Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Faq 22 - il criterio rivoluzionario

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1 ... 8 ... 12, 13, 14
AutoreMessaggio
FoxLF



Messaggi : 364
Data d'iscrizione : 13.03.15

MessaggioOggetto: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Gio Ago 06, 2015 12:35 am

Promemoria primo messaggio :

"Solo se nella prima provincia non sarà possibile trovare posto, perché tutti i posti risulteranno occupati da altri soggetti con maggior punteggio che hanno scelto quella provincia come prima, allora capiterà che la proposta di incarico a tempo indeterminato sarà effettuata per una provincia diversa."

Letteralmente vuol dire che se io sono a Sondrio con 12 punti e sono l'unico di tutta italia a mettere Sondrio come prima provincia, prendo il posto a Sondrio.
Indipendentemente che ci sia il primo degli esclusi di Milano con 2.000 punti che ha messo Sondrio come seconda.

Nessuno su questo forum ha mai pensato una cosa del genere. Se non si riesce ad ottenere il ruolo nella propria prima provincia, diventerà una lotteria.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
iononmisposto



Messaggi : 1707
Data d'iscrizione : 26.06.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 2:07 pm

francescaverdi ha scritto:
spillo16 ha scritto:
filosettantasette ha scritto:
Ho appena chiamato il numero del Miur per chiedere chiarimenti sulla faq 22. Mi hanno risposto in maniera inequivocabile. L'assunzione avviene in base a punteggio. La persona con cui ho parlato mi ha detto testualmente: "se ha scelto per seconda una provincia e ha più punti di un aspirante che l'ha scelta per prima il posto va a lei".

al miur rispondono call center esterni che non sono preparati su queste questioni molto tecniche, conta quello che è scritto pubblicamente nelle faq più che parola in libertà di un call center, in futuro neanche dimostrabili...

Ma veramente ...
Posto che  al MIUR sono davvero impagabili, perché da giorni e giorni NON spiegano se quella FAQ è sbagliata oppure no e non si capisce perché ... ora vogliamo sostenere che conta più quello che dice a voce uno del call center che quello che c'è scritto in una FAQ sul sito del MIUR ?
Se su questo punto non ha le idee chiare Bruschi che è un ispettore,che dice "non conosco l'algoritmo", vogliamo che sappia rispondere uno del call center?


Quelli del Miur ti fanno le torte?
Tornare in alto Andare in basso
filosettantasette



Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 11.08.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 2:17 pm

Francescaverdi, io non sostengo nulla, sia ben chiaro. Io ho riportato una conversazione avuta al telefono componendo il numero indicato dal Miur per chiedere informazioni sulla "buona scuola". L'inequivocabile è riferito alla risposta datami e non ai termini generali della questione.
Tornare in alto Andare in basso
francescaverdi



Messaggi : 596
Data d'iscrizione : 01.12.11

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 2:31 pm

filosettantasette ha scritto:
Francescaverdi, io non sostengo nulla, sia ben chiaro. Io ho riportato una conversazione avuta al telefono componendo il numero indicato dal Miur per chiedere informazioni sulla "buona scuola". L'inequivocabile è riferito alla risposta datami e non ai termini generali della questione.

Ma certo.
Ho letto ora l'ultimo post di Bruschi, che insiste sul criterio del punteggio. Dice così:

La FAQ 22, dopo la rivisitazione, ha meglio precisato la prospettiva, dando una linea di indirizzo che tende a privilegiare il più possibile la provincia di preferenza.. La norma fissa l'opzione della provincia, in ordine decrescente. Il sistema è comunque programmato per sostenere le "prime preferenze", essendo comunque frutto di una elaborazione simultanea (un dato che sfugge, visto che siamo abituati a convocazioni "in successione"). Il criterio comunque invalicabile è quello del punteggio: per fare un esempio limite, di casi marginali, che però dovrebbe chiarire i dubbi, se Tizio sceglie Sondrio come prima provincia con 50 punti nella classe XX/A; se Caio sceglie Sondrio come centesima provincia con 70 punti nella classe XX/A; se il posto sulla XX/A c'è solo a Sondrio, il requisito che prevale è ovviamente quello del punteggio, dunque il posto va a Caio.

In che senso questo sistema tenderebbe a privilegiare il più possibile la provincia di provenienza, non si capisce.
Non si capisce nemmeno cosa sarebbe l'elaborazione simultanea: l'algoritmo deve prevedere una serie di operazioni da svolgere in successione, la simultaneità è impossibile.
NOn si capisce perché quello esemplificato sarebbe un caso limite ... mi sembra un caso normalissimo e comune.
E un'altra cosa che non si capisce è perché, se le cose stanno come dice Bruschi e l'operatore di call center con il quale hai parlato tu, non correggono la dannata FAQ 22?
Tornare in alto Andare in basso
francescaverdi



Messaggi : 596
Data d'iscrizione : 01.12.11

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 2:32 pm

Che vuol dire ti fanno le torte?
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 2:39 pm

dubitoergosum ha scritto:
io penso che fare domanda o no sia un dilemma enorme, e più ci rifletto più trovo tutto questo assurdo: chi veramente vuole spostarsi ha questa possibilità, non sarebbe stato più equo e semplice riaprire l'aggiornamento delle gae, magari per due o tre anni consecutivi, per permettere a più persone di spostarsi.
Ma fare domanda espone a dei rischi concreti, non farla espone ad altri rischi altrettanto significativi.
In questi anni di docenza io posso dire che mi sono amaramente pentita di ogni treno perso, sempre perché il MIUR ha cambiato le regole a posteriori, sempre a favore di chi su quel treno c'era salito.

Quali treni sono passati?
Tornare in alto Andare in basso
crotone



Messaggi : 1891
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 3:05 pm

Io ogni giorno cambio idea 3-4 volte. La sera vado a dormire deciso a fare domande, e mi sveglio convinto di non farla. E viceversa. Questa cosa è logorante, e non finirà certo il 14 agosto.
Tornare in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1367
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 3:07 pm

Babbeus ha scritto:
dubitoergosum ha scritto:
io penso che fare domanda o no sia un dilemma enorme, e più ci rifletto più trovo tutto questo assurdo: chi veramente vuole spostarsi ha questa possibilità, non sarebbe stato più equo e semplice riaprire l'aggiornamento delle gae, magari per due o tre anni consecutivi, per permettere a più persone di spostarsi.
Ma fare domanda espone a dei rischi concreti, non farla espone ad altri rischi altrettanto significativi.
In questi anni di docenza io posso dire che mi sono amaramente pentita di ogni treno perso, sempre perché il MIUR ha cambiato le regole a posteriori, sempre a favore di chi su quel treno c'era salito.

Quali treni sono passati?
- il più grosso la SSIS 2007, avevo un bimbo di pochi mesi, il mutuo, il lavoro... scelsi però di non farla perché non avrebbe dovuto permettere l'inserimento in gae, quindi tantovaleva aspettare il nuovo corso abilitante. Tutti i sissini 2007 della mia regione assunti ormai da anni.
- 2012 concorsone, sono entrata alle prove con riserva perché laureata dopo il 2003, ma ho lasciato dopo la preselettiva perché temevo di studiare per niente. Tutti i riservisti già assunti a pieno titolo.
-2012 nella mia regione non bandiscono il TFA1 nonostante il miur dia la disponibilità dei posti, e io non potevo spostarmi di regione per i soliti motivi economici. Fortunatamente fanno il pas l'anno successivo, ma solo al termine del percorso il miur avvisa che agli abilitati tfa avverranno dati molti più punti che agli abilitati pas, questo probabilmente varrà anche al prossimo concorso. Sapendolo avrei certo rinunciato al lavoro e pur con molti sacrifici avrei fatto il TFA 1.

Ho imparato che col MIUR non si fanno i calcoli pensando alle regole di oggi, perché a loro piace cambiare le carte in tavola.
Tornare in alto Andare in basso
spillo16



Messaggi : 1130
Data d'iscrizione : 27.06.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 3:09 pm

francescaverdi ha scritto:
filosettantasette ha scritto:
Francescaverdi, io non sostengo nulla, sia ben chiaro. Io ho riportato una conversazione avuta al telefono componendo il numero indicato dal Miur per chiedere informazioni sulla "buona scuola". L'inequivocabile è riferito alla risposta datami e non ai termini generali della questione.

Ma certo.
Ho letto ora l'ultimo post di Bruschi, che insiste sul criterio del punteggio. Dice così:

La FAQ 22, dopo la rivisitazione, ha meglio precisato la prospettiva, dando una linea di indirizzo che tende a privilegiare il più possibile la provincia di preferenza.. La norma fissa l'opzione della provincia, in ordine decrescente. Il sistema è comunque programmato per sostenere le "prime preferenze", essendo comunque frutto di una elaborazione simultanea (un dato che sfugge, visto che siamo abituati a convocazioni "in successione"). Il criterio comunque invalicabile è quello del punteggio: per fare un esempio limite, di casi marginali, che però dovrebbe chiarire i dubbi, se Tizio sceglie Sondrio come prima provincia con 50 punti nella classe XX/A; se Caio sceglie Sondrio come centesima provincia con 70 punti nella classe XX/A; se il posto sulla XX/A c'è solo a Sondrio, il requisito che prevale è ovviamente quello del punteggio, dunque il posto va a Caio.

In che senso questo sistema tenderebbe a privilegiare il più possibile la provincia di provenienza, non si capisce.
Non si capisce nemmeno cosa sarebbe l'elaborazione simultanea: l'algoritmo deve prevedere una serie di operazioni da svolgere in successione, la simultaneità è impossibile.
NOn si capisce perché quello esemplificato sarebbe un caso limite ... mi sembra un caso normalissimo e comune.
E un'altra cosa che non si capisce è perché, se le cose stanno come dice Bruschi e l'operatore di call center con il quale hai parlato tu,  non correggono la dannata FAQ 22?

consiglierei a sto bruschi di andarsene in vacanza e non scrivere su FB, lui che può ed ha il posto fisso....
Tornare in alto Andare in basso
magnons



Messaggi : 427
Data d'iscrizione : 11.08.15
Località : Firenze

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 3:54 pm

Ce ne sono diversi che se ne dovrebbero andare!
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 4:22 pm

dubitoergosum ha scritto:

Citazione :

Quali treni sono passati?
- il più grosso la SSIS 2007, avevo un bimbo di pochi mesi, il mutuo, il lavoro... scelsi però di non farla perché non avrebbe dovuto permettere l'inserimento in gae, quindi tantovaleva aspettare il nuovo corso abilitante. Tutti i sissini 2007 della mia regione assunti ormai da anni.

Però questa della SSIS 2007 è stata una mossa che ha contraddetto quanto stabilito dal ministero e che ha danneggiato quelli che hanno preso il treno precedente che doveva essere l'ultimo e imperdibile.
Tornare in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1367
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 5:08 pm

Babbeus ha scritto:
dubitoergosum ha scritto:

Citazione :

Quali treni sono passati?
- il più grosso la SSIS 2007, avevo un bimbo di pochi mesi, il mutuo, il lavoro... scelsi però di non farla perché non avrebbe dovuto permettere l'inserimento in gae, quindi tantovaleva aspettare il nuovo corso abilitante. Tutti i sissini 2007 della mia regione assunti ormai da anni.

Però questa della SSIS 2007 è stata una mossa che ha contraddetto quanto stabilito dal ministero e che ha danneggiato quelli che hanno preso il treno precedente che doveva essere l'ultimo e imperdibile.

infatti, ma ha danneggiato anche chi come me scelse di non farla, perché avrebbe dovuto essere solo abilitante e non permettere l'inserimento in GAE.
Nella mia cdc non ha in realtà danneggiato nessuno degli abilitati dei cicli precedenti, primo perché quelli che la fecero erano tutti praticamente senza servizio, esattamente come me che presi il primo incarico proprio a settembre 2007, e poi perché è una cdc esaurita un po' ovunque, perfino in Sicilia, il piano straordinario lascerà come minimo (cioè se tutti facessero domanda) 240 cattedre vacanti.
Tornare in alto Andare in basso
filosettantasette



Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 11.08.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 5:38 pm

Ho richiamato il Miur, ho domandato di nuovo a proposito della faq 22. Mi ha risposto un'altra persona, ma la risposta è stata la medesima. L'assegnazione del posto in fase c è in base al punteggio e in subordine alle province scelte. A questo punto ho chiesto perchè non correggono la faq e il tizio mi ha risposto che hanno fatto presente l'errore, ma "i superiori" ancora non la correggono.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 5:41 pm

Non la correggono perchè è più rassicurante così, la correggeranno in caso all'ultimo momento.
Tornare in alto Andare in basso
picci



Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 21.11.11

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 7:23 pm

Io sono una di quelle mamme. Ma il problema a lungo termine si potrebbe verificare sia in un caso sia in un altro: da una parte rischio di stare lontana chissà quanti anni, ma dall'altra rischio di restare senza stipendio, e non mi posso permettere né una né l'altra eventualità.
...[/quote]

MARAD cara, ho letto il tuo post con molto interesse e trasporto, trovandomi nella tua stessa situazione e ancora combattuta sul da farsi. io non ne posso più: sono 20 anni che studio per concorsi e per conseguire titoli per migliorare il mio punteggio, ma non è mai abbastanza. Finalmente quest'anno ho lavorato tutti i giorni, con supplenze brevi ma tutti i giorni e a due passi da casa. Per me è stata una grande conquista... finchè non è arrivata questa riforma del cavolo! Avrei potuto continuare così per anni, in fondo ho guadagnato bene e ho messo a frutto comunque le mie competenze... e invece no, è finita.
Probabilmente invierò la domanda, in fase C potrei prendere qualcosa non lontano da casa, ma poi? Il problema è il poi. Mio marito dice di non pensare troppo al dopo... non so.
In bocca al lupo.
Tornare in alto Andare in basso
ortica77



Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 28.08.12

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 7:33 pm

crotone ha scritto:
Io ogni giorno cambio idea 3-4 volte. La sera vado a dormire deciso a fare domande, e mi sveglio convinto di non farla. E viceversa. Questa cosa è logorante, e non finirà certo il 14 agosto.

Non dirlo a me. Non si può essere convinti quando ci si trova di fronte a una domanda al buio oltretutto sapendo che varie cose le sveleranno più avanti e molte regole del gioco verranno cambiate come al solito. Io solitamente prima di prendere una decisione rifletto molto e faccio vari calcoli, ma ormai mi rendo conto che non è servito a niente e poco servirà questa volta. Vabbè, piccolo sfogo serale ... tutta la mia ammirazione a chi ha già deciso in modo convinto.
Tornare in alto Andare in basso
Eterea



Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 08.07.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 7:49 pm

ortica77 ha scritto:
crotone ha scritto:
Io ogni giorno cambio idea 3-4 volte. La sera vado a dormire deciso a fare domande, e mi sveglio convinto di non farla. E viceversa. Questa cosa è logorante, e non finirà certo il 14 agosto.

Non dirlo a me. Non si può essere convinti quando ci si trova di fronte a una domanda al buio oltretutto sapendo che varie cose le sveleranno più avanti e molte regole del gioco verranno cambiate come al solito. Io solitamente prima di prendere una decisione rifletto molto e faccio vari calcoli, ma ormai mi rendo conto che non è servito a niente e poco servirà questa volta. Vabbè, piccolo sfogo serale ...  tutta la mia ammirazione a chi ha già deciso in modo convinto.

Come non avere dubbi? Chi non li ha forse sottovaluta che:

1)non sappiamo quanti posti ci sono
2)non sappiamo di preciso dove sono
3)non sappiamo come assegneranno la provincia provvisoria (ogni giorno si dice tutto e il contrario di tutto, maledetta faq 22)
4)non sappiamo dove sarà la provincia provvisoria (su 100 possibili)
5)non sappiamo dove sarà la provincia definitiva, sempre su 100 possibili, e dove avremo un vincolo triennale di permanenza
6)non sappiamo quante persone assunte prima di noi vorranno tornare nella nostra provincia
7)non sappiamo quanti posti ci saranno dopo il turn over il prossimo anno o gli anni futuri
8)non sappiamo che tipo di posto andremo a occupare (fase b, un posto per lo meno ben definito, o fase c, potenziatori de che?)
9)non sappiamo quali ambiti territoriali futuri si creeranno
10)non sappiamo fino a cosa potranno spingersi i poteri dei dirigenti...
11)non sappiamo le regole per la mobilità, perché il contratto che la regolamenterà non è ancora uscito

Ps=l'elenco potrebbe proseguire ancora per molto.

Intanto, per completare il tema "guerra tra poveri":
http://www.orizzontescuola.it/comunicati/docenti-immobilizzati-chiedono-mobilit-prima-dei-neoassunti-e-diffidano-sindacati

Per riavvicinare chi ha SCELTO di prendere il ruolo lontano, ma in UNA delle 100 province (o al massimo in una della ventina di regioni), consapevole dei vincoli, NOI VAGHIAMO IN GIRO PER L'ITALIA con ben due destinazioni scelte da una macchina nell'ambito dell'intero territorio nazionale.


Ultima modifica di Eterea il Mar Ago 11, 2015 8:19 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
crotone



Messaggi : 1891
Data d'iscrizione : 29.09.09

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 8:15 pm

non sappiamo dove dovremo prendere casa...ed avremo pochi giorni per trovarla..anche perchè non possiamo restare in un albergo a lungo. Se c'è o non c'è la lavatrice, e poi comprare tutto ciò che serve. Ohi
Tornare in alto Andare in basso
Eterea



Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 08.07.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 8:27 pm

crotone ha scritto:
non sappiamo dove dovremo prendere casa...ed avremo pochi giorni per trovarla..anche perchè non possiamo restare in un albergo a lungo. Se c'è o non c'è la lavatrice, e poi comprare tutto ciò che serve. Ohi

Già Crotone, ma a loro che gliene frega. Basta che possano dire che la proposta l'hanno fatta, e che tu hai rifiutato il posto fisso...FISSO ormai è parola fuori luogo

I sindacati si svegliano ora:
http://www.orizzontescuola.it/news/piano-assunzioni-quali-diritti-costituzionali-sei-disposto-buttar-gi-dalla-torre

Mi fa solo rabbia, l'hanno letta solo ora la riforma? Finora hanno fatto la voce grossa quasi esclusivamente per i ricorsi per le categorie escluse. E adesso gettano l'amo per ricorsi per chi farà domanda. Mi viene da pensare: più ne hanno convinti in questi giorni (con veri e propri scenari catastrofici), più ricorsi potranno fare...non so se è un caso
Tornare in alto Andare in basso
solluna



Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 11.06.15

MessaggioOggetto: ma perchè non lo invii qualche testata??   Mar Ago 11, 2015 9:06 pm

[
quote="Eterea"]
ortica77 ha scritto:
crotone ha scritto:
Io ogni giorno cambio idea 3-4 volte. La sera vado a dormire deciso a fare domande, e mi sveglio convinto di non farla. E viceversa. Questa cosa è logorante, e non finirà certo il 14 agosto.

Non dirlo a me. Non si può essere convinti quando ci si trova di fronte a una domanda al buio oltretutto sapendo che varie cose le sveleranno più avanti e molte regole del gioco verranno cambiate come al solito. Io solitamente prima di prendere una decisione rifletto molto e faccio vari calcoli, ma ormai mi rendo conto che non è servito a niente e poco servirà questa volta. Vabbè, piccolo sfogo serale ...  tutta la mia ammirazione a chi ha già deciso in modo convinto.

Come non avere dubbi? Chi non li ha forse sottovaluta che:

1)non sappiamo quanti posti ci sono
2)non sappiamo di preciso dove sono
3)non sappiamo come assegneranno la provincia provvisoria (ogni giorno si dice tutto e il contrario di tutto, maledetta faq 22)
4)non sappiamo dove sarà la provincia provvisoria (su 100 possibili)
5)non sappiamo dove sarà la provincia definitiva, sempre su 100 possibili, e dove avremo un vincolo triennale di permanenza
6)non sappiamo quante persone assunte prima di noi vorranno tornare nella nostra provincia
7)non sappiamo quanti posti ci saranno dopo il turn over il prossimo anno o gli anni futuri
8)non sappiamo che tipo di posto andremo a occupare (fase b, un posto per lo meno ben definito, o fase c, potenziatori de che?)
9)non sappiamo quali ambiti territoriali futuri si creeranno
10)non sappiamo fino a cosa potranno spingersi i poteri dei dirigenti...
11)non sappiamo le regole per la mobilità, perché il contratto che la regolamenterà non è ancora uscito

Ps=l'elenco potrebbe proseguire ancora per molto.

Intanto, per completare il tema "guerra tra poveri":
http://www.orizzontescuola.it/comunicati/docenti-immobilizzati-chiedono-mobilit-prima-dei-neoassunti-e-diffidano-sindacati

Per riavvicinare chi ha SCELTO di prendere il ruolo lontano, ma in UNA delle 100 province (o al massimo in una della ventina di regioni), consapevole dei vincoli, NOI VAGHIAMO IN GIRO PER L'ITALIA con ben due destinazioni scelte da una macchina nell'ambito dell'intero territorio nazionale.[/quote]


Mi piace l'elenco... se lo rivedi per capire, a me non sembra, se ci sono inesattezze(puoi chiedere anche a un moderatore), perché non lo invii a qualche testata nazionale?? Titolo: l'assunzione alla cieca, il ruolo a mosca cieca che tutti aspettavamo...
Tornare in alto Andare in basso
Eterea



Messaggi : 251
Data d'iscrizione : 08.07.15

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Mar Ago 11, 2015 9:20 pm

Quasi quasi solluna...almeno qualcuno in più capirebbe perché tanta reticenza
Tornare in alto Andare in basso
Violet



Messaggi : 908
Data d'iscrizione : 03.06.11

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Gio Ago 13, 2015 3:46 pm

http://www.orizzontescuola.it/news/immissioni-ruolo-fase-c-differenza-prima-preferenza-e-altre-bruschi-come-funziona-sistema
Tornare in alto Andare in basso
magnons



Messaggi : 427
Data d'iscrizione : 11.08.15
Località : Firenze

MessaggioOggetto: Re: Faq 22 - il criterio rivoluzionario   Gio Ago 13, 2015 3:54 pm

Eterea ha scritto:
Quasi quasi solluna...almeno qualcuno in più capirebbe perché tanta reticenza

Anche secondo me dovresti mandarlo...è veramente molto chiaro!
Tornare in alto Andare in basso
 
Faq 22 - il criterio rivoluzionario
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 14 di 14Andare alla pagina : Precedente  1 ... 8 ... 12, 13, 14
 Argomenti simili
-
» CRITERIO PREFERENZA SCUOLE

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: