Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 La paura della fase B NON ha senso?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: La paura della fase B NON ha senso?   Dom Ago 02, 2015 11:16 pm

Promemoria primo messaggio :

Lunghe discussioni sull'ingiustizia della fase B a chi ha il punteggio più alto, sul rischio di andare in fase B e sugli stratagemmi per ridurlo, tutte completamente inutili e insensate: infatti chi viene nominalmente deportato con la fase B nel 99% dei casi NON andrà mai nella provincia assegnata (avrà nomina giuridica) e nel rimanente 1% ci lavorerà per meno di 1 anno scolastico. Nel 2016 interviene il piano di mobilità e quindi ritorna a stare nella stessa barca di tutti gli altri con nuova lotteria delle sedi e la precedente collocazione in fase B è totalmente irrilevante.

Sbaglio?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
costanza15



Messaggi : 589
Data d'iscrizione : 03.04.15

MessaggioOggetto: Re: La paura della fase B NON ha senso?   Lun Ago 03, 2015 11:55 am

Ma se sei assunto sul sostegno non puoi passare al potenziamento, i posti in fase C te li scordi!
Tornare in alto Andare in basso
gabri2



Messaggi : 582
Data d'iscrizione : 28.08.10

MessaggioOggetto: Re: La paura della fase B NON ha senso?   Lun Ago 03, 2015 11:57 am

Grazie per la risposta Pinacolada; se due hanno lo stesso punteggio penso si regoleranno come per le Gae(età,figli,ecc).Comunques i dubbi restano; quindi sia fase b che C dipendono da dati incrociati punteggio/preferenze?
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: La paura della fase B NON ha senso?   Lun Ago 03, 2015 12:50 pm

Dato che conosco parecchie persone che fanno sostegno da anni e che so che la scelta di ricoprire questi posti è determinata in molti casi dalla possibilità di rimanere accanto ai propri familiari e di non spostarsi dai propri territori di origine (la storia della "vocazione" trova infatti il tempo che trova...), lasciatemi dire che dubito che in fase B saranno in molti a chiedere di spostarsi lontano da casa per entrare in ruolo su sostegno.
I posti di sostegno di diritto del Nord rimarranno in gran parte vuoti e verranno assegnati come sempre con supplenze annuali ai non specializzati (o specializzati con i TFA)... Già per il sostegno, quindi, questo piano di assunzioni costituirà un vero flop...
E' probabile infatti che come sempre ci saranno posti di sostegno in deroga anche al Sud e quindi sarà molto più conveniente per chi ha la specializzazione non chiedere l'assunzione e aspettare i nuovi concorsi che saranno separati per i posti sostegno-comune. Per forza di cose infatti nei prossimi anni ci sarà una forte offerta di posti a concorso per il sostegno, un po' ovunque... e voglio vedere se non assumeranno con molta facilità i pochi specializzati a disposizione....
Inoltre per gli specializzati non chiedere l'assunzione porterà a due effetti: si potrà continuare a lavorare abbastanza vicino a casa, in quanto si ha la priorità su tutti quelli che non sono specializzati; si potrà demandare al futuro la scelta relativa a quale concorso partecipare (per materia o sostegno).
Visto che a breve verrà fatta anche la riforma del sostegno, che probabilmente comporterà una scelta "definitiva" sul proprio lavoro, perché, mi chiedo, ipotecare il proprio futuro a scatola chiusa? Meglio prendere tempo e aspettare che si definisca più precisamente tutta la questione...
Infatti è ovvio che chi ha la specializzazione (nonostante venga data la possibilità di scegliere se dare priorità a sostegno o materia), nel 90% dei casi verrà convogliato su sostegno. Perché lavorare lontano da casa per fare un lavoro che si può svolgere anche senza spostarsi? Forse non conviene fare un mito dell'entrata in ruolo a tempo indeterminato, quando ciò comporta un aumento considerevole delle spese economiche e personali del vivere lontano da casa...
Tornare in alto Andare in basso
 
La paura della fase B NON ha senso?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Paura della morte e sentimento religioso
» Il credente e l'ateo hanno paura della morte?
» una cosa che può aiutare chi ha paura della sofferenza per il negativo
» Paura della morte e disegno intelligente
» Domani la morfologica e io ho tanta paura :(

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: