Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Percentuali per aree, scuole superiori

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente
AutoreMessaggio
gugu



Messaggi : 25644
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Percentuali per aree, scuole superiori   Gio Ago 27, 2015 3:17 pm

Promemoria primo messaggio :

Provo a fare un'ipotesi.

Correggete.

Area umanistica (A050-51-52-61-36-37) 20%

Area linguistica (AX46) 12%

Area mate-fisica (A038-47-48-49) 15%

Area scienze (A013-57-58-60) 10%

Area diritto (A017-A019) 10%

Area elettro-info (A034-35-42) 5%

Area disegno (A016-18-21-25-classi D) 5%

Area meccanica (A020) 3%

ITP 8%

Area ed. fisica 8%

Altre cdc 4%
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
gugu



Messaggi : 25644
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:03 pm

Al prossimo concorso, si spera, verrà almeno indicato un numero di riferimento di posti disponibili. A quel punto ognuno deciderà dove farlo.
La GM Toscana, approvata un anno più tardi degli altri, è ancora in piedi o sono stati immessi tutti in questo biennio?
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:05 pm

gugu ha scritto:
Al prossimo concorso, si spera, verrà almeno indicato un numero di riferimento di posti disponibili. A quel punto ognuno deciderà dove farlo.
La GM Toscana, approvata un anno più tardi degli altri, è ancora in piedi o sono stati immessi tutti in questo biennio?
Fino ad ora in piedissimo.
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:09 pm

gugu ha scritto:
Al prossimo concorso, si spera, verrà almeno indicato un numero di riferimento di posti disponibili. A quel punto ognuno deciderà dove farlo.
La GM Toscana, approvata un anno più tardi degli altri, è ancora in piedi o sono stati immessi tutti in questo biennio?
http://www.toscana.istruzione.it/allegati/2015/A345%20graduatoria%20aggiornata.pdf
http://www.toscana.istruzione.it/allegati/2015/A346%20graduatoria%20aggiornata.pdf
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25644
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:10 pm

Ma dove sono arrivati con i ruoli fase A 2015-2016?
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:14 pm

gugu ha scritto:
Ma dove sono arrivati con i ruoli fase A 2015-2016?
http://www.toscana.istruzione.it/allegati/2015/ToscanaContingentiNomineDocenti2015TabellaAliquote15072015.pdf
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:24 pm

Qui ci sono i nominati
http://www.uspsiena.it/nuovo/images/2015/20150730_01.pdf
arrivati alla nr 70, ne mancano una decina.


Ultima modifica di Perplessa il Sab Ago 29, 2015 3:27 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25644
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:27 pm

70 su 81.
A me non pare così malaccio sinceramente. Ma ovviamente credo a quello che dici tu visto che vivi la realtà toscana.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25644
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:28 pm

E poi dice solo fase 0.

Quindi presumo che in fase A tutta la GM sia andata esaurita.
Tornare in alto Andare in basso
BennyCortona



Messaggi : 97
Data d'iscrizione : 01.08.15

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:35 pm

Ciao ragazzi, io sono convinta che assumeranno tutti coloro che hanno fatto domanda. Io sono A060, gae pienissime, questa e' l'unica speranza che ho x entrare senza prendere il sostegno
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:38 pm

gugu ha scritto:
70 su 81.
A me non pare così malaccio sinceramente. Ma ovviamente credo a quello che dici tu visto che vivi la realtà toscana.
Apparentemente no, però considera che lo scorso anno, per compensare il ritardo sull'approvazione della GM, le GE hanno saltato un giro per decreto nell'assegnazione dei ruoli, e che anche qest'anno, sempre per compensazione, la percentuale maggiore di posti è andata alle GM. Quindi la graduatoria è stata scorsa in deroga alla regola del 50 e 50. Poi è anche possibile che io giudichi pessima una situazione che magari è la norma ovunque, non conoscendone altre, ma di fatto, guardando alle esperienze dei miei compagni di corso della SSIS e di amici e conoscenti che hanno frequentato i cicli successivi, c'è poco da stare allegri. Se non hanno preso il titolo di sostegno o non hanno fatto il concorso sono ancora precari (a parte una che ha fatto il doppio punteggio all'Elba). Di contro, i sissini IX Ciclo di spagnolo sono già di ruolo dal 2011. Possibile, quindi, che il mio sia un vizio di forma/prospettiva e che sia più pessimista del dovuto.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25644
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:41 pm

Spagnolo non può fare testo. Lo farà però ora se gli organici di fermano e il personale assunto è giovanissimo. E c'è una pletora di neoabilitati che supera ormai quelli di inglese.
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Sab Ago 29, 2015 3:49 pm

Anche A445 e A446 stanno iniziando a saturarsi in molte province. Nella mia, A446 è satura da anni e non si prevedono grossi mutamenti, dato che i colleghi più vecchi non vanno oltre la cinquantina e tra i più giovani c'è gente di 30 anni entrata (con una botta di fortuna) con 19 punti e l'abilitazione spagnola presa con i punti delle merendine (che si è pure trovata a poter scegliere tra medie e superiori)...
Tornare in alto Andare in basso
AnnaBlume



Messaggi : 393
Data d'iscrizione : 24.06.15

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 5:07 am

carla75 ha scritto:

sono gia' oggettiva. ripeto, se assumono tutti i sto tranquilla. a occhio in diritto dovrei essere quinta. e se qualcuno mi chiedesse di scegliere tra sos e materia, io oggi sceglierei sostegno.

non sono contraria alle assunzioni, ma sono perplessa rispetto alle assunzioni inutili, che siano di diritto, economia, storia  dell'arte. discuto sulle contraddizioni normative e sull'inutilita' di questa riforma.
stiamo ragionando sulle faq, sull'articolo 69, sui numeri, sulle richieste dei ds e le consistenze delle domande. perché non commenti su questo?

e qui salto sulla sedia. Fammi capire, in Italia (ripeto, in Italia), quale sarebbe l'inutilità della storia dell'arte, così caratterizzante la cultura italiana, in ogni scuola della secondaria di II grado. C'è gente che non distingue, né chiaramente conosce, Giotto da un Tintoretto o una chiesa romanica da un anfiteatro romano o da un'orrore fatto 50 anni fa e parli di inutilità? Dopo lo sfacelo (Pompei in testa) e tutti gli atti vandalici? Dopo il taglio dissennato della Gelmini perfino nei professionali con indirizzo turistico e le rassicurazioni mendaci di Franceschini sul "potenziamento, in ogni modo, della conoscenza del patrimonio artistico nazionale" c'è ancora qualcuno che davvero pensa che la storia dell'arte sia inutile a scuola? O che l'arte non sia patrimonio la cui conoscenza, a tutte le età e ordini di studio, è necessaria? Ma dove vivete, scusa? Perdona i toni, ma qui ogni tanto leggo delle cose folli.


Ultima modifica di AnnaBlume il Dom Ago 30, 2015 11:52 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucylucy



Messaggi : 980
Data d'iscrizione : 10.02.14

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 7:46 am

AnnaBlume, concordo pienamente con te sulla necessità di avviare un'educazione all'arte massiccia. Del resto vale anche per la musica, per il diritto e per l'economia. Non ci sono discipline inutili. Credo che carla75 volesse però riferirsi al modo indiscriminato in cui potrebbero avvenire le assunzioni in fase c: avere un docente di storia dell'arte senza delle ore di storia dell'arte non sarebbe utilissimo: gli allievi evitano il più possibile le lezioni pomeridiane, anche per
problemi di trasporto e non è facile, in certi ambienti, che si impegnino per un corso non curricolare. Diverso e bellissimo sarebbe che si aggiungessero ore curricolari di queste discipline, almeno in tutti i bienni.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25644
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 8:55 am

lucylucy ha scritto:
AnnaBlume, concordo pienamente con te sulla necessità di avviare un'educazione all'arte massiccia. Del resto vale anche per la musica, per il diritto e per l'economia. Non ci sono discipline inutili. Credo che carla75 volesse però riferirsi al modo indiscriminato in cui potrebbero avvenire le assunzioni in fase c: avere un docente di storia dell'arte senza delle ore di storia dell'arte non sarebbe utilissimo: gli allievi evitano il più possibile le lezioni pomeridiane, anche per
problemi di trasporto e non è facile, in certi ambienti, che si impegnino per un corso non curricolare. Diverso e bellissimo sarebbe che si aggiungessero ore curricolari di queste discipline, almeno in tutti i bienni.

Se però si vuole che gli studenti seguano alcune materia bisogna cambiare o potenziare i piani di studio e non lasciare tutto all'aleatorietà.
Io posso pure scrivere un POF dove metto 3 ore di potenziamento di arte, 3 di diritto e 5 di scienze.
Il fatto è che possono solo essere materie opzionali e visti tutti i problemi logistici (apertura scuola, trasporti) ed etici (studenti non interessati a rimanere a scuola un minuto in più) saranno progetti di difficile attuazione.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 9:17 am

mah io sono sempre piu' perplessa....
allora: sono un dirigente di uno scientifico.
l'articolo 69 mi dice che devo contare sulle risorse che chiedo e solo in casi eccezionali mi daranno supplenti.
vista la specificita' della mia scuola cosa chiedo in primis? diritto o storia dell'arte?
no: matematica, scienze, italiano, informatica, inglese.
quando qualcuno si ammalera' io ho il docente a potenziamento che mi tappera' il buco. perché la legge mi dice cosi'. nel frattempo costoro faranno corsi di recupero, progetti, e quant'altro.

sono un dirigente di un'alberghiero: cosa chiedero'?
cucina, sala bar, alimentazione, anche diritto/economia, lingue, italiano, sostegno (ma questo e' un problema a parte).

mi pare non faccia una piega.

nella scuola dell'autonomia il dirigente chiedera' docenti che potra' utilizzare effettivamente.

ma poi allo scientifico arriva il docente di diritto , all'alberghiero quello di arte.
e' autonomia questa? che utilita' concreta per il corso di studi specifico?

mica voglio dire che diritto o arte non siano utili in generale? per carita'!
ma allora la supplentite non finira', i dirigenti non scelgono una beneamata, i ragazzi faranno approfondimenti non consoni al loro piano di studi (e per esperienza ti assicuro che i ragazzi dell'alberghiero rimangono il pomeriggio solo se gli fai fare cucina) e altro che riforma a costo zero!

poi se arte lo metti al classico e all'artistico va bene, ma quanti ne piazzi di docenti?
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1665
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 9:24 am

AnnaBlume ha scritto:
carla75 ha scritto:

sono gia' oggettiva. ripeto, se assumono tutti i sto tranquilla. a occhio in diritto dovrei essere quinta. e se qualcuno mi chiedesse di scegliere tra sos e materia, io oggi sceglierei sostegno.

non sono contraria alle assunzioni, ma sono perplessa rispetto alle assunzioni inutili, che siano di diritto, economia, storia  dell'arte. discuto sulle contraddizioni normative e sull'inutilita' di questa riforma.
stiamo ragionando sulle faq, sull'articolo 69, sui numeri, sulle richieste dei ds e le consistenze delle domande. perché non commenti su questo?

e qui salto sulla sedia. Fammi capire, in Italia (ripeto, in Italia), quale sarebbe l'inutilità della storia dell'arte, così caratterizzante la cultura italiana, in ogni scuola della secondaria di II grado. C'è gente che non distingue, né chiaramente conosce, Giotto da un Tintoretto o una chiesa romanica da un'anfiteatro romano o da un'orrore fatto 50 anni fa e parli di inutilità? Dopo lo sfacelo (Pompei in testa) e tutti gli atti vandalici? Dopo il taglio dissennato della Gelmini perfino nei professionali con indirizzo turistico e le rassicurazioni mendaci di Franceschini sul "potenziamento, in ogni modo, della conoscenza del patrimonio artistico nazionale" c'è ancora qualcuno che davvero pensa che la storia dell'arte sia inutile a scuola? O che l'arte non sia patrimonio la cui conoscenza, a tutte le età e ordini di studio, è necessaria? Ma dove vivete, scusa? Perdona i toni, ma qui ogni tanto leggo delle cose folli.
Sarebbe utilissimo che venissero ripristinate le ore di storia dell'arte ante Gelmini,  sarebbe bello che si aggiungesse lo studio della storia dell'arte anche nelle scuole in cui ora questa materia non viene insegnata.  Devono però essere ore curricolari,  con aumento dell'orario complessivo,  con cattedre in organico di diritto. 
Assumere docenti di storia dell'arte senza prima provvedere a questo è assolutamente inutile. Questi docenti non fanno corsi di recupero,  possono solo fare progetti non obbligatori (magari solo con riconoscimento dei crediti formativi agli alunni) ma non certo per 18 ore settimanali. A quel punto,  molto meglio docenti delle discipline di base, che possono fare recupero costante ogni pomeriggio.
Tornare in alto Andare in basso
knot2



Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 26.05.15

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 11:21 am

Alcuni estratti......fate voi le dovute considerazioni.

"Il curricolo di Istituto  è il modo che ogni scuola ha per esprimere l’attività della propria comunità professionale, le proprie decisioni rispetto ai contenuti e agli stessi metodi di insegnamento.
In sostanza, la propria identità.
Purtroppo, nei fatti, per le scuole è impossibile rivedere le discipline che definiscono l’offerta formativa, in quanto bloccate da rigidità di organico e svilite dalla carenza di risorse economiche. NON TUTTO, PERÒ, PUÒ ESSERE RISOLTO PER VIA STRUTTURALE CAMBIANDO I CURRICULA, NÉ DEVE ESSERE IMPOSTO DAL CENTRO.
Al contrario, se una scuola intende offrire un’ora in più di inglese, attivare un percorso di integrazione multiculturale per rispondere alle esigenze del territorio, o far progettare una applicazione digitale ai propri studenti insieme ad un’impresa creativa, semplicemente deve poterlo fare.
La vera autonomia delle scuole deve quindi ripartire dalla possibilità di riqualificare la propria offerta formativa con attività integrative e facoltative, grazie ad un organico funzionale rafforzato.
Ad una maggiore mobilità dei docenti, ad una nuova organizzazione e gestione collegiale della scuola
e risorse certe per l’offerta formativa.
Le soluzioni per un aggiustamento tempestivo della scuola alle necessità dei tempi e delle comunità
arriveranno sempre di più da queste attività, e dalla capaci. "

.....................................

"L’organizzazione della scuola secondaria di secondo grado è stata fortemente semplificata dalla recente riforma: ora esistono 6 tipi di licei, 11 indirizzi per gli istituti tecnici, e 8 per quelli professionali. Una parte del piano di studi viene poi rimessa alla decisione delle singole istituzioni scolastiche: si tratta della quota di autonomia, che varia dal 20% rispetto all’orario complessivo per il biennio dei licei al 35% e 40% del secondo biennio e quinto anno per i professionali"

............................


"SCUOLA SECONDARIA
Circa 20 mila docenti saranno assunti infine in posizione funzionale, quello che un tempo era stato definito come “organico dell’autonomia”, nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado,
consentendo quindi di cominciare a realizzare finalmente una vera autonomia scolastica. Saranno infatti a disposizione delle scuole, o di reti di scuole, sia per svolgere gli altri compiti legati all’autonomia e all’ampliamento dell’offerta formativa (insegnamenti extra-curricolari, predisposizione di contenuti innovativi per la didattica, progettualità di vario tipo, affiancamento ai tirocinanti, ecc.); sia, anche in questo caso, per coprire una parte delle supplenze brevi."

.......................................

"I dati di un’indagine Ocse, che nel 2012 ha coperto quasi 20 paesi e un campione di quasi trenta
mila quindicenni, ci raccontano che l’analfabetismo finanziario dei nostri ragazzi tocca livelli
preoccupanti, con oltre la metà degli studenti che si attestano su un livello di comprensione dei
meccanismi economici e finanziari ben al di sotto della media dei paesi europei monitorati.

Nel sistema italiano oggi manca un vero indirizzo di liceo economico: l’opzione economico-sociale rappresenta un’articolazione nel percorso del liceo delle scienze umane, ma corre il rischio di non essere adeguatamente valorizzata a causa di una non piena autonomia. È per questo necessario procedere da un lato ad una modifica ordinamentale per la valorizzazione delle discipline economiche anche all’interno del percorso dei licei scientifico e classico. Dall’altro, a tendere l’economia deve essere una disciplina accessibile agli studenti di tutte le scuole di secondo grado.
Anche in questo caso l’immissione in ruolo di docenti dalle GAE può aiutare a colmare questo
vuoto: la presenza negli organici funzionali di docenti di classi di concorso affini all’economia (e,
allo stesso modo, al diritto) permetterà di estendere la progettualità sui temi economici."

Naturale che cio valga anche per altre discipline arte, musica , lingue f.....ed. fisica etc....

Per l'impatto economico:

"La Tabella mette anche in evidenza come i primi 64 mila (dei 148000 inizialmente previsti) nuovi posti avranno un costo relativamente basso, dal momento che questo sarà compensato: da turnover o da posti sul sostegno già coperti finanziariamente (i primi 24 mila posti non sono un onere per le casse dello Stato); che i successivi 14 mila potranno essere quasi interamente coperti – fatta eccezione per le ricostruzioni di carriera – con economie generate dalle supplenze annuali (comprese luglio e agosto) oggi pagate ai docenti utilizzati per completare il c.d. “organico di diritto”; e che i successivi 26 mila avranno un costo limitato, leggermente superiore ai 14 mila, perché le economie saranno in questo caso relative a supplenze di dieci mesi, e quindi oltre alle ricostruzioni di carriera servirà trovare le risorse per i mesi di luglio e agosto."

Ora avendo previsto un totale di 148000 immisioni di cui le prime 64000 con costo annuo in piu netto per lo Stato (al netto dei bencefici delle sostituzioni Supplenze e altri )di circa 100 milioni di euro.
Le restanti 26000 (prevedendo un totale di 90000 immissioni )assunzioni totali invece dei 3 miliardi previsti costeranno circa 1 miiliardo di euro nel primo anno.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 11:37 am

Knot2, in Italia ci sono gli ITC, che sono scuole degnissime, strafrequentate ai miei tempi e che oggi nessuno vuole piu' fare. e' vero che oggi i genitori hanno la fissa dei licei, per cui le magistrali sono diventati licei sociali, lo scientifico ha indirizzi piu' da geometra che da liceo "puro" ecc... va bene creare il liceo economico. ma lo sbilanciamento tra le risorse e le esigenze, frutto di questa riforma, e' vergognosamente palese.
Tornare in alto Andare in basso
vfran



Messaggi : 69
Data d'iscrizione : 30.05.12

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 12:00 pm

Con il dovuto rispetto per tutte le opinioni su espresse.
L'educazione all'arte è educazione alla vita in senso trasversale e per tutti. Si tratta di acquisire un linguaggio per comprendere la realtà e per saperci vivere "bene".
Le scuole per funzionare devono "sperimentare" didattiche innovative, a prescindere dai curricula delle discipline e dei signoli indirizzi di studio.
Quindi mi auguro che la visione dell'insegnamento dell'arte sia molto più AMPIA.
Tornare in alto Andare in basso
knot2



Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 26.05.15

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 12:13 pm

carla75 ha scritto:
Knot2, in Italia ci sono gli ITC, che sono scuole degnissime, strafrequentate ai miei tempi e che oggi nessuno vuole piu' fare.  e' vero che oggi i genitori hanno la fissa dei licei, per cui le magistrali sono diventati licei sociali, lo scientifico ha indirizzi piu' da geometra che da liceo "puro" ecc... va bene creare il liceo economico. ma lo sbilanciamento tra le risorse e le esigenze, frutto di questa riforma, e' vergognosamente palese.


dici carla......e una tua opinione....?
io ho riportato.dati......tu?
quando si volevano assumere 148000 docenti.....tu dove eri? come tanti altri....dove eravate? perche non hai osservato o eccepito nulla allora?
Perche se  ne prendevano 148000  era tutto ok , con il decreto tutti felici....non volava una mosca e ora che se ne prendono la.meta...ci sono problemi?
148000  che cosa li mettevamo a fare....? quei 100000  in piu cosa avrebbero fatto?

per inciso in non auspico la.creazione di un liceo economico.


Ultima modifica di knot2 il Dom Ago 30, 2015 12:17 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
AnnaBlume



Messaggi : 393
Data d'iscrizione : 24.06.15

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 12:16 pm

carla75 ha scritto:
mah io sono sempre piu' perplessa....
allora: sono un dirigente di uno scientifico.
l'articolo 69 mi dice che devo contare sulle risorse che chiedo e solo in casi eccezionali mi daranno supplenti.
vista la specificita' della mia scuola cosa chiedo in primis? diritto o storia dell'arte?
no: matematica, scienze, italiano, informatica, inglese.
quando qualcuno si ammalera' io ho il docente a potenziamento che mi tappera' il buco. perché la legge mi dice cosi'. nel frattempo costoro faranno corsi di recupero, progetti, e quant'altro.

sono un dirigente di un'alberghiero: cosa chiedero'?
cucina, sala bar, alimentazione, anche diritto/economia, lingue, italiano, sostegno (ma questo e' un problema a parte).

mi pare non faccia una piega.

nella scuola dell'autonomia il dirigente chiedera' docenti che potra' utilizzare effettivamente.

ma poi allo scientifico arriva il docente di diritto , all'alberghiero quello di arte.
e' autonomia questa? che utilita' concreta per il corso di studi specifico?

mica voglio dire che diritto o arte non siano utili in generale? per carita'!
ma allora la supplentite non finira', i dirigenti non scelgono una beneamata, i ragazzi faranno approfondimenti non consoni al loro piano di studi (e per esperienza ti assicuro che i ragazzi dell'alberghiero rimangono il pomeriggio solo se gli fai fare cucina) e altro che riforma a costo zero!

poi se arte lo metti al classico e all'artistico va bene, ma quanti ne piazzi di docenti?

all'alberghiero c'è anche l'indirizzo turistico, non è che sono tutti cuochi. Solo che la fantastica Gelimini ha deciso che un operatore turistico, proveniente da un professionale, alla storia dell'arte non doveva avere più accesso. I ragazzi dello scientifico, anche bravini, sanno meno storia dell'arte di mia nonna e spesso la poca che conoscono è confinata alla storia dell'architettura (magari però sanno fare una prospettiva, la cui utilità mi sfugge a meno che non si desideri poi scegliere architettura). Diritto...non so bene cosa dirti, mi pare che avessi un'ora, al liceo, e non dal primo anno. E io facevo una sperimentazione, pure: avevo un orario scolastico ben maggiore di quello attuale. Personalmente, in un sistema con carenze di ore assolute, mi farei bastare l'oretta di diritto. Senza toccare poi l'economia, che non ho mai avuto né rimpianto. Non è una questione di guerra fra poveri, è per me una questione di priorità. Secondo me, in Italia, la storia dell'arte è prioritaria quanto la letteratura e la storia, e da farsi in parallelo per ogni ordine di scuola (io ci metterei pure filosofia, ma poi mi tirate le pietre). Dante cita Giotto (e Cimabue) nella Commedia, non è mica è un caso. Lo diventerà, però, se continuano a sfornare ragazzi che non sanno nemmeno dove è, la Sistina, non dico nemmeno 'conoscerla': solo collocarla in Italia. La metà di loro, se costretti a sparare un nome, buttano là Firenze. Va bene, così?
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 12:23 pm

knot2 ha scritto:
carla75 ha scritto:
Knot2, in Italia ci sono gli ITC, che sono scuole degnissime, strafrequentate ai miei tempi e che oggi nessuno vuole piu' fare.  e' vero che oggi i genitori hanno la fissa dei licei, per cui le magistrali sono diventati licei sociali, lo scientifico ha indirizzi piu' da geometra che da liceo "puro" ecc... va bene creare il liceo economico. ma lo sbilanciamento tra le risorse e le esigenze, frutto di questa riforma, e' vergognosamente palese.



dici carla......e una tua opinione....?
io ho riportato.dati......tu?
quando si volevano assumere 148000 docenti.....tu dove eri? come tanti altri....dove eravate? perche non hai osservato o eccepito nulla allora?
Perche se  ne prendevano 148000  era tutto ok , con il decreto tutti felici....non volava una mosca e ora che se ne prendono la.meta...ci sono problemi?
148000  che cosa li mettevamo a fare....? quei 100000  in piu cosa avrebbero fatto?
quando si voleva assumere 148.000 docenti era perche' si voleva coprire l'organico di fatto. non l'avevi capito?
saremo entrati tutti in provincia, avremmo coperte tutte le cattedre dove si lavora realmente, e il concorso sarebbe servito a coprire quelle cattedre dove si lavora da istituto. spariva l'of e le deroghe sul sos. non una risorsa sarebbe andata persa. stai a vedere che con questo sistema le supplenze annuali sul sostegno saranno almeno 50.000.
quella era una riforma al risparmio.
Tornare in alto Andare in basso
AnnaBlume



Messaggi : 393
Data d'iscrizione : 24.06.15

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 12:26 pm

chicca70 ha scritto:

Sarebbe utilissimo che venissero ripristinate le ore di storia dell'arte ante Gelmini,  sarebbe bello che si aggiungesse lo studio della storia dell'arte anche nelle scuole in cui ora questa materia non viene insegnata.  Devono però essere ore curricolari,  con aumento dell'orario complessivo,  con cattedre in organico di diritto. 
Assumere docenti di storia dell'arte senza prima provvedere a questo è assolutamente inutile. Questi docenti non fanno corsi di recupero,  possono solo fare progetti non obbligatori (magari solo con riconoscimento dei crediti formativi agli alunni) ma non certo per 18 ore settimanali. A quel punto,  molto meglio docenti delle discipline di base, che possono fare recupero costante ogni pomeriggio.

Sono d'accordo della necessità del ripristino, come minimo (io sarei proprio per il potenziamento). Al governo c'è una massa di disgraziati, su questo non v'è dubbio alcuno. Ma visto che così non è, magari si può accedere al famoso 20% di autonomia. Sul recupero, invece, sono ambivalente. Ai miei tempi, leggermente posteriori ai tuoi se interpreto bene il tuo nick, i recuperi a cura e a carico della scuola non c'erano. Si studiava, si metteva una pezza come si poteva se non lo si faceva. Non era la scuola a dover 'garantire il successo scolastico', erano a ragazzi a doverlo fare; a me continua a non sembrare un modo sbagliato. Molto d'accordo, invece, sui recuperi di italiano per i ragazzi stranieri.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Percentuali per aree, scuole superiori   Dom Ago 30, 2015 12:30 pm

Anna, siamo sinceri, se la scuola a cui si vuole tendere e' quella dell'autonomia allora decidono i ds e i collegi. tu pensi veramente che si smazzino a chiedere diritto e storia dell'arte?
magari qualcosina si, ma e' impensabile che su 10 docenti dati ad un IIS ci siano tre di diritto tre di arte e uno per ciascuna materia fondante.
poi se decide il ministero e' un altro paio di maniche.
ma con l'autonomia e il reale fabbisogno non c'entra nulla

Tornare in alto Andare in basso
 
Percentuali per aree, scuole superiori
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 10Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente
 Argomenti simili
-
» aree iperecogene
» scrutinio finale con 5
» METODI PER INSEGNARE GEOGRAFIA NELLE SCUOLE MEDIE
» Scelta scuole: grandi e centrali o medio/piccole e periferiche???
» Compensazione tra sostegno alle superiori

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: