Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Insegnamento di religione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Dulcamara



Messaggi : 1770
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioOggetto: Insegnamento di religione   Dom Ago 02, 2015 6:24 pm

A latere del fatto che a mio parere dovrebbe essere tolto dalla scuola pubblica almeno non contasse nella media dei voti. Quest'anno ho partecipato al primo scrutinio e sono rimasta esterrefatta, i voti vanno invariabilmente dall'otto al dieci, con media probabilmente superiore a nove. E' assolutamente scorretto verso chi non la frequenta, essendo materia opzionale non dovrebbe entrare nel computo.

Anche quella robaccia relativa alle competenze, robaccia già di loro, stile "costituzione" non dovrebbe entrare in media. Ci si lamenta poi che i voti, soprattutto nelle secondarie di primo grado siano troppo alti. E ci credo se vengono alzati dalle materie "aria fritta"...
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 1002
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Dom Ago 02, 2015 7:13 pm

Alla secondaria di secondo grado il voto di religione non fa media, personalmente sarei contraria anche nell'inserire il voto di condotta nella media, ma non sono io a decidere.

Quest'anno mi trovo in prima ben dieci studenti promossi alla scuola media con 10 e lode. Di certo saranno un po' gonfiati, ma non bastano certo i docenti di religione e/o quelli di materia alternativa.
Tornare in alto Andare in basso
Dulcamara



Messaggi : 1770
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Dom Ago 02, 2015 7:33 pm

@melia ha scritto:
Alla secondaria di secondo grado il voto di religione non fa media, personalmente sarei contraria anche nell'inserire il voto di condotta nella media, ma non sono io a decidere.

Quest'anno mi trovo in prima ben dieci studenti promossi alla scuola media con 10 e lode. Di certo saranno un po' gonfiati, ma non bastano certo i docenti di religione e/o quelli di materia alternativa.

Può darsi che mi sia fatta un'idea sbagliata essendovi stati voti molto alti, in effetti non ho fatto le medie ma mi fidavo dei risultati del computer, tra l'altro sono stata chiamata a supplenza per i soli scrutini ed era la prima volta.

Se ricapito in quella scuola controllerò. Grazie della risposta.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Dom Ago 02, 2015 7:36 pm

Dulcamara ha scritto:
A latere del fatto che a mio parere dovrebbe essere tolto dalla scuola pubblica almeno non contasse nella media dei voti. Quest'anno ho partecipato al primo scrutinio e sono rimasta esterrefatta, i voti vanno invariabilmente dall'otto al dieci, con media probabilmente superiore a nove. E' assolutamente scorretto verso chi non la frequenta, essendo materia opzionale non dovrebbe entrare nel computo.

Anche quella robaccia relativa alle competenze, robaccia già di loro, stile "costituzione" non dovrebbe entrare in media. Ci si lamenta poi che i voti, soprattutto nelle secondarie di primo grado siano troppo alti. E ci credo se vengono alzati dalle materie "aria fritta"...
Scusa Dulcamara in quale ordine di scuola  la Religione si valuta con un voto numerico che rientra nel calcolo della media finale?
Sicuramente no nella Secondaria sia di I che di II grado e non credo neanche alla Primaria, ma su ciò non ho certezza anche se credo che per tutti gli ordini e gradi di istruzione sia valido l'articolo 309 del Testo Unico che, in proposito, dispone:
"Per l'insegnamento della religione cattolica, in luogo di voti e di esami, viene redatta a cura del docente e comunicata alla famiglia, per gli alunni che di esso si sono avvalsi, una speciale nota, da consegnare unitamente alla scheda o alla pagella scolastica, riguardante l'interesse con il quale l'alunno segue l'insegnamento e il profitto che ne ritrae".
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 1002
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Lun Ago 03, 2015 9:51 am

giovanna onnis ha scritto:

Scusa Dulcamara in quale ordine di scuola  la Religione si valuta con un voto numerico...?
Hai ragione, ma la valutazione di religione, che nella scheda compare come giudizio, nel registro elettronico è tradotta in voto numerico. Probabilmente la collega ha frainteso e ha supposto che facesse parte dei voti che concorrono al calcolo della media.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Lun Ago 03, 2015 2:16 pm

Il voto di religione non fa media e non ha il voto numerico.
La litania della necessitò di dare pari dignità all'IRC era una vecchia "gloriosa" battaglia di Gelmini buonanima, per fortuna rimasta lettera morta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Lun Ago 03, 2015 10:46 pm

Nella scuola primaria l'IRC ha una scheda a parte, viene valutata con un giudizio e non con voto numerico e non fa media.
Tornare in alto Andare in basso
giovanna onnis



Messaggi : 17792
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Lun Ago 03, 2015 11:40 pm

Esattamente come nella Secondaria!
Sarebbe interessante capire a cosa o a quale situazione si riferisce Dulcamara.
Non vorrei che ci fossero scuole che stabiliscono voto numerico per Religione , voto che viene considerato nel calcolo della media!
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 1002
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Mar Ago 04, 2015 9:29 am

giovanna onnis ha scritto:
Esattamente come nella Secondaria!
Sarebbe interessante capire a cosa o a quale situazione si riferisce Dulcamara.
Non vorrei che ci fossero scuole che stabiliscono voto numerico per Religione , voto che viene considerato nel calcolo della media!

Figurati, dai non è possibile che ci siano dirigenti che non si accorgono dell'errore.

Come ho già detto, nel registro elettronico il giudizio di religione compare come voto numerico, ma solo per facilitarne la lettura (= per usare una casella piccola come le altre materie). In fase di stampa compare in una scheda a parte. In ogni caso non fa media.

D'altra parte, la collega stessa ha ammesso che poteva essersi confusa.
Dulcamara ha scritto:
Può darsi che mi sia fatta un'idea sbagliata essendovi stati voti molto alti, in effetti non ho fatto le medie ma mi fidavo dei risultati del computer, tra l'altro sono stata chiamata a supplenza per i soli scrutini ed era la prima volta.
Tornare in alto Andare in basso
Margherita.



Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 03.08.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Mar Ago 25, 2015 11:17 pm

Buonasera, è vero che per fare le supplenze di IRC ci vuole almeno la laurea triennale? Ho sentito questa voce, ma in passato non era così dato che si potevano fare le supplenze già da studenti di scienze religiose. Grazie!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Mer Ago 26, 2015 3:21 pm

immagino (e spero) che, come per le altre discipline, serva proprio il titolo intero.
La pratica di far fare supplenze agli studenti con gli esami validi la raccontano i nonni degli insegnanti anziani che lo hanno fatto in gioventù
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Mer Ago 26, 2015 3:57 pm

Se si parla di scuola media o superiore, voglio sperare che il titolo di studio richiesto sia dello stesso livello per tutti (anche se ci sarebbe molto da ridire su un titolo di studio, equiparato a una laurea, che però non è previsto in nessun corso universitario pubblico e che esiste solo in accademie ecclesiastiche).

Se invece si parla di elementari e materne (non esistendo le classi di concorso differenziate per materie, ma essendo considerate uguali tutte le cattedre)...

...non escludo che, fino a pochissimi anni fa, potesse insegnare religione CHIUNQUE, purché avesse un generico diploma magistrale e avesse il visto della curia (che non aveva niente a che fare con una specializzazione professionale in religione, ma era solo una sorta di nulla-osta basato sull'accertamento dell'appartenenza cattolica e dello stile di vita personale non controverso secondo dettami cattolici).

Simpatico, no?


L.
Tornare in alto Andare in basso
miranda



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 30.08.10

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Mer Ago 26, 2015 6:31 pm

Nella C.M che esce ogni anno nel mese di maggio prima degli scrutini finali si ribadisce che la religione , come pure la materia alternativa, non fanno media e va assegnato un giudizio. Questo vale per ogni ordine di scuola, quindi i DS (e ce ne sono alcuni che conosco) che fanno trasformare il giudizio in voto e fanno media anche con questo commettono una grave illegalità e che, in caso di bocciatura o di media di ammissione all'esame di stato, può portare all'annullamento dello scrutinio se una famiglia fa ricorso. Chiaramente anche questo giudizio ha un suo peso nel determinare eventuali crediti per l'esame. Diversamente il voto di comportamento, che, come è stato chiarito da pochi anni (prima era un po' confuso) entra nella media, ma va motivato. Nel mio IC consideriamo attenzione in classe/partecipazione/impegno/correttezza nei rapporti con altri alunni e docenti, ecc.
Per maggiori chiarimenti, oltre a leggere la CM, consiglio la Guida a scrutini ed esami pubblicato da Dirigere la Scuola o La Tecnica della Scuola.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Mer Ago 26, 2015 9:18 pm

Ogni tanto viene fuori la notizia di qualche scuola in cui si è pensato bene di introdurre l'iscrizione all'ora di religione come motivazione valida per aumentare il punteggio di credito, in base al fatto che si tratterebbe di un'attività facoltativa "in più" rispetto al programma obbligatorio... come se uno avesse seguito un corso pomeridiano di approfondimento o avesse collaborato a un progetto scolastico.

Questa amena leggenda metropolitana era arrivata anche alle orecchie di alcuni miei studenti, che non avevano mai seguito religione al biennio inferiore, ma che erano intenzionati a cambiare scelta in terza e a iscriversi a religione (anche se non gliene importava nulla e avrebbero preferito di gran lunga continuare a tenersi un'ora libera come avevano fatto fino a quel momento), perché effettivamente pensavano che questo facesse punteggio di credito.

Ma mi risulta che ci siano state sentenze molto chiare in proposito, che stabiliscono che questo non è vero.

O meglio, che può essere ammissibile SOLO se l'istituto garantisce l'attivazione dell'ora di materia alternativa esattamente con le stesse garanzie di quella di religione, con insegnante nominato appositamente, programmazione didattica formalmente presentata, e parità assoluta di rappresntanza in CdC dell'insegnante di religione e di quello di alternativa.

In tali casi, e solo in quelli, la scuola può decidere di riconoscere il punteggio di credito in più, ma allo stesso modo a chi ha seguito religione oppure alternativa, in contrasto con quelli che hanno preferito non fare nessuna delle due e prendersi semplicemente un'ora libera.

Ma siccome la maggior parte delle scuole superiori NON offre nessuna attività alternativa, e al massimo chiama impropriamente "attività alternativa" un'ora di studio individuale libero non assistito, allora la cosa NON E' legittima.

L.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Mer Ago 26, 2015 9:46 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Ma siccome la maggior parte delle scuole superiori NON offre nessuna attività alternativa, e al massimo chiama impropriamente "attività alternativa" un'ora di studio individuale libero non assistito, allora la cosa NON E' legittima.

L.


Nemmeno quelle inferiori.
Mia figlia non l'ha avuta nemmeno alla scuola materna, l'unica in cui esista la compresenza! Che facciamo, speriamo nell'organico dell'autonomia?
Tornare in alto Andare in basso
costanza15



Messaggi : 589
Data d'iscrizione : 03.04.15

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Mer Ago 26, 2015 9:54 pm

Religione alla scuola dell'infanzia? Caspita, iniziano presto!!!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Mer Ago 26, 2015 9:56 pm

due ore a settimana
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Mer Ago 26, 2015 10:50 pm

lucetta10 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

Ma siccome la maggior parte delle scuole superiori NON offre nessuna attività alternativa, e al massimo chiama impropriamente "attività alternativa" un'ora di studio individuale libero non assistito, allora la cosa NON E' legittima.

L.


Nemmeno quelle inferiori.
Mia figlia non l'ha avuta nemmeno alla scuola materna, l'unica in cui esista la compresenza!

Ma almeno lì non si sarebbe posto il problema della media dei voti e del calcolo dei crediti.

In ogni caso, avreste potuto protestare formalmente e pretendere che la scuola rispettasse la legge, garantendo l'attività alternativa (che appunto è obbligatoria per legge, e non è certo un favore che viene concesso per generosità).

Capisco che sia faticoso e che molta gente pensi che non valga la pena sbattersi... ma la ragione della rivendicazione è talmente evidente dal punto di vista legale, che tutti quelli che ci hanno provato fino in fondo, hanno avuto ragione.

Ci sono state diverse scuole che si sono beccate delle sonore multe per aver rifiutato di attivare l'insegnamento di materia alternativa... o che, proprio per evitare di beccarsi le multe, l'hanno attivato in fretta e furia anche se fino a un mese prima sostenevano che fosse impossibile!

Per curiosità: ma durante le ore di religione, i bambini non iscritti cosa facevano, se non c'era l'attività alternativa?
Non mi dirai che alla materna facevano "studio individuale"...

L.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Gio Ago 27, 2015 6:56 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Ogni tanto viene fuori la notizia di qualche scuola in cui si è pensato bene di introdurre l'iscrizione all'ora di religione come motivazione valida per aumentare il punteggio di credito, in base al fatto che si tratterebbe di un'attività facoltativa "in più" rispetto al programma obbligatorio... come se uno avesse seguito un corso pomeridiano di approfondimento o avesse collaborato a un progetto scolastico.

Questa amena leggenda metropolitana era arrivata anche alle orecchie di alcuni miei studenti, che non avevano mai seguito religione al biennio inferiore, ma che erano intenzionati a cambiare scelta in terza e a iscriversi a religione (anche se non gliene importava nulla e avrebbero preferito di gran lunga continuare a tenersi un'ora libera come avevano fatto fino a quel momento), perché effettivamente pensavano che questo facesse punteggio di credito.

Ma mi risulta che ci siano state sentenze molto chiare in proposito, che stabiliscono che questo non è vero.

O meglio, che può essere ammissibile SOLO se l'istituto garantisce l'attivazione dell'ora di materia alternativa esattamente con le stesse garanzie di quella di religione, con insegnante nominato appositamente, programmazione didattica formalmente presentata, e parità assoluta di rappresntanza in CdC dell'insegnante di religione e di quello di alternativa.

In tali casi, e solo in quelli, la scuola può decidere di riconoscere il punteggio di credito in più, ma allo stesso modo a chi ha seguito religione oppure alternativa, in contrasto con quelli che hanno preferito non fare nessuna delle due e prendersi semplicemente un'ora libera.

Ma siccome la maggior parte delle scuole superiori NON offre nessuna attività alternativa, e al massimo chiama impropriamente "attività alternativa" un'ora di studio individuale libero non assistito, allora la cosa NON E' legittima.

L.

Nella mia scuola per assegnare il punto nella banda di oscillazione si considerano 5 criteri e, come soglia, la corrispondenza di almeno tre di questi. Uno dei criteri è la partecipazione all'ora di religione o alla materia alternativa, che viene attivata se gli studenti o le famiglie ne fanno richiesta.
L'unica discriminazione sta nel fatto che non accedono a questo criterio gli studenti che scelgono l'uscita da scuola o lo studio individuale, scelte che non necessariamente devono interpretarsi come motivi di demerito. Ad esempio, l'anno scorso, nella quinta avevamo due studenti che non avevano beneficiato dell'ora di religione e uscivano prima. Uno di questi aveva 27 anni (si era riscritto per completare il corso dopo anni di interruzione) ed era uno studente lavoratore, mi sembra ragionevole la sua scelta di non beneficiare di un'attività facoltativa. L'altro era uno studente esemplare per serietà, profitto, partecipazione, uno dei migliori studenti che abbia mai avuto e tenuto sul palmo della mano da tutti gli insegnanti che l'hanno avuto. Per fortuna non c'erano problemi per ottenere il riconoscimento degli altri crediti e, quindi, hanno avuto il punto nella banda di oscillazione.
In ogni modo, personalmente, trovo discutibile che si consideri la partecipazione a religione o all'ora alternativa e non si valutino invece le altre scelte mettendole in relazione con il contesto. Faccio un esempio banale: se uno studente opta per lo studio individuale e si verifica che effettivamente dedica quest'ora ad un'attività di approfondimento autonomo, invece di vagare per i corridoi o fare salotto con i collaboratori scolastici, è o non è una ragione di merito?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Gio Ago 27, 2015 8:56 am

paniscus_2.0 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

Ma siccome la maggior parte delle scuole superiori NON offre nessuna attività alternativa, e al massimo chiama impropriamente "attività alternativa" un'ora di studio individuale libero non assistito, allora la cosa NON E' legittima.

L.


Nemmeno quelle inferiori.
Mia figlia non l'ha avuta nemmeno alla scuola materna, l'unica in cui esista la compresenza!

Ma almeno lì non si sarebbe posto il problema della media dei voti e del calcolo dei crediti.

In ogni caso, avreste potuto protestare formalmente e pretendere che la scuola rispettasse la legge, garantendo l'attività alternativa (che appunto è obbligatoria per legge, e non è certo un favore che viene concesso per generosità).

Capisco che sia faticoso e che molta gente pensi che non valga la pena sbattersi... ma la ragione della rivendicazione è talmente evidente dal punto di vista legale, che tutti quelli che ci hanno provato fino in fondo, hanno avuto ragione.

Ci sono state diverse scuole che si sono beccate delle sonore multe per aver rifiutato di attivare l'insegnamento di materia alternativa... o che, proprio per evitare di beccarsi le multe, l'hanno attivato in fretta e furia anche se fino a un mese prima sostenevano che fosse impossibile!

Per curiosità: ma durante le ore di religione, i bambini non iscritti cosa facevano, se non c'era l'attività alternativa?
Non mi dirai che alla materna facevano "studio individuale"...

L.



Disegno individuale.
I bambini passano le ore di religione con le proprie maestre, che sono presenti in orario, questa sarebbe quindi l'ora alternativa e qui sta la differenza con gli altri cicli, non c'è da attivare.
Che di fatto l'ora si traducesse in un pascolo sorvegliato sta nella sciatteria delle insegnanti, che scoraggiavano chiunque volesse astenersi (scoraggiamenti che con i piccoli funzionano, e infatti insieme a mia figlia c'era uno sparutissimo gruppo di bambini) e non erano molto più efficaci e creative con la didattica in classe. Lascio perdere episodi spiacevoli legati a questa questione... mia figlia non si è mai lamentata e stava bene
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Gio Ago 27, 2015 10:18 am

Che bello però!!Almeno in questo caso la mia pessima scuola dell'anno scorso ha fatto bene le cose. In realtà li (scuola materna) l'insegnante di religione veniva tre ore dedicando un'ora a ciascun gruppo d'età. Chi non faceva religione restava perciò con uno degli altri gruppi a fare altre attività programmate appositamente o gioco libero con i compagni (nel caso dei piccoli di 3 anni). Nella scuola materna dei miei figli gli insegnanti erano ancora più validi. Dividevano i bambini in due grandi gruppi eterogenei per età alternandoli di settimana in settimana nella frequenza di religione (buona parte della mattinata). In tal modo chi non usufriva della rc stava in classe con la metà di compagni a cui non toccava rc quella settimana, a fare attività o gioco. Diciamo che così i bambini non si sentono minimamente discriminati o messi da parte e stanno felici e ignari dei problemi degli adulti (preciso che i miei non hanno fatto rc alla materna proprio perchè ho considerato valido il modo di proporre un'alternativa, mentre la fanno alla primaria perchè li verrebbero semplicemente messi con gli stranieri a fare italiano di livello base e non credo che questo al momento sarebbe utile a loro).
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Gio Ago 27, 2015 10:24 am

I miei figli non sono mai stati iscritti a religione perché noi genitori siamo contrari, non perché si è fatto un ragionamento su quanto l'alternativa fosse più o meno utile o più o meno simpatica. Di sicuro non mi sarei sognata di cambiare idea solo perché "altrimenti li mettono con gli stranieri a fare un corso di italiano inutile" (se non altro, perché considero il corso di religione ancora più inutile!), semmai avrei rivendicato con forza un'attività alternativa VERA valida per tutti...
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Gio Ago 27, 2015 10:45 am

Io invece ho preferito fare meno casino, parlare con la maestra di religione (che conosco bene e so come la fa) spiegarle bene cosa penso io, farmi dire cosa ne pensa lei e soprattutto spiegare io ai miei figli cosa ne penso della realtà e della verità di quello che la religione professa. Bene o male è una cosa con cui devono convivere in Italia, i miei sono fortemente religiosi perciò i concetti prima o poi gli sarebbero comunque arrivati. Mi sembrava di provare a fare un'inutile censura.

Paniscus, forse l'hai letta con un tono che io non volevo dare alla frase. Non intendevo certo dire che è perchè ci sono i bambini stranieri che non li mando a fare l'alternativa ma che di fatto, alla primaria, l'alternativa viene usata per gestire l'emergenza dei bambini che ARRIVANO QUI DIRETTAMENTE DAL PAESE STRANIERO  senza alcuna conoscenza della lingua! Questi bambini hanno spesso l'unica possibilità dell'alternativa per avere qualche momento con un insegnante che li aiuti a venire a capo della loro situazione.

Andare a fare un putiferio per tre miei bambini che andrebbero solo a rompere le scatole a questi altri che, credo, hanno maggiore bisogno...ecco, ho ritenuto di fare una scelta diversa. Una vera alternativa non c'è alla primaria (perlomeno nella mia zona) e non è garantito che le ore di religione possano sempre essere messe alle prime o ultime ore (così da consentire un'uscita anticipata o un'entrata posticipata). Io credo che la religione non ci dovrebbe proprio essere a scuola.

Poi non so in che posto abiti tu ma io vivo nella campagna del veneto, una delle regioni più bigotte e chiuse dell'intero universo conosciuto. Se mi mettessi a battagliare per questo otterei solo maggiori difficoltà per i miei figli. Sono stata chiara con gli insegnanti, i miei figli non sono nemmeno battezzati (e per questo la famiglia di mio padre non ha più rivolto la parola a noi e a LUI per più di un anno provocando un bel po' di sofferenza) ..e sempre più mi chiedo se vale la pena di cercare di far cambiare atteggiamento a certe persone.

Tutto qui.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Gio Ago 27, 2015 12:42 pm

aku ha scritto:
Che bello però!!Almeno in questo caso la mia pessima scuola dell'anno scorso ha fatto bene le cose. In realtà li (scuola materna) l'insegnante di religione veniva tre ore dedicando un'ora a ciascun gruppo d'età. Chi non faceva religione restava perciò con uno degli altri gruppi a fare altre attività programmate appositamente o gioco libero con i compagni (nel caso dei piccoli di 3 anni). Nella scuola materna dei miei figli gli insegnanti erano ancora più validi. Dividevano i bambini in due grandi gruppi eterogenei per età alternandoli di settimana in settimana nella frequenza di religione (buona parte della mattinata). In tal modo chi non usufriva della rc stava in classe con la metà di compagni a cui non toccava rc quella settimana, a fare attività o gioco. Diciamo che così i bambini non si sentono minimamente discriminati o messi da parte e stanno felici e ignari dei problemi degli adulti (preciso che i miei non hanno fatto rc alla materna proprio perchè ho considerato valido il modo di proporre un'alternativa, mentre la fanno alla primaria perchè li verrebbero semplicemente messi con gli stranieri a fare italiano di livello base e non credo che questo al momento sarebbe utile a loro).



Non mi pare una cosa fatta per bene se coinvolgeva anche i bambini che fanno religione.
L'attività alternativa deve essere fatta esclusivamente per chi non si avvale. Nel tuo caso, tuo/a figlio/a veniva banalmente smistato in un'altra classe e quello che si faceva lì veniva spacciato per attività alternativa mentre era banale attività di classe, tutt'al più a classi aperte.
Le mie maestre in teoria facevano lezione alternativa ai soli bambini non iscritti a religione
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: Insegnamento di religione   Gio Ago 27, 2015 1:30 pm

No, questa non è la scuola dei miei figli ma quella dove lavoravo io. Si, è vero quello che dici, era attività di classe insieme ai compagni che, l'ora successiva, andavano a fare religione, ma non si sarebbe potuto fare diversamente dato che non ci sono abbastanza maestre. Probabilmente allora si può dire che all'asilo non esiste attività alternativa alla religione in quanto, per lo meno nel mio istituto, non c'è insegnante di alternativa per la scuola dell'infanzia e l'alternativa viene gestita dalle stesse maestre di classe..

Invece da primaria in su esiste la figura dell'insegnante di alternativa che perlomeno ha ore dedicate a questa attività e sta a lei decidere come organizzarle. Peccato che spesso (almeno questa è la mia esperienza) le manchino gli spazi (non ha cioè un'aula dedicata, epica la mia litigata con uno di questi insegnanti che si appropriava per una mattinata intera dell'aula LIM rendendomi impossibile il portarci gli alunni)
Tornare in alto Andare in basso
 
Insegnamento di religione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» La Religiosità del Movimento 5 Stelle
» religione all'asilo
» Siti satira religione e chiesa
» La religione, strumento politico ed economico
» I Cattolici conoscono la religione peggio degli atei

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: