Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Consigli avviamento all'insegnamento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
Sandra Volo



Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 09.06.15

MessaggioOggetto: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 04, 2015 2:03 pm

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti!
A settembre inizierò a insegnare spagnolo in una scuola media paritaria e sarà la mia prima esperienza scolastica vera a propria. Volevo chiedervi se qualcuno ha da consigliarmi un testo o un sito internet dove possa trovare qualche dritta per iniziare. Grazie a chi risponderà!
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ire



Messaggi : 8334
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 1:14 pm

gariel ha scritto:
Infatti io ho detto che ci sono dei limiti nel concetto di scuola caserma

e infatti io contesto solo con forza il concetto di chicca!   ; - )
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
iaiataf



Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 27.04.14

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 1:19 pm

Magari tutti la pensassero come Chicca. Per la mia esperienza e' proprio la nostra eccessiva morbidezza il vero guaio. Se la scuola somigliasse davvero ad una caserma e non ad un circo forse i nostri ragazzi riceverebbero una istruzione migliore.
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 577
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 1:27 pm

Per Ire: Perché vuoi sempre intervenire in tutte le discussioni nonostante TU non sia una docente? Tu dici di parlare per esperienza, ma chi lo può dire? Chiunque in un forum può dire ciò che vuole senza che nessuno controlli, e io se permetti non mi fido affatto.
Inoltre la mia esperienza va in senso completamente opposto a ciò che tu affermi, io ho notato che costantemente (e sottolineo costantemente) sono stato apprezzato quando mi sono mostrato severo e perfino duro, mentre sono stato sottovalutato e persino deriso dagli alunni nelle occasioni in cui mi sono mostrato morbido.
Tornare in alto Andare in basso
-nina-



Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 1:43 pm

Scusate, ma io ho qualche difficoltà a paragonare la scuola ad una caserma, proprio per il mio carattere.
In caserma bisogna "obbedir tacendo". A scuola io non ho nessun problema a confrontarmi con gli alunni e a permettere loro di esprimere le loro esigenze. Insegnando al triennio ho a che fare con ragazzi che vanno dai 16 ai 19 anni.
Quest'anno alcuni alunni mi hanno chiesto se potevo commentare in classe il libro di testo di storia perché loro avevano problemi a decodificarlo (i libri di storia danno un sacco di cose per scontate). Io ho chiesto alle classe se quel metodo andava bene a tutti e mi hanno detto di sì, quindi ho proceduto in quel modo, ottenendo ottimi risultati agli esami di maturità.
In genere permetto che per le verifiche orali organizzino loro i turni, in modo che nessun alunno si ritrovi con 4 verifiche in un giorno.  
Una volta che ho dato questa fiducia e sgarrano non hanno nulla da rimproverarmi e se necessario, a questo punto, impongo il mio volere senza che possano aprire bocca.
Tornare in alto Andare in basso
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 1:50 pm

Vedi io insegno al biennio...un po' diverso...
Io sono contrario alle programmate al biennio. Bisogna studiare sempre e se non si abituano subito non lo faranno più.
Le programmate hanno un inconveniente non da poco: i ragazzi studiano per l'interrogazione e poi cancellano, per forza di cose. L'apprendimento deve essere sedimentario. Quindi continuato nel tempo.
Tornare in alto Andare in basso
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 1:54 pm

I ragazzi che ho avuto l'anno scorso abituati così hanno continuato a farlo e hanno chiesto di essere interrogati a sorpresa, con soddisfazione loro (per i risultati commisurati all'impegno) e dei colleghi del triennio cui non sembrava vero essere tornati alle interrogazioni libere.
Tornare in alto Andare in basso
-nina-



Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 1:56 pm

Scuola70 ha scritto:
Per Ire: Perché vuoi sempre intervenire in tutte le discussioni nonostante TU non sia una docente? Tu dici di parlare per esperienza, ma chi lo può dire? Chiunque in un forum può dire ciò che vuole senza che nessuno controlli, e io se permetti non mi fido affatto.
Inoltre la mia esperienza va in senso completamente opposto a ciò che tu affermi, io ho notato che costantemente (e sottolineo costantemente) sono stato apprezzato quando mi sono mostrato severo e perfino duro, mentre sono stato sottovalutato e persino deriso dagli alunni nelle occasioni in cui mi sono mostrato morbido.

Hai ragione, se serve bisogna essere anche duri e severi, ma non possiamo metterci la maschera dei "bastardoni" a vita.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8334
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 1:58 pm

scuola70 ha scritto:
Chiunque in un forum può dire ciò che vuole senza che nessuno controlli, e io se permetti non mi fido affatto.

Proprio in considerazione di questo, proprio in considerazione del tuo chiunque
faccio un po' fatica a trovare la collocazione alla tua domanda circa il mio intervento.
Pensa per te, Scuola, pensa a se tu vuoi intervenire o meno che alla possibilità di partecipazione di qualsiasi altro utente ci pensa lo staff.

A te resta naturalmente la decisione di fidarti o meno di ciò che l'altro dice. Per l'altro, (per me in questo caso) è abbastanza ininfluente il saperlo.

nina ha scritto:
Scusate, ma io ho qualche difficoltà a paragonare la scuola ad una caserma, proprio per il mio carattere.
In caserma bisogna "obbedir tacendo". A scuola io non ho nessun problema a confrontarmi con gli alunni e a permettere loro di esprimere le loro esigenze. Insegnando al triennio ho a che fare con ragazzi che vanno dai 16 ai 19 anni.
Quest'anno alcuni alunni mi hanno chiesto se potevo commentare in classe il libro di testo di storia perché loro avevano problemi a decodificarlo (i libri di storia danno un sacco di cose per scontate). Io ho chiesto alle classe se quel metodo andava bene a tutti e mi hanno detto di sì, quindi ho proceduto in quel modo, ottenendo ottimi risultati agli esami di maturità.
In genere permetto che per le verifiche orali organizzino loro i turni, in modo che nessun alunno si ritrovi con 4 verifiche in un giorno.
Una volta che ho dato questa fiducia e sgarrano non hanno nulla da rimproverarmi e se necessario, a questo punto, impongo il mio volere senza che possano aprire bocca.

esattamente : -)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
-nina-



Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:05 pm

Gariel ha scritto:
Vedi io insegno al biennio...un po' diverso...
Io sono contrario alle programmate al biennio. Bisogna studiare sempre e se non si abituano subito non lo faranno più.
So che al biennio le problematiche sono diverse e mi rendo conto che gli alunni che arrivano in terza sono stati già inquadrati dai docenti che mi hanno preceduta. Inoltre c'è anche già stata una "scrematura" con le bocciature.

Gariel ha scritto:
Le programmate hanno un inconveniente non da poco: i ragazzi studiano per l'interrogazione e poi cancellano, per forza di cose. L'apprendimento deve essere sedimentario. Quindi continuato nel tempo.
Questo è un punto su cui a scuola dibattiamo ogni anno. Il problema è che facendo le verifiche a sorpresa mi ritrovo con tanti ragazzi impreparati che poi devo interrogare di nuovo per permettere loro di rimediare.
Credo comunque, che i ragazzi certe materie le studiano perché devono studiarle, ma non sono minimamente interessati.
Anche io certe materie le studiavo come se stessi prendendo una medicina. Ho rimosso quasi tutto.


Tornare in alto Andare in basso
-nina-



Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:09 pm

Gariel ha scritto:
I ragazzi che ho avuto l'anno scorso abituati così hanno continuato a farlo e hanno chiesto di essere interrogati a sorpresa, con soddisfazione loro (per i risultati commisurati all'impegno) e dei colleghi del triennio cui non sembrava vero essere tornati alle interrogazioni libere.

Posso dirti che in certe classi gli alunni mi hanno chiesto di fare io i turni perché loro non riuscivano a mettersi d'accordo, e perché molti non rispettavano i turni assentandosi.

Tornare in alto Andare in basso
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:15 pm

Eh eh...ognuno ha le sue materie preferite e le sue materie odiate...

Se li interroghi per rimediare l'insufficienza è inutile farle, le verifiche a sorpresa...non studierà nessuno, se non gli illuminati. Io concedo una interrogazione di recupero....all'anno! Ergo studiano tutti. Poi al triennio, dove la mole di studio aumenta è auspicabile fissare delle verifiche orali; ma l'abitudine allo studio bisogna acquisirla subito, anche per correggere il tiro se si studia male.
Tornare in alto Andare in basso
iaiataf



Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 27.04.14

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:16 pm

Che lusso potersi programmare le verifiche... io ho finito la scuola negli ultimi anni 90 del 900 non dell'800, e devo dire che in piu' di una occasione ho svolto diverse verifiche in un giorno. E sono ancora viva. Nel mio piccolo sono convinta che viziando i ragazzi in questo modo non si faccia il loro bene. Li si rende pigri, lenti, impreparati alle sfide della vita. Il mondo fuori la scuola non e' una culla calda e morbida, vogliamo prepararli, almeno gradualmente? Per non parlare dei limiti al nostro lavoro: continuando così se c'è un prof "pazzo" che osa fare una verifica a sorpresa che facciamo? Lo denunciamo? Forse dovremmo avere il coraggio di recuperare un po' di autorevolezza. I ragazzi non hanno bisogno di genitori-amici, prof-compagnoni, presidi-nonni, ma di figure di riferimento, limiti, oserei dire di regole.
Tornare in alto Andare in basso
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:18 pm

Perché fissati da te li rispettavano? Non c'è più stato neanche un assente?
Tornare in alto Andare in basso
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:19 pm

Eh iaiataf....qualche collega e genitore dal preside c'è andato...con zero risultati
Tornare in alto Andare in basso
iaiataf



Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 27.04.14

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:25 pm

Immagino... siamo davvero all'assurdo. Ormai la scuola e' diventata un cumulo di riti svuotati da ogni significato. Si fa finta di interrogare, si forniscono gli argomenti delle verifiche, si gonfiano i voti. Altrimenti poverini, i ragazzi si traumatizzano. Come si sia arrivati a questo non si capisce, ma dovremmo seriamente recuperare un po' di serieta' e fermezza.
Tornare in alto Andare in basso
-nina-



Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:30 pm

Gariel ha scritto:
Perché fissati da te li rispettavano? Non c'è più stato neanche un assente?
Se devo essere sincera no. Si prendevano il 2 e amen. Magari mi chiedevano subito quando potevano rimediare. Al che io rispondevo: quando ci sarà tempo.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8334
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:39 pm

iaiataf ha scritto:
Il mondo fuori la scuola non e' una culla calda e morbida, vogliamo prepararli, almeno gradualmente?

Discorso, questo mio, che non è per forza riferito solo all'ambito scolastico ma a tutto l'ambito educativo:
visto che innegabilmente la vita dà botte da orbi, tanto vale cominciare da piccoli a piacchiarli un po' così sono abituati?

Vado oltre:

visto che troverai sempre chi ti insulterà nella vita, tanto vale che io cominci ad insultarti un po' fin da piccolo così ti abitui?

E' indubbiamente una scelta educativa.

E' una scelta educativa come un'altra sulla quale non sono d'accordo.
Condivido quella invece che dice che solo partendo dal positivo ci si possono fare le spalle forti per reggere le botte che verranno.

I ragazzi fino alle superiori sono accompagnati all'apprendimento con attenzione ai loro tempi e alle loro difficoltà di crescita e voi pensate che non sappiano che fuori non è così?
Lo sanno perfettamente e sanno adeguarsi alle nuove richieste. Quelli che non lo fanno non l'avrebbero fatto nemmeno se fossero stati tartassati alle superiori.

Proprio non vedo il motivo per cui se senza alcuno svantaggio effettivo si possono prendere solo 50 anni di botte, sia necessario prenderne 60 perchè così ci si abitua. E' una cosa che non capirò mai.l
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
-nina-



Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:39 pm

iaiataf ha scritto:
Immagino... siamo davvero all'assurdo. Ormai la scuola e' diventata un cumulo di riti svuotati da ogni significato. Si fa finta di interrogare, si forniscono gli argomenti delle verifiche, si gonfiano i voti. Altrimenti poverini, i ragazzi si traumatizzano. Come si sia arrivati a questo non si capisce, ma dovremmo seriamente recuperare un po' di serieta' e fermezza.

Con ragazzi attaccati a Facebook giorno e notte, con ragazzi rimbecilliti e difesi a oltranza da genitori privi di qualsiasi autorità, cosa vuoi fare? Riproporre i bei tempi andati o fare in modo che apprendano qualcosa lo stesso?

La colpa è dei ragazzi? E' dei genitori? E' della società? Vallo a capire! Io so solo che non posso riproporre i metodi dei miei docenti. Non otterrei nulla. Parlo sempre di questi problemi anche con i genitori che confermano più o meno quello che dico io. I ragazzi stanno troppo su FB, anche loro come genitori spesso non sanno dove sbattere la testa. E allora che facciamo?


Ultima modifica di -nina- il Mar Ago 18, 2015 2:43 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8334
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:40 pm

gariel ha scritto:
Perché fissati da te li rispettavano? Non c'è più stato neanche un assente?
nina ha scritto:
Se devo essere sincera no. Si prendevano il 2 e amen. Magari mi chiedevano subito quando potevano rimediare. Al che io rispondevo: quando ci sarà tempo.

A dimostrazione di quanto ho detto:

se non sanno adeguarsi non sanno adeguarsi a prescindere
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Gariel



Messaggi : 971
Data d'iscrizione : 02.08.12

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:51 pm

Ire ha scritto:
 
gariel ha scritto:
Perché fissati da te li rispettavano? Non c'è più stato neanche un assente?
nina ha scritto:
Se devo essere sincera no. Si prendevano il 2 e amen. Magari mi chiedevano subito quando potevano rimediare. Al che io rispondevo: quando ci sarà tempo.

A dimostrazione di quanto ho detto:

se non sanno adeguarsi non sanno adeguarsi a prescindere

E allora chiudiamo le scuole no? Avremmo fallito prima di cominciare. Se non sanno adeguarsi gli si può suggerire un modo per farlo! E questo va fatto con severità...se poi non vogliono capire...dobbiamo raddoppiare gli sforzi, ma sempre da professori non da amici. Io non do mai nessun giudizio definitivo, se non dopo l'ultima interrogazione!
A volte a un ragazzo è utile ripetere l'anno o essere riorientati.
Tornare in alto Andare in basso
-nina-



Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:59 pm

Gariel ha scritto:
Ire ha scritto:
 
gariel ha scritto:
Perché fissati da te li rispettavano? Non c'è più stato neanche un assente?
nina ha scritto:
Se devo essere sincera no. Si prendevano il 2 e amen. Magari mi chiedevano subito quando potevano rimediare. Al che io rispondevo: quando ci sarà tempo.

A dimostrazione di quanto ho detto:

se non sanno adeguarsi non sanno adeguarsi a prescindere

E allora chiudiamo le scuole no? Avremmo fallito prima di cominciare. Se non sanno adeguarsi gli si può suggerire un modo per farlo! E questo va fatto con severità...se poi non vogliono capire...dobbiamo raddoppiare gli sforzi, ma sempre da professori non da amici. Io non do mai nessun giudizio definitivo, se non dopo l'ultima interrogazione!
A volte a un ragazzo è utile ripetere l'anno o essere riorientati.

Io non sono amica dei miei alunni. Se è necessario boccio senza remore essendo venuta loro incontro in tutti i modi.
Sono d'accordo sul fatto che a volte ripetere l'anno è la cosa migliore.


Ultima modifica di -nina- il Mar Ago 18, 2015 3:01 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 2:59 pm

Ire ha scritto:
La finalità di una caserma non è quella di formare individui.

Qui si potrebbe dissentire. La finalità della caserma è anche formare degli individui. Al limite si può discutere (ed io lo discuto, radicalmente) il fine, il modo e la natura della formazione ma che la caserma sia anche, forse sopratutto, luogo di formazione penso non ci siano dubbi.

Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47863
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 3:02 pm

Ire ha scritto:
gariel ha scritto:
Io ritengo il docente!


Sono d'accordo con te solo nel caso che, se opportuno, l'ultima parola del docente sia
"va bene, proviamo a fare come dici tu e vediamo se funziona"


Quindi ogni volta che gli studenti (o addirittura un singolo studente) pretendono di decidere cosa si deve fare e come lo si deve fare l'insegnante dovrebbe assecondare questa richiesta perdendo mesi di lavoro solo per dimostrare loro che non funziona? Anche se ha già sperimentato queste proposte in classi diverse (gli studenti ben raramente fanno proposte originali e tendono sempre ad inventarsi strategie per fare meno fatica, come è naturale che sia) e ne ha constatato più volte l'inefficacia? No, mi dispiace, dissento totalmente: per gli studenti è sempre la prima volta, gli insegnanti, se non sono proprio alle prime armi, hanno un'esperienza e si spera anche una competenza che permette loro di porsi su un piano doverso. Naturalmente le scelte vanno sempre motivate (non si può dire "è così perché lo dico io o perché sono io che comando") e a volte si possono trovare dei compromessi, cercando di capire il punto di vista dell'altro, ma alla fine i ruoli sono quelli e vanno rispettati da tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 3:08 pm

Ire ha scritto:
veramente a scuola c'è una grande differenza.

Dando per scontato che è il docente che nella sua autonomia decide più o meno il programma da svolgere e tutte le modalità per svolgerglo sta di fatto che non ha come interlocutori dei soldatini senza personalità o la cui personalità e i cui problemi non interessano a nessuno.

Mi pare una posizione debole per due motivi: (A) i soldati non sono affatto privi di personalità. Semplicemente il contesto fa si che la loro personalità venga imbrigliata entro vincoli rigidi. (B) I ragazzi non hanno, invece, una personalità definita proprio perché sono "in formazione" ed hanno un'età in cui non è ancora ben chiaro cosa sei e cosa vuoi.

Ire ha scritto:

Deontologia e soprattutto (o viceversa) normativa, impongono al docente di adattare comunque la sua proposta didattica alla classe che si trova davanti (anzi, bes, dsa e 104 dicono al singolo ragazzo che si trovano davanti).


Anche qui, incidentalmente, mi verrebbe da osservare come il richiamo alla burocrazia ed alle leggi sia tipico di un sistema fortemente strutturato come, per l'appunto, la caserma.

Tornare in alto Andare in basso
-nina-



Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 02.01.13

MessaggioOggetto: Re: Consigli avviamento all'insegnamento   Mar Ago 18, 2015 3:12 pm

Dec ha scritto:
Ire ha scritto:
gariel ha scritto:
Io ritengo il docente!


Sono d'accordo con te solo nel caso che, se opportuno, l'ultima parola del docente sia
"va bene, proviamo a fare come dici tu e vediamo se funziona"


Quindi ogni volta che gli studenti (o addirittura un singolo studente) pretendono di decidere cosa si deve fare e come lo si deve fare l'insegnante dovrebbe assecondare questa richiesta perdendo mesi di lavoro solo per dimostrare loro che non funziona? Anche se ha già sperimentato queste proposte in classi diverse (gli studenti ben raramente fanno proposte originali e tendono sempre ad inventarsi strategie per fare meno fatica, come è naturale che sia) e ne ha constatato più volte l'inefficacia? No, mi dispiace, dissento totalmente: per gli studenti è sempre la prima volta, gli insegnanti, se non sono proprio alle prime armi, hanno un'esperienza e si spera anche una competenza che permette loro di porsi su un piano doverso. Naturalmente le scelte vanno sempre motivate (non si può dire "è così perché lo dico io o perché sono io che comando") e a volte si possono trovare dei compromessi, cercando di capire il punto di vista dell'altro, ma alla fine i ruoli sono quelli e vanno rispettati da tutti.

Il docente dovrebbe capire quando gli studenti vanno ascoltati e quando vanno ignorati.
Se gli alunni mi dicono che non capiscono il libro (per esperienza personale posso dire che alcuni testi sembrano fatti per complicare l'esistenza anche ai docenti) posso anche venire loro incontro. Se pretendono di decidere cosa fare o cosa non fare li mando a quel paese.
Tornare in alto Andare in basso
 
Consigli avviamento all'insegnamento
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 8Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
 Argomenti simili
-
» Consigli TV satellitare
» consigli sul cellulare
» Vorrei comprare un kit ricostruzione! Consigli?
» Cercasi consigli per iniziare a usare lo smalto semipermanente!
» Al Gennet: Praga consigli pratici: ve lo avevo promesso

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: