323
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Dom Ago 02, 2015 10:41 am

Francesca4 ha scritto:
Credo invece che un po' di sana autocritica, prima di lanciarsi contro il prossimo, debba essere la base di un civile e costruttivo confronto, forum o non forum.


Concordo.

Ora tocca a te, io ho già dato!



Ire ha scritto:
Succede a tutti, succede anche a me, e anche spesso, ti dirò.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Dulcamara



Messaggi : 1765
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Dom Ago 02, 2015 3:26 pm

Francesca4 ha scritto:
L'amore è gioia,la privazione della vita è esattamente l'opposto,un atto contro natura, che non ha alcuna giustificazione. D'amore non si muore si vive. Quanto alle famiglie,è innegabile la tendenza all'iperprotezione,ed è sorprendente il fatto che il fenomeno sia trasversale a tutte le classi sociali comprese le più colte.

No, non è sorprendente, si chiamano ormoni e dinamiche psico-sociali. Per il resto, personalmente non ho nessun problema a proclamare quanto limitata e ingannevole sia una forma di interpretazione della realtà quale la religione: il cristianesimo, come tutte le altre. La morte e la privazione della vita sono parte evidente della natura, sono motivatissime e giustificate dalle più varie ragioni e sono anzi parte della vita e grazie ad esse il fenomeno della vita stessa può proseguire da miliardi di anni in questo pianeta e forse altrove. Questi sono dati di fatto e negarli in base all'imposizione di credenze e citazioni di libelli reazionari che una società civile moderna dovrebbe considerare alla stregua dell'Iliade o del Beowulf, genera la stessa intolleranza che determina la base del pensiero religioso. Leggere qualche testo di scienze naturali è più utile, anzi è necessario, se si vuole citare impunemente la natura, se no, mia cara Francesca, si viene punite.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Dom Ago 02, 2015 3:56 pm

Punite per cosa?
Per inneggiare alle gioie della vita, contrapponendosi a chi scelga di togliersela per sua mano?
Se chi la pensa così, senza nulla togliere a nessuno, deve essere punito, allora ditemi quale sia la punizione da espiare, la sconterò volentieri, ma mai rinuncerò ad esprimere la mia dura condanna verso chi scientemente decida di privarsi della vita, a meno che non sia affetto da serie patologie psichiche, ma non mi sembra sia questo il caso di cui si discute.
E questa convinzione non deriva solo dalla professione della religione cattolica, ma dovrebbe essere condivisa anche da chi, pur ritenendosi ateo, ami l'umanità.
Sul fatto, poi, che la morte sia la prosecuzione della vita,non posso che concordare ricordando una celeberrima locuzione  latina per cui nell'aldilà : vita mutatur non tollitur!
Tornare in alto Andare in basso
Dulcamara



Messaggi : 1765
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioOggetto: Re: Famiglie illuminate?   Dom Ago 02, 2015 6:06 pm

Francesca4 ha scritto:
Punite per cosa?
Per inneggiare alle gioie della vita, contrapponendosi a chi scelga di togliersela per sua mano?
Se chi la pensa così, senza nulla togliere a nessuno, deve essere punito, allora ditemi quale sia la punizione da espiare, la sconterò volentieri, ma mai rinuncerò ad esprimere la mia dura condanna verso chi scientemente decida di privarsi della vita, a meno che non sia affetto da serie patologie psichiche, ma non mi sembra sia questo il caso di cui si discute.
E questa convinzione non deriva solo dalla professione della religione cattolica, ma dovrebbe essere condivisa anche da chi, pur ritenendosi ateo, ami l'umanità.
Sul fatto, poi, che la morte sia la prosecuzione della vita,non posso che concordare ricordando una celeberrima locuzione  latina per cui nell'aldilà : vita mutatur non tollitur!

"Punita" per aver citato la natura senza l'avvallo dell'unico pensiero che consente di interpretarla opportunamente, ovvero il pensiero scientifico. Nessuno ha parlato di suicidio, che comunque è una libera scelta come ogni altra. L'attributo di sacro deriva dal pensiero religioso e quindi un atea non può condividerlo ne applicarlo alla vita o ad alcunché, è semplicemente un'insensatezza, come tutte le nozioni metafisiche. Io non ho detto che la morte è la prosecuzione della vita, ho detto che consente alla vita in generale come fenomeno nell'universo, non l'insignificante esistenza di un singolo vivente, di proseguire.
"Hic est locus ubi mors gaudet succurrere vitam" riguarda istituzioni che nulla hanno a che fare con la religione, tanto per fare citazioni latine.
Tornare in alto Andare in basso
 
Famiglie illuminate?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Enti autorizzati: Ai. Bi Associazione amici dei bambini
» ragazze non ce la faccio più scusate...ma ho bisogno di dirlo a qualcuno
» Amish italiani
» ..nozze, curiosità, sposalizio, lo sapevate che...
» Famiglia allargata: e poi?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: