Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Faq 22 - il criterio rivoluzionario

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1 ... 8 ... 12, 13, 14  Seguente
AutoreMessaggio
FoxLF



Messaggi : 364
Data d'iscrizione : 13.03.15

MessaggioOggetto: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Gio Ago 06, 2015 12:35 am

Promemoria primo messaggio :

"Solo se nella prima provincia non sarà possibile trovare posto, perché tutti i posti risulteranno occupati da altri soggetti con maggior punteggio che hanno scelto quella provincia come prima, allora capiterà che la proposta di incarico a tempo indeterminato sarà effettuata per una provincia diversa."

Letteralmente vuol dire che se io sono a Sondrio con 12 punti e sono l'unico di tutta italia a mettere Sondrio come prima provincia, prendo il posto a Sondrio.
Indipendentemente che ci sia il primo degli esclusi di Milano con 2.000 punti che ha messo Sondrio come seconda.

Nessuno su questo forum ha mai pensato una cosa del genere. Se non si riesce ad ottenere il ruolo nella propria prima provincia, diventerà una lotteria.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
FoxLF



Messaggi : 364
Data d'iscrizione : 13.03.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:29 am

Il solito Bruschi in una risposta dice che è talmente chiaro il modo con cui andranno le immissioni che se il criterio non fosse quello del punteggio si aprirebbero le porte dei ricorsi di chi possiede un punteggio maggiore che, parole e maiuscolo suoi, "STRAVINCEREBBERO".

Certo, è ovvio che siccome a me piace fortemente questa versione e cerco di aggrapparmici al massimo, perchè

1) Mi conviene, se la fase C non mi mette in provincia, ho ragionevoli probabilità di restare nei paraggi
2) Dal principio l'ho interpretata così
3) Credo fortemente che sia la cosa più logica
4) Ogni altro approccio informatico e computazionale basato sul punteggio non può prescindere dall'attribuire per prima la sede al candidato con punteggio più alto e poi procedere in ordine di punteggio (con buona pace di graduatorie dinamiche ed assegnazioni simultanee che dal punto di vista della programmazione non stanno nè in cielo nè in terra).

Tornare in alto Andare in basso
spillo16



Messaggi : 1127
Data d'iscrizione : 27.06.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:31 am

filosettantasette ha scritto:
Spillo, non ho chiamato in Romania per cambiare tariffa telefonica. Ho chiamato il numero messo a disposizione dal ministero. Perchè lo avrebbero messo se no? Ho parlato con una persona che mi è sembrata competente. Prioritariamente mi ha detto che si va in base a punteggio, poi ha aperto anche lei la faq e l'abbiamo letta insieme. La sua conclusione è stata quella che ho scritto prima. In una provincia scelta per seconda hai priorità su quelli che l'hanno scelta per prima se hanno punteggio inferiore. Tanto vi dovevo.

Non c'entra, sono giovani reclutati per risposte standard e generiche, e comunque non resta nulla per iscritto. Hai ami provato il call center inps? la stessa cosa, non saprai mai niente di più di quello che vedi on line. Purtroppo non sono dipendenti del ministero che si occupano direttamente della questione. La spia è che la risposta è in contrasto con la faq quindi per lo meno non aggiornato quello che ti ha risposto....


Ultima modifica di spillo16 il Mar Ago 11, 2015 11:32 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
giomes



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 20.01.11

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:31 am

D'accordo con voi ma la frase "Solo se nella prima provincia non sarà possibile trovare posto, perché tutti i posti risulteranno occupati da altri soggetti con maggior punteggio che hanno scelto quella provincia come prima, allora capiterà che la proposta di incarico a tempo indeterminato sarà effettuata per una provincia diversa" delinea lo scenario opposto.
Tornare in alto Andare in basso
spillo16



Messaggi : 1127
Data d'iscrizione : 27.06.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:34 am

FoxLF ha scritto:
Il solito Bruschi in una risposta dice che è talmente chiaro il modo con cui andranno le immissioni che se il criterio non fosse quello del punteggio si aprirebbero le porte dei ricorsi di chi possiede un punteggio maggiore che, parole e maiuscolo suoi, "STRAVINCEREBBERO".

Certo, è ovvio che siccome a me piace fortemente questa versione e cerco di aggrapparmici al massimo, perchè

1) Mi conviene, se la fase C non mi mette in provincia, ho ragionevoli probabilità di restare nei paraggi
2) Dal principio l'ho interpretata così
3) Credo fortemente che sia la cosa più logica
4) Ogni altro approccio informatico e computazionale basato sul punteggio non può prescindere dall'attribuire per prima la sede al candidato con punteggio più alto e poi procedere in ordine di punteggio (con buona pace di graduatorie dinamiche ed assegnazioni simultanee che dal punto di vista della programmazione non stanno nè in cielo nè in terra).


ogni legge ha bisogno di decreti, di circolari interpretative e applicative. Questa legge è stata chiarita con informazioni ufficiali del miur e sarà applicata in un certo modo. conta il miur non il pinco palla qualsiasi. Ma perchè state ancora a farvi questi problemi? mah...
Tornare in alto Andare in basso
atrelby75



Messaggi : 173
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:41 am

Giomes, per me le uniche frasi che contano sono quelle delle Legge, e comunque quella riportata da te può essere benissimo intepretata col criterio della priorità per punteggio. Ho 150 punti, scelgo pordenone come prima provincia, ma l'ultima disponibilità a PD l'ha presa chi aveva 151 punti. Mi toccherà prendere la prima provincia disponibile, anche se per me è la terza, la quarta o la centesima. Se è la centesima chi dietro di me ha 149 punti si attacca, anche se la mia centesima provincia era la sua prima. E' l'unico scenario plausibile per rispettare il criterio di anzianità e per evitare ulteriori ricorsi oltre a quelli che ovviamente e giustamente ci saranno.
Tornare in alto Andare in basso
atrelby75



Messaggi : 173
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:41 am

Fox LF mi ha anticipato
Tornare in alto Andare in basso
giomes



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 20.01.11

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:48 am

atrelby75 ha scritto:
Giomes, per me le uniche frasi che contano sono quelle delle Legge, e comunque quella riportata da te può essere benissimo intepretata col criterio della priorità per punteggio. Ho 150 punti, scelgo pordenone come prima provincia, ma l'ultima disponibilità a PD l'ha presa chi aveva 151 punti. Mi toccherà prendere la prima provincia disponibile, anche se per me è la terza, la quarta o la centesima. Se è la centesima chi dietro di me ha 149 punti si attacca, anche se la mia centesima provincia era la sua prima. E' l'unico scenario plausibile per rispettare il criterio di anzianità e per evitare ulteriori ricorsi oltre a quelli che ovviamente e giustamente ci saranno.

Quella frase afferma che l'ha potuta prendere Pluto che aveva 151 punti solo se anche lui l'aveva scelta come prima provincia.
Tornare in alto Andare in basso
magnons



Messaggi : 427
Data d'iscrizione : 11.08.15
Località : Firenze

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:50 am

Una FAQ non può avere più valore legale di una legge. A mio parere è stata scritta volontariamente in modo malizioso per cercare di spingere le persone a fare domanda, pararandosi però da eventuali ricorsi basati su essa (si potrà sempre dire che era sbagliata l'interpretazione data dai più).
Tornare in alto Andare in basso
atrelby75



Messaggi : 173
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:50 am

Comunque sarebbe bastato un po' di buonsenso per evitare tutto questo scempio. Piano straordinario su base provinciale/regionale per gm, assunzioni al 50/50, e CONCORSO NON BANDITO per cdc di regioni che già avevano Gae/GM chilometriche. Nel 2012 in Sardegna per molte CDC è stato così, mi chiedo perché in altre come Sicilia e Campania non sia proceduto allo stesso modo. Superiore influenza politica forse...mah!
Tornare in alto Andare in basso
erik



Messaggi : 1758
Data d'iscrizione : 10.10.09

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:51 am

Giomes non perdere tempo prevalgono i punti a parità di scelta
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:56 am

Una mia interpretazone appena postata in altro thread.

Dato che stiamo cercando di capire a cosa si possa riferire la faq, quando dice che la priorità su provincia verrà comunque tenuta in considerazione dal sistema, per agevolare l'immissione in ruolo sulle prime provincie espresse... una mediazione tra ciò che è scritto nella legge e ciò che riporta la faq potrebbe essere questa:

Fermo restando che il procedimento generale è noto a tutti ed è basato sul punteggio, vi sono poi aspetti più complessi dati da chi partecipa con materia e sostegno o su più cdc. In sostanza è una complicazione che riguarda solo chi risulta in più graduatorie.
Sappiamo che il decreto consente priorità di scelta solo fra materia e sostegno, mentre per più cdc possedute procede in automatico trattando prima quella con punteggio più alto.

Per Tizio, ottavo nella cdc A0x1 (con sostegno annesso, lasciato come seconda preferenza dopo la materia), 15esimo nella A0x2 e 37esimo nella A0x3, potremmo avere due modalità di trattamento.
La base di partenza è identica: si trattano per la cdc A0x1 tutti gli iscritti in ordine di punteggio, appena si arriva a Tizio se c'è collocazione su materia la cosa è fatta, altrimenti si vaglia il sostegno per la stessa provincia, se nemmeno su quello si trova collocazione, il sistema può procedere con due modalità differenti:

a) Soffermarsi ancora sulla provincia preferita di Tizio, e trattarlo in ordine per le altre due cdc (sempre rispettando le priorità e i punteggi degli altri concorrenti) e passare alla provincia successiva solo dopo aver appurato che non ci sono possibilità nemmeno con queste altre cdc.
Questa è la modalità con priorità su provincia.

b) Passare direttamente alla seconda provincia, cercando di collocare Tizio sulla sua prima cdc utile, cioè vagliando tutte le provincie in ordine di preferenza esclusivamente per quella cdc, e solo DOPO (se non troverà collocazione) per le altre cdc possedute.
Tornare in alto Andare in basso
giomes



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 20.01.11

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:57 am

erik ha scritto:
Giomes non perdere tempo prevalgono i punti a parità di scelta

Concordo e probabilmente è anche il criterio più giusto. Qui si discute esclusivamente sul fatto che una una spiegazione fornita dallo stesso MIUR sancisce qualcosa di diverso.

Forse sarebbe il caso che lo stesso MIUR fornisca un'altra spiegazione con esempi concreti in modo da non lasciare più dubbi.
Tornare in alto Andare in basso
atrelby75



Messaggi : 173
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:57 am

erik ha scritto:
Giomes non perdere tempo prevalgono i punti a parità di scelta

Totalmente d'accordo. La priorità sulla provincia aprirebbe la strada verso contenziosi infiniti.
Tornare in alto Andare in basso
erik



Messaggi : 1758
Data d'iscrizione : 10.10.09

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 11:58 am

Ipotesi a
Tornare in alto Andare in basso
erik



Messaggi : 1758
Data d'iscrizione : 10.10.09

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 12:02 pm

X carità anche se scritta con i piedi cmq ragionando ci si arriva a capire che il punteggio prevale
Tornare in alto Andare in basso
adespoton



Messaggi : 457
Data d'iscrizione : 26.06.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 12:03 pm

atrelby75 ha scritto:
erik ha scritto:
Giomes non perdere tempo prevalgono i punti a parità di scelta

Totalmente d'accordo. La priorità sulla provincia aprirebbe la strada verso contenziosi infiniti.

Ma il punto è che non c'è scritto da nessuna parte che la priorità ce l'ha la provincia! La priorità ce l'ha il punteggio. Stop.

Poi verissimo è il caso sollevato da Ciccio di chi ha più classi di concorso. Allora va bene il ragionamento di Ciccio, dicendo che (ipotesi A) cerco di sistemarti nella provincia più alta possibile nella tua graduatoria, a prescindere dalla cdc, ma fermo restando che nessuno deve avere un punteggio più alto del tuo nella cdc per cui vieni immesso in ruolo.
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 12:07 pm

erik ha scritto:
X carità anche se scritta con i piedi cmq ragionando ci si arriva a capire che il punteggio prevale

Quello sempre, ma con le faq hanno voluto mettere una piccolissima pezza all'allontanamento forzato dalla propria provincia.
Dato che non vogliono consentire di esprimere priorità su una cdc o l'altra, e TUTTE devono essere buone ad infilarci in un buco qualsiasi... almeno hanno specificato che tutte queste cdc verranno trattate contestualmente nella stessa provincia, secondo l'ordine espresso. Una seconda o terza cdc, anche se con meno punti della prima, può infatti consentire la collocazione sulle prime province per una fortuita combinazione di preferenze/punteggi.

Molto similmente a come verranno trattate materia e sostegno insomma.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 12:12 pm

Ciccio.8 ha scritto:
erik ha scritto:
X carità anche se scritta con i piedi cmq ragionando ci si arriva a capire che il punteggio prevale

Quello sempre, ma con le faq hanno voluto mettere una piccolissima pezza all'allontanamento forzato dalla propria provincia.
Dato che non vogliono consentire di esprimere priorità su una cdc o l'altra, e TUTTE devono essere buone ad infilarci in un buco qualsiasi... almeno hanno specificato che tutte queste cdc verranno trattate contestualmente nella stessa provincia, secondo l'ordine espresso. Una seconda o terza cdc, anche se con meno punti della prima, può infatti consentire la collocazione sulle prime province per una fortuita combinazione di preferenze/punteggi.

Molto similmente a come verranno trattate materia e sostegno insomma.

Ma è tutto irrilevante, perchè parliamo sempre di fase C che assegna solo una sede provvisoria che l'anno dopo può cambiare in base a regole diverse.
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 12:18 pm

Babbeus ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
erik ha scritto:
X carità anche se scritta con i piedi cmq ragionando ci si arriva a capire che il punteggio prevale

Quello sempre, ma con le faq hanno voluto mettere una piccolissima pezza all'allontanamento forzato dalla propria provincia.
Dato che non vogliono consentire di esprimere priorità su una cdc o l'altra, e TUTTE devono essere buone ad infilarci in un buco qualsiasi... almeno hanno specificato che tutte queste cdc verranno trattate contestualmente nella stessa provincia, secondo l'ordine espresso. Una seconda o terza cdc, anche se con meno punti della prima, può infatti consentire la collocazione sulle prime province per una fortuita combinazione di preferenze/punteggi.

Molto similmente a come verranno trattate materia e sostegno insomma.

Ma è tutto irrilevante, perchè parliamo sempre di fase C che assegna solo una sede provvisoria che l'anno dopo può cambiare in base a regole diverse.

Questo cosa c'entra?
Se per invalidare una ipotesi sulla fase C introduciamo una ovvietà riguardante la fase Z... non ne se ne esce più!

Che poi irrilevante... dillo alle madri in ansia di allontanamento! Se pure parliamo di assegnazione provvisoria per 9 mesi, i famosi 1000km che diventano 500 grazie alla cdc in cui abbiamo insegnato meno, una certa differenza la creano, eccome!
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 12:21 pm

Ciccio.8 ha scritto:
Babbeus ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
erik ha scritto:
X carità anche se scritta con i piedi cmq ragionando ci si arriva a capire che il punteggio prevale

Quello sempre, ma con le faq hanno voluto mettere una piccolissima pezza all'allontanamento forzato dalla propria provincia.
Dato che non vogliono consentire di esprimere priorità su una cdc o l'altra, e TUTTE devono essere buone ad infilarci in un buco qualsiasi... almeno hanno specificato che tutte queste cdc verranno trattate contestualmente nella stessa provincia, secondo l'ordine espresso. Una seconda o terza cdc, anche se con meno punti della prima, può infatti consentire la collocazione sulle prime province per una fortuita combinazione di preferenze/punteggi.

Molto similmente a come verranno trattate materia e sostegno insomma.

Ma è tutto irrilevante, perchè parliamo sempre di fase C che assegna solo una sede provvisoria che l'anno dopo può cambiare in base a regole diverse.

Questo cosa c'entra?
Se per invalidare una ipotesi sulla fase C introduciamo una ovvietà riguardante la fase Z... non ne se ne esce più!

Che poi irrilevante... dillo alle madri in ansia di allontanamento! Se pure parliamo di assegnazione provvisoria per 9 mesi, i famosi 1000km che diventano 500 grazie alla cdc in cui abbiamo insegnato meno, una certa differenza la creano, eccome!

Se una madre teme l'allontanamento anche per un solo anno come può pensare di fare domanda e rischiare di doversi allontanare per un numero imprecisato di anni?
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8



Messaggi : 2393
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 12:31 pm

Chiedilo a loro, puoi trovarle sparse in varie pagine del forum, io in questi giorni mi soffermo a leggere mille storie diverse dalla mia.

Che non bisogna mai dare nulla per scontato lo sapevo già benissimo, ma come si suol dire... la realtà è molto più sorprendente (e amara) di ciò che immaginiamo dalla nostra personalissima ottica.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 1:06 pm

Ciccio.8 ha scritto:
Chiedilo a loro, puoi trovarle sparse in varie pagine del forum, io in questi giorni mi soffermo a leggere mille storie diverse dalla mia.

Che non bisogna mai dare nulla per scontato lo sapevo già benissimo, ma come si suol dire... la realtà è molto più sorprendente (e amara) di ciò che immaginiamo dalla nostra personalissima ottica.

A me sembra il tipico atteggiamento irrazionale di chi ignora deliberatamente i problemi a lungo termine (per quanto evidenti) per concentrarsi solo sull'immediato sperando per il futuro nella provvidenza divina.
Tornare in alto Andare in basso
marad



Messaggi : 386
Data d'iscrizione : 19.07.11

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 1:37 pm

Babbeus ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
Chiedilo a loro, puoi trovarle sparse in varie pagine del forum, io in questi giorni mi soffermo a leggere mille storie diverse dalla mia.

Che non bisogna mai dare nulla per scontato lo sapevo già benissimo, ma come si suol dire... la realtà è molto più sorprendente (e amara) di ciò che immaginiamo dalla nostra personalissima ottica.

A me sembra il tipico atteggiamento irrazionale di chi ignora deliberatamente i problemi a lungo termine (per quanto evidenti) per concentrarsi solo sull'immediato sperando per il futuro nella provvidenza divina.

Io sono una di quelle mamme. Ma il problema a lungo termine si potrebbe verificare sia in un caso sia in un altro: da una parte rischio di stare lontana chissà quanti anni, ma dall'altra rischio di restare senza stipendio, e non mi posso permettere né una né l'altra eventualità.
Io so che ho due figli da crescere e da seguire, ma so anche che ho un mutuo e delle spese fisse che mangiano quasi tutta la paga di mio marito, non posso pemettere alla mia famiglia di rischiare di restare senza il mio stipendio. E non so nemmeno come potremo gestire un mio allontanamento dalla provincia in cui risiediamo. Che fare?

L'unica soluzione per me, però, è fare domanda, avere uno stipendio sicuro, e nell'eventualità peggiore spezzare la famiglia: vado via da sola e torno il più frequentemente possibile, oppure un figlio con me e l'altro con mio marito, o entrambi con me. Non lo so, non posso prevedere cosa succederà, ma non posso nemmeno immaginare di rischiare di essere a bocca asciutta con le supplenze, o magari con spezzoncini sui quali non vivrei. E non posso rischiare di aspettare il ruolo ancora chissà quanti anni. Se adesso la situazione era ormai stabile, lavoravo tranquilla su annuali da un po' di anni, facevo ogni estate la domanda all'inps, e tiravamo avanti semplicemente aspettando il momento giusto per entrare in ruolo sperando nella stabilità, ora tutto è stravolto. Cosa devo fare? Sono dilaniata, siamo dilaniati.

Non criticate chi fa una scelta piuttosto che un'altra, ciascuno deve analizzare la propria personalissima situazione familiare/cdc/punti/provincia...cercando di pesare tutti gli elementi in gioco, pur con la consapevolezza di non avere il controllo su nulla. Molte mie colleghe donne nella mia cdc o in altre, amiche con le quali ho diviso ansie, dolori e piccole e grandi gioie di questi ultimi 10 anni, sono dilaniate quanto me. Ciascuna ha fatto o sta facendo scelte diverse, non ci sono mole sfumature: chi fa e chi non fa domanda. Ma non mi sognerei di criticare né di mettere in dubbio le loro dolorosissime scelte. Non possiamo sapere cosa succederà, a qualcuno andrà bene in un modo, a qualcuno in un altro. Se c'è un marito accanto, o una moglie, o comunque una famiglia, è importante che la scelta sia condivisa il più possibile, perché poi si dovranno condividere le eventuali conseguenze spiacevoli, e ci si dovrà aiutare.
Sto piangendo da giorni, non faccio atro che piangere e litigare col mondo. È la peggior estate da precaria che potessi immaginare, quando ormai pensavo che dovesse essere quella liberatoria e conclusiva. E il prossimo anno sarà di nuovo atroce in attesa della mobilità. Non è ancora finita.
Non sto facendo una scelta irrazionale, sto facendo ciò che spero possa essere il meno peggio, ma non ho alcuna certezza. Ho solo coraggio. Io ho trovato il coraggio di inoltrare la domanda, altre mie amiche hanno trovato il coraggio di non inviarla. Speriamo vada bene a tutti noi, altro non posso dire.

(PS: non spero nella provvidenza divina, sono atea.)
Tornare in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1366
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 1:43 pm

io penso che fare domanda o no sia un dilemma enorme, e più ci rifletto più trovo tutto questo assurdo: chi veramente vuole spostarsi ha questa possibilità, non sarebbe stato più equo e semplice riaprire l'aggiornamento delle gae, magari per due o tre anni consecutivi, per permettere a più persone di spostarsi.
Ma fare domanda espone a dei rischi concreti, non farla espone ad altri rischi altrettanto significativi.
In questi anni di docenza io posso dire che mi sono amaramente pentita di ogni treno perso, sempre perché il MIUR ha cambiato le regole a posteriori, sempre a favore di chi su quel treno c'era salito.
Tornare in alto Andare in basso
francescaverdi



Messaggi : 596
Data d'iscrizione : 01.12.11

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 1:59 pm

spillo16 ha scritto:
filosettantasette ha scritto:
Ho appena chiamato il numero del Miur per chiedere chiarimenti sulla faq 22. Mi hanno risposto in maniera inequivocabile. L'assunzione avviene in base a punteggio. La persona con cui ho parlato mi ha detto testualmente: "se ha scelto per seconda una provincia e ha più punti di un aspirante che l'ha scelta per prima il posto va a lei".

al miur rispondono call center esterni che non sono preparati su queste questioni molto tecniche, conta quello che è scritto pubblicamente nelle faq più che parola in libertà di un call center, in futuro neanche dimostrabili...

Ma veramente ...
Posto che al MIUR sono davvero impagabili, perché da giorni e giorni NON spiegano se quella FAQ è sbagliata oppure no e non si capisce perché ... ora vogliamo sostenere che conta più quello che dice a voce uno del call center che quello che c'è scritto in una FAQ sul sito del MIUR ?
Se su questo punto non ha le idee chiare Bruschi che è un ispettore,che dice "non conosco l'algoritmo", vogliamo che sappia rispondere uno del call center?
Tornare in alto Andare in basso
 
Faq 22 - il criterio rivoluzionario
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 13 di 14Andare alla pagina : Precedente  1 ... 8 ... 12, 13, 14  Seguente
 Argomenti simili
-
» CRITERIO PREFERENZA SCUOLE

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: